A320 Eurofy Da Sharm

Area dedicata alla discussione di argomenti di aviazione legati alle operazioni di volo. Collaborano: Aurum (Comandante MD-80 Alitalia); Davymax (Comandante B737); Airbusfamilydriver (Primo Ufficiale A320 Family); Tiennetti (Comandante A320 Family); Flyingbrandon (Primo Ufficiale A320 Family); Tartan (Aircraft Performance Supervisor); Ayrton (Primo Ufficiale B747-400 - Ground Instructor); mermaid (Agente di Rampa AUA); Ponch (Primo Ufficiale B767)

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
silvernik1
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 237
Iscritto il: 16 settembre 2005, 18:46
Località: LIML MILANO

A320 Eurofy Da Sharm

Messaggio da silvernik1 » 19 marzo 2006, 16:30

Ciao a tutti!Sono Nicolò,un grande appassionato di volo,purtroppo non lavoro nell'ambiente ma mi piacerebbe fare il tecnico di terra(sono perito aeronautico).Volevo esporre quanto mi è successo lo scorso 26 febbraio all'aeroporto di Sharm el Sheik su un A320 Eurofly.L'imbarco è avvenuto alle ore 15.10 e sembrava tutto ok,il comandante ha dato l'ordine di armare gli scivoli e poi..più niente per 20 minuti.alle 1530 il comandante comunica che c'è un problema al veicolo che riforniva l' a/c di acqua potabile,praticamente si era rotto e non si riusciva a spostare e che avrebbe dovuto arrivare il carro attrezzi.Intanto all'interno dell'aereo la temperatura era salita non di poco..ci saranno stati 40 gradi infatti io mi e altri passeggeri ci siamo tolti la maglietta(non le donne purtroppo).Alle 1550 circa la situazione era quasi insostenibile faceva un caldo assurdo e due persone hanno avuto un malore,dopo varie proteste con l'equipaggio(ovviamente privo di colpa)il comandante comunica che era impossibilitato ad aprie il portellone perchè c'erano gli scivoli armati e bisognava chiedere l'autorizzazione ad aprire il portellone e ci chiedeva quindi di pazientare ancora pochi minuti.Verso le 16.10 un altra persona ha avuto un malore e il comandante dopo vari solleciti ha acceso l'aria condizionata e i motori(credo che sia come per la macchina se non si accende il motore l'aria condizionata non va).Dopo una 10di minuti con aria condizionata accesa e motori spenti si spegne tutto di botto,e il comandante comunica che è saltato il generatore a causa dell'aria condizionata accesa,quindi..altri 20 minuti in attesa e il caldo ricomincia a picchiare duro..altri 2 malori e niente..sempre chiusi dentro come sardine in scatola..finalmente alle 1645 si accendono i motori,la temperatura torna normale e si comincia il rullaggio.Quello che vi volevo chiedere è..voi piloti come vi sareste comportati in uesta situazione,ha fatto bene il comandante eurofly a non aprire il portellone nonostante i malori dei passeggeri,ci sono procedure particolari da seguire??poi 'ultima cosa...che probabilmente avranno già chiesto in 1000 e me ne scuso,perchè in atterraggio,anche di notte si spengono le luci della cabina passeggri???ah,un ultima cosa,in atterraggio a malpensa il comandante non ha usato i reverse,ogni volta che ho volato vengono sempre usati in atterraggio..!vi ringrazio in anticipo per le risposte e scusate la lunghezza

Francesco
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 14
Iscritto il: 19 marzo 2006, 13:03

Re: A320 Eurofy Da Sharm

Messaggio da Francesco » 19 marzo 2006, 16:47

Ciao!

io non ne so` niente, ma se fosse capitato a me, di sicuro avrei esposto un reclamo. E` assurdo!

Lascio la parola agli esperti...

tino92

Re: A320 Eurofy Da Sharm

Messaggio da tino92 » 19 marzo 2006, 16:55

Concordo assistente

Avatar utente
silvernik1
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 237
Iscritto il: 16 settembre 2005, 18:46
Località: LIML MILANO

Re: A320 Eurofy Da Sharm

Messaggio da silvernik1 » 19 marzo 2006, 17:00

ma il guasto non era all'A/C al'inizio,si era guastato il veicolo che riforniva l'a/c e si era bloccato probabilmente in un punto che non permetteva all'aereo di muoversi e di mettere in moto,e non riuscivano a spostarlo neanche con il carro attrezzi.Infatti probabilmente ho confuso APU con l'avvio dei motori x quanto riguarda l'aria condizionata!Il guasto al generatore è avvenuto dopo aver lasciato l'aria condizionata accesa x una decina di minuti(almeno questo è quanto ha detto il comandante almeno per tenerci buoni).Beh fuori c'erano un 25 gradi..però sai sotto il sole dentro un aereo sigillato...non è il max,magari aprendo il portellone girava un po l'aria!!boh...però magari bisogna chiedere autorizzazioni o cose del genere,anche se mi sembra strano che non si potesse proprio aprire anche visti i malori!!illuminatemi :-)

Francesco
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 14
Iscritto il: 19 marzo 2006, 13:03

Re: A320 Eurofy Da Sharm

Messaggio da Francesco » 19 marzo 2006, 17:13

Non credo che il problema si risolveva aprendo i portelloni, ma facendo scendere i passegeri dall'aereo visto che c'erano persone che si sentivano male. Il buon senso...

tino92

Re: A320 Eurofy Da Sharm

Messaggio da tino92 » 19 marzo 2006, 17:14

ovviamente 8)

Avatar utente
atene77
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 691
Iscritto il: 19 settembre 2005, 10:53
Località: Melzo MI

Re: A320 Eurofy Da Sharm

Messaggio da atene77 » 19 marzo 2006, 18:00

per il fatto dei reverse, capita a seconda del peso dell A/M, lunghezza pista..carico a bordo..e altri vari fattori di non usarli...laddove se ne puo' fare a meno

a Fiumicino con il fantasticobestione della Livingston A330, siamo atterrati senza l'uso dei reverse

per le luci che vengono spente: credo se non ricordo male, non solo all'atterraggio, ma anche al decollo, perche' si concentra tutta l'energia possibile nei motori, in caso di emergenza per una riattaccata....


ai piu' esperti..le correzioni... :roll: ma credo dai...che ci siamo...come risposta... :lol: :D
I-LOVE I-DAWS I-DAWW

Avatar utente
Roberto Caps
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 74
Iscritto il: 14 febbraio 2006, 11:36

Re: A320 Eurofy Da Sharm

Messaggio da Roberto Caps » 19 marzo 2006, 18:17

Scusate ma l’apu era sicuramente acceso, in sua assenza e con i motori accesi non ci sarebbe stata l’alimentazione elettrica a bordo. L’apu, spero di non sbagliare, alimenta solo il ricircolo dell’aria, ma il compressore del condizionatore viene attivato dai motori. Io presumo che il comandante non potesse accendere i motori a causa del personale che stava lavorando nei pressi dell’aeromobile, per motivi di sicurezza. Poi l’accezione dei motori si può effettuare solo con l’autorizzazione della torre.
Secondo me il comandante in quel caso doveva far scendere i passeggeri per precauzione

Avatar utente
Galaxy
FL 400
FL 400
Messaggi: 4448
Iscritto il: 9 maggio 2005, 21:38
Località: Torino

Re: A320 Eurofy Da Sharm

Messaggio da Galaxy » 19 marzo 2006, 18:26

Il sistema di condizionamento funziona con il solo funzionamento dell'APU :wink:
atene77 ha scritto:per il fatto dei reverse, capita a seconda del peso dell A/M, lunghezza pista..carico a bordo..e altri vari fattori di non usarli...laddove se ne puo' fare a meno

a Fiumicino con il fantasticobestione della Livingston A330, siamo atterrati senza l'uso dei reverse

per le luci che vengono spente: credo se non ricordo male, non solo all'atterraggio, ma anche al decollo, perche' si concentra tutta l'energia possibile nei motori, in caso di emergenza per una riattaccata....


ai piu' esperti..le correzioni... :roll: ma credo dai...che ci siamo...come risposta... :lol: :D
Avevo chiesto anch'io la stessa cosa tempo fa (mooolto tempo fa :P ) e la risposta era stata: "Oltre al risparmio di energia questa procedura serve a richiamare l'attenzione dei passeggeri sui segnali luminosi di emergenza in caso di emergenza (scusate la ripetizione :D ).

