PARLIAMO DELLA SKYMATES

In quest’area si discute di Aeroclub, di brevetti commerciali / ATPL integrato, di ultraleggeri, di scuole e corsi relativi all'aviazione civile

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
fulmin
Warned user
Warned user
Messaggi: 955
Iscritto il: 17 marzo 2011, 2:41
Località: SALAP

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da fulmin » 12 dicembre 2011, 22:46

jai ha scritto:dallas, italia o zimbabwe se sei un pirla non impari a volare, anche se hai san pietro come istruttore. se invece ti sbatti e fai le cose seriamente allora si che impari.
stra-concordo!!! in merito agli istruttori, chi del settore dice di cambiarne uno ogni 6 missioni..(più o meno)..io personalmente tra ppl ir cpl e mep avrò volato con una 15 di persone diverse... :)
B737- 800WL

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12313
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da AirGek » 13 dicembre 2011, 0:02

fulmin ha scritto:stra-concordo!!! in merito agli istruttori, chi del settore dice di cambiarne uno ogni 6 missioni..(più o meno)..io personalmente tra ppl ir cpl e mep avrò volato con una 15 di persone diverse... :)
Mi pare giusto, così fai le prime 6 missioni dove ti viene insegnato a tenere l'aria calda fino al suolo, le altre 6 missioni ti viene insegnato di toglierla a 200ft, poi le altre 6 ti vien detto di tenere i 1000 giri in rullaggio e di gestire la velocità coi freni e dopo altre 6 ti vien detto di portare in idle che usuri per niente le pastiglie...
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
alexion89
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 433
Iscritto il: 18 giugno 2009, 13:45
Località: LIRN RWY 06

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da alexion89 » 13 dicembre 2011, 2:50

Gek oggi first flight con il P68!!!!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Immagine
Ogni pilota quando inizia a volare porta con se due valigie, una della fortuna (che è piena) ed una dell'esperienza (che è vuota), il suo obiettivo è quello di riempire la valigia dell'esperienza prima che quella della fortuna si svuoti
______________________________________________________________________________________
PPL(A) JAA
PPL(A) FAA
IR (A) FAA
IR (A) JAA
CPL-MEL(A) FAA
CPL-MEL(A) JAA
ATPL (A) JAA
Glass Cockpit
High Performance

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12313
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da AirGek » 13 dicembre 2011, 3:20

Scommetto che quando hai frenato te ne sei andato a destra... :mrgreen:
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
alexion89
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 433
Iscritto il: 18 giugno 2009, 13:45
Località: LIRN RWY 06

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da alexion89 » 13 dicembre 2011, 3:22

:mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: riparato appena prima del mio schedule time :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Immagine
Ogni pilota quando inizia a volare porta con se due valigie, una della fortuna (che è piena) ed una dell'esperienza (che è vuota), il suo obiettivo è quello di riempire la valigia dell'esperienza prima che quella della fortuna si svuoti
______________________________________________________________________________________
PPL(A) JAA
PPL(A) FAA
IR (A) FAA
IR (A) JAA
CPL-MEL(A) FAA
CPL-MEL(A) JAA
ATPL (A) JAA
Glass Cockpit
High Performance

Avatar utente
MarcoAER
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 578
Iscritto il: 11 aprile 2005, 21:03
Località: Rome or Dallas

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da MarcoAER » 13 dicembre 2011, 5:58

fulmin ha scritto:nel senso che lo standard faa è molto piú basso di quello jaa!!! il loro atpl che si chiama atp consiste in esamino teorico molto tranquillo, per non parlare dell esame ir(ancora peggio) o di un ppl.... purtroppo la realtà dell america è che fai un esperienza di volo bellissima ma con delle nozioni molto scarne... trovi istruttori con 500ore di volo che magari stanno messi peggio di un nostro ppl preso nella scuola giusta... ti parlo per esperienza diretta è!
Mi assento per un paio di mesi e guarda che succede....i bambini che dicono fandonie. :D

Carissimo "fulmin" ma te che parli di differenze JAA e FAA e dai sentenze, che esperienza hai?

A parte le 20.000 ore di flight simulator X, le 50 ore di riempimento che hai fatto in california e l'atpl ad "urbeaero", hai mai insegnato JAA e FAA?
Marco Ferraro

- Mercenario sulla serie Citation.... (500/560xl/650/750) -

FAA Type Rating Instructor / Examiner
FAA GOLD SEAL Flight Instructor Single & Multi Engine Instrument - CFI/CFII/MEI
FAA Airline Transport Pilot AMEL
JAA fATPL - Commercial MEIR

Avatar utente
alexion89
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 433
Iscritto il: 18 giugno 2009, 13:45
Località: LIRN RWY 06

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da alexion89 » 13 dicembre 2011, 8:36

MarcoAER ha scritto:
Mi assento per un paio di mesi e guarda che succede....i bambini che dicono fandonie. :D

Carissimo "fulmin" ma te che parli di differenze JAA e FAA e dai sentenze, che esperienza hai?

A parte le 20.000 ore di flight simulator X, le 50 ore di riempimento che hai fatto in california e l'atpl ad "urbeaero", hai mai insegnato JAA e FAA?
è migliore FS2004 :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Immagine
Ogni pilota quando inizia a volare porta con se due valigie, una della fortuna (che è piena) ed una dell'esperienza (che è vuota), il suo obiettivo è quello di riempire la valigia dell'esperienza prima che quella della fortuna si svuoti
______________________________________________________________________________________
PPL(A) JAA
PPL(A) FAA
IR (A) FAA
IR (A) JAA
CPL-MEL(A) FAA
CPL-MEL(A) JAA
ATPL (A) JAA
Glass Cockpit
High Performance

Avatar utente
G3nd4rM3
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1011
Iscritto il: 29 ottobre 2006, 14:59
Contatta:

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da G3nd4rM3 » 13 dicembre 2011, 8:41

Dalla mia poca esperienza...In AMI cambiano FI ogni 2,3 missioni; e non credo che lo facciano per sport o carenza del personale...e lì di certo devono insegnare a pilotare anche in condizioni di stress (tipo cazzotti in testa da parte dell'FI :) )

Per il resto credo che dipenda tutto da chi 6 e come fai le cose, ognuno si accorge se la persona che ha il compito di insegnare è in grado o meno, come succede a scuola per esempio: ti accorgi subito se il prof è in grado, o è di livello basso, medio. A 20 anni e passa, soprattutto se stiamo parlando di uno dei tuoi più grandi interessi, passioni.
E poi se lo dice marco!!ahahahah
Perito Tecnico Aeronautico 06/07 - I.T.Aer. Francesco de Pinedo - Roma

Instrument Flight Procedures Designer - Conventional & RNAV

ATCO - APP Rating

Glider Pilot License - ASK21 Rulez!
Immagine

http://s3ton.blogspot.com/ ---->L'attuale portale d'attualità!Le Vostre Notizie!

fulmin
Warned user
Warned user
Messaggi: 955
Iscritto il: 17 marzo 2011, 2:41
Località: SALAP

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da fulmin » 15 dicembre 2011, 19:51

MarcoAER ha scritto:
fulmin ha scritto:nel senso che lo standard faa è molto piú basso di quello jaa!!! il loro atpl che si chiama atp consiste in esamino teorico molto tranquillo, per non parlare dell esame ir(ancora peggio) o di un ppl.... purtroppo la realtà dell america è che fai un esperienza di volo bellissima ma con delle nozioni molto scarne... trovi istruttori con 500ore di volo che magari stanno messi peggio di un nostro ppl preso nella scuola giusta... ti parlo per esperienza diretta è!
Mi assento per un paio di mesi e guarda che succede....i bambini che dicono fandonie. :D

Carissimo "fulmin" ma te che parli di differenze JAA e FAA e dai sentenze, che esperienza hai?

A parte le 20.000 ore di flight simulator X, le 50 ore di riempimento che hai fatto in california e l'atpl ad "urbeaero", hai mai insegnato JAA e FAA?
potresti anche evitare "bambini" dato che nessuno ti ha insultato o deriso...anche perché mi sembra di capire che voliamo più o meno sulle stesse macchine, la differenza è l'età e la posizione su cui siedi tu! Seconda cosa non ho mai giocato a FlightSimulator e affini, non me ne frega nulla di passare ore davanti al computer a fare looping col jumbo o cavolate simili, in una cabina vera di un liner ci sono entrato la prima volta quando tu probabilmente neanche avevi iniziato i brevetti ogni tanto al simulatore ci "gioco", ma sui full motion che stanno a FCO.... ti parlo per esperienza diretta nel senso che dentro casa ho piloti(di linea) che hanno fatto brevetti(seri) e conosco bene i loro istruttori che sono anche i miei, ormai gente di 70-80 anni(che hanno formato migliaia di piloti, e non privati) che quando sente parlare di america o FAA si mette le mani nei capelli, come ho già scritto, quando la skymaster alitalia si faceva a bakersfield(KBFL) gli allievi tornati in italia rifacevano tutto da capo, ecco perché alghero ha chiuso e poi riaperto(ti potrei raccontare non mille ma centomila aneddoti del genere)....parlo in maniera negativa degli usa sotto il profilo istruzionale perché la stragrande maggioranza dei tuoi colleghi e degli allievi che conosciuto sono nettamente impreparati rispetto ai loro equivalenti nostrani...forse sono abituato troppo bene?
B737- 800WL

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12313
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da AirGek » 15 dicembre 2011, 20:49

Scusa fulmin io ancora non posso parlare per esperienza personale ma non credo che etichettare con "scarsa preparazione" i piloti formatisi negli USA sia corretto. Dico questo perchè tu qui non vieni addestrato a volare secondo le regole JAA ma secondo le regole FAA. La conversione poi serve a quello, ad insegnarti le differenze tra le due regolamentazioni. Non te la prendere io non ti conosco ma sono convinto che se tu andassi a volare negli USA risulteresti impreparato su cose basilari come gli spazi aerei visto che hanno minime meteo diverse per dirne una, eppure vieni da un'istruzione JAA no?

Se poi parli dal punto di vista teorico riferendoti all'ATPL beh, ti stai riferendo ad un sacco di roba che fa tanto gazzosa ma come la gazzosa serve solo a ruttare. IMHO e non solo M... :)
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

fulmin
Warned user
Warned user
Messaggi: 955
Iscritto il: 17 marzo 2011, 2:41
Località: SALAP

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da fulmin » 15 dicembre 2011, 21:13

ti do' ragione per l'atpl!!! la realtà e che poi devi valere dentro il simulatore...delle semi-boiate dei libri non gli importa al cpt che ti valuta nel full motion....comunque in usa c ho volato un po'(circa 100ore) e ti dico che è abbastanza tranquilla, la vera fregatura sono le comunicazioni(almeno per me quello erano l'ostacolo maggiore, mettono i radar a disposizione anche per noi umani col cessnino), fatto sta che tutti e ti dico tutti i ragazzi con brevetti FAA che ho conosciuto e qualcuno è anche venuto qua, si sono trovati in difficoltà per la mole di informazioni che almeno da noi viene richiesta per volare...
B737- 800WL

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12313
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da AirGek » 15 dicembre 2011, 21:20

A cosa ti riferisci quando parli della mole di informazioni che vengono richieste da noi per volare?
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
alexion89
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 433
Iscritto il: 18 giugno 2009, 13:45
Località: LIRN RWY 06

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da alexion89 » 15 dicembre 2011, 22:10

non concordo per niente...
Immagine
Ogni pilota quando inizia a volare porta con se due valigie, una della fortuna (che è piena) ed una dell'esperienza (che è vuota), il suo obiettivo è quello di riempire la valigia dell'esperienza prima che quella della fortuna si svuoti
______________________________________________________________________________________
PPL(A) JAA
PPL(A) FAA
IR (A) FAA
IR (A) JAA
CPL-MEL(A) FAA
CPL-MEL(A) JAA
ATPL (A) JAA
Glass Cockpit
High Performance

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da Luke3 » 15 dicembre 2011, 22:14

Visto che si e' deviati un po' in OT, anche se non frequento la skymates di per se mi sento di intervenire e dire la mia, anche se puo' non fregare a nessuno :D

Non sono d'accordo che in America la preparazione sia peggiore. La faccenda e' piu' complicata. Quella che e' diversa e' la mentalita', sono piu' aperti, piu' liberi e piu' pratici, sopratutto perche' l'AG da queste parti e' molto piu' diffusa e usata come vero e proprio mezzo di trasporto da molte persone, quindi le operazioni devono essere necessariamente snellite. Quello che e' vero e' che ti lasciano molto di piu' per conto tuo a fare le cose, e qui' iniziano i problemi. Se sei lasciato da solo diventi pigro, cominci a "tagliare gli angoli" come dicono qui', a vivere di GPS e a partire senza tutte le informazioni necessarie. Ma non e' colpa del sistema aviazione USA, loro ti danno tutti gli strumenti per fare le cose per bene, sta poi a te farlo. Anche perche', in qualunque parte del mondo, una volta presi brevetti e abilitazioni non avrai sempre la mamma, l'istruttore o il tizio dell'aeroclub che ti ricorda di essere sempre preparato prima di andare a volare. Che poi qui' ti permettano di farlo piu' facilmente e' vero, ma chi ne approfitta secondo me non puo' chiamarsi Pilota con la P maiuscola. Come chi pensa che una groundschool di due giorni (in pratica "cramming" indotto e insegnato) per passare lo scritto sia sufficente per conoscere bene una materia. Bisogna sempre essere dei professionisti.
Poi ci sono questioni di praticita' e questioni di buon senso. Io pianifico sempre aerovie ad esempio, ma il controllo cerca sempre di aiutarti (di nuovo, praticita' delle operazioni). Sabato scorso mi hanno sparato un direct di 150 miglia dopo 20 minuti dalla partenza. Diretti GPS e via, anche perche' non c'e' altro modo, altrimenti dichiari unable.
Poi che ci sia la possibilita' di fare troppo da solo, tipo un avvicinamento non-precision in condizioni strumentali di notte in un aeroporto non controllato dove sei veramente solo e' un altro discorso, ma personalmente non lo farei e non ho intenzione di farlo.

Sugli istruttori sono convinto che meno ne cambi meglio e', perche' cosi' sviluppi un metodo. Ma dipende anche dalle persone che ti trovi davanti. Sappiamo tutti che non esiste una ricetta perfetta per pilotare un aereo. Al di la delle cose palesemente stupide/pericolose/dannose, molti metodi si equivalgono. E' bene impararne uno per avere il metodo all'inizio, ma con l'esperienza si puo' vedere le opinioni diverse e farsene una propria. Ci sono istruttori che pensano che il solo modo di volare sia il loro e ti costringono a fare come dicono, ma se sono un po' piu' flessibili e non ti fanno tante storie (sopratutto per i brevetti successivi al PPL basico dove secondo me ci vuole un solo istruttore per tutto il tempo) allora ne puoi pure cambiare alcuni. Un po' di tempo fa volai con un istruttore diverso dal mio CFII solito che mi faceva fare gli avvicinamenti strumentali in modo diverso da come ero abituato. Dopo che un paio sono andati a puttane ho chiesto se potevo farli come ero abituato, chiarito il metodo e non ha avuto problemi.

Avatar utente
MarcoAER
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 578
Iscritto il: 11 aprile 2005, 21:03
Località: Rome or Dallas

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da MarcoAER » 16 dicembre 2011, 9:28

fulmin ha scritto:
MarcoAER ha scritto:
fulmin ha scritto:nel senso che lo standard faa è molto piú basso di quello jaa!!! il loro atpl che si chiama atp consiste in esamino teorico molto tranquillo, per non parlare dell esame ir(ancora peggio) o di un ppl.... purtroppo la realtà dell america è che fai un esperienza di volo bellissima ma con delle nozioni molto scarne... trovi istruttori con 500ore di volo che magari stanno messi peggio di un nostro ppl preso nella scuola giusta... ti parlo per esperienza diretta è!
Mi assento per un paio di mesi e guarda che succede....i bambini che dicono fandonie. :D

Carissimo "fulmin" ma te che parli di differenze JAA e FAA e dai sentenze, che esperienza hai?

A parte le 20.000 ore di flight simulator X, le 50 ore di riempimento che hai fatto in california e l'atpl ad "urbeaero", hai mai insegnato JAA e FAA?
potresti anche evitare "bambini" dato che nessuno ti ha insultato o deriso...anche perché mi sembra di capire che voliamo più o meno sulle stesse macchine, la differenza è l'età e la posizione su cui siedi tu! Seconda cosa non ho mai giocato a FlightSimulator e affini, non me ne frega nulla di passare ore davanti al computer a fare looping col jumbo o cavolate simili, in una cabina vera di un liner ci sono entrato la prima volta quando tu probabilmente neanche avevi iniziato i brevetti ogni tanto al simulatore ci "gioco", ma sui full motion che stanno a FCO.... ti parlo per esperienza diretta nel senso che dentro casa ho piloti(di linea) che hanno fatto brevetti(seri) e conosco bene i loro istruttori che sono anche i miei, ormai gente di 70-80 anni(che hanno formato migliaia di piloti, e non privati) che quando sente parlare di america o FAA si mette le mani nei capelli, come ho già scritto, quando la skymaster alitalia si faceva a bakersfield(KBFL) gli allievi tornati in italia rifacevano tutto da capo, ecco perché alghero ha chiuso e poi riaperto(ti potrei raccontare non mille ma centomila aneddoti del genere)....parlo in maniera negativa degli usa sotto il profilo istruzionale perché la stragrande maggioranza dei tuoi colleghi e degli allievi che conosciuto sono nettamente impreparati rispetto ai loro equivalenti nostrani...forse sono abituato troppo bene?

Fulmin carissimo.

Ognuno e' libero di dire la sua. Non so quando tu hai iniziato il brevetto, ma ho preso il brevetto di volo prima di prendere la patente di guida (a 17 anni), le mie ore di volo hanno 4 cifre, sono perito aeronautico (de pinedo di roma) e ho entrambe le licenze jaa ed faa.
Oltre ad occuparmi di conversioni faa to jaa tutti i giorni come lavoro, il fatto che mi sieda sulla destra mi permette magari di poter dare una modesta opinione sulle differenze jaa/faa.

Non parlo per sentito dire.
Soprattutto non sentenzio solo perche' ho avuto l'occasione di "pilotare" un sim di un liner, come hai fatto tu.
E neanche sentenzio ripetendo a pappagallo parole di un'altra persona "istruttore alitalia".

La questione JAA/FAA e' stata affrontata gia' in passato. NON ESISTE MIGLIORE O PEGGIORE.
Esistono scuole di diverso livello con diversi standard. Tutto qui.
I training sono EQUIVALENTI ma hanno prezzi e tempistiche DIFFERENTI. Dovuti alla burocrazia CORROTTA e LENTA che ci danneggia in Europa/JAA Land.

Per concludere vorrei aggiungere una piccola nota:

L'Aeronautica militare manda gli studenti migliori (dopo Latina / SF-260) qui in Texas, piu' precisamente a Sheppard Air Force Base, per fare addestramento sul T38.

La Marina Militare manda a sua volta gli studenti migliori a Pensacola, Florida.

Io ho iniziato la mia avventura in USA, quasi 7 anni fa'... per via di un pilota Alitalia che mi suggeri' di fare i brevetti in Texas, in quanto lui, ai tempi, aveva iniziato cosi'.
Marco Ferraro

- Mercenario sulla serie Citation.... (500/560xl/650/750) -

FAA Type Rating Instructor / Examiner
FAA GOLD SEAL Flight Instructor Single & Multi Engine Instrument - CFI/CFII/MEI
FAA Airline Transport Pilot AMEL
JAA fATPL - Commercial MEIR

fulmin
Warned user
Warned user
Messaggi: 955
Iscritto il: 17 marzo 2011, 2:41
Località: SALAP

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da fulmin » 16 dicembre 2011, 12:37

ti dò pienamente ragione...magari ho solo espresso male il mio pensiero! non voglio sparare sentenze, non ho ne le ore ne le skill per farlo...cerco solo di riportare quella che è l'idea e il pensiero sulla FAA di persone che volano e sono dentro il mondo aeronautico da molto tempo...neanche io concordo pienamente con certi ragionamenti che sento, ma d'altra parte non posso negare che la mia esperienza in usa è stata positiva come TB ma negativa a livello istruzionale, probabilmente sono andato nei posti sbagliati, dove non si lavora al 100% ed è uscito fuori questo mio giudizio! non volevo dire che avendo fatto sim full motion allora sono Francesco Baracca!!! Assolutamente!!! Mi trovi d'accordissimo sulla burocrazia enac-jaa lenta corrotta e mafiosa..non nutro dubbi, è una schifezza, che la FAA sia "una macchina da guerra" in questo senso non lo discute nessuno! è vero i training sono diversi ma non si può non ammettere i requirements faa sono nettamente meno restrittivi dei nostri..esempio lampante(per me) fu la figlia del proprietario della scuola dove affittavo l aeroplano, che lavorava sull'emb145 come relief pilot, facendo però a tutti gli effetti la first officer, aveva circa 1000 ore,500 su quella macchina ed era stata messa a terra per via di svariate cavolate che aveva fatto....siamo andati insieme dal MD a fare la visita medica(lei prima classe io terza), e questa la sera prima stava a bere e a fumare(canne) poiché per quello che ho visto la first class faa non richiede analisi tossicologiche...ecco per me questo vuol dire fare le cose male...a questo punto preferisco l'iml con i suoi 2000 test a volte inutili!

