EMIRATES GROUP ANNUNCIA I RISULTATI DEL SEMESTRE

Emirates Group ha annunciato oggi i suoi risultati semestrali per il 2017-18. Il Gruppo ha registrato una crescita costante del fatturato rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, nonostante la continua pressione sui margini, un aumento dei prezzi del petrolio e altre sfide per l’industria delle compagnie aeree e dei viaggi. Il fatturato di Emirates Group è stato di 49,4 miliardi di AED (13,5 miliardi di dollari USA) per i primi sei mesi dell’esercizio finanziario 2017-18, in crescita del 6% rispetto ai 46,5 miliardi di AED nello stesso periodo dello scorso anno. La redditività si è ripresa dopo un livello basso nel corso dello stesso periodo dello scorso anno, con il Gruppo che ha segnalato un utile netto 2017-18 di AED 2,3 miliardi (631 milioni di dollari USA), in crescita del 77%. Tale risultato è stato determinato da iniziative di ottimizzazione della capacità e di efficienza, crescita costante del business e una situazione di cambio più favorevole rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. La cash position del Gruppo al 30 settembre 2017 è stata di 18,9 miliardi di AED (5,2 miliardi di dollari USA), rispetto ai 19,1 miliardi di AED al 31 marzo 2017.

Ahmed bin Saeed Al Maktoum, president and chief executive, Emirates Airline and Group, ha dichiarato: “Il merito per i nostri risultati semestrali 2017-18 va alla nostra forza lavoro che ha lavorato duramente per migliorare la nostra performance aziendale e affrontare le sfide senza compromettere la qualità e il servizio. I nostri margini continuano ad affrontare una forte pressione al ribasso, i prezzi del petrolio sono aumentati e siamo ancora di fronte a condizioni economiche incerte in molte parti del mondo. Tuttavia, il Gruppo ha migliorato le entrate e il rendimento. Questo grazie alla resilienza del nostro modello di business. L’alleggerimento del dollaro americano contro altre valute principali ha contribuito alla nostra redditività. Vediamo anche il vantaggio di varie iniziative in tutta l’azienda per migliorare la capacità e l’efficienza con nuove tecnologie e nuovi modi di lavorare. Andando avanti, continueremo a tenere un occhio attento sui costi, investendo per sviluppare la nostra attività e fornire ai nostri clienti prodotti e servizi di livello mondiale”.

Negli ultimi sei mesi la base del personale del Gruppo è diminuita del 3% rispetto al 31 marzo 2017, da un numero complessivo di 105.746 a 102.669.

Emirates continua a investire nei più avanzati aeromobili di grandi dimensioni per migliorare l’efficienza complessiva e fornire una migliore esperienza del cliente. Durante i primi sei mesi del 2017-18, Emirates ha ricevuto 10 aeromobili wide-body: 4 Airbus A380 e 6 Boeing 777, con 9 nuovi aerei previsti per essere consegnati prima della fine dell’esercizio. Ha anche pensionato 5 aerei più vecchi dalla sua flotta, con altri 4 che saranno restituiti entro il 31 marzo 2018.

Emirates ha lanciato due nuovi servizi passeggeri nei primi sei mesi dell’anno finanziario, Zagabria (Croazia) e Phnom Penh (Cambogia). Al 30 settembre, la rete globale di Emirates attraversava 156 destinazioni in 84 paesi. La flotta è pari a 264 aerei compresi i freighter. Emirates continua a fornire connessioni sempre migliori per i suoi clienti in tutto il mondo con un solo stop a Dubai. In luglio la compagnia aerea ha annunciato una partnership con flydubai, sfruttando le reti complementari delle due compagnie aeree. Emirates ha anche annunciato l’estensione della sua partnership di successo con Qantas per altri cinque anni, in tandem con aggiustamenti di rete comuni che offriranno ai viaggiatori più connettività e scelte di volo da e per Australia e Nuova Zelanda.

La capacità complessiva nei primi sei mesi dell’anno è aumentata di un modesto 2%, mentre il traffico passeggeri è aumentato del 5%, con load factor medio al 77,2%, rispetto al 75,3% dello scorso anno.

Emirates ha trasportato 29,2 milioni di passeggeri tra il 1° aprile e il 30 settembre 2017, in crescita del 4% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il volume del cargo è aumentato del 5%, mentre il rendimento è migliorato dell’8%. Questa performance solida deriva dagli investimenti recenti di Emirates SkyCargo nei prodotti e nei servizi e rappresenta anche un segnale positivo riguardo una graduale ripresa del mercato globale del cargo aereo.

Nella prima metà dell’anno fiscale 2017-18, l’utile netto di Emirates è di 1,7 miliardi di AED (452 ​​milioni di dollari USA), in crescita del 111% rispetto allo scorso anno. I ricavi di Emirates, inclusi altri proventi operativi, sono pari a 44,5 miliardi di AED (12,1 miliardi di dollari USA), in aumento del 6% rispetto ai 41,9 miliardi di AED (11,4 miliardi di dollari USA) registrati nello stesso periodo dello scorso anno. I costi operativi di Emirates sono cresciuti del 4% rispetto all’aumento complessivo della capacità del 2%. In media, i costi del carburante sono aumentati del 14% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, in gran parte dovuti ad un aumento dei prezzi del petrolio (+11% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno). Il combustibile è rimasto la componente più importante del costo della compagnia aerea, pari al 26% dei costi di esercizio rispetto al 24% nei primi sei mesi dello scorso anno.

dnata ha visto una crescita costante nelle sue attività globali che ora spaziano in 84 paesi. Nella prima metà del 2017-18, le attività internazionali di dnata hanno rappresentato oltre il 67% del fatturato totale. Le entrate di dnata, inclusi altri proventi operativi, sono pari a 6,3 miliardi di AED (1,7 miliardi di dollari), in aumento del 7% rispetto agli AED 5,9 miliardi (1,6 miliardi di dollari) dell’anno scorso). Il profitto complessivo per dnata è aumentato del 20%, a 659 milioni di AED (180 milioni di dollari USA). Le operazioni aeroportuali di dnata sono rimaste il più importante contributo alle entrate, con 3,4 miliardi di AED (922 milioni di dollari USA), in aumento del 9% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Attraverso le sue operazioni, il numero di aeromobili gestiti da dnata è aumentato dell’11%, a 330.317, e ha trattato 1,5 milioni di tonnellate di cargo, in crescita del 25%. Nei primi sei mesi dell’anno, la ristorazione di dnata ha continuato a conquistare contratti da nuovi clienti, oltre ad ampliare le relazioni esistenti.

(Ufficio Stampa Emirates)

Articolo scritto da JT8D il 9 Nov 2017 alle 12:05 pm.
Categorie: Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori - Tags: , , ,


I commenti sono chiusi.