Saab offre il "Sea Gripen" .....

Postate qui le vostre discussioni inerenti l'Industria Aeronautica, dall'aviazione commerciale (Boeing, Airbus, Bombardier, Antonov...) all'aviazione generale (Cessna, Piper, Beechcraft...) senza dimenticare gli elicotteri

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
richelieu
FL 500
FL 500
Messaggi: 10342
Iscritto il: 22 dicembre 2008, 21:14

Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da richelieu » 28 dicembre 2009, 21:02

Saab offre una versione navale del "Gripen" .....

Immagine

..... la notizia è riportata da molti siti ..... ma l'origine è "Jane's Defence Weekly" .....
Date Posted: 17-Dec-2009
Fonte: Jane's Defence Weekly

Saab touts Sea Gripen for India and Brazil

Robert Hewson Jane's Air-Launched Weapons Editor, London

Saab is responding to an Indian Navy (IN) request for information (RfI) regarding future carrier-capable fighters with a new development of the Gripen NG, dubbed the Sea Gripen.

India's RfI, selectively released to bidders over recent weeks, seeks detailed information on a common aircraft design for conventional aircraft carrier operations and short take-off but arrested recovery (STOBAR) operations.

Beyond the (much delayed) entry into service of the INS Vikramaditya (the rebuilt former Russian Navy vessel Admiral Gorshkov ), India has ambitious plans to build three indigenous aircraft carriers (IACs). Near-term procurement of the MiG-29K should equip Vikramaditya and IAC 1. The IN's RfI is looking for a follow-on type to operate from IAC 2 and 3.

Jane's understands the RfI has been issued to Boeing, Dassault, Eurofighter, Lockheed Martin, Sukhoi and Saab. While India is notionally developing a naval version of the Hindustan Aeronautics Limited (HAL) Tejas Light Combat Aircraft, the RfI is a recognition that this troubled programme might not be able to deliver an operational combat aircraft in the necessary timescale. India hopes to commission IAC 2 and 3 in the second half of the next decade.

Prior to receiving the RfI Saab had completed detailed design pre-studies for the Sea Gripen in response to earlier interest from Brazil and others. In fact, designs for a navalised Gripen date back to the 1980s in Sweden. For Saab the Indian requirement is particularly important because of its potential links with Brazil's F-X2 fighter competition. The Sea Gripen would be part of the long-term industrial development package for India and Brazil, should either country select the Gripen NG. The Indian RfI also makes a specific request that India's chosen aircraft should be exportable.

Saab's Sea Gripen project leader is former Swedish Air Force Lieutenant Colonel Peter Nilsson, now vice-president of operational capabilities for the Gripen. "You have the Rafale, Super Hornet, even - some day - the JSF [Joint Strike Fighter], but no affordable option for nations that want independent seapower. Gripen has a built-in carrier capability that was part of the original design consideration. It is made for precision landings on a short strip. The aerodynamics, handling and landing qualities are all there. You don't have to mess with it," he told Jane's .

The Sea Gripen is made possible by the inherent performance characteristics of the Gripen and the structural changes introduced with the Gripen NG. It has been designed to operate from 'full-spec' carriers at a maximum take-off weight of 16,500 kg and a landing weight (with weapons and fuel) of 3,500 kg. The same basic design parameters make it well suited to STOBAR operations. Any Gripen can already operate from a standard Swedish 'roadbase' strip of 800 m x 17 m, without arrestor hooks or brake chutes. Existing flight control qualities and low approach speed make the Gripen further suited to the carrier environment.

Some of the changes demanded for the Sea Gripen include a stronger, longer nose gear, with larger tyres and a new shock absorber; a new main undercarriage capable of absorbing a 6.3 m/sec sink rate; a strengthened arrestor hook, repositioned from the current design; removal of corrosion risks from the airframe using new manufacturing techniques/materials; and integration with an approach/landing system.

The result will be an aircraft with an empty weight of under 8,000 kg with a total fuel and weapon load of around 8,500 kg. Combat radius is estimated at around 1,250 km in a maritime strike profile or 1,400 km in an offensive counter-air profile. For carrier operations the aircraft will have a service life of 8,000 flight hours with an even distribution between shipborne and land-based operations.

Nilsson says the design work done so far has been a serious adjunct to the Gripen NG and has a very real footing. Asked about the inherent difficulties in taking any land-based fighter and putting it on a carrier, Nilsson replied: "If you were starting with an ordinary fighter you would have a much bigger problem."

"We have an engine [General Electric's F414] cleared for naval ops by the US Navy. We have thoroughly studied the load paths through the airframe. The Gripen is already built for high sink-rate landings in road base operations. So we need a new nose gear and undercarriage and we'll have to change some of the internal structure, but it's been analysed and it's possible. We built an arrestor hook into the Gripen NG proposal for Norway. That will have to be strengthened for carrier ops, with a new attachment point, but the work is there. Today's Gripen NG has a better wing attachment design with a more distributed load path than the current Gripen.

"The Gripen already has a salt water protection requirement. It does need more study but we already have an aircraft designed to operate in -50°C and +50°C, from the Arctic to hot-and-high with severe humidity. We don't build fighters for nice sunny days."

Saab expects to make initial presentations to the IN in January 2010 and submit an RfI response the following month.

Immagine
An artist's impression of the Sea Gripen shows the aircraft launching with Meteor and IRIS-T air-to-air missiles and Rbs 15F anti-ship missiles (Saab)
..... ma ne aveva già fatto menzione "flightglobal.com" oltre tre anni fa .....
DATE: 27/06/06
SOURCE: Flight International

New Gripen variants studied by Saab

Saab-led Gripen International is studying future development options for its Gripen multirole fighter, including the possible installation of a more powerful engine, increasing the type’s overall size and maximum take-off weight, and the potential availability of a carrierborne strike variant.

Intended to boost the long-term export prospects for the single-engined Gripen – as competition increases from rival types over the next decade – the enhancements could result in a modification package similar to the Super Hornet enhancement to Boeing’s baseline F/A-18, say industry sources.

While the Gripen’s current Volvo Aero-supplied RM12 turbofan engine could be further modified to deliver a 10-15% increase in thrust to meet future fighter requirements in Denmark and Norway, company officials say the installation of the larger General Electric F414 could provide 25% more power, increasing the aircraft’s operating range and payload.