Ciao
Federico
Federico
Immagine
Immagine

Avatar utente
giano1968
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 378
Iscritto il: 24 agosto 2005, 10:07
Località: CPT

Re: A320 Eurofy Da Sharm

Messaggio da giano1968 » 19 marzo 2006, 19:07

Galaxy ha scritto:Il sistema di condizionamento funziona con il solo funzionamento dell'APU :wink:
atene77 ha scritto:per il fatto dei reverse, capita a seconda del peso dell A/M, lunghezza pista..carico a bordo..e altri vari fattori di non usarli...laddove se ne puo' fare a meno

a Fiumicino con il fantasticobestione della Livingston A330, siamo atterrati senza l'uso dei reverse

per le luci che vengono spente: credo se non ricordo male, non solo all'atterraggio, ma anche al decollo, perche' si concentra tutta l'energia possibile nei motori, in caso di emergenza per una riattaccata....


ai piu' esperti..le correzioni... :roll: ma credo dai...che ci siamo...come risposta... :lol: :D
Avevo chiesto anch'io la stessa cosa tempo fa (mooolto tempo fa :P ) e la risposta era stata: "Oltre al risparmio di energia questa procedura serve a richiamare l'attenzione dei passeggeri sui segnali luminosi di emergenza in caso di emergenza (scusate la ripetizione :D ).

Ciao
Federico
allora: mettiamo un pò d'ordine alle idee:
  • discorso reverse: a MXP come del resto in tutti gli aeroporti ci sono precise normative antirumore che impongono determinate SID e STAR nelle ore notturne, determinate riduzioni di potenza dopo il decollo. in pratica da TOGA o TOFLEX o quello che volete a CLIMB thrust quanto prima, generalmente a 1500 ft AGL e uso dei REVERSE in IDLE o addirittura niente se le condizioni dell'aeromobile, e quindi del peso e della sufficiente lunghezza della pista lo consentono.
discorso AC acceso: mi sembra sia stato già esaurientemente visto: l'accensione dei/dei pack può avvenire quando (nel caso del A320) uno dei 3 generatori fornisce corrente (diciamo così, via) e quindi: motore 1, 2 o APU.
  • discorso luci in atterraggio e decollo: non c'entra veramente nulla il fatto che ai motori và meno potenza. NOn è certo quel modesto assorbimento che fa la differenza. è dovuto solo ad una ragione: in caso di evacuazione forzata il fatto di averer le luci in cabina pax spente, aumenta la situational awarness, cioè la consapevolezza situazionale: la pupilla è già adattata alla visione notturna e qualora il pax dovesse uscire sugli scivoli, vedrebbe molto meglio che non provenendo da un ambiente fortemente illuminato, contrastante col buio esterno.

Avatar utente
silvernik1
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 237
Iscritto il: 16 settembre 2005, 18:46
Località: LIML MILANO

Re: A320 Eurofy Da Sharm

Messaggio da silvernik1 » 19 marzo 2006, 22:36

Grazie a tutti-..chiarito il non uso dei reverse e lo spegnimento delle luci,rimane invece x me un mistero quello che ha detto il comandante riguardo l'impossibilità di aprire il portellone!Ripeto che era già stato dato l'ordine agli assistenti di volo di armare gli scivoli quindi la situazione era:Portellone chiuso con scivoli armati,Intanto sotto l'aereo un veicolo pompava all'inerno dell aereo acqua potabile,si rompe questo veicolo e non si riesce a spostare quindi..rimaniamo 1 ora e 30 minuti al caldo torrido e il comandante dice di non poter aprire il portellone(come chiedevano alcuni passeggeri)perchè gli scivoli erano armati e x aprire il portellone serviva un autorizzazione dalla torre.Secondo me l'ha detto solo xchè pensava di poter mettere in moto molto presto e quindi per farci stare tranquilli.Non ho mai sentito di autorizzazioni per aprire il portellone,o magari l'armare gli scivoli porta via molto tempo..boh!Ci sono stati malori lievi...niente di grave,ma se qualcuno fosse stato male sul serio..che sarebbe successo??Se è una procedura precisa non aprire il portello è ok..sennò l'altra spiegazione è un comandante masochista(Al caldo ci stava pure lui credo).

