Pilota virtuale vs. aereo vero

Area dedicata alla discussione di argomenti di aviazione legati alle operazioni di volo. Collaborano: Aurum (Comandante MD-80 Alitalia); Davymax (Comandante B737); Airbusfamilydriver (Primo Ufficiale A320 Family); Tiennetti (Comandante A320 Family); Flyingbrandon (Primo Ufficiale A320 Family); Tartan (Aircraft Performance Supervisor); Ayrton (Primo Ufficiale B747-400 - Ground Instructor); mermaid (Agente di Rampa AUA); Ponch (Primo Ufficiale B767)

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
ginopatrassi
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 66
Iscritto il: 18 settembre 2007, 13:46
Località: Firenze

Messaggio da ginopatrassi » 10 dicembre 2007, 12:49

Qualcuno (JT8D) mi ha "accusato" d'aver detto che FS e il volo reale sono molto simili. Non intendevo questo, ho solo affermato che entrato in volo nel cockpit di un A319 ho riconosciuto tutto e mi sono fatto 4 chiacchiere con il comandante con nozione di causa per quanto ovviamente non abbiamo affrontato argomenti specifici in profondità nei quali sicuramente mi sarei trovato solo ad ascoltare e non più ad interagire.
Il mio paragone con il joystick "lo stick della felicità" e il flybywire risiedeva nel fatto che non è valido negli aeromobili dotati di questa teconlogia il discorso fatto magari per l'md80 in cui l'aereo ce l'hai davvero in mano.
Con il fbw hai in mano un sistema che non ti fa sentire il peso dell'aereo (un po' come anche il sistema dell'F-16 anche se in quest'ultimo non muovi il joystick bensì agisci su un comando non mobile con delle pressioni registrate su sensori che ne aumentano notevolmente la precisione.
Oltretutto JT8D nessuno ha mai parlato di capacità "ognitempo" bensì di portare giù un aermobile in circostanze CAVOK senza particolare vento. Non mi far dire cose che non ho mai detto please.
Sono salito qualche weekend fa' nel cockpit di un islander BA-2. Il comandante mi ha detto "tanto ho io le chiavi" e io gli ho detto "è sicuro che servano le chiavi?" Alchè mi ha guardato e intimato di tenere le mani ben in vista (si scherzava ovviamente)
Sapevo come accendere la batteria, le avioniche e quant'altro, ma alla sola idea mi si gelava il sangue.
Non oso immaginare cosa accadrebbe in una situazioen tipo quella proposta all'inizio del thread; mi trasformerei in topo gigio sicuramente.
Infine quoto completamente il discorso sulle donne!
Quante volte mi sono sentito dire dalla mia ragazza "Ancora?! Basta!!" "Ma non hai altro da fare?"
Beh care mie. Meglio leggere Vanity Fair? Meglio andare a fare shopping? Ognuno ha le sue passionim alcuni purtroppo non ne hanno nessuna!
Gli scambi si fanno in base ad interessi reciproci, peccato che il fine ultimo sia quello di dominare sugli altri.

steveVai320
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 61
Iscritto il: 20 novembre 2007, 22:52
Località: Cagliari

Messaggio da steveVai320 » 10 dicembre 2007, 14:05

Kitano ha scritto: Non saprei...
Spesso i piloti reali dicono che usare un simulatore è addirittura più difficile
Una volta ho provato un volo su 321 PSS con un pilota real di Alitalia..bè la prima volta ha mancato la pista e dunque go around..la seconda volta si è schiantato :D però dice che il simulatore è molto fedele al volo reale,l'unica cosa è che non hai l'aria sotto di te!!

alainvolo

Messaggio da alainvolo » 11 dicembre 2007, 13:15

L'utente alainvolo ha richiesto in data 31 ottobre 2011 la cancellazione del suo account e la rimozione dei suoi post.

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Messaggio da Aldus » 14 dicembre 2007, 3:59

Oramai appare chiaro da tutti i discorsi che si sono fatti che l'utilità dei programmi simulativi è proprio quella di farsi una cultura sull'aeroplano e la sua avionica.
Nonchè ovviamente anche quello di divertire.
Ma NON pilotare.
Chi pensa che facendo volo simulato su Pc possa pilotare quel tipo di aereo nella realtà, è meglio che abbandoni questa idea.
Mi spiace molto dirlo (anche perchè sono un fortissimo sostenitore della simulazione e la consiglio a tutti), però è un dato di fatto.
I simulatori per Pc non vi fanno imparare a pilotare.
Vi fanno imparare le avioniche e le procedure, ossia il lato più culturale.

Pilotare dal vero un Cessna non è "cultura" nel vero senso della parola.
E' più destrezza, pratica, capacità, sensibilità, sensazione fisica.
L'aspetto puramente culturale è un altro e avviene PRIMA del volo.
E' il conoscere le caratteristiche del Cessna, le sue procedure, i suoi strumenti, la navigazione, il dato interruttore, che cosa fa, perchè lo fa, quando devo azionarlo, quando non devo, etc etc etc....insomma quei bei pacchi di manualistica dove si studia, si studia, si studia.... prima di volare.
QUESTO è il bagaglio culturale vero e proprio, quello che se non lo si conosce non ci da la possibilità di pilotare il vero Cessna!

Ma dopo di questo c'è poi il volo vero, ovvero la sensazione fisica pura, la bellezza di sentirsi galleggiare nell'aria e godere di quei momenti e di quei panorami (reali!) dall'alto.

Ed è quì che ahimè i simulatori per Pc si fermano. :(
Queste cose non ce le daranno mai ed è forse la cosa peggiore.
Volare ha sempre significato per l'uomo proprio QUELLE sensazioni, non tanto la "manualistica".
Anche gli uccelli volano, ma non hanno manuali da leggere e/o avioniche da conoscere.
QUELLO è il volare, e solo quello sarà per sempre.

Ma i simulatori per Pc NON volano. :roll:
Stanno a terra, bene ancorati sulla scrivania e con le gambe sotto il tavolo, magari col nipotino che si diverte come un matto sulle gambe dello zio (ne so qualcosa), pertanto non c'è neppure il 0,00000000000000000000000001 percento di "volo" in questa disciplina.

Però c'è tutto il resto! :wink:
C'è lo studio, l'avionica, le mappe, le radioassistenze, le procedure, etc etc.
In una parola la cultura del volo, ma senza il volo!.
Un bagaglio stupendo di conoscenze che (per chi ha passione) vale davvero la pena di apprendere.
Quello c'è e non ce lo toglierà nessuno.
:wink:

mauretto78
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 8
Iscritto il: 17 giugno 2008, 12:25

Re: Pilota virtuale vs. aereo vero

Messaggio da mauretto78 » 19 giugno 2008, 1:38

Ciao a tutti!

...volevo dire la mia su questo interessantissimo 3d..

E' chiaro che nessun simulatore potrà mai rendere le sensazioni del volo (a meno che un giorno non si inventino una realtà virtuale...molto "reale"!) ma c'è da dire una cosa.

Se parliamo di FSX, come tutti sappiamo, ci sono tanti ottimi aerei add-on. In particolare io uso gli Airbus della Wilco. E senza tasti, tutto con col mouse, partendo da abitacolo cold and dark. Che significa?

..come è stato già detto, sono convinto che un bravo simmer (che si addestra su aerei sofisticati come quello della Wilco, che è stato approvato da comandanti VERI di Airbus), nella situazione paradossale di doversi trovare a pilotare un aereo vero e a farlo atterrare, potrebbe farcela ma a patto di:

1) non toccare MAI lo stick (o il volantino), farebbe un disastro
2) andare avanti solo con l'AP, impostando le prue, le rotte etc dietro indicazioni dell ATC
3) fare un atterraggio ILS (senza tentare il flare a mano, se viene un hard landing andrebbe benone lo stesso)
4) pregare con 4 rosari che tutto vada per il meglio

E' chiaro che si fosse crosswind........nessun simmer ce la farebbe, e questo è certo.

E non dimentichiamo che ogni simmer andrebbe nel panico più totale se dovesse trovarsi davvero a dover portare un liner in una sitiazione di emergenza del genere..

Però sono convintissimo che se fosse ad esempio solo 1 pilota ad andare KO, il pilota superstite ben volentieri accetterebbe l'aiuto di un bravo simmer...se il pilota dicesse "autobrake med" molti di noi saprebbere che bottone premere, tanto per fare un esempio.

Ma è meglio tornare coi piedi per terra: a chi può permetterselo la cosa più vicina al pilotare un aereo di linea è il simulatore full-motion....

Ciao a tutti :D

Mauro

Avatar utente
Peretola
FL 500
FL 500
Messaggi: 8103
Iscritto il: 17 maggio 2008, 12:52
Località: Berlin

Re: Pilota virtuale vs. aereo vero

Messaggio da Peretola » 19 giugno 2008, 2:45

Scusate, dico modestissimamente la mia (non so se qualcuno l'ha già accennato...non ho avuto tempo di leggere tutte le 14 pagine del topic :oops: ): ho letto di un tal Niklas Enggaard che pur essendosi addestrato solo con un simulatore al pc, è riuscito a pilotare e far atterrare un A320 usando il simulatore (quello usato dai piloti VERI) della Scandinavian airlines...E' una leggenda metropolitana? Ha avuto solo un gran c..o? :mrgreen:
un saluto
"...One equal temper of heroic hearts - Made weak by time and fate, but strong in will - to strive, to seek, to find and not to yield"- Lord Alfred Tennyson

zittozitto

Re: Pilota virtuale vs. aereo vero

Messaggio da zittozitto » 19 giugno 2008, 8:41

Peretola ha scritto:Scusate, dico modestissimamente la mia (non so se qualcuno l'ha già accennato...non ho avuto tempo di leggere tutte le 14 pagine del topic :oops: ): ho letto di un tal Niklas Enggaard che pur essendosi addestrato solo con un simulatore al pc, è riuscito a pilotare e far atterrare un A320 usando il simulatore (quello usato dai piloti VERI) della Scandinavian airlines...E' una leggenda metropolitana? Ha avuto solo un gran c..o? :mrgreen:
un saluto
C) A e B sono corrette.

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: Pilota virtuale vs. aereo vero

Messaggio da Luke3 » 19 giugno 2008, 15:47

Parlandovi di esperienza personale ora che finalmente posso, scrivo un paio di commenti positivi e negativi riguardo all'utilizzo del simulatore in confronto al pilotaggio vero.

Positivi:
-ci si riesce a muovere nella cockpit con un minimo di familiarità, sapendo la funzione dei vari strumenti, dove trovarli e come utilizzarli insieme.
-alcune procedure teoriche già si sanno e possono rientrare utili quando si prende in mano un aereo in volo, come il dare un leggero colpo di volantino contrario in virata per fermare il movimento.
-sempre parlando di teoria, alcuni aspetti di teoria del volo possono forse essere coperti durante lo studio di addon molto complessi
-le comunicazioni in radio vengono già abbastanza naturali

Negativi:
-l'aspetto del controllo vero e proprio dell'aereo è completamente sfalzato, nella realtà ci sono tutta una serie di sensazioni dove l'unico modo per provarle è salire su un aereo vero
-le reazioni dell'aereo a situazioni metereologiche come turbolenze, termiche e discendenti non sono simulate.
-ogni aereo, anche se dello stesso modello è diverso, questo sul simulatore è impossibile da simulare
-le reazioni di alcuni strumenti non sono accurate, come ad esempio l'indicatore di velocità verticale che sul simulatore è sempre del tipo IVSI (Instantaneous Vertical Speed Indicator) e che quindi non tiene conto del ritardo che c'è in quello vero di tipo non istantaneo ad adeguarsi.
-ti abitua a cattive abitudini come guardare troppo gli strumenti e pilotare utilizzando il trim, invece che usarlo per togliere lo sforzo dal volantino dopo aver messo manualmente in assetto.

Avatar utente
danyc77
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 685
Iscritto il: 24 novembre 2005, 14:43
Località: LIPZ

Re: Pilota virtuale vs. aereo vero

Messaggio da danyc77 » 21 giugno 2008, 13:33

AP ha scritto:Scenario: in un aereo di linea improvvisamente entrambi i piloti sono costretti a restare chiusi in bagno (separatamente!) per un attacco inarrestabile di dissenteria. La hostess fa un appello ai passeggeri chiedendo se qualcuno sa pilotare l'aereo (diciamo un MD80 a caso). Uno dei passeggeri, esperto pilota virtuale abituato a guidare l'MD80 sul PC di casa, si offre per prendere il posto di guida.

Domanda seria (mi rivolgo ai piloti reali): è verosimile pensare che il volenteroso e coraggioso passeggero sia in grado di fare atterrare l'aereo con le sole conoscenze di volo virtuale? E' sufficiente conoscere bene le varie manovre del volo simulato-giocattolo (contatti radio, procedure d'avvicinamento, navigazione, ecc.) per avere qualche buona probabilità di portare a termine un atterraggio, oppure ci sono manovre secondarie ma comunque importanti che noi comuni mortali non conosciamo e che devono essere attuate per poter effettuare un volo di linea?

In molti film d'azione spesso si vedono improvvisati piloti che fanno atterrare addirittura un B747 semplicemente seguendo delle stupide istruzioni inviate via radio dalla torre (tira un po' il volantino! gira un po' a destra!). Chiunque sia minimamente appassionato di volo sa che una simile impresa sarebbe impossibile.

La mia domanda invece parte dal presupposto che il pilota improvvisato abbia un'ottima conoscenza della teoria.

Grazie in anticipo a chi avrà la voglia di riflettere e rispondere.

[EDIT : Accorciato il titolo per motivi grafici]
A mio giudizio... è praticamente impossibile!
Per togliervi la soddisfazione provate a contattare qualche TRTO e regalatevi un paio d'ore su un simulatore vero! Non credo che la cosa sia impossibile da realizzare e tentare non nuoce! Ma immaginatevi il contesto, voi dentro ad un simulatore (quindi comunque con le chiappe a terra) a cercare i comandi e a fare del vostro meglio, ma senza tutto il contesto che possiede una improbabile situazione reale! ...i passeggeri, urla e panico, i cabincrew, etc

Il pilota improvvisato non può avere un'ottima conoscenza della teoria, nemmeno con il PPL si riuscirebbe a portarlo giù!
JAA-ATPL(A)
CPL-ME-IR (A)
Citation C510 TR
Citation C560XL TR
Immagine
Immagine

Avatar utente
Caligola91
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 493
Iscritto il: 16 marzo 2008, 19:57
Località: Torino

Re: Piloti reali vs piloti virtuali

Messaggio da Caligola91 » 21 giugno 2008, 15:21

MDriver ha scritto:Dopovent'anni di volo reale e di contemporaneo volo virtuale su tutti i tipi di simulatori per pc penso di poter dire un pochino la mia...
E' meglio aver un pilota virtuale in cockpit che un ignaro passeggero, ma l'unica possibilità che ha un pilota virtuale di portare a terra l'aereo, ammesso che riesca a parlare in maniera costruttiva con l'ATC, dichiarare emergenza e farsi vettorare verso una pista di almeno 4 km, col bel tempo ed un ILS di CATIII funzionante, è quella di fare un full autoland, ricordandosi di frenare, di configurare correttamente l'aereo e di usare i reverse.
Per il resto, e non me ne vogliano gli amici di MADDOG, ce ne passa tra pilotare con joystick e tastiera e pilotare un bestione da 60 tonnellate.
Anche chi vola in aeroclub avrebbe poche speranze di pilotare efficacemente un aereo di linea fino a condurlo senza problemi al suolo (anzi pochissime)!
Il paragone più azzeccato è quello della F1, anche se sul pc e sulla console vinciamo i gran premi, se non abbiamo mai girato con una monoposto faremmo nella realtà un bel testacoda col botto alla prima curva!
L'utilità dei simulatori per PC è quela di preparare teoricamente e di addestrare il cervelllo, purtroppo (a parte l'airbus) sul MD80 si pilota ancora molto col c**o ed è anche un aereo abbastanza "pesantuccio" da portare, se poi vi volete divertire lo dovete provare col vento al traverso!
già quoto...il paragone della F1 è azzeccatissimo:
in realtà non riuscireste neanche a partire con una macchina di F1. Qualche tempo fa ho visto una puntata di Top Gear (se conoscete...) in cui uno dei presentatori, che fa quello di professione e non guida male :lol: (richard hammond) cercava di guidare una f1 renault. Ebbene LUI non è riuscito neanche a farla partire, per via dei dispositivi anti spegnimento del motore, che se il motore non parte in maniera abbastanza veloce, si spegne :lol: .
Stesso discorso si può fare pensando anche ai vari MotoGp, ecc... La simulazione non raggiunge i livelli della realtà :mrgreen:
Figuriamoci un umile plebeo con esperienza di simulatore (per quanto appassionato) cosa potrebbe fare con un aereo reale :mrgreen: :mrgreen:
Comunque tentar non nuoce, per carità, se vi capita fatelo sapere :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:
:alien:
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Avatar utente
aetio57
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1202
Iscritto il: 11 settembre 2007, 19:21
Località: nel mulino a vento di "MORE"
Contatta:

Re:

Messaggio da aetio57 » 21 giugno 2008, 15:23

JT8D ha scritto: Fs ti da conoscenze, capacità di navigazione, costituisce un ottimo allenatore procedurale e, con gli add on moderni, fornisce una ottima conoscenza dei sistemi.
...e la favola finisce lì, purtroppo per i simmers.
E' da parecchio tempo che si tratta dell'argomento (in questo forum, ma anche in molti altri), ma si rimane sempre fermi più o meno nello stesso punto....
JT8D ha espresso molto bene in due parole tutto il concetto di come và visto l'argomento...

ezio.

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: Pilota virtuale vs. aereo vero

Messaggio da Luke3 » 22 giugno 2008, 9:41

ed infatti in linea con quanto dice JT8D, Flight Simulator viene usato all'aeroclub in groundschool solo ed esclusivamente per alcune materie come navigazione per far vedere il funzionamento degli strumenti che dicono sia accurata, per tutto il resto vi dico solo che mi è stato esplicitamente chiesto di smettere di usarlo per le ragioni negative postate poco più sopra :wink:

Avatar utente
aetio57
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1202
Iscritto il: 11 settembre 2007, 19:21
Località: nel mulino a vento di "MORE"
Contatta:

Re:

Messaggio da aetio57 » 22 giugno 2008, 12:24

solidshot ha scritto: Scusa la domanda, ma cos'è un trackIR?
Ehi!!!...scusami...non avevo visto la tua domanda!!! :bounce:

il trackIR è questo. (guarda i video)

ciao!!

ezio

Avatar utente
aetio57
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1202
Iscritto il: 11 settembre 2007, 19:21
Località: nel mulino a vento di "MORE"
Contatta:

Re: Pilota virtuale vs. aereo vero

Messaggio da aetio57 » 22 giugno 2008, 14:16

Luke3 ha scritto:ed infatti in linea con quanto dice JT8D, Flight Simulator viene usato all'aeroclub in groundschool solo ed esclusivamente per alcune materie come navigazione per far vedere il funzionamento degli strumenti che dicono sia accurata, per tutto il resto vi dico solo che mi è stato esplicitamente chiesto di smettere di usarlo per le ragioni negative postate poco più sopra :wink:
Rimando al LINK

Avatar utente
i-cgia
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 272
Iscritto il: 27 aprile 2008, 18:12

Re: Pilota virtuale vs. aereo vero

Messaggio da i-cgia » 12 agosto 2008, 14:18

ma volare con pmdg è simile a volare con aerei veri? cosa cambia?
I-CGIA

"Questo è Taz. Fai copia e incolla questa frase nella tua firma per fargli dominare il mondo!!"

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Re: Pilota virtuale vs. aereo vero

Messaggio da Aldus » 12 agosto 2008, 14:44

i-cgia ha scritto:ma volare con pmdg è simile a volare con aerei veri? cosa cambia?
Tutto. :D

Ragazzi, non per essere noioso, ma provate solo a pensare quando avete preso la patente per la macchina.
Le prima guide com'erano?
Provate a ripensarci. :wink:

Se vi mancano le sensazioni fisiche reali, non potete pilotare un aereo anche se avete pilotato per anni con FS.

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15975
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Pilota virtuale vs. aereo vero

Messaggio da JT8D » 12 agosto 2008, 14:56

i-cgia ha scritto:ma volare con pmdg è simile a volare con aerei veri? cosa cambia?
Dopo 14 pagine di discussione questa domanda mi sembra decisamente poco sensata....... :roll:
Che ne dici di rileggerti le suddette 14 pagine :roll: ?

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9212
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Pilota virtuale vs. aereo vero

Messaggio da air.surfer » 12 agosto 2008, 16:25

i-cgia ha scritto:ma volare con pmdg è simile a volare con aerei veri? cosa cambia?
A me che mi pagano per farlo.

Pasquale
FL 250
FL 250
Messaggi: 2948
Iscritto il: 22 gennaio 2007, 18:25
Località: Forlì

Re: Pilota virtuale vs. aereo vero

Messaggio da Pasquale » 12 agosto 2008, 17:50

Che bell'avatar air surfer :P Fine ot

Rispondi