elevatori di vario tipo ...

Area dedicata alla discussione di argomenti di aviazione legati alle operazioni di volo. Collaborano: Aurum (Comandante MD-80 Alitalia); Davymax (Comandante B737); Airbusfamilydriver (Primo Ufficiale A320 Family); Tiennetti (Comandante A320 Family); Flyingbrandon (Primo Ufficiale A320 Family); Tartan (Aircraft Performance Supervisor); Ayrton (Primo Ufficiale B747-400 - Ground Instructor); mermaid (Agente di Rampa AUA); Ponch (Primo Ufficiale B767)

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
zittozitto

elevatori di vario tipo ...

Messaggio da zittozitto » 13 giugno 2008, 11:23

salve a tutti,
sono nuovo di qua ...
volevo sapere perchè alcuni aeroplani hanno la coda a " T " e altri no.
:mrgreen:

ho sentito parlare anche di stick pusher ... non sarà mica uno spacciatore di stecchini ? :mrgreen:

ambrogio2000
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 127
Iscritto il: 7 dicembre 2007, 11:22

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da ambrogio2000 » 13 giugno 2008, 11:41

stick pusher scuote il control column all' avvicinarsi dello stallo proprio per avvisare il pilota del pericolo.
coda a T associata a motori in coda, so che ha la tendenza a entrare in deep stall e a non uscirne fuori!

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9212
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da air.surfer » 13 giugno 2008, 11:44

ambrogio2000 ha scritto:stick pusher scuote il control column all' avvicinarsi dello stallo proprio per avvisare il pilota del pericolo.
E lo Stick Shaker a che serve? :mrgreen:

ambrogio2000
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 127
Iscritto il: 7 dicembre 2007, 11:22

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da ambrogio2000 » 13 giugno 2008, 11:48

air.surfer ha scritto:
ambrogio2000 ha scritto:stick pusher scuote il control column all' avvicinarsi dello stallo proprio per avvisare il pilota del pericolo.
E lo Stick Shaker a che serve? :mrgreen:
essendo collegato al sensore dell'angolo di attacco, nel monento in cui esso rileva l'avvicinarsi dello stallo, scuote il volantino per avvisare appunto il/i piloti che stanno per entrare in stallo!

zittozitto

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da zittozitto » 13 giugno 2008, 11:50

ambrogio2000 ha scritto:stick pusher scuote il control column all' avvicinarsi dello stallo proprio per avvisare il pilota del pericolo.
coda a T associata a motori in coda, so che ha la tendenza a entrare in deep stall e a non uscirne fuori!
qualcosa no va !!! :wink:
lo stick shaker doverebbe "shakerare" e lo stick pusher dovrebbe "pushare" ... no ?

dimmi invece de sta cosa del deep stall e la coda a T ... mi interessa approfondire.

comunque parliamo di elevatori, perchè la deriva è sempre li ... no ?

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9212
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da air.surfer » 13 giugno 2008, 11:51

Intanto una spiegazione dell'elevator... in inglese, sorry! :-)
http://www.grc.nasa.gov/WWW/K-12/airplane/elv.html

Avatar utente
dream
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 710
Iscritto il: 7 gennaio 2007, 0:51

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da dream » 13 giugno 2008, 12:04

E' vero che gli airbus hanno un timone di profondità diverso? stabilatore

E il canard? Ma allora non è sempre li!

alainvolo

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da alainvolo » 13 giugno 2008, 12:19

L'utente alainvolo ha richiesto in data 31 ottobre 2011 la cancellazione del suo account e la rimozione dei suoi post.

Avatar utente
Galaxy
FL 400
FL 400
Messaggi: 4448
Iscritto il: 9 maggio 2005, 21:38
Località: Torino

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da Galaxy » 13 giugno 2008, 12:24

Stick pusher -> tenderà a far uscire l'aeromobile dallo stallo

Stick shaker -> sveglierà il pilota addormentato che sta per entrare in stallo...


Potrebbero anche elettrificare il sedile... il risveglio sarebbe più piacevole
Federico
Immagine
Immagine

Avatar utente
davymax
B737 Captain
B737 Captain
Messaggi: 6226
Iscritto il: 26 gennaio 2005, 16:34
Località: Bergamo

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da davymax » 13 giugno 2008, 13:04

Il Timone a "T" l'han fatto per non disturbare la visuale quando guardi dietro con gli specchietti :mrgreen:
"They say every man dies twice, once when his body goes and again, when his name is uttered for the last time."

B737 Left seat heater

zittozitto

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da zittozitto » 13 giugno 2008, 13:20

Galaxy ha scritto:Stick pusher -> tenderà a far uscire l'aeromobile dallo stallo
Stick shaker -> sveglierà il pilota addormentato che sta per entrare in stallo...
Potrebbero anche elettrificare il sedile... il risveglio sarebbe più piacevole
ok, lo stick pusher tende a far uscire l'aeromobile dallo stallo.
ma perchè non basta spingere sul volantino ? perchè ci vuole un sistema che lo faccia per me ? ( :mrgreen: )
dream ha scritto:E' vero che gli airbus hanno un timone di profondità diverso? stabilatore
E il canard? Ma allora non è sempre li!
gli airbus hanno un trimmable horizontal stabilizer ( THS ) e una coppia di elevators.
ti confido che pure l'80 è così ... sbaglio ?

ma sti elevators a che servono ? come vengono mossi ?
alainvolo ha scritto: La coda a "T" e' un accorgimento costruttivo che viene impiegato soprattutto sulle derive a freccia,su aeroplani ad ala alta o su aerei con motori in coda.
Quanto allo stick pusher,e' un accorgimento studiato in maniera tale da deflettere l'elevatore in maniera tale da far diminuire l'incidenza aerodinamica del velivolo.Quando lo stick pusher si attiva,generalmente l'incidenza ha raggiunto il valore di 15 gradi.
(uomo de latta,vabbe' che sei nuovo,ma se hai qualche correzione da farmi,falla eh..)
Capito zittozitto?Tutto chiaro,limpido e cristallino? :rofl: :mrgreen: :mrgreen:
Domande,dubbi,angosce?
dubbio : e il famoso "spillone" F104 ? ... coda a " T " e non c'ha ne ala alta ne motori in coda.
dubbio : a 15° si attiva lo stick pusher sull'ATR ... (ovvio 15° nose up ) ma non puoi farlo tu spingendo sul volantino eh ?

Avatar utente
dream
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 710
Iscritto il: 7 gennaio 2007, 0:51

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da dream » 13 giugno 2008, 13:37

posso consigliare questa ottima lettura?
http://www.md80.it/approfondimenti/il-p ... dellmd-80/

ciao

zittozitto

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da zittozitto » 13 giugno 2008, 13:42

dream ha scritto:posso consigliare questa ottima lettura?
http://www.md80.it/approfondimenti/il-p ... dellmd-80/

ciao
grazie è ben fatta, un libro di testo che ... devo aver già visto. :roll:

alainvolo

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da alainvolo » 13 giugno 2008, 16:02

L'utente alainvolo ha richiesto in data 31 ottobre 2011 la cancellazione del suo account e la rimozione dei suoi post.

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da Luke3 » 13 giugno 2008, 16:36

approfondendo un pò sullo stick shaker, serve, oltre che per l'applicazione pratica di avvisare che si sta per entrare in stallo, teoricamente per simulare il buffeting che avviene prima dello stallo dell'aereo e che su velivoli grossi come i liners a volte non si percepiscono tanto bene. Poi vabbè in pratica viene usato come avvisatore di stallo assieme all'apposito indicatore :D

Avatar utente
Dutchroll
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 96
Iscritto il: 6 aprile 2008, 19:24
Località: Napoli

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da Dutchroll » 14 giugno 2008, 9:46

alainvolo ha scritto: il timone di profondita' si trovera' ad una distanza maggiore dal baricentro,e consente una riduzione della superficie bagnata,con conseguente riduzione di peso e di resistenza.
Il fatto che si troverà a una distanza maggiore dal baricentro non implica la riduzione di superficie bagnata con conseguente riduzione di peso e resistenza ma consente di aumentare il margine statico (Xg-Xf ovvero distanza baricentro-punto neutro posteriore) rendendo l'aereo più stabile ai momenti di beccheggio instabilizzanti.

Il famoso spillone non a caso venne soprannominato "bara volante" proprio grazie ai suoi sgraziati movimenti che non di rado hanno causato incidenti, anche a piccoli angoli di incidenza la coda venive messa completamente in ombra rendendo vani i tentativi di controllo da parte dei piloti.

La froma a T della coda viene usata anche permettere al velivolo di uscire prima dalla vite, infatti dando moto a picchiare (come i piloti insegnano) l'equilibratore orizzontale aumenta l'area su cui agisce e crea una scia maggiore di quella che crea quando è in posizione neutra mettendo del tutto in ombra questa volta la deriva che come sappiamo è fondamentale per l'uscita dalla vite. Usandola forma a T e quindi posizionando l'equilibratore orizzontale in alto la dervia non verrà influenzata dai movimenti a picchiare imposti dal pilota consentendo piede contrario al senso di rotazione della vite e una rapida uscita. Chiaramente il problema potrebbe ripresentarsi in vite rovescia, ma le possibilità che questa accada sono minori, è anche per questo che spesso vengono usati piani di coda a croce. :mrgreen:
Immagine

alainvolo

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da alainvolo » 14 giugno 2008, 12:39

L'utente alainvolo ha richiesto in data 31 ottobre 2011 la cancellazione del suo account e la rimozione dei suoi post.

Avatar utente
Dutchroll
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 96
Iscritto il: 6 aprile 2008, 19:24
Località: Napoli

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da Dutchroll » 14 giugno 2008, 15:01

alainvolo ha scritto: Non solo confermo che il vantaggio del timone a T consente una riduzione di peso e resistenza per i motivi succitati,ma aggiungo anche che si ha una maggiore efficacia del piano verticale (fin),nonche' una riduzione del ground effect in atterraggio e decollo.
Che il piano verticale sia più efficace ci siamo (ti ho anche postato il disegno), la riduzione di peso cui ti riferisci non esiste sempre ed è del tutto trascurabile, è molto più importante l'aumento del margine statico che ho citato. Mi spieghi come potrebbe aversi meno resistenza visto che l'equilibratore volerebbe in un flusso NON tagliato dalle ali? Meno peso per te significa meno resitenza? :D

zittozitto

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da zittozitto » 14 giugno 2008, 15:13

ancora nessuno mi ha detto perchè le code a "T" hanno lo stick pusher e le altre no.

allora ? perchè deve farlo un impianto e non il pilota ?

Avatar utente
Dutchroll
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 96
Iscritto il: 6 aprile 2008, 19:24
Località: Napoli

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da Dutchroll » 14 giugno 2008, 15:32

zittozitto ha scritto: perchè deve farlo un impianto e non il pilota ?
forse perchè spesso le macchine sono più affidabili delle persone... :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

alainvolo

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da alainvolo » 14 giugno 2008, 15:44

L'utente alainvolo ha richiesto in data 31 ottobre 2011 la cancellazione del suo account e la rimozione dei suoi post.

alainvolo

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da alainvolo » 14 giugno 2008, 15:48

L'utente alainvolo ha richiesto in data 31 ottobre 2011 la cancellazione del suo account e la rimozione dei suoi post.

zittozitto

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da zittozitto » 14 giugno 2008, 17:23

alainvolo ha scritto:
zittozitto ha scritto:ancora nessuno mi ha detto perchè le code a "T" hanno lo stick pusher e le altre no.

allora ? perchè deve farlo un impianto e non il pilota ?
Perche' lo stick pusher si attiva ad un predeterminato angolo di incidenza (generalmente 15 gradi up),che consente un recover dallo stallo.Se il sistema non esistesse,il pilota potrebbe anche non spingere la barra al momento giusto (ritardare) e causare un recover impossibile (credo,sono mie supposizioni).
E' una questione di sicurezza.

Ave
nein ... c'è un motivo per la presenza del sistema... come si azioano gli elevatori ?

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9212
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da air.surfer » 14 giugno 2008, 17:36

zittozitto ha scritto: nein ... c'è un motivo per la presenza del sistema... come si azioano gli elevatori ?
anfatti.... :mrgreen:

alainvolo

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da alainvolo » 14 giugno 2008, 17:42

L'utente alainvolo ha richiesto in data 31 ottobre 2011 la cancellazione del suo account e la rimozione dei suoi post.

Avatar utente
Dutchroll
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 96
Iscritto il: 6 aprile 2008, 19:24
Località: Napoli

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da Dutchroll » 14 giugno 2008, 18:08

alainvolo ha scritto: Quello che ho detto,vale solo per i piani orizzontali di coda montati su derive a freccia elevata.Il braccio baricentro-elevatore e' maggiore => maggiore efficacia aerodinamica =>possibilita' riduzione dimensioni =>meno resistenza e meno peso.
Riave!
Ciò che dici è giusto, ma dimentichi che il fatto di trovarsi in un flusso non tagliato dalle ali provoca una sensibile resistenza. Non a caso quasi tutti gli aerei adottano la classica configurazione con piano orizzontale basso. Dici che l'efficacia aerodinamica è maggiore? Io non ne sono sicuro. Nel calcolo del contributo del piano di coda al coefficiente di momento di beccheggio il braccio che tu hai citato (e che io chiamo Zt) viente trascurato perchè moltiplicato per il coseno di un angolo piccolissimo (cioè alfa-epsilon ossia attacco-downwash) tantochè l'espressione del momento risulta costituita SOLO da una portanza del piano di coda per una distanza (quella del pdc da baricentro). I giovamenti dal punto di vista aerodinamico si ottengono invece sfruttando la scia dei motori che lambisce l'orizzontale di coda dando appunto maggiore efficacia in configurazione classica e non a T. Potrei scrivere le formule di quello che dico ma non mi sembra il caso, ad ogni buon modo a me hanno insegnato così...questione di punti di vista! :wink:

alainvolo

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da alainvolo » 14 giugno 2008, 19:09

L'utente alainvolo ha richiesto in data 31 ottobre 2011 la cancellazione del suo account e la rimozione dei suoi post.

Avatar utente
Dutchroll
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 96
Iscritto il: 6 aprile 2008, 19:24
Località: Napoli

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da Dutchroll » 14 giugno 2008, 19:32

alainvolo ha scritto: Che intendi dire con "flusso "tagliato" dall'ala"?
Credo che i giovamenti in termini di efficacia aerodinamica possano eventualmente essere presi in considerazione in caso di motori dotati di eliche (tipo "soffiamento").
Il flusso di un motore a getto a mio avviso,creerebbe solo disturbo.
E' noto che il downwash alare disturba i piani di coda .
Il flusso tagliato dall'ala è il flusso a valle dell'ala, la scia che l'ala lascia per intenderci.
L'efficacia aumenta notevolmente per i piani di controllo posteriori facendo in modo che il flusso dei turbofan (e non delle ali) lambisca il ventre di tali superfici, non tutti gli aerei sono progettati così ma ce ne sono molti dove questa cosa è studiata e voluta e dà notevoli vantaggi, attenzione ho detto "lambisca" non "investa"...c'è una bella differenza. Il downwash disturba eccome i piani di coda, infatti non ho mai detto il contrario.

Avatar utente
MarcoAER
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 578
Iscritto il: 11 aprile 2005, 21:03
Località: Rome or Dallas

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da MarcoAER » 15 giugno 2008, 21:04

a Roma dicono...."ma parla come magni" :twisted:
Marco Ferraro

- Mercenario sulla serie Citation.... (500/560xl/650/750) -

FAA Type Rating Instructor / Examiner
FAA GOLD SEAL Flight Instructor Single & Multi Engine Instrument - CFI/CFII/MEI
FAA Airline Transport Pilot AMEL
JAA fATPL - Commercial MEIR

alainvolo

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da alainvolo » 15 giugno 2008, 21:33

L'utente alainvolo ha richiesto in data 31 ottobre 2011 la cancellazione del suo account e la rimozione dei suoi post.

zittozitto

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da zittozitto » 16 giugno 2008, 11:40

alainvolo ha scritto: La rispettiva barra di controllo ,attraverso un sistema di cablaggi (ATR),controlla il rispettivo elevatore che,tramite un sistema di coupling (disingaggiabile in caso di elevator jam),attiva l'altro elevatore che conseguentemente muove la barra di controllo dell'altro pilota.

PS:Adesso mi dici il motivo per la presenza del sistema... :mrgreen:
Ave
a me hanno detto che il la barra del aziona con un sistema di cablaggi una "servoaletta" che aerodinamicamente fa muovere l'elevatore in su e in giù.

nel caso delle alte incidenze , l'ombra aerodinamica, mette in ombra soprattutto la servoaletta e quindi se non ci fosse lo stick pusher ( che è idraulico !!! ) l'elevatore non lo muove NESSUNO. :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

zittozitto

Re: elevatori di vario tipo ...

Messaggio da zittozitto » 16 giugno 2008, 11:42

MarcoAER ha scritto:a Roma dicono...."ma parla come magni" :twisted:
bel post !!! molto istruttivo e didascalico.

Rispondi