Pilota virtuale vs. aereo vero

Area dedicata alla discussione di argomenti di aviazione legati alle operazioni di volo. Collaborano: Aurum (Comandante MD-80 Alitalia); Davymax (Comandante B737); Airbusfamilydriver (Primo Ufficiale A320 Family); Tiennetti (Comandante A320 Family); Flyingbrandon (Primo Ufficiale A320 Family); Tartan (Aircraft Performance Supervisor); Ayrton (Primo Ufficiale B747-400 - Ground Instructor); mermaid (Agente di Rampa AUA); Ponch (Primo Ufficiale B767)

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
Kitano
Administrator
Administrator
Messaggi: 4310
Iscritto il: 14 agosto 2004, 2:27
Località: Nell'APU di I-SMEM
Contatta:

Messaggio da Kitano » 25 luglio 2005, 12:42

Certo, il problema è che la quasi totalità di chi usa un simulatore di volo non sa leggere le carte, quindi vorrei vedere quante persone riescono a capire dove sono e di conseguenza mettersi "in holding sul primo punto di sentiero e scecndere fino a 1000 ft fino alla quota del glide"...
Immagine

Zeno Guarienti _ md80.it _ Administrator
"Non sono il migliore in alcuna delle cose che faccio, ma nessuno è migliore di me nel farne così tante"


- Sei NUOVO? Leggi qui...
- Hai messo un TITOLO appropriato ai tuoi messaggi?
- Letto il REGOLAMENTO?

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Messaggio da Luke3 » 25 luglio 2005, 13:41

"Alitalia 1427, proceed Xibil1A Standard Arrival, expect holding on Tarquinia VOR for 10 minutes, descend to 4000 feet, QNH1008 transition 75, expect direct Mikso in 10 for ILS runway 16L approach"..... :lol:
Diciamo che il 70% dei sim pilots non saprebbe continuare con questa clearence senza avere un vettoramento radar, poichè come dice Zeno non sanno leggere bene le carte. Però in un'emergenza, credo che se si è un pilota virtuale ai comandi, penso sia meglio chiedere un diretto al punto di intercettazione ILS se lo spazio aereo è sgombro, senza fare la Star e l'holding sul primo punto

Avatar utente
Slowly
Administrator
Administrator
Messaggi: 26108
Iscritto il: 28 settembre 2004, 12:43
Località: ...nei pensieri di chi mi vuole bene!
Contatta:

Messaggio da Slowly » 25 luglio 2005, 14:05

Ma infatti Fafino nessuno dice di non tentare, io dico solo di non sminuire la pratica, conseguente ad anni di studio e applicazione, di un pilota professionista.

Come dice Miyomo, metti che riesci pure a programamre l'autoland, (ma guardate che il vero cokpit non è come la schermata di FS2004....), se ti si scassa un motore in finale, o un altro aereo invade la pista, tu sapresti riattaccare!?

Ma dai........secondo me non prendiamo nemmeno l'ILS..............
SLOWLY
MD80.it Admin

e-mail: slowly@interfree.it
MSN: slowly@md80.it
Skype: slo.ita

Scarica il mio (oh) mamma devo prendere l'aereo!

AP
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 21
Iscritto il: 11 luglio 2005, 14:29
Località: Torino

Messaggio da AP » 25 luglio 2005, 15:31

Nella mia domanda originale specificavo chiaramente che uno dei pesupposti era che il nostro pilota improvvisato conoscesse molto bene la teoria e la pratica dei simulatori-giocattolo e quindi che sapesse leggere le carte, impostare l'autopilota, seguire l'ILS, fare l'autoland (ammesso che la pista lo permetta), ecc.
Volevo invece capire se le differenze dalla realtà sono tali da rendere praticamente impossibile un atterraggio da parte di un pilota virtuale, oppure se qualche remota speranza ci sarebbe.
Volendo si potrebbe ribaltare la domanda: un pilota reale quando usa un simulatore-giocattolo ritiene che il modello di volo sia abbastanza aderente alla realtà? (beh, dipende anche dal tipo di simulatore, ovviamente; non tutti sono uguali!) Riesce a pilotare un aereo giocattolo usando la stessa tecnica reale, oppure ritiene che siano due cose completamente diverse?

In ogni caso, anch'io mi offrirei volontario per portare a terra un MD80 senza piloti, pur sapendo che sarebbe un'impresa mooooooolto difficile, ma se non altro... sarebbe l'unica (e ultima!) volta in cui avrei la possibilità di guidare un aereo vero! (Se però riuscissi miracolosamente ad atterrare senza incidenti lasciatemi subito un WC libero...)

