IL RADAR A SCANSIONE ELETTRONICA VIXEN 500E DI LEONARDO SCELTO PER EQUIPAGGIARE IL DIMOSTRATORE TECNOLOGICO DEL VELIVOLO IAR-99 RUMENO

Il radar avionico a scansione elettronica (Active Electronically Scanning Array - AESA) Vixen 500E di Leonardo è stato scelto dall’Istituto Nazionale di Ricerca Aerospaziale rumeno “Elie Carafoli” (INCAS) per il programma IAR-99 TD (Technology Deminstrator). Il progetto, che prevede lo sviluppo di un dimostratore tecnologico per un nuovo addestratore, è basato sul velivolo IAR-99 Soim (prototipo 7003) dell’Aeronautica Militare rumena, che verrà modificato da INCAS in collaborazione con il costruttore di aeromobili Avioane Craiova. Leonardo ha già fornito a INCAS il radar a scansione elettronica per la  sorveglianza Seaspray 5000E integrato sui velivoli BN-2 Islander, che l’agenzia utilizza per missioni scientifiche e di monitoraggio ambientale. Grazie a questo nuovo accordo, il Vixen 500E si candida ad essere il radar di riferimento nell’ambito di un eventuale e più ampio programma di ammodernamento della flotta rumena di IAR-99. Norman Bone, responsabile della divisione Sistemi Avionici e Spaziali di Leonardo, ha dichiarato: “La partnership con INCAS testimonia l’approccio aperto e collaborativo di Leonardo per soddisfare le esigenze del mercato. Insieme siamo in grado di comprendere meglio i requisiti operativi del Ministero della Difesa rumeno e di fornire la soluzione più adeguata alle sue esigenze. Il lavoro sul dimostratore tecnologico IAR-99 TD, inoltre, apre ad ulteriori prospettive commerciali anche al di fuori della Romania, da perseguire con la stessa INCAS”.

Catalin Nae, direttore generale di INCAS, ha dichiarato: “Si tratta di un programma per un addestratore di nuova generazione, che sviluppiamo nel nostro Istituto, come evoluzione dell’attuale IAR-99 Soim attualmente in servizio presso il Ministero della Difesa rumeno. IAR-99 TD è un dimostratore tecnologico che verrà utilizzato per sperimentare e sviluppare nuove tecnologie per un trainer avanzato, con caratteristiche di rilevamento e combattimento evolute. Il Vixen 500E garantisce le capacità operative che riteniamo fondamentali per il nostro futuro velivolo da addestramento”.

Paul Brummel CMG, ambasciatore del Regno Unito in Romania, ha affermato: “Sono lieto che Leonardo, azienda di riferimento in Europa per la tecnologia radar britannica, sia ora partner del governo rumeno attraverso INCAS. L’ambasciata è pronta ad aiutare le Forze Armate rumene a raggiungere i propri obiettivi di modernizzazione con il sostegno di altre società britanniche in grado di offrire tecnologie all’avanguardia”.

Il Vixen 500E fa parte dei sistemi radar di Leonardo basati su tecnologia AESA. Questa tipologia di radar è caratterizzata dalla presenza di matrici di moduli radar in antenna, utilizzati per orientare il fascio d’onda elettronicamente, invece di puntare fisicamente l’antenna verso l’obiettivo. Questa tecnologia consente di garantire elevate prestazioni e affidabilità oltre a un basso costo di esercizio, semplicità di installazione e di utilizzo. I primi test del prototipo del nuovo trainer rumeno equipaggiato con il radar sono, infatti, attesi già a partire dalla fine del 2017.

Il contratto con INCAS segue la recente fornitura dello stesso radar Vixen 500E alla Scuola Addestramento Piloti della US Navy (USNTPS) di Patuxent River, nel Maryland, dove gli allievi utilizzeranno il sensore nel corso delle sessioni di formazione a bordo del velivolo C-26. Il Vixen 500E è stato fornito negli Stati Uniti anche per il Dipartimento di Sicurezza Nazionale.

Leonardo è leader europeo anche nel settore dei radar di controllo del tiro. L’azienda fornisce il Raven ES-05 AESA per gli aerei da combattimento Gripen E della società svedese Saab (che entreranno in servizio in Svezia e in Brasile) e guida il consorzio paneuropeo Euroradar, dedicato allo sviluppo del nuovo radar AESA Captor-E per i velivoli Eurofighter Typhoon.

(Ufficio Stampa Leonardo)

Articolo scritto da JT8D il 29 Ago 2017 alle 7:22 pm.
Categorie: Enti e Istituzioni, Industria - Tags: , , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus