IN ENAC IL BILANCIO DELLA STAGIONE ESTIVA CON GLI OPERATORI DEL SETTORE AEREO: DATI DI TRAFFICO PASSEGGERI E CARGO, AGGIORNAMENTO INVESTIMENTI, ISPEZIONI SU OPERATORI STRANIERI, RECLAMI RICEVUTI

Nella mattina di oggi, 16 ottobre 2017, si è tenuto presso la Direzione Generale dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, l’incontro con tutti gli operatori del settore convocato dal Presidente Vito Riggio per tracciare un bilancio della stagione estiva, per valutare le eventuali criticità e avviare, di conseguenza, i relativi correttivi per prevenire in futuro possibili situazioni di disagi per i passeggeri e irregolarità del settore. Alla riunione, che si è svolta alla presenza dei Consiglieri di Amministrazione dell’ENAC Angela Stefania Bergantino e Manlio Mele, hanno partecipato rappresentanti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, dell’Enav, delle associazioni dei vettori nazionali e internazionali, delle società di gestione aeroportuale, delle società di assistenza a terra e dei servizi di catering, delle agenzie di viaggi, Assoclearance, nonché gli amministratori delegati e/o gli accountable manager delle principali compagnie aeree nazionali, delle maggiori società di gestione aeroportuale, di quelle di handling e il delegato del Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti.

In apertura dei lavori è intervenuto il Presidente Vito Riggio: “Come oramai avviene da molti anni, l’incontro al termine della stagione estiva rappresenta un’utile occasione per analizzare le problematiche che si sono presentate e per intervenire in anticipo sulle possibili criticità, con l’obiettivo di continuare a garantire la sicurezza del volo e la qualità dei servizi. Anche la stagione estiva 2017, così come accaduto per le precedenti, è stata caratterizzata da una generale regolarità ed efficienza, con alcuni disservizi, per lo più fisiologici, di impatto contenuto sull’utenza. Un capitolo a parte merita, invece, la vicenda Ryanair iniziata sul finire della stagione estiva e che si protrarrà per tutta quella invernale che potrebbe determinare anche una leggera diminuzione del traffico. Con l’occasione, inoltre, vorrei sottolineare che alcuni aeroporti non possono più procrastinare gli investimenti finalizzati ad adeguamenti infrastrutturali per poter affrontare la crescita di traffico”.

Nel suo intervento, il Direttore Generale dell’ENAC Alessio Quaranta si è soffermato in particolare sui dati di traffico: “La stagione estiva ha evidenziato ancora una volta il trend positivo del traffico passeggeri e soprattutto di quello merci cresciuti rispettivamente, nei mesi estivi, del 6,7% e del 12% sull’analogo periodo dello scorso anno. L’ENAC continuerà a vigilare su sicurezza e qualità, ma anche sullo sviluppo equo e competitivo del trasporto aereo tenendo in considerazione sempre maggiore gli aspetti relativi al rispetto e alla tutela dell’ambiente”.

Dopo l’interevento di Riggio e l’introduzione di Quaranta, il Direttore Centrale Vigilanza Tecnica, Roberto Vergari, e il Direttore Centrale Economia e Vigilanza Aeroporti, Fabio Marchiandi, hanno presentato relazioni sullo sviluppo degli aeroporti italiani con un focus sulla safety e i dati relativi al bilancio del trasporto aereo nella stagione estiva appena trascorsa.

DATI COMPLESSIVI PASSEGGERI
Secondo i dati al momento disponibili risulta quanto segue:
• Passeggeri gennaio – agosto 2017: 118.454.443 +6,7% su analogo periodo anno precedente.
• Passeggeri luglio – agosto 2017: 37.991.213 +6,7% su analogo periodo anno precedente.

I dati evidenziano un buon incremento dei passeggeri trasportati sugli aeroporti italiani, sia nel periodo gennaio-agosto, sia nel periodo di picco estivo, concentrato nei mesi di luglio-agosto. La seconda parte della stagione estiva 2017 è stata caratterizzata anche dalla vicenda Ryanair. A partire dal 10 settembre scorso, infatti, fino alla fine del mese di ottobre e, successivamente, dal mese di novembre fino al termine della stagione invernale IATA 2017/2018 il vettore Ryanair ha cancellato un numero rilevante di voli in tutta Europa. In Italia le cancellazioni hanno inizialmente interessato circa 400.000 passeggeri con una percentuale di voli di circa il 36% del totale operato dalla compagnia. Per il periodo da settembre fino al termine della stagione di traffico estiva IATA 2017 il vettore ha cancellato in Italia oltre 700 voli. Le cancellazioni interessano tutti gli aeroporti sui quali il vettore opera.

TRAFFICO CARGO
Trend positivo anche per quanto concerne il traffico cargo che ha registrato i seguenti dati:
Gennaio – agosto 2017: 749.694 tonnellate +11,4% rispetto allo stesso periodo del 2016
Luglio – agosto 2017: 186.297 tonnellate +12% rispetto allo stesso periodo del 2016

DIRITTI DEI PASSEGGERI
L’ENAC è l’organismo responsabile della corretta applicazione dei Regolamenti comunitari 261/2004 e 1107/2006, relativi alle tutele previste in caso di disservizi nel trasporto aereo e ai diritti dei passeggeri a mobilità ridotta che utilizzano il mezzo aereo. L’Ente ha anche il potere di irrogare sanzioni amministrative nei confronti dei soggetti inadempienti. Si ricorda che il reclamo deve essere rivolto in prima istanza alla compagnia aerea responsabile del disservizio. Nel caso in cui la compagnia aerea interessata non risponda entro sei settimane dalla ricezione del reclamo, o fornisca una risposta ritenuta non conforme alla normativa, potrà essere presentato reclamo all’Enac per l’accertamento della presunta violazione del Regolamento 261/2004.

Nel periodo maggio – settembre 2016 l’ENAC ha ricevuto un totale di 1.527 segnalazioni relative alla violazione del Regolamento 261/2004, di cui:
665 per cancellazione del volo (813 nello stesso periodo 2016)
744 per ritardo del volo (1.448 nello stesso periodo 2016)
99 per negato imbarco (105 nello stesso periodo 2016)
19 per mancata informazione sui diritti (33 nello stesso periodo 2016)
Il totale dal 1° gennaio al 22 settembre 2017 è di 3.002.

Il Numero Verde ENAC ha ricevuto e gestito dal 1° gennaio al 31 agosto 2017, 4.100 telefonate, mentre nello stesso periodo del 2016 erano state 3.450, fornendo prevalentemente informazioni sulla Carta dei Diritti del Passeggero e sulla security, mentre sono relativamente pochi i quesiti posti in merito a tematiche di safety, segno di una crescente percezione di sicurezza Nel solo mese di settembre, invece, a causa delle vicenda Ryanair il Numero Verde ha ricevuto 1.000 telefonate, ovvero il 66,6% in più del mese di settembre 2016.

CONTRATTI DI PROGRAMMA E INVESTIMENTI – AGGIORNAMENTO
È stato presentato un aggiornamento sullo stato di attuazione degli investimenti previsti dai Contratti di Programma stipulati tra l’Ente, in rappresentanza dello Stato, e le società che hanno in concessione la gestione degli scali nazionali. Lo stato di attuazione degli investimenti viene continuamente controllato dall’ENAC nell’ambito della propria attività istituzionale di approvazione dei piani di sviluppo e dei progetti, oltre che di vigilanza e collaudo e di certificazione dell’agibilità delle infrastrutture. Il totale degli investimenti previsti per il periodo 2016-2021 in base ai Contratti di Programma in deroga, ovvero quelli sottoscritti con Aeroporti di Roma per gli scali di Roma Fiumicino e Roma Ciampino, con SEA per gli aeroporti di Milano Malpensa e Milano Linate e con SAVE per Venezia è di circa 3 miliardi di Euro. L’aggiornamento dettagliato degli investimenti aeroportuali è disponibile nella presentazione pubblicata sul sito dell’ENAC a cui si rimanda per ulteriori informazioni.

ATTUAZIONE REGOLAMENTO N. 139 DEL 2014
In attuazione del Regolamento Comunitario n. 139 del 2014 che stabilisce, tra le altre cose, i requisiti e le procedure per la certificazione e la sorveglianza degli aeroporti europei e prevede la conversione dei certificati degli aeroporti, l’ENAC ha continuato a chiudere vari procedimenti certificatori nei mesi estivi avviando le attività per concludere altre certificazioni nel mese di ottobre 2017, termine entro il quale sarà stata ri-certificata la maggior parte degli scali nazionali.

ISPEZIONI DI RAMPA SECONDO IL PROGRAMMA SAFA (SAFETY ASSESSMENT OF FOREIGN AIRCRAFT)
Nel periodo tra il 1° giugno e il 25 settembre 2017 l’ENAC ha realizzato le seguenti ispezioni di rampa secondo il programma comunitario SAFA (controlli sugli aeromobili di operatori stranieri in transito negli aeroporti nazionali): 283 ispezioni su 209 operatori in 26 aeroporti.

In aggiunta l’Ente ha aumentato l’attenzione su alcuni operatori che effettuano traffico rilevante nel nostro Paese (Ryanair, EasyJet, Vueling, Volotea, Blue Air). 4 ispezioni congiunte con le autorità straniere competenti sono state già condotte nel 2017 alle basi italiane e sono in programma incontri con le Autorità di Romania e Gran Bretagna per la definizione di accordi sulla Cooperative Oversight.

ANALISI INCONVENIENTI
Nell’ambito delle attività di controllo e sorveglianza sugli operatori stranieri, l’ENAC effettua anche l’analisi degli inconvenienti segnalati che coinvolgono le compagnie aeree. L’analisi è condotta sui report del sistema di segnalazione eEMOR, dopo una verifica che esclude tutti gli eventi che non siano attribuibili all’operatore (tra cui bird strike, raggi laser, droni, meteo, malori passeggeri, comportamenti errati di operatori a terra). Gli eventi di maggiore impatto sulla sicurezza, o per i quali non sono disponibili informazioni complete, vengono periodicamente comunicati alle autorità competenti per maggiori informazioni e relative analisi.

(Ufficio Stampa ENAC)

Articolo scritto da JT8D il 16 Ott 2017 alle 5:53 pm.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni, Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori, Enti e Istituzioni - Tags:


I commenti sono chiusi.