calcolare consumo orario

In quest’area si discute di Aeroclub, di brevetti commerciali / ATPL integrato, di ultraleggeri, di scuole e corsi relativi all'aviazione civile

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Luca2789
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 5
Iscritto il: 30 gennaio 2019, 0:30

calcolare consumo orario

Messaggio da Luca2789 » 19 febbraio 2019, 11:38

ragazzi scusate ma qual è la formula per sapere quanto consuma al litro un aereo

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9568
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: calcolare consumo orario

Messaggio da tartan » 19 febbraio 2019, 12:25

E' semplicissimo, un aereo consuma un litro al litro:
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Yavapai
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 234
Iscritto il: 19 novembre 2008, 21:58

Re: calcolare consumo orario

Messaggio da Yavapai » 19 febbraio 2019, 14:43

Ciao,
Tartan ha ragione :mrgreen: …. oppure la domanda è decisamente mal posta??…..
Non vi è una formula, ma ci sono i dati pubblicati dal costruttore, tipicamente in tabelle, da cui ricavi i consumi che ti interessano (Che possono essere espressi in valori di volume, o in termini di massa a seconda dell'aereo)
Luca2789 ha scritto:ragazzi scusate ma qual è la formula per sapere quanto consuma al litro un aereo
M.C.
FAA Aircraft Dispatcher

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9568
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: calcolare consumo orario

Messaggio da tartan » 19 febbraio 2019, 14:48

Yavapai ha scritto:Ciao,
Tartan ha ragione :mrgreen: …. oppure la domanda è decisamente mal posta??…..
Non vi è una formula, ma ci sono i dati pubblicati dal costruttore, tipicamente in tabelle, da cui ricavi i consumi che ti interessano (Che possono essere espressi in valori di volume, o in termini di massa a seconda dell'aereo)
Luca2789 ha scritto:ragazzi scusate ma qual è la formula per sapere quanto consuma al litro un aereo
La risposta è quella giusta, solo il costruttore può darti le info corrette e chi ti insegna a volare dovrebbe conoscerle.
Aggiungo, così, tanto per dire, che le formule esistono ma dipendono dai dati di certificazione dell'aereo o, almeno dai dati registrati in volo durante le prove di volo dell'aereo stesso, per cui gli unici che possono darti delle formule sono coloro che l'aereo lo hanno costruito.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6686
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: calcolare consumo orario

Messaggio da Lampo 13 » 19 febbraio 2019, 19:11

Luca2789 ha scritto:ragazzi scusate ma qual è la formula per sapere quanto consuma al litro un aereo
A parte il "consumo al litro" :D , devi considerare vari parametri: velocità, quota e peso.
Per ogni aereo vengono pubblicate diverse tabelle, una per ogni velocità caratteristica,
all'interno di tali tabelle devi entrare con il peso attuale ed in corrispondenza della quota
di volo troverai il consumo orario con il quale, se vuoi, trasformando la velocità che hai
considerato in velocità al suolo, quindi ci entra anche il vento, potrai trovarti il consumo
in funzione della distanza... anche se andando avanti col volo il peso cala costantemente
e quindi il consumo orario diminuisce. Devi anche inserire delle correzioni in funzione di
alcune variabili, per esempio l'uso dell'antighiaccio.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9568
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: calcolare consumo orario

Messaggio da tartan » 19 febbraio 2019, 19:37

C'è da considerare anche la fase di volo e cioè salita o discesa, la quota di volo, la velocità e di conseguenza la spinta necessaria. Magari ad una velocità maggiore consumi di più, però ci impieghi di meno quindi alla fine consumi di meno, ecc ecc. Il tutto è specifico per ogni tipo di aereo. Quello che va bene per un aereo potrebbe non andare bene per un altro aereo, ecc ecc ecc. Ma chi ti segue nei tuoi studi sul volo?
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Maxge
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 168
Iscritto il: 2 novembre 2013, 23:49

Re: calcolare consumo orario

Messaggio da Maxge » 20 febbraio 2019, 10:18

per rispondere alla domanda di Luca2789, allego una tabella estratta dal manuale del Cessna C182T, un quadriposto con motore turbocompresso da 235hp. la tabella è relativa al consumo in crocera.

Come vedi il consumo dipende dal peso (3100 pounds) dalla quota, in questo caso ho estratto la pagina relativa alle performance a 8.000 ft di Pressure Altitude(la pressure altitude è la quota che leggi sull'altimetro quando lo imposti a 29.92 "Hg (1,013.2 mb), è un'indicazione standardizzata utilizzata per il calcolo delle performance).

Dipende dalla temperatura esterna, la tabella indica 20 gradi sotto, standard e 20 sopra.
Dipende dall'impostazione del passo dell'elica (RPM) e della manetta (MP) e da come hai smagrito la miscela.
Per esempio con l'elica a 2200, 26 di MP, in temperatura standard, dovresti avere +- 144 Kts indicati e 14.8 GPH galloni per ora = 56 lt/hr, il 182 non è un campione di economia/efficenza ... !

Utilizzare queste tabelle ti permette in sede di pianificazione di ottimizzare la scelta della quota e delle performance ottimali a seconda di dove devi andare. Poi in realtà si finisce per utilizzare sempre alcuni setting di motore di cui si conosce il consumo e calcolare in via conservativa quanta benzina serve.

Il consumo su questi motori AG è fortemente influenzato da quanto e come smagrisci la miscela, più è magra e meno consumi. Infatti nella nota 1 è indicato che per la massima enconomia occorre operare al picco di TIT. La TIT è la temperatura dei gas di combustione all'ingresso della turbina. Il problema è che eccedere i limiti di temperatura, smagrendo troppo, può creare danni sia ai cilindri sia alla turbina quindi si lavora sempre in modo conservativo.


Immagine
Massimo

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9568
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: calcolare consumo orario

Messaggio da tartan » 20 febbraio 2019, 13:08

Nota per LUCA2789:
Mi sembra che forse manca l'indicazione che i consumi della tabella postata da Massimo sono riferiti al percorso all'aria (TAS) e che manchi il fatto che per conoscere esattamente quanta benzina ti serve devi conoscere quanto è il vento e da dove proviene e di conseguenza riferirti alla GS, ma di questo sicuramente ne avrete parlato nella scuola che frequenti.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Maxge
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 168
Iscritto il: 2 novembre 2013, 23:49

Re: calcolare consumo orario

Messaggio da Maxge » 21 febbraio 2019, 10:50

Si ha ragione Tartan, la tabella serve per calcolare quanto consuma l'aereo in crocera, con determinati setting di motore, quota, temperatura e peso.
Su piccoli aerei AG per calcolare quanta benzina da imbarcare una volte determinata la rotta, la componente vento e calcolata la velocità al suolo si può avere un'idea delle ore richieste per raggiungere la destinazione e si usa la tabella per calcolare il consumo orario e il numero di galloni per la crocera.
Alla parte di crocera occorre aggiungere:

Riscaldamento-taxi-salita: il riscaldamento è più lungo in inverno, più breve in estate, la taxi è più lunga in aeroporti trafficati, più corta in quelli piccoli. Per il riscaldamento/taxi io calcolo i gal necessari per 15 minuti di consumo in crociera; è ampiamente sufficiente anche per taxi lunghe. I motori a pistoni - a differenza dei jet - consumano molto poco al minimo. Per la salita, se il manuale non la fornisce, si può considerare un valore medio fra il consumo a massima potenza e il consumo in crocera riferito al tempo di salita stimato.

Riserve legali In USA per il VFR sono benzina per arrivare alla destinazione + 30 min di giorno e 45 di notte (io le considero troppo poco e come riserva calcolo sempre 1 ora a cruise setting).

Contingenze Questa secondo me è la voce più importante, perchè con gli aerei piccoli le cose non vanno MAI come pianificato, vento più forte del previsto, variazioni di quota imposte - magari - dalla turbolenza, deviazioni per evitare temporali, deviazioni imposte dall'ATC; io calcolo un 10%-15% del quantitativo totale.

Obsolescenza e manuali redatti dal marketing Bisogna essere realisti quando si volano aerei di 30-40 e più anni fa. I motori non sono più nuovi, consumano di più, vanno di meno rispetto a quello che c'è scritto nei manuali. I manuali degli aerei costruiti fino agli anni 70, diciamo che non sono poi così precisi, soprattutto con le velocità indicate ... Quindi a seconda di cosa si sta volando bisogna aggiungere una piccola riserva.Quanto se lo deve determinare ciascuno a seconda dei casi.

Sommati tutti questi valori si ha il quantitativo totale di carburante necessario per il viaggio, a questo punto si fa il peso e centraggio per vedere quanto si può imbarcare come passeggeri e bagaglio e se si è fuori, si pianifica una sosta in più per il rifornimento. Scritto così sembra una roba complicata, in realtà sono calcoli semplici e veloci da fare, mi ci è voluto sicuramente più tempo a scrivere questo post che a farli per un volo!

Questa è la teoria, questi calcoli deventano sempre più importanti man mano che si vola con aerei più prestazionali, è molto diverso pianificare un volo con un C-150 rispetto a pianificarlo con un Baron o un Malibù. Tanto che alla fine si calcolano valori medi, ad esempio con un C172sp si può calcolare 12 gph per la salita 7-8GPH per la crociera, facendo media 10GPH quindi con 53 gal usabili, dopo tre ore sempre e comunque devo essere a terra. Questa è la regola generale che uso quando devo fare giretti locali senza pretese.

Poi c'è tutto un capitolo su come smagrire ma penso ci dedicherò un post tutto suo :)
Massimo

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9568
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: calcolare consumo orario

Messaggio da tartan » 21 febbraio 2019, 12:39

Bene, complimenti. Io, per deformazione professionale, avrei aggiunto anche un elenco dei vari posti usabili in emergenza, però questo esula dal discorso relativo al carburante che aveva chiesto LUCA. :)
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Maxge
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 168
Iscritto il: 2 novembre 2013, 23:49

Re: calcolare consumo orario

Messaggio da Maxge » 21 febbraio 2019, 12:58

I complimenti di Tartan, adesso li incornicio ed appendo in ufficio :D . Si la lista dei posti dove atterrare fa più parte della scelta della rotta che è anche in funzione del carburante e delle prestazioni dell'aereo.
Massimo

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9568
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: calcolare consumo orario

Messaggio da tartan » 21 febbraio 2019, 13:44

Maxge ha scritto:I complimenti di Tartan, adesso li incornicio ed appendo in ufficio :D . Si la lista dei posti dove atterrare fa più parte della scelta della rotta che è anche in funzione del carburante e delle prestazioni dell'aereo.
Mi sento sopravvalutato (con due v alla romana!), quando non mi sento preso per il c**o! :mrgreen: Comunque grazie lo stesso, alle prese per il c**o sono avvezzo e, devo riconoscere, è un ambiente che mi soddisfa! :mrgreen:
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Rispondi