AIRBUS CONSEGNA IL 50° VELIVOLO A320 FAMILY ASSEMBLATO NEGLI U.S.

Tempo di lettura: 2 minuti

Airbus logo 2017Meno di due anni dopo che Airbus ha consegnato il primo aeromobile della famiglia A320 dalla sua Airbus A320 Family U.S. Manufacturing Facility a Mobile, in Alabama, oggi la società ha consegnato il suo 50° aeromobile. L’A321, MSN 7943, è stato consegnato a Delta Air Lines. Il traguardo è stato celebrato dai dipendenti della struttura, dall’Airbus Americas Chairman Allan McArtor e dai membri del team di consegna di Delta Air Lines.

“La 50° consegna è un vero motivo di orgoglio non solo per il nostro team qui in Mobile, ma anche per le decine di migliaia di dipendenti delle centinaia di fornitori statunitensi che contribuiscono a questi aerei”, ha affermato McArtor. “Nel 2012 abbiamo detto che avevamo intenzione di costruire aeromobili Airbus negli Stati Uniti per i nostri clienti basati nel paese. Abbiamo consegnato il primo aereo nel 2016 e oggi siamo qui a festeggiare il 50°. Abbiamo rispettato il nostro programma originariamente annunciato e abbiamo rispettato l’impegno che abbiamo assunto nei confronti dei nostri clienti, dei nostri fornitori in tutto il paese e della Gulf Coast community”.

Daryl Taylor, Vice President & General Manager of the Airbus U.S. Manufacturing Facility, ha elogiato il team che costruisce l’aereo: “Il duro lavoro e la dedizione del team di Mobile ci hanno portato a questo traguardo. Abbiamo costruito una grande squadra che sta costruendo grandi velivoli, affrontando le sfide direttamente e cercando continuamente modi per migliorare”.

Con la consegna di questa settimana, la struttura soddisfa anche il suo obiettivo di produrre quattro aeromobili A320 Family al mese, noto nel settore aeronautico come “rate four”. Airbus ha altre tre production facilities A320 Family in tutto il mondo: Tolosa, Francia; Amburgo, Germania; Tianjin, Cina.

(Ufficio Stampa Airbus)

Articolo scritto da JT8D il 16 Dic 2017 alle 7:01 pm.
Categorie: Compagnie Aeree - Alleanze - Operatori, Industria - Tags: , , , , , ,




Invia un Commento

Devi effettuare il log-in per inviare un commento.