Batterie agli ioni di litio

Area dedicata alla discussione di argomenti di aviazione legati alle operazioni di volo. Collaborano: Aurum (Comandante MD-80 Alitalia); Davymax (Comandante B737); Airbusfamilydriver (Primo Ufficiale A320 Family); Tiennetti (Comandante A320 Family); Flyingbrandon (Primo Ufficiale A320 Family); Tartan (Aircraft Performance Supervisor); Ayrton (Primo Ufficiale B747-400 - Ground Instructor); mermaid (Agente di Rampa AUA); Ponch (Primo Ufficiale B767)

Moderatore: Staff md80.it

Avatar utente
1stAirbus
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1465
Iscritto il: 24 dicembre 2007, 10:31
Località: Liguria

Batterie agli ioni di litio

Messaggio da 1stAirbus » 28 ottobre 2015, 10:11

Prospettando il continuo afflusso di passeggeri con al seguito smartphone, tablet, macchine fotografiche tascabili, torce e quant'altro dotate presumibilmente di batterie agli ioni di litio, mi chiedo se sia logico farle passare nel bagaglio in stiva.
Evidentemente qualcosa di simile se lo è chiesto anche la Boeing che, a quanto riferisce questa fonte: http://www.flyorbitnews.it/2015/08/07/l ... -di-litio/ avverte le compagnie di porre estrema attenzione al carico di questo tipo di "bagaglio".
Per quanto mi riguarda, le batterie di qualsiasi dispositivo (anche del termometro digitale) mi seguono sempre nel bagaglio a mano.
Qual'è la posizione ufficiale e quale quella consigliata (se più stringente) dal forum in merito?
Grazie.

Avatar utente
**F@b!0**
FL 500
FL 500
Messaggi: 6868
Iscritto il: 17 aprile 2009, 19:21
Località: Olbia (OT)

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da **F@b!0** » 28 ottobre 2015, 15:12

secondo la Dangerous Goods Regulation della IATA le batterie al litio viaggiano sempre in cabina col passeggero!

se per esempio una sedia a rotelle motorizzata è alimentata da batteria al litio, questa va separata dal resto della sedia e portata in cabina come bagaglio a mano (mentre la sedia va in stiva)
Click Here to view my aircraft photos at JetPhotos.Net!

China su fronte, si ses sezzidu pesa! ch'es passende sa Brigata tattaresa boh! boh! E cun sa mannu sinna sa mezzus gioventude de Saldigna

Non bat dinare a pacare
una vida pro miserat chi siat
s' omine
no er de imbolare
pro una gherra chi
est' unu affare


*Virtute Siderum Tenus*

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9557
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da tartan » 28 ottobre 2015, 16:44

Come mai è la Boeing, una casa che costruisce aerei, a preoccuparsi di questo problema? Perché avverte le compagnie anziché allertare chi controlla? E se il problema delle batterie può essere così pericoloso, come mai si tollera che qualcuno nicchi? E chi controlla che gli operatori di scalo siano in regola sempre? Cosa dice ENAC in merito?
Mi piacerebbe aqpprofondire questo argomento. Sapete darmi dei riferimenti precisi? Grazie
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
davidemox
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 914
Iscritto il: 8 ottobre 2005, 16:35
Località: Milano

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da davidemox » 28 ottobre 2015, 17:04

tartan ha scritto:Come mai è la Boeing, una casa che costruisce aerei, a preoccuparsi di questo problema? Perché avverte le compagnie anziché allertare chi controlla? E se il problema delle batterie può essere così pericoloso, come mai si tollera che qualcuno nicchi? E chi controlla che gli operatori di scalo siano in regola sempre? Cosa dice ENAC in merito?
Mi piacerebbe aqpprofondire questo argomento. Sapete darmi dei riferimenti precisi? Grazie
l'articolo e' un po fuorviante.
easa ed faa hanno fatto uno studio per verificare l efficacia dei sistemi antincentio delle stive con fuoco proveniente da batterie al litio ( non solo agli ioni ma anche metalliche) e il risultato e' che non sono sufficienti.
da questo nasce un easa sib che vieta il trasporto di queste batterie su aerei passeggeri in stiva.
boeing ed anche airbus si sono espresse in senso tecnico in modo che ogni operatore potesse fare le proprie considerazioni che comunque devono sottostare al divieto imposto da easa ed faa.
fino a quando non si trovera' una soluzione diversa le cose rimangono cosi.
enac ha giustamente preteso che gli operatori si adeguino in tempi molto ristretti a questa proibizione inserendo nei propri manuali la restrizione
Davide

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9557
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da tartan » 28 ottobre 2015, 19:25

Bene, benissimo, ma oltre a controllare che i pezzi di carta sono a posto, chi controlla che effettivamente sia fatto?
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
**F@b!0**
FL 500
FL 500
Messaggi: 6868
Iscritto il: 17 aprile 2009, 19:21
Località: Olbia (OT)

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da **F@b!0** » 28 ottobre 2015, 21:03

tartan ha scritto:Bene, benissimo, ma oltre a controllare che i pezzi di carta sono a posto, chi controlla che effettivamente sia fatto?
per quanto riguarda i bagagli, dovrebbe essere l'addetto al check-in che dovrebbe chiedere (insieme a "è la sua valigia? l'ha fatta lei? contiene esplosivi?") "ha dispositivi elettronici con batterie al litio? tipo computer, telefonini o tablet"!
in realtà la maggior parte delle volte ci si limita ad indicare il cartellone con tutti gli oggetti proibiti "ha qualcuno di questi oggetti all'interno del suo bagaglio?"

per quanto riguarda le sedie a rotelle meccanizzate l'addetto al check-in chiede che tipo di batteria abbia e se si può staccare, alcune compagnie hanno anche un cartellino da attaccare alla sedia che "la descrive" e che deve essere firmato dal passeggero e dall'agente di rampa dopo che al sedia è stata legata in stiva (una copia di tale cartellino va consegnata al cpt che può decidere di scendere a controllare), l'addetto del check-in dovrebbe chiamare la rampa e il centraggio per comunicare la presenza della sedia in modo da prevedere lo spazio in stiva possibilmente separata dai bagagli, e la rampa deve assicurarsi che la batteria venga rimossa!
Click Here to view my aircraft photos at JetPhotos.Net!

China su fronte, si ses sezzidu pesa! ch'es passende sa Brigata tattaresa boh! boh! E cun sa mannu sinna sa mezzus gioventude de Saldigna

Non bat dinare a pacare
una vida pro miserat chi siat
s' omine
no er de imbolare
pro una gherra chi
est' unu affare


*Virtute Siderum Tenus*

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9557
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da tartan » 29 ottobre 2015, 19:18

Caro Fabbietto, i tuoi condizionali dicono tutto! :D
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5818
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da sigmet » 29 ottobre 2015, 23:31

Una piccola puntualizzazione...
Ho partecipato ai lavori del consultant team di EASA che poi ha espresso un documento tecnico utilizzato dal normatore per l'emissione del S/B.
Innanzitutto bisogna fare un distinguo. Le batterie al Litio si distinguono in accumulatori a Ioni di Litio e a polimeri di litio. Le prime vanno piu' facilmente incontro ad esplosioni sopratutto in condizioni di sovracarica o eccessivo riscaldamento mentre le seconde tendono ad incendiarsi in conseguenza di traumi meccanici e perforazione.
Inoltre il processo di fabbricazione potrebbe non garantire difetti congeniti delle stesse batterie che in taluni casi potrebbero esplodere anche in condizioni di normale utilizzo.
L'analisi di rischio associata ha valutato separatamente le due categorie indicando una maggior pericolosita' delle prime utilizzate tra l'altro come sorgente elettrica di back up in molte installazioni aeronautiche ( ma in alcuni aerei sono utilizzate anche come fonte primaria specie in AG)
Per quanto riguarda il trasporto sono state di fatto recepite da EASA ( e dal Mintras) le linee guida di ICAO aggiornando la regolamentazione IATA (57th edizione)relativa al Dangerous goods transportation applicabile alle batterie a ioni di litio e litio metallo. Il trasporto in cabina e' limitato a batterie di bassa potenza. Alcuni paesi potrebbero adottare misure ancor piu' restrittive.
Da notare che ogni batteria dovrebbe avere una certificazione per tipo.
Statisticamente il rischio di fumo in cabina negli ultimi anni e' aumentato di circa 100 volte.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
sidew
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1350
Iscritto il: 24 maggio 2007, 8:28
Località: Milan, Italy
Contatta:

