regalo per natale

Postate qui le vostre discussioni inerenti l'Industria Aeronautica, dall'aviazione commerciale (Boeing, Airbus, Bombardier, Antonov...) all'aviazione generale (Cessna, Piper, Beechcraft...) senza dimenticare gli elicotteri

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9644
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

regalo per natale

Messaggio da tartan » 8 dicembre 2009, 17:42

La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: regalo per natale

Messaggio da araial14 » 8 dicembre 2009, 17:54

:shock: BELLO!!!!!!!!!!!!!!!!!! :shock: :| :bounce: :bounce: :bounce: :bounce: :bounce: :bounce: :bounce:
Immagine
Immagine

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: regalo per natale

Messaggio da Luke3 » 8 dicembre 2009, 18:35

Molto bello, sembra promettente!
Sarà un bel regalo di natale quando farà il primo volo :P

Avatar utente
SIPRO1A
FL 150
FL 150
Messaggi: 1579
Iscritto il: 9 luglio 2009, 15:36
Località: Reggio Calabria City

Re: regalo per natale

Messaggio da SIPRO1A » 8 dicembre 2009, 19:06

Dalla presentazione si evince che la massima cabin altitude sarà soltanto 6000 piedi, dunque la fusoliera potrà sopportare una maggiore differential pressure. Grazie a quali accorgimenti costruttivi è possibile?
кαмιℓ

Fly the Flag!

Immagine

Atlantis
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 45
Iscritto il: 26 aprile 2009, 21:04

Re: regalo per natale

Messaggio da Atlantis » 8 dicembre 2009, 20:57

c'è pure il finestrino dei passeggeri elettrocromico :shock:

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: regalo per natale

Messaggio da Luke3 » 8 dicembre 2009, 21:35

SIPRO1A ha scritto:Dalla presentazione si evince che la massima cabin altitude sarà soltanto 6000 piedi, dunque la fusoliera potrà sopportare una maggiore differential pressure. Grazie a quali accorgimenti costruttivi è possibile?
Il fatto che la fusoliera è in composito e non in alluminio: può sopportare il maggiore stress di pressurizzazione meglio senza l'aumento notevole di peso necessario per poterlo fare in un aereo in alluminio

Avatar utente
Tony88
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1250
Iscritto il: 25 febbraio 2009, 11:47
Località: Varedo (MI)

Re: regalo per natale

Messaggio da Tony88 » 8 dicembre 2009, 21:41

un aereo stupendo...sotto tutti i punti di vista non c'è che dire, spero proprio che venga fuori qualche aereo di medio e corto raggio con le stesse tecnologie e design... :shock: :mrgreen:
volevo capire una cosa però, anzi due:
1. si dice che grazie all'utilizzo di materiali compositi sarà possibile aumentare il tasso di umidità all'interno della cabina; ma quali sarebbero i benefici di ciò?
2. le ali del 787 sono state progettate per reagire meglio alle turbolenze; qualcuno sa spiegare meglio come ciò possa avvenire e quali sono stati gli accorgimenti presi per rendere realtà uan cosa del genere?
grazie!!
Aeroclub Milano Student
ATPL theorical started!!!
PPL (A) obtained!!!
22/09/09...da oggi si iniza...

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: regalo per natale

Messaggio da Luke3 » 9 dicembre 2009, 22:05

Se noti in aereo l'aria è spesso molto secca, ragion per cui sulla maggior parte delle compagnie nei voli a lungo raggio viene offerta una bottiglietta d'acqua nell'amenty kit. Questo può causare problemi come secchezza della gola, e difatti se noti quando scendi da un aereo dopo 8 ore hai spesso mal di gola. Aumentando il tasso d'umidità si aumenta anche il comfort dei passeggeri a bordo.
Per il sistema di dampening delle turbolenze da quello che ho capito è un sistema attivo, un pò come il Direct Lift Control che era montato sugli L-1011

Avatar utente
Tony88
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1250
Iscritto il: 25 febbraio 2009, 11:47
Località: Varedo (MI)

Re: regalo per natale

Messaggio da Tony88 » 9 dicembre 2009, 23:24

Luke3 ha scritto:Se noti in aereo l'aria è spesso molto secca, ragion per cui sulla maggior parte delle compagnie nei voli a lungo raggio viene offerta una bottiglietta d'acqua nell'amenty kit. Questo può causare problemi come secchezza della gola, e difatti se noti quando scendi da un aereo dopo 8 ore hai spesso mal di gola
sinceramente non mi è mai successo...forse perchè di voli a lungo raggio non ne ho mai fatto :(
Luke3 ha scritto:Per il sistema di dampening delle turbolenze da quello che ho capito è un sistema attivo, un pò come il Direct Lift Control che era montato sugli L-1011
è possibile sapere qualche cosa di più su questo sistema?? :D
Aeroclub Milano Student
ATPL theorical started!!!
PPL (A) obtained!!!
22/09/09...da oggi si iniza...

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: regalo per natale

Messaggio da Luke3 » 10 dicembre 2009, 17:40

Il sistema di controllo del Tristar era molto complesso e sicuramente precursore dei tempi per quanto riguarda il comfort di cabina e di pilotaggio. Era composto da tre sistemi principali:

ACS (Automatic Control System)
In pratica c'erano degli accellerometri installati sulle wingtip e nella fusoliera che captavano eventuali cambiamenti di assetto o flessione delle ali per via della turbolenza o di raffiche improvvise. Per contrastarla, venivano azionati gli alettoni esterni in maniera simmetrica per aumentare o diminuire il coefficente di portanza in base alle necessità.

DLC (Direct Lift Control)
Siccome il Tristar era piuttosto instabile sull'asse trasversale in configurazione di atterraggio, quando venivano selezionati i flaps di atterraggio gli spoilers si alzavano automaticamente ad una posizione neutra di 9°. Dopodichè si usavano per aumentare o diminuire l'angolo di rampa e di conseguenza il rateo di discesa senza variare l'assetto del muso e la velocità ma semplicemente aumentando o diminuendo la deflessione degli spoilers. Cos' facendo si poteva volare un avvicinamento a mano senza toccare l'assetto, migliorando controllabilità e comfort per i passeggeri. Funzionava sia con l'autopilota inserito che con i comandi manuali

MDLC (Maneuvering Direct Lift Control)
Questo sistema funzionava come il DLC ma ad alte velocità in crociera. Si attivava una volta superato MACH .65 ed utilizzando gli spoilers evitava eccessive accellerazioni verticali.

Se ti interessa di più il Tristar (c'è anche il disegno dell'ACS) http://www.tristar500.net/features.htm

Purtroppo non posso essere più dettagliato perchè non mi sono andato a guardare la documentazione tecnica, ma a grandi linee il funzionamento era quello. Da quello che ho capito dalla presentazione del Dreamliner dovrebbe montare un sistema simile per alleviare le turbolenze in volo

Avatar utente
L_P
FL 150
FL 150
Messaggi: 1857
Iscritto il: 25 giugno 2009, 14:40
Località: Rimini

Re: regalo per natale

Messaggio da L_P » 10 dicembre 2009, 17:59

Nella mia opinione il 787 può sembrare bellissimo o orribile a seconda di dove lo si guarda...però sul piano tecnico è decisamente una rivoluzione!
Luca

Immagine

Olympus SP-590UZ

Rispondi