Avatar utente
Slowly
Administrator
Administrator
Messaggi: 26108
Iscritto il: 28 settembre 2004, 12:43
Località: ...nei pensieri di chi mi vuole bene!
Contatta:

Messaggio da Slowly » 25 luglio 2005, 15:41

ma guarda............il concetto che vorrei esprimere è semplice.

Il sincronismo Occhio-Mano-Cervello, malallenato da anni di FS, sarebbe il nostro peggior nemico.

Infatti, se è noto che le dinamiche simulative di FS sono delle pippe senza speranza, molto meglio X-Plane, è anche vero che è L'INTERFACCIA a fregarci.

Ora, non vorrei offendere nessuno, ma dopo aver allenato il sistema Occhio-mano-Cervello per anni su un SideWinder della Microsoft..........stai tranquillo che appena tocchi pedaliera, yoke e manette dell'80 vero ti ribalti tipo "moto in partenza con frizione incollata".

Non perchè siamo imbecilli, no di certo, quanto perchè quelo che tu credi...............NON E'!!!!!!

E' una questione di pratica, (Occhio-mano-Cervello).

E la cosa vale al contrario, per lo stesso principio, un pilota vero, a meno che no nsia anche un fuitore di SIM, non piloterebbe un C150 di FS2002.........non perchè è una pippa........ma perchè se lui si aspetta che l'aereo reagisca come reagirebbe quelo vero............."casca male", in tutti i sensi!!!!

(Bella questa..."casca male!")

Quindi ripeto, se stiamo mooooolto calmi, ci ricordiamo dove sono gli strumenti e abbiamo un'idea della loro sensibilità, allora forse ci rompiamo ma lo raccontiamo......

ma scordatevi di fare un touch-down con spoiler in automatico e reverse con tanto di aggiustamenti via pedali............
SLOWLY
MD80.it Admin

e-mail: slowly@interfree.it
MSN: slowly@md80.it
Skype: slo.ita

Scarica il mio (oh) mamma devo prendere l'aereo!

Avatar utente
Slowly
Administrator
Administrator
Messaggi: 26108
Iscritto il: 28 settembre 2004, 12:43
Località: ...nei pensieri di chi mi vuole bene!
Contatta:

Messaggio da Slowly » 25 luglio 2005, 15:44

Mizzeca come sono serio delle volte!!!!!!!

:shock: :shock: :shock: :shock: :shock:
SLOWLY
MD80.it Admin

e-mail: slowly@interfree.it
MSN: slowly@md80.it
Skype: slo.ita

Scarica il mio (oh) mamma devo prendere l'aereo!

Avatar utente
Slowly
Administrator
Administrator
Messaggi: 26108
Iscritto il: 28 settembre 2004, 12:43
Località: ...nei pensieri di chi mi vuole bene!
Contatta:

Messaggio da Slowly » 25 luglio 2005, 15:49

ma secondo voi, cosa ci direbbero in una ipotetica situazione del genere conlcusa bene?

io chiedo di fare l'ATPL gratis........mi sembra il minimo!!!!!

Così poi avrò il nickname in blu anche io! 8)
SLOWLY
MD80.it Admin

e-mail: slowly@interfree.it
MSN: slowly@md80.it
Skype: slo.ita

Scarica il mio (oh) mamma devo prendere l'aereo!

Ponch
B767 First Officer
B767 First Officer
Messaggi: 5577
Iscritto il: 30 aprile 2005, 18:48
Località: By the sea

Messaggio da Ponch » 25 luglio 2005, 15:50

Bella questa, Occhio-mano-cervello, ti sei scordato i piedi!!!! (parlo seriamente)

Comunque se i principali requisiti per pilotare un aeroplano sono questi, di sicuro tu non potrai pilotare mai. :D
Ultima modifica di Ponch il 16 settembre 2006, 13:47, modificato 1 volta in totale.
Is it light where you are yet?

Avatar utente
Slowly
Administrator
Administrator
Messaggi: 26108
Iscritto il: 28 settembre 2004, 12:43
Località: ...nei pensieri di chi mi vuole bene!
Contatta:

Messaggio da Slowly » 25 luglio 2005, 15:52

Errata Corrige:

nell'ordine:

Occhio-Udito-Sedere*-Cervello-Mano-Piedi

*, "sedere", nel senso di sentire le risposte del velivolo.
SLOWLY
MD80.it Admin

e-mail: slowly@interfree.it
MSN: slowly@md80.it
Skype: slo.ita

Scarica il mio (oh) mamma devo prendere l'aereo!

Giordano

Messaggio da Giordano » 25 luglio 2005, 16:52

è assolutamente vero! l'orizzonte bisogna sentirlo con il sedere

Gozer

Messaggio da Gozer » 25 luglio 2005, 17:09

Giordano ha scritto:è assolutamente vero! l'orizzonte bisogna sentirlo con il sedere
Esatto, perché sennò atterri col xxxxx.....
Mammamia, questo topic sta degenerando... :?

Avatar utente
iceman
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 163
Iscritto il: 10 maggio 2005, 19:42
Località: Liguria

Messaggio da iceman » 25 luglio 2005, 19:27

A me è capitato di recarmi presso l'aeroporto di Albenga, che dista 80 km circa da casa mia, precisamente il 18 giugno 2000, e parlando della mia passione con il presidente dell'aeroclub, mi invitò sul PA 32, appena giunti in testata 09 mi lasciò i comandi. Subito dovetti faticare un pò per mantenere l'aereo allineato, a causa della coppia dell'elica, ma poi riuscii nell'intento, in volo fu come con FS, (io uso il volantino della CH), andammo fino a Bordighera, e durante il tragitto mi fece effettuare delle virate mantenendo sempre 2000 piedi. Giunti poi sulla verticale dell'isola Gallinara, mi fece iniziare la discesa con un rateo di 500ft/min. ed aiutandomi un pò in finale appoggiai sulla 27 per poi liberare a sinistra.
Ovviamente sto parlando di un aereo da turismo e non di un 80, dove visti vari filmati, mi pare di aver capito che è molto inerte sui comandi come penso tutti i liner, suppongo dovuto alla stabilità della macchina e quindi necessita sicuramente di addestramento diciamolo alla Slowly.............Occhio, Mano, Cervello.

Ciao
Fabrizio

Avatar utente
Sergio
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 263
Iscritto il: 15 settembre 2004, 17:29
Località: Cagliari
Contatta:

Messaggio da Sergio » 26 luglio 2005, 12:53

Ciao ragazzi,

questa domanda salta sempre fuori un pò in tutti i forum... :D io dal canto mio posso dire che, dopo ore e ore di FS, quando ho preso in mano il volantino del TB9 mi sono trovato subito benissimo, e molto in sintonia con FS... su un 80?? non saprei proprio, ma una cosa è sicura: non proverei MAI a pilotarlo col volantino, ma mi farei un bel autoland, non credo che nessun pilota virtuale possa essere in grado di fare una virata con un 80 senza essere un pilota reale con esperienza, è un aereo bello grosso!!!

E' un pò come dire che siccome so guidare il gommone, allora so guidare anche una nave da Crociera!!! è un'assurdità, non credete?? ;) Io penso che un TB9 lo potrei portare a terra, seppur magari pesantemente, ma un 80 forse mi andrebbe bene con tutto automatico, autoland, ecc, ma a mano sicuramente no. ;)
Staff Member of AeroSarda VA - Cargo, Medical & AeroTaxi.

Member of AeroWorld VA

Immagine

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Messaggio da Luke3 » 26 luglio 2005, 12:58

Proprio quello che penso io sergio :wink:

Penguin

Messaggio da Penguin » 26 luglio 2005, 21:15

Sergio ha scritto:Ciao ragazzi,

questa domanda salta sempre fuori un pò in tutti i forum... :D io dal canto mio posso dire che, dopo ore e ore di FS, quando ho preso in mano il volantino del TB9 mi sono trovato subito benissimo, e molto in sintonia con FS... su un 80?? non saprei proprio, ma una cosa è sicura: non proverei MAI a pilotarlo col volantino, ma mi farei un bel autoland, non credo che nessun pilota virtuale possa essere in grado di fare una virata con un 80 senza essere un pilota reale con esperienza, è un aereo bello grosso!!!

E' un pò come dire che siccome so guidare il gommone, allora so guidare anche una nave da Crociera!!! è un'assurdità, non credete?? ;) Io penso che un TB9 lo potrei portare a terra, seppur magari pesantemente, ma un 80 forse mi andrebbe bene con tutto automatico, autoland, ecc, ma a mano sicuramente no. ;)

ok perfetto allora da domani mando il curriculum alla ferrari tanto a F1 con la play sono una bomba :wink:


ma dai su capisco certo che il TB9 o ferro da stiro ci riescono tutti ma con aerei pesanti è + difficile infatti con il TB9 ci si impara con un md devi saper già camminare e anche bene io credo che la cosa non sia tanto fatibile ma nulla è impossibile comunque il reale rinmarra diverso ma molto diverso dal virtuale sè lo è per gli aeromodelli figuriamoci per quelli veri

Avatar utente
Sergio
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 263
Iscritto il: 15 settembre 2004, 17:29
Località: Cagliari
Contatta:

Messaggio da Sergio » 27 luglio 2005, 8:38

...e io che cosa ho detto??? :D
Staff Member of AeroSarda VA - Cargo, Medical & AeroTaxi.

Member of AeroWorld VA

Immagine

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Messaggio da Luke3 » 27 luglio 2005, 12:09

ok perfetto allora da domani mando il curriculum alla ferrari tanto a F1 con la play sono una bomba
Be ma quì si esagera, considerare la play station in grado di offrire una vera simulazione!!! :wink:

fabrytnix

Messaggio da fabrytnix » 27 luglio 2005, 19:04

Ciao a tutti, è il mio primo messaggio su questo forum.
La stessa domanda mi viene regolarmente fatta dai miei amici che sanno che sono appassionato di volo e che volo con FS.
Credo di saper leggere bene le carte, poi quando riesci a leggere le carte AIP con le Jeppesen è uno spasso.
Sono molti anni che volo col simulatore e volo con add-on complessi.
Credo comunque che l'unica cosa che potrei, forse, fare è un autoland.
Credo che le differenze di dinamiche tra un aereo vero (o anche + semplicemente un simulatore full-motion) e FS siano piuttosto significative.
Il problema non riguarda solo la direzione, ma anche come l'aereo reagisce a dfferenti spinte del motore.
Anche se conoscessi a memoria i gradi di compensazione in funzione della velocità e dei nodi di cross wind, non credo che sarei in grado di compensare correttamente
Non credo che sarei in grado di prevedere l'effetto della portanza durante il flare, col rischio di toccare oltre metà pista, o di schiantare il carrello
Certamente non arriverei pefettamente allineato, col rischio di dover correggere con i pedali e/o con i freni senza saper che tipo di effetto hanno ovvero come si comporterebbe l'aereo e quindi senza sapere quando e quanto azionarli
Inoltre non avendo nessun tipo di automatismo nel cockpit, dovrei guardare ogni operazione che faccio, guardare la leva dei flaps mentre la aziono, guardare le leve dei reverse e così via..... distraendomi dal guardare la pista
Insomma, l'unica cosa che saprei fare (forse, e ricontrollando 1000 volte) è predisporre il tutto per l'autoland, sperando che l'aereo stia sulla centerline e si fermi da solo, prima che finisca la pista.
Ciao a tuitti
Fabrizio
Ultima modifica di fabrytnix il 28 luglio 2005, 1:45, modificato 2 volte in totale.

Avatar utente
Slowly
Administrator
Administrator
Messaggi: 26108
Iscritto il: 28 settembre 2004, 12:43
Località: ...nei pensieri di chi mi vuole bene!
Contatta:

Messaggio da Slowly » 27 luglio 2005, 20:05

Sognate sognate.............

Allora io sono un killer infallibile visto che sono bravo a Doom...........

Ma daiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!
SLOWLY
MD80.it Admin

e-mail: slowly@interfree.it
MSN: slowly@md80.it
Skype: slo.ita

Scarica il mio (oh) mamma devo prendere l'aereo!

Gozer

Messaggio da Gozer » 27 luglio 2005, 22:33

Slowly ha scritto:Sognate sognate.............

Allora io sono un killer infallibile visto che sono bravo a Doom...........

Ma daiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!
E io che sono un cecchino a Tetris?? :-|

Aaaaah, sono un muratore nato :P

Avatar utente
Comandre
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 70
Iscritto il: 27 luglio 2005, 12:49
Località: Sassari

Messaggio da Comandre » 28 luglio 2005, 8:54

Io credo che se ci si trovasse in quella situazione un pilota virtuale con le appendici sarebbe perfettamente in grado di essere guidato da terra, nel senso che riuscirebbe a trovare TUTTI i bottoncini rotelline e quant'altro, cosa invece sia in grado di fare nel momento in cui si staccasse l'autopilota allora non saprei..... vero è che le sensazioini fisiche aiutano a pilotare, ma un liner non è un Cessna, se uno non ha mai provaro cosa si prova con pedali e volantino.... la vedo grigia assai. Poi come diceva Fafà un autoland, perché no? Guidato passo passo da terra credo si possa, ma ci vuole tanto di quel sangue freddo nel guardare una bestia del genere che atterra da sola....
Ad essere sincero è sempre stato un pallino dai tempi di Airport77 ma ad essere realisti..... non saprei proprio.... posto che ho avuto il PPL per qualche anno e che quindi ho visto in piccolo le differenze....
NightEagles NEG0001 Andrea Cocco IVAO ID115992


Immagine

Andy
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 50
Iscritto il: 29 luglio 2005, 11:40

Messaggio da Andy » 29 luglio 2005, 16:32

Luke3 ha scritto:"Alitalia 1427, proceed Xibil1A Standard Arrival, expect holding on Tarquinia VOR for 10 minutes, descend to 4000 feet, QNH1008 transition 75, expect direct Mikso in 10 for ILS runway 16L approach"..... :lol:
Bhè.. magari chi vola off-line si perde..
ma vi garantisco che per il 70% dei piloti che volano online (io conosco la realtà VATSIM), questa è una istruzione chiara. Per chi vola poi nelle FIR INGLESI, è normale amministrazione.

Poi, da questo a pensare che un simulpilota porti a casa aereo chiappe e qualcos'altro, ne passa.

Ma chissa, in condizioni metereologiche perfette, con il velivolo in condizioni ottimali, la conoscenza del mezzo (non meno del MD80 Lago, o del 737 PMDG), una gran buona dose di cu.. ehm fortuna, forse e dico forse ce la può fare.

mah.... Nei miei sogni spero che mi succeda... ma in realtà.. brr non fatecimi pensare! )

Ola

Andrea
Andy
Pilota e Controllore [CTR] su VATSIM

Immagine

Avatar utente
darth.miyomo
Banned user
Banned user
Messaggi: 2122
Iscritto il: 13 aprile 2005, 0:24

Messaggio da darth.miyomo » 30 luglio 2005, 12:26

Non c'entra la teoria. A 250 nodi è questione di un attimo che l'aeroplano non faccia esattamente quello che vogliamo. Poi sarebbe molto difficile recuperare una situazione che si sta compromettendo perchè manca l'addestramento.
Ripeto, un MD80 vero, non ha il tasto pausa...

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Messaggio da Luke3 » 30 luglio 2005, 12:47

beh, io sono atterrato col 767 al Simulatore "vero" a Fiumicino in manuale sapendo svolgere un volo offline con aeromobili semplici tipo 737 default.......

skierr
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 4
Iscritto il: 24 maggio 2005, 0:30
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da skierr » 4 agosto 2005, 0:10

Ricordo che subito dopo il fatidico 11 Settembre la TV era piena di trasmissioni giornalistiche in cui si intervistavano piloti veri...Ad un comandante dell'Alitalia fu chiesto se era verosimile che un terrorista addestrato solamente con FS potesse centrare un grattacielo e la risposta fu assolutamente negativa.
Pensate cosa avrebbe risposto se gli fosse stato chiesto dell'atterraggio!!!

Anche a me, da buon "virtuale" piacerebbe fare l'eroe e salvare 100 persone macredo proprio che nonfunzionerebbe!

Cyao
Skierr


p.s. ma quante ore di pratica avranno fatto quei bast***i ?

Avatar utente
saturno_v
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 50
Iscritto il: 1 agosto 2005, 22:34

Messaggio da saturno_v » 4 agosto 2005, 0:58

Guardate sull'argomento le opinioni sono molto discordanti tra i piloti di linea professionisti.
C'e' chi liquida FS come un semplice giocattolo (inclusi add-on di alto livello) senza aderenza con la realta', invece c'e' chi dice che e' appena un pelo distante dalla realta'.
La stessa domanda, se una persona con "sola esperienza FS" fosse stata in grado di dirigere un liner verso un grattacielo e' stata rivolta ad un comandante della Continental il quale ha detto, parole testuali, che "un'ottima conoscenza di FS e' addririttura superflua se vuoi semplicemente far virare un'aereo e dirigerlo contro un'ostacolo"...quindi chi ha ragione il pilota Alitalia o il comandante Continental??
Lo stesso Joefalchetto, che di MD-80 "ne sa qualcosa" :D :D :D ha risposto, di fronte alla stessa domanda, che un simmer ottimamente preparato su un MD-80 Lago per esempio, qualche speranza l'avrebbe.
La mia opinione personale e' che sarebbe comunque estrememente difficile passare dal virtuale al reale "di botto" (ci sono parecchi altri fattori da prendere in considerazione, non solo l'aderenza alla realta' della simulazione)
Un ex-comandante di DC-8 United mi ha detto che l'unica grossa sostanziale differenza tra FS2004 e un'aereo vero era la mancanza di visione periferica e l'assenza del "seat of your pants" ma per il resto e' molto aderente al reale....di nuovo.... chi ha ragione???
Altro fattore da prendere in considerazione, ci sono piloti professionisti sanno poco o nulla di FS e del livello di sofisticazione raggiunto.
Al riguardo vi faccio un'esempio che mi e' capitato.....io ho FS installato sul portatile e quando viaggio in aereo, mi diverto a fare lo stesso volo in virtuale con lo stesso aereo e possibilmente la stessa livrea.
Un "trucchetto" che uso per cercare di scroccare un passaggio in cockpit e' all'imbarco e' di sbirciare dentro in cabina e chiedere alcuni "consigli" all'equipaggio sull'aeromobile in questione (qualificandomi come Simmer)...debbo dire che prima di 9/11 la "farsa" funzionava spesso, ora molto poco....
Bene, l'anno scorso, durante un Seattle San Diego con un 747-400 Alaska Airlines, ho tentato la fortuna come al solito e, mentre non mi e' stato esteso l'invito a fare il volo in cockpit, il comandante mi ha chiesto di passare dopo l'arrivo per fargli vedere FS sul portatile, lui ne aveva sentito parlare ma era ancora fermo ai tempi di FS98.....
Premetto che il mio B747-400 add-on e' il freeware SGA/FFX quindi niente di ultra sofisticato, con altrettanto pannello free.
Beh sia comandante che co-pilota sono rimasti meravigliati dal progresso di FS..sinceramente non se lo aspettavano.......ritengo quindi che quando si chiede ad un pilota una precisa opinione al riguardo bisognerebbe chiedere prima se conosce bene le ultime versioni di FS.

volodinotte1945
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 85
Iscritto il: 28 luglio 2005, 16:14
Località: roma

CON I PIEDI A TERRA...............

Messaggio da volodinotte1945 » 4 agosto 2005, 8:59

Con il simulatore Alitalia dell'Airbus A321 sono decollato da Linate, il comandante faceva tutto lui, poi ad un certo punto mi ha lasciato i comandi e ha detto: adesso portalo giu` tu.........

abbiamo fatto un circuito, veramente lo ha completato lui con l'ultima virata e poi mi sono ritrovato con il sidestick in mano e stavo per sfondare il pavimento con i piedi tanto li comprimevo per terra.......

ero come paralizzato, tenete presente che buona parte del volo e` tecnica di pilotaggio e familiarita` con il cockpit...., i piloti ripetono milioni di volte il loro gesti, e ripetono a voce ogni procedura ed ogni fase del volo.... un qualsiasi pilota virtuale resterebbe paralizzato in una situazione simile....

sono riuscito a posarmi a terra, nemmeno tanto male, ho iniziato a frenare con i pedali e alla fine l'aereo e` finito con il ruotino davanti sull'erba del prato a fianco alla pista..... era tutto finito e ancora mi tremavano le gambe.........

da questa esperienza sono riuscito a capire:

1) cosa significa avere la percezione di un aereo sotto le tue mani..., le sensazioni che un PC e FS9 non possono assolutamente darti....

2) che e` praticamente impossibile (a mio parere) che un pilota virtuale possa sostituirsi ad un pilota professionista che studia da anni e ha dietro di se` un bagaglio inestimabile....

Avatar utente
darth.miyomo
Banned user
Banned user
Messaggi: 2122
Iscritto il: 13 aprile 2005, 0:24

Messaggio da darth.miyomo » 4 agosto 2005, 9:14

fabrizioLICR ha scritto:leggi la mia firma... :P
Infame! ;-) Mi devi 2 gelati, anzi quando vengo li' dico ai miei compari che c'e' un amico che deve riparare un torto e quindi offre il gelato a tutti! :P

Avatar utente
Lex
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 39
Iscritto il: 29 luglio 2005, 12:48
Località: Malpensa, dentro il VOR MAL!
Contatta:

Messaggio da Lex » 4 agosto 2005, 9:44

Secondo me, un Virtual sull'80 saprebbe solo dove guardare, e forse e ribadisco FORSE leggere l'FMC. Poi probabilmente tentando un autoland da manuale si troverebbe magari in avvicinamento a 135/140 nodi ed ad un certo punto crak.....azz ma su FS l'autothrottle non mi dava problemi... :D

Se l'aereo fosse un "Flipper" come gli Airbus (Mi perdonino i loro piloti/ammiratori!), probabilmente con condizioni meteo favorevoli e molto sangue freddo un Autoland lo farebbero anche con successo, ma su un "ferro" come l'80, dubito portino la pelle a casa.

Mi esprimo così in quanto volai nel 2002 in cabina di un'80 da Malpensa a Olbia (Aiò... :D ), quandi ci alleneammo alla pista il F/O che stava atterrando in manuale mi disse questa frase "...Alessà...mo te faccio vedè che vor dì atterrà cor vento de traverso, poi me di dici se cor simulatore ce sei mai riuscito..."; Bhè io ero sullo strapuntino, e per guardare diritto l'asse della pista dovevo tenere la testa girata verso sinistro di circa 30°!
La cosa che più mi stupi, fu il colpo di volantino verso sinistra che diede per raddrizzare (credo..) il muso, fù un colpo secco, violento e l'aereo si raddrizzo in un attimo, poi reverse finestrino di cabina aperto e lui mi disse: "...allora Alessà che me dici?...." la mia risposta fu molto chiara: "...porca pu.....a...altro che FS...."

Da quest'esperienza imparai propio che il fatto di conoscere le procedure, saper leggere gli strumenti e volare su FS, sicuramente in una situazione ,come quella descritta a inizio THD, ti aiuterebbe, ma con un 80 probabilmente ti schianteresti. :D

P.s. comunque mi piacerebbe provarci su un simulatore, qualcuno mi riece a far provare?????? anche pagando.
"Lex"
Alessandro Restelli

Rossonero D.o.c.g.

Avatar utente
Roscrew
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 21
Iscritto il: 27 luglio 2005, 16:08
Località: Venice

Messaggio da Roscrew » 4 agosto 2005, 9:47

Partendo dal presupposto (ovvio mi pare) che sono due mondi diversi che coinvolgono in modo diverso chi guida l'aereo, e qui non ci piove, il discorso che farei non è tanto sul fatto che sia facile o meno.
E' ovvio che le dinamiche sono diverse, però dico anche:
Se uno usa un pacchetto tipo PMDG, e impara a conoscere molto bene overhead, pedestal, ecc...ecc..... e la Precision Manual non dice cxxxxx e quindi rispetta + o - la realtà per quanto riguarda i "bottoni", e dovesse prendere in mano fisicamente un aereo uguale....beh...per prima cosa non sarebbe uno qualunque dei passeggeri, secondo non dovrebbe trovarsi davanti cose che non sa....visto che non è un a/m di default e studiato per essere + eral possibile......terzo, è chiaro che in caso di manovre manuali la cosa è estremamente diversa.....ma se l'AP non è guasto uno basta che sappia girare rotelline, agganciare un ILS, premere un tasto APP, impostare una freq VOR e ILS, leggere delle carte.....
d'accordissimo che dal dire al fare c'è di mezzo il mare......per cui a terra è tutto da vedere.....ma non credo che se uno sa scendere in strumentale col virtuale non saprebbe farlo con uno reale.
Io ho sentito suonare la chitarra da ragazzini delle superiori meglio di molti professionisti, magari poi sul palco si piantano.....il problema semmai è questo diciamo.....
ma se uno conosce il mezzo, conosce il linguaggio, e qualcuno lo guida un pochino qualche speranza glie la darei......
certo....mancando l'esperienza la cosa è estremamente diversa.
...io mi incasino anche solo passando da off-line a on-line :binky:
Immagine

Gozer

Messaggio da Gozer » 4 agosto 2005, 13:18

Lex ha scritto:Mi esprimo così in quanto volai nel 2002 in cabina di un'80 da Malpensa a Olbia (Aiò... :D ), quandi ci alleneammo alla pista il F/O che stava atterrando in manuale mi disse questa frase "...Alessà...mo te faccio vedè che VOR dì atterrà cor vento de traverso, poi me di dici se cor simulatore ce sei mai riuscito..."; Bhè io ero sullo strapuntino, e per guardare diritto l'asse della pista dovevo tenere la testa girata verso sinistro di circa 30°!
La cosa che più mi stupi, fu il colpo di volantino verso sinistra che diede per raddrizzare (credo..) il muso, fù un colpo secco, violento e l'aereo si raddrizzo in un attimo, poi reverse finestrino di cabina aperto e lui mi disse: "...allora Alessà che me dici?...." la mia risposta fu molto chiara: "...porca pu.....a...altro che FS...."
L'aneddoto è definitivo, direi :) A mio parere le condizioni di vento sono determinanti per regalare o stroncare probabilità al nostro simmer.

Avatar utente
darth.miyomo
Banned user
Banned user
Messaggi: 2122
Iscritto il: 13 aprile 2005, 0:24

Messaggio da darth.miyomo » 4 agosto 2005, 14:03

Gozer ha scritto: L'aneddoto è definitivo, direi :) A mio parere le condizioni di vento sono determinanti per regalare o stroncare probabilità al nostro simmer.
Gozer, non solo. Non sai le variabili che intervengono durante un volo... il difficile non è spippolare qualche tastierino qua e la, il difficile è porvi rimedio.
A volte si incartano pure i piloti professionisti, figurati uno che non l'ha mai fatto.
Le possibilità che un simmer riesca a portare un md80 a terra sono, secondo me, prossime allo 0.
Senza offesa per nessuno, è solo questione di addestramento.

Avatar utente
Roscrew
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 21
Iscritto il: 27 luglio 2005, 16:08
Località: Venice

Messaggio da Roscrew » 4 agosto 2005, 14:16

Concordo pienamente....e per fortuna che è così.
Io ci aggiungo anche (sempre senza.....) che dovrebbero fare così anche per i veicoli che girano per le strade prima di rinnovare le patenti...
perchè il principio è lo stesso....
saper guidare non ha niente a che vedere con la coscienza di guidare o l'esperienza...e penso sia lo stesso e anche di più per un pilota aereo.
Per me la responsabilità di portare a casa molte persone salve va equiparata al pericolo che ciascuno possa causare incidenti per le strade, altrimenti le strade continueranno ad avere sempre il top-of-ten delle probabilità di decesso. (...ho esagerato??!?... :roll: )
Immagine

Rosanna

Messaggio da Rosanna » 4 agosto 2005, 14:41

Lex ha scritto: P.s. comunque mi piacerebbe provarci su un simulatore, qualcuno mi riece a far provare?????? anche pagando.
Pagando si può fare tutto nella vita :P

Comunque, già solo il fatto di doversi trovare a pilotare da soli un aereo che richiede due piloti secondo me esclude che si possa atterrare con successo...
Io ho poca esperienza in questo campo ma mi ricordo che alla prima missione di MCC abbiamo finito di fare le cose della final check list qualche secondo prima di toccare terra :oops:

Baci!!!

Rosanna

Gozer

Messaggio da Gozer » 4 agosto 2005, 14:51

Roscrew ha scritto:Concordo pienamente....e per fortuna che è così.
Io ci aggiungo anche (sempre senza.....) che dovrebbero fare così anche per i veicoli che girano per le strade prima di rinnovare le patenti...
perchè il principio è lo stesso....
saper guidare non ha niente a che vedere con la coscienza di guidare o l'esperienza...e penso sia lo stesso e anche di più per un pilota aereo.
Per me la responsabilità di portare a casa molte persone salve va equiparata al pericolo che ciascuno possa causare incidenti per le strade, altrimenti le strade continueranno ad avere sempre il top-of-ten delle probabilità di decesso. (...ho esagerato??!?... :roll: )
Diciamo che io mi esprimerei in termini di chi conosce perfettamente la teoria (sappiamo tutti che puoi anche guidare da 30 anni, ma se ti rimetti a fare i quiz sai le mazzate che prendi...) e viene messo su una macchina per la prima volta, è meglio farlo in una radura senza alberi di 10x10 km :D

Penso, infine, che in attesa di fare dei test significativi facendo atterrare o schiantare un centinaio di simmer su altrettanti 80 da rottamare :D non si può prescindere dal parere dei piloti, che posseggono effettivamente quel che manca ai simmer (solo in questo contesto, per carità, globalmente hanno ovviamente una marea di nozioni e potenzialità in più che il loro addestramento comunque prevede) e quindi possono, soli, valutarne l'incidenza.
Mi sembra comunque che tutti siamo d'accordo che pur esigue probabilità di successo persistono in condizioni di vento, pista, strumenti e visibilità perfette.

Rispondi