Archivo Tag ‘o’leary’

RYANAIR VUOLE IL CONTROLLO DI AER LINGUS

O'LearyMichael O’Leary torna alla carica di Aer Lingus e punta dritto alla quota di maggioranza. A 5 anni di distanza dal primo tentativo e tre anni dopo il secondo, entrambi andati a vuoto, il ceo di Ryanair (nella foto) prepara una nuova scalata al vettore irlandese. Nel mirino la quota del 25% attualmente detenuta dal Governo e che l’esecutivo starebbe per mettere sul mercato nell’ottica di fare cassa e ridurre il debito pubblico. Secondo quanto riportato dalla stampa britannica O’Leary avrebbe già presentato un primo piano che, nel caso di esito positivo, porterebbe Ryanair a detenere il 54% del capitale di Aer Lingus. Non si prevede tuttavia una strada in discesa per questa operazione, in quanto O’Leary dovrà convincere la Commissione europea che la fusione si tramuterà in un’occasione positiva per i clienti e non creerà un monopolio sul Paese. Il valore stimato per il 25% di Aer Lingus ammonta a circa 110 milioni di euro.

(www.ttgitalia.com)

APPROFONDIMENTI:

- sito Ryanair

- sito Aer Lingus

Categoria: Compagnie Aeree / Alleanze / Operatori, Cronaca - Tags: , , ,

TERZO TRIMESTRE IN NEGATIVO PER IL BILANCIO RYANAIR

Ryanair archivia il terzo trimestre dell’esercizio 2010 con una perdita netta di 10,3 milioni di euro. Il dato, registrato tra ottobre e dicembre, è stato reso noto dal ceo della low cost, Michael O’ Leary, che ha imputato il risultato “agli scioperi e al maltempo che hanno influito sul traffico aereo in tale periodo”. Il dato mostra, comunque, un lieve miglioramento rispetto al rosso da 10,9 milioni dello stesso periodo del 2009. Il management della compagnia aerea irlandese auspica che i risultati di fine esercizio si assestino intorno al margine più alto del target, tra i 380 e i 400 milioni di utile. Lo stesso O’ Leary non ha escluso un ritocco verso l’alto delle tariffe.

(www.ttgitalia.com)

Categoria: Compagnie Aeree / Alleanze / Operatori - Tags: , , ,

RYANAIR SI AVVIA VERSO UN AUMENTO DELLE TARIFFE

In arrivo un rincaro netto per le tariffe medie di Ryanair: circa il 10% per il prossimo semestre, dopo una crescita del 12% fatta registrare nella prima metà dell’esercizio, chiuso a fine settembre. Un trend che segna una netta inversione di tendenza nella politica del vettore low cost e che era stata in qualche modo anticipata dallo stesso ceo Michael O’Leary nel corso di un’intervista: “Le tariffe aeree hanno raggiunto i livelli minimi - aveva detto -, ora dobbiamo lavorare solo sulle ancillary”. Il dato chiaro emerge dai risultati dell’ultima semestrale: a dispetto di tutti gli interventi effettuati sulla voce delle uscite, i costi della compagnia risultano infatti in crescita di 13 punti percentuali, in gran parte determinati dalla voce carburante. E le previsioni non sono migliori per il resto dell’anno, con una stima di aumenti ulteriori del 10%. In parallelo lo share delle ancillary revenue subisce un rallentamento, dovuto anche alla minore propensione alla spesa dei viaggiatori. Per mantenere alti i livelli dei profitti la compagnia si appresta quindi a rivedere al rialzo le tariffe e, secondo alcuni analisti, non sono esclusi nuovi interventi sulle tariffe accessorie, bagagli in primo luogo. Ora resta da vedere se si tratta di un passo verso la profezia di Michael O’Leary: “Il modello low cost è destinato a scomparire”.

(www.ttgitalia.com)

Categoria: Compagnie Aeree / Alleanze / Operatori - Tags: , , , ,

RYANAIR HA DECISO: ABBANDONERA’ LA BASE DI MARSIGLIA

Ryanair ha appena annunciato l’intenzione di chiudere la base di Marsiglia. La motivazione non è cosa nuova, essendo già accaduta in altre nazioni europee. Le autorità francesi hanno intentato un procedimento giudiziario contro la compagnia, per aver contrattualizzato lavoratori e mezzi con normativa irlandese e non francese. Di rimando Ryanair è pronta a lasciare lo scalo marsigliese a partire da gennaio 2011, ricollocando aeromobili e personale in altri aeroporti europei. A pagarne le conseguenze sono circa i 200 lavoratori che fanno base a Marsiglia e che saranno dirottati tra Italia, Spagna e Lituania assieme alle quattro macchine basate a Marsiglia. “La nostra contromisura - afferma Michael O’Leary, amministratore delegato di Ryanair - è dovuta alla decisione delle autorità francesi di intentare un processo contro la base di Ryanair a Marsiglia, che è completamente conforme alla regolamentazione dell’Ue per i lavoratori mobili dei trasporti. È l’alto prezzo da pagare per dimostrare che i circa 200 lavoratori dipendenti sono sotto contratto irlandese, e dunque sottoposti alla regolamentazione del lavoro di quel Paese”.

(www.ttgitalia.com)

Categoria: Aeroporti / Destinazioni, Compagnie Aeree / Alleanze / Operatori - Tags: , , , ,

RIGGIO, PRESIDENTE ENAC, QUERELA IL CEO DI RYANAIR MICHAEL O’LEARY

RiggioSi prospettano sviluppi legali nella vicenda Enac-Ryanair. Il presidente dell’Enac Vito Riggio, oltre al mandato affidato allo studio legale dell’avvocato Grazia Volo, ha incaricato la direzione generale dell’Ente di valutare, in accordo con l’Avvocatura dello Stato, di agire a mezzo querela nei confronti di Michael O’Leary, ceo di Ryanair; verrà inoltre effettuata la richiesta di risarcimento danni per i contenuti delle affermazioni che ledono l’onorabilità, la dignità e l’immagine del presidente dell’Autorità italiana dell’aviazione civile, del proprio operato e di quello dei propri dipendenti. L’eventuale somma che deriveràdal risarcimento danni verrà devoluta dall’Enac a favore di organizzazioni di beneficenza e, in particolare, di associazioni e comitati che riuniscono i familiari delle vittime di incidenti aerei.

(ttgitalia.com)

APPROFONDIMENTI:

- sito ENAC

- sito Ryanair

Categoria: Compagnie Aeree / Alleanze / Operatori, Cronaca, Enti e Istituzioni - Tags: , , , ,

RYANAIR CHIUDE IN UTILE IL 2009 E PUNTA A 22 MILIONI DI PAX IN ITALIA

Obiettivi al rialzo per il 2010 di Ryanair in Italia. “Nel corso del 2009 abbiamo movimentato sulla Penisola 20 milioni di passeggeri - ha dichiarato il ceo della compagnia Michael O’Leary durante una conferenza stampa svoltasi stamane a Milano -, con un aumento del 35% sui dati del 2008. Per il 2010 puntiamo ai 22 milioni”. E per raggiungere questo traguardo il vettore non risparmia i dettagli sulla tattica di espansione: “Per quanto concerne i voli domestici al momento siamo in trattativa con 4 scali italiani - aggiunge O’Leary, mantenevo ancora il riserbo sulle località interessate -. Di sicuro dal prossimo 3 maggio potenziamo la rete da Milano Orio al serio, da cui voleremo verso Marrakech, Poznan e Breslavia”. Quanto poi alla competizione con Alitalia, O’Leary gioca la coppia d’assi: “Punteremo sulle tattiche di pricing e sul fattore puntualità”.

Si chiude in utile il 2009 di Ryanair. “Abbiamo registrato 2,5 miliardi di euro di cash flow durante gli scorsi 12 mesi - anticipa il ceo del vettore, Michael O’Leary -. A conti fatti, archiviamo l’anno con un utile di 300 milioni di euro”. Leggi il resto dell’articolo

Categoria: Aeroporti / Destinazioni, Compagnie Aeree / Alleanze / Operatori - Tags: , , , , ,

RYANAIR: NEL 2009 TRASPORTATI 65,3 MILIONI DI PAX

Ryanair ridurrà le spese in conto capitale dagli 1,2 miliardi di euro dell’esercizio in corso a un minimo di 100 mln annui per l’esercizio che si concluderà nel marzo 2013. A partire da quella data la società prevede di distribuire agli azionisti la liquidità, oggi di 2,5 miliardi di euro ma prevista in forte crescita. È quanto Michael O’Leary, a.d. di Ryanair, ha annunciato stamattina agli analisti. Le riserve erano state accumulate in previsione dell’acquisto di 200 Boeing 737, le cui trattative sono però fallite in dicembre. O’Leary ha inoltre annunciato che nel 2009 Ryanair ha trasportato 65,3 milioni di passeggeri, con una crescita del 13% sull’anno precedente. In dicembre la compagnia ha trasportato 4,9 mln di passeggeri (+12% rispetto all’anno precedente) con un fattore di riempimento dell’82% (due punti percentuali in più rispetto al 2008). La società ha stipulato contratti per circa metà delle sue esigenze di combustibile fino al marzo 2011 al prezzo di circa 720 dollari la tonnellata. Un terzo tentativo di acquistare Aer Lingus è “altamente improbabile” fin quando il governo irlandese non cederà la propria quota del 25%.

(G. Alegi - www.dedalonews.com)

Categoria: Compagnie Aeree / Alleanze / Operatori - Tags: , ,

CASO RYANAIR: INCONTRO CON ENAC IL 7 GENNAIO. AIR ITALY PRONTA A SUBENTRARE

È fissato per mezzogiorno del 7 Gennaio il faccia a faccia tra ENAC e Ryanair sui documenti d’identità necessari per l’imbarco sui voli interni italiani operati dal vettore irlandese. Un’ora prima si riunirà il Comitato Interministeriale per la Sicurezza del trasporto aereo e degli Aeroporti (CISA), presieduto dal presidente ENAC Vito Riggio, che con tutta probabilità ribadirà quanto già stabilito - sia pure in via provvisoria attraverso il respingimento della sospensiva richiesta da Rynaiar - dal TAR Lazio: in Italia valgono le leggi italiane. Lo annuncia l’ENAC, sempre più seccato per le dichiarazioni di Ryanair secondo cui i documenti previsti dalla legge italiana minerebbero la sicurezza del trasporto aereo giustificando la chiusura delle rotte a partire dal 23 gennaio 2010. Quale primo passo sono state chiuse le prenotazioni. Leggi il resto dell’articolo

Categoria: Aeroporti / Destinazioni, Compagnie Aeree / Alleanze / Operatori, Enti e Istituzioni - Tags: , , , , ,

RYANAIR VUOLE ORDINARE 200 VELIVOLI: CONTATTI CON AIRBUS E BOEING

Entro la fine dell’anno Ryanair  concluderà un accordo con Boeing e Airbus o con entrambi: ‘Vogliamo ordinare altri 200 aerei. Nei prossimi tre anni i nostri passeggeri aumenteranno dai 66 milioni di oggi a 85 milioni’, ha detto l’amministratore delegato della low cost irlandese Michael O’Leary. I nuovi aerei entrerebbero in flotta dopo il 2012, ha aggiunto O’ Leary che, in caso di mancato accordo con le società costruttrici, porterà la società a ”distribuire un importante dividendo agli azionisti”.