P.S a sheppard ci sono un mucchio di istruttori italiani e non solo!!!
B737- 800WL

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da Luke3 » 18 dicembre 2011, 11:10

Secondo me stai generalizzando e esagerando. L'atteggiamento e' sicuramente diverso ma non certo di queste proporzioni. Da come la metti sembrerebbe che volano per la maggior parte cowboy e che bisogna stare sempre sull'attenti appena ci si avvicina ad un aeroplano. Non sono d'accordo. Anche se l'atmosfera e' piu' rilassata non ho visto cose tanto piu' sconcertanti di quando volavo all'Urbe. E' anche vero che dipende da dove vai, e forse stando sotto il classe Bravo di ATL le ca**ate chi vola con me e intorno a me ha imparato a non farle. Probabilmente in un campo in erba non controllato nel mezzo del Mississipi la storia e' diversa, questa te la do.
Ripeto, lasciano piu' liberi, sta poi al pilota essere sicuro. Ma dovrebbe essere il caso ovunque, non si puo' aspettare che l'ENAC o l'FAA di turno faccia volare tutti in sicurezza con la forza: quella persona non dovrebbe essere un pilota in qualunque parte del mondo se la pensa cosi'. La vera domanda e': chi gli firma le BFR?
Bisogna anche ammettere pero' che i topic legati alla sicurezza come un sistema e non come una semplice relazione causa/effetto o colpevole/vittime sono piu' considerati, e lo si capisce leggendo le varie pubblicazioni aeronautiche e parlando in giro con chi sa quello che sta facendo.

fulmin
Warned user
Warned user
Messaggi: 955
Iscritto il: 17 marzo 2011, 2:41
Località: SALAP

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da fulmin » 18 dicembre 2011, 12:53

esatto possiamo condensare il tutto con la tua domanda: chi gli firma la bfr a certa gente? vero in una zona terminale tipo il bravo di qualche metropoli trovi gente più o meno rispettosa delle regole, ma in spazi più "tranquilli" ci sono veri e propri pirati dell'aria!
B737- 800WL

Avatar utente
G3nd4rM3
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1011
Iscritto il: 29 ottobre 2006, 14:59
Contatta:

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da G3nd4rM3 » 21 dicembre 2011, 15:53

Confermo quanto detto in ultima analisi, tra l'altro è vero anche che MarcoAER è diplomanto alla mia stessa scuola..mi ricordo lui...e la sua maledetta Aprilia RS :)

Quanto rosicavo :)

P.S.
Per il training militare, voi alla skymates avete mai avuto qualche contatto?Vi capita di vederli in giro?
Perito Tecnico Aeronautico 06/07 - I.T.Aer. Francesco de Pinedo - Roma

Instrument Flight Procedures Designer - Conventional & RNAV

ATCO - APP Rating

Glider Pilot License - ASK21 Rulez!
Immagine

http://s3ton.blogspot.com/ ---->L'attuale portale d'attualità!Le Vostre Notizie!

Avatar utente
SkyRider
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 63
Iscritto il: 28 luglio 2008, 19:49
Località: Ignota.

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da SkyRider » 25 dicembre 2011, 6:15

Ma oltre a sti dibattiti c'è qualcuno che viene con me a marzo/aprile a dividere ore? :lol:

titon
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 72
Iscritto il: 6 giugno 2008, 20:02

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da titon » 25 dicembre 2011, 11:51

IO!!..da gennaio sono in Texas

Xavier
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 1
Iscritto il: 27 dicembre 2011, 9:15

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da Xavier » 27 dicembre 2011, 11:12

titon ha scritto:IO!!..da gennaio sono in Texas
Intanto mi presento, sono Andrea e seguo questo post da parecchio (tanto che ormai ho avviato le pratiche per l'iscrizione in Skymates).

Io dovrei essere la per il 24 di gennaio salvo complicazioni!

Quindi titon, se ti va di sentirci per pm, così magari ci organizziamo!!! :!:

antes88
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 57
Iscritto il: 29 novembre 2011, 11:22

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da antes88 » 28 dicembre 2011, 16:20

quanti di voi che partono per skymates seguono il corso Professional FAA? cioè il percorso integrato...

oppure andate solo per fare ore?

perchè a questo punto pensavo di lasciar perdere il discorso JAA in suolo americano,fare tutto FAA e poi convertirlo qua...
:D

doccia
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 37
Iscritto il: 28 novembre 2011, 16:44

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da doccia » 28 dicembre 2011, 19:02

Io per l'ennesima volta pongo la mia domanda: c'è qualcuno in questo forum che ha finito i corsi alla Skymates? e sopratutto dopo quanto avete trovato lavoro e dove?

Avatar utente
loosehead
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 96
Iscritto il: 12 marzo 2008, 19:26
Località: Barcelona "El Prat" BCN

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da loosehead » 6 gennaio 2012, 1:01

Secondo me bisogna distinguere tra PPL e licenze superiori prima di poter dare un giudizio obiettivo sugli States. Ancora rimpiango il "radar contact" quotidiano che ha accompagnato il mio time building in Florida e California. Tuttavia non ho potuto fare a meno di constatare che laggiù in aviazione generale gira un buon numero di inconsapevoli aspiranti suicidi (leggi: piloti privati) che senza GPS e/o ATC che ti prende per mano non avrebbero neanche il coraggio di salire su un aereo.

Andando avanti con le licenze il discorso secondo me cambia: non ho fatto corsi professionali negli USA quindi non giudico ma credo, così a occhio, che non ci siano grossissime differenze. La differenza la fai tu pilota al simulatore alla selezione prima e ai check dopo.
Boeing 737-800 Stunt Pilot

Avatar utente
Marco92
FL 250
FL 250
Messaggi: 2811
Iscritto il: 26 aprile 2009, 15:16

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da Marco92 » 8 gennaio 2012, 15:47

Se non ci saranno alcun tipo di complicazioni, ad agosto (che caldo!) dovrei essere ad Arlinton, TX :usa2:

Per la teoria ATPL, mi sto orientanto su Briston GS in DL, ma al riguardo farò domande più in là. Per ora ho qualche domanda riguardante il posto e la scuola.

-Nelle vicinanze ci sono palestre e/o zone come parchi o posti tranquilli dove poter correre la mattina? Essendo un tipo non in linea, del movimento male non mi farà di certo.

-Nelle pagine addietro, ho letto che qualcuno ha acquistato una automibile e ci stavo pensando anche io, ma non subito. C'è qualche sito utile o concessionari di usati che vendono automibili sui 4000/5000 dollari?

-Avrei intenzione di fermarmi ad Arlington un annetto se mi capitasse l'occasione di poter istruire per un po' e per provare anche, e allo stesso studiare la teoria ATPL dopo aver finito il corso per il CPL. La domanda non la faccio sul corso istruttori, ne' sulle possibilità di fermarsi un anno lì (parlerò con chi di dovere), ma bensì sullo studio della teoria ATPL. Ho pensato che studiare la teoria ATPL dopo aver preso il CPL FAA renderebbe più facile l'approccio e l'assimilazione delle nozioni, siccome gran parte delle cose le dovrei conoscere già dopo il corso CPL FAA. Qualcuno di voi, oltre ad Alexion89, ha seguito questa sequenza? Alexion, che a breve dovrebbe finire, farà così e penso che sia perfetto.

-L'AME FAA che si trova lì, quanto fa durare l'intera visita? :mrgreen: Stavo pensando di prendere la 1^ classe FAA a Stansted, ma in realtà è stupido andare a Londra solo per una prima classe FAA, la quale posso prendere ad Arlington.

-Che qualcuno sappia, è possibile sottoporsi ad operazione laser agli occhi in USA senza ver problemi con visto e assistenza medica? Sebbene ciò avviene di solito con medico privato, chiedo lo stesso. Tempo 2-4 settimane, e il certificato medico FAA mi permetterà di volare di nuovo. Ho intenzione di fare l'operazione prima della prima classe EASA, altrimenti in Europa chissà per quanto tempo dovrò stare a terra.

Per ora credo sia tutto.

Anzi no! Per luglio/agosto chi del forum sarà o sarà ancora lì?

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12313
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da AirGek » 8 gennaio 2012, 16:00

Marco 1101342 ha scritto: -Nelle vicinanze ci sono palestre e/o zone come parchi o posti tranquilli dove poter correre la mattina? Essendo un tipo non in linea, del movimento male non mi farà di certo.
Stai ad Arlington non a Central Park... :|
Marco 1101342 ha scritto: -Nelle pagine addietro, ho letto che qualcuno ha acquistato una automibile e ci stavo pensando anche io, ma non subito. C'è qualche sito utile o concessionari di usati che vendono automibili sui 4000/5000 dollari?
Non è che qualcuno se la compra, DEVI comprartela altrimenti non vai da nessuna parte, stai ad Arlington...
Magari trovi qualche studente che se ne va e te la rivende direttamente lui...

Marco 1101342 ha scritto: -L'AME FAA che si trova lì, quanto fa durare l'intera visita? :mrgreen: Stavo pensando di prendere la 1^ classe FAA a Stansted, ma in realtà è stupido andare a Londra solo per una prima classe FAA, la quale posso prendere ad Arlington.
La visita medica è una pagliacciata, nel vero senso del termine.
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
Marco92
FL 250
FL 250
Messaggi: 2811
Iscritto il: 26 aprile 2009, 15:16

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da Marco92 » 8 gennaio 2012, 16:06

Aò me so' scordato la domanda più impartante! So che la scuola assiste i nuovi studenti a trovare una sistemazione e so anche che lo staff è gentilissimo e di ottima qualità, per non parlare del proprietario poi :)
Tra affitto e altre spese per vivere e svizi (o sfizi :oops: ) vari, di quanto riuscite a contenere le spese mensili?
Non è che alla fine io sia spendaccione, credo... :lol:

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12313
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da AirGek » 8 gennaio 2012, 16:15

Spera di non finire in una casa nuova altrimenti la prima cosa che farai arrivato qua sarà andare a comprarti la tendina per la doccia e gli anelli.

Per la cronaca io ho saputo dove andavo ad alloggiare nel tragitto aeroporto Dallas - destinazione ignota.

Noi più o meno stiamo sugli 80 dollari di spesa al mese da dividere per 3, aggiungici l'affitto sui 400 dollari a testa sempre in tre (poi questo varierà), la luce, la benzina per la macchina (che sta salendo pure qua mortacci sua), l'assicurazione, qualche mangiata fuori, queste più o meno son le spese di routine...
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
Marco92
FL 250
FL 250
Messaggi: 2811
Iscritto il: 26 aprile 2009, 15:16

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da Marco92 » 8 gennaio 2012, 17:23

Ok, grazie mille! Per quanto riguarda la macchina, spero di capitare nel miglior modo possibile per me :mrgreen:

I corsi ground come sono, vi trovate bene? Ci sono anche istruttori italiani?

Avatar utente
SaturnV
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 631
Iscritto il: 15 settembre 2008, 14:35
Località: I lost my "M" in Vegas...

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da SaturnV » 9 gennaio 2012, 5:12

Gli istruttori italiani ci sono ma sono stronzi... vieni un po' prima di Agosto se puoi, diciamo fine Maggio, cosi' finisci il privato per l'estate.
Ciao.
Piloti gente strana:
Pagano quando vogliono volare e se li paghi non vogliono piu' volare...

JAA FAA FI FII MEI GrAn FiGl d PutT Gran FARab LaDr MaScalz d Gran CroC Duca VisConte... e pure Arch-Ing... Per chi capisce.

Avatar utente
Marco92
FL 250
FL 250
Messaggi: 2811
Iscritto il: 26 aprile 2009, 15:16

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da Marco92 » 9 gennaio 2012, 14:01

Purtroppo a Maggio non posso perché mi diplomerò a giugno/luglio.

Preferirei avere istruttori americani o comunque non italiani in modo da essere obbligato ad affrontare le lezioni in lingua inglese in ogni caso, e chiederei aiuto ad istruttori italiani soltanto in casi estremi, in cui non riuscirei a capire i concetti in lingua inglese. So che le lezioni dovrebbero essere affrontate in inglese comunque, anche con istruttori italiani, ma l'accento anche conta per il mio orecchio :lol:

SaturnV, tu sei ancora lì? Quando dovresti finire il corso (se stai facendo quello)?

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12313
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da AirGek » 9 gennaio 2012, 14:26

Lui è istruttore.
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
Marco92
FL 250
FL 250
Messaggi: 2811
Iscritto il: 26 aprile 2009, 15:16

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da Marco92 » 9 gennaio 2012, 14:31

Ah ottimo :D

India_Golf
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 116
Iscritto il: 13 febbraio 2008, 1:09

Re: PARLIAMO DELLA SKYMATES

Messaggio da India_Golf » 20 gennaio 2012, 14:37

Scusate a tutti se mi intrometto in stile entrata da dietro a gamba tesa.
In aggiunta lo faccio candidamente ammettendo di essermi stufato di leggere il post della pagina 14 inerente a FAA vs JAA (EASA) e quindi rispondo senza sapere se Marco ha poi brindato a taralucci e vino con il ragazzo che spara sulla FAA alzo SINKRATE (potete metterci il whoop whoop, pull up se siete dei veri fanatici).
Mi permetto di entrare in merito cosi' prepotentemente per alcune ottime ragioni (che sono ottime lo dico io e non e' un regime democratico :twisted: ).
Innanzitutto ogni volta che vedo questo post ghigno non poco: sono il secondo ad aver risposto a TOTFLY ed era anni fa... Total flight 0.
Oggi non sono molto distante da quello 0, visto che ho appena una 330 ore abbondanti senza jet e TP e la cosa piu' esotica che posso mettere sul CV sono 130 ore di IFR o Actual (a seonda del vostro logbook).
comunque agli albori di questo post ero un signor nessuno, oggi sono un nessuno aspirante conducente di autobus ad alta quota con doppie licenze CPL/ME/IR ATPL (tutti e 14 senza scazzare) MCC e l'intero ambaradan che serve per sapere che manca un TR, una botta di c**o o una raccomandazione per finire in linea (anche una green card non sarebbe male).
Perche' sia una buona ragione questa? Perche' alla fine in Skymates ci sono passato e quindi posso avere voce in capitolo sia in merito alla qualita' di cosa trovate in USA e cosa trovate qui.
Per il resto posso tranquillamente dire che di piloti dentro casa se ne possono avere anche una compagnia intera. Non fanno pilota, te punto e basta.
Le compagnie, USA o made in Italy, quando fanno lo screening di chi assumere e chi no guardano non l'albero genealogico, ma quanta voglia di volare ha il candidato, se puo' rappresentare un buon comandante per il futuro, la sua professionalita' e le sue doti interpersonali e sociali oltre che il bagaglio tecnico che si porta appresso.
Ergo, posso essere nato nella gondola di un motore di un 73ng, all'interno di un hangar della maintenence di FCO tra un Md80 senza motori e un md11 ex F in leasing la sera di Natale. Magari assomiglio pure ad una divinita' cattolica. Eppure poi non sono un "quality" pilot neanche per grazia del Divino. Magari penso perfino che un Pitot Heat sia un errore di battitura sulla targa che identifica lo switch medesimo sul cockpit di flight simulator: fa freddo che ca--o! E accendiamolo sto piLot heat no?!? ( e credetemi l'ho sentita sul serio, in modo diverso ma l'ho sentita...)
Insomma io ne ho fatte di ore su FS e non facevo i loop ne volo acrobatico. Cercavo di capire quello che forse un giorno mi sarebbe servito.
Quando mi sono trovato la' ho cercato di appozzare a piene mani e di diventare un pilota non per il fascino della divisina che si spera un giorno portero', ma perche' e' quello che ho deciso di fare nella mia vita e intendo farlo BENE.
In skymates ho sicuramente passato momenti ottimi e non penso che sia una scuola che ti faccia perdere tempo ne tanto meno rubi i tuoi soldi.
Momento della par condicio e del politically correct:
E' vero che le stesse cose le fai anche qui. Oggi Oxford e CTC sono piu' esplicite di quanto non lo fossero anni fa al momento della mia scelta.
Andate da loro, dategli pure il pacco di soldi che vogliono e quando avrete finito sarete in un pool di gente che se ne andra' in gloria con le Fante della easyjet. Ma ci sono varie premesse (e la prima e' che vi piaccia l'arancione se no vi attaccate).
Un pacco di soldi tutti e subito, preselezioni, rendimento del cadetto entro certi standard ecc ecc.
E la cosa bella e' che se pure fate tutto questo poi finisce che durante l'intervista raccontate di come voi vi siate destreggiati, atterrati, sinkrateizzati e poi io io mio io. Cosi' a quelli la' appare chiaro che soldi alla mano vi siete fatti il corso piu' costoso del mondo pagandovi perfino TR e line training, ma non sapete comunque nulla di cosa significhi CRM e teamwork.
Volare non e' un mestiere, e' una filosofia di vita che include voi in quanto esseri umani a 360 gradi.
Alla skymates ho incontrato solo ottimi elementi, la flotta e' sicura e se volete imparare a volare e NE AVETE DAVVERO VOGLIA, allora e' sicuramente un posto che consiglierei.
Avrete da tenere sott'occhio qualche elemento in piu' certo al momento del ritorno e di volare in europa (se davvero ci riuscite). Ad esempio il controllori del traffico JAA hanno un sense of humor pari a 0, vogliono che Kavala approach sia 124 DECIMAL 65 e non point, altrimenti condanna a vita al Cottolengo.
Insomma e' piu' divertente laggiu' negli USA: Qui in europa e' tutto pregno di un fondamentalismo integralista che alla parola GPS approach ti staccano il pisello con le pale di un kingair.
Ma in tutto questo tenete conto che i vostri numeri li costruite voi.
Non lo fa skymates ne lo fa CTC.
Io in skymates ci sono stato e ci tornerei, oggi sono confidente nelle mie capacita' e questo per merito di chi ho incontrato laggiu' e anche per merito mio. Posso dire di essere un buon pilota, senza mai aver sbagliato un practical o un theory test FAA o JAA che fosse.
Forse sarebbe stato cosi' anche con altre scuole JAA, ma il mio passato FAA me lo tengo stretto sapendo di saper volare ( come mi sono sentito dire dal comandante che mi faceva l'MCC).
Se poi a qualcuno di voi l'acronimo FAA fa venire in mente seconds from disaster, amen( disasters don't just happens, ther're a chain of critical events....).
Dopo avervi ammorbato abbastanza chiudo con un ultima considerazione:
E' vero che ci sono molti che tremano all'idea di assumere piloti FAA ma non lo fanno nell'accezione che pensate voi (incapacita'). Quando si parla di questa tematica si parla di Bad Habit (che pero' sono comunque vostra responsabilita').
Ad esempio in america, specie in TX navigate su un biliardo. Pianure sconfinate e servizi radar a gogo.
Sanno sempre dove siete.
Quando un pilota FAA torna a casa in europa si trova uno scenario completamente diverso. Le radiocomunicazioni devono essere STANDARD! Non esiste parlare al microfono in modo piu' o meno capibile e per accezione comune. La' e' un intero continente che si e' inventato il volo, parla ingelese madrelingua e hanno servizi radar estesissimi.
Qui in europa in un fazzoletto di terra hai piu' di 20 possibili lingue ed altrettanti piloti che magari faticano perfino a parlare UNA lingua comune. Servizi radar non certo come in america. Senza contare la situational awarness di certe torri...
Ed ecco il vostro fantasma.
Un pilota FAA torna pensando che dire 124 point qualcosa sia ininfluente (allora trovereste conferme per le vostre tesi anti FAA).
Se invece sa delle differenze in auge sara' professionale sia negliu USA sia qui e tanti saluti al "mani nei capelli".
Altro esempio?
pilota FAA convertito JAA che scopre che il vor e' fuori uso ma che puo' usare l'NDB aprroach.
O mamma, in america quando andavo al BBQ facevo solo atterraggi GPS facendo il figo che atterrava strumentale.
Ed eccoti le mani nei capelli.
Magari invece quando si arrivava tardi si tirava dritti col gps e buon appetito ma in altri momenti si andava di NDB dato che in europa esistono piu' NDB di quanti PPL emessi.
A nessuno interessera' mai se la pista e' li davanti perche' padre Maronno vi assiste o perche' ve lo ricordate con pull the tail e push the head. Se fate un NDB a regola d'arte non siete eroi, ma siete piloti strumentali fine dei giochi.
Il fatto e' che se sto in america e ci VIVO, quale forza oscura mi obbliga ad andare per ndb quando col gps atterro come facessi una scampagnata? Nessuna.
Ma voi come piloti forse dovreste rivedervi un NDB quando vi rendete conto che non vi ricordate una sega sull'argomento. Se tornati a casa non lo fate e andate a convertire, ecco allora le famose mani nei capelli.
FAA e JAA mettono la stessa enfasi sull'unica qualita' che tutti i piloti dovrebbero avere e si chiama Good airmanship.
Il resto so chiacchere da bar.
Come questa che dicono sia successa (ma le registrazioni?):

Tower: United 3362 hold at bravo, traffic
U3362: Holding united3362
Unkonw: I'm fucking bored to wait here!
TW: Unkown station transmitting, identify yourself
UNK: I said i was fucking bored to wait, never said i was fucking stupid

:mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Con questo ho detto la mia adesso torno a cercare lavoro come guidatore di autobus che gia' mi avete fatto perdere tempo abbastanza co ste favole FAA/JAA.
E dato che i prossimi giorni fara' freddo...
ALZATE STO MALEDETTO "PILOT HEAT"...DAAAAAAI CA----------OOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!

Rispondi