If implemented, use of the F414 would require major structural changes to the current Gripen airframe, with these to include a larger centre fuselage barrel, enlarged engine inlets, redesigned nose gear and a need to provide additional internal fuel capacity, say industry sources.

Other potential capability enhancements for the Gripen include the proposed integration of an active electronically scanned array (AESA) for the aircraft’s Ericsson PS05 multimode radar from around 2012, says Jonas Branzell, the company’s project manager for airborne radars. A multi-channel AESA could be available from 2015, followed by a fully multifunctional system from 2018, he says. Both would draw on technologies developed during Ericsson’s ongoing Nora demonstration project.

Models of enlarged and carrierborne fighter concepts of the Gripen are expected to be unveiled at the Farnborough air show in mid-July, says Gripen International.

The latter is understood to have emerged as a potential candidate to meet Indian navy maritime strike requirements, but could also be offered to countries like the UK if the Lockheed Martin Joint Strike Fighter project encounters future difficulties.


Avatar utente
Almost Blue
FL 150
FL 150
Messaggi: 1628
Iscritto il: 21 maggio 2008, 14:03

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da Almost Blue » 29 dicembre 2009, 20:37

Da quel che so io, il Gripen potrebbe essere un ottimo aereo imbarcato. L'unica cosa è che forse per operazioni veramente oceaniche da portaerei "classiche" le grandi marine "tradizionali" preferiscono da trent'anni aerei bimotori, anzichè monomotori.
Inoltre da quello che ho capito il Gripen si troverebbe ad operare da ponti senza catapulte, decollando con il solo ski-jump ed anche lì forse è più sicuro un bimotore.
A meno che L'india non intenda avere un utilizzo locale delle sue navi (punzecchiamento del vicino) e non strategico. Immagino la reazione del Pakistan, si metteranno a costruire o a cercare portaerei come matti pure loro.
Ultima modifica di Almost Blue il 30 dicembre 2009, 19:40, modificato 1 volta in totale.
"Find a job you like and and you'll not have to work a single day in your life".

anonymous12345

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da anonymous12345 » 30 dicembre 2009, 0:32

Almost Blue ha scritto:Da quel che so io, il Gripen potrebbe essere un ottimo aereo imbarcato. L'unica cosa è che forse per operazioni veramente oceaniche da portaerei "classiche" le grandi marine "tradizionali" preferiscono da trent'anni aerei bimotori, anzichè monomotori.
Inoltre da quello che ho capito il Gripen si troverebbe ad operare da ponti senza catapulte, decollando con il solo sky-jump ed anche lì forse è più sicuro un bimotore.
A meno che L'india non intenda avere un utilizzo locale delle sue navi (punzecchiamento del vicino) e non strategico. Immagino la reazione del Pakistan, si metteranno a costruire o a cercare portaerei come matti pure loro.
Oddio.... la U.S. Navy stà sviluppando l'F-35C... Monomotore...

Avatar utente
sidew
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1354
Iscritto il: 24 maggio 2007, 8:28
Località: Milan, Italy
Contatta:

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da sidew » 30 dicembre 2009, 8:42

E poi nella storia della USN c'erano stati un sacco di monomotori, tra quelli i piu famosi A4 Skyhawk, A7 Corsair II e F8 Crusader...
Immagine
A-4 Skyhawk

Immagine
A-7 Corsair II

Immagine
F-8 Crusader
Aldo

"Oops!" - Shannon Foraker, Ashes of victory

Avatar utente
Almost Blue
FL 150
FL 150
Messaggi: 1628
Iscritto il: 21 maggio 2008, 14:03

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da Almost Blue » 30 dicembre 2009, 9:52

L'ultimo Corsair ha cessato il servizio diciott 'anni fà (troppo presto per alcuni), la "Desert Storm" essendo stata il canto del cigno per il mitico A-7. Un bambino nato nel giorno del ritiro dell' A-7, oggi farebbe l'ultimo anno del liceo e voterebbe. (A-4 ed F-8 appartengono alla storia, che c'entrano? Allora anche l'F-4U era un monomotore...).
L' F-35 non mi pare un aereo convenzionale alla portata di ogni marina e poi se è per questo c'erano già gli Harrier ad essere monomotori.
La portaerei citata nel testo non è una portaerei, è un grande incrociatore portaeromobili a propulsione convenzionale (a turbine) e non nucleare, con un ponte di volo senza catapulte a vapore lungo un cento metri in meno di quello di una portaerei americana classe Nimitz (proprio perchè le "Kiev" non sono portaerei).
Non ho mai capito perchè i russi non usano catapulte a vapore, forse perchè lo scafo di queste navi non venne pensato per ospitare anche gli impianti di almeno due catapulte di questo tipo, che sono veramente grandi. Anche perchè, all'uso sovietico, le Kiev imbarcarono di tutto, dai missili superficie-superficie, ai siluri, ai sonar rimorchiati e più di tanto, su una nave, per quanto grossa, non ci sta. Cose che non si sono mai viste sulle navi occidentali di stazza simile. Anche se in occidente in realtà non ci sono mai state navi paragonabili alle Kiev russe.
Si rimane sempre stupiti di quanto una grande nave appaia enorme da fuori e stretta dentro.
I motori convenzionali fanno di questa portaeromobili russa una nave con un'autonomia limitata rispetto alle portaerei nucleari, che invece se vogliono possono stare in mare da sole per anni rifornite solo di armi e munizioni. L'Admiral Gorshkov o come cavolo si chiama in India (i marinai sono da sempre superstiziosi e si dice porti sventura cambiare nome a una nave) ha infatti bisogno di nafta e quindi va rifornita e deve avere sempre a portata di manichetta almeno una nave rifornimento. Inoltre le caldaie sovietiche non sono mai state famose per i bassi consumi di carburante, anzi. (Ma i sovietici se ne fregavano: il petrolio era il loro).
Quindi queste navi non sono pensate per essere veramente strategiche, ma per fare missioni locali, anche se ad ampio raggio. Forse si divideranno tra Mar Arabico e Golfo del Bengala.
Gli Harrier sarebbero perfettamente a loro agio su navi pensate per gli elicotteri e gli Yak-38, ma forse iniziano ad essere vecchiotti.
Su una nave destinata a missioni relativamente casalinghe, un aereo come il Gripen è l'ideale. L'unica cosa è che io, dall'alto della mia grande esperienza nella gestione di uno stormo aereo imbarcato, preferirei un bimotore, come il Mig-29K navalizzato, ma ho l'impressione che esso sia un po troppo grosso per poter operare bene da una classe Kiev, infatti era destinato teoricamente alle Kuznetsov. L'F-35 per ora non credo che sia alla portata dell'India.
Secondo me, gli indiani hanno sbagliato nave: le Kiev non sono né carne ne pesce. La loro missione principale infatti era antisommergibile, con una modesta capacità di appoggio tattico per la fanteria di marina, tramite Yak-38.
Secondo me, bene hanno fatto i cinesi a comprare la Varyag, che è una vera portaerei, anche se sempre a propulsione convenzionale. Un ponte di volo continuo sui 300 metri inizia infatti ad essere già ragionevole per aerei come il Mig-29 e il Su-27 navali che non possono servire a bordo di una Kiev.
Questi aerei possono decollare senza catapulta, con lo sky-jump e un sistema a scatto nel ruotino di prua rinforzato, che fa rimbalzare verso l’alto il muso dell’aereo non appena la gamba del carrello viene compressa sullo ski-jump, aumentando la spinta verso l’alto.
Ripeto: il Gripen navalizzato sarebbe ideale per una Kiev modificata, anche se pure lui mi sembra sovradimensionatoa bordo di una Kiev, ma io avrei preferito un bireattore (Rafale docet). Visto che bisognava spendere, secondo me tanto valeva spendere un po’ di più e comprare una portaerei vera. Per avere aerei in mare con comodità, secondo me ci vogliono navi veramente GRANDI e non ci si può accontentare delle mezze misure. Detto questo, per me le portaerei hanno fatto il loro tempo e servono solo per bellezza nelle parate navali, o per far venire la tremarella a qualche dittatorucolo locale: in guerra, più una nave è grande, più diventa un bersaglio e difendere una nave grandissima è un compito veramente pesantissimo.Hanno dovuto inventarsi intere classi di navi (incrociatori AEGIS) e nuovi concetti di difesa missilistica solo per proteggere le portaerei. Con spese che solo determinati paesi possono affrontare. Le grandi unità di superficie, così come i grandi bombardieri non credo sopravviverebbero in uno scontro vero. Ci sono i missili e ci sono i sottomarini.
Ultima modifica di Almost Blue il 30 dicembre 2009, 19:41, modificato 1 volta in totale.
"Find a job you like and and you'll not have to work a single day in your life".

povvo
FL 200
FL 200
Messaggi: 2080
Iscritto il: 15 gennaio 2009, 19:57

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da povvo » 30 dicembre 2009, 11:22

gran bell'aereo il Gripen!!
"A Federal Aviation Administration spokeswoman said there was no regulation about leaving someone asleep on a plane."

ELTAR
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 755
Iscritto il: 30 settembre 2008, 18:29
Località: Near ELTAR

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da ELTAR » 30 dicembre 2009, 11:38

Credo che l'India stia costruendo una seconda unità, con la consulenza di Finmeccanica/Fincantieri ( e si nota un certo Cavour Style)... http://www.jeffhead.com/worldwideaircra ... ikrant.htm
La SAAB ha fatto benissimo a proporre il Gripen navalizzato, consci del fatto che per renderlo operativo anche in questo campo risulta una bazzecola. Infatti, se non erro, erano state fatte delle prove al simulatore che dimostravano la possibilità del Gripen di appontare tranquillamente su una PA ( non sono a conoscenza del tipo, presumo però Nimitz Class o CdG) senza bisogno di gancio e cavi. Le doti "stol" del caccia svedese le conosciamo tutti. Quindi, metterlo su una bagnarola qualsiasi con gli "accessori" è più che fattibile.
Io ovviamente "sono di parte" :mrgreen: , ma il Gripen imbarcato secondo me, per l'India sarebbe una ghiotta occasione, soprattutto per il rapporto costo/beneficio.
E appunto i costi ridotti, il consumo di carburante ( anche per la formula monomotore) inferiore agli altri ( e per una unità con propulsione CODAG è di vitale importanza per garantire un certo raggio d'azione e una discreta permanenza in teatro operativo)), la piattaforma stessa ( dalle performance in grado di soddisfare i "palati fini"), la manutenzione semplificata al massimo... Che cosa si potrebbe desiderare di più??
E' giusta la considerazione della formula bimotore, ma stiamo parlando anche di propulsori diversi da quelli imbarcati sugli aerei della seconda e terza generazione!
Ho pianto, ho riso... Ho fatto scelte sbagliate, altre giuste... Sono amico di molti, voglio bene a pochi, non odio nessuno... Parlo poco ma dico sempre quello che penso... Qualcuno mi vuole bene, altri mi detestano... Pazienza è la vita!

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da FAS » 30 dicembre 2009, 13:46

ELTAR ha scritto: consci del fatto che per renderlo operativo anche in questo campo risulta una bazzecola.


A parte il nuovo studio del gruppo carrelli e relative connessioni alla fusoliera (con conseguente aumento di peso ed ingombro).
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

Avatar utente
richelieu
FL 500
FL 500
Messaggi: 10342
Iscritto il: 22 dicembre 2008, 21:14

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da richelieu » 30 dicembre 2009, 14:52

Almost Blue ha scritto:
..... portaerei nucleari, che invece se vogliono possono stare in mare da sole per anni rifornite solo di armi e munizioni .....
..... nonchè viveri ..... naturalmente ..... altrimenti scoppia un ammutinamento .....

:lol:
Ultima modifica di richelieu il 30 dicembre 2009, 15:19, modificato 2 volte in totale.

Avatar utente
richelieu
FL 500
FL 500
Messaggi: 10342
Iscritto il: 22 dicembre 2008, 21:14

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da richelieu » 30 dicembre 2009, 15:17

Almost Blue ha pure scritto:
..... preferirei un bimotore, come il Mig-29K navalizzato, ma ho l'impressione che esso sia un po troppo grosso per poter operare bene da una classe Kiev, infatti era destinato teoricamente alle Kuznetsov.
L'F-35 per ora non credo che sia alla portata dell'India .....
Ma gli Indiani il MiG-29 navalizzato lo hanno in effetti già ordinato nelle versioni "K" e "KUB" ..... ed hanno la ferma intenzione di utilizzarlo sulla loro portarei (come cavolo si chiama) quando i Russi saranno stati in grado di concludere quelli che sembrano interminabili, e costosissimi, lavori di modifica e si decideranno a consegnarla alla Marina Indiana .....

Immagine

http://www.thaindian.com/newsportal/bus ... 61235.html



Immagine

http://en.beta.rian.ru/mlitary_news/200 ... 73350.html


..... Mig-29K and Mig-29KUB tests aboard the "Admiral Kuznetsov" aircraft carrier in the Barents Sea - 28th and 29th Sep 2009.
The Mig-29K (naval variant) has been ordered by the Indian Navy.
According to recent reports, the Mig-29K will replace the SU-33 in the Russian Navy.
:wink:

Avatar utente
Almost Blue
FL 150
FL 150
Messaggi: 1628
Iscritto il: 21 maggio 2008, 14:03

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da Almost Blue » 30 dicembre 2009, 15:30

ELTAR ha scritto: E appunto i costi ridotti, il consumo di carburante ( anche per la formula monomotore) inferiore agli altri ( e per una unità con propulsione CODAG è di vitale importanza per garantire un certo raggio d'azione e una discreta permanenza in teatro operativo)), la piattaforma stessa ( dalle performance in grado di soddisfare i "palati fini"), la manutenzione semplificata al massimo...
OT:
Se con CODAG ti riferivi ai motori della nave, le Kiev (per non parlare delle Kutnetsov) non sono CODAG, oggi purtroppo è impossibile. Il CODAG è ottimo, ma si può fare solo per navi relativamente piccole, un cacciatorpediniere già è al limite per stazza per avere una configurazione CODAG, è troppo grande!
Le grandi unità da guerra sopra il cacciatorpediniere non possono contare su turbine a gas, ma hanno grandi turbine ("gruppo turbo-riduttore") a vapore ad alta pressione, scaldato e messo in pressione in enormi caldaie diesel. Ogni gruppo turboriduttore fa girare un asse portaelica. Solo così muovi una nave "grande", dalle 4.000 tonnellate in su. (Oppure, il vapore lo scaldi con i reattori nucleari, invece che con le caldaie, come sui mostruosi Kirov, o sulle Nimitz).
A onor del vero, si favoleggiava che i Kiev avessero un CODAG, ma per navi così grandi si calcola che ci vogliano almeno otto grandi turboalberi (almeno due per ogni asse) Kutnetsov-NK... non mi ricordo cosa, come quelli del Tu-144 o del Concorde (Rolls Royce Olympus), ma per otto (almeno otto, forse dieci) di questi motori, la nave avrebbe dovuto avere due grandi fumaioli e non uno solo e comunque un apparato del genere sarebbe molto complesso e dovrebbe consumare quantità fantastiche di carburante e quindi i Kiev dovrebbero avere una cosa molto più classica e affidabile: quattro gruppi turboriduttori a vapore, riforniti da otto caldaie, due per asse. La potenza istallata totale dovrebbe arrivare a duecentomila HP su quattro assi, basterebbe per una città.

Infine, per aerei che devono lavorare in alto mare, mi ripeto, io preferirei i bimotori.
Fantastici i Fulcrum navali con le coccarde indiane (eccessivamente grandi per me, che hanno paura che non si capisca bene?): se non fosse per l’arancione, sembrerebbero italiani.
Quando si deve decollare senza catapulta con mare grosso, a pieno carico di armi e munizioni e con un ponte di volo che sale su onde di cinque o dieci metri e si impenna di trenta gradi e il vento spruzza cinque centimetri di ottimo sale marino sopra chiunque e ogni cosa, è molto meglio poter contare su due motori.
L’aviazione indiana e quella greca tendono da sempre ad avere un casino di tipi diversi di aerei, come faranno non so.
Gli Indiani vanno dal Mig-21, al Jaguar, passando per il Mig-29, l’ Harrier il Mig-23 e il Su-27. Adesso vorrebbero anche Gripen ed F-16.
I greci battevano tutti: F-102, F-104, Phantom, A-7, F-16, Mirage F-1, Mirage-2.000.
Ultima modifica di Almost Blue il 30 dicembre 2009, 15:51, modificato 1 volta in totale.
"Find a job you like and and you'll not have to work a single day in your life".

Avatar utente
richelieu
FL 500
FL 500
Messaggi: 10342
Iscritto il: 22 dicembre 2008, 21:14

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da richelieu » 30 dicembre 2009, 15:45

Sempre citando Almost Blue .....
Ripeto: il Gripen navalizzato sarebbe ideale per una Kiev modificata, anche se pure lui mi sembra sovradimensionatoa bordo di una Kiev, ma io avrei preferito un bireattore (Rafale docet). Visto che bisognava spendere, secondo me tanto valeva spendere un po’ di più e comprare una portaerei vera. Per avere aerei in mare con comodità, secondo me ci vogliono navi veramente GRANDI e non ci si può accontentare delle mezze misure. Detto questo, per me le portaerei hanno fatto il loro tempo e servono solo per bellezza nelle parate navali, o per far venire la tremarella a qualche dittatorucolo locale: in guerra, più una nave è grande, più diventa un bersaglio e difendere una nave grandissima è un compito veramente pesantissimo.Hanno dovuto inventarsi intere classi di navi (incrociatori AEGIS) e nuovi concetti di difesa missilistica solo per proteggere le portaerei. Con spese che solo determinati paesi possono affrontare. Le grandi unità di superficie, così come i grandi bombardieri non credo sopravviverebbero in uno scontro vero. Ci sono i missili e ci sono i sottomarini.
Se si vanno a vedere le dimensioni .....
..... il "Gripen", fra gli aerei della sua generazione, è il più piccolo ..... quindi, ritengo, potrebbe essere in grado di operare tranquillamente dal ponte della futura portaerei Indiana ..... e, ora la sparo grossa, teoricamente forse anche da quello della nostra "Cavour" (qualora venisse dotata dei necessari impianti di arresto) .....
..... quanto alle grandi portaerei ..... se sembrano essere così "out-dated" ..... perchè continuano a costruirle?

:mrgreen:
Ultima modifica di richelieu il 30 dicembre 2009, 20:33, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Almost Blue
FL 150
FL 150
Messaggi: 1628
Iscritto il: 21 maggio 2008, 14:03

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da Almost Blue » 30 dicembre 2009, 15:57

E invece il Gripen è troppo grosso per un Kiev.
Una cosa è riuscire a farlo alzare e rimetterlo sul ponte a scopi pubblicitari in una bella giornata di giugno, alle undici e mezza, con la figlia minorenne dell'ammiraglio tutta emozionata che sorride, con il sole, senza vento e con la nave perfettamente attraccata in porto o al massimo ferma al largo di Livorno.
Un'altra cosa è doverlo fare e rifare di notte, in guerra, armati e riforniti e con il mare (oceano) mosso.
Certo, se poi aggiungono con il saldatore trenta metri di ponte di volo a poppa e quaranta a prua allora cambia.
Perchè costruiscono portaerei? Perchè c'è domanda e ci si fà un sacco di soldi, ma questo non significa che poi funzionino.
"Find a job you like and and you'll not have to work a single day in your life".

Avatar utente
richelieu
FL 500
FL 500
Messaggi: 10342
Iscritto il: 22 dicembre 2008, 21:14

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da richelieu » 30 dicembre 2009, 16:03

Secondo l'edizione 2008 dell'almanacco navale francese "Flottes de Combat", l'impianto propulsivo della "VIKRAMADITYA" (così si chiama) sarebbe costituito da:
C (chaudière): 8 KWG 4 à haute pression et surchauffe (chauffe au gazole)
M (machines): 4 TE (turbine à engrenages) GTZA 674 - 4 hélices à 4 pales - 200000 ch (147000 kW)
:wink:

Avatar utente
Almost Blue
FL 150
FL 150
Messaggi: 1628
Iscritto il: 21 maggio 2008, 14:03

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da Almost Blue » 30 dicembre 2009, 16:07

E io che avevo detto ? Ho solo sgarrato il numero di caldaie: otto, non dieci (io ne vorrei dieci, in guerra non si sa mai). Prenderci con gli HP è facilissimo con le navi: con meno di 200.000 Hp non se move dalla banchina.
"Find a job you like and and you'll not have to work a single day in your life".

Avatar utente
richelieu
FL 500
FL 500
Messaggi: 10342
Iscritto il: 22 dicembre 2008, 21:14

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da richelieu » 30 dicembre 2009, 16:08

Almost Blue ha scritto:
..... E invece il Gripen è troppo grosso per un Kiev .....
E perchè?
Se vi può operare un MiG-29 ..... a maggior ragione potrà farlo un "Gripen" che, lo ripeto, è più piccolo e, conseguentemente, più leggero .....
..... a meno che tu non volessi dire "Cavour" ..... ma, come avevo premesso (..... ora la sparo grossa .....), quella era una "boutade" .....

:D
Ultima modifica di richelieu il 30 dicembre 2009, 16:10, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Almost Blue
FL 150
FL 150
Messaggi: 1628
Iscritto il: 21 maggio 2008, 14:03

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da Almost Blue » 30 dicembre 2009, 16:09

I Mig-29 NON operavano dagli incrociatori portaeromobili classe Kiev. E come ho già scritto, una cosa è farlo una volta quando tutto è perfetto, un'altra e doverlo fare routinariamente. In guerra bisogna stare comodi, mica al limite.
Ultima modifica di Almost Blue il 30 dicembre 2009, 16:11, modificato 1 volta in totale.
"Find a job you like and and you'll not have to work a single day in your life".

ELTAR
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 755
Iscritto il: 30 settembre 2008, 18:29
Località: Near ELTAR

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da ELTAR » 30 dicembre 2009, 16:10

richelieu ha scritto:Se si vanno a vedere le dimensioni .....
..... il "Gripen", fra gli aerei della sua generazione, è il più piccolo ..... quindi, ritengo, potrebbe essere in grado di operare tranquilamente dal ponte della futura portaerei Indiana ..... e, ora la sparo grossa, teoricamente forse anche da quello della nostra "Cavour" (qualora venisse dotata dei necessari impianti di arresto) .....
..... quanto alle grandi portaerei ..... se sembrano essere così "out-dated" ..... perchè continuano a costruirle?

:mrgreen:
Ed anche per la bagnarola brasiliana volendo... in fondo la proposta è interessante per entrambe le nazioni ( Brasile e india) in considerazione del fatto che il Gripen nella versione NG è stato offerto anche alle rispettive forze aeree. Si tratterebbe di una buona soluzione logistica ( Brasile in primis) avere una linea unica ( terrestre e navale), con notevoli vanatggi per l'addestramento e la manutenzione.
Ho pianto, ho riso... Ho fatto scelte sbagliate, altre giuste... Sono amico di molti, voglio bene a pochi, non odio nessuno... Parlo poco ma dico sempre quello che penso... Qualcuno mi vuole bene, altri mi detestano... Pazienza è la vita!

Avatar utente
richelieu
FL 500
FL 500
Messaggi: 10342
Iscritto il: 22 dicembre 2008, 21:14

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da richelieu » 30 dicembre 2009, 16:14

ELTAR ha scritto:
..... Ed anche per la bagnarola brasiliana volendo... in fondo la proposta è interessante per entrambe le nazioni ( Brasile e india) in considerazione del fatto che il Gripen nella versione NG è stato offerto anche alle rispettive forze aeree. Si tratterebbe di una buona soluzione logistica ( Brasile in primis) avere una linea unica ( terrestre e navale), con notevoli vanatggi per l'addestramento e la manutenzione .....
Giustissimo, ELTAR .....
..... era una considerazione che avrei voluto fare anch'io ..... solo che mi sono lasciato coinvolgere nella discussione relativa alla portaerei indiana .....

:(

Avatar utente
richelieu
FL 500
FL 500
Messaggi: 10342
Iscritto il: 22 dicembre 2008, 21:14

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da richelieu » 30 dicembre 2009, 16:20

Almost Blue ha scritto:
..... I Mig-29 NON operavano dagli incrociatori portaeromobili classe Kiev .....
Questo è vero (perchè i "Kiev", nella loro configurazione originaria prevedevano l'impiego di soli velivoli STOVL e di elicotteri) ..... però opereranno sulla "VIKRAMADITYA" ..... che altro non è che un "Kiev" largamente modificato .....
..... cosa cambia, dunque? .....

:mrgreen:
Ultima modifica di richelieu il 30 dicembre 2009, 22:55, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Almost Blue
FL 150
FL 150
Messaggi: 1628
Iscritto il: 21 maggio 2008, 14:03

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da Almost Blue » 30 dicembre 2009, 16:34

La mia opinione è che:
1) Se è grosso il Gripen figuriamoci un Fulcrum, che i russi NON e ripeto non previdero in funzione dell'utilizzo da una nave classe Kiev, ma da una classe Kutnetsov, quindi, invece di comprare e modificare una Kiev, tanto valeva fregare la Kutnetsov ai cinesi e in mancanza di questa, forse valeva la pena farsene una propria di portaerei, tutta nuova, dato che anche le Kiev sono vecchie di trent'anni ed essendo sovietiche sono anche invivibili a bordo, almeno per i nostri standard, ai piloti indiani forse non frega nulla di tornare da una missione e dover dormire sdraiati sopra un albero portaeliche di un metro di diametro che gira a tutta e sotto i bruciatori di qualche caldaia.

2) Gli americani fecero atterrare persino i C-130 sulla Forrestal e si vide che era possibile, ma non consigliabile.

Che fretta che hanno i nuovi paesi emergenti, corrono a farsi le grandi navi e giustamente noi e i russi gli cediamo le nostre navi e i nostri aerei, avendo superato da un pezzo la "fase portaerei".
"Find a job you like and and you'll not have to work a single day in your life".

Avatar utente
richelieu
FL 500
FL 500
Messaggi: 10342
Iscritto il: 22 dicembre 2008, 21:14

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da richelieu » 30 dicembre 2009, 18:18

Prima .....

Immagine

..... e dopo la cura .....

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine]

..... con un ponte così potrebbero, volendo, operare anche con i Su-33 .....

:wink:

Avatar utente
Almost Blue
FL 150
FL 150
Messaggi: 1628
Iscritto il: 21 maggio 2008, 14:03

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da Almost Blue » 31 dicembre 2009, 16:00

Da quel che vedo, hanno spianato l’area a prua, dove erano messe tutte le armi offensive/ difensive della Gorshkov, aggiungendo così buoni novanta metri di ponte di volo.
Inoltre hanno allungato lo sbalzo a prua di una ventina di metri, con uno ski-jump e quindi fanno 110-120 metri in più rispetto al vecchio ponte di volo della Gorshkov.
Rimangono due cose:
1) Le macchine: avranno buttato quelle sovietiche? Credo proprio di si.
2) L’isola e gli ascensori principali.
L’isola è enorme, come in tutte le grandi navi sovietiche; forse perché i sovietici avevano problemi con la miniaturizzazione e l’integrazione dell’elettronica ed avevano bisogno di enormi antenne e radars, che quindi richiedevano strutture altrettanto enormi e poi lo scafo internamente era sfruttato per certi versi in modo irrazionale e molte cose non ci stavano e venivano ospitate nella grande tuga dell’isola, che appunto risultava enorme (che non è una gran cosa, perché più una sagoma è grossa e più sporge dall’orizzonte, più si vede al radar e più la spinge il vento, perché fa da vela).
Come si vede, l’isola interferisce con il ponte di volo e hanno dovuto angolare la pista di decollo (anche per allungarla ulteriormente forse), verso dritta (a destra) per decollare e a sinistra per atterrare.
Inoltre come si vede in pianta, l’isola della Gorshkov NON poggia fuori, su mensoloni sporgenti all’esterno dello scafo, come sulle portaerei, ma poggia su un lato dello scafo, togliendo spazio a sinistra e interferendo con il ponte di volo e con quanto ci dovrebbe stare sotto (hangar, officina e ascensori), inoltre la disposizione degli ascensori principali a quanto pare resta quella originale della Gorshkov, che era una portaelicotteri e quindi non tenevano conto delle esigenze degli aerei (e di loro eventuali catapulte). Infatti vedo che i due ascensori li hanno dovuti lasciare al centro, uno a sinistra dell’isola e uno subito dietro, invece che metterli in fuori, come sulle portaerei. Così se uso gli ascensori, non posso né ricevere a bordo, né lanciare aerei e viceversa, inoltre gli ascensori (punti deboli nella copertura corazzata del ponte volo e che quindi NON dovrebbero stare sopra lo scafo e le sale macchine, ma ai lati di essi, perchè sono come "buchi" nella corazza orizzontale) interferiscono anche con lo spazio al di sotto per hangar e officina e con le navette di eventuali catapulte.

Un Gripen irrobustito sarebbe un attimo aereo imbarcato se non fosse che è monomotore, inoltre se si deve allestire uno stormo imbarcato su una “piccola” portaerei, non si possono imbarcare molti aerei e quindi questo si ripercuote sul fatto che bisogna avere un aereo veramente multiruolo perché la nave è limitata: difesa della flotta (intercezione a lungo raggio), antinave, antisom, attacco al suolo, ricognizione, AWACS, AEWC, disturbo, rifornimento in volo, bombardamento, collegamento a terra, ricerca e soccorso.
Per il SAR e l’antisom sono eccellenti gli elicotteri, ma per tutto quanto il resto? Non credo che un Gripen possa fare tutto da solo, forse un Mig.29 si, ma che tecnologia ha un Mig-29?
Il Gripen potrebbe fare attacco al suolo e attacco antinave, ruoli per cui è progettato, ma il resto? Quanti aerei diversi si possono imbarcare su una vecchia portaelicotteri.
I Sea Harrier F/A Mk2 sarebbero stati secondo me gli aerei veramente ideali (ma sono mai entrati in servizio?), come anche l’Harrier GR-9 della Royal-Navy (strepitosa con le sue ultime “Queen Elisabeth”) o L’Harrier II-plus con AMRAAM per intercettazione a lungo raggio oltre l’orizzonte e con il Sea Eagle per l’antinave.
Ho letto poi che agli Indiani non va giù che la SAAB stipuli contratti con i Pakistani, come i SAAB-2000 portati alle capacità AWACS o AEWC. La cosa che invece trovo strana è che non si parli di un Rafale per la marina indiana (o sono io a non saperlo). La Francia dovrebbe essere in buoni rapporti con la marina indiana.
Ho letto che gli Indiani testano anche l’ F-18 E/F, sia come intercettore/attacco al suolo, sia come EA-18 nel ruolo del vecchio Prowler. Fa effetto che gli americani prendano in considerazione di fornire armi all’India, che per questo era nell’orbita sovietica e europea (credo). Certo che se gli danno anche l’AESA dell’F-18 E/F…. “Pecunia non olet”.
"Find a job you like and and you'll not have to work a single day in your life".

Avatar utente
richelieu
FL 500
FL 500
Messaggi: 10342
Iscritto il: 22 dicembre 2008, 21:14

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da richelieu » 31 dicembre 2009, 17:18

..... Da quel che so io, il Gripen potrebbe essere un ottimo aereo imbarcato. L'unica cosa è che forse per operazioni veramente oceaniche da portaerei "classiche" le grandi marine "tradizionali" preferiscono da trent'anni aerei bimotori, anzichè monomotori .....
..... Su una nave destinata a missioni relativamente casalinghe, un aereo come il Gripen è l'ideale. L'unica cosa è che io, dall'alto della mia grande esperienza nella gestione di uno stormo aereo imbarcato, preferirei un bimotore, come il Mig-29K navalizzato .....
..... Infine, per aerei che devono lavorare in alto mare, mi ripeto, io preferirei i bimotori .....
..... Quando si deve decollare senza catapulta con mare grosso, a pieno carico di armi e munizioni e con un ponte di volo che sale su onde di cinque o dieci metri e si impenna di trenta gradi e il vento spruzza cinque centimetri di ottimo sale marino sopra chiunque e ogni cosa, è molto meglio poter contare su due motori .....
..... Un Gripen irrobustito sarebbe un attimo aereo imbarcato se non fosse che è monomotore .....
Mi sa tanto che, almeno per quanto concerne l'aviazione imbarcata, Almost Blue sia un convinto sostenitore dei bimotori .....
:mrgreen:
..... sto scherzando ..... ovviamente ..... non ha tutti i torti ..... però, in talune situazioni, non sempre vi è la possibilità di imbarcare aerei di dimensioni e peso eccessivi .....
..... quanto al "Rafale" ..... è stato offerto all'India nell'ambito del programma di acquisto "MRCA" .....

http://en.wikipedia.org/wiki/Indian_MRCA_competition

http://www.defenseindustrydaily.com/mir ... ges-01989/
..... inoltre la disposizione degli ascensori principali a quanto pare resta quella originale della Gorshkov, che era una portaelicotteri e quindi non tenevano conto delle esigenze degli aerei (e di loro eventuali catapulte) .....
..... in effetti le "Kiev" ospitavano anche aerei STOVL Yak-38 "Forger" .....

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

:wink:

Avatar utente
Almost Blue
FL 150
FL 150
Messaggi: 1628
Iscritto il: 21 maggio 2008, 14:03

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da Almost Blue » 31 dicembre 2009, 20:30

Ciao e buon anno a tutti.
Da quando esistono aerei a decollo verticale o corto, le "portaelicotteri" sono state chiamate nei modi più diversi, perchè le loro possibilità sono enormemente aumentate; sono state chiamate per esempio "portaelicotteri d'assalto", o "portaeromobili", ma una cosa è portare aerei come Harriers o gli Yak-38 (che comunque erano assai limitati) che sono STOL e una cosa è imbarcare aerei che necessitano di più di duecentocinquanta metri per il decollo e di altrettanti metri per appontare. Cambia tutto. Con aerei convenzionali, se non si ha spazio, ci vorrebbero innanzitutto catapulte a vapore. Una catapulta a vapore è una bestia di impianto a pistone, con un tubo in cui viene compresso il vapore derivante dalle caldaie (o dai reattori nucleari) della portaerei. Una catapulta a vapore oggi è lunga 90 metri e pesa decine di tonnellate. Spara un braccio metallico cui è agganciato un aereo che pesa anche 35 tonnellate, accelerandolo da zero a più di duecento all'ora in due secondi. Il braccio si arresta poi contro un pistone ad acqua (mi pare).
Uno dei motivi per cui i sovietici non usavano (e ancora non mi sembra che i russi le usano, anzi, vendono le loro portaerei) catapulte a vapore, oltre alla mancanza di spazio, potrebbe anche essere che non avevano caldaie abbastanza grandi (o efficienti) da produrre contemporaneamente vapore sufficiente per spingere la nave a trenta nodi controvento e a far funzionare bene quattro catapulte (ma questo lo penso io, quindi mi posso sbagliare).
Una classe Nimitz da 100.000 tonnellate può andare a trenta nodi controvento e lanciare un aereo ogni dieci secondi e, con le quattro catapulte alternate tra loro, otto aerei/minuto. Ci vuole un mare di vapore.
Per recuperare gli aerei, le Nimitz hanno un ponte angolato di 14 gradi sulla sinistra, lungo circa 250 metri. La Gorshkov originale fuori tutto era lunga 275 metri e quindi potrebbe essere posata comodamente sul ponte obliquo di una Nimitz, sporgendo di soli venticinque metri, poco più della lunghezza di un F-14.
Quindi imbarcare aerei "normali" NON è come avere a bordo aerei V/STOL, per i quali le "portaelicotteri" vanno benissimo. Mica so se in un giorno di calma piatta e a vento zero, in aria calda tropicale, una nave senza catapulte a vapore possa far alzare aerei convenzionali a pieno carico di armi e carburante semplicemente con il solo ski-jump. Magari si alzano solo con i serbatoi vuoti e poi devono fare rifornimento in volo appena decollati. Boh. Anche se la nave spinge a tutta a trenta nodi, sono poco più di 55 Km/h da regalare agli aerei che devono decollare nell’aria ferma e calda.
Ma soprattutto, una grande nave in guerra, oltre che da sottomarini, tende ad essere attaccata da decine di bombardieri, ognuno dei quali porta un paio di missili della gittata di circa cinquecento chilometri. Questo a rigor di logica significa che la flotta dovrebbe essere difesa da un aereo capace di pattugliare ore e ore e ore e ore a oltre 500 chilometri dalla sua nave e di poter scoprire e colpire gli attaccanti PRIMA che essi arrivino a portata di lancio. Quindi secondo me (e non solo secondo me) ci vuole un aereo grande e dotato di un bel radar e gli aerei così in genere sono bimotori: F-18, Su-33, Rafale.
(Anche perché, la regoletta aurea è che se un motore fa i capricci io torno arrancando con l’altro, ma se ho un motore solo non torno per niente e dato che in mare non esistono aeroporti alternativi, faccio un bel bagno e l’oceano indiano è famoso per le numerose e mirabilmente veriegate specie di squali che lo popolano. Mica è come fare le capriole nel Golfo di Botnia.).
"Find a job you like and and you'll not have to work a single day in your life".

Avatar utente
richelieu
FL 500
FL 500
Messaggi: 10342
Iscritto il: 22 dicembre 2008, 21:14

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da richelieu » 31 dicembre 2009, 21:24

Guardando al futuro ..... non troppo lontano .....

Immagine

http://en.wikipedia.org/wiki/Electromag ... nch_System

Immagine

Immagine

http://en.wikipedia.org/wiki/Gerald_R._ ... ft_carrier

..... e con questo ..... chiudo ed auguro un Felice Anno Nuovo a tutti quanti .....

:occasion7:

Avatar utente
Typhoon
FL 200
FL 200
Messaggi: 2157
Iscritto il: 22 novembre 2008, 17:04
Località: mi aggiro per LIML, LIMC e LIRF....per ora..

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da Typhoon » 7 gennaio 2010, 22:56

ehm...saab auto sta fallendo...se non è già.. :? :?
ImmagineImmagine Immagine / Sigma 17-70 HSM OS ELD f2.8-4 /Sigma 150-500 HSM OS f 5-6.3 -Sigma 70-200 f2.8 HSMII

i miei scatti su JetPhotos

i miei scatti su Airliners

i miei scatti su AirplanePictures

il mio Flickr
..chi va co la corente è baccalà..io so' salmone e nun me 'mporta gniente a me me piace anna' contro corente..A.Sordi

Avatar utente
richelieu
FL 500
FL 500
Messaggi: 10342
Iscritto il: 22 dicembre 2008, 21:14

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da richelieu » 8 gennaio 2010, 10:00

Intanto ..... voci che circolano sostengono che l'Aeronautica Militare Brasiliana, nell'ambito della competizione "FX-2", preferirebbe il "Gripen NG" .....
..... che cosa deciderà Lula, che sembra invece sostenere il "Rafale" ? .....
DATE: 07/01/10
SOURCE: Flight International

Leaked report: Brazilian air force 'wants Gripen'

Brazil's F-X2 fighter programme could be the subject of further delays, after a summary of the air force's 30,000-page evaluation report was leaked to one of the country's leading newspapers.

The Folha de São Paulo newspaper reported that the air force's F-X2 procurement programme committee has ranked Saab's Gripen NG as its first-choice candidate for the deal, initially for 36 aircraft, due to its lowest acquisition and operating costs. It is followed closely by Boeing's F/A-18E/F Super Hornet Block II.

The report confirms rumours that have been floating since October 2009 and heightens tensions between the air force and President Luiz Inácio Lula da Silva. Late last year the Brazilian president stated his preference for the Dassault Rafale, which was reportedly ranked third by the service.

Air force sources have raised concerns that a decision could be deferred until after this year's presidential elections, or that the long-running fighter selection process could be postponed again.

The leaked summary suggests that the F3-standard Rafale was ranked last because of its high purchase price and operating costs. A related technology transfer package - a key element of the F-X2 selection criteria - was also deemed inadequate, the report says. Embraer is believed to have shown little interest in participating in production of the Rafale, after it was offered the opportunity to manufacture the wings for Brazilian examples.

Saab claims that its Gripen NG proposal - which is backed by the governments of Sweden and the UK - will provide higher technology transfer yield for Brazilian companies. Selex Galileo on 5 January announced that it has signed a memorandum of understanding with local firm ATMOS Sistemas to develop active electronically scanned array radar technologies to Brazil.

Selex, which is developing its Vixen 1000E/Raven ES-05 for use with the Gripen NG, says the relationship could also cover AESA systems for other fixed-wing aircraft, helicopters and unmanned air vehicles.

Following the news report, the air force issued a statement saying that while its evaluation report of the fighters has been completed, it has not yet been forwarded to the defence ministry for assessment. A Dassault source says that such local press reports should be "handled with caution".

Although the F-X2 programme initially covers the purchase of 28 single-seat fighters and eight mission-capable trainers to equip three squadrons, it could eventually rise to up to 120 aircraft. The selected type will replace the air force's Alenia/Embraer AMX strike aircraft, upgraded Northrop F-5EM/FMs and Dassault Mirage 2000C fighters.
8)

Avatar utente
sidew
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1354
Iscritto il: 24 maggio 2007, 8:28
Località: Milan, Italy
Contatta:

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da sidew » 8 gennaio 2010, 10:53

richelieu ha scritto:Intanto ..... voci che circolano sostengono che l'Aeronautica Militare Brasiliana, nell'ambito della competizione "FX-2", preferirebbe il "Gripen NG" .....
..... che cosa deciderà Lula, che sembra invece sostenere il "Rafale" ? .....
Lo spero molotissimo che _nessuno_ tranne la francia prenda il rafale....
Aldo

"Oops!" - Shannon Foraker, Ashes of victory

Avatar utente
87Nemesis87
FL 150
FL 150
Messaggi: 1961
Iscritto il: 9 maggio 2008, 14:51
Località: Somewhere over the rainbow...

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da 87Nemesis87 » 8 gennaio 2010, 11:41

sidew ha scritto: Lo spero molotissimo che _nessuno_ tranne la francia prenda il rafale....
noto un "leggerissimo" astio nei confronti del rafale :D
...finalmente laureato!!!

...ATPL: Completato!!
-- MEP, SEP, IR, CPL, MCC --
-- CRJ-100/900 Type Rated --
-- B737-300/900/MAX Type Rated --

Avatar utente
Almost Blue
FL 150
FL 150
Messaggi: 1628
Iscritto il: 21 maggio 2008, 14:03

Re: Saab offre il "Sea Gripen" .....

Messaggio da Almost Blue » 8 gennaio 2010, 13:12

Perchè?
Se si dotano di catapulte e la Francia gli vende il Rafale SPECTRA, per me il Rafale è il multiruolo favorito per l'India, anche se è il doppio del Gripen. Se negli anni '50 e '60 la nostra politica non avesse gestito il mondo dell'aviazione in modo demenziale come ha fatto (e come fa tuttora), anche noi credo che avremmo potuto avere una Dassault, invece ...spaghetti e mandolino per non dire altro.
Non conosco paesi europei che abbiano saputo mantenere e sviluppare a proprie spese un'industria aerospaziale nazionale come ha fatto la Francia.
Inoltre la Francia ha già molte importanti forniture con la marina indiana: navi e sottomarini.
"Find a job you like and and you'll not have to work a single day in your life".

Rispondi