QATAR AIRWAYS ANNUNCIA IL SERVIZIO VERSO LAS VEGAS

Qatar Airways ha annunciato che avvierà un servizio non-stop quattro volte alla settimana (lunedì, mercoledì, venerdì e domenica) verso Las Vegas, Nevada, a partire dall’8 gennaio 2018. La nuova rotta sarà l’11° della compagnia aerea verso gli Stati Uniti, collegando il McCarran International Airport con l’Hamad International Airport di Doha. Qatar Airways sarà il primo vettore del Golfo a fornire un servizio regolare verso Las Vegas. “Las Vegas è una destinazione turistica fiorente e l’aggiunta della città al nostro network è atteso da tempo. Far crescere il nostro western United States network è importante per la compagnia aerea e stiamo vedendo una crescita esponenziale della domanda attraverso il nostro hub di Doha”, ha detto Akbar Al Baker, Qatar Airways Group Chief Executive. “I viaggiatori apprezzano lo stile e il fascino di Las Vegas e a partire dal 2018 daremo ai nostri passeggeri di tutto il mondo un accesso diretto e conveniente a questa capitale unica dell’intrattenimento”. Sarà la seconda rotta di Qatar Airways verso l’ovest americano, dopo che la compagnia aerea ha lanciato il suo servizio verso Los Angeles nel gennaio 2016. “Qatar Airways serve oltre 150 destinazioni, offrendo ai passeggeri degli Stati Uniti tempi di percorrenza più brevi verso destinazioni popolari in Thailandia, Africa, Medio Oriente e India”, ha continuato Mr. Al Baker.

Quest’anno Qatar Airways festeggia il suo 10° anniversario negli Stati Uniti, dopo aver iniziato a servire New York / Newark nel 2007. Qatar Airways attualmente serve 10 città americane. Las Vegas si unirà a Atlanta, Boston, Chicago, Dallas-Fort Worth, Houston, Los Angeles, Miami, New York / JFK International Airport, Philadelphia e Washington D.C. La nuova rotta opererà con un Boeing 777-200LR.

(Ufficio Stampa Qatar Airways)

Articolo scritto da JT8D il 12 Gen 2017 alle 12:15 pm.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni, Compagnie Aeree / Alleanze / Operatori - Tags: , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus