787 dreamliner o A380?

Postate qui le vostre discussioni inerenti l'Industria Aeronautica, dall'aviazione commerciale (Boeing, Airbus, Bombardier, Antonov...) all'aviazione generale (Cessna, Piper, Beechcraft...) senza dimenticare gli elicotteri

Moderatore: Staff md80.it

ruirui
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 20
Iscritto il: 10 giugno 2006, 16:05

787 dreamliner o A380?

Messaggio da ruirui » 7 novembre 2007, 11:33

Ciao,

mi piacerebbe sapere il vs. parere sul 787 dreamliner e sull'A380. C>osa ne pensate? quale secondo voi il migliore?

MiamiVice

Messaggio da MiamiVice » 7 novembre 2007, 11:55

Si tratta di macchine completamente differenti per poter fare un raffronto. Se devo andare a gusto direi che il 787 è decisamente più carino :D

Avatar utente
aviation
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 975
Iscritto il: 21 febbraio 2006, 10:26
Località: Roma

Messaggio da aviation » 7 novembre 2007, 13:40

Io voto il 787 (sia per l'estetica che per i ritrovati tecnologici inseriti in questo progetto)... poi una riflessione. C'è difficoltà a riempire gli aerei di medie dimensioni... figuriamoci un bestione del genere (alla fine voglio vedere quante suite verranno occupate per ogni volo).

Avatar utente
Nik
Banned user
Banned user
Messaggi: 2661
Iscritto il: 15 agosto 2007, 21:28
Località: Vedano Beach near to LILN
Contatta:

Messaggio da Nik » 7 novembre 2007, 14:27

787 sia per estetica sia per tecnologia e costruzione avanzata..l'a 380 non mi piace proprio perchè troppo grande ed ingombrante.
Visita medica prima classe superata.
PPL (A) all'inizio.
Speriamo in un buon futuro!!!!!!!

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Messaggio da FAS » 7 novembre 2007, 14:29

Nik ha scritto:787 ..........per tecnologia e costruzione avanzata...
beh dai dicci qualcosa in piú!
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

PaoloTH
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 71
Iscritto il: 29 novembre 2006, 17:01

Messaggio da PaoloTH » 7 novembre 2007, 16:54

Mah...per me l'aereo ideale non l'hanno ancora inventato.

Dovrebbe essere quello supersicuro tipo che so...con i sedili eiettabili tipo i caccia, in grado di atterrare con qualsiasi guasto.

Da quanto leggo qui e' sufficiente che si rompa lo stabilizzatore per non avere speranze...speriamo nella tecnologia del futuro.

Paolo

Avatar utente
Nik
Banned user
Banned user
Messaggi: 2661
Iscritto il: 15 agosto 2007, 21:28
Località: Vedano Beach near to LILN
Contatta:

Messaggio da Nik » 7 novembre 2007, 16:58

beh dai dicci qualcosa in piú!
Solo per il fatto di avere bassi consumi e il rivestimento e gran parte dell'aereo compltamente in fibra di carbonio che aumentano sicurezza perchè la struttura sarà più elastica e diminuiscono il peso notevolmente!!
Visita medica prima classe superata.
PPL (A) all'inizio.
Speriamo in un buon futuro!!!!!!!

Avatar utente
aviation
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 975
Iscritto il: 21 febbraio 2006, 10:26
Località: Roma

Messaggio da aviation » 7 novembre 2007, 17:05

...poi anche perchè delle sezioni di fusoliera vengono costruite da Alenia Finmeccanica... quindi è un po' tricolore!!! :D

Avatar utente
Nik
Banned user
Banned user
Messaggi: 2661
Iscritto il: 15 agosto 2007, 21:28
Località: Vedano Beach near to LILN
Contatta:

Messaggio da Nik » 7 novembre 2007, 17:07

...poi anche perchè delle sezioni di fusoliera vengono costruite da Alenia Finmeccanica... quindi è un po' tricolore!!!
E le gondole motori da Aermacchi....beh come quelle del 380 però è ancora più italiano :D
Visita medica prima classe superata.
PPL (A) all'inizio.
Speriamo in un buon futuro!!!!!!!

Black Magic

Messaggio da Black Magic » 7 novembre 2007, 17:12

Nik ha scritto:gran parte dell'aereo compltamente in fibra di carbonio che aumentano sicurezza perchè la struttura sarà più elastica
Nick... io di strutture non capisco assolutamente una mazza.
Ma qualcosa l'ho letta e la storia della fibra di carbonio la sapevo diversa da come la racconti tu. :lol:
Proprio perchè non è il mio campo quoto e incollo una traduzione da engeneeringdatabase.com:
Mentre i metalli collassano per deformazione plastica, i compositi subiscono una combinazione di processi di frattura. Ciò, in combinazione con la struttura interna fortemente anisotropa, determinata da resine, fibre, e processi di lavorazione, rende la modellazione di questi materiali estremamente complessa ed il loro comportamento a crash difficilmente prevedibile.
:roll:
Se le cose non si sanno è meglio non dir nulla che scrivere imprecisioni, non pensi?
8)
Magari mi sbaglio e Boeing le fa elastiche e resilienti... :roll:

Avatar utente
Nik
Banned user
Banned user
Messaggi: 2661
Iscritto il: 15 agosto 2007, 21:28
Località: Vedano Beach near to LILN
Contatta:

Messaggio da Nik » 7 novembre 2007, 17:18

Se le cose non si sanno è meglio non dir nulla che scrivere imprecisioni, non pensi
Si lo penso ma poco tempo fa non ricordo dove ho visto che apportavano l'esempio con una lastra di carbonio che se anche piegata tornava allo stato iniziale senza subire deformazioni.Questo si può capire guardando anche le ali degli alianti realizzate totalmente in fibra di carbonio con centine in fibra di vetro che si piegano 3 volte tanto di quelle normali e non si rompono...questo grazie anche ad una sovrapposizione ben precisa che permette di far lavorare resine e tessuti in maniera tale da non rompersi (o rompersi il meno possibile)unico ifetto:sentono molto il calore...soprattutto le resine che tendono a sciogliersi e a fa diventare il materiale non più molto resistente.
Visita medica prima classe superata.
PPL (A) all'inizio.
Speriamo in un buon futuro!!!!!!!

Avatar utente
Nik
Banned user
Banned user
Messaggi: 2661
Iscritto il: 15 agosto 2007, 21:28
Località: Vedano Beach near to LILN
Contatta:

Messaggio da Nik » 7 novembre 2007, 17:22

Scusa la doppia risposta ma volevao anche aggiungere che nella tua traduzione il termine collassamento mi sembra un po' inappropiato:un esempio:provare ad entrare in vne con un semplice cessnino e poi dimmi se le deformazioni plastiche non rischiano di far crepare l'ala.
Visita medica prima classe superata.
PPL (A) all'inizio.
Speriamo in un buon futuro!!!!!!!

Black Magic

Messaggio da Black Magic » 7 novembre 2007, 17:23

Nik ha scritto:Si lo penso ma poco tempo fa non ricordo dove ho visto che apportavano l'esempio con una lastra di carbonio che se anche piegata tornava allo stato iniziale senza subire deformazioni.Questo si può capire guardando anche le ali degli alianti realizzate totalmente in fibra di carbonio con centine in fibra di vetro che si piegano 3 volte tanto di quelle normali e non si rompono...questo grazie anche ad una sovrapposizione ben precisa che permette di far lavorare resine e tessuti in maniera tale da non rompersi (o rompersi il meno possibile)unico ifetto:sentono molto il calore...soprattutto le resine che tendono a sciogliersi e a fa diventare il materiale non più molto resistente.
Interssante questa cosa che dici.

Avatar utente
Nik
Banned user
Banned user
Messaggi: 2661
Iscritto il: 15 agosto 2007, 21:28
Località: Vedano Beach near to LILN
Contatta:

Messaggio da Nik » 7 novembre 2007, 17:26

Interssante questa cosa che dici.
Spero stavolta che tu dica davvero senò di pure che non mi offendo....puoi trovare molte spiegazioni nell'area volo a vela nel 3d costruzione di un'ala.
Visita medica prima classe superata.
PPL (A) all'inizio.
Speriamo in un buon futuro!!!!!!!

Black Magic

Messaggio da Black Magic » 7 novembre 2007, 17:30

Nik ha scritto:
Interssante questa cosa che dici.
Spero stavolta che tu dica davvero senò di pure che non mi offendo....puoi trovare molte spiegazioni nell'area volo a vela nel 3d costruzione di un'ala.
No, non ti prendo in giro; dico sul serio serio.

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15886
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Messaggio da JT8D » 7 novembre 2007, 18:48

PaoloTH ha scritto:Da quanto leggo qui e' sufficiente che si rompa lo stabilizzatore per non avere speranze...speriamo nella tecnologia del futuro.

Paolo
Se è per questo anche se in automobile ti si rompe il piantone dello sterzo in una strada di montagna non hai speranze, ma sono convinto che in auto ci vai senza problemi..... :wink:

Di guasti "catastrofici" ne possono accadere molti di più con altri mezzi, fidati.

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Otaku

Messaggio da Otaku » 7 novembre 2007, 18:50

PaoloTH ha scritto:Mah...per me l'aereo ideale non l'hanno ancora inventato.

Dovrebbe essere quello supersicuro tipo che so...con i sedili eiettabili tipo i caccia, in grado di atterrare con qualsiasi guasto.

Da quanto leggo qui e' sufficiente che si rompa lo stabilizzatore per non avere speranze...speriamo nella tecnologia del futuro.

Paolo
Ma che vuol dire? L'aereo ideale è quello che, di volta in volta, dimostra di stabilire nuovi parametri di efficienza e sicurezza: 777, A320, A330, CRJ, ecc.

L'aereo E' supersicuro: al confronto in macchina si rischia in maniera spropositata, in moto si crepa come mosche. Quando un aereo supera agevolmente il rapporto di un incidente/milione di voli (ma anche due milioni), ebbene, questa è sicurezza.
Sedili eiettabili: io su un aereo equipaggiato con 250 Martin Baker non ci salgo. E poi, li fai te i buchi nella fusoliera per l'eiezione? Alla faccia dell'aereo supersicuro!

Per finire: puoi sempre fare i tuoi voli su un Mirage III, quello gli stabilizzatori non li ha. E' sufficiente, però, che si sfondi il pavimento per non avere più speranze... Ach, siamo daccapo!
Ultima modifica di Otaku il 7 novembre 2007, 18:53, modificato 1 volta in totale.

Otaku

Messaggio da Otaku » 7 novembre 2007, 18:52

Oooops, Paolo, abbiamo avuto la stessa ispirazione! :mrgreen:

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15886
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Messaggio da JT8D » 7 novembre 2007, 19:05

Otaku ha scritto:Oooops, Paolo, abbiamo avuto la stessa ispirazione! :mrgreen:
E' vero Andrea :wink:
Meglio così, è stato ribadito due volte un concetto fondamentale :wink:

Un salutone

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Black Magic

Messaggio da Black Magic » 7 novembre 2007, 19:06

Nik ha scritto:Scusa la doppia risposta ma volevao anche aggiungere che nella tua traduzione il termine collassamento mi sembra un po' inappropiato:un esempio:provare ad entrare in vne con un semplice cessnino e poi dimmi se le deformazioni plastiche non rischiano di far crepare l'ala.
:lol:
Nick ti scuso, ma non vorrei abusassi della mia buona educazione. ;)
Il cessna non c'entra un c***o con quello che stiamo dicendo e collassamento è il termine appropriato

Saluti
Ultima modifica di Black Magic il 7 novembre 2007, 19:09, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Nik
Banned user
Banned user
Messaggi: 2661
Iscritto il: 15 agosto 2007, 21:28
Località: Vedano Beach near to LILN
Contatta:

Messaggio da Nik » 7 novembre 2007, 19:07

Secondo me sarebbe bello inventare un aereo di linea con dei galleggianti..in caso di avaria in mezzo all'oceano non si sa mai.
Visita medica prima classe superata.
PPL (A) all'inizio.
Speriamo in un buon futuro!!!!!!!

Otaku

Messaggio da Otaku » 7 novembre 2007, 19:21

Nik ha scritto:Secondo me sarebbe bello inventare un aereo di linea con dei galleggianti..in caso di avaria in mezzo all'oceano non si sa mai.
...Oppure un aereo con la pancia rivestita di tante palline da tennis, così se casca rimbalza, altro che carbonio!
:bounce: :bounce: :bounce: :bounce: :bounce: :bounce: :bounce: :bounce: :bounce:
E fanno meno resistenza dei galleggianti! :mrgreen:

Avatar utente
Nik
Banned user
Banned user
Messaggi: 2661
Iscritto il: 15 agosto 2007, 21:28
Località: Vedano Beach near to LILN
Contatta:

Messaggio da Nik » 7 novembre 2007, 19:26

E fanno meno resistenza dei galleggianti
No beh io dicevo galleggianti retrattili :D :D :D però non è una cattiva idea....
Visita medica prima classe superata.
PPL (A) all'inizio.
Speriamo in un buon futuro!!!!!!!

Avatar utente
Alexmxp
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 72
Iscritto il: 1 maggio 2007, 12:40
Località: Venezia

Messaggio da Alexmxp » 7 novembre 2007, 19:50

Ciao a tutti

Io voto per il 787 Dreamliner proprio per la sua formula innovativa e perchè è pensato per il futuro.
La fibra di carbonio con la quale è costruito garanisce un peso minore e consumi inferiori (nell era in cui il petrolio stà avviandosi a toccare quota 100$ al barile).Inoltre, aimentare 2 motori costa meno che alimentarne 4 per portare in aria il nuovo gigante dei cieli A380, tenendo presente che ormai è difficile avere un load factor elevato sui liners di medie dimensioni...figuriamoci su un aereo da 555 posti in three-class-configuration.Ad esempio la prima volta che sono andato a New York, con il Boeing 747-200 ho notato moltissime poltrone vuote, al 18 giugno del 2001 quindi pre 11 settembre l'era dei Jumbo stava già volgendo al termine.
Secondo me al giorno d'oggiserve flessibilità negli orari e aerei più piccoli dell'Airbus 380 ma più carichi.Si può anche obiettare che i cieli si riempirebbero di velivoli, ma se non ci fosse stata questa richiesta non si sarebbe mai implementato l'RVSM con conseguenti migliorie tecnologiche e per quanto riguarda gli aeroporti, sono sempre stati in contnua espansione e sono convinto che si espanderanno ancora, non a caso si calcolano passeggeri medi annui nei progetti d'ampliamento.

Scusate l'eccessiva lunghezza
[font=Times New Roman]Alessandro[/font]

Immagine

Avatar utente
Nik
Banned user
Banned user
Messaggi: 2661
Iscritto il: 15 agosto 2007, 21:28
Località: Vedano Beach near to LILN
Contatta:

Messaggio da Nik » 7 novembre 2007, 20:01

ma non vorrei abusassi della mia buona educazione.
Il cessna non c'entra un c***o con quello che stiamo dicendo e collassamento è il termine appropriato
Scusa ma ho visto il messaggio adesso:mi sono reso conto di aver detto una ca....a ma non riuscivo a modificare il mex...e poi:non ho mai abusato dell'educazione di nessuno...per cui non lo farò neanche con te...anzi ti ringrazio per avermi dato fiducia una volta tanto.
Visita medica prima classe superata.
PPL (A) all'inizio.
Speriamo in un buon futuro!!!!!!!

PaoloTH
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 71
Iscritto il: 29 novembre 2006, 17:01

Messaggio da PaoloTH » 8 novembre 2007, 0:13

JT8D ha scritto:
PaoloTH ha scritto:Da quanto leggo qui e' sufficiente che si rompa lo stabilizzatore per non avere speranze...speriamo nella tecnologia del futuro.

Paolo
Se è per questo anche se in automobile ti si rompe il piantone dello sterzo in una strada di montagna non hai speranze, ma sono convinto che in auto ci vai senza problemi..... :wink:

Di guasti "catastrofici" ne possono accadere molti di più con altri mezzi, fidati.

Paolo

Hmm....ma sai che forse sara' il caso di dare una controllatina al piantone dello sterzo della mia macchina? :D
Si sa mai che ... :D

E poi tieni conto che sono il titolare del corso "Terrore di Volare".... :D

Quando ho tempo poi ne parliamo da un'altra parte altrimenti andiamo off topic.

Tornando al topic direi che se Airbus ha deciso di creare l'A380 avra' anche fatto delle ricerche di mercato in merito, non credo che abbia deciso dal giorno alla notte.
Se fosse che gli aerei grandi non hanno futuro come mai proprio Boeing sta creando il nuovo 747-8 Intercontinental?

Paolo

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Messaggio da FAS » 8 novembre 2007, 6:52

aviation ha scritto:...poi anche perchè delle sezioni di fusoliera vengono costruite da Alenia Finmeccanica... quindi è un po' tricolore!!! :D
anche il 380!... pannelli sezione centrale, sistemi area condizionata, ect ect
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

Avatar utente
MarcOne
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 482
Iscritto il: 2 novembre 2007, 19:23
Località: Milano

Messaggio da MarcOne » 9 novembre 2007, 17:23

Preferisco il Dreamliner...non ne so moltissimo, ma credo che abbia costi di manutenzione a terra inferiori a quelli del 380, molti aeroporti infatti si devono ancora attrezzare al suo arrivo date le sue enormi dimensioni...secondo me boeing si è dedicata più alla qualità che alla quantità.

Con tutto il rispetto per FAS ovviamente... :D :) :o :|

tito
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 145
Iscritto il: 6 novembre 2006, 20:29

Messaggio da tito » 10 novembre 2007, 15:15

penso che non siano paragonabili
il 787 va a competere con A330, ma essendo un progetto più moderno inevitabilmente vince il 787
il 380 compete invece con il 747, anche qui il vincitore è scontato.

mi viene da ridere invece quando si dice che "il mercato non richiede aerei enormi" oppure "il tempo dei jumbo è passato"... tutte scuse messe in giro probabilmente la prima volta da boeing per nascondere il fatto che da oggi non sono più monopolisti nella nicchia degli aerei giganti.
La stessa boeing presto farà volare il suo 747-800: se il mercato non lo richiede perché lo fa?!?!

riprendendo una risposta che ho letto in questo forum, ma non mi ricordo l'autore (!), evviva il 787, evviva il 380, che volino presto numerosi, possibilmente anche in ITALIA!!

pulsar
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 8
Iscritto il: 5 novembre 2006, 20:13

Sul 787 speriamo bene....

Messaggio da pulsar » 10 novembre 2007, 23:23

Ciao a tutti , io lavoro nello stabilmento alenia che si occupa della costruzione dei tronchi di fusoliera del 787 dreamliner. Da quello che ho letto ancora non si sa precisamente come è fatto questo aereo. La fusoliera è realizzata interamente in fibra di carbonio in un unico pezzo con i correntini (stringer) che sono attaccati direttamente allo skin durante la costruzione dello stesso. Le frame e i cut out delle porte ( la struttura di rinforzo delle aperture porte passeggeri e bagagli ) sono in parte in fibra e in parte in titanio. Inoltre le frame e gli altri pezzi sono chiodati alla fusoliera con i lock bolt e non con i classici ribattini..ecc...ecc..
Quello di cui non si parla su questa tecnologia nuova è proprio l'eventuale pericolosità del materiale usato. Mi allaccio allora alla puntata di Super Quark in cui si parlava proprio del 787 e del nuovo materiale di cui è composto, materiale che poi così nuovo non è infatti è conosciuto da almeno 20 anni , e viene gia usato per costruire alettoni ,flaps , timoni di direzione e altre parti. I n particolare alla fine della presentazione del servizio aggiunsero che un problema della fibra di carbonio è lo smaltimento dei rifiuti..........

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Messaggio da FAS » 11 novembre 2007, 8:59

e la riparabilitá!
ottime soluzioni per le temporary repair,
ma grandi problemi per le permanent repair....

cosa succede se vi capita di dover riparare un area grande come due frame bay per 10 stringer bay???
che fate ?
comprate un aereo nuovo?
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

wolly83

Messaggio da wolly83 » 11 novembre 2007, 18:06

Dal basso della mia ignoranza, voto il 787 perchè.......è tanto carino e aggraziato!!! :tard:

Avatar utente
TravellerAZ
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 693
Iscritto il: 24 novembre 2007, 10:50

Messaggio da TravellerAZ » 24 novembre 2007, 13:44

Il 787 ha un'estetica molto bella ma non mi ispira sicurezza,ad ogni modo non si può fare un vero confronto perchè sono due aerei totalmente diversi,credo che avrà più successo il 787 però...anche per i consumi ridotti,personalmente preferisco l'A380 e se dovessi utilizzarlo per un volo intercontinentale lo preferirei 1000 volte perchè è più "robusto",il 787 mi dà l'idea che se gli soffi contro si smonta hihi

pulsar
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 8
Iscritto il: 5 novembre 2006, 20:13

Messaggio da pulsar » 11 gennaio 2008, 0:46

Beh , come gia detto prima io ci lavoro per il 787 a grottaglie e vi assicuro che la carboresina non è così debole come ce la si immagina ...anzi è proprio dura !!!!! secondo me andrà meglio dell'alluminio..anche se tifo alluminio perchè la carboresina è molto tossica e pericolosa quando la si lavora..secondo mè sarà qualcosa come l'amianto del futuro..speriamo di no !!!
saluti

Avatar utente
Skyline
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 20
Iscritto il: 3 gennaio 2008, 16:49
Località: isola che non c'è

Messaggio da Skyline » 11 gennaio 2008, 18:56

pulsar ha scritto:Beh , come gia detto prima io ci lavoro per il 787 a grottaglie e vi assicuro che la carboresina non è così debole come ce la si immagina ...anzi è proprio dura !!!!! secondo me andrà meglio dell'alluminio..anche se tifo alluminio perchè la carboresina è molto tossica e pericolosa quando la si lavora..secondo mè sarà qualcosa come l'amianto del futuro..speriamo di no !!!
saluti
Non dire così! ho appena finito le mie 8 ore di foratura! ahahahah! :wink:
Giuseppe

Rispondi