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da sidew » 30 ottobre 2015, 8:48

Stavo leggendo qui http://blogs.crikey.com.au/planetalking ... y-jet-ban/ che CASA ha votato contro il ban :(
Aldo

"Oops!" - Shannon Foraker, Ashes of victory

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9557
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da tartan » 30 ottobre 2015, 11:36

Ho letto ancora troppi condizionali che in aviazione civile non dovrebbero esistere (altro condizionale)!
A me risulta evidente che c'è chi legifera ma non c'è chi controlla!
Tutto il mondo è paese (leggi Italia).
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Fabio Airbus
FL 150
FL 150
Messaggi: 1519
Iscritto il: 26 ottobre 2012, 14:36
Località: Genova

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da Fabio Airbus » 30 ottobre 2015, 15:44

Del resto al giorno di oggi la problematica è pesante. Ogni passeggero porta con sè almeno una batteria, nel cellulare, poi ci sono quelli con tablet, pc e fotocamera; sarebbe impensabile vietare di salire a bordo con una di queste batterie (perchè perderesti tutti i clienti) ed è altrimenti impensabile che le hostess si mettano a controllare una ad una le batterie ed i relativi certificati.
Ogni tecnologia sufficientemente avanzata è indistinguibile dalla magia. (Arthur C. Clarke)

Avatar utente
davidemox
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 914
Iscritto il: 8 ottobre 2005, 16:35
Località: Milano

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da davidemox » 30 ottobre 2015, 18:58

sigmet ha scritto:Una piccola puntualizzazione...
Ho partecipato ai lavori del consultant team di EASA che poi ha espresso un documento tecnico utilizzato dal normatore per l'emissione del S/B.
Innanzitutto bisogna fare un distinguo. Le batterie al Litio si distinguono in accumulatori a Ioni di Litio e a polimeri di litio. Le prime vanno piu' facilmente incontro ad esplosioni sopratutto in condizioni di sovracarica o eccessivo riscaldamento mentre le seconde tendono ad incendiarsi in conseguenza di traumi meccanici e perforazione.
Inoltre il processo di fabbricazione potrebbe non garantire difetti congeniti delle stesse batterie che in taluni casi potrebbero esplodere anche in condizioni di normale utilizzo.
L'analisi di rischio associata ha valutato separatamente le due categorie indicando una maggior pericolosita' delle prime utilizzate tra l'altro come sorgente elettrica di back up in molte installazioni aeronautiche ( ma in alcuni aerei sono utilizzate anche come fonte primaria specie in AG)
Per quanto riguarda il trasporto sono state di fatto recepite da EASA ( e dal Mintras) le linee guida di ICAO aggiornando la regolamentazione IATA (57th edizione)relativa al Dangerous goods transportation applicabile alle batterie a ioni di litio e litio metallo. Il trasporto in cabina e' limitato a batterie di bassa potenza. Alcuni paesi potrebbero adottare misure ancor piu' restrittive.
Da notare che ogni batteria dovrebbe avere una certificazione per tipo.
Statisticamente il rischio di fumo in cabina negli ultimi anni e' aumentato di circa 100 volte.
il discorso fatto qui non fa una piega ma il SIB a mio parere si riferisce più alla problematica dello spegnimento del fuoco più che alla limitazione delle batterie.
mentre in cabina hai un accesso diretto alla batteria e puoi intervenire con un estinguente liquido per abbassarne la temperatura ( il problema non e' spegnerla li per li ma il fatto che si riaccende da sola) in stiva questa possibilita' non ce lhai. da qui la limitazione solo su aerei passeggeri . per il cargo tutto ok salvo la compagnia non ponga altri limiti
Davide

Avatar utente
**F@b!0**
FL 500
FL 500
Messaggi: 6868
Iscritto il: 17 aprile 2009, 19:21
Località: Olbia (OT)

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da **F@b!0** » 30 ottobre 2015, 19:24

Il problema delle batterie a litio é che l'unico modo per spegnerle se prendono fuoco é immergerle completamente in acqua fredda, in stiva continuerebbe a bruciare all'infinito!
Click Here to view my aircraft photos at JetPhotos.Net!

