L'A350 riuscirà contrastare il Dreamliner ?

Postate qui le vostre discussioni inerenti l'Industria Aeronautica, dall'aviazione commerciale (Boeing, Airbus, Bombardier, Antonov...) all'aviazione generale (Cessna, Piper, Beechcraft...) senza dimenticare gli elicotteri

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
Rob74
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 750
Iscritto il: 4 dicembre 2006, 20:03
Località: Modena

L'A350 riuscirà contrastare il Dreamliner ?

Messaggio da Rob74 » 6 maggio 2007, 18:19

Non è una domanda retorica il successo del 787 non si discute, mi chiedevo se l'A350 riuscirà a prendersi una buona fetta di mercato. Ho letto che anche Us Airwais e Qatar hanno acquistato un pò a sorpresa il Dreamliner.

Avatar utente
dc10viasa
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 440
Iscritto il: 19 luglio 2006, 7:01
Località: Torino

Messaggio da dc10viasa » 6 maggio 2007, 18:36

Che il B787 sarà un successo è tutto da dimostrarsi, perchè ancora non è stato nemmeno costruito.
Detesto fare considerazioni virtuali su oggetti ancora virtuali.

Va da se che in ogni caso che entrambi gli aeromobili non aggiungano cose sostanzialmente diverse al modo di volare di ora.
Questo almeno a quel che so di entrambi i progetti.
Una sigaretta è il prototipo perfetto di un perfetto piacere. E' squisita e lascia insoddisfatti. Che cosa si può volere di più? (Oscar Wilde)

Avatar utente
Ale - AeroDream Design
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 323
Iscritto il: 29 dicembre 2005, 23:02
Località: a ridosso di LIPA

Re: L'A350 riuscirà contrastare il Dreamliner ?

Messaggio da Ale - AeroDream Design » 6 maggio 2007, 19:34

Rob74 ha scritto:Non è una domanda retorica il successo del 787 non si discute, mi chiedevo se l'A350 riuscirà a prendersi una buona fetta di mercato. Ho letto che anche Us Airwais e Qatar hanno acquistato un pò a sorpresa il Dreamliner.
L'A350 prima versione doveva contrastare il 787, il 350XWB diventa più un pari classe del 777-200ER, quindi un'aereo più grande rispetto al Dreamliner, la competizione per certi versi c'è ma limitata al 787-10 (che non è ancora stato lanciato). Con molta probabilità le vendite del 350XWB vedranno un'aumento nei prossimi anni, quando i primi 777 dovranno essere sostituiti.
dc10viasa ha scritto:Che il B787 sarà un successo è tutto da dimostrarsi, perchè ancora non è stato nemmeno costruito.
Detesto fare considerazioni virtuali su oggetti ancora virtuali.
Avendo più di 500 ordini ancor prima dell'entrata in servizio evidentemente ha soddisfatto già in fase progettuale i requisiti che molte compagnie aeree richiedono. Ha battuto ogni record di vendita nella storia dell'aviazione commerciale e le ragioni ci sono.
Il roll-out avverrà il 7 luglio, le sezioni di fusoliera son prodotte e in attesa di essere assemblate.
Per la maggior parte della gente il cielo è il limite.
Per coloro che amano l'aviazione il cielo è la casa.

Simone2007
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 11
Iscritto il: 3 maggio 2007, 10:53

Messaggio da Simone2007 » 6 maggio 2007, 19:43

dc10viasa ha scritto: Va da se che in ogni caso che entrambi gli aeromobili non aggiungano cose sostanzialmente diverse al modo di volare di ora.
Beh... per chi vola magari no, ma come progetti sono entrambi rivoluzionari, essendo i primi aerei civili ad avere la fusoliera in compositi...

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Messaggio da FAS » 8 maggio 2007, 7:17

dc10viasa ha scritto: Va da se che in ogni caso che entrambi gli aeromobili non aggiungano cose sostanzialmente diverse al modo di volare di ora.
Questo almeno a quel che so di entrambi i progetti.

se non parliamo del sistema FBW airbus!!!

Comunque vorrei attirare la vostra attenzione sulla questione reparabilitá della struttura primaria in materiali CFK...non vi é storia dell'arte ...."the Airline/customer will be very happy about it"

!!io sono a favore delle strutture in metallo 2024T3!!
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Messaggio da FAS » 8 maggio 2007, 7:19

Simone2007 ha scritto:
dc10viasa ha scritto: Va da se che in ogni caso che entrambi gli aeromobili non aggiungano cose sostanzialmente diverse al modo di volare di ora.
Beh... per chi vola magari no, ma come progetti sono entrambi rivoluzionari, essendo i primi aerei civili ad avere la fusoliera in compositi...
il 350XWB utilizzerá parti metalliche e parti in glare (52 % della intera struttura primaria) del tipo HT fibers (high tenacity or strength).

Airbus adotterá la composite hybrid fuselage.
vuol dire che la fusoliera del XWB verrá costruita con multi-panel design contro la filosofia della concorrenza che ha un barrel design (sezioni full composite fuselage).

I vantaggi sono subito chiari se si pensa agli in service problem dei liner
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

Avatar utente
super33
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 373
Iscritto il: 7 novembre 2006, 16:27
Località: Roma

Messaggio da super33 » 8 maggio 2007, 14:56

FAS ha scritto:...

!!io sono a favore delle strutture in metallo 2024T3!!
Quello che si dice un innovatore :!:

:lol:

Avatar utente
super33
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 373
Iscritto il: 7 novembre 2006, 16:27
Località: Roma

Messaggio da super33 » 8 maggio 2007, 15:06

FAS ha scritto:
Comunque vorrei attirare la vostra attenzione sulla questione reparabilitá della struttura primaria in materiali CFK...non vi é storia dell'arte ...."the Airline/customer will be very happy about it"
Io ho letto anche delle perplessità per quanto riguarda eventuali incidenti: le strutture in composito rilasciano all'impatto dei "microaghi" che possono essere inalati e risultare estremamente nocivi per superstiti e soccorritori.
E pure le temperature sviluppate nella combustione diventano molto più elevate e richiedono mezzi di soccorso con capacità elevate di estinzione.

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Messaggio da FAS » 8 maggio 2007, 15:16

super33 ha scritto:
FAS ha scritto:
Comunque vorrei attirare la vostra attenzione sulla questione reparabilitá della struttura primaria in materiali CFK...non vi é storia dell'arte ...."the Airline/customer will be very happy about it"
Io ho letto anche delle perplessità per quanto riguarda eventuali incidenti: le strutture in composito rilasciano all'impatto dei "microaghi" che possono essere inalati e risultare estremamente nocivi per superstiti e soccorritori.
E pure le temperature sviluppate nella combustione diventano molto più elevate e richiedono mezzi di soccorso con capacità elevate di estinzione.

infatti! vallo a spiegare ai manager delle compagnie aeree...

vogliono innovazione, riduzione di peso e non sanno distinuguere un aereo da una motcicletta
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

Avatar utente
super33
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 373
Iscritto il: 7 novembre 2006, 16:27
Località: Roma

Messaggio da super33 » 8 maggio 2007, 15:23

FAS ha scritto:

infatti! vallo a spiegare ai manager delle compagnie aeree...

vogliono innovazione, riduzione di peso e non sanno distinuguere un aereo da una motcicletta
Beh... non tutti sanno che uno dei requisiti espressi dalle compagnie aeree è la dimensione dei galley: devono poter vendere merce a bordo!

marcopolo
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 235
Iscritto il: 28 agosto 2006, 18:34
Località: Treviso

Messaggio da marcopolo » 8 maggio 2007, 19:29

Difficile prevedere quale sarà il comportamento di queste strutture in caso di incidente, bisognerebbe lavorare alla Boeing per conoscere quali contromisure abbiano adottato. Credo che purtroppo si scopriranno solo tramite gli incidenti stessi o delle simulazioni.
Altro aspetto impostante, se non sbaglio, sarà il problema dello smaltimento di questi aeromobili a fine carriera.
Ultima modifica di marcopolo il 9 maggio 2007, 22:42, modificato 3 volte in totale.
Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare. (Friedrich Nietzsche)

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Messaggio da FAS » 9 maggio 2007, 6:02

marcopolo ha scritto:Difficile prevedere quale sarà il comportamento di queste strutture in caso di incidente, bisognerebbe lavorare alla Boeing per conoscere quali contromisure bbiano adottato. Credo che purtroppo si scopriranno solo tramite gli incidenti stessi o delle simulazioni.
Altro aspetto impostante, se non sbaglio, sarà il problema dello smaltimento di questi aeromobili a fine carriera.
i materiali hanno stesse caratteristiche e comportamenti indipendentemente dal costruttore che li utilizza: Airbus, Boeing, Embraer, ect ect

le varianti delle soluzioni strutturali fanno una differenza trascurabile
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

marcopolo
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 235
Iscritto il: 28 agosto 2006, 18:34
Località: Treviso

Messaggio da marcopolo » 9 maggio 2007, 20:36

FAS ha scritto:
marcopolo ha scritto:Difficile prevedere quale sarà il comportamento di queste strutture in caso di incidente, bisognerebbe lavorare alla Boeing per conoscere quali contromisure bbiano adottato. Credo che purtroppo si scopriranno solo tramite gli incidenti stessi o delle simulazioni.
Altro aspetto impostante, se non sbaglio, sarà il problema dello smaltimento di questi aeromobili a fine carriera.
i materiali hanno stesse caratteristiche e comportamenti indipendentemente dal costruttore che li utilizza: Airbus, Boeing, Embraer, ect ect

le varianti delle soluzioni strutturali fanno una differenza trascurabile
Mi fido ciecamente delle tue conoscenze, ma, quello che intendo è che non credo che si conoscano alla perfezione la composizione del materiale e quindi nemmeno il relativo comportamento. Altrimenti non si spiegherebbero le differenze di opinioni tra i 2 costruttori, in quanto ho notato un "leggera" critica di Airbus a questo progetto.
Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare. (Friedrich Nietzsche)

Avatar utente
Ashaman
FL 400
FL 400
Messaggi: 4197
Iscritto il: 1 agosto 2005, 21:19
Località: N40°54'53.57" E14°49'29.08"

Messaggio da Ashaman » 9 maggio 2007, 22:02

marcopolo ha scritto:Difficile prevedere quale sarà il comportamento di queste strutture in caso di incidente, bisognerebbe lavorare alla Boeing per conoscere quali contromisure bbiano adottato.
Contromisure?

Contromisure per cosa?

La storia insegna che quando i soldi comandano, le contromisure (una cosa costosa per antonomasia) si prendono solo se si è costretti.

C'è qualcuno che sta costringendo la Boeing (o la Airbus se per questo) a prendere contromisure preventive per qualcosa che potrebbe non accadere (o del quale potrebbero non accorgersi)?

Non mi risulta.
Salva una pianta! Mangia un vegano!

"He who sacrifices freedom for security deserves neither."
-Benjamin Franklin

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Messaggio da FAS » 10 maggio 2007, 9:33

marcopolo ha scritto: ...quello che intendo è che non credo che si conoscano alla perfezione la composizione del materiale e quindi nemmeno il relativo comportamento.
:roll:

....attenzione non parliamo di ricette della nonna :?


il comportamento del materiale che si vuole utilizzare é sempre noto, e viene impiegato (ricerca -> produzione) solo se sperimentato.



marcopolo ha scritto:
Altrimenti non si spiegherebbero le differenze di opinioni tra i 2 costruttori, in quanto ho notato un "leggera" critica di Airbus a questo progetto.

le opinioni dei costruttori, "quelle che escono dalle aziende attraverso gli uffici stampa", e che arrivano al mondo esterno attraverso le riviste quasi specializzate....non sono quelle degli uffici tecnici...

bisogna sempre trovare un compromesso tra quello che in realtá il mercato sta cercando e quello che puoi offrire al mercato.

si parla solo dei lati positivi di questi novi materiali...
vogliamo parlare dei negativi....?????
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

Avatar utente
super33
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 373
Iscritto il: 7 novembre 2006, 16:27
Località: Roma

Messaggio da super33 » 10 maggio 2007, 13:48

FAS ha scritto: ...

si parla solo dei lati positivi di questi novi materiali...
vogliamo parlare dei negativi....?????
Dai :!:

marcopolo
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 235
Iscritto il: 28 agosto 2006, 18:34
Località: Treviso

Messaggio da marcopolo » 10 maggio 2007, 13:58

il comportamento del materiale che si vuole utilizzare é sempre noto, e viene impiegato (ricerca -> produzione) solo se sperimentato.
Ovvio che loro lo conoscono, parlo della concorrenza.
le opinioni dei costruttori, "quelle che escono dalle aziende attraverso gli uffici stampa", e che arrivano al mondo esterno attraverso le riviste quasi specializzate....non sono quelle degli uffici tecnici...

bisogna sempre trovare un compromesso tra quello che in realtá il mercato sta cercando e quello che puoi offrire al mercato.
Quindi Airbus parlerebbe male del progetto solo perchè non capace di offire un prodotto all'altezza?
si parla solo dei lati positivi di questi novi materiali...
vogliamo parlare dei negativi....?????
Appunto, vedi che ci sono dei lati negativi, considerati in maniera diversa dalle due aziende a tal punto da fargli prendere scelte differenti.


Comunque, a causa della mia ignoranza in materia sono pronto ad ammettere tutti i miei errori, ciò che dico sono solo considerazioni personali, non prenderle come un attacco personale.
Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare. (Friedrich Nietzsche)

Avatar utente
super33
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 373
Iscritto il: 7 novembre 2006, 16:27
Località: Roma

Messaggio da super33 » 10 maggio 2007, 17:47

marcopolo ha scritto: Ovvio che loro lo conoscono, parlo della concorrenza.
:?:
Quindi Airbus parlerebbe male del progetto solo perchè non capace di offire un prodotto all'altezza?
NO
Solo perchè vende prodotti concorrenti.
Prova ad andare in una concessionaria, e chiedi se il loro modello XX è almeno pari a quello YY concorrente; di solito ti dicono che XX è meglio perchè YY ha tanti difetti... :roll:
Appunto, vedi che ci sono dei lati negativi, considerati in maniera diversa dalle due aziende a tal punto da fargli prendere scelte differenti.
Non proprio... cercano di distinguersi verso i loro clienti proponendo l'uso del composito per avere (in telegrafica sintesi) semplicità di manutenzione da una parte e leggerezza estrema dall'altra.

marcopolo
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 235
Iscritto il: 28 agosto 2006, 18:34
Località: Treviso

Messaggio da marcopolo » 10 maggio 2007, 17:59

:oops: ok, vedo che, come al solito non riesco a farmi capire... :)
In sintesi ciò che volevo dire è che per quanto ne sappia più di noi Airbus non può conoscere alla perfezione per adesso la composizione e la struttura del 787. L'aereo è stato criticato, non sappiamo se a ciò corrispondono solo logiche di mercato o timori certi;
certo è che le due aziende hanno idee e considerazioni diverse sull'uso di questa struttura in quanto hanno operato scelte diverse. Poi se Airbus sia in grado o no di costruire una fusoliera completamente in compositi è difficile dirlo, le critiche è logico vengano fatte per questi motivi:
Prova ad andare in una concessionaria, e chiedi se il loro modello XX è almeno pari a quello YY concorrente; di solito ti dicono che XX è meglio perchè YY ha tanti difetti...
ma è difficile sapere cosa c'è realmente sotto.

Spero di essere stato più chiaro, altrimenti non so cosa fare, evidentemente non ho tanta capacità comunicativa.
Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare. (Friedrich Nietzsche)

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Messaggio da FAS » 11 maggio 2007, 6:16

marcopolo ha scritto: In sintesi ciò che volevo dire è che per quanto ne sappia più di noi Airbus non può conoscere alla perfezione per adesso la composizione e la struttura del 787.
purtroppo esistono i contractors or job shoper che lavorano appunto a contratto, questi saltano da una azienda ad un altra...sei mesi in boeing...sei mesi alla saab...sei mesi all'embraer....sei besi all'airbus...
ed ecco come le soluzioni tecniche spesso passano da un costruttore ad un altro. Nel giugno 2005 quando una azienda del gruppo Finmeccanica ha terminato un pacchetto di lavoro (787) presso la Boeing di Seattle ed ha rimandato gli ingegneri in Italia, sai cosa é successo? che quegli stessi ingegneri si sono licenziati e sono andati a lavorare per Airbus....(ne conosco almeno una decina)
Nel mondo aeronautico ti garantisco che si vedono quasi sempre le stesse facce....che lavorano prima qui poi li....il know how e l'esclusiva di una azienda va a farsi benedire....

Nell'azienda presso la quale lavoro i bollettini interni che parlano della concorrenza sono all'ordine del giorno....
marcopolo ha scritto: L'aereo è stato criticato, non sappiamo se a ciò corrispondono solo logiche di mercato o timori certi;
certo è che le due aziende hanno idee e considerazioni diverse sull'uso di questa struttura in quanto hanno operato scelte diverse.
Airbus (vecchio continente) effettivamente ha pensato all'economia di servizio del velivolo e quindi ha pensato bene a mio parere di utilizzare una filosofia multi pannel...contro il barrel design della Boeing
cosa succederá al 787 in caso di danno alla fusoliera?

Airbus offrirá l'opportunitá di cambiare i pannelli della parte interessata...cosa fará boeing? offrirá di cambiare la sezione?????

divertente....:)


marcopolo ha scritto: Poi se Airbus sia in grado o no di costruire una fusoliera completamente in compositi è difficile dirlo, le critiche è logico vengano fatte per questi motivi
e Boeing? del 787 ancora non hovisto roll-out, primo volo, test di certificazione, consegna al compagnia aerea, feedback della compagnia aerea.....

i velivoli airbus giá hanno parti in composito, dal piu piccolo al piú grnade! Airbus Farrel/Stade é il centro di eccellenza per questo tipo di produzione...

Boeing si é affidata ad aziende esterne.
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

tristar
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 754
Iscritto il: 17 novembre 2006, 21:16
Località: padova

Messaggio da tristar » 11 maggio 2007, 16:50

FAS ha scritto:il know how e l'esclusiva di una azienda va a farsi benedire....
si, perchè le aziende sono generalmente così stupide da non coprire con brevetti le proprie innovazioni!

Avatar utente
super33
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 373
Iscritto il: 7 novembre 2006, 16:27
Località: Roma

Messaggio da super33 » 11 maggio 2007, 16:57

FAS ha scritto: ...Nel giugno 2005 quando una azienda del gruppo Finmeccanica ha terminato un pacchetto di lavoro (787) presso la Boeing di Seattle ed ha rimandato gli ingegneri in Italia, sai cosa é successo? che quegli stessi ingegneri si sono licenziati e sono andati a lavorare per Airbus....(ne conosco almeno una decina)...
Mi sa che almeno una conoscenza in comune allora la abbiamo 8)
e Boeing? del 787 ancora non hovisto roll-out, primo volo, test di certificazione, consegna al compagnia aerea, feedback della compagnia aerea.....

i velivoli airbus giá hanno parti in composito, dal piu piccolo al piú grnade! Airbus Farrel/Stade é il centro di eccellenza per questo tipo di produzione...

Boeing si é affidata ad aziende esterne.
Ok, però non è che parliamo di ChinaPlanes e PezzottAir...
Certo che scoprire che le sezioni progettate non sono realizzabili e si devono riprogettare di corsa non è bello per nessuno :roll:

Avatar utente
super33
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 373
Iscritto il: 7 novembre 2006, 16:27
Località: Roma

Messaggio da super33 » 11 maggio 2007, 17:00

tristar ha scritto:
FAS ha scritto:il know how e l'esclusiva di una azienda va a farsi benedire....
si, perchè le aziende sono generalmente così stupide da non coprire con brevetti le proprie innovazioni!
Ma se gli americani brevettano pure il menù della mensa aziendale :!: :!: :!:
:lol:

tristar
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 754
Iscritto il: 17 novembre 2006, 21:16
Località: padova

Messaggio da tristar » 11 maggio 2007, 17:03

infatti, quindi non si spiega l'affermazione precedente

Avatar utente
super33
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 373
Iscritto il: 7 novembre 2006, 16:27
Località: Roma

Messaggio da super33 » 11 maggio 2007, 17:14

tristar ha scritto:infatti, quindi non si spiega l'affermazione precedente
Il fatto è che loro chiedono esperienza di calcolo strutturale su compositi; se rispondi SI, è fatta... 8)

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Messaggio da FAS » 14 maggio 2007, 6:34

super33 ha scritto:
tristar ha scritto:infatti, quindi non si spiega l'affermazione precedente
Il fatto è che loro chiedono esperienza di calcolo strutturale su compositi; se rispondi SI, è fatta... 8)

infatti!

il calcolo viene prima della produzione...

e poi ...
basta cambiare alcune tolleranze oppure il tipo di collante oppure il tempo di durate di un processo di produzione ed il gioco é fatto!
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

Avatar utente
sidew
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1380
Iscritto il: 24 maggio 2007, 8:28
Località: Milan, Italy
Contatta:

Messaggio da sidew » 18 giugno 2007, 14:48

Leggendo un po in giro, ho sempre l'impressione che Airbus non ha ancora una idea precisa sul A350 o sbaglio?

Dalle ultime news sembra piu' un aereo di pari classe del 777 che del 787
Aldo

"Oops!" - Shannon Foraker, Ashes of victory

marcopolo
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 235
Iscritto il: 28 agosto 2006, 18:34
Località: Treviso

Messaggio da marcopolo » 18 giugno 2007, 15:37

Io credo che la loro scelta l'abbiano fatta, optando per quelle dimensioni.
Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare. (Friedrich Nietzsche)

Rispondi