ETHIOPIAN AIRLINES PRESENTA IL NUOVO VOLO CARGO DALL’AEROPORTO DI MALPENSA

Il vettore Ethiopian Airlines ha presentato oggi a Malpensa il nuovo servizio all cargo che collega lo scalo lombardo con Addis Abeba una volta la  settimana con Boeing 777 Freighter. Il primo volo è decollato il 2 Aprile e sarà operativo ogni domenica sulla rotta Addis Abeba - Lagos - Malpensa - Liegi - Addis Abeba, con arrivo a Malpensa alle 12.30 e partenza alle 14.30. Ethiopian Airlines è già presente a Malpensa con cinque voli passeggeri e questo nuovo collegamento cargo rappresenta un ulteriore investimento della compagnia che garantirà un servizio ottimale per il traffico merci import/export su tutto il continente africano. Con sei nuovi e moderni Boeing 777F, Ethiopian è attualmente la più grande compagnia aerea cargo nel continente africano che collega l’economia africana con il resto del mondo per l’importazione di beni industriali e l’esportazione di materie prime (in particolare fiori). Con l’inaugurazione del più grande e moderno terminal cargo in Africa, che sviluppa una capacità di carico annuale di 600 mila tonnellate, Addis Abeba diventerà uno dei migliori cargo hub nel settore del trasporto aereo di merci. “Siamo molto contenti di questo nuovo volo cargo che rappresenta il primo collegamento sul continente africano dedicato al traffico merci”, dichiara Giulio De Metrio, Chief Operating Officer SEA. “Milano Malpensa è il più grande aeroporto per le merci via aerea del Sud Europa con un volume di merci trasportate pari a 537.000 tonnellate nel 2016 (56% del totale Italia) con una crescita rispetto all’anno precedente del 7,4%, tra le più alte in Europa. Più di 110 voli cargo alla settimana. Nel primo trimestre di quest’anno sono state trasportate circa  137.000 tonnellate (+15,4% rispetto al primo trimestre 2016)”.

(Ufficio Stampa SEA)

Articolo scritto da JT8D il 27 Apr 2017 alle 6:26 pm.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni, Compagnie Aeree / Alleanze - Tags: , , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus