ALITALIA: COMPLETATO AGGIORNAMENTO SISTEMI INFORMATICI

Alitalia ha completato con successo un importante aggiornamento dei propri sistemi informatici in grado di generare un sostanziale aumento di ricavi per la Compagnia aerea e un miglioramento dei servizi per i passeggeri. L’introduzione del nuovo sistema informatico è parte del complessivo piano di rilancio che punta a dare alla Compagnia aerea una migliore piattaforma commerciale. Durante il weekend è avvenuta la migrazione da Arco a Sabre di tutti i sistemi relativi alla gestione delle prenotazioni, del check-in e delle attività operative. Il nuovo sistema permetterà ad Alitalia di fornire nuovi servizi e migliorare l’esperienza di viaggio dei propri passeggeri, allineandosi così agli altri Etihad Airways Partners (EAP), la maggior parte dei quali già utilizza Sabre. Le compagnie aeree della EAP diventano così, tutte insieme, il principale cliente ad utilizzare la tecnologia Sabre nel settore aereo. Dal nuovo sistema Alitalia si aspetta una crescita dei ricavi, stimati in base ai benchmark di Sabre, nell’ordine di circa 100 milioni di euro all’anno, grazie alla vendita di nuovi servizi ancillari, all’ottimizzazione nella gestione e nella disponibilità delle tariffe e all’introduzione di nuove rotte.

Il nuovo sistema informatico permetterà ad Alitalia anche di rafforzare e accrescere la propria collaborazione con gli altri Etihad Airways Partners, permettendo una maggiore disponibilità di tariffe, più informazioni tra i diversi sistemi delle compagnie, più servizi ancillari e, in generale, un servizio migliore ai clienti. Il progetto di migrazione a Sabre è stato avviato due anni fa e, da allora, sono stati effettuati oltre 38.000 test e più di 4.000 sessioni di corsi di formazione per oltre 2.000 persone di Alitalia. Nel weekend sono migrate da Arco a Sabre 950.000 prenotazioni e 2 milioni di biglietti aerei.

(Ufficio Stampa Alitalia)

Articolo scritto da JT8D il 19 Ott 2016 alle 6:14 pm.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze - Tags: , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus