Addestramento all'estero e assicurazione sanitaria

In quest’area si discute di Aeroclub, di brevetti commerciali / ATPL integrato, di ultraleggeri, di scuole e corsi relativi all'aviazione civile

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
SkyRider
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 63
Iscritto il: 28 luglio 2008, 19:49
Località: Ignota.

Addestramento all'estero e assicurazione sanitaria

Messaggio da SkyRider » 7 gennaio 2013, 14:27

A tutti quelli che hanno volato nei paesi dove non c'è copertura sanitaria, tipo US, a che agenzia vi siete rivolti?

Io ho fatto un assicurazione su viaggisicuri.com ma non c'è la copertura riguardo attività aeree (nè con loro nè con le altre italiane)....

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: Addestramento all'estero e assicurazione sanitaria

Messaggio da Luke3 » 7 gennaio 2013, 16:50

Tutte le assicurazioni sanitarie hanno clausole di esclusioni per le operazioni aeree (almeno in USA). L'assicurazione contro i danni alla propria persona (che non sono coperti anche se la scuola ha un'assicurazione per i danni a terzi e agli aeromobili di cui puoi beneficiare) e' disponibile in alcune polizze di Renter's Insurance. La piu' economica e flessibile secondo me e' quella della stessa AOPA, se ne sei membro ti consiglio di guardarci, se non lo sei ti consiglio di diventarci perche' ci sono molti benefici ed il prezzo dell'associazione e' piuttosto contenuto

air-oracle
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 79
Iscritto il: 12 aprile 2011, 13:01

Re: Addestramento all'estero e assicurazione sanitaria

Messaggio da air-oracle » 8 gennaio 2013, 19:05

è obbligatoria questa polizza? che costo ha?

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12312
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Addestramento all'estero e assicurazione sanitaria

Messaggio da AirGek » 8 gennaio 2013, 19:08

Io mi son fatto una semplice assicurazione viaggi.
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
lorenzobolognesi
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 237
Iscritto il: 28 luglio 2010, 15:56

Re: Addestramento all'estero e assicurazione sanitaria

Messaggio da lorenzobolognesi » 8 gennaio 2013, 21:48

Anch'io mi sono fatto un'assicurazione viaggi per un anno con Columbus (circa 500 euri).
Ti consiglio vivamente di farla, qui alla scuola una ragazza Jappo si e' dovuta operare di appendicite (puo' succedere anche quello..) e non aveva l'assicurazione. Totale = 90.000$
Ha deciso di pagare a rate...
A320
E175
CRJ
FAA ATP/Flight Instructor
Aerospace Engineer
___________________________________________________________

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12312
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Addestramento all'estero e assicurazione sanitaria

Messaggio da AirGek » 8 gennaio 2013, 22:00

Me cojoni... :shock:
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
SkyRider
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 63
Iscritto il: 28 luglio 2008, 19:49
Località: Ignota.

Re: Addestramento all'estero e assicurazione sanitaria

Messaggio da SkyRider » 8 gennaio 2013, 22:20

lorenzobolognesi ha scritto:Anch'io mi sono fatto un'assicurazione viaggi per un anno con Columbus (circa 500 euri).
Ti consiglio vivamente di farla, qui alla scuola una ragazza Jappo si e' dovuta operare di appendicite (puo' succedere anche quello..) e non aveva l'assicurazione. Totale = 90.000$
Ha deciso di pagare a rate...
Io su ste cose ci vado abbastanza coi piedi di piombo, infatti ho speso 700€ per 10 mesi, mi interessava piu per la parte "in volo" diciamo, dove sono scoperto dal assicuratore.

Ma ste cifre unreal valgono anche per i cittadini USA, cioè se sono americano devo sganciare 90k$ per un appendicite?Boh, sono cifre fuori dal mondo...

Avatar utente
MatteF88
FL 350
FL 350
Messaggi: 3800
Iscritto il: 6 dicembre 2011, 18:57

Re: Addestramento all'estero e assicurazione sanitaria

Messaggio da MatteF88 » 8 gennaio 2013, 22:24

lorenzobolognesi ha scritto: Totale = 90.000$
Ha deciso di pagare a rate...
Azz...
Vogliono anche la fideiussione prima di operarti?

Avatar utente
lorenzobolognesi
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 237
Iscritto il: 28 luglio 2010, 15:56

Re: Addestramento all'estero e assicurazione sanitaria

Messaggio da lorenzobolognesi » 8 gennaio 2013, 22:40

MatteF88 ha scritto:Vogliono anche la fideiussione prima di operarti?
sei libero di dire no e ti lasciano tranquillamente crepare per strada :bigsmurf:
SkyRider ha scritto:Ma ste cifre unreal valgono anche per i cittadini USA, cioè se sono americano devo sganciare 90k$ per un appendicite?Boh, sono cifre fuori dal mondo...
no quelli sono i "costi" della sanita' se non hai l'assicurazione, alla fine e' un servizio che paghi indipendentemento da che tu sia cittadino o meno.
Fai conto che un'altro mio amico, Colombiano, e' andato a farsi una semplice visita da un medico generale: 300$ per sentirsi dire "complimenti, hai un bel raffreddore"
A320
E175
CRJ
FAA ATP/Flight Instructor
Aerospace Engineer
___________________________________________________________

Avatar utente
Marco92
FL 250
FL 250
Messaggi: 2811
Iscritto il: 26 aprile 2009, 15:16

Re: Addestramento all'estero e assicurazione sanitaria

Messaggio da Marco92 » 8 gennaio 2013, 23:24

Però 90K dollari per un'appendicite... porca paletta! :shock:

Ehm, ancora dovevo affrontare questo topic, quali assicurazioni consigliate? Ed esiste qualcosa del genere che copri attività di volo?

Maffa
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 82
Iscritto il: 29 aprile 2007, 19:15
Località: Torino

Re: Addestramento all'estero e assicurazione sanitaria

Messaggio da Maffa » 16 gennaio 2013, 10:22

Non credo che il costo reale di una appendicite con relativo guadagno (diciamo un 20% di markup) sia molto distante da quelle cifre anche per un ospedale italiano. Ne parliamo sempre male ma la sanità italiana è la migliore del mondo per rapporto qualità prestazioni/costi. A parte qualche malattia rara (o denti e occhi) è difficile che la prestazione non sia coperta dal SSN e che il costo possa rovinare una famiglia.

Andare negli USA senza assicuraizone sanitaria è suicida.
Per l'assicurazione volatoria, bisogna vedere cosa bisogna coprire. Se si va in qualche scuola bisogna chiedere alla scuola cosa copre l'assicurazione che hanno loro per l'attività di addestramento e gli eventuali solo, quali sono i massimali e le franchigie, ecc. Se invece si va da soli, probabilmente la scelta AOPA è la migliore.

Avatar utente
Ayrton
B747 Senior First Officer / Instructor
B747 Senior First Officer / Instructor
Messaggi: 3671
Iscritto il: 21 novembre 2007, 21:15
Località: Gni Gni Gni

Re: Addestramento all'estero e assicurazione sanitaria

Messaggio da Ayrton » 16 gennaio 2013, 10:50

scusate...90 mila $$ per una appendicite? stiamo parlando seriamente?

poi "se non paghi ti lasciano per strada a morire" ? e il giuramento di Ippocrate? togliamo un medico dall'albo ogni volta che qualcuno non ha l'assicurazione?
Immagine

Maffa
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 82
Iscritto il: 29 aprile 2007, 19:15
Località: Torino

Re: Addestramento all'estero e assicurazione sanitaria

Messaggio da Maffa » 16 gennaio 2013, 11:03

quello della sanità privata americana non è propriamente un segreto... ci hanno fatto fiori di film, tutta la polemica sull'Obamacare... basta leggere i giornali.

O hai una assicurazione, o ti curi facendo un debito, o non ti curi.

Kappa
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 614
Iscritto il: 7 gennaio 2009, 14:00
Località: In between 52k of thrust

Re: Addestramento all'estero e assicurazione sanitaria

Messaggio da Kappa » 16 gennaio 2013, 11:52

Purtroppo è tutto reale, fate conto che un ricovero negli USA può costare anche 10.000 dollari al giorno...

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: Addestramento all'estero e assicurazione sanitaria

Messaggio da Luke3 » 16 gennaio 2013, 16:17

Tutto vero per esperienza. Non ti accettano neanche se non fornisci prima la carta di credito. Per fortuna ho sempre avuto l'assicurazione. Se non ce l'hai o non hai i soldi per pagare ti stabilizzano e ti buttano per strada. Non voglio fare polemica, anche perche' e' contro il regolamento, ma questo per chi dice che la sanita' completamente privata e' il futuro...

Fatti una buona assicurazione che e' la cosa migliore, anche perche', ripeto, quella della scuola copre molto probabilmente danni a terzi e all'aeromobile ma non a te

Avatar utente
lorenzobolognesi
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 237
Iscritto il: 28 luglio 2010, 15:56

Re: Addestramento all'estero e assicurazione sanitaria

Messaggio da lorenzobolognesi » 16 gennaio 2013, 18:35

Luke3 ha scritto:Fatti una buona assicurazione che e' la cosa migliore, anche perche', ripeto, quella della scuola copre molto probabilmente danni a terzi e all'aeromobile ma non a te
Qui a Long Beach la scuola copre i danni all'aeromobile con franchigia di 500$.

Io credo molto di piu' nel privato: un'assicurazione qui in America te la levi con 1k $/anno e il servizio e' assolutamente ottimo. In Italia la sanita' non e' per niente gratuita, la paghiamo tutti i giorni con le tasse (siamo al 50% di pressione fiscale pro capite signore e signori) ed a fine anno la fetta di queste usata dal nostro fantastico governo per il servizio sanitario va ben oltre quelle cifre.
Senza contare le svariate storie di malsanita' che purtroppo spesso saltano fuori su giornali e tv.

Negli States ci sono anche ospedali pubblici, naturalmente non fancy come quelli privati, per chi non ha assicurazione. Mia sorella 30 anni fa e' nata in uno di quelli ad Urbana, Illinois.
A320
E175
CRJ
FAA ATP/Flight Instructor
Aerospace Engineer
___________________________________________________________

Avatar utente
Marco92
FL 250
FL 250
Messaggi: 2811
Iscritto il: 26 aprile 2009, 15:16

Re: Addestramento all'estero e assicurazione sanitaria

Messaggio da Marco92 » 16 gennaio 2013, 19:26

Non riempiamo il topic con critiche e discussioni sulla sanità americana e quella italiana, dai.

Rispondi