SINGAPORE AIRLINES INAUGURA LA ROTTA ‘CAPITAL EXPRESS’ CHE COLLEGA CANBERRA E WELLINGTON

Singapore Airlines ha lanciato la nuova rotta ‘Capital Express’, che per la prima volta collega Singapore con le capitali di Australia e Nuova Zelanda. Il volo inaugurale (SQ291) è partito la notte del 20 settembre alle 23:00 ora locale dal Changi Airport di Singapore ed è arrivato a Canberra alle 08:15 ora locale. Dopo una breve sosta a Canberra, ha proseguito alla volta di Wellington, dove è atterrato poco dopo le 15:00 ora locale. I passeggeri in partenza da Singapore e Canberra hanno trovato alle porte di imbarco e a bordo uno speciale servizio food and beverage per festeggiare il volo inaugurale. La rotta ‘Capital Express’ collega la Città del Leone con le capitali di Australia e Nuova Zelanda quattro volte alla settimana con la tratta Singapore-Canberra-Wellington all’andata e Wellington-Canberra-Singapore al ritorno. Singapore Airlines è la prima compagnia aerea ad offrire voli di linea internazionali per Canberra. E’ inoltre la prima ad operare collegamenti diretti tra Canberra e Wellington. I voli saranno operati con Boeing 777-200 da 266 posti, dotato di 38 sedili in Business Class e 228 in Economy Class.

La nuova rotta verso Canberra arricchisce il già vasto network di Singapore Airlines in Australia, che include Adelaide, Brisbane, Melbourne, Perth e Sydney. SilkAir, ala regionale di Singapore Airlines, raggiunge anche Cairns e Darwin, mentre la controllata low-cost Scoot offre voli per la Gold Coast, Melbourne, Perth e Sydney. Il volo per Wellington va ad aggiungersi ai collegamenti esistenti tra Singapore, Auckland e Christchurch. Il network di Singapore Airlines in Australia e Nuova Zelanda è inoltre ulteriormente rafforzato grazie ad una partnership con Virgin Australia e Air New Zealand.

(Ufficio Stampa Singapore Airlines)

Articolo scritto da JT8D il 26 Set 2016 alle 5:25 pm.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni, Compagnie Aeree / Alleanze - Tags: , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus