EMIRATES GROUP RILASCIA IL SESTO ANNUAL ENVIRONMENTAL REPORT

Il Gruppo Emirates, che comprende Emirates airline e dnata, ha pubblicato il sesto rapporto di sostenibilità relativo all’anno fiscale 2015-16. Il report, revisionato da PricewaterhouseCoopers (PwC), presenta i dati di performance ambientale e le iniziative di sostenibilità ambientale provenienti da una serie di attività che comprendono le operazioni aeree, le operazioni cargo e handling di dnata e altre attività commerciali di terra come l’ingegneria e la ristorazione. Oltre a presentare l’impatto ambientale complessivo, il report ha anche lo scopo di identificare le migliori pratiche provenienti da tutto l’organico del Gruppo. “Dato che il nostro business cresce, siamo oltremodo consapevoli che abbiamo una responsabilità verso le comunità in cui operiamo in tutto il mondo. Quello dell’aviazione e dei servizi di viaggio sono settori in grado di dare un reale contributo verso il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite”, ha detto Sua Altezza lo Sceicco Ahmed bin Saeed Al Maktoum – Chairman e Chief Executive di Emirates Airline & Group. “Mentre ci dirigiamo verso il 2017, l’agilità sarà la caratteristica del nostro approccio, sia per reagire rapidamente alle sfide che per sfruttare al meglio le opportunità. In collaborazione con i nostri partner in tutto il settore, continueremo a investire in tecnologie e processi che ci permettono di offrire i nostri servizi in modo efficace, efficiente e con il minimo impatto ambientale”.

Le operazioni aeree sono la voce che costituisce il principale impatto ambientale del Gruppo Emirates. Emirates gestisce una delle flotte più giovani nel settore, con un’età media di appena 74 mesi rispetto alla media del settore di 140 mesi. Una moderna flotta di velivoli widebody offre benefici ambientali sia per quanto riguarda le emissioni inferiori che il rumore, ma aiuta anche a offrire ai clienti un più elevato livello di comfort.

Gli specialisti di Emirates per le operazioni di volo hanno continuato a lavorare con i fornitori di gestione del traffico aereo e con gli aeroporti in tutto il mondo per fornire più cicli di volo e migliori procedure operative per contribuire a ridurre i tempi di volo, il consumo di carburante e le emissioni. Un certo numero di miglioramenti operativi al Dubai International Airport ha inoltre contribuito a migliorare la consistenza delle operazioni della compagnia aerea nel suo hub. Tuttavia, la volatilità regionale e la chiusura dello spazio aereo in diverse regioni a causa di problemi di sicurezza hanno avuto un impatto negativo sul consumo di carburante a seguito di voli che richiedono traiettorie più lunghe per evitare queste aree.

Uno degli sviluppi più significativi dell’anno è stato l’installazione di una serie di pannelli solari fotovoltaici da un megawatt all’Emirates Engine Maintenance Centre, in collaborazione con Dubai Electricity and Water Authority (DEWA). La matrice è composta da 2.990 pannelli fotovoltaici che possono generare oltre 1.800 megawatt-ora di elettricità ogni anno, aiutando a risparmiare circa 800 tonnellate di emissioni di anidride carbonica.

Altre iniziative di efficienza energetica intraprese in tutto il Gruppo Emirates hanno riguardato la sostituzione delle luci utilizzate per la manutenzione dei velivoli con luci a risparmio energetico a LED sviluppate da Emirates Engineering e la ristrutturazione completa degli uffici di Londra di Emirates con una particolare attenzione per l’efficienza energetica che porta a una riduzione complessiva del 60% nel consumo di energia elettrica. Le operazioni di carico di Dnata a Brisbane e Sydney hanno ottenuto una riduzione del consumo di energia attraverso le migliori pratiche di efficienza energetica e grazie all’aggiornamento dei loro sistemi di illuminazione.

Oltre a supportare gli sforzi di conservazione della fauna selvatica in corso a Dubai e in Australia, Emirates ha collaborato con l’associazione United for Wildlife per aumentare la consapevolezza circa gli effetti devastanti che il commercio illegale di fauna selvatica e i prodotti da essa derivati sta avendo sulla sopravvivenza di alcuni degli animali più a rischio del pianeta. Emirates fa girare letteralmente il messaggio contro il commercio illegale di specie selvatiche con l’installazione di una livrea speciale raffigurante la fauna selvatica a rischio estinzione su quattro Airbus 380, nonché su un A380 in scala 1:3 installato presso l’aeroporto di Londra Heathrow.

(Ufficio Stampa Emirates)

Articolo scritto da JT8D il 12 Dic 2016 alle 7:26 pm.
Categorie: Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori - Tags: , , ,


I commenti sono chiusi.