AZUL: A DICEMBRE PARTE IL RECIFE-ORLANDO

Azul, la compagnia aerea privata brasiliana con il più grande numero di destinazioni raggiunte nel mercato domestico, estende il proprio network intercontinentale e a partire dal prossimo 7 dicembre lancia il collegamento bi-settimanale tra Recife e Orlando. La rotta sarà operata da un Airbus A330-200 e si aggiunge alle altre di lungo raggio già servite dal vettore: Fort Lauderdale e Orlando, da San Paolo; e, dallo scorso mese di giugno, Lisbona, sempre da San Paolo Viracopos. Il collegamento no-stop tra San Paolo e la capitale portoghese, effettuato in codeshare con TAP, prevede fino quattro frequenze settimanali ed è operato da un Airbus A330, con nuovi interni e tre classi di servizio: Azul Business Class Xtra, Xtra Economy ed Economy. Dall’Italia, i passeggeri di Azul possono raggiungere comodamente l’aeroporto di Lisbona, grazie agli accordi con TAP per i voli da Milano, Roma, Bologna e Venezia.

Con una flotta di oltre 150 aeromobili tra ATR, Embraer e Airbus A320 e A330, Azul Linhas Aéreas Brasileiras è la compagnia che può vantare il più esteso network sul mercato interno brasiliano, servendo più di 100 destinazioni (di cui 29 raggiunte in esclusiva) in tutto il Paese e detenendo una quota di mercato superiore al 30%. Il vettore è anche riconosciuto per l’elevato standard dei suoi servizi - è numero 1 in Brasile per puntualità, soddisfazione dei passeggeri e profittabilità dell’azienda - e per l’eccellenza del suo prodotto di bordo.

Ai recenti SkyTrax Awards tenutisi lo scorso luglio, Azul Linhas Aereas Brasileiras ha ricevuto il premio come ‘Best Low-Cost Airline in Sud America’ e ‘Best Airline Staff in Sud America’. Nel nostro Paese, Azul ha scelto Amoreps Italy come suo General Sales Agent per il mercato italiano. Azul Airlines sarà presente al TTG Incontri di Rimini.

(Ufficio Stampa Azul Airlines)

Articolo scritto da JT8D il 10 Ott 2016 alle 6:39 pm.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni, Compagnie Aeree / Alleanze - Tags: , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus