Atterraggio e riattaccate

Area dedicata alla discussione di argomenti di aviazione legati alle operazioni di volo. Collaborano: Aurum (Comandante MD-80 Alitalia); Davymax (Comandante B737); Airbusfamilydriver (Primo Ufficiale A320 Family); Tiennetti (Comandante A320 Family); Flyingbrandon (Primo Ufficiale A320 Family); Tartan (Aircraft Performance Supervisor); Ayrton (Primo Ufficiale B747-400 - Ground Instructor); mermaid (Agente di Rampa AUA); Ponch (Primo Ufficiale B767)

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
MR
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 314
Iscritto il: 17 aprile 2007, 0:33
Località: La Spezia

Atterraggio e riattaccate

Messaggio da MR » 13 aprile 2008, 13:58

Non è proprio una notazione tecnica, e spero che sia il luogo giusto per postarla.
Proprio ieri parlavo con un amico pilota ultrasettantenne, che non vola più, e parlando del caso del volo lufthansa dello scorso marzo (Airbus "crosswind") mi dice che il suo istruttore sosteneva che per la sicurezza dell'atterraggio, bisogna considerare ogni atterraggio come una "mancata riattaccata", nel senso di avvicinarsi alla pista con la testa pronta a riprendere il volo.
Cosa ne pensate?
Ultima modifica di MR il 13 aprile 2008, 20:44, modificato 1 volta in totale.

Pasquale
FL 250
FL 250
Messaggi: 2948
Iscritto il: 22 gennaio 2007, 18:25
Località: Forlì

Re: Atterraggio e riattaccate

Messaggio da Pasquale » 13 aprile 2008, 14:10

Certo,prima di un atterraggio si deve essere pronti ad una riattaccata improvvisa o un missed.

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9217
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Atterraggio e riattaccate

Messaggio da air.surfer » 13 aprile 2008, 14:17

MR ha scritto:Non è proprio una notazione tecnica, e spero che sia il luogo giusto per postarla.
Proprio ieri parlavo con un amico pilota ultrasettantenne, che non vola più, e parlando del caso del volo lufthansa dello scorso marzo (Airbus "crosswind") mi dice che il suo istruttore sosteneva che per la sicurezza dell'atterraggio, bisogna considerare ogni atterraggio come una "mancata riattaccata", nel senso di avvinarsi alla pista con la testa pronta a riprendere il volo.
Cosa ne pensate?
Si è vero. E' una mentalità difficile da acquisire perchè la mente si concentra naturalmente sul compito che si sta portando a termine e piu' difficilmente è preparata ad un cambio repentino delle condizioni.
Un buon addestramento e le procedure operative, aiutano ad essere piu' preparati.

Avatar utente
wing05
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1171
Iscritto il: 2 ottobre 2005, 18:50
Località: LIDT

Re: Atterraggio e riattaccate

Messaggio da wing05 » 13 aprile 2008, 18:07

quanto serve per riconfigurare l'ala per rifare quota.
I-SMTN. Mauro

Immagine
Cerca sempre di mantenere uguale il numero degli atterraggi che fai, rispetto ai decolli

Barney
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 372
Iscritto il: 10 settembre 2005, 11:32

Re: Atterraggio e riattaccate

Messaggio da Barney » 13 aprile 2008, 20:47

Mi ricordo un detto che, tradotto in italiano, suona grosso modo così: "meglio riattaccare per poi chiedersi il motivo della riattaccata, piuttosto che non riattaccare e far sì che altri si chiedano perhè non ha riattaccato".

zittozitto

Re: Atterraggio e riattaccate

Messaggio da zittozitto » 14 aprile 2008, 6:50

ogni atterraggio è una mancata riattaccata !!!

..
l'aeroplano viene riconfigurato per la riattaccata subito.
applicazione spinta e assetto di riattaccata quindi via una "tacca" di flaps e appena hai vertical speed via il carrello.

Avatar utente
dream
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 710
Iscritto il: 7 gennaio 2007, 0:51

Re: Atterraggio e riattaccate

Messaggio da dream » 14 aprile 2008, 10:21

quanti secondi ha un pilota per pensare e riattaccare quando si trova nella nebbia a 20 metri dal suolo ( o 20 piedi!), con rateo negativo ad una velocità di 250 km/h?
Deve essere veramente difficile quando a 50Ft non si vede la pista (o si vede qualcosa in pista!!) e bisogna riattaccare.

Nelle sessioni al simulatore quando si prova, risulta tanto difficile?


grazie mille
ciao

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9217
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Atterraggio e riattaccate

Messaggio da air.surfer » 15 aprile 2008, 9:14

dream ha scritto:quanti secondi ha un pilota per pensare e riattaccare quando si trova nella nebbia a 20 metri dal suolo ( o 20 piedi!), con rateo negativo ad una velocità di 250 km/h?
Deve essere veramente difficile quando a 50Ft non si vede la pista (o si vede qualcosa in pista!!) e bisogna riattaccare.
Le velocità di threshold (velocità di atterraggio) sono di molto inferiori a 250kt e dipendono dal peso all'atterraggio dell'aeromobile. Ad esempio, per un md80 sono nell'ordine di 120/130 nodi e nel video che posti i piloti tengono circa 130.
La riattaccata in atterraggi con bassa visibilità, viene effetttuata con l'ausilio dell'autopilota.
100 ft prima della minima, il Comandante (semplifico eh? ;-) ) ricerca i riferimenti visivi per l'individuazione della pista e se non li acquisisce, alla minima seleziona la modalità goaround dell'autopilota (sull'md80 preme i toga buttons).

Ciao!

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9217
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Atterraggio e riattaccate

Messaggio da air.surfer » 15 aprile 2008, 14:47

Chiedo scusa all'utente Dream. N757GF mi fa notare che aveva scritto 250km/h e non nodi. Ovviamente è corretto il dato di Dream ossia 250km/h (circa 130 kt).

Avatar utente
davymax
B737 Captain
B737 Captain
Messaggi: 6226
Iscritto il: 26 gennaio 2005, 16:34
Località: Bergamo

Re: Atterraggio e riattaccate

Messaggio da davymax » 15 aprile 2008, 15:31

Aggiungo che, a seconda delle condizioni dell'aria e del peso dell'aeromobile, o comunque se si inizia una riattaccata dopo una DH molto bassa (CAT IIIA sono 50ft) come ad esempio per una avaria che può mettere a rischio la sicurezza durante un autoland, è accettato che l'aereo tocchi la pista e poi si involi.

Comunque, confermo che ci si avvicina per l'atterraggio con in testa la riattaccata. Da noi è previsto che (oltre al briefing di avvicinamento prima della discesa) dopo la "landing checklist" che si effettua in finale, il PF ripete la Missed approach procedure che è scritta sulla cartina, se molto lunga almeno la parte iniziale; ad esempio per la 35L a Malpensa che è molto semplice: "in caso di missed approach, dritti fino a 1450' poi a sinistra per Romagnano a 4000ft".
Il missed approach così come la quota minima sono due cose che bisognerebbe sapere a memoria durante l'avvicinamento.

Saluti
"They say every man dies twice, once when his body goes and again, when his name is uttered for the last time."

B737 Left seat heater

Avatar utente
dream
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 710
Iscritto il: 7 gennaio 2007, 0:51

Re: Atterraggio e riattaccate

Messaggio da dream » 15 aprile 2008, 18:45

Grazie mille per le preziose informazioni.

Nel caso di avvicinamento one eng out in CATIII o superiore, si valuta un alternato?

ciao

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9217
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Atterraggio e riattaccate

Messaggio da air.surfer » 15 aprile 2008, 18:55

dream ha scritto:Grazie mille per le preziose informazioni.

Nel caso di avvicinamento one eng out in CATIII o superiore, si valuta un alternato?

ciao
Si. (anche se in one engine sarebbe meglio non andarci ;-) )

Avatar utente
digit
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 171
Iscritto il: 5 dicembre 2005, 13:55
Località: Pretoria - South Africa
Contatta:

Re: Atterraggio e riattaccate

Messaggio da digit » 16 aprile 2008, 2:08

davymax ha scritto:ad esempio per la 35L a Malpensa che è molto semplice: "in caso di missed approach, dritti fino a 1450' poi a sinistra per Romagnano a 4000ft".
Adesso capisco perche' a Malpensa per la 35L ci tengono a 1200ft fino a Marano e 1500ft fino a Romagnano, altrimenti appoggiate il vostro musone sulla nostra deriva :lol:

Se vedi un Grob risparmialo per favore :mrgreen:
SA-CAA PPL in progress

FAGC Grand Central Airport - Midrand - South Africa

Avatar utente
Gianluca_91
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 253
Iscritto il: 6 aprile 2008, 22:11
Località: Quartu Sant'Elena (CA)

Re: Atterraggio e riattaccate

Messaggio da Gianluca_91 » 29 aprile 2008, 17:49

MR ha scritto:Non è proprio una notazione tecnica, e spero che sia il luogo giusto per postarla.
Proprio ieri parlavo con un amico pilota ultrasettantenne, che non vola più, e parlando del caso del volo lufthansa dello scorso marzo (Airbus "crosswind") mi dice che il suo istruttore sosteneva che per la sicurezza dell'atterraggio, bisogna considerare ogni atterraggio come una "mancata riattaccata", nel senso di avvicinarsi alla pista con la testa pronta a riprendere il volo.
Cosa ne pensate?
Il caso del volo Lufthansa di cui parli è quello di questo video?

http://www.youtube.com/watch?v=usHuqPq7 ... re=related

Relativo al video: ma con un vento così forte da spostare l'aereo in piena fase d'atterraggio, come si può dare l'autorizzazione ad atterrare? Non avrebbero fatto meglio a deviare l'aereo su un altro aeroporto più riparato nelle vicinanze? O magari non potevano farlo atterrare su un'altra pista dove il vento era minore???

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9622
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Re: Atterraggio e riattaccate

Messaggio da Maxx » 29 aprile 2008, 17:53

Leggevo su JP4 che il controllo aveva offerto ai piloti la pista sulla quale poi sarebbero atterrati dopo il contatto dell'ala e che presentava un angolo migliore rispetto alla direzione del vento, ma che loro avevano preferito, o accettato, o altro verbo più adatto, l'altra.

Avatar utente
N176CM
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 5247
Iscritto il: 9 settembre 2005, 13:02
Località: Milano

Re: Atterraggio e riattaccate

Messaggio da N176CM » 29 aprile 2008, 17:57

C'è un thread di 12 pagine sull'atterraggio di Amburgo, utilizziamo quello per favore. E ogni tanto magari la funzione "Cerca" facciamola funzionare, altrimenti si impolvera :wink: :D
N176CM
n176cm AT md80.it

Immagine

Avatar utente
Gianluca_91
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 253
Iscritto il: 6 aprile 2008, 22:11
Località: Quartu Sant'Elena (CA)

Re: Atterraggio e riattaccate

Messaggio da Gianluca_91 » 29 aprile 2008, 18:19

N176CM ha scritto:C'è un thread di 12 pagine sull'atterraggio di Amburgo, utilizziamo quello per favore. E ogni tanto magari la funzione "Cerca" facciamola funzionare, altrimenti si impolvera :wink: :D
Sì... bè... in effetti non la uso quasi mai! :oops: :mrgreen:

Rispondi