Licenze PPL, CPL-IR, ATPL

In quest’area si discute di Aeroclub, di brevetti commerciali / ATPL integrato, di ultraleggeri, di scuole e corsi relativi all'aviazione civile

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Diego Scagliarini
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 7
Iscritto il: 26 settembre 2010, 15:53

Licenze PPL, CPL-IR, ATPL

Messaggio da Diego Scagliarini » 2 ottobre 2010, 17:44

Salve a tutti!
Mi chiamo Diego, questo è il mio primo intervento su md80.
Gradirei risposte sincere, ma soprattutto da gente che è stata nelle mie stesse condizioni e che è riuscita nel suo intento.
Io ho iniziato da un mese circa il primo "step" per intraprendere la carriera da pilota: il PPL.
So che in molti risponderanno che ho fatto un "errore", e che sarebbe stato meglio iniziare il tutto negli USA per via dei costi, eccetera. Io vorrei risposte di persone che hanno fatto tutti i corsi in Italia, salvo i Type Rating, e che lavorano come piloti di linea o aerotaxi privati, che è quello che mi piacerebbe fare nella vita.

Per tagliare la testa al toro, so che qui costa tutto di più, ma i soldi non sono un problema.

Spero mi diciate qualcosa di rassicurante, perchè mi sono stancato di persone che continuano a dire "auguri" con aria di sufficienza e snobbando coloro che vogliono iniziare tali corsi nel proprio paese.

Un saluto a tutti, e un grande grazie in anticipo!

Effettivamente la domanda non c'è! Piccola svista, scusate.
Più che altro non volevo porre una domanda, ma chiedere un'opinione sul tutto!
Ultima modifica di Diego Scagliarini il 2 ottobre 2010, 18:07, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11743
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Licenze PPL, CPL-IR, ATPL

Messaggio da flyingbrandon » 2 ottobre 2010, 18:03

Diego Scagliarini ha scritto:Salve a tutti!
Mi chiamo Diego, questo è il mio primo intervento su md80.
Gradirei risposte sincere, ma soprattutto da gente che è stata nelle mie stesse condizioni e che è riuscita nel suo intento.
Io ho iniziato da un mese circa il primo "step" per intraprendere la carriera da pilota: il PPL.
So che in molti risponderanno che ho fatto un "errore", e che sarebbe stato meglio iniziare il tutto negli USA per via dei costi, eccetera. Io vorrei risposte di persone che hanno fatto tutti i corsi in Italia, salvo i Type Rating, e che lavorano come piloti di linea o aerotaxi privati, che è quello che mi piacerebbe fare nella vita.

Per tagliare la testa al toro, so che qui costa tutto di più, ma i soldi non sono un problema.

Spero mi diciate qualcosa di rassicurante, perchè mi sono stancato di persone che continuano a dire "auguri" con aria di sufficienza e snobbando coloro che vogliono iniziare tali corsi nel proprio paese.

Un saluto a tutti, e un grande grazie in anticipo!
Volentieri per le risposte sincere....ma non ho trovato la domanda.... :!: :mrgreen:
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

zodiarkh
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 255
Iscritto il: 17 aprile 2009, 13:28

Re: Licenze PPL, CPL-IR, ATPL

Messaggio da zodiarkh » 2 ottobre 2010, 18:27

la domanda è: se faccio le licenze in italia valgo quanto quelli che le fanno negli usa?

secondo me la risposta la troverai solo quando avrai il tuo foglio di carta in mano.. la gente non penso ti consiglia di andare all'estero solo perche costa di meno.. ma sopratutto per l'inglese.. magari tu lo parli come un madrelingua e non hai di questi problemi..

Diego Scagliarini
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 7
Iscritto il: 26 settembre 2010, 15:53

Re: Licenze PPL, CPL-IR, ATPL

Messaggio da Diego Scagliarini » 2 ottobre 2010, 18:34

zodiarkh ha scritto:la domanda è: se faccio le licenze in italia valgo quanto quelli che le fanno negli usa?

secondo me la risposta la troverai solo quando avrai il tuo foglio di carta in mano.. la gente non penso ti consiglia di andare all'estero solo perche costa di meno.. ma sopratutto per l'inglese.. magari tu lo parli come un madrelingua e non hai di questi problemi..
Fino ad ora, mi hanno consigliato gli USA per il costo, e sì, anche perchè là non bisogna fare il test di inglese.
Non sono un madrelingua (purtroppo) ma me la cavo abbastanza, ho comunque tutto il tempo per migliorare, dato che ho appena iniziato il PPL. Ho già anche pensato a qualche periodo di soggiorno a Londra, to improve my english!
Un'altro motivo è la visita medica, dicono che qui hanno standard molto più restrittivi; infatti per questo (per essere sicuro fin dall'inizio) ho scelto la visita di prima classe, e mi hanno dato l'idoneità.

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12312
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Licenze PPL, CPL-IR, ATPL

Messaggio da AirGek » 2 ottobre 2010, 19:05

Non credo ricaverai molto da "periodi" a Londra. Una persona mi disse una volta "vai in Texas e impara l'inglese, poi vai a Londra e capisci l'inglese ma se impari l'inglese a Londra e poi vai in Texas non ci capisci nulla".

Della serie "hey how you doing" e tu "aiuduing de che?"

Poi scusa he, non per farmi i razzi tuoi ma, che te frega di quello che dicono gli altri?
Vuoi fare il pilota o sei di quelli che devono sentirsi dire che fanno bene a fare quello che fanno?

Se hai scelto questa strada percorrila senza mai fermarti e senza cercare il conforto (di che poi?) di chichessia.
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Diego Scagliarini
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 7
Iscritto il: 26 settembre 2010, 15:53

Re: Licenze PPL, CPL-IR, ATPL

Messaggio da Diego Scagliarini » 2 ottobre 2010, 19:13

AirGek ha scritto:Non credo ricaverai molto da "periodi" a Londra. Una persona mi disse una volta "vai in Texas e impara l'inglese, poi vai a Londra e capisci l'inglese ma se impari l'inglese a Londra e poi vai in Texas non ci capisci nulla".

Della serie "hey how you doing" e tu "aiuduing de che?"

Poi scusa he, non per farmi i razzi tuoi ma, che te frega di quello che dicono gli altri?
Vuoi fare il pilota o sei di quelli che devono sentirsi dire che fanno bene a fare quello che fanno?

Se hai scelto questa strada percorrila senza mai fermarti e senza cercare il conforto (di che poi?) di chichessia.
In effetti non me ne frega niente di quello che dicono gli altri, era solo per sapere qualche parere di persone che hanno fatto i corsi in Italia, di come hanno trovato lavoro, ecc. Di certo se mi dicono "vai a fare i corsi negli Stati Uniti" ignoro palesemente questo consiglio, poiché qua ho iniziato e qua voglio finire.
Quoto la tua affermazione "Se hai scelto questa strada percorrila senza mai fermarti e senza cercare il conforto".
La mia era solo curiosità... di certo non è da queste risposte che dipende il mio futuro.

Avatar utente
Gladio
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 54
Iscritto il: 5 agosto 2008, 9:05

Re: Licenze PPL, CPL-IR, ATPL

Messaggio da Gladio » 2 ottobre 2010, 19:30

Scusa ma francamente traspare una sorta di atteggiamento tipo "volevo solo dirvi che ho deciso così quindi se la pensate come me bene sennò muti". Ovviamente sto estremizzando, ma poichè nel primo post hai chiesto una opinione ...

Diego Scagliarini
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 7
Iscritto il: 26 settembre 2010, 15:53

Re: Licenze PPL, CPL-IR, ATPL

Messaggio da Diego Scagliarini » 2 ottobre 2010, 19:43

Gladio ha scritto:Scusa ma francamente traspare una sorta di atteggiamento tipo "volevo solo dirvi che ho deciso così quindi se la pensate come me bene sennò muti". Ovviamente sto estremizzando, ma poichè nel primo post hai chiesto una opinione ...
Assolutamente sono stato frainteso, allora.
Volevo opinioni di persone che hanno fatto ciò che intendo fare io. Ma in 4 risposte non ho ancora ricevuto una risposta concreta. A quanto pare ho sbagliato forum...

zodiarkh
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 255
Iscritto il: 17 aprile 2009, 13:28

Re: Licenze PPL, CPL-IR, ATPL

Messaggio da zodiarkh » 2 ottobre 2010, 20:04

Diego Scagliarini ha scritto:
Gladio ha scritto:Scusa ma francamente traspare una sorta di atteggiamento tipo "volevo solo dirvi che ho deciso così quindi se la pensate come me bene sennò muti". Ovviamente sto estremizzando, ma poichè nel primo post hai chiesto una opinione ...
Assolutamente sono stato frainteso, allora.
Volevo opinioni di persone che hanno fatto ciò che intendo fare io. Ma in 4 risposte non ho ancora ricevuto una risposta concreta. A quanto pare ho sbagliato forum...

io per il momento mi limito a pilotare le carriole.. attendi che arriveranno altre risposte, non sei l'unico ad aver iniziato un ppl in italia..

Avatar utente
sognodivolare
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 376
Iscritto il: 12 febbraio 2007, 18:13
Località: palermo/ grand prairie tx

Re: Licenze PPL, CPL-IR, ATPL

Messaggio da sognodivolare » 2 ottobre 2010, 20:41

io sono dell'idea che ovunque si faccia il training, si hanno le stesse possibilita' di riuscita. che tu lo faccia in italia, in europa, in america o all'estero. bene o male gli standard istruttivi sono gli stessi, alla fine se non sei bravo e non studi gli esami non li passi. io ho fatto tutto in america, e a dir la verita' la differenza sta nel fatto che si spende meno, impari la lingua e anche se voli su un cessna 152 vieni trattato come se sei su un 737. qui in italia preparano molto bene ( come del resto in europa) sulla parte teorica, mentre in america si tende maggiormente alla preparazione pratica....e' ovvio che la teoria viene studiata anche li.
trovare lavoro e' come la lotteria diciamo, non c'e' sicuramente nessuno che ti garantisce un lavoro, sta solo a te a farti trovare al posto giusto nel momento giusto, e cosa piu' importante avere le carte in regola. che tu abbia preso le licenze in italia o da altre parti non penso importi piu' di tanto a nessuno, alla fine sei sempre pilota.
le abilita' le dovrai saper dimostrare, nessuno ti regala nulla, e in piu' una volta che hai conseguito un commerciale significa che sai portare un aereo in modo sicuro.
segui solo la tua testa, anche perche' in quest'ambito troverai tantissime persone che cercheranno di scoraggiarti o di consigliarti cose che secondo loro e' meglio.
JAA CPL/IR-SEP/MEP /w ATPL Theory and MCC - FAA CPL/IR-MEP

Avatar utente
push10
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 237
Iscritto il: 4 marzo 2010, 9:41
Località: Padova

Re: Licenze PPL, CPL-IR, ATPL

Messaggio da push10 » 3 ottobre 2010, 0:59

All'estero volare costa di meno impari l'inglese e c'è molta meno burocrazia, pero' nn tutti possono andare, problemi di lavoro, famiglia ecc. Anche in Italia ci sono parecchie scuole valide, che offrono un altissimo livello di preparazione. Per il lavoro nessuno potrà darti certezze!! Almeno che tu nn abbia parecchie conoscenze che contano. Anche io sto facendo il al fto di Padova e vorrei proseguire tutto in Italia come te. Il mio consiglio , pensiamo a fare un passo alla volta e diamo tempo al tempo. Intanto buona fortuna e benvenuto a bordo
ATPL STUDENT

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: Licenze PPL, CPL-IR, ATPL

Messaggio da Luke3 » 3 ottobre 2010, 2:22

Non saro' un pilota professionista ma ho preso il PPL in Italia e ora per motivi non aeronautici (be, in un certo senso sono aeronautici, diciamo aerospaziali :D ) mi trovo in USA, dove continuo a volare. Devo dire che qui' e' tutto piu' semplice, costa molto di meno e si e' in genere piu' liberi. La cosa bella e' che non fanno distinzione di peso massimo al decollo. Devo dire pero' che vedendo un po' entrambi le realta' sono contento di aver imparato a volare in Italia, e onestamente nonostante le incazzature varie, credo che rifarei lo stesso percorso potessi scegliere. Sara' che ho avuto istruttori eccellenti e moltissime belle esperienze...
C'e' una differenza netta nei due modi di vivere l'aviazione, non la saprei descrivere bene a parole ma e' molto distinta. Credo che imparando a volare in Italia e poi continuando in USA stia godendo dei benefici di entrambi i posti al momento giusto, ma puo' darsi che con il tempo cambiero' idea, staro' a vedere!

Diego Scagliarini
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 7
Iscritto il: 26 settembre 2010, 15:53

Re: Licenze PPL, CPL-IR, ATPL

Messaggio da Diego Scagliarini » 3 ottobre 2010, 9:23

push10 ha scritto:Per il lavoro nessuno potrà darti certezze!!
Beh, direi che non è proprio una certezza, ma quando uno viene a spendere 100.000 Euro tra corsi vari e Type Rating, sarebbe un controsenso che non lo assumesse nessuno, no? :shock:
Se non hai la certezza di lavorare dopo una spesa simile... sei praticamente rovinato.

Grazie per la tua risposta comunque! :)

Diego Scagliarini
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 7
Iscritto il: 26 settembre 2010, 15:53

Re: Licenze PPL, CPL-IR, ATPL

Messaggio da Diego Scagliarini » 3 ottobre 2010, 9:30

sognodivolare ha scritto:io sono dell'idea che ovunque si faccia il training, si hanno le stesse possibilita' di riuscita.

Concordo con te, alla fine non vedo cosa possa cambiare, dato che gli esami pratici e i test sono uguali per tutti.
sognodivolare ha scritto:troverai tantissime persone che cercheranno di scoraggiarti o di consigliarti cose che secondo loro e' meglio.
Sì, me ne sono accorto! Fin da quando ho iniziato le superiori, persino gli insegnanti scoraggiavano i propri alunni dicendo che praticamente nessuno sarebbe diventato pilota e che sarebbe stato impossibile. Ora, dopo cinque anni, mi ritrovo a che fare con persone diverse, ma sempre con la stessa voglia irrefrenabile di smontare i sogni altrui.

Almeno qualche persona SERIA c'è, che non si diverte a sbeffeggiare gli altri solo perchè lui è riuscito nel suo intento.

Grazie per la risposta.

zodiarkh
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 255
Iscritto il: 17 aprile 2009, 13:28

Re: Licenze PPL, CPL-IR, ATPL

Messaggio da zodiarkh » 3 ottobre 2010, 9:44

Diego Scagliarini ha scritto: Sì, me ne sono accorto! Fin da quando ho iniziato le superiori, persino gli insegnanti scoraggiavano i propri alunni dicendo che praticamente nessuno sarebbe diventato pilota e che sarebbe stato impossibile.
Grazie per la risposta.
guarda io mi son fatto 5 anni di itaer con gli insegnanti che spronavano tutti a diventar piloti/atc e la facevano credere anche troppo.. sembrava che quando uscivi da scuola ci fossero le aziende pronte con il tappeto rosso per te.. invece avrei apprezzato sentire le cose come stavano..
spendere 100k euri e hai la certezza del lavoro? xD.. una mia amica ha ne ha spesi una sessantina e per ora fa la baby sitter..

Avatar utente
push10
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 237
Iscritto il: 4 marzo 2010, 9:41
Località: Padova

Re: Licenze PPL, CPL-IR, ATPL

Messaggio da push10 » 3 ottobre 2010, 12:15

Se spendi tanti soldi per studiare e volare per prenderti le licenze non vuol dire che troverai lavoro questo devi saperlo prima di cominciare! Se ne e' parlato molto in parecchi tread.
ATPL STUDENT

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11743
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Licenze PPL, CPL-IR, ATPL

Messaggio da flyingbrandon » 3 ottobre 2010, 12:54

Diego Scagliarini ha scritto:
push10 ha scritto:Per il lavoro nessuno potrà darti certezze!!
Beh, direi che non è proprio una certezza, ma quando uno viene a spendere 100.000 Euro tra corsi vari e Type Rating, sarebbe un controsenso che non lo assumesse nessuno, no? :shock:
Se non hai la certezza di lavorare dopo una spesa simile... sei praticamente rovinato.

Grazie per la tua risposta comunque! :)
Se investi la stessa cifra per un bar....e non funziona....è un controsenso? Hai certezze su qualsiasi investimento sul tuo futuro? :D
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
SaturnV
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 631
Iscritto il: 15 settembre 2008, 14:35
Località: I lost my "M" in Vegas...

Re: Licenze PPL, CPL-IR, ATPL

Messaggio da SaturnV » 3 ottobre 2010, 13:48

Chi l'ha detto che non si trova lavoro ?
Basta fare le scelte giuste, o almeno scegliere con criterio.
E che la gente mette in testa (o si mette in testa) l'idea che presa la licenza i possa andare e bussare alle porte perche' si e' piloti.
Per ribadire quanto ha detto flyingbrandon, investi in un'attivita', ottieni una licenza per svolgerla, e la paghi, poi devi pagare i muri, proprieta' o affitto che sia, poi devi pagarti gli interni, nuovi o usati che siano, poi devi comprare la merce. A questo punto devi sperare che la ruota cominci a girare. Fare il pilota costa meno che avviare un attivita' come questa.
E vi diro' di piu', potete diluire la spesa e l'impegno nel tempo e pure parcheggiarvi in attesa di tempi migliori.
Se il bar non funziona dopo che avete speso, dovete chiuderlo, vendere per saldare i debiti con le banche, se e' sufficente. Per ricominciare dovete rifare l'investimento.
Se avete la licenza, intanto che aspettate i tempi migliori potete cercare un lavoro come cabin crew, qualcosa in aeroporto, tanto per rimanere nell'ambiente. O comunque un altro lavoro che vi permetta di campare.
La storia dell'istruzione qui o l'istruzione qua e' un emerita bischerata.
Si impara in Italia come in Francia come in UK come in USA.
Le differenze sono solo nel tipo di esperienza. Chi impara in Italia sa volare come chi ha imparato in America e viceversa. Cose viste personalmente.
La differenza la fa l'inglese. Ho visto gente dopo sette otto mesi d'America parlare un inglese ancora veramente stentato: se questi avessero conseguito le licenze in Italia, come avrebbero potuto sostenere un'intervista ?
Andate dove vi pare dunque, e godetevi il training perche' i dolori iniziano dopo.
Ciao.
Piloti gente strana:
Pagano quando vogliono volare e se li paghi non vogliono piu' volare...

JAA FAA FI FII MEI GrAn FiGl d PutT Gran FARab LaDr MaScalz d Gran CroC Duca VisConte... e pure Arch-Ing... Per chi capisce.

Diego Scagliarini
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 7
Iscritto il: 26 settembre 2010, 15:53

Re: Licenze PPL, CPL-IR, ATPL

Messaggio da Diego Scagliarini » 3 ottobre 2010, 20:14

SaturnV ha scritto:Chi l'ha detto che non si trova lavoro ?
Basta fare le scelte giuste, o almeno scegliere con criterio.
E che la gente mette in testa (o si mette in testa) l'idea che presa la licenza i possa andare e bussare alle porte perche' si e' piloti.
Sì, mi hanno detto che all'inizio se vuoi trovare lavoro ti devi adattare, come ovunque del resto.
Però sono dell'opinione, correggetemi se sbaglio, che da qualche parte un posto lo trova per forza.
Come dicevo, che sia un lavoro come pilota di linea o privato, basta solo essere al posto giusto nel momento giusto.

Per colmare la mia curiosità posterò anche una domanda specifica per pilota di aerotaxi o comunque per compagnie di jet privati.

Rispondi