VDS e PPL: Confusione personale

In quest’area si discute di Aeroclub, di brevetti commerciali / ATPL integrato, di ultraleggeri, di scuole e corsi relativi all'aviazione civile

Moderatore: Staff md80.it

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11325
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da flyingbrandon » 5 aprile 2018, 19:38

mcllcu ha scritto:
flyingbrandon ha scritto:Tu hai scritto “non sono d’accordo” [...]
Riassumo, perchè come al solito, hai l'abilità di stravolgere cio che viene detto:
SoNo riuscito a stravolgere la tua frase “non sono d’accordo”... :mrgreen: ti basta risalire all’inizio della discussione comunque....per vedere a cosa hai scritto “non sono d’accordo”....
mcllcu ha scritto:
Se faccio 12 ore, divise per comodità, in una al mese, mettendoci anche 3 decolli e 3 atterraggi:
- Per un qualsiasi aeroclub sono safe
- Per un qualsiasi istruttore sono safe
- Per EASA sono safe
- Per Boeing 737-800 NON sono safe
La comodità non va pari passo con ciò che è la realtà....magari un mese ne fai 4 e poi una in tre mesi per via delle condizioni meteo...ad esempio. Comunque con tutto il discorso che stai facendo questo schema non significa niente. Si parlava , in generale, e non nel tuo caso specifico, che una attività di volo di di 12 ore di volo nell’ultimo anno dei due di validità sia una attività di volo scarsa...e, per molti, potrebbe non essere sufficiente a mantenersi sufficientemente a proprio agio con il volo. Quindi se si teme di non riuscire a fare neanche il minimo per mantenerlo , forse, non è l’attività migliore da fare.
mcllcu ha scritto: Quindi è inutile che stiamo a fare voli pindarici su ciò che un aeroclub eventualmente farebbe o non farebbe, se mi hanno chiesto o no da quanto volo, perchè, e questo è il succo del discorso, per qualsiasi aeroclub sarei safe ma non per Boeing 737-800.
Come sopra. I voli pindarici, al momento, li stai facendo tu. E mi sa che stai facendo casino sulle cose che sono state dette e anche la sequenza con cui sono state dette.
mcllcu ha scritto: Ripeto.... Il problema non è la ripresa o no. Era ritenere qualcuno NON safe quando EASA, istruttori e aeroclub dicono il contrario.
Qua non si è parlato di NESSUNO. Anzi semmai ti ho detto che per te possono anche essere sufficienti. Se l’istruttore, perché ti fa una ripresa, dice che sei safe non c’è problema. Ma già l’ora di volo con istruttore costa di più che un’ ora di volo da solo...e se hai bisogno di fare una ripresa..ok è bene farla...ma significa che non stai volando da un po’...e torniamo al discorso iniziale... :mrgreen:
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Boeing 737-800
FL 150
FL 150
Messaggi: 1588
Iscritto il: 24 aprile 2009, 11:33
Località: nowhere

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da Boeing 737-800 » 6 aprile 2018, 0:39

Per Boeing 737-800 NON sono safe

Ma posso o no esprimere una opinione e dare dei consigli a chi si affaccia in questo mondo? In quanti dopo aver ottenuto la licenza , si mettono a fare 3 decolli e atterraggi al mese in una sola ora di volo piuttosto che farsi il solito giretto di un'ora a 2000 piedi una volta al mese?
Magari la maggior parte di questi piloti scelgono la giornata con calma di vento, e poi passa un anno senza mai aver affrontato un crossiwind e si fanno buttare fuori pista da 8 nodi al traverso nonostante abbiano una pista di 3km. E tu mi vieni a dire che si è safe.
Usare la testa non vuol dire solo scegliersi le giornate buone per volare e non fare il Top Gun se non si è capaci.
Per me usare la testa è non volare da solo se ho effettuato scarsa (12 ore) attività di volo in un anno. Poi fai come ti pare, il cul* è tuo ed io penso al mio.
BOEING 737-800

Avatar utente
spiridione
FL 350
FL 350
Messaggi: 3563
Iscritto il: 16 aprile 2011, 21:02
Località: Oristano (LIER/FNU)

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da spiridione » 6 aprile 2018, 8:10

mcllcu ha scritto:
flyingbrandon ha scritto:Tu hai scritto “non sono d’accordo” [...]
Riassumo, perchè come al solito, hai l'abilità di stravolgere cio che viene detto:
Questa, francamente, oltre ad essere ingenerosa, è decisamente irrispettosa.

Come diceva Cecco Angiolieri "S'i fossi moderatore...." :evil: :mrgreen:
Spiridione.


Ho volato su un MD80 così vecchio, che sulla porta di una toilette c'era scritto ORVILLE
e sulla porta dell'altra WILBUR....





Avatar utente
mcllcu
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 267
Iscritto il: 12 luglio 2017, 12:20
Località: Ferrara

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da mcllcu » 6 aprile 2018, 12:15

Boeing 737-800 ha scritto:Ma posso o no esprimere una opinione e dare dei consigli a chi si affaccia in questo mondo?
Certamente.
Stavo solo riassumendo, visto si è finiti per mescolare attività recente con attività minima:
Boeing 737-800 ha scritto:Credi davvero che volare 12 ore all'anno bastino per volare in sicurezza?
flyingbrandon ha scritto:Appunto. Per legge bastano 12 ore nell’ultimo anno. Se vai in un aeroclub e dici che non voli da due o tre mesi dubito che ti diano l’aereo in mano.
Si stava parlando di ore/anno, poi si è finiti a parlare di attività recente, assolutamente irrilevante ai fini della discussione, visto che, come ripeto, se faccio una ripresa con l'istruttore, sono Safe per il Club e per l'istruttore, ma non per te (e non è una critica, rispetto il tuo pensiero e l'ho riassunto).

Comunque non hai ancora risposto alla mia domanda.
Airspeed is Life!

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5857
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da sigmet » 6 aprile 2018, 13:53

Boeing 737-800 ha scritto:


Ma posso o no esprimere una opinione e dare dei consigli a chi si affaccia in questo mondo? In quanti dopo aver ottenuto la licenza , si mettono a fare 3 decolli e atterraggi al mese in una sola ora di volo piuttosto che farsi il solito giretto di un'ora a 2000 piedi una volta al mese?
Magari la maggior parte di questi piloti scelgono la giornata con calma di vento, e poi passa un anno senza mai aver affrontato un crossiwind e si fanno buttare fuori pista da 8 nodi al traverso nonostante abbiano una pista di 3km. E tu mi vieni a dire che si è safe.
Usare la testa non vuol dire solo scegliersi le giornate buone per volare e non fare il Top Gun se non si è capaci.
Per me usare la testa è non volare da solo se ho effettuato scarsa (12 ore) attività di volo in un anno. Poi fai come ti pare, il cul* è tuo ed io penso al mio.

Quoto, e condivido l'idea di parlare non tanto di quantità di ore ma di qualità delle stesse stante il fatto che sotto un minimo indispensabile e' comunque pericoloso andare .
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11325
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da flyingbrandon » 6 aprile 2018, 18:33

mcllcu ha scritto: Si stava parlando di ore/anno, poi si è finiti a parlare di attività recente, assolutamente irrilevante ai fini della discussione, visto che, come ripeto, se faccio una ripresa con l'istruttore, sono Safe per il Club e per l'istruttore, ma non per te (e non è una critica, rispetto il tuo pensiero e l'ho riassunto).
Ahhhhhhhh forse ti è sfuggito che Non è irrilevante ai fini di questa discussione. E il fatto che tu faccia la ripresa lo dimostra... :D comunque penso che il “lettore” abbia capito....nonostante tutto.... :mrgreen:
At salùt...
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Candido
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 119
Iscritto il: 18 agosto 2007, 9:55

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da Candido » 14 maggio 2018, 8:43

Shalton ha scritto:Salve a tutti!

Come da titolo ho molta confusione su quale dei due conseguire.

Premetto che voglio volare solo per passione e non intendo conseguire licenze e abilitazioni per diventare pilota professionista.

Inizialmente la mia idea era quella di conseguire il VDS, poiché mi consente di volare per passione e non c'è necessità di mantenere determinare ore di volo annuali (Che sono una bella cifra). Facendomi due calcoli tra VDS, passeggero, fonia, vds avanzato mi costa quanto un PPL quasi, che a mio avviso rende una preparazione maggiore.

Avrebbe senso conseguire il PPL (Così da non dover conseguire in tempi diversi dal VDS al VDS avanzato, visto che sono richieste ore di volo tra un corso e l'altro e quindi tempo) e successivamente chiedere la conversione a VDS avanzato? Senza quindi dover sottostare alle 12 ore negli ultimi dodici mesi o in alternativa volo con esaminatore che ha un costo molto elevato?

Ringrazio

Sinteticamente: al posto tuo prenderei il PPL(A) perché ti da una preparazione più completa rispetto al VDS.
Conseguito il PPL farei domanda all'Aeroclub d'Italia per ottenere l'attestato VDS avanzato (se non ricordo male hai anche l'abilitazione al passeggero), previo volo con istruttore VDS + pagamento tasse varie (totale intorno ai 200 euro, questo fino a 3 anni fa ora non so se siano cambiate le regole).
Dopo di che volerei solo VDS (dovresti vedere se dalle tue parti ci sono scuole VDS che noleggiano i propri mezzi, non ce ne sono molte). Poi volerei solo VDS che ha dei costi di noleggio molto inferiori rispetto all'AG (es. dove volo io il P92 AG costa 150 euro l'ora, mentre invece quello ulm costa 90 euro l'ora, inoltre sulle aviosuperfici non si pagano (in genere) tasse per decollo/atterraggio che possono tranquillamente arrivare a 30 euro x volo se porti un passeggero. Con il VDS avanzato puoi volare ovunque in Italia, hai le stesse prerogative del PPL (tranne atterrare in alcuni aeroporti come Ciampino e Capodichino), anzi con un ulm puoi atterrare sui campi volo (atterraggi a mio parere molto formativi) cosa che un aereoplano AG non può fare perché altrimenti deve rifare l'iter per ottenere il certificato di navigabilità.
Altra cosa che forse non è stata detta: in molti Aeroclub se non voli AG in un certo periodo (di solito sono 45 o 60 giorni) dovrai fare la ripresa voli con un istruttore, cosa che non esiste (almeno dove volo io) nel VDS.
Attività minima, ti consiglio di volare ALMENO 3 ore al mese, almeno un paio di volte l'anno vola con piloti esperti (saranno contenti di farti da passeggero, c'è gente che per mezzora di volo si venderebbe la moglie) e sopratutto i primi anni vola sempre in condizioni meteo ottimali (vento sotto i 5 nodi, visibilità + 10km, assenza di cumuli, zero foschia.....questi ultraleggeri sono aquiloni). Il volo deve essere una gioia e non una tribolazione, quando diventerai più esperto allora potrai alzare (di poco) l'asticella del rischio meteo ma sempre nei limiti legali, mi raccomando...
Navigazione: all'inizio non ti allontanare più di 50/60 km dal campo di volo, con il tempo ti allontanerai sempre di più, un poco alla volta, l'esperienza è saggezza.
Ogni due anni prima della scadenza della licenza PPL dovrai tornare in aeroclub e fare il rinnovo con un'istruttore abilitato, in questo caso oltre all'ora di volo con istruttore l'aeroclub potrebbe chiederti anche l'iscrizione per i restanti mesi dell'anno, quindi devi mettere in conto almeno un 400 euro.

PS: se sei militare, vigile urbano o comunque indossi una divisa il PPL ti da il diritto di indossare l'aquiletta dorata (la stessa che indossano i piloti di linea), così potrai fare anche lo spaccone con gli amici e con le donne, si dice che il pilota deve essere una persona modesta, lo ripetono come un mantra, in realtà poi ti accorgi che l'ambiente è pienissimo zeppo di buffoni e falsi modesti, qualcuno scrive anche su questo forum, quindi non ti vergognare, la vanità fa parte del nostro essere uomini.... ;-)

Buoni voli e buone kyavate, mi raccomando: prudenza sempre, volare è bello ma vivere lo è ancora di più.
Laurea in Scienze Nautiche ed Aeronautiche.

http://www.scienzeetecnologie.uniparthenope.it/L28.html

Nonno Salt
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 145
Iscritto il: 14 luglio 2009, 15:07
Contatta:

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da Nonno Salt » 15 maggio 2018, 19:51

Per volare solo per passione, l'avanzato (e il PPL) non serve: in Italia ci sono circa 500 fra campi volo e aviosuperfici. Scegliti una ottima scuola, VDS basico, un bel Flash tubi e tela evoluto e vai con 40 ore anno. Dopo un po' di esperienza, un bel corso di assetti inusuali.
My two cents
N-ONNO

http:/www.fiorenzadebernardi.it
Aeralpi 1967, prima donna pilota commerciale in Italia

Rispondi