Recupero in volo del ritardo

Area dedicata alla discussione di argomenti di aviazione legati alle operazioni di volo. Collaborano: Aurum (Comandante MD-80 Alitalia); Davymax (Comandante B737); Airbusfamilydriver (Primo Ufficiale A320 Family); Tiennetti (Comandante A320 Family); Flyingbrandon (Primo Ufficiale A320 Family); Tartan (Aircraft Performance Supervisor); Ayrton (Primo Ufficiale B747-400 - Ground Instructor); mermaid (Agente di Rampa AUA); Ponch (Primo Ufficiale B767)

Moderatore: Staff md80.it

brigidino
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 301
Iscritto il: 3 ottobre 2011, 21:43

Recupero in volo del ritardo

Messaggio da brigidino » 10 gennaio 2012, 16:37

Ciao a tutti,

una domanda per voi piloti o per chi sa rispondere.

Fino ad una decina di anni fa e anche in molti film, il comandante comunicava ai passeggeri, che se l'aereo era partito in ritardo, avrerebbero recuperato in volo.....

Mi sembra che questo oggi non accada più e che se l'aereo parte in ritardo arriva in ritardo, escludo da ciò i falsi tempi di volo che comunica ryanair (o compagnie simili) per ammortizzare i ritardi nei decolli ed arrivare comunque in orario....

Parlo soprattutto di voli lunghi dove si ha più margine di recupero (anzi c'erano..), sembra che adesso si privilegi il risparmio di carburante alle penali che si pagano per non essere arivati in orario.

E' solo una mia sensazione o il recupero in volo appartiene solo al passato?

Grazie a tutti

Avatar utente
davymax
B737 Captain
B737 Captain
Messaggi: 6226
Iscritto il: 26 gennaio 2005, 16:34
Località: Bergamo

Re: Recupero in volo del ritardo

Messaggio da davymax » 10 gennaio 2012, 17:00

In volo recuperi davvero poco e consumi molto di piú.

Su un volo da 1 ora se aumenti la velocitá oltre l'economica guadagni 5 minuti massimo e consumi anche 100/200 kg in piú.

Il "recuperiamo in volo" è una cosa che si dice per far capire che facciamo di tutto per accorciare i tempi che peró non cambieranno piú di tanto.

Ovviamente su un volo lungo recuperi qualcosina di piú ma preferirei arrivare mezzora in ritardo ma col carburante che mi permette di star tranquillo in caso di problemi che arrivare con 10 minuti e il carburante al minimo legale.

Se poi il vento quel giorno è dalla tua, è tutto di guadagnato e sei piú libero di "muoverti".
"They say every man dies twice, once when his body goes and again, when his name is uttered for the last time."

B737 Left seat heater

Avatar utente
N176CM
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 5247
Iscritto il: 9 settembre 2005, 13:02
Località: Milano

Re: Recupero in volo del ritardo

Messaggio da N176CM » 10 gennaio 2012, 17:08

Infatti, direi che i recuperi consistenti in volo si hanno nei voli lunghi dove l'effetto dei venti, dei jetstream etc può fare la differenza, ovviamente anche in senso opposto. Sul breve-medio raggio i recuperi sono limitati al più a qualche manciata di minuti grazie ai tagli di rotta o in avvicinamento.
N176CM
n176cm AT md80.it

Immagine

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11409
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Recupero in volo del ritardo

Messaggio da flyingbrandon » 10 gennaio 2012, 19:09

brigidino ha scritto:Ciao a tutti,

una domanda per voi piloti o per chi sa rispondere.

Fino ad una decina di anni fa e anche in molti film, il comandante comunicava ai passeggeri, che se l'aereo era partito in ritardo, avrerebbero recuperato in volo.....

Mi sembra che questo oggi non accada più e che se l'aereo parte in ritardo arriva in ritardo, escludo da ciò i falsi tempi di volo che comunica ryanair (o compagnie simili) per ammortizzare i ritardi nei decolli ed arrivare comunque in orario....

Parlo soprattutto di voli lunghi dove si ha più margine di recupero (anzi c'erano..), sembra che adesso si privilegi il risparmio di carburante alle penali che si pagano per non essere arivati in orario.

E' solo una mia sensazione o il recupero in volo appartiene solo al passato?

Grazie a tutti
Recuperare puoi recuperare...ma dipende da molti fattori. Però quasi sempre, con partenze in ritardo di 15 minuti tra tagli e velocità non proprio da SOP e schedulati non al limite riesci a bloccare in orario....di più no...
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Daniele77
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1160
Iscritto il: 28 febbraio 2007, 12:07
Località: Milano e dintorni

Re: Recupero in volo del ritardo

Messaggio da Daniele77 » 10 gennaio 2012, 19:28

Buona sera,
porto la mia personale e recentissima esperienza personale: volo Air Europe da L'Havana a Madrid almeno 30 minuti in anticipo
Se amiamo tutti gli animali perche' alcuni li chiamiamo 'amoruccio santo' e altri 'cena' ?

Avatar utente
mermaid
Agente di Rampa AUA
Agente di Rampa AUA
Messaggi: 10384
Iscritto il: 1 aprile 2008, 16:27
Località: mxp

Re: Recupero in volo del ritardo

Messaggio da mermaid » 10 gennaio 2012, 19:42

Daniele77 ha scritto:Buona sera,
porto la mia personale e recentissima esperienza personale: volo Air Europe da L'Havana a Madrid almeno 30 minuti in anticipo
spesso i tempi di volo dichiarati sui biglietti o in fase di vendita sono più lunghi di quelli reali, in questo modo il passeggero percepirà un certo anticipo o un non ritardo ... :roll:
Immagine

Ti!

Avatar utente
cpt riccardo
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 534
Iscritto il: 10 aprile 2008, 20:19

Recupero in volo del ritardo

Messaggio da cpt riccardo » 10 gennaio 2012, 22:10

@Flying
Quando mi hai riportato a MXP da OLB che avevamo 3h30 di ritardo, avete volato a velocità non da SOP con un po' di tagli credo :-D Mi ricordo che all'annuncio dell'inizio della discesa tre quarti dell'aereo disse "che velocità AirOne, con la Meridiana non è cosi" ahah... Un quarto già dormiva, una era incaxxata per tutte le cavolate immaginabili.... Ahah

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11409
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Recupero in volo del ritardo

Messaggio da flyingbrandon » 10 gennaio 2012, 22:16

cpt riccardo ha scritto:@Flying
Quando mi hai riportato a MXP da OLB che avevamo 3h30 di ritardo, avete volato a velocità non da SOP con un po' di tagli credo :-D Mi ricordo che all'annuncio dell'inizio della discesa tre quarti dell'aereo disse "che velocità AirOne, con la Meridiana non è cosi" ahah... Un quarto già dormiva, una era incaxxata per tutte le cavolate immaginabili.... Ahah
Si fa quel che si può....l :roll: :mrgreen:
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Guren
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 729
Iscritto il: 25 luglio 2011, 0:03
Località: Dongguan, Guangdong, R.P.C.

Re: Recupero in volo del ritardo

Messaggio da Guren » 11 gennaio 2012, 4:19

nel 2008 da schipol a hong kong partimmo con 3 ore abbondanti di ritardo (747 combi con un problema di messa in sicurezza di un pallet nella sezione cargo) ed il capitano disse che stavano imbarcando piu' carburante per cercare di recuperare in volo.

Mi pare che alla fine non recuperammo che una mezz'ora circa (quindi piu' facile si sia trattato di venti favorevoli che altro)
Ciao, Marco
_____________________________
In tutta la sua vita,
quante volte puo' riuscire un uomo
a fermare le lacrime di una donna?

Avatar utente
Fabri88
FL 400
FL 400
Messaggi: 4233
Iscritto il: 17 novembre 2007, 14:05
Località: Busto Arsizio (Büsti Grandi) - 4,69 nm HDG 84 from MXP

Re: Recupero in volo del ritardo

Messaggio da Fabri88 » 12 gennaio 2012, 0:36

mermaid ha scritto:
Daniele77 ha scritto:Buona sera,
porto la mia personale e recentissima esperienza personale: volo Air Europe da L'Havana a Madrid almeno 30 minuti in anticipo
spesso i tempi di volo dichiarati sui biglietti o in fase di vendita sono più lunghi di quelli reali, in questo modo il passeggero percepirà un certo anticipo o un non ritardo ... :roll:
FR insegna!

Comunque come giustamente detto, contano parecchio i venti.

Nel mio ultimo volo partii con mezz'ora di ritardo da Madrid Barajas per arrivare in orario a MXP.

Recuperammo quei 30 minuti grazie ai 69kt di tailwind in crociera!
Immagine
ImmagineImmagine

Avatar utente
wing05
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1171
Iscritto il: 2 ottobre 2005, 18:50
Località: LIDT

Re: Recupero in volo del ritardo

Messaggio da wing05 » 12 gennaio 2012, 14:56

@Fabri---
han recuperato per far vedere come son bravi a MXP :mrgreen: sapendo chi era a bordo.. :roll:
I-SMTN. Mauro

Immagine
Cerca sempre di mantenere uguale il numero degli atterraggi che fai, rispetto ai decolli

Avatar utente
cpt riccardo
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 534
Iscritto il: 10 aprile 2008, 20:19

Recupero in volo del ritardo

Messaggio da cpt riccardo » 2 marzo 2012, 16:03

Ma ad esempio compagnia x utilizza ci20 in crociera, parte in orario e stima di atterrare a destinazione con 15 minuti di anticipo. A destinazione il rullaggio e molto breve, mantenete ci20 o mettete un cost index piu basso, come 10 o 0 per risparmiare carburante?

Avatar utente
Tiennetti
A320 Family Captain
A320 Family Captain
Messaggi: 2156
Iscritto il: 24 maggio 2006, 13:04
Località: Hangar89
Contatta:

Re: Recupero in volo del ritardo

Messaggio da Tiennetti » 2 marzo 2012, 16:18

Dipende dalle SOP, e da come é impostato il CI
Se il CI é impostate secondo uno studio profondo dei costi, difficilmente si cambia per una ragione cosí
David

Avatar utente
cpt riccardo
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 534
Iscritto il: 10 aprile 2008, 20:19

Recupero in volo del ritardo

Messaggio da cpt riccardo » 2 marzo 2012, 19:43

Grazie! Ne approfitto, in rete ho trovato fcom1,2,3,4 di aeroflot. Dove viene scritto il cost index da usare ?

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11409
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Recupero in volo del ritardo

Messaggio da flyingbrandon » 2 marzo 2012, 22:02

cpt riccardo ha scritto:Grazie! Ne approfitto, in rete ho trovato fcom1,2,3,4 di aeroflot. Dove viene scritto il cost index da usare ?
Sul manuale operativo.... :mrgreen:
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Martesana_Partenze
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 168
Iscritto il: 7 marzo 2012, 9:52
Località: Crescenzago - Mi

Re: Recupero in volo del ritardo

Messaggio da Martesana_Partenze » 20 marzo 2012, 9:44

brigidino ha scritto:Ciao a tutti,


E' solo una mia sensazione o il recupero in volo appartiene solo al passato?

Grazie a tutti
Ciao Brigidino!!! Che nickname particolare!!! Io posso solo dare la mia testimonianza sulla tratta Roma - Milano!

Partiti da Fco dopo un violento temporale con 45 minuti di ritardo (schedulato ore 21.55 - ora di arrivo a Milano schedulata 23.05 imbarco chiuso alle ore 22.35) abbiamo decollato da pista 25 alle ore 22.40, toccato terra a Linate alle ore 23.22, appontato alle ore 23.25 con 20 minuti di ritardo, usciti fisicamente dall'aerostazione alle ore 23.35! Rotta diretta ha "tarellato" in cielo fino ad arrivare sopra Pavia! Solo da lì ha iniziato a rallentare! Protagonista dell'ultimo volo del giorno un Ab A320 di Alitalia. Correva il 14 febbraio 2010 di ritorno da un romanticissimo fine settimana nella capitale... ;)
Steeve

.........................................................

Linate è una porta meneghina verso il cielo!!!
---------------------------------------------------------
Sottosopra! E la terra è laggiù! Sottosopra! Ed il mare è già blu! Sottosopra! Le Alpi innevate! Sottosopra! Nulla è distante! (Max Pezzali)

brigidino
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 301
Iscritto il: 3 ottobre 2011, 21:43

Re: Recupero in volo del ritardo

Messaggio da brigidino » 20 marzo 2012, 15:44

Martesana_Partenze ha scritto:
brigidino ha scritto:Ciao a tutti,


E' solo una mia sensazione o il recupero in volo appartiene solo al passato?

Grazie a tutti
Ciao Brigidino!!! Che nickname particolare!!! Io posso solo dare la mia testimonianza sulla tratta Roma - Milano!

Partiti da Fco dopo un violento temporale con 45 minuti di ritardo (schedulato ore 21.55 - ora di arrivo a Milano schedulata 23.05 imbarco chiuso alle ore 22.35) abbiamo decollato da pista 25 alle ore 22.40, toccato terra a Linate alle ore 23.22, appontato alle ore 23.25 con 20 minuti di ritardo, usciti fisicamente dall'aerostazione alle ore 23.35! Rotta diretta ha "tarellato" in cielo fino ad arrivare sopra Pavia! Solo da lì ha iniziato a rallentare! Protagonista dell'ultimo volo del giorno un Ab A320 di Alitalia. Correva il 14 febbraio 2010 di ritorno da un romanticissimo fine settimana nella capitale... ;)

Grande steeve, grazie per l'apprezzamento del nick, hihiih, e complimenti per l'esposizione del tuo messaggio, molto chiara e colorita.

Però i 45 minuti fra roma e milano sono abbastanza nella norma quando si parla di JET vedi A320 o Embraer 145, le compagnie "rubano" sui tempi di percorrenze, ovvero dilatano la lunghezza dei voli proprio per ammortizzare quei 15-20 minuti di ritardo che regolarmente hanno.

Avatar utente
Martesana_Partenze
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 168
Iscritto il: 7 marzo 2012, 9:52
Località: Crescenzago - Mi

Re: Recupero in volo del ritardo

Messaggio da Martesana_Partenze » 21 marzo 2012, 9:30

brigidino ha scritto:dilatano la lunghezza dei voli proprio per ammortizzare quei 15-20 minuti di ritardo che regolarmente hanno.
In questi casi la restringono!!! O intendevi dire un'altra cosa? In casi come questi anzichè fare la rotta Giglio / Elba / Spezia / Piacenza / Lin fanno la rotta diretta (quella che si imposta generalmente come "default" su Flight Simulator, non sò se ci voli su...)! Essendo una rotta di circa 330 gradi puntano inizialmente su Pavia per poi fare la virata finale per 360 e mettere in prua la pista del Forlanini che in condizioni di buona visibilità la si vede, di notte, anche a 50 miglia di distanza! Nb: sulla tratta Pavia - Milano passano tutti i voli internazionali in arrivo al Forlanini per pista 36! In arrivo da Cph una volta abbiamo visto bene Pavia dall'alto, prima di iniziare la virata! Purtroppo uno dei fattori che più condizionano il ritardo dei voli è anche un fattore inevitabile: se ad esempio a Fco sono in funzione le piste 34 L / R per forza l'aereo deve prima scendere fino quasi a Pratica di mare per poi risalire e allinearsi sulla destra o sulla sinistra a seconda dell'ordine della torre! E più di rado, specie in estate in prossimità di forti temporali anche a Lin invertono le piste! Per atterrare su pista 18 ci si impiega almeno 15 minuti in più che arrivare sulla 36!

Martesana Partenze with you!!!! ;)
Steeve

.........................................................

Linate è una porta meneghina verso il cielo!!!
---------------------------------------------------------
Sottosopra! E la terra è laggiù! Sottosopra! Ed il mare è già blu! Sottosopra! Le Alpi innevate! Sottosopra! Nulla è distante! (Max Pezzali)

Avatar utente
mermaid
Agente di Rampa AUA
Agente di Rampa AUA
Messaggi: 10384
Iscritto il: 1 aprile 2008, 16:27
Località: mxp

Re: Recupero in volo del ritardo

Messaggio da mermaid » 21 marzo 2012, 13:24

Martesana_Partenze ha scritto:
brigidino ha scritto:dilatano la lunghezza dei voli proprio per ammortizzare quei 15-20 minuti di ritardo che regolarmente hanno.
In questi casi la restringono!!! O intendevi dire un'altra cosa?
credo che brigidino intendesse dire che al passeggero comunicano schedulati di arrivo più ritardati in modo che quei 15/20 min di ritardo che si hanno spesso in partenza sembrino recuperati in volo, ma in realtà il tempo di volo necessario è comunque più breve.
Immagine

Ti!

Avatar utente
Martesana_Partenze
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 168
Iscritto il: 7 marzo 2012, 9:52
Località: Crescenzago - Mi

Re: Recupero in volo del ritardo

Messaggio da Martesana_Partenze » 22 marzo 2012, 9:28

mermaid ha scritto:
Martesana_Partenze ha scritto:
brigidino ha scritto:dilatano la lunghezza dei voli proprio per ammortizzare quei 15-20 minuti di ritardo che regolarmente hanno.
In questi casi la restringono!!! O intendevi dire un'altra cosa?
credo che brigidino intendesse dire che al passeggero comunicano schedulati di arrivo più ritardati in modo che quei 15/20 min di ritardo che si hanno spesso in partenza sembrino recuperati in volo, ma in realtà il tempo di volo necessario è comunque più breve.
Ciao! Me lo puoi confermare anche tu che in caso di ritardo e nel caso in cui l'aerovia sia libera un volo lo inviano sulla rotta diretta? Su mxp è un pò più critico atterrare sulle 17... ci sono le colline dei 7 laghi... c'è anche il Monte Campo dei Fiori, il Sas de'Fer sopra Laveno... mi puoi raccontare la tua esperienza visiva? Martesana Partenze with you!
Steeve

.........................................................

Linate è una porta meneghina verso il cielo!!!
---------------------------------------------------------
Sottosopra! E la terra è laggiù! Sottosopra! Ed il mare è già blu! Sottosopra! Le Alpi innevate! Sottosopra! Nulla è distante! (Max Pezzali)

Avatar utente
mermaid
Agente di Rampa AUA
Agente di Rampa AUA
Messaggi: 10384
Iscritto il: 1 aprile 2008, 16:27
Località: mxp

Re: Recupero in volo del ritardo

Messaggio da mermaid » 22 marzo 2012, 9:44

Martesana_Partenze ha scritto:
mermaid ha scritto:
Martesana_Partenze ha scritto:
brigidino ha scritto:dilatano la lunghezza dei voli proprio per ammortizzare quei 15-20 minuti di ritardo che regolarmente hanno.
In questi casi la restringono!!! O intendevi dire un'altra cosa?
credo che brigidino intendesse dire che al passeggero comunicano schedulati di arrivo più ritardati in modo che quei 15/20 min di ritardo che si hanno spesso in partenza sembrino recuperati in volo, ma in realtà il tempo di volo necessario è comunque più breve.
Ciao! Me lo puoi confermare anche tu che in caso di ritardo e nel caso in cui l'aerovia sia libera un volo lo inviano sulla rotta diretta? Su mxp è un pò più critico atterrare sulle 17... ci sono le colline dei 7 laghi... c'è anche il Monte Campo dei Fiori, il Sas de'Fer sopra Laveno... mi puoi raccontare la tua esperienza visiva? Martesana Partenze with you!
io faccio la rampista, non ho esperienza di rotte purtroppo.... la 17 in effetti si usa raramente, che io sappia solo per vento o, ovviamente, per manutenzione che ostacola l'uso della 35.
flyingbrandon può sicuramente darti una risposta più precisa.......
Immagine

Ti!

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11409
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Recupero in volo del ritardo

Messaggio da flyingbrandon » 22 marzo 2012, 10:00

Martesana_Partenze ha scritto: Ciao! Me lo puoi confermare anche tu che in caso di ritardo e nel caso in cui l'aerovia sia libera un volo lo inviano sulla rotta diretta? Su mxp è un pò più critico atterrare sulle 17... ci sono le colline dei 7 laghi... c'è anche il Monte Campo dei Fiori, il Sas de'Fer sopra Laveno... mi puoi raccontare la tua esperienza visiva? Martesana Partenze with you!
non è che ti danno l'aerovia diretta....ti danno i diretti ad un punto. Ma non solo quando sei in ritardo....se lo chiedi e non hanno problemi di traffico , di solito, ti accontentano.
L'esperienza visiva? Bella... :mrgreen: ma non lo definirei un avvicinamento "critico"... :D Scherzi a parte non ho capito esattamente cosa vuoi sapere riguardo l'esperienza visiva....
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Martesana_Partenze
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 168
Iscritto il: 7 marzo 2012, 9:52
Località: Crescenzago - Mi

Re: Recupero in volo del ritardo

Messaggio da Martesana_Partenze » 22 marzo 2012, 10:22

flyingbrandon ha scritto:
Martesana_Partenze ha scritto: Ciao! Me lo puoi confermare anche tu che in caso di ritardo e nel caso in cui l'aerovia sia libera un volo lo inviano sulla rotta diretta? Su mxp è un pò più critico atterrare sulle 17... ci sono le colline dei 7 laghi... c'è anche il Monte Campo dei Fiori, il Sas de'Fer sopra Laveno... mi puoi raccontare la tua esperienza visiva? Martesana Partenze with you!
non è che ti danno l'aerovia diretta....ti danno i diretti ad un punto. Ma non solo quando sei in ritardo....se lo chiedi e non hanno problemi di traffico , di solito, ti accontentano.
L'esperienza visiva? Bella... :mrgreen: ma non lo definirei un avvicinamento "critico"... :D Scherzi a parte non ho capito esattamente cosa vuoi sapere riguardo l'esperienza visiva....
Ciao!!! Leggo bene che sei un primo ufficiale su Airbus A320? Allora avrai fatto qualche atterraggio a Malpensa su pista 17... a che altezza (leggasi distanza) viene fatto l'allineamento? Non deve esserci molto spazio aereo tra le prime colline dei 7 laghi e il corto finale su mxp! Un pò come atterrare a Punta Raisi per pista 2, vero?
Steeve

.........................................................

Linate è una porta meneghina verso il cielo!!!
---------------------------------------------------------
Sottosopra! E la terra è laggiù! Sottosopra! Ed il mare è già blu! Sottosopra! Le Alpi innevate! Sottosopra! Nulla è distante! (Max Pezzali)

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11409
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Recupero in volo del ritardo

Messaggio da flyingbrandon » 22 marzo 2012, 11:13

Martesana_Partenze ha scritto:
flyingbrandon ha scritto:
Martesana_Partenze ha scritto: Ciao! Me lo puoi confermare anche tu che in caso di ritardo e nel caso in cui l'aerovia sia libera un volo lo inviano sulla rotta diretta? Su mxp è un pò più critico atterrare sulle 17... ci sono le colline dei 7 laghi... c'è anche il Monte Campo dei Fiori, il Sas de'Fer sopra Laveno... mi puoi raccontare la tua esperienza visiva? Martesana Partenze with you!
non è che ti danno l'aerovia diretta....ti danno i diretti ad un punto. Ma non solo quando sei in ritardo....se lo chiedi e non hanno problemi di traffico , di solito, ti accontentano.
L'esperienza visiva? Bella... :mrgreen: ma non lo definirei un avvicinamento "critico"... :D Scherzi a parte non ho capito esattamente cosa vuoi sapere riguardo l'esperienza visiva....
Ciao!!! Leggo bene che sei un primo ufficiale su Airbus A320? Allora avrai fatto qualche atterraggio a Malpensa su pista 17... a che altezza (leggasi distanza) viene fatto l'allineamento? Non deve esserci molto spazio aereo tra le prime colline dei 7 laghi e il corto finale su mxp! Un pò come atterrare a Punta Raisi per pista 2, vero?
Si sono atterrato qualche volta per 17. La distanza te la guardo oggi sulle cartine ma non è niente di che....la 02 a PMO è più tosta (e divertente) anche perché è visual...per la 17 hai comunque l'ILS. Insomma la 17 ha un avvicinamento normale... :D
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Fabiduc
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 29
Iscritto il: 12 maggio 2010, 13:21

Recupero in volo del ritardo

Messaggio da Fabiduc » 18 maggio 2012, 3:38

Dico semplicemente la mia, studiando e operando quel poco che ho potuto come Flight dispatcher, sentivo voci affermare che il "ritardo" potesse venir recuperato solo salendo di FL ovviamente con un ulteriore consumo di carburante. Ma ricordo anche che c'era un comandante ex pilota della " tomba volante" che minimizzava al massimo quei consumi! E non vi parlo di anticipi di 20minuti... Volava proprio! :p

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9741
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Recupero in volo del ritardo

Messaggio da tartan » 18 maggio 2012, 17:51

Fabiduc ha scritto:Dico semplicemente la mia, studiando e operando quel poco che ho potuto come Flight dispatcher, sentivo voci affermare che il "ritardo" potesse venir recuperato solo salendo di FL ovviamente con un ulteriore consumo di carburante. Ma ricordo anche che c'era un comandante ex pilota della " tomba volante" che minimizzava al massimo quei consumi! E non vi parlo di anticipi di 20minuti... Volava proprio! :p
Mi sembra strano. Volando più alti, a parità di mach, la TAS diminuisce e non aumenta, quindi ci vuole più tempo. I consumi, invece diminuiscono, in genere, per cui si consuma di meno. Ricordo un Com.te AZ che volava basso e veloce, consumando di più ma battendo ogni volta il record di traversata atlantica e non ci fu verso di fargli cambiare sistema di volo, neanche quando il risparmio carburante era diventato importante. :D
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

maurom
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 92
Iscritto il: 9 giugno 2011, 19:29

Re: Recupero in volo del ritardo

Messaggio da maurom » 20 maggio 2012, 1:05

Quanto detto da Fabiduc non mi sembra privo di fondamento.
La velocità sviluppabile dall'aeromobile aumenta con il diminuire della resistenza che, a sua volta, è proporzionale alla densità dell'aria. Quindi salendo di FL la densità diminuisce e, a condizione di mantenere inalterata la potenza, la velocità dovrebbe aumentare.
E' vero, come dice Tartan che, a parità di Mach, la velocità reale diminuisce (in quanto la velocità del suono diminuisce al diminuire della temperatura) ma diverso è il discorso a parità di potenza.
In questo secondo caso (mi si corregga se sbaglio), credo che la velocità reale del velivolo, con l'aumentare della quota, tenda in effetti ad avvicinarsi sempre più alla barriera sonica.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9741
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Recupero in volo del ritardo

Messaggio da tartan » 24 maggio 2012, 19:49

maurom ha scritto:credo che la velocità reale del velivolo, con l'aumentare della quota, tenda in effetti ad avvicinarsi sempre più alla barriera sonica.
Già, proprio così, solo che all'aumentare della quota la velocità del suono diminuisce e quindi anche la velocità dell'aereo, a parità di numero di mach. Cnsiderando poi che ogni aeromobile è limitato nel volo ad un preciso numero di mach massimo e considerando che la velocità di crociera è normalmente abbastanza vicina al mach massimo, a meno che non si stia volando alla velocità di max range ma non mi sembra questo il caso, volando a quote basse, si viaggia più veloci e volando a quote alte si va più piano. Il tutto, naturalmente, senza considerare l'effetto di venti diversi alle varie quote.
In quanto alla bara volante che suppongo si tratti del F104, non conoscendo niente di quella macchina militare e neanche delle tecniche di volo militari, non posso prendere in considerazione, nello stilare un concetto generale, le informazioni buttate li da qualche rambo del volo.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
87Nemesis87
FL 150
FL 150
Messaggi: 1963
Iscritto il: 9 maggio 2008, 14:51
Località: Somewhere over the rainbow...

Re: Recupero in volo del ritardo

Messaggio da 87Nemesis87 » 26 maggio 2012, 17:33

tartan ha scritto: Ricordo un Com.te AZ che volava basso e veloce, consumando di più ma battendo ogni volta il record di traversata atlantica e non ci fu verso di fargli cambiare sistema di volo, neanche quando il risparmio carburante era diventato importante. :D
basso quanto?? :D :D
...finalmente laureato!!!

...ATPL: Completato!!
-- MEP, SEP, IR, CPL, MCC --
-- CRJ-100/900 Type Rated --
-- B737-300/900/MAX Type Rated --

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9741
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Recupero in volo del ritardo

Messaggio da tartan » 26 maggio 2012, 19:11

Io sono alto 1,80 e già ero a rischio! :mrgreen:
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
87Nemesis87
FL 150
FL 150
Messaggi: 1963
Iscritto il: 9 maggio 2008, 14:51
Località: Somewhere over the rainbow...

Re: Recupero in volo del ritardo

Messaggio da 87Nemesis87 » 27 maggio 2012, 18:36

:lol: :lol: :lol: alla faccia!!
...finalmente laureato!!!

...ATPL: Completato!!
-- MEP, SEP, IR, CPL, MCC --
-- CRJ-100/900 Type Rated --
-- B737-300/900/MAX Type Rated --

Avatar utente
Fabiduc
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 29
Iscritto il: 12 maggio 2010, 13:21

Recupero in volo del ritardo

Messaggio da Fabiduc » 31 maggio 2012, 5:51

tartan ha scritto:...
In quanto alla bara volante che suppongo si tratti del F104, non conoscendo niente di quella macchina militare e neanche delle tecniche di volo militari, non posso prendere in considerazione, nello stilare un concetto generale, le informazioni buttate li da qualche rambo del volo.
op commandant!!! Hahaha grandissimo! Lol!

maurom
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 92
Iscritto il: 9 giugno 2011, 19:29

Re: Recupero in volo del ritardo

Messaggio da maurom » 31 maggio 2012, 10:07

tartan ha scritto:
maurom ha scritto:credo che la velocità reale del velivolo, con l'aumentare della quota, tenda in effetti ad avvicinarsi sempre più alla barriera sonica.
Già, proprio così, solo che all'aumentare della quota la velocità del suono diminuisce e quindi anche la velocità dell'aereo, a parità di numero di mach. Cnsiderando poi che ogni aeromobile è limitato nel volo ad un preciso numero di mach massimo e considerando che la velocità di crociera è normalmente abbastanza vicina al mach massimo, a meno che non si stia volando alla velocità di max range ma non mi sembra questo il caso, volando a quote basse, si viaggia più veloci e volando a quote alte si va più piano. Il tutto, naturalmente, senza considerare l'effetto di venti diversi alle varie quote.
In quanto alla bara volante che suppongo si tratti del F104, non conoscendo niente di quella macchina militare e neanche delle tecniche di volo militari, non posso prendere in considerazione, nello stilare un concetto generale, le informazioni buttate li da qualche rambo del volo.
Anch'io ho fatto riferimento, in modo (pensavo) abbastanza esplicito, ai limiti imposti dal Mach critico.
Poichè, come detto in precedenza, la velocità del suono diminuisce con la temperatura e quindi con l'aumentare della quota, è evidente che se la velocità del velivolo (subsonico) è vicina al Mach massimo non c'è margine per salire.
Se serve a meglio chiarire la mia frase qui quotata da Tartan, lo stesso concetto potrebbe essere espresso in modo "visivo" raffigurando la barriera sonica ad una parete inclinata di oltre 90°; se il velivolo vola in prossimità della parete, questa se la trova anche sopra la testa: in questa situazione non può certo guadagnare quota.
E questo, mi sembra è anche ciò che Tartan nella sostanza dice.

Solo che, nella generalità delle situazioni di volo, non sempre è così. Non lo è nei casi in cui esiste uno scostamento (ad esempio un 5% è già significativo) tra velocità di crociera e Mach critico.
Perciò mi è sembrato lecito dire che "non è priva di fondamento" l'affermazione (riportata da Fabiduc) secondo la quale si potrebbe recuperare del ritardo salendo di quota; il che ovviamente non significa, nè è minimamente pensabile, che ciò sia valido in tutte le situazioni di volo.

gianlu
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 255
Iscritto il: 4 ottobre 2010, 23:56

fco-cag

Messaggio da gianlu » 10 dicembre 2014, 12:17

Domenica scorsa ho viaggiato sulla Fiumicino Cagliari, ultimo volo della giornata, con Alitalia. Il volo è partito un po' in ritardo (schedulato 21.30, decollato 22.02), ma è arrivato praticamente in orario (22.41, schedulato 22.35), dato che generalmente i tempi di volo su questa tratta che sono di 40-45 minuti.

Prima della partenza il comandante, dopo averci spiegato che saremmo decollati in ritardo causa traffico, ha detto che avremmo recuperato quanto possibile in volo. In sostanza è stata ritardata la discesa, effettuata per buona parte con gli aerofreni, e abbiamo abbassato il carrello prima dei flaps, molto prima di quanto non avvenga in genere...

Secondo voi ha senso su un volo praticamente in orario questo tipo di pilotaggio, per risparmiare una manciata di minuti?
Quanto carburante si può consumare in più rispetto a una discesa "normale"?
gianlu

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11409
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: fco-cag

Messaggio da flyingbrandon » 10 dicembre 2014, 13:25

gianlu ha scritto: In sostanza è stata ritardata la discesa, effettuata per buona parte con gli aerofreni, e abbiamo abbassato il carrello prima dei flaps, molto prima di quanto non avvenga in genere...

Secondo voi ha senso su un volo praticamente in orario questo tipo di pilotaggio, per risparmiare una manciata di minuti?
Quanto carburante si può consumare in più rispetto a una discesa "normale"?
Il recupero del ritardo e la discesa posticipata con gli aerofreni estesi non sono due eventi correlati. Anzi...solitamente se sei libero di scendere alla velocità che vuoi e decidi anche di andare forte scendi senza l'uso degli aerofreni senza alcun problema. Con molta probabilità era stato calcolato un profilo di discesa per una pista e vi hanno dato l'altra, più vicina, e vi siete ritrovati alti. Oppure ad un certo punto ti rallentano e lì si potresti ritrovarti alto perche hai un variometro ben diverso a 320Kt rispetto a 250kt. A livello di consumo, per quanto concerne la discesa, se arrivi alto non è un problema perchè il motore è sicuramente ad IDLE. Anche l'estensione del carrello anticipata è, in genere, un segnale di arrivo alto sul profilo. Il motivo è impossibile saperlo da qua...traffico, cambio pista, rallentamento improvviso imposto dall'ATC....vari motivi insomma.
Quindi non parlerei di "tipo di pilotaggio".... :D
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Rispondi