Avatar utente
SRD019_G.Luca
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 72
Iscritto il: 26 dicembre 2004, 11:17
Località: LIEE
Contatta:

Re: A320 Eurofy Da Sharm

Messaggio da SRD019_G.Luca » 20 marzo 2006, 0:15

Magari avevano i finestrini del cockpit spalancati

Avatar utente
elarghi
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 202
Iscritto il: 17 marzo 2006, 18:11

Re: A320 Eurofy Da Sharm

Messaggio da elarghi » 20 marzo 2006, 10:01

silvernik1 ha scritto:Grazie a tutti-..chiarito il non uso dei reverse e lo spegnimento delle luci,rimane invece x me un mistero quello che ha detto il comandante riguardo l'impossibilità di aprire il portellone!Ripeto che era già stato dato l'ordine agli assistenti di volo di armare gli scivoli quindi la situazione era:Portellone chiuso con scivoli armati,Intanto sotto l'aereo un veicolo pompava all'inerno dell aereo acqua potabile,si rompe questo veicolo e non si riesce a spostare quindi..rimaniamo 1 ora e 30 minuti al caldo torrido e il comandante dice di non poter aprire il portellone(come chiedevano alcuni passeggeri)perchè gli scivoli erano armati e x aprire il portellone serviva un autorizzazione dalla torre.Secondo me l'ha detto solo xchè pensava di poter mettere in moto molto presto e quindi per farci stare tranquilli.Non ho mai sentito di autorizzazioni per aprire il portellone,o magari l'armare gli scivoli porta via molto tempo..boh!Ci sono stati malori lievi...niente di grave,ma se qualcuno fosse stato male sul serio..che sarebbe successo??Se è una procedura precisa non aprire il portello è ok..sennò l'altra spiegazione è un comandante masochista(Al caldo ci stava pure lui credo).
Ciao,
è vero che con l'APU accesa l'impianto di condizionamento funziona ma con delle limitazioni. Tale impianto è formato da due "pacchi", cioè due scambiatori di calore. Purtroppo l'APU può alimentare solo uno dei due pacchi...o meglio, si può accendere anche il secondo ma dopo pochi minuti il sistema "collassa".
l'APU è troppo "piccola" per condizionare 180 persone.

Salutoni
Enrico

Echo
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 322
Iscritto il: 25 novembre 2005, 14:42

Re: A320 Eurofy Da Sharm

Messaggio da Echo » 21 marzo 2006, 12:34

Roberto Caps ha scritto:Poi l’accezione dei motori si può effettuare solo con l’autorizzazione della torre.
A parte questo caso dove evidentemente non era possibile acendere i motori a causa del movimento di personale e mezzi intorno all'aereo... sinceramente... se il pilota chiamasse la torre dicendo "Io accendo i motori." penso che la torre gli possa solo che rispondere "Roger". Tanto la benza la paga la compagnia!

Avatar utente
silvernik1
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 237
Iscritto il: 16 settembre 2005, 18:46
Località: LIML MILANO

Re: A320 Eurofy Da Sharm

Messaggio da silvernik1 » 21 marzo 2006, 13:06

grazie a tutti..vedo comunque che qusi nessuno mi ha dato una risposta sicura..:-) attendo quindi il parere di un pilota reale tipo myomo o boh..altri!!!!

Avatar utente
Beorn
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1326
Iscritto il: 22 maggio 2005, 23:45
Località: Ichnusa

Re: A320 Eurofy Da Sharm

Messaggio da Beorn » 21 marzo 2006, 13:14

Echo ha scritto:[sinceramente... se il pilota chiamasse la torre dicendo "Io accendo i motori." penso che la torre gli possa solo che rispondere "Roger". Tanto la benza la paga la compagnia!
Dubito assai che un pilota possa avviare i motori senza l'autorizzazione della torre di controllo...

Echo
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 322
Iscritto il: 25 novembre 2005, 14:42

Re: A320 Eurofy Da Sharm

Messaggio da Echo » 21 marzo 2006, 13:50

Le comunicazioni T/B/T sono registrate... il controllore non ha approvato la messa in moto, il pilota risponde "io metto in moto lo stesso"! Di certo lo fa solo se in grado di non creare danni a cose o persone nelle vicinanze... ma mi sembra che così il pilota si assuma tutta la responsabilità delle sue azioni, e dopo sarà la compagnia a chiedergli spiegazioni.
Non me lo vedo il controllore a scendere dalla torre e correre dal pilota col fischietto e la palettina per bloccarlo!!
Al massimo verrà scritto un rapporto:
"A seguito della negata richiesta di messa in moto del volo xxx alle ore xx:xx il pilota decide di avviare i motori alle ore xx:xx sotto la sua piena responsabilità. Il pilota era stato precedentemente messo a conoscenza del suo previsto ritardo di xx min rispetto l'EOBT programmato"
Ma voglio vedere come un controllore con solo una radio a disposizione può fermare un pilota dal fare qualcosa che ha deciso di fare.
Faccio alcuni esempi: rullare senza follow-me se prevista, prendere raccordi diversi di come si era stati istruiti, non rispettare i limiti di velocità in rullaggio, non dare le precedenze corrette a terra... il controllore può solo fare un rapporto, poi chi di dovere indagherà, ma intanto il pilota ha fatto quello che riteneva di dover fare, prendendosi la piena responsabilità delle sue azioni e mettendo a rischio tutto e tutti.

Avatar utente
pippo682
FL 450
FL 450
Messaggi: 4572
Iscritto il: 21 ottobre 2005, 16:25
Località: Padova (LIPU)
Contatta:

Re: A320 Eurofy Da Sharm

Messaggio da pippo682 » 21 marzo 2006, 14:05

Echo ha scritto:ma intanto il pilota ha fatto quello che riteneva di dover fare, prendendosi la piena responsabilità delle sue azioni e mettendo a rischio tutto e tutti.
...o magari salvando tutto e tutti :wink:

Echo
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 322
Iscritto il: 25 novembre 2005, 14:42

Re: A320 Eurofy Da Sharm

Messaggio da Echo » 21 marzo 2006, 15:17

Bhè insomma... se il pilota è istruito a dare una precedenza e non la dà, rulla senza follow-me, non rispetta i limiti ecc... non sta facendo nulla per salvare i tutto e tutti...

Ghost
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 191
Iscritto il: 25 settembre 2005, 16:08

Re: A320 Eurofy Da Sharm

Messaggio da Ghost » 21 marzo 2006, 15:55

Echo ha scritto:Faccio alcuni esempi: rullare senza follow-me se prevista, prendere raccordi diversi di come si era stati istruiti, non rispettare i limiti di velocità in rullaggio, non dare le precedenze corrette a terra... il controllore può solo fare un rapporto, poi chi di dovere indagherà, ma intanto il pilota ha fatto quello che riteneva di dover fare, prendendosi la piena responsabilità delle sue azioni e mettendo a rischio tutto e tutti.
Sante parole... non so proprio come farebbero quei poveri mentecatti di piloti senza voi saggi e previdenti controllori...

Avatar utente
silvernik1
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 237
Iscritto il: 16 settembre 2005, 18:46
Località: LIML MILANO

Re: A320 Eurofy Da Sharm

Messaggio da silvernik1 » 21 marzo 2006, 18:32

beh chiaro che il pilota non possa tranquillamente fare quello che vuole!!!Ma la mia domanda riguardava il fatto di non poter aprire il portellone nonostante le ripetute lamentele e i malori al bordo dell aereo dopo 1 ora e 30 sigillati li dentro....il pilota si è giustificato dicendo di non poter aprire il portellone perchè ci vuole l'autorizzazione della torre e xchè gli scivoli erano armati!Secondo me l'ha deto solo x farci stare tranquili xchè pensava di poter partitre a breve..però magari ci sono procedure precise da seguire anche se alcuni passeggeri si sentono male,come ripeto però,nessuno ha avuto malori gravi..ma se qualcuno fosse stato male sul serio il pilota come giustificava il fatto di non aver aperto il portellone????nessuno lo sa??:-)ormai sono curiosissimo su questa cosa!!!:-)scusate!!

Echo
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 322
Iscritto il: 25 novembre 2005, 14:42

Re: A320 Eurofy Da Sharm

Messaggio da Echo » 21 marzo 2006, 19:24

Ghost ha scritto: Sante parole... non so proprio come farebbero quei poveri mentecatti di piloti senza voi saggi e previdenti controllori...
Noto nella tua frase una vena ironica...
Ci tengo a precisare che non ho offeso nessuno... ho semplicemente fatto capire che dall'alto di una torre sì si danno istruzioni, ma che alla fine il pilota "pilota" l'aereo... e per quanto riguarda quelli che da su "controllano"... tra i loro compiti non è previsto quello di indagine e accertamento. Da "lassù" si eroga un servizio il cui scopo è la sicurezza... di tutti.

Avatar utente
silvernik1
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 237
Iscritto il: 16 settembre 2005, 18:46
Località: LIML MILANO

Re: A320 Eurofy Da Sharm

Messaggio da silvernik1 » 25 marzo 2006, 14:13

Grazie mille Eretiko,fammi sapere se riesci a sapere qualcosa su quelle procedure!!!comunque..avete bisogno di qualche tecnico di terra???Vorrei sapere come si fa x diventarlo..magari se mi lasci la mail te lo chiedo li sennò andiamo ot.grazie

Avatar utente
N176CM
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 5247
Iscritto il: 9 settembre 2005, 13:02
Località: Milano

Re: A320 Eurofy Da Sharm

Messaggio da N176CM » 27 marzo 2006, 10:11

Non so se sto dicendo una stupidaggine, ma credo che in un volo internazionale, una volta chiusi i portelli di un aereo italiano quello è territorio dello Stato italiano e non più territorio dello stato egiziano (nel caso di Sharm), quindi un eventuale successivo sbarco dei passeggeri credo avrebbe dovuto comportare nuovi controlli sull'identità dei passeggeri e credo anche doganali, soprattutto se i passeggeri avessero lasciato la zona imbarchi (non conosco l'aeroporto di Sharm e non so come sia strutturato). Inoltre, credo che aprire i portelli comporti la necessità di ricompilare la lista passeggeri e riverificare la corrispondenza numerica tra lista passeggeri e persone a bordo (quello che gli AA/VV fanno quando contano i passeggeri a bordo). Ovviamente rifare queste procedure avrebbe comportato ulteriori ritardi e (non sono sicuro) aggravi di costi per la compagnia in termini di diritti aeroportuali.

Non so se quello che ho detto è corretto al 100% quindi attendo correzioni!!

arca320
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 21
Iscritto il: 9 febbraio 2006, 2:34

Re: A320 Eurofy Da Sharm

Messaggio da arca320 » 27 marzo 2006, 12:05

Concordo con Eretiko.. saluti

Avatar utente
marioslo
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 111
Iscritto il: 2 marzo 2006, 14:16
Località: LICC

Re: A320 Eurofy Da Sharm

Messaggio da marioslo » 16 novembre 2006, 11:01

atene77 ha scritto: per il fatto dei reverse, capita a seconda del peso dell A/M, lunghezza pista..carico a bordo..e altri vari fattori di non usarli...laddove se ne puo' fare a meno

a Fiumicino con il fantasticobestione della Livingston A330, siamo atterrati senza l'uso dei reverse

per le luci che vengono spente: credo se non ricordo male, non solo all'atterraggio, ma anche al decollo, perche' si concentra tutta l'energia possibile nei motori, in caso di emergenza per una riattaccata....


ai piu' esperti..le correzioni... :roll: ma credo dai...che ci siamo...come risposta... :lol: :D
ehm... no! le luci si spengono (si attenuano in realtà) perchè in caso di emergenza si fa prima a vedere le condizioni esterne se si guarda dalla penombra al buio anzichè dalla luce al buio. Questo perchè l'occhio ha bisogno di un determinato tempo per abituarsi al cambio di luce. E' lo stesso motivo per cui di notte in cockpit stanno quasi al buio.

Rispondi