Autonomous aircraft taxiing

Postate qui le vostre discussioni inerenti l'Industria Aeronautica, dall'aviazione commerciale (Boeing, Airbus, Bombardier, Antonov...) all'aviazione generale (Cessna, Piper, Beechcraft...) senza dimenticare gli elicotteri

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
atalanta89
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1389
Iscritto il: 19 marzo 2007, 19:28

Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da atalanta89 » 18 gennaio 2011, 15:11

Volevo segnalare questa, a mio parere, ottima notizia trovata sul sito Airbus:

Autonomous aircraft taxiing moves one step closer to reality


Airbus engineers have developed a patented, eco-efficient taxiing system for the best-selling A320 Family – which utilises electrically-driven wheels for reduced fuel consumption during ground operations at airports.

In an effort to reduce fuel consumption, Airbus has developed an eco-efficient alternative that replaces the standard use of jet engine thrust during ground taxiing operations of its best-selling A320 jetliner family with electrical power.
Relying on electrically-driven wheels, this patented solution represents a significant improvement over current airport processes – during which aircraft spend a high proportion of overall flight time on the ground taxiing, with engines running at idle and below optimal conditions.
The Airbus-developed solution is simple: an electric actuator, powered by the aircraft's auxiliary power unit (APU), drives the landing gear’s wheels. As the APU runs on kerosene, fuel consumption is expected to be five times less than it would be with engine power – saving as much as 200 kilogrammes of fuel per flight. In addition, this alternative delivers a feature much requested by airlines, providing greater autonomy at push-back from the boarding gate as no tug is required.
“Autonomous taxiing and tug-free push-back are hugely attractive to aircraft operators, giving Airbus a competitive advantage,” said Airbus research and technology engineer Jérémy Bedarrides, who took part in the system’s development. “With the deployment window we have and the patents we hold, we are ready to support Airbus' leadership in innovation.”
Design and implementation for the project, a transversal process involving Airbus’ Engineering and Procurement department, is progressing in two concurrent stages. The demonstration phase is scheduled to close in 2012 with completion of the prototype electric wheel actuator. In parallel, the modified APU and power systems will be tested on the Airbus electrical test bench, with full-scale rolling tests to begin in 2013. If all goes as planned, initial flight tests will take place the following year.


http://www.airbus.com/newsevents/news-e ... o-reality/

Cosa ne pensate?
ATPL + MCC + FI(A) + Hawker800XP

Canon 500D + EF 24-105mm F/4 IS L + EF 70-200mm F/4 IS L
JETPHOTOS: http://www.jetphotos.net/showphotos.php?userid=48718
AIRLINERS: http://www.airliners.net/search/photo.s ... entry=true

Avatar utente
m.forna
FL 450
FL 450
Messaggi: 4608
Iscritto il: 6 luglio 2010, 1:07

Re: Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da m.forna » 18 gennaio 2011, 15:15

bello bello! :D
Marco

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Re: Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da FAS » 18 gennaio 2011, 16:36

eccellenza e innovazione sono i punti chiave per mantenere la leadership del mercato
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

Avatar utente
ciccioxx92
FL 500
FL 500
Messaggi: 5988
Iscritto il: 22 luglio 2009, 14:00
Località: 45.055686, 7.655159
Contatta:

Re: Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da ciccioxx92 » 18 gennaio 2011, 16:42

Fantastico. :)
Immagine

"Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori"

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15640
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da JT8D » 18 gennaio 2011, 21:32

Senza dubbio un'ottima cosa, nell'ottica di ridurre i consumi, tematica che starà sempre più a cuore agli operatori nei prossimi anni.
Ogni intervento in tal senso non può che essere positivo.

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
ciccioxx92
FL 500
FL 500
Messaggi: 5988
Iscritto il: 22 luglio 2009, 14:00
Località: 45.055686, 7.655159
Contatta:

Re: Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da ciccioxx92 » 18 gennaio 2011, 21:49

Assisteremo a Ryanair, che verterà nella sua scelta di Airbus?

Dove si parla di risparmio, loro ci sono sempre.
Immagine

"Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori"

Avatar utente
andwork
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 684
Iscritto il: 26 dicembre 2006, 19:14
Località: Rosà (VI)

Re: Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da andwork » 18 gennaio 2011, 22:15

ciccioxx92 ha scritto:Assisteremo a Ryanair, che verterà nella sua scelta di Airbus?

Dove si parla di risparmio, loro ci sono sempre.
si ma buttare via tutti i B738, magazzino ricambi e riformare i piloti non è tanto sinonimo di risparmio

Avatar utente
ciccioxx92
FL 500
FL 500
Messaggi: 5988
Iscritto il: 22 luglio 2009, 14:00
Località: 45.055686, 7.655159
Contatta:

Re: Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da ciccioxx92 » 18 gennaio 2011, 22:29

andwork ha scritto:
ciccioxx92 ha scritto:Assisteremo a Ryanair, che verterà nella sua scelta di Airbus?

Dove si parla di risparmio, loro ci sono sempre.
si ma buttare via tutti i B738, magazzino ricambi e riformare i piloti non è tanto sinonimo di risparmio
Nessuno ha detto di buttarli via. :D

E' parecchio che si parla di Ryanair che voglia fare un grosso ordine di A320. Formare altri piloti direttamente lì. :wink:
Immagine

"Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori"

Avatar utente
giangoo
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 818
Iscritto il: 5 gennaio 2007, 2:18
Località: Auckland, New Zealand
Contatta:

Re: Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da giangoo » 19 gennaio 2011, 3:50

se ne era parlato tempo fa qui. Trovo Molto interessante che Airbus legga Md80.it
Che glielo abbia detto FAS? :lol:

Avatar utente
SuperMau
FL 450
FL 450
Messaggi: 4636
Iscritto il: 13 agosto 2009, 10:19
Località: Polderbaan, sempre dritto, semaforo, la seconda a destra....

Re: Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da SuperMau » 19 gennaio 2011, 10:07

ciccioxx92 ha scritto:
andwork ha scritto:
ciccioxx92 ha scritto:Assisteremo a Ryanair, che verterà nella sua scelta di Airbus?
Dove si parla di risparmio, loro ci sono sempre.
si ma buttare via tutti i B738, magazzino ricambi e riformare i piloti non è tanto sinonimo di risparmio
Nessuno ha detto di buttarli via. :D
E' parecchio che si parla di Ryanair che voglia fare un grosso ordine di A320. Formare altri piloti direttamente lì. :wink:
Anche se non li butti via devi rivenderli tutti sti ricambi, e il 90% non sono riutilizzabili sulla flotta Airbus... quindi gia' li si parla di qualche decina di milioni di dollari..
Poi, stai parlando di MOL lo squalo.... sicuramente avra' detto ad Airbus una cosa del tipo " ragazzi io compro 200 dei vostri aerei (a prezzo superscontato chiaramente), con l'opzione che posso rivenderli ad altre aerocompagnie (a un prezzo piu' basso del vostro), ma per firmare mi dovere anche pagare i costi di addestramento di tutti i piloti..."

Ue', Airbus avra' tutti i difetti del mondo ma 1. Non sono morti di fame e 2. Non sono scemi.... :mrgreen:

Ciao
M.
Be'....sono andato un po' in giro...
Immagine

Avatar utente
Take Off
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 67
Iscritto il: 6 gennaio 2007, 13:16
Località: Roma/Bruxelles

Re: Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da Take Off » 19 gennaio 2011, 15:36

Domanda: sbaglio o è necessario attendere un po' di tempo tra l'accensione dei motori e l'erogazione della spinta di decollo (nell'ordine di 5 minuti)? Se questo è corretto, non si rischia di dover attendere con i motori accesi in soglia pista dopo aver fatto il taxi con questo sistema?
Saluti

PS (l'idea di per sè mi sembra estremamente interessante!)

Avatar utente
87Nemesis87
FL 150
FL 150
Messaggi: 1961
Iscritto il: 9 maggio 2008, 14:51
Località: Somewhere over the rainbow...

Re: Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da 87Nemesis87 » 21 gennaio 2011, 14:05

atalanta89 ha scritto: As the APU runs on kerosene, fuel consumption is expected to be five times less than it would be with engine power – saving as much as 200 kilogrammes of fuel per flight.

Cosa ne pensate?

WOW!!!! :builder:
...finalmente laureato!!!

...ATPL: Completato!!
-- MEP, SEP, IR, CPL, MCC --
-- CRJ-100/900 Type Rated --
-- B737-300/900/MAX Type Rated --

Avatar utente
SuperMau
FL 450
FL 450
Messaggi: 4636
Iscritto il: 13 agosto 2009, 10:19
Località: Polderbaan, sempre dritto, semaforo, la seconda a destra....

Re: Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da SuperMau » 21 gennaio 2011, 14:15

Take Off ha scritto:Domanda: sbaglio o è necessario attendere un po' di tempo tra l'accensione dei motori e l'erogazione della spinta di decollo (nell'ordine di 5 minuti)? Se questo è corretto, non si rischia di dover attendere con i motori accesi in soglia pista dopo aver fatto il taxi con questo sistema?
Saluti

PS (l'idea di per sè mi sembra estremamente interessante!)
Si, giusto, ci vuole tempo per "riscaldare" il motore...ma non e' che istantaneamente dal parcheggio arrivi a soglia pista! Accendi i motori mentre arrivi in soglia, e poi parti.
Se tieni conto che qui ad AMS, dalla Polderbaan alla piazzola ci passano anche 15 minuti di taxing (sempre se non c'e' la fila, fai conto te...

Ciao
M.
Be'....sono andato un po' in giro...
Immagine

Avatar utente
noone
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1165
Iscritto il: 18 luglio 2008, 12:46
Località: Leman Lake

Re: Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da noone » 21 gennaio 2011, 14:46

Ciao!
Per la mia ristretta esperienza nelle turbine non hai bisogno di scaldare più di tanto i motori, devi giusto portare l'olio in arco verde e, normalmente, questione di poco tempo.
L'idea è indubbiamente interessante, e è una valida alternativa all'altra che era stata proposta credo in germania del towing robotizzato (che in più non richiedeva particolari modifiche e migliorava le operazioni in low visibility). è indubbi che se il mercato spingesse nella direzione della airbus le altre compagnie si adegueranno velocemente: non penso che alla boeing siano così pronti a farsi fregare per 4 motori elettrici, magari in retrofitting...
Just my two cent
Vanni

Avatar utente
sidew
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1354
Iscritto il: 24 maggio 2007, 8:28
Località: Milan, Italy
Contatta:

Re: Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da sidew » 5 maggio 2011, 17:27

Stavo pensando che se si motorizzano i carrelli con i motori elettrici, se si riesce a trovare il modo di piazzare dei reostati (e di raffreddarli adeguamente) si possono usare come ausilio ai freni facendo lavorare i motori in frenatura elettrica (il motore fa da generatore, e la corrente prodotta lo fai passare a un reostato per "consumare" la potenza prodotta)

I freni normali servono comunque, perche scendendo a una certa velocita l'effetto della frenatura elettrica diminuisce.

Prendendo un esempio dal mondo ferroviario, visto che e' sempre usato specialmente in recupero, e riesce a avere considerevoli potenze dell'ortine di 3000 kw.
Aldo

"Oops!" - Shannon Foraker, Ashes of victory

Avatar utente
andwork
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 684
Iscritto il: 26 dicembre 2006, 19:14
Località: Rosà (VI)

Re: Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da andwork » 5 maggio 2011, 22:08

certo che sta' motorizzazione dei carrelli non passa mai di moda eh... a memoria mi sa che in questo forum se ne è parlato almeno 3-4 volte

Avatar utente
Dav
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 395
Iscritto il: 19 ottobre 2009, 18:15
Località: LILH

Re: Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da Dav » 6 maggio 2011, 11:07

sidew ha scritto:Prendendo un esempio dal mondo ferroviario, visto che e' sempre usato specialmente in recupero, e riesce a avere considerevoli potenze dell'ortine di 3000 kw.
Nel ferroviario funziona perché hai meno problemi di peso (che in un aereo devi invece anche sollevare per retrarre il carrello + aggiungere le connessioni di potenza verso il motorino). Poi c'è il transitorio molto più rapido in atterraggio al contatto con la pista, che non so che effetto possa avere su un motore elettrico. Penso sia questo il motivo per cui si trovano pochi articoli scientifici a riguardo (e moltissimi brevetti USA) :D

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15640
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da JT8D » 6 maggio 2011, 19:04

sidew ha scritto:Stavo pensando che se si motorizzano i carrelli con i motori elettrici, se si riesce a trovare il modo di piazzare dei reostati (e di raffreddarli adeguamente) si possono usare come ausilio ai freni facendo lavorare i motori in frenatura elettrica (il motore fa da generatore, e la corrente prodotta lo fai passare a un reostato per "consumare" la potenza prodotta)

I freni normali servono comunque, perche scendendo a una certa velocita l'effetto della frenatura elettrica diminuisce.

Prendendo un esempio dal mondo ferroviario, visto che e' sempre usato specialmente in recupero, e riesce a avere considerevoli potenze dell'ortine di 3000 kw.
La frenatura elettrica sui treni moderni è usata spesso e "restituisce" anche energia alla linea. Su un'aereo sarebbe improponibile, per questioni di peso, installare le resistenze di frenatura per dissipare l'energia prodotta dai motori elettrici in regime di "frenatura". Non vi sarebbe un vantaggio pratico, solo inutile complicazione e aggravio di peso. Senza contare che un aereo non è un treno, e tutto l'impianto andrebbe testato e certificato per essere sicuri della sua aeronavigabilità.

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15640
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da JT8D » 10 febbraio 2012, 21:55

Due articoli tratti dal nostro portale, relativi alle sperimentazioni di questa nuova tecnologia. Il primo di inizio Dicembre, relativo alla sperimentazione di Lufthansa:

http://www.md80.it/2011/12/09/lufthansa ... elettrico/

Il secondo di ieri, relativo alla sperimentazione che metterà in atto EasyJet:

http://www.md80.it/2012/02/09/easyjet-t ... stenibile/

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
m.forna
FL 450
FL 450
Messaggi: 4608
Iscritto il: 6 luglio 2010, 1:07

Re: Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da m.forna » 11 febbraio 2012, 0:00

Non vedo l'ora.. è una grandissima innovazione a mio parere! :D
Marco

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1982
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da camicius » 23 marzo 2012, 17:02

Scusate l'ignoranza, ma un trattorino simil pushback controllato dalla cabina (e autonomo nel rientro) non potrebbe fare un lavoro simile?
I vantaggi sono ovvii (può pesare quanto vuole, potrebbe essere elettrico o diesel, non devo modificare la flotta, funzionerebbe praticamente su tutti gli aerei), gli svantaggi minimi (creare una "pista di rientro" dedicata non mi sembra un dramma, e posso attrezzarla come voglio per la guida automatica).

Ci sono svantaggi che non vedo?

ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

anonymous12345

Re: Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da anonymous12345 » 23 marzo 2012, 17:10

camicius ha scritto:Scusate l'ignoranza, ma un trattorino simil pushback controllato dalla cabina (e autonomo nel rientro) non potrebbe fare un lavoro simile?
I vantaggi sono ovvii (può pesare quanto vuole, potrebbe essere elettrico o diesel, non devo modificare la flotta, funzionerebbe praticamente su tutti gli aerei), gli svantaggi minimi (creare una "pista di rientro" dedicata non mi sembra un dramma, e posso attrezzarla come voglio per la guida automatica).

Ci sono svantaggi che non vedo?

ciao
Andrea
Ricordo di aver letto tempo fa (forse proprio qui in MD80) che si stava sperimentando qualcosa del genere.. un trattore telecomandato dall'aereo...

però, sinceramente, mi sembra un pò assurdo... una via di mezzo.. ne carne ne pesce.. a quasto punto prendi e porti col push-back classico l'aereo fino al punto attesa e stop no?

Avatar utente
m.forna
FL 450
FL 450
Messaggi: 4608
Iscritto il: 6 luglio 2010, 1:07

Re: Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da m.forna » 7 aprile 2012, 12:19

Marco

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15640
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da JT8D » 24 aprile 2012, 22:47

Anche Alitalia è interessata a questa nuova tecnologia :

http://www.md80.it/2012/04/24/accordo-t ... rullaggio/

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
davidemox
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 914
Iscritto il: 8 ottobre 2005, 16:35
Località: Milano

Re: Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da davidemox » 25 aprile 2012, 1:53

sidew ha scritto:Stavo pensando che se si motorizzano i carrelli con i motori elettrici, se si riesce a trovare il modo di piazzare dei reostati (e di raffreddarli adeguamente) si possono usare come ausilio ai freni facendo lavorare i motori in frenatura elettrica (il motore fa da generatore, e la corrente prodotta lo fai passare a un reostato per "consumare" la potenza prodotta)

I freni normali servono comunque, perche scendendo a una certa velocita l'effetto della frenatura elettrica diminuisce.

Prendendo un esempio dal mondo ferroviario, visto che e' sempre usato specialmente in recupero, e riesce a avere considerevoli potenze dell'ortine di 3000 kw.
Sul 787 i freni saranno magnetici. Quindi più o meno lo stesso concetto.
Sulla utilizzabilità di questo sistema di taxy ho alcuni dubbi. O meglio, ben venga il risparmio ma in molti aeroporti e in molte situazioni non verra utilizzato perché taxy superiori a 10 minuti ci sono solo in aeroporti grandi. Ma grandi grandi. Gli altri raramente e solo in certe fasce orarie sono così congestionati.
E poi non parliamo del peso, secondo me non sarà roba da poco e visto gli studi di Boeing per ridurre il peso Dell impianto frenante del 787 che incide molto sui consumi sarà una bella sfida.
Facciamo una considerazione.
Se l impianto pesa 1000kg in 4 ore di solo mi faccio fuori 200kg di carburante solo per il fatto di averlo a bordo.
Diciamo che su 2 tratte lo uso una volta sola perché non tutti gli aeroporti sono come JFK io già non lo metterei.

Le mie son tutte ipotesi sia chiaro. Magari pesa 10kg l'impianto ma non ci credo molto

Ciao
Davide

PizzOne
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 188
Iscritto il: 5 febbraio 2010, 12:21
Località: CGN

Re: Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da PizzOne » 27 aprile 2012, 20:15

davidemox ha scritto: Sulla utilizzabilità di questo sistema di taxy ho alcuni dubbi. O meglio, ben venga il risparmio ma in molti aeroporti e in molte situazioni non verra utilizzato perché taxy superiori a 10 minuti ci sono solo in aeroporti grandi. Ma grandi grandi. Gli altri raramente e solo in certe fasce orarie sono così congestionati.
E poi non parliamo del peso, secondo me non sarà roba da poco e visto gli studi di Boeing per ridurre il peso Dell impianto frenante del 787 che incide molto sui consumi sarà una bella sfida.
Facciamo una considerazione.
Se l impianto pesa 1000kg in 4 ore di solo mi faccio fuori 200kg di carburante solo per il fatto di averlo a bordo.
Diciamo che su 2 tratte lo uso una volta sola perché non tutti gli aeroporti sono come JFK io già non lo metterei.

Le mie son tutte ipotesi sia chiaro. Magari pesa 10kg l'impianto ma non ci credo molto

Ciao
Ho avuto modo di vedere un vecchio studio di fattibilità della WheelTug (risale al 2005).
Secondo i loro studi la media dei taxi time è di 25 minuti.(credo il totale del volo- partenza+arrivo)
L'impianto (per A320) pesa circa 150 kg.
Ovviamente il tutto dipende anche dal tipo di missione, secondo i loro studi su una rotta di 1000 NM si avrebbe un risparmio del 3,8% in termini di consumo carburante.
L'ostacolo è sempre lo stesso: la certificazione...
You never know until you try

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15640
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da JT8D » 26 giugno 2012, 17:54

WhelTug completa con successo i primi test a Praga, su un 737-700:

http://www.md80.it/2012/06/26/wheeltug- ... g-a-praga/

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15640
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da JT8D » 5 marzo 2013, 22:41

Anche Livingston è interessata al sistema, e ha stipulato un accordo con WheelTug:

http://www.md80.it/2013/03/05/accordo-t ... compagnia/

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
MatteF88
FL 350
FL 350
Messaggi: 3800
Iscritto il: 6 dicembre 2011, 18:57

Re: Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da MatteF88 » 17 giugno 2013, 12:45

Al salone di Bourget:
Two years after Honeywell and Safran announced plans to develop an electric-drive system, the team is preparing to demonstrate a proof-of-concept system on an Airbus A320 at this year’s Paris air show.

The appearance of the Electric Green Taxiing System (EGTS) at Le Bourget, added to mounting sales of the competing WheelTug system, indicates growing interest in fuel-saving electric-powered taxiing systems for commercial aircraft. The concept involves fitting electrically driven motors to the aircraft’s wheels which will be used in place of the main engines to taxi. The system takes power from the aircraft’s auxiliary power unit (APU), and is designed to save fuel and emissions, cut direct operating costs, reduce maintenance time, extend engine life and provide environmental benefits.

Unlike the taxi system in development by WheelTug, which uses electrically driven motors in the nose wheels, the Honeywell-Safran system incorporates motors fitted to the main landing gear. In development by EGTS, a joint venture formed between the two companies in 2012, the system could save up to $200,000 per aircraft per year in fuel costs, says Honeywell Product Marketing Vice President and EGTS business manager Jim Fusaro.

...
http://www.aviationweek.com/Article.asp ... 588629.xml


inoltre:

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15640
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Autonomous aircraft taxiing

Messaggio da JT8D » 18 dicembre 2013, 21:40

Accordo tra Airbus e EGTS International (Joint Venture tra Honeywell e Safran) per lo sviluppo di un sistema di rullaggio elettrico per gli aeromobili A320 Family:

http://www.md80.it/2013/12/18/airbus-si ... glia-a320/

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Rispondi