(www.ttgitalia.com)

Categoria: Compagnie Aeree / Alleanze / Operatori, Industria - Tags: , , ,

O’LEARY : BAGNI A PAGAMENTO IN FUTURO SU VELIVOLI RYANAIR

Chi nel futuro dovesse scegliere Ryanair per i suoi viaggi farà bene a controllare di avere in tasca una moneta da una sterlina prima di imbarcarsi. Il non averla potrebbe rendere la durata del viaggio molto, molto, più lunga nella percezione soggettiva, giacché Michel O’Leary, amministratore delegato del vettore, ha dichiarato in un’intervista alla televisione britannica che le toilette di bordo potrebbero presto avere una fessura per inserire le monete, osservando pure candidamente che «nessuno nella storia è mai salito a bordo di un aereo Ryanair con meno di una sterlina in tasca». Leggi il resto dell’articolo

Categoria: Compagnie Aeree / Alleanze / Operatori - Tags: , , ,

O’LEARY: “PAREGGIO O UTILE BASSO NEL 2008″

Ryanair”Ryanair sarà una delle poche aviolinee europee a crescere in misura rilevante il prossimo inverno e raggiungere il pareggio dei conti se non un piccolo utile”. Queste le previsioni dell’amministratore delegato della compagnia aerea irlandese, Michel O’Leary, in un’ intervista alla Bbc. Secondo il top manager, a fine luglio le previsioni sui risultati dell’anno oscillavano tra una perdita di 60 milioni di euro e il pareggio sulla base di un prezzo del petrolio di 130 dollari a barile.

(ttgitalia.com)

APPROFONDIMENTI:

- sito Ryanair

Categoria: Compagnie Aeree / Alleanze / Operatori, Opinioni - Tags: , , ,

RYANAIR PREVEDE FUTURI ACQUISTI PER 200 AEROMOBILI

RyanairRyanair prevede di acquistare 200 nuovi aeroplani da inserire nei piani di sviluppo della compagnia dopo il 2012. Lo ha detto l’a.d. della low cost irlandese Michael O’Leary. «Abbiamo avuto trattative con Boeing, ma i loro prezzi sono troppo alti.» Così O’ Leary ha confidato di essersi rivolto alla concorrenza, ma anche i prezzi di Airbus sono stati definiti «alti». Secondo quanto detto da O’Leary in un incontro con la stampa a Londra e confermato in un’intervista al Sueddeutsche Zeitung, i futuri ordini Ryanair potrebbero arrivare a 200 macchine, più altrettante opzioni. Nella stessa intervista il numero uno di Ryanair dice che il basso valore del dollaro potrebbe favorire l’acquisizione delle nuove macchine, nonostante il prezzo del petrolio mortifichi i bilanci delle compagnie. Sul punto O’Leary si è detto ottimista: «il prezzo del barile di greggio scenderà di nuovo sotto i 100 dollari in quanto la domanda si sta contraendo. Non c’è carenza di petrolio».

(M. Landi, dedalonews.it)

APPROFONDIMENTI:

- sito Ryanair

Categoria: Compagnie Aeree / Alleanze / Operatori, Cronaca - Tags: ,

O’LEARY CONFERMA L’IMPORTANZA DI ORIO E SCARTA MALPENSA

O'Leary“Al momento non pensiamo a Malpensa. Le strategie di Mxp non coincidono con quelle di Ryanair”. Lo afferma Michael O’Leary, a.d. del vettore low cost. “Le offerte che avevamo fatto sono state ritenute troppo basse e in realtà dovrebbe essere Malpensa cercare noi - ha aggiunto -, mentre per quel che riguarda Bergamo, continua a rimanere per Ryanair uno scalo di primaria importanza”. Sull’aeroporto di Orio al Serio Ryanair ha, infatti, appena raggiunto quota 14 milioni di passeggeri in partenza. E per il 2009 l’obiettivo del vettore è arrivare a 65-66 milioni di passeggeri complessivi. Il numero uno di Ryanair ha presentato anche le nuove rotte trasferite dall’aeroporto di Forlì a quello di Bologna.

(ttgitalia.com)

APPROFONDIMENTI:

- sito Ryanair

- sito SACBO - Aeroporto di Orio al Serio

- sito SEA - Aeroporti di Milano

Categoria: Aeroporti / Destinazioni, Compagnie Aeree / Alleanze / Operatori, Cronaca, Opinioni - Tags: , , ,