Aliante oppure ULM?

In quest’area si discute di Aeroclub, di brevetti commerciali / ATPL integrato, di ultraleggeri, di scuole e corsi relativi all'aviazione civile

Moderatore: Staff md80.it

Marco1980
Banned user
Banned user
Messaggi: 24
Iscritto il: 13 dicembre 2005, 11:52

Aliante oppure ULM?

Messaggio da Marco1980 » 27 ottobre 2006, 15:46

mi piacerebbe prendere il brevetto di pilota di aliante, ma sono indeciso tra quest'ultimo e l'attestato ulm.
Voi cosa mi consigliate? Vantaggi e svantaggi di due licenze diverse.
Mi sembra che se ne era gia' parlato, ma non riesco a trovare la discussione.



saluti

Avatar utente
claf
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 12
Iscritto il: 6 febbraio 2005, 13:28
Località: Genova
Contatta:

Messaggio da claf » 27 ottobre 2006, 16:17

Sono due tipi di volo molto diversi, anche se ormai ci sono dei buoni motoalianti/alianti a decollo autonomo anche nel mondo del VDS.

Sul forum di X-Plane, qualche tempo fa, era venuto fuori un dubbio molto simile al tuo, in cui si approfondiva un po' di più il lato VDS, ma spero che ti sia di qualche utilità:
http://www.x-plane.it/forum/viewtopic.php?t=3735

La conclusione era, più o meno, che con il brevetto di volo a vela puoi poi passare al VDS e anche agli alianti VDS (con appositi e sacrosanti passaggi macchina), quindi se hai la passione per il volo veleggiato e qualche soldo da spendere in più, probabilmente è meglio iniziare dal volo a vela AG, poi se mai passare al VDS e toglierti ogni sfizio :)
Claudio
X-Plane Italia Staff - http://www.x-plane.it

Avatar utente
pippo682
FL 450
FL 450
Messaggi: 4572
Iscritto il: 21 ottobre 2005, 16:25
Località: Padova (LIPU)
Contatta:

Messaggio da pippo682 » 27 ottobre 2006, 16:21

Poni una domanda alla quale è difficile rispondere. Cosa ti aspetti dal volo? Vuoi volare per il gusto del volo ed il suo lato sportivo (aliante)? Oppure vuoi volare per l'utilità di spostarti da un luogo ad un altro (ULM)? Vuoi entrare nel mondo dell'aviazione (aliante)? O ti basta il volo (ULM)?
Hai mai provato a volare con uno o l'altro dei mezzi?

Dacci qualche informazione in più...

Marco1980
Banned user
Banned user
Messaggi: 24
Iscritto il: 13 dicembre 2005, 11:52

Messaggio da Marco1980 » 27 ottobre 2006, 16:52

pippo682 ha scritto:Poni una domanda alla quale è difficile rispondere. Cosa ti aspetti dal volo? Vuoi volare per il gusto del volo ed il suo lato sportivo (aliante)? Oppure vuoi volare per l'utilità di spostarti da un luogo ad un altro (ULM)? Vuoi entrare nel mondo dell'aviazione (aliante)? O ti basta il volo (ULM)?
Hai mai provato a volare con uno o l'altro dei mezzi?

Dacci qualche informazione in più...
Mi piace il volo in quanto tale, e per questo che vorrei prendere la licenza di pilota di aliante.
Inoltre l'aliante mi intriga perche' non essendoci motore, devi contare solo ed esclusivamente sulle tue capacita', e nell'atterraggio devi fare le cose precise, perche' non c'e' la possibilita' di riattacare.

Pero' non nego che l'attivita' volativa possa essere anche un ottimo mezzo per spostarsi, o comunque vedere panorami sempre diversi, per questo sono affascinato anche dall'ulm.
Non voglio entrare nel mondo dell'aviazione professionale, anche se non ti nego che mi piacerebbe un giorno diventare istruttore o di aliante oppure di ulm, per far combaciare le mie piu' grandi passioni, il volo appunto e l'insegnamento (l'anno scorso ho dato ripetizioni ad un ragazzo delle scuole medie, da ultimo e' diventato il migliore della classe, per me e' stata una grandissima soddisfazione :D )

Diciamo che per volare sono le soluzioni piu' economiche, e io mi accontenterei di volare ogni tanto (diciamo 1 volta a settimana)


ciao

Avatar utente
pippo682
FL 450
FL 450
Messaggi: 4572
Iscritto il: 21 ottobre 2005, 16:25
Località: Padova (LIPU)
Contatta:

Messaggio da pippo682 » 27 ottobre 2006, 18:04

Mi sembri convinto, quindi , vai con l'aliante! Non ti pentirai mai di questa scelta.

Avatar utente
pdani
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 241
Iscritto il: 10 settembre 2006, 19:37
Località: Padova
Contatta:

Messaggio da pdani » 27 ottobre 2006, 20:06

Ciao Marco, io avevo più o meno i tuoi stessi dubbi e alla fine (dopo aver fatto un voletto di prova) ho deciso per l'aliante.
Secondo me è un'approccio più professionale (non me ne vogliano gli ulmisti) al mondo del volo, che di seguito mi potrà permettere di accedere senza grossi problemi al VDS.
Anche economicamente il costo del corso di volo a vela e il VDS sono paragonabili perciò...
Daniele

Avatar utente
AmxGroundCrew
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 305
Iscritto il: 28 marzo 2005, 12:06
Località: Istrana (TV)
Contatta:

Messaggio da AmxGroundCrew » 28 ottobre 2006, 14:48

pdani ha scritto:Ciao Marco, io avevo più o meno i tuoi stessi dubbi e alla fine (dopo aver fatto un voletto di prova) ho deciso per l'aliante.
Secondo me è un'approccio più professionale (non me ne vogliano gli ulmisti) al mondo del volo.
cosa vuol dire più professionale?
Nicola
Immagine

Avatar utente
pdani
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 241
Iscritto il: 10 settembre 2006, 19:37
Località: Padova
Contatta:

Messaggio da pdani » 28 ottobre 2006, 23:56

Volevo dire (dovevo mettrelo tra virgolette) che alla fine hai in mano un brevetto che ti permette di pilotare aeromobili certificati e con dietro anche una parte teorica rilevante.
Daniele

Avatar utente
AmxGroundCrew
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 305
Iscritto il: 28 marzo 2005, 12:06
Località: Istrana (TV)
Contatta:

Messaggio da AmxGroundCrew » 29 ottobre 2006, 0:18

ah allora sono daccordo... perchè professionalità non vuol dire certo avere un pezzo di carta in più in mano...la professionalità è una cosa personale..ce lametti tu se vuoi impegnarti che tu decida di volare su un ULM o su un 747

:)
Nicola
Immagine

Avatar utente
libelle
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 780
Iscritto il: 8 dicembre 2005, 18:57
Località: Firenze
Contatta:

Messaggio da libelle » 29 ottobre 2006, 23:44

ULM e Aliante, pur diversissimi come forma di volo possono avere delle
affinità. Il volo a vela (cioè il volo in aliante) può essere interpretato in molte maniere. C'è chi si diverte e si accontenta a gironzolare entro un raggio contenuto rispetto alla propria base di partenza, c'è chi si diverte a fare acrobazia e infine chi si cimenta nei voli di distanza che ovviamente sono la massima espressione del volo a vela. Il volo di distanza non è un volo di trasferimento. E' una vera e propria prestazione sportiva che consiste nelo sfruttare al massimo tutti gli appigli metereologici per macinare chilometri partendo al mattino e tornando la sera. Il volo da diporto sportivo (VDS) che si pratica con ULM è inteso più come raggiungere mete lontante facendo la cosa amata: volare.
Di sicuro volare con l'aliante ti offre enormi qualità tecniche come la precisione di pilotaggio e la conoscenza dei fenomeni atmosferici nei minimi dettagli. Con l'ULM e anche il PPL proprio su questi due fattori si tende a tirare via.
"think positive, flaps negative!"

Avatar utente
G3nd4rM3
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1011
Iscritto il: 29 ottobre 2006, 14:59
Contatta:

Messaggio da G3nd4rM3 » 31 ottobre 2006, 14:53

Ragazzi anke io ho qst dubbio...grazie x esserci cn le vostre spiegazioni...certo io amo il volo perché cm pilota mi sento in dovere d contare e saper usare anke il motore...è proprio x qst che tra i 2 preferirei ULM...però..certo che effettivamente la precisione sui comandi sarà maggiore nel volo a vela e d conseguenza qnd prendi un ULM fai veramente l esperto!!
Perito Tecnico Aeronautico 06/07 - I.T.Aer. Francesco de Pinedo - Roma

Instrument Flight Procedures Designer - Conventional & RNAV

ATCO - APP Rating

Glider Pilot License - ASK21 Rulez!
Immagine

http://s3ton.blogspot.com/ ---->L'attuale portale d'attualità!Le Vostre Notizie!

Avatar utente
AmxGroundCrew
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 305
Iscritto il: 28 marzo 2005, 12:06
Località: Istrana (TV)
Contatta:

Messaggio da AmxGroundCrew » 31 ottobre 2006, 15:12

tagliamo la testa al toro!
motoaliante ULM e non se ne parla più :D
Nicola
Immagine

Avatar utente
pdani
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 241
Iscritto il: 10 settembre 2006, 19:37
Località: Padova
Contatta:

Messaggio da pdani » 31 ottobre 2006, 21:32

AmxGroundCrew ha scritto:tagliamo la testa al toro!
motoaliante ULM e non se ne parla più :D
Mi hai tolto i pensieri di testa :lol: ..ce ne sono di veramente belli!
Daniele

Avatar utente
libelle
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 780
Iscritto il: 8 dicembre 2005, 18:57
Località: Firenze
Contatta:

Messaggio da libelle » 2 novembre 2006, 1:10

Secondo la mia opinione non si può unire le caratteristiche di un aliante con un ultraleggero. Generalmente (anche se esistono eccezioni) i motoalianti sono pessimi alianti e mediocri aeroplani (nel senso di aereo a motore).
Secondo me occorre operare una scelta: o si vola a vela e quindi senza motore, oppure si vola a motore. Sono due forme di volo parecchio diverse che a mio avviso non possono essere mescolate, pena la perdita dell'essenza reale caratteristica di ognuna delle due.
Pensare che il motoaliante si trasformi istantaneamente in un aliante veleggiatore puro, semplicemente fermando il motore è una sciocchezza. Il motoaliante è lento e difficile in decollo, sale lentamente e non è certo agile come un ULM. In planata non sta certo dietro ad un aliante puro. Senza contare che sale molto più lentamente di un veleggiatore in quanto deve portarsi appresso il peso di un motore e di un elica, ferma inchiodata ad aumentare la resistenza.
"think positive, flaps negative!"

Avatar utente
pdani
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 241
Iscritto il: 10 settembre 2006, 19:37
Località: Padova
Contatta:

Messaggio da pdani » 2 novembre 2006, 10:31

Che siano un compromesso non c'è dubbio, però che ne dici di questo:
http://www.alisport.com/eu/silent2.htm

A parte il peso, una volta retratto il gruppo motopropulsore, l'aerodinamica è tale e quale al veleggiatore puro ...o c'è qualche tranello nascosto (lo chiedo perchè sicuramente hai più esperienza).
Vale la pena "risparmiare" sul traino tradizionale (anche a livello di numero di persone necessarie), avendo a bordo il necessaire per il decollo e la salita, perdendo qualcosa in prestazioni?
Daniele

Avatar utente
libelle
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 780
Iscritto il: 8 dicembre 2005, 18:57
Località: Firenze
Contatta:

Messaggio da libelle » 2 novembre 2006, 19:52

Il Silent è un aliante ULM motorizzato.
Esiste una differenza sostanziale tra aliante motorizzato e motoaliante, non sono la stessa cosa.
L'aliante motorizzato è in tutto e per tutto identico ad un veleggiaturo puro, ma sul dorso della fusoliera è dotato di un gruppo motopropulsore che viene estratto e successivamente avviato. Una volta spento e retratto l'aliante è un veleggiatore puro. Il peso in più non costituisce un grosso handicap se si considera che gli alianti moderni imbarcano acqua per aumentare le proprie prestazioni di velocità in planata. Ha il vantaggio di decollare autonomamente ma il tragico svantaggio di dare troppa sicurezza al pilota che si sente di osare di più perchè tanto ha il motore. Parecchia gente si è spiaccicata in terra perchè ha tentato di estrarre il motore all'ultimo momento, quando ormai non c' era più quota e come spesso succede il motore non si è avviato.
Bisogna sempre tener presente che la manovra di estrazione è lunga e compromette drasticamente le prestazioni dell'aliante facendolo scendere paurosamente. Spesso il motore (praticamente di un tagliaerba) non si avvia alla prima.
Il motoaliante è invece un incrocio tra un aliante e un aereo. Ha il motore e l'elica fissa sul muso. Il motore può essere spento e l'elica messa in bandiera, così da veleggiare; ma complessivamente è un barcone. Passare dall'aliante al motoaliante corrisponde a scendere dal Ferrari e montare su un furgone.
Il Silent non sta avendo il successo sperato nonostante che esista sul mercato da quasi dieci anni. Il fatto è che offre prestazioni identiche ad un aliante costruito trenta anni fa ma costa un botto di quattrini.
"think positive, flaps negative!"

Avatar utente
libelle
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 780
Iscritto il: 8 dicembre 2005, 18:57
Località: Firenze
Contatta:

Messaggio da libelle » 2 novembre 2006, 20:02

Comunque, per tornare al tema originario di questa discussione io sono per scegliere senza indugi la licenza GPL (cioè aliante). Primo perchè l'attestato VDS sarà sempre di più considerato alla stregua di un PPL, poi perchè chi ha la licenza di pilota di aliante ha uno sconto di ore sul PPL e indiscutibilmente una enorme facilità di apprendimento e assimilazione del pilotaggio di un aeroplano a motore.
"think positive, flaps negative!"

Marco1980
Banned user
Banned user
Messaggi: 24
Iscritto il: 13 dicembre 2005, 11:52

Messaggio da Marco1980 » 2 novembre 2006, 22:47

libelle ha scritto:Comunque, per tornare al tema originario di questa discussione io sono per scegliere senza indugi la licenza GPL (cioè aliante). Primo perchè l'attestato VDS sarà sempre di più considerato alla stregua di un PPL, poi perchè chi ha la licenza di pilota di aliante ha uno sconto di ore sul PPL e indiscutibilmente una enorme facilità di apprendimento e assimilazione del pilotaggio di un aeroplano a motore.


ma è vero che con la licenza di pilota di aliante si può chiedere anche l'attestato vds per gli ultraleggeri?
Oppure è necessario comunque fare il corso ulm?

Avatar utente
AmxGroundCrew
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 305
Iscritto il: 28 marzo 2005, 12:06
Località: Istrana (TV)
Contatta:

Messaggio da AmxGroundCrew » 2 novembre 2006, 22:55

è vero....basta fare un po' di ore con un'istruttore..non serve fare il corso
Nicola
Immagine

Avatar utente
Tixio
FL 150
FL 150
Messaggi: 1658
Iscritto il: 30 ottobre 2006, 13:08
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da Tixio » 3 novembre 2006, 2:03

Marco1980 ha scritto: Diciamo che per volare sono le soluzioni piu' economiche, e io mi accontenterei di volare ogni tanto (diciamo 1 volta a settimana)
Ma guarda che non è così "ogni tanto" come credi, una volta a settimana eh...neanche per i costi di un VDS.
Per un PPL se voli una volta a settimana devi andare a fare le rapine, a meno che non fai un paio di giri campo e basta... :(

Ciao
Tixio®
********************
Un Ingegnere non vive, funziona
********************
Tixioland - Il mio diario di bordo

ImmagineImmagine

Avatar utente
AmxGroundCrew
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 305
Iscritto il: 28 marzo 2005, 12:06
Località: Istrana (TV)
Contatta:

Messaggio da AmxGroundCrew » 3 novembre 2006, 8:47

ah si...
il noleggio di un buon 3assi vds va dagli 80 ai 120 € all'ora...
facciamo 100 euro a settimana sono almeno 400 euro al mese,che fanno 4800 euro l'anno..più la quota associativa annuale (varia dai 150 agli 800 euro, dipende dall'aeroclub)

se hai intenzione di volare tanto allora considerane l'acquisto....ci sono dei bei usati sui 20000 €

invece di comprarti la macchina....... :D :D :D
Nicola
Immagine

Avatar utente
pippo682
FL 450
FL 450
Messaggi: 4572
Iscritto il: 21 ottobre 2005, 16:25
Località: Padova (LIPU)
Contatta:

Messaggio da pippo682 » 3 novembre 2006, 9:05

AmxGroundCrew ha scritto:ah si...
il noleggio di un buon 3assi vds va dagli 80 ai 120 € all'ora...
Che poi è all'incirca il costo di un cessnino.... o del miticissimo PA-18!

Avatar utente
aghe1
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 32
Iscritto il: 12 agosto 2006, 16:14

Messaggio da aghe1 » 3 novembre 2006, 9:11

AmxGroundCrew ha scritto:ah si...
il noleggio di un buon 3assi vds va dagli 80 ai 120 € all'ora...
facciamo 100 euro a settimana sono almeno 400 euro al mese,che fanno 4800 euro l'anno..più la quota associativa annuale (varia dai 150 agli 800 euro, dipende dall'aeroclub)

se hai intenzione di volare tanto allora considerane l'acquisto....ci sono dei bei usati sui 20000 €

invece di comprarti la macchina....... :D :D :D
Sono d'accordo.... anche se il mantenimento di un aereo costa + o - 5-6000€ l'anno (compreso hangaraggio e manutenzione), almeno hai la possibilità di volare quando vuoi, mentre se prendi quello del club devi fare anche i conti con la disponibilità e non è sempre così facile trovare un aereo libero quando vuoi tu (fra lezioni scuola, altri soci, manutenzione ecc. , a volte ci vuole più tempo a trovare l'aereo di quello che voli realmente). Tra l'altro, poi, un aereo lo puoi acquistare anche in "società" con altri...... Ci vuole attenzione a trovare le persone giuste, perchè altrimenti si rischiano litigi e discussioni, però consente di spendere molto meno del noleggio.
Io sono "socio", dal 2004, di un bel P92 S Echo 100Cv, insieme ad altri due amici. Siamo sempre andati d'accordo e con poco più di 2700€ all'anno (benzina compresa), ci facciamo circa 40 - 45 ore ciascuno.
L'investimento iniziale è stato di circa 13000€ ciascuno, ma, a conti fatti, oggi sono quasi recuperati e abbiamo volato molto di più e con meno problemi.
Ciao
Andrea

Avatar utente
pippo682
FL 450
FL 450
Messaggi: 4572
Iscritto il: 21 ottobre 2005, 16:25
Località: Padova (LIPU)
Contatta:

Messaggio da pippo682 » 3 novembre 2006, 9:14

libelle ha scritto:Il peso in più non costituisce un grosso handicap se si considera che gli alianti moderni imbarcano acqua per aumentare le proprie prestazioni di velocità in planata.
Se le condizioni meteo però sono buone; come sai un aliante "pesante" peggiora le sue prestazioni di planata alle basse velocità. Comunque non ho mai volato su un aliante a motore (purtroppo)...
libelle ha scritto:Ha il vantaggio di decollare autonomamente ma il tragico svantaggio di dare troppa sicurezza al pilota che si sente di osare di più perchè tanto ha il motore. Parecchia gente si è spiaccicata in terra perchè ha tentato di estrarre il motore all'ultimo momento, quando ormai non c' era più quota e come spesso succede il motore non si è avviato.
Non capita solo a chi ha il motore. Vi racconto un aneddoto. Anni fa un nostro socio, che era stato campione italiano di volo a vela, ci raccontò che durante un volo sugli Appennini (non ricordo se fosse una gara), si era messo a seguire un pilota che conosceva la zona meglio di lui, a sua insaputa. Questo con il suo aliante tira dritto su una zona apparentemente senza termiche, seguendo alcune colline. Ma anche qui, ne termiche ne dinamiche. Arrivati ormai ad un centinaio di metri dal suolo, l'aliante di fronte a lui estrae il motore, mette in moto, ed inizia a salire :shock:

Un bel fuoricampo su un campetto lì sotto (fortuna che c'era, anche se piccolo)....

Avatar utente
AmxGroundCrew
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 305
Iscritto il: 28 marzo 2005, 12:06
Località: Istrana (TV)
Contatta:

Messaggio da AmxGroundCrew » 3 novembre 2006, 21:26

pippo682 ha scritto: Che poi è all'incirca il costo di un cessnino.... o del miticissimo PA-18!
e dove che ci vado subito :D


qui da noi son più alti :(
Nicola
Immagine

Avatar utente
Tixio
FL 150
FL 150
Messaggi: 1658
Iscritto il: 30 ottobre 2006, 13:08
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da Tixio » 5 novembre 2006, 23:13

pippo682 ha scritto:
AmxGroundCrew ha scritto:ah si...
il noleggio di un buon 3assi vds va dagli 80 ai 120 € all'ora...
Che poi è all'incirca il costo di un cessnino.... o del miticissimo PA-18!
Sì, a parte che al cessnino ci devi aggiungere le tasse aeroportuali e tutto l'handling (anche non sfruttato) che ti fanno pagare come solo pensi di atterrare... :evil:
Tixio®
********************
Un Ingegnere non vive, funziona
********************
Tixioland - Il mio diario di bordo

ImmagineImmagine

Avatar utente
pippo682
FL 450
FL 450
Messaggi: 4572
Iscritto il: 21 ottobre 2005, 16:25
Località: Padova (LIPU)
Contatta:

Messaggio da pippo682 » 6 novembre 2006, 8:54

Beh, col PA-18 vai per aviosuperfici come con gli ULM... :wink:

Avatar utente
Tixio
FL 150
FL 150
Messaggi: 1658
Iscritto il: 30 ottobre 2006, 13:08
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da Tixio » 6 novembre 2006, 12:31

pippo682 ha scritto:Beh, col PA-18 vai per aviosuperfici come con gli ULM... :wink:
Già, già...come costo resta comunque quello di base per l'acquisizione della licenza. Questa non me la puoi ribattere! :lol:
Tixio®
********************
Un Ingegnere non vive, funziona
********************
Tixioland - Il mio diario di bordo

ImmagineImmagine

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9602
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Messaggio da Maxx » 6 novembre 2006, 12:37

Il "momento aeronautico" più bello della mia vita è stato a L'Aquila, nel 1993, alla manifestazione aerea dell'Aeroclub cui parteciparono moltissimi aerei acrobatici ad elica e la PAN. Era una pomeriggio settembrino terso e meravigliosamente fresco e stavo come al solito in mezzo al prato. Quando volò l'aliante del comandante Mutignani mi sdraiai sul prato e non potrò mai dimenticare quando lo vidi puntare in picchiata verticale, dritto verso di me, nel silenzio assoluto rotto solo dal fischio delle sue ali nel vento. Era bellissimo. A non più di trenta metri dal mio naso, tirò su e continuò la sua esibizione. Mutignani era un grande.

Avatar utente
pippo682
FL 450
FL 450
Messaggi: 4572
Iscritto il: 21 ottobre 2005, 16:25
Località: Padova (LIPU)
Contatta:

Messaggio da pippo682 » 6 novembre 2006, 14:15

Tixio ha scritto:
pippo682 ha scritto:Beh, col PA-18 vai per aviosuperfici come con gli ULM... :wink:
Già, già...come costo resta comunque quello di base per l'acquisizione della licenza. Questa non me la puoi ribattere! :lol:
Il costo è superiore perchè devi fare 45 ore di volo, contro le 13 o 15 in ULM (non ricordo). In definitiva, sono ore volate.... quindi il costo della licenza PPL è maggiore, ma perchè voli il triplo delle ore. :wink:

Se il costo di una "licenza" di ULM è un terzo di quella di PPL allora siamo pari, Se è superiore ad un terzo, invece, c'è qualcosa che non torna.

Avatar utente
Foxarts
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 221
Iscritto il: 5 maggio 2006, 14:02
Contatta:

Messaggio da Foxarts » 6 novembre 2006, 14:18

Al momento 13 :)

(però devo dire che il maggior esborso per il PPL non è solo riferito alle ore volate... anche perchè sono tre volte... si più o meno ci siamo, ma proprio più o meno :D )

Avatar utente
Tixio
FL 150
FL 150
Messaggi: 1658
Iscritto il: 30 ottobre 2006, 13:08
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da Tixio » 6 novembre 2006, 15:16

Avendo sia il PPL che l'attestato ho notato come la differenza, almeno da queste parti sia notevole, e non così sfumata: il costo orario con un buon ulm può arrivare al massimo ai 70-80 euro (prezzo che può essere più alto per velivoli ancor più evoluti, ma in genere basta e avanza), il PPL costa sui 6000-6500 euro se ti dice bene, mentre con il VDS te la cavi con 1500-2000 euro, e non è solo perchè voli il triplo con l'AG.

Detto questo, non voglio necessariamente tessere le lodi del VDS, ma non nascondiamoci: i costi dell'AG sono troppo alti al momento, e fanno disamorare i giovani che vogliono volare solo per divertimento. Spendere tutti quei soldi può andare bene per chi poi pensa alla carriera professionale, ma gli altri? Basta guardare le inchieste e le proposte di Volare per rendersi conto: troppi costi, troppa burocrazia, troppe "tasse" varie...così la fanno morire l'AG turistica.
Tixio®
********************
Un Ingegnere non vive, funziona
********************
Tixioland - Il mio diario di bordo

ImmagineImmagine

Avatar utente
AmxGroundCrew
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 305
Iscritto il: 28 marzo 2005, 12:06
Località: Istrana (TV)
Contatta:

Messaggio da AmxGroundCrew » 6 novembre 2006, 18:11

adesso sono diventate 16 le ore per i VDS
Nicola
Immagine

Avatar utente
pippo682
FL 450
FL 450
Messaggi: 4572
Iscritto il: 21 ottobre 2005, 16:25
Località: Padova (LIPU)
Contatta:

Messaggio da pippo682 » 7 novembre 2006, 8:30

Non volevo prendere le difese di uno a scapito di un altro, ma solo provare a fare un'analisi dei costi. Mi sembra che a livello di attestato/PPL i costi siano confrontabili, pur se a leggero svantaggio del PPL, se rapportati alle ore volate. I costi orari degli ULM, col passare del tempo, si stanno avvicinando a quelli degli aerei di AG, anche perchè le prestazioni stanno andando al di là. Sinceramente, se può essere vero che 45 ore per il PPL sono tante, 16 per il VDS mi sembrano pochine. Non credo che in 16 ore si possano fare attività, come la navigazione a 100 km e più dal campo, che si fanno per il conseguimento del PPL. Inoltre nel VDS non devi rapportarti con gli ATC, e questo semplifica molto l'operatività, ma secondo me a scapito della sicurezza. Dopo 13 ore con la scuola PPL fai il primo decollo da solista. A quel punto inizia tutta la fase di addestramento che ti consente di volare in un cielo affollato e con regole da seguire. Con il VDS a quel punto, invece, ti mandano in giro da solo a fare esperienza. Ecco, questo mi sembra un po' troppo permissivo.
Gli ULM sono ormai superiori ai "normali" aerei di AG, e credo che la normativa vada un po' adeguata, pur senza soffocarli come sta accadendo per l'AG. In questo campo, comunque, speriamo che le nuove norme che sta studiando l'EASA aiutino a rilanciarla, abbassando i costi e gli ostacoli burocratici.

Quanto al volo, ribadisco un mio pensiero, anche per tornare on topic:

l'ULM ti fa conoscere la dimensione del volo, l'aliante ed il PPL ti portano nel mondo dell'aviazione. A voi la scelta. :wink:

Avatar utente
Tixio
FL 150
FL 150
Messaggi: 1658
Iscritto il: 30 ottobre 2006, 13:08
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da Tixio » 7 novembre 2006, 14:31

pippo682 ha scritto: I costi orari degli ULM, col passare del tempo, si stanno avvicinando a quelli degli aerei di AG, anche perchè le prestazioni stanno andando al di là.
I costi sono aumentati, ma non mi sembrano francamente confrontabili con l'AG. Certo è che se si usa un ULM avanzato di ultima generazione ci andiamo vicino (considerando che gran parte di questi sono anche certificabili)...ma basta molto meno per divertirsi ugualmente. Secondo me, ovviamente :wink:
Sinceramente, se può essere vero che 45 ore per il PPL sono tante, 16 per il VDS mi sembrano pochine. Non credo che in 16 ore si possano fare attività, come la navigazione a 100 km e più dal campo, che si fanno per il conseguimento del PPL. Inoltre nel VDS non devi rapportarti con gli ATC, e questo semplifica molto l'operatività, ma secondo me a scapito della sicurezza.
Questo è un luogo comune. Che avevo anche io, ma che ho potuto sfatare constatandolo coi miei occhi.
Che non si possa avere la stessa esperienza di volo con le 16 ore del VDS è ovvio! Ma non è neanche l'obiettivo dell'attestato: pilotare un velivolo di AG (in senso "totale", navigazione, comunicazione e tutto compreso...) non è affatto la stessa cosa.
Dopo 13 ore con la scuola PPL fai il primo decollo da solista. A quel punto inizia tutta la fase di addestramento che ti consente di volare in un cielo affollato e con regole da seguire. Con il VDS a quel punto, invece, ti mandano in giro da solo a fare esperienza. Ecco, questo mi sembra un po' troppo permissivo.
Onestamente trovo brutta quella società che ha bisogno di regolamentare qualunque aspetto della propria vita...mi spiego: se dopo appena 16 ore di addestramento, una volta acquisito l'attestato, ti viene in mente che sei pronto per un raid in giro per l'Italia sei un pazzo!
Insomma, credo che, regolamento a parte, il volo debba essere praticato da persone dotate di umiltà e buon senso. Conosco molta gente che ha fatto tutta la trafila per il VDS e che ora, con 50 e più ore all'attivo, si limita a qualche giretto a pochi chilometri dal campo!
E' anche questione di educazione poi, e in questo gli istruttori fanno quasi sempre benissimo il loro lavoro.
Gli ULM sono ormai superiori ai "normali" aerei di AG, e credo che la normativa vada un po' adeguata, pur senza soffocarli come sta accadendo per l'AG.
Su questo posso concordare: per quei particolari ultraleggeri c'è bisogno di normativa più adeguata. Come c'è bisogno di un alleggerimento delle normative AG, una "Sport Pilot" come negli stati uniti (p.e.) che fonderebbe le due soluzioni...quello di cui parla Volare da una vita! :wink:
In questo campo, comunque, speriamo che le nuove norme che sta studiando l'EASA aiutino a rilanciarla, abbassando i costi e gli ostacoli burocratici.
Tu ci credi? Io no. Scusami il pessimismo ma non mi convince più EASA... :(
l'ULM ti fa conoscere la dimensione del volo, l'aliante ed il PPL ti portano nel mondo dell'aviazione. A voi la scelta. :wink:
Su questo posso essere d'accordo :)

Ma non dimentichiamoci che, con la situazione attuale, se si vuole volare per pura passione e non per iniziare una carriera, volare AG non è molto piacevole...cioè, è bellissimo, sia chiaro, però fanno del tutto per non fartelo piacere! :roll:
Tixio®
********************
Un Ingegnere non vive, funziona
********************
Tixioland - Il mio diario di bordo

ImmagineImmagine

Rispondi