CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SEA: APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2015

Il Consiglio di Amministrazione di SEA S.p.A. si è riunito sotto la presidenza di Pietro Modiano e ha esaminato e approvato il progetto di bilancio dell’esercizio 2015 di SEA S.p.A. e il bilancio consolidato 2015 del Gruppo SEA. I ricavi sono pari a Euro 694,8 milioni, in crescita dell’1,4%; l’EBITDA si attesta a Euro 219,8 milioni, in aumento del 6,8%; l’Utile netto del Gruppo è di Euro 83,8 milioni, in incremento del 52,8%. Il Traffico passeggeri è pari a 28,1 milioni, in crescita dell’1,6% (+3,3% al netto del trasferimento dei passeggeri di Bergamo), mentre il Traffico Merci registra 512,5 mila tonnellate: +8,5% (Malpensa, con 500,1 mila tonnellate, +8,8%, si conferma il primo scalo cargo italiano, con una quota di mercato del 56%). “Il 2015 è stato un anno positivo per il Gruppo - ha commentato il Presidente di SEA, Pietro Modiano - lo testimoniano i dati di conto economico e di stato patrimoniale, con un margine operativo che ha raggiunto il suo massimo storico arrivando a 219,8 milioni di Euro, in crescita del 6,8% rispetto al 2014. L’utile netto consolidato raggiungendo gli 83,8 milioni di Euro, ha fatto registrare un incremento del 52,8%, anch’esso al massimo storico. Anche la posizione finanziaria netta è migliorata di 32,9 milioni di Euro, passando dai 571,2 milioni del 31 dicembre 2014 ai 538,3 milioni al 31 dicembre 2015. I dati del traffico passeggeri sono soddisfacenti con una crescita del 3,3%, al netto del trasferimento del traffico proveniente dall’aeroporto di Bergamo, a seguito del rifacimento della pista avvenuto nel maggio 2014.

Il traffico cargo di Malpensa ha registrato un aumento dell’8,8%, confermando il trend positivo avviato nell’anno precedente (con +9,1% sul 2013) e posizionando l’aeroporto ai vertici delle classifiche europee. Questo trend è destinato a consolidarsi con l’arrivo a Cargo City di alcuni fra i più importanti operatori nel settore della logistica a livello mondiale, con cui SEA ha concluso importanti accordi di collaborazione. L’aumento del traffico passeggeri è stato significativo soprattutto nella sua componente di maggior valore, cioè quella relativa al traffico intercontinentale che rappresenta il cuore e la ragion d’essere dell’attività dell’aeroporto di Malpensa, che ha superato il valore di 5,6 milioni di passeggeri, con un aumento del 4,8% rispetto al 2014, anno in cui l’incremento era stato dell’ 11,8% nel confronto con l’anno precedente. Nel biennio, il numero di passeggeri intercontinentali è aumentato di 816 mila unità. Nel solo 2015 l’aumento è stato di 254 mila unità. Al netto del decremento del traffico da e per il continente africano, che ha risentito delle vicende relative ai paesi del Mediterraneo meridionale, l’aumento è stato del 12,4%. L’aeroporto di Milano Malpensa risulta uno dei più dinamici in Europa in termini di sviluppo del traffico intercontinentale, ad indicare l’avvio di una decisa ripresa di vigore dell’aeroporto nel contesto competitivo internazionale, dopo gli anni difficili seguiti al dehubbing di Alitalia. Un contributo strutturale alla ripresa di Malpensa è venuto dal completamento del satellite Nord, dedicato, appunto, ai voli intercontinentali, e dal restyling del Terminal 1, cui ha fatto seguito un deciso aumento della qualità del servizio ai passeggeri e dell’offerta retail. Il riconoscimento riservato a Milano Malpensa dall’associazione degli aeroporti europei come miglior aeroporto d’Europa nel 2015 nella propria categoria (fra 10 e 25 milioni di passeggeri) certifica i progetti compiuti”.

Nel corso del 2015, nel sistema aeroportuale milanese gestito dal Gruppo SEA, sono transitati oltre 28 milioni di passeggeri, con una crescita dell’1,6% rispetto all’anno precedente. Si segnala che il confronto con l’esercizio precedente risente del temporaneo trasferimento a Malpensa del traffico proveniente dall’aeroporto di Bergamo, a seguito del rifacimento della pista avvenuto nel mese di maggio 2014. A parità di perimetro il traffico passeggeri risulta in crescita del 3,3%. L’esercizio 2015, inoltre, ha evidenziato una crescita del 4,8% dei passeggeri intercontinentali. Tale segmento di mercato, scorporando il dato relativo all’area nord africana influenzata da eventi di carattere geopolitico, evidenzia una crescita del 12,4% rispetto al 2014. Con riferimento al traffico di Aviazione Generale si registra una crescita dell’8,6%, concentrata esclusivamente sull’aeroporto di Linate (+24,3%), che ha risentito positivamente dell’evento EXPO 2015.

I principi contabili applicati per la predisposizione dei dati consolidati dell’esercizio 2015 sono conformi a quelli adottati per la redazione del bilancio consolidato chiuso al 31 dicembre 2014. Il perimetro di consolidamento al 31 dicembre 2015 non presenta variazioni rispetto al 31 dicembre 2014. Nell’esercizio 2015 i ricavi, al netto della componente relativa ai lavori per beni in concessione, sono pari a Euro 642,4 milioni e risultano in aumento di Euro 20,8 milioni rispetto all’esercizio precedente (+3,3%). Essi includono ricavi Aviation per Euro 395,9 milioni (Euro 386,9 milioni nel 2014), ricavi non Aviation per Euro 214,9 milioni (Euro 203,4 milioni nel 2014), i ricavi del settore General Aviation per Euro 16,2 milioni (Euro 16,5 migliaia nel 2014), e ricavi del settore Energy per Euro 15,5 milioni (Euro 14,9 milioni nel 2014). I ricavi per lavori su beni in concessione passano da Euro 63,5 milioni nell’esercizio 2014 a Euro 52,4 milioni nell’esercizio 2015, con un decremento del 17,5%. La buona performance dei ricavi è da attribuirsi a maggiori diritti aeroportuali per effetto dell’aggiornamento annuale delle tariffe previsto dal Contratto di Programma e dai maggiori volumi di traffico registrati nell’esercizio grazie all’attivazione di nuovi collegamenti e all’incremento delle frequenze su rotte già esistenti. La significativa crescita dei ricavi non Aviation è stata determinata dalla buona performance degli shop e del comparto food & beverage, grazie alla nuova offerta commerciale conseguente al restyling del Terminal 1 di Malpensa. Sono risultati in crescita anche i ricavi pubblicitari grazie alla spinta derivante dall’EXPO, l’attività di car rental e l’assegnazione degli spazi in area Cargo.

L’EBITDA si è attestato a Euro 219,8 milioni, a fronte di Euro 205,9 milioni al 31 dicembre 2014, segnando un incremento del 6,8% (+13,9 milioni di Euro). I costi del periodo hanno subito un decremento dello 0,9% rispetto al 2014. A fronte di maggiori costi operativi conseguenti alle attività di gestione e di manutenzione delle nuove aree del Terminal 1 di Malpensa si sono registrati minori costi per materiali di consumo e minori accantonamenti a fondi rischi e oneri futuri e svalutazione crediti. Il costo del lavoro, in crescita del +9,6% rispetto all’esercizio 2014 è attribuibile da un lato al maggior costo unitario del lavoro, al venir meno nel confronto con l’esercizio precedente degli ammortizzatori sociali di cui aveva beneficiato il 2014, e dall’incremento del numero medio delle risorse umane. Il Risultato operativo è pari a Euro 146,1 milioni in crescita del 12,6% rispetto a Euro 129,7 milioni del 2014. Il risultato della gestione finanziaria è negativo per Euro 11,3 milioni, in miglioramento rispetto al risultato negativo del 2014 (Euro 21,1 milioni). Tale dinamica è da attribuirsi ai minori interessi passivi di periodo su finanziamenti a medio lungo termine che ha più che bilanciato il maggior indebitamento lordo, a maggiori proventi da partecipazioni. Nel 2014 inoltre erano stati sostenuti costi non recurring a seguito della ristrutturazione del debito. Il risultato netto da attività cessate, relativo al settore dell’handling di aviazione commerciale, rileva un utile netto pari a Euro 3,2 milioni. La voce comprende il risultato della società SEA Handling in liquidazione. Il risultato netto di competenza del Gruppo SEA ammonta a Euro 83,8 milioni, in crescita di Euro 29 milioni (+52,8% rispetto all’esercizio precedente). L’Indebitamento Finanziario Netto del Gruppo SEA a fine 2015 si attesta a Euro 538,3 milioni, in riduzione di 32,9 milioni di Euro rispetto al 2014 (571,2 milioni di Euro).

Gli Investimenti realizzati nel 2015 ammontano a Euro 99 milioni. In particolare oltre al restyling del Terminal 1 di Milano Malpensa, al Terminal 2 sono stati conclusi i lavori di riconfigurazione riguardanti l’atrio partenze e le aree di imbarco e sono proseguiti i lavori per la realizzazione della nuova stazione ferroviaria. Nell’area di Milano Malpensa Cargo sono in corso di esecuzione i lavori di realizzazione di tre nuovi magazzini. A Milano Linate sono stati conclusi i lavori di restyling del piano check-in e inoltre sono stati ultimati i lavori di potenziamento dell’area controlli di sicurezza dei passeggeri in partenza. Investimenti di sviluppo significativo sono stati fatti anche in ambito di Information and Communication Technology.

La Capogruppo SEA S.p.A. ha chiuso l’esercizio 2015 con ricavi pari a Euro 665,4 milioni, in crescita dell’1,5% rispetto all’esercizio precedente. L’EBITDA è pari a Euro 210,7 milioni, in crescita del 4,6% e l’utile netto della società risulta pari a Euro 78,6 milioni in crescita del39,3%.

Il Consiglio di Amministrazione di SEA ha deliberato di convocare l’Assemblea della società in sede ordinaria in data 29 aprile 2016, in prima convocazione, e occorrendo in seconda convocazione il 4 maggio 2016. Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di proporre all’Assemblea degli Azionisti la distribuzione di un dividendo di 0,25 Euro per ciascuna ordinaria (250.000.000 milioni di azioni) per un ammontare complessivo di Euro 62,8 milioni, corrispondente ad un pay-out ratio dell’80%. Il dividendo sarà messo in pagamento a partire dal 27 giugno 2016.

(Ufficio Stampa SEA)

Articolo scritto da JT8D il 26 Mar 2016 alle 11:00 am.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni - Tags: , , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus