AIRBUS CONSEGNA IL PRIMO A320NEO DEL NORD AMERICA A VOLARIS

Il vettore low cost Volaris ha ricevuto il suo primo A320neo, diventando il primo operatore A320neo del Nord America. Volaris è il più grande cliente di Airbus in Messico, avendo ordinato 74 aeromobili della Famiglia A320, di cui 30 A320neo. Il vettore, che opera esclusivamente aeromobili Airbus, è diventato cliente nel 2006 e da allora è diventato il più grande operatore della Famiglia A320 del Messico con 63 aeromobili della Famiglia A320 attualmente in servizio, di cui 17 A319, 42 A320 e quattro A321. L’A320 di Volaris è dotato di motori Pure Power PW1100-JM di Pratt & Whitney, ed è in leasing da AerCap. Con una configurazione fino a 186 posti, in poltrone standard da 18 pollici, l’aeromobile è dotato dell’innovativa cabina Space-Flex di Airbus. “L’arrivo dell’A320neo simboleggia un passo importante nella nostra ambiziosa strategia ultra low-cost”, ha detto Enrique Beltranena, CEO di Volaris. “Volaris è lieta di essere la prima a portare questa nuova tecnologia ai passeggeri in Nord America”.

“Airbus è onorata di consegnare il primo A320neo in Nord America a Volaris, un operatore all-Airbus da più di 10 anni”, ha detto Rafael Alonso, President of Airbus Latin America and the Caribbean. “La forte crescita economica del Messico rappresenta un’opportunità chiave per le migliori compagnie aeree del Paese come Volaris, per espandersi e rimanere efficienti dal punto di vista ambientale. L’A320neo sarà eccezionale nel raggiungimento di questi obiettivi per Volaris”.

“Pratt & Whitney estende le sue congratulazioni a AerCap, Volaris e Airbus per la consegna dell’A320neo oggi. Siamo orgogliosi di far parte del team che ha portato il primo A320neo in Nord America”, ha dichiarato Rick Deurloo, senior vice president, Sales, Marketing and Customer Service for Pratt & Whitney.

(Ufficio Stampa Airbus)

Articolo scritto da JT8D il 12 Set 2016 alle 6:30 pm.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze, Industria - Tags: , , , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus