BOEING PREVEDE UNA SIGNIFICATIVA DOMANDA PER PILOTI, TECNICI E CABIN CREW IN MEDIO ORIENTE NEI PROSSIMI ANNI

Boeing riferisce che nei prossimi 20 anni il Medio Oriente vedrà una domanda significativa riguardante i piloti di compagnie aeree commerciali, i tecnici e gli equipaggi di cabina, che rappresenta il 10 per cento della necessità complessiva globale per piloti e tecnici e il 12 per cento per cabin crew. Il 2017 Boeing Pilot & Technician Outlook, una previsione del settore riguardo la domanda di personale dell’aviazione, ha visto un aumento della previsione rispetto allo scorso anno, con una domanda per i piloti che aumenta a 63.000 (+8,6%) e la domanda di cabin crew che aumenta a 96.000 (+4,3% ). Mentre la domanda globale prevista per i tecnici è scesa del 4,6 per cento rispetto allo scorso anno, la domanda di tecnici in Medio Oriente è rimasta costante a 66.000. “Con la domanda prevista per piloti, tecnici e cabin crew in Medio Oriente, c’è chiaramente un’enorme necessità di assicurare il personale disponibile per riempire questi ruoli”, ha dichiarato David Longridge, vice president of Commercial Services Sales for Boeing Global Services. “È un momento entusiasmante per esplorare come possiamo utilizzare tecnologie all’avanguardia oggi per addestrare questi equipaggi per domani”. Con le nuove consegne di aerei nella regione, prevista per essere suddivisa quasi 50-50 tra aerei single-aisle e twin-aisle, c’è una simile ripartizione nella domanda del personale prevista. Quasi la metà dei nuovi piloti e tecnici saranno necessari per sostenere gli aerei single-aisle, mentre l’altra metà sarà necessaria per sostenere gli aerei twin-aisle. La ripartizione per i cabin crew, tuttavia, è maggiormente pesata nei confronti di aerei twin-aisle, a causa dei regolamenti che richiedono più personale di cabina negli aeroplani più grandi. Il Boeing Pilot & Technician Outlook è strettamente legato alle proiezioni per le nuove consegne di aerei in tutto il mondo. Come per la domanda di personale, il Medio Oriente prevede un numero significativo di consegne di aeromobili nei prossimi 20 anni. Secondo il 2017 Current Market Outlook, entro il 2036 saranno necessari 3.350 nuovi aeromobili, valutati 730 miliardi di dollari, nella regione del Medio Oriente.

Proprio riguardo il training degli equipaggi, Boeing e Royal Jordanian Airlines hanno annunciato oggi al Dubai Air Show 2017 che il vettore ha scelto Boeing per fornire 787 flight training. Nell’ambito di un accordo strategico di cinque anni, Boeing fornirà a Royal Jordanian una completa training solution, che include pilot type-rating and recurrent training presso il London Gatwick training campus. “Siamo entusiasti delle esperienze di formazione di Boeing”, ha dichiarato Stefan Pichler, presidente e chief executive officer di Royal Jordanian. “Per attrarre una nuova generazione di piloti, dobbiamo ispirarli e addestrarli in modi nuovi e Boeing è all’avanguardia nello sviluppo di metodi innovativi di formazione”.

“Questa partnership con Royal Jordanian Airlines dimostra la forza della nostra relazione con questo cliente chiave, uno dei primi clienti 787 della regione”, ha dichiarato David Longridge, vice president of Commercial Services Sales for Boeing Global Services. “Royal Jordanian riconosce la qualità della nostra formazione e il valore di utilizzare Boeing per fornire questo servizio”.

(Ufficio Stampa Boeing)

Articolo scritto da JT8D il 14 Nov 2017 alle 4:58 pm.
Categorie: Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori, Industria - Tags: , , , , ,


I commenti sono chiusi.