China su fronte, si ses sezzidu pesa! ch'es passende sa Brigata tattaresa boh! boh! E cun sa mannu sinna sa mezzus gioventude de Saldigna

Non bat dinare a pacare
una vida pro miserat chi siat
s' omine
no er de imbolare
pro una gherra chi
est' unu affare


*Virtute Siderum Tenus*

Avatar utente
davidemox
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 914
Iscritto il: 8 ottobre 2005, 16:35
Località: Milano

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da davidemox » 30 ottobre 2015, 19:27

tartan ha scritto:Ho letto ancora troppi condizionali che in aviazione civile non dovrebbero esistere (altro condizionale)!
A me risulta evidente che c'è chi legifera ma non c'è chi controlla!
Tutto il mondo è paese (leggi Italia).
controlla l'operatore. enac impone la restrizione. si puo dirgli molte cose ma più che questo non puoi fare.
da noi si e' deciso di vietarle completamente fino a che non si e' trovata un idonea soluzione
Davide

Avatar utente
1stAirbus
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1465
Iscritto il: 24 dicembre 2007, 10:31
Località: Liguria

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da 1stAirbus » 31 ottobre 2015, 10:22

Ringrazio tutti coloro che hanno risposto.
Fabio Airbus ha scritto:Del resto al giorno di oggi la problematica è pesante. Ogni passeggero porta con sè almeno una batteria, nel cellulare, poi ci sono quelli con tablet, pc e fotocamera; sarebbe impensabile vietare di salire a bordo con una di queste batterie (perchè perderesti tutti i clienti) ed è altrimenti impensabile che le hostess si mettano a controllare una ad una le batterie ed i relativi certificati.
Il problema non è vietare di salire a bordo con le batterie, l'importante è che non finiscano nella stiva.
Perché una cosa è un principio di incendio nella cappelliera o dentro il mio borsello, un'altra è dentro la stiva...

Posso senz'altro giocarmela di più se la batteria in questione s'incendia nel vano passeggeri (ergo, il divieto dovrebbe essere quello di porle dentro le stive, senza dimenticare che i PC hanno al loro interno le pile a bottone per il BIOS).

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9557
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da tartan » 31 ottobre 2015, 19:18

davidemox ha scritto:
tartan ha scritto:Ho letto ancora troppi condizionali che in aviazione civile non dovrebbero esistere (altro condizionale)!
A me risulta evidente che c'è chi legifera ma non c'è chi controlla!
Tutto il mondo è paese (leggi Italia).
controlla l'operatore. enac impone la restrizione. si puo dirgli molte cose ma più che questo non puoi fare.
da noi si e' deciso di vietarle completamente fino a che non si e' trovata un idonea soluzione
Da noi ENAC controlla l'operatore e va bene, ma quale o quali operatori? E fuoori d'Italia? Chi controlla l'operatore e, soprattutto, come lo controlla? Da noi è vietato. Come si controlla che il divieto venga rispettato?
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5818
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da sigmet » 31 ottobre 2015, 22:19

il discorso fatto qui non fa una piega ma il SIB a mio parere si riferisce più alla problematica dello spegnimento del fuoco più che alla limitazione delle batterie.
mentre in cabina hai un accesso diretto alla batteria e puoi intervenire con un estinguente liquido per abbassarne la temperatura ( il problema non e' spegnerla li per li ma il fatto che si riaccende da sola) in stiva questa possibilita' non ce lhai. da qui la limitazione solo su aerei passeggeri . per il cargo tutto ok salvo la compagnia non ponga altri limiti
La Risk Analysis era relativa ai potenziali di pericolo delle batterie. Le safe barrier sono state invece stabilite in funzione dello stivaggio e del loro eventuale packaging. A tergo posso dire che per esperienza personale queste batterie una volta che si incendiano non e' affatto semplice spegnerle.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
davidemox
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 914
Iscritto il: 8 ottobre 2005, 16:35
Località: Milano

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da davidemox » 1 novembre 2015, 13:27

tartan ha scritto:
davidemox ha scritto:
tartan ha scritto:Ho letto ancora troppi condizionali che in aviazione civile non dovrebbero esistere (altro condizionale)!
A me risulta evidente che c'è chi legifera ma non c'è chi controlla!
Tutto il mondo è paese (leggi Italia).
controlla l'operatore. enac impone la restrizione. si puo dirgli molte cose ma più che questo non puoi fare.
da noi si e' deciso di vietarle completamente fino a che non si e' trovata un idonea soluzione
Da noi ENAC controlla l'operatore e va bene, ma quale o quali operatori? E fuoori d'Italia? Chi controlla l'operatore e, soprattutto, come lo controlla? Da noi è vietato. Come si controlla che il divieto venga rispettato?
con controlli campione. non e' possibile controllare tutto e tutti. le società di Handling sono infomate e creano anche loro una barriera. c'e' il comandante del velivolo che a conoscenza del sib rifiutera' l'imbarco di queste batterie.
al primo posto c'e' lo spedizioniere che trovandosi davanti una limitazione cerchera' una spedizione diversa.
il trasporto di Dangerous goods e' fiducia in un sistema fatto di step di controllo e training.
da quello che posso dire io funziona
Davide

Avatar utente
davidemox
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 914
Iscritto il: 8 ottobre 2005, 16:35
Località: Milano

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da davidemox » 1 novembre 2015, 13:28

sigmet ha scritto:
il discorso fatto qui non fa una piega ma il SIB a mio parere si riferisce più alla problematica dello spegnimento del fuoco più che alla limitazione delle batterie.
mentre in cabina hai un accesso diretto alla batteria e puoi intervenire con un estinguente liquido per abbassarne la temperatura ( il problema non e' spegnerla li per li ma il fatto che si riaccende da sola) in stiva questa possibilita' non ce lhai. da qui la limitazione solo su aerei passeggeri . per il cargo tutto ok salvo la compagnia non ponga altri limiti
La Risk Analysis era relativa ai potenziali di pericolo delle batterie. Le safe barrier sono state invece stabilite in funzione dello stivaggio e del loro eventuale packaging. A tergo posso dire che per esperienza personale queste batterie una volta che si incendiano non e' affatto semplice spegnerle.
hai ragione. ci sono dei video interessanti della caa inglese su come bruciano alcune batterie di un pc portatile. impressionante quanta energia contengono.
Davide

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15473
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da JT8D » 23 febbraio 2016, 22:28

Riguardo il trasporto di batterie al litio:

http://avherald.com/h?article=49460e5c&opt=0

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1973
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da camicius » 29 marzo 2016, 16:11

Just my two cents, mia sorella è andata in Bolivia in spedizione quest'estate. Al checkin è stato ripetutamente chiesto se erano presenti nei bagagli batterie al litio, alla risposta "No" i bagagli sono stati controllati e, trovate delle batterie al piombo, la persona al checkin si è un po' risentita per la presunta bugia (le aveva scambiate per batterie al litio), ma, fatto notare che erano al piombo il bagaglio è stato imbarcato senza problemi.

Di contro a me, in viaggio verso gli USA non hanno chiesto nulla.

Questo per dire che il problema è abbastanza sentito, ma probabilmente lasciato all'"occhio" di chi sta al banco. Evidentemente io con una normale valigia non davo nell'occhio, mia sorella e i suoi amici con borsoni e bidoni pieni di materiale da alpinismo, sì.

ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
Ayrton
B747-400 First Officer / Ground Instructor
B747-400 First Officer / Ground Instructor
Messaggi: 3623
Iscritto il: 21 novembre 2007, 21:15
Località: Gni Gni Gni

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da Ayrton » 29 marzo 2016, 22:07

io ne porto parecchie....so che è un discorso a parte quello del trasporto cargo....ma se devo dire la verità, ogni volta che sul notoc leggo "batterie al litio" (e a volte ne portiamo centinaia di kg) io mi cago addosso, per usare giri di parole.
Immagine

Ponch
B767 First Officer
B767 First Officer
Messaggi: 5561
Iscritto il: 30 aprile 2005, 18:48
Località: By the sea

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da Ponch » 29 marzo 2016, 22:18

Ayrton ha scritto:io ne porto parecchie....so che è un discorso a parte quello del trasporto cargo....ma se devo dire la verità, ogni volta che sul notoc leggo "batterie al litio" (e a volte ne portiamo centinaia di kg) io mi cago addosso, per usare giri di parole.
Una volta m'hanno messo dry ice a distanza non regolamentare dalle batterie al litio. Aeroplano bloccato..Arispostate i pallets..
Is it light where you are yet?

Avatar utente
Beorn
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1326
Iscritto il: 22 maggio 2005, 23:45
Località: Ichnusa

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da Beorn » 30 marzo 2016, 17:22

Amazon, stop alle consegne di batterie e powerbank in Sicilia, Sardegna e altre località
La limitazione che ha spiacevolmente accolto i cittadini isolani del Belpaese fa riferimento alle nuove direttive ICAO (Organizzazione internazionale dell'aviazione civile) che bandiscono le spedizioni di batterie al litio, che prima venivano notoriamente concesse, nelle stive degli aerei passeggeri. Le batterie possono essere caricate invece sugli aerei full freight, anche se con qualche limitazione: devono aver superato i test specifici UB38.3 T1-T8, e non devono superare il 30% come valore di carica residua.
http://www.hwupgrade.it/news/web/amazon ... 61818.html
Gio'
-------------

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15473
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da JT8D » 21 marzo 2017, 16:34

"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
87Nemesis87
FL 150
FL 150
Messaggi: 1960
Iscritto il: 9 maggio 2008, 14:51
Località: Somewhere over the rainbow...

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da 87Nemesis87 » 24 marzo 2017, 22:26

JT8D ha scritto:http://avherald.com/h?article=4a67fce7&opt=0

"This order thus puts all flights out of those countries/airports destined for the USA or UK at substantial risk of an inflight cargo fire in case of a thermal runaway of Lithium batteries assembled into such devices, that can no longer be contained due to lack of inflight access to cargo holds. At the same time this order does not reduce/mitigate any risk of such an explosive device detonate in flight by various means like time or barometric detonator, remote control or others - but again lack of inflight access to the cargo hold to contain the consequences of such an event could prevent a safe outcome"

esattamente quello che pensavo...
...a mio parere non ci vedo nulla di logico in questa direttiva... :|
...finalmente laureato!!!

...ATPL: Completato!!
-- MEP, SEP, IR, CPL, MCC --
-- CRJ-100/900 Type Rated --
-- B737-300/900/MAX Type Rated --

anonymous12345

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da anonymous12345 » 24 marzo 2017, 22:38

Tranquilli, al primo aereo che atterra con una bella scia di fuoco dal portellone della stiva la ritirano..

Avatar utente
Misha
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 537
Iscritto il: 13 novembre 2016, 22:25
Località: Milano

Batterie agli ioni di litio

Messaggio da Misha » 25 marzo 2017, 9:33

Ayrton ha scritto:io ne porto parecchie....so che è un discorso a parte quello del trasporto cargo....ma se devo dire la verità, ogni volta che sul notoc leggo "batterie al litio" (e a volte ne portiamo centinaia di kg) io mi cago addosso, per usare giri di parole.
Chiedo scusa in anticipo per le domande sicuramente stupide... Ma tutti i problemi del caso (in ipotesi, appunto, di mero trasporto) non potrebbero essere risolti trasportando la batteria scarica?
I sistemi ausiliari di bordo di un aereo non sono anch'essi alimentati, comunque, con batterie al litio?
E guarda che in fondo non conta dov'è che tira il vento, ma ciò che porta.
Che se porta bene, ti porta lontano, come una canzone, lontano come un aeroplano.

anonymous12345

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da anonymous12345 » 25 marzo 2017, 9:50

Il problema credo si che, sostanzialmente, per le batterie trasportate come merce ti devi fidare del produttore che ti dice "si sono scariche"...

L'unico aereo con batterie al litio mi pare sia il 787 infatti ci sono stati casi di incendio...

Avatar utente
Misha
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 537
Iscritto il: 13 novembre 2016, 22:25
Località: Milano

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da Misha » 25 marzo 2017, 10:29

robygun82 ha scritto:Il problema credo si che, sostanzialmente, per le batterie trasportate come merce ti devi fidare del produttore che ti dice "si sono scariche"...
Ok, perfetto...
robygun82 ha scritto: L'unico aereo con batterie al litio mi pare sia il 787 infatti ci sono stati casi di incendio...
Grazie della precisazione, non lo sapevo!
E guarda che in fondo non conta dov'è che tira il vento, ma ciò che porta.
Che se porta bene, ti porta lontano, come una canzone, lontano come un aeroplano.

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6680
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da Lampo 13 » 25 marzo 2017, 11:00

Misha ha scritto:
robygun82 ha scritto:Il problema credo si che, sostanzialmente, per le batterie trasportate come merce ti devi fidare del produttore che ti dice "si sono scariche"...
Ok, perfetto...
robygun82 ha scritto: L'unico aereo con batterie al litio mi pare sia il 787 infatti ci sono stati casi di incendio...
Grazie della precisazione, non lo sapevo!
Le batterie al Litio, che sul 787 gestiscono praticamente tutto, sono state sostituite con nuove batterie fatte con un "Litio diverso", più stabile, e montate in contenitori a prova di esplosione ed incendio.
Almeno così mi è capitato di leggere da qualche parte... qualcuno di voi che sapete tutte queste cose, potete confermare ciò che ho letto?

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15473
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da JT8D » 25 marzo 2017, 20:48

Non gestiscono praticamente tutto, anche sul 787 vi sono impianti tradizionali. E' vero però che il 787 enfatizza molto i sistemi elettrici, in particolare per sostituire dei sistemi che su un velivolo tradizionale sono pneumatici, come ad esempio cabin pressurization, air conditioning, anti ice e starter. Riguardo le modifiche alle batterie, riguardano più livelli: norme di produzione modificate con test aggiuntivi e molto più rigorosi durante la realizzazione della batteria dal fornitore; riduzione della massima carica consentita e innalzamento del livello più basso consentito in scarica; sistema di carica migliorato per realizzare cicli con meno stress sulla batteria durante la carica; isolamento tra le celle e tra le celle e il case migliorato, per isolare l'impatto di un problema verso altre parti della batteria; ventilazione migliorata; nuovo battery case che isola la batteria dalle altre apparecchiature elettroniche nell'equipment bay.

Riguardo la norma emanata dagli U.S. che impone il divieto di trasporto in cabina di apparecchi elettronici più grandi di uno smartphone sui voli provenienti da alcuni aeroporti, obbligando a metterli in stiva, mi associo ai commenti nei post precedenti e a quanto scritto anche da AvHerald: è illogica, pericolosa e inutile. Assurda.

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
SuperMau
FL 450
FL 450
Messaggi: 4630
Iscritto il: 13 agosto 2009, 10:19
Località: Polderbaan, sempre dritto, semaforo, la seconda a destra....

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da SuperMau » 27 marzo 2017, 12:17

Allora vorrei fare un po'di chiarezza, a partire dalle batterie 787.

Come anche detto da Paolo, sono state apportate migliorie alle batterie del 787 ANCHE SE si e'fatta una "modifica' giusto per aggirare la FAA, piuttosto che ridisegnare la batteria dall'inizio come andrebbe fatto.

L'idea iniziale era di avere una batteria molto piccola e molto potente, in comparazione con quella del 777. Le batterie del 777 hanno il contro di essere grosse, pesanti ( > 50 Kg ea), composte da 12 celle cadauna (grosse e costose), che quindi influiscono parecchio sulla manutenzione (diciamo ci vogliono 200.000 USD/anno di manutenzione per 10 aerei), MA CHE PER CONTRO sono anche MOLTO sicure. Sono praticamente corazzate, mai avuto un problema di surriscaldamento.

Quelle 787 sono veramente piccole, mi pare con 20 celle stipate nello spazio la meta'di quelle de 777, con il problema che l'isolante di separazione é di carta velina. Unita al fatto di avere un picco elettrico altissimo, il risultato (incendio) e'inevitabile.

PERSONALMENTE, il nuovo isolante, il nuovo casing e la griglia di ventilazione nella fusoliera apposte come "soluzione" a me piacciono meno di zero.

Riguardo le batterie in stiva, possono essere si, pericolose, ma non comparabili quando un pallet intero caricato in un cargo.
Su un pallet di 500 kg di peso puoi stivare circa 3000 batterie da laptop. Tutte in un spazio MOLTO piccolo. Inevitabile che un corto su una di queste conduca a eventi catastrofici.

ANCHE SE sono d'accordo con quanto detto sopra a livello generale, non penso avere le batterie in stiva possa attivare un evento cosi catastrofico....stiamo parlando di 300 batterie sparse tra i bagagli su un'area relativamente vasta, non comparabile a un pallet carico di batterie.....

Spero possa essere stato di aiuto
CIao
M.
Be'....sono andato un po' in giro...
Immagine

Avatar utente
87Nemesis87
FL 150
FL 150
Messaggi: 1960
Iscritto il: 9 maggio 2008, 14:51
Località: Somewhere over the rainbow...

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da 87Nemesis87 » 27 marzo 2017, 17:02

...intanto c'è chi se ne approfitta per fare un pò di ironia :mrgreen: :mrgreen:

http://www.repubblica.it/esteri/2017/03 ... 161509816/
...finalmente laureato!!!

...ATPL: Completato!!
-- MEP, SEP, IR, CPL, MCC --
-- CRJ-100/900 Type Rated --
-- B737-300/900/MAX Type Rated --

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15473
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Batterie agli ioni di litio

Messaggio da JT8D » 27 marzo 2017, 19:28

SuperMau ha scritto:Allora vorrei fare un po'di chiarezza, a partire dalle batterie 787.

Come anche detto da Paolo, sono state apportate migliorie alle batterie del 787 ANCHE SE si e'fatta una "modifica' giusto per aggirare la FAA, piuttosto che ridisegnare la batteria dall'inizio come andrebbe fatto.

L'idea iniziale era di avere una batteria molto piccola e molto potente, in comparazione con quella del 777. Le batterie del 777 hanno il contro di essere grosse, pesanti ( > 50 Kg ea), composte da 12 celle cadauna (grosse e costose), che quindi influiscono parecchio sulla manutenzione (diciamo ci vogliono 200.000 USD/anno di manutenzione per 10 aerei), MA CHE PER CONTRO sono anche MOLTO sicure. Sono praticamente corazzate, mai avuto un problema di surriscaldamento.

Quelle 787 sono veramente piccole, mi pare con 20 celle stipate nello spazio la meta'di quelle de 777, con il problema che l'isolante di separazione é di carta velina. Unita al fatto di avere un picco elettrico altissimo, il risultato (incendio) e'inevitabile.

PERSONALMENTE, il nuovo isolante, il nuovo casing e la griglia di ventilazione nella fusoliera apposte come "soluzione" a me piacciono meno di zero.
Assolutamente d'accordo con te, anche a me la modifica non è mai piaciuta moltissimo. Diciamo che hanno messo una pezza per arginare il problema, che però sta a monte.
SuperMau ha scritto:Riguardo le batterie in stiva, possono essere si, pericolose, ma non comparabili quando un pallet intero caricato in un cargo.
Su un pallet di 500 kg di peso puoi stivare circa 3000 batterie da laptop. Tutte in un spazio MOLTO piccolo. Inevitabile che un corto su una di queste conduca a eventi catastrofici.

ANCHE SE sono d'accordo con quanto detto sopra a livello generale, non penso avere le batterie in stiva possa attivare un evento cosi catastrofico....stiamo parlando di 300 batterie sparse tra i bagagli su un'area relativamente vasta, non comparabile a un pallet carico di batterie.....

Spero possa essere stato di aiuto
CIao
M.
Assolutamente, su un cargo che carica un pallet pieno di batterie al litio il problema è molto molto maggiore. Però ritengo inutile e paranoica questa norma, se vogliono buttar giù un aereo lo fanno ugualmente, non si fa prevenzione anti-terrorismo con queste iniziative a mio parere. E mi trova in disaccordo il fatto che si introduca un più o meno grande fattore di rischio per una norma assolutamente inutile. Se almeno servisse a qualcosa...

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Rispondi