NELLA CARGO CITY DI MILANO MALPENSA POSA DELLA PRIMA PIETRA DELL’EDIFICIO DI BETA TRANS E WFS

Oggi nella nuova Cargo City dell’aeroporto di Milano Malpensa è stata posata la prima pietra di una nuova struttura che ospiterà i magazzini e gli uffici di Beta Trans e WFS, due tra i più importanti operatori dell’handling di merci aeree presenti sul mercato. Beta-Trans è uno dei maggiori operatori italiani del mercato, oggi presente a Malpensa con un magazzino di dimensioni molto ridotte, mentre WFS è uno dei maggiori operatori di handling Cargo a livello mondiale, sino a oggi presente a Malpensa per attività di rappresentanza e di assistenza alle Compagnie Aeree. La superficie complessiva dell’edificio è di 15.000 metri quadrati, due terzi dei quali saranno occupati da Beta-Trans, mentre la parte restante sarà utilizzata da WFS. Il nuovo magazzino, collocato nella posizione centrale della Cargo City Sud, sarà completato entro marzo 2017 e rappresenta la seconda delle strutture per gli operatori Cargo e Corrieri Espressi che entreranno in funzione a Malpensa entro il prossimo triennio (Fedex inizierà a operare a settembre del 2016 e DHL entro la metà del 2018).

La struttura verrà realizzata da SEA con un investimento di circa 12 milioni, mentre la realizzazione degli impianti meccanizzati e degli allestimenti interni sarà a carico degli operatori. Grazie al magazzino di WFS e al consolidamento di Beta Trans, l’offerta di servizi alle merci dell’aeroporto si arricchisce ulteriormente. La nuova realizzazione conferma la dinamicità del mercato delle merci dell’aeroporto di Milano Malpensa e l’interesse che esso riveste non solo per i più importanti operatori italiani del settore, ma anche per i maggiori player mondiali che hanno scelto negli ultimi anni di posizionarsi qui, come WFS, FEDEX e DHL.

Il settore cargo dell’aeroporto di Milano Malpensa ha chiuso il 2015 con ottimi risultati, a cominciare dalla crescita dell’8%, dopo il già performante +9% dell’anno precedente, con 500.000 tonnellate di merce trasportata, il miglior risultato nella storia del traffico Cargo di Milano Malpensa che conferma la sua posizione leader di mercato in Italia con un market share del 56%. I primi mesi del 2016 hanno confermato il positivo trend dell’anno precedente, registrando nel primo bimestre volumi in crescita del +6,5% rispetto allo stesso periodo del 2015 (tasso di incremento mantenuto, secondo le ultime stime, anche con riferimento all’intero primo trimestre). É stato possibile raggiungere questi ottimi risultati grazie all’arrivo a Malpensa di aerei Wide body, cioè di grandi dimensioni, di frequenze aggiuntive e nuove connessioni che hanno contribuito a una crescita del +10,5% di merce trasportata rispetto al 2014. Un contributo significativo è stato portato anche dall’incremento del traffico Courier, in aggiunta a quello dei vettori all-cargo, che ha fatto registrare il +16% di movimenti, con oltre 10.000 movimentazioni del 2015 sul 2014.

I corrieri trasportano oggi il 10% della merce che arriva e riparte da Malpensa, con 50.000 tons, mentre il 60% viene movimentata da voli all-cargo, con 305.000 tons, e il 30% da voli di linea che trasportano la merce nelle loro stive, con 145.000 tons.

Malpensa ha attualmente più di 110 voli cargo alla settimana e connessioni dirette (inclusi i voli di linea che trasportano la merce nella pancia degli aeromobili) con circa 180 destinazioni in tutto il mondo. I maggiori mercati per l’export sono gli Usa e il Far East (Giappone, Sud Corea, Hong Kong). Lo scorso anno è aumentata anche la capacità verso il Sud America coi voli per Bogotà, operati da Atlas Air per conto di Etihad, e col nuovo volo passeggeri per Santiago del Cile, operato da LAN in proseguimento da San Paolo, e verso la Cina con due nuovi voli diretti per Zhengzhou, operati da Cargolux Italia.

(Ufficio Stampa SEA)

Articolo scritto da JT8D il 31 Mar 2016 alle 5:47 pm.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni - Tags: , , , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus