Volo verso gli Stati Uniti ad Ottobre:Richeista informazioni

La fobia del volo: dubbi comuni, cause, soluzioni.
Vincere la Paura di Volare con MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Penelope
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 22
Iscritto il: 10 settembre 2007, 16:02

Volo verso gli Stati Uniti ad Ottobre:Richeista informazioni

Messaggio da Penelope » 12 settembre 2007, 15:52

Ciao a tutti!

Considerato il nick scelto (Penelope :oops: ) è normale che la tentazione sia sempre quella di restare a casa...Ma il desiderio di vedere i parchi Nazionali statunitensi ed altre meraviglie della natura a stelle e strisce sta prevalendo a tratti sul terrore :cry: di volare (solo a tratti!!!).

Chiedo cortesemente agli amici del forum di raccontarmi di un loro viaggio Roma - New York (io se ce la faccio a superare il panico prenderei o Alitalia o Air France o una compagnia americana di cui non ricordo il nome...forse American one?)e descrivermi la tratta, gli aerei che la percorrono, il tempo che c'è in genere lì a fine ottobre (a grandi linee...non pretendo un meteo premonitorio ovviamente!!!), il tipo di piloti che pilotano quegli aerei ecc...Insomma tutto quello che accade in un viaggio simile perchè non me lo immagino neanche.

Aggravante...Una volta giunta a New York (sempre in caso io decida di partire!!!) dovrei poi prendere un volo interno per Los Angeles...Potete descrivermi che cosa mi aspetta tecnicamente nel volo.

Grazie mille a chi mi potrà aiutare :wink:

hirundo

Messaggio da hirundo » 12 settembre 2007, 16:45

Ciao Penelope! Bellissimo nick, ma non bisogna cedere alla tentazione restare a casa :D. Il volo di cui parli non l'ho ancora fatto ma ci metto il becco ugualmente per incoraggiarti a coltivare il desiderio di andare laggiù... viaggiare e vedere posti lontani è un'esperienza importante e piacevole, ci si prende subito gusto; sarebbe un vero peccato privarsene per quelle -tutto sommato- poche ore che ti separano dal luogo dei tuoi sogni.
Dicevi di aver fatto il corso, e immagino anche i voli previsti... ebbene un volo lungo non è molto diverso da uno breve, se non per il fatto che in genere si fa con aerei più grandi, con più spazio a disposizione e maggior scelta di distrazioni e più tempo per abituarsi a stare lassù e rilassarsi.
Lascio la parola a chi è già stato negli USA per i particolari!

Ospite

Messaggio da Ospite » 12 settembre 2007, 19:51

Ciao Penelope,io sono stato in America a fine Giugno.Ci vogliono 8:40 ore di volo (ti consiglio AZ,sopratutto per il cibo che può sembrare strano ma sui voli intercontinentali è fantastico!!) Se vai con Alitalia (su JFK) vai con il 767-300ER ha gli scermi in alto (sono tantissimi ed io riuscivo a vedere anche quello 10 file avanti a me!) Il tempo a NY in quel periodo è "incerto" (come da noi) può piovere o può esserci un solo che spacca le pietre (comunque se è brutto tempo non ti preoccupare i piloti AZ sono i meglio quando ci sono andato io a giugno si stava per abbattere un mega temporale ma il pilota è stato bravissimo atterraggio lisco come l'acqua!!)
oh!per quanto riguarda il volo interno anche io lo dovevo prendere ma la DELTA ci ha lasciato a terra (4 voli su 5 cancellati!) 500 persone imbestialite all'aeroporto! E ci hanno perso i bagagli (sempre DELTA) quindi un consiglio portati le valige a mano da mettere in cabina!! COmunque le com americane usano per questo tipo di volo o un 757 o un 767-200 (Amercan Airlines) nn ci sono scermi ma sono tutti e due aerei ottimi e sicurissimi!
Spero di aver soddisfatto le tue richieste!
(PS il volo da Roma non lo fare con AMERICAN AIRLINES hanno il brutto vizio di virare con il timone a bassa quota e il 12 Novembre 2001 un loro aereo è cascato proprio per questo motivo!!! )
ciao
se voui sapere altre cose contattami!

deltagolf

Messaggio da deltagolf » 12 settembre 2007, 20:16

(PS il volo da Roma non lo fare con AMERICAN AIRLINES hanno il brutto vizio di virare con il timone a bassa quota e il 12 Novembre 2001 un loro aereo ? cascato proprio per questo motivo!!! )
Dai non seminiamo il panico!
L'incidente a cui ti riferisci fece grande scalpore soprattutto perché avvenne poche settimane dopo l'attacco alle twin towers e si temette un altro attacco di Al Qaeda.
Anche da questo incidente si è imparato molto, come sempre, peraltro e furono modificate le modalità di addestramento dei piloti, affinché non dovesse ripetersi più quanto accaduto e da allora si vola ulteriormente sicuri.

Adesso che la nostra Penelope sarà spaventata a puntino, può vedere dove si parlò su questo forum dell'incidente, giusto per le informazioni che la renderanno più tranquilla.

http://www.md80.it/bbforum/viewtopic.php?t=15152

Fermati un paio di giorni anche a NY, che in ottobre è bellissima; in particolare a me colpì molto l'arancione vivissimo delle foglie di alcune piante a Central Park, simili agli aceri. Un colore che da solo vale il viaggio, simile a quello degli enormi campi di zucche, quelle grandissime di Halloween, che ci sono appena fuori città e sono uno spettacolo (e naturalmente le feste di Little Italy per non ricordo più che santo, dove si mangia a crepapancia...)

Il volo di andata (da Milano) di solito passa sulla Francia, Irlanda, sud dell'Islanda, Terranova, Canada, sfiora i monti Appalachi, e va giù fino a NY.

Con qualunque compagnia tu vada, sarai in buone mani

Ospite

Messaggio da Ospite » 12 settembre 2007, 20:38

Mi dispiace se ho messo paura! :oops: Non era mia intenzione!Comunque riguardo il timone,avranno pure modificato il sistema di addestramento ma l'ho visto con i miei occhi a FCO ero prorpio sulla pista 25-7 ed appena partito ha subito virato,ha abbassato il muso e poi l'ha rialzato.Comunque io glio consigliato AZ perche ha un servizio impeccabile!(comunque io non sono passato ne sopra l'Irlanda ne sud dell'islanda!Queste due nazioni sono troppo in alto per passarci sopra!)
Comunque ha ragione Deltagolf :Con qualunque compagnia tu vada, sarai in buone mani. :wink:

ale ange 3
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 17
Iscritto il: 9 luglio 2007, 16:11

Messaggio da ale ange 3 » 12 settembre 2007, 21:19

Ciao Penelope...stai supe serena...
se ti può consolare ho usato sia az da mxp a jfk che american airlines da lhr a lax, entrambi con 777 e sono stati 4 voli fantastici...il 777 è super. Onestamente non so che aereo userai, ma in ogni caso vai tranquillo su tutto...
il fatto relativo all'american mi sembra abbastanza stupido riportarlo in questo thread, comunque si è trattato di un problema avuto su un a300, non su un 767 o un 777...credo che dopo quell'evento fu modificato il sistema (ma non sono un esperto per cui non vado oltre)...
era il 2001...da allora l'american (la più grande di tutte per numero di aerei e passeggeri trtasportati in un anno) ha portato in giro non so quante milioni di persone, e non mi sembra che ogni volta il timone cede...anzi..

comunque fa buon viaggio, è una vera figata..

Penelope
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 22
Iscritto il: 10 settembre 2007, 16:02

Messaggio da Penelope » 13 settembre 2007, 15:59

Grazie mille a tutti Voi.

In effetti, come pronosticato da Deltagolf, ora mi sono spaventata a puntino... :cry: ma ho chiesto l'aiuto degli amici del forum per avere la verità (anche quella che non mi sarebbe piaciuta :wink: ) per cui fate bene ad essere sinceri. GRAZIE!

In questi 4 giorni trascorsi dal mio corso per superare la paura di volare non faccio che pensare al volo...Sarò mica da ricoverare? :shock:

Mi sembra di avere atteso tanto per risolvere una tematica che ora scopro essere apparentemente importantissima nella mia esistenza...E' come se di un tratto avessi rotto un guscio (che non sapevo di avere) e mi stessi affacciando ad annusare cosa c'è fuori con il paralizzante timore di affidarmi all'esterno e di cambiare pelle....

Ma guarda che strano...A tratti mi sento ad un palmo da terra per l'ampliamento della prospettiva che volare (anche solo per prova) mi ha dato...a tratti mi sento terrorizzata dai rischi (specialmente, mi rendo conto, legati all'ansia) a cui sto andando incontro.

C'è qualcuno che da una situazione come la mia è poi divenuto un sereno viaggiatore?

Certo se Colombo avesse avuto i miei dubbi l'America non l'avremmo mai scoperta!!! :lol:

Ospite

Messaggio da Ospite » 13 settembre 2007, 16:16

Mi dispiace di averti messo paura! :oops: :oops: Però stai tranquilla!Per quanto riguarda il tuo pensiero sempre rivolto al volo!!Anche io sono fatto così!Io vorrei vivere su un'aereo!:)
Mi raccomando!Buon Viaggio!Se hai altri dubbi non esitare a chiedere!
Un saluto
Freddy LIRF

deltagolf

Messaggio da deltagolf » 13 settembre 2007, 16:37

C'è qualcuno che da una situazione come la mia è poi divenuto un sereno viaggiatore?
Ce ne sono tanti, anche qua dentro; dai un occhio a tanti thread di questa sezione, anche recenti e ne troverai.

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2298
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Messaggio da la franci » 13 settembre 2007, 17:02

Ciao Penelope!!!! Io sono una perfetta fifona..molto più di te..ho volato in America con Swiss e con Lufthansa...non ho fatto la tratta che dovrai fare tu (ho volato su Miami, su Los Angeles e San Francisco) sempre con scalo in Europa e poi volo diretto...volare su aerei come l'A330 o il B747 sono sensazioni molto diverse rispetto a quelle che si hanno sui "piccoli" aerei dei voli europei. io, personalmente, ho molta pià paura per un volo per Zurigo rispetto all'intercontinentale: il servizio è di molto migliore...il numero del personale di bordo è superiore e c'è sempre qualcuno disponibile per tutte le tue esigenze...ci sono film a disposizione e su alcuni veivoli anche un similare della Play Station (molto utile per ingannare il tempo se hai paura come me)... non so esattamente come sia il cibo perchè la paura a me mette un nodo alla gola e non mi permette di assaggiare nulla...ma l'aspetto delle cibarie e il profumo promette bene! Ho volato sopra la Groenlandia credo o comunque un continente completamente ghiacciato ed è stato uno spettacolo...per poi arrivare alla steppa secca e desertica dell'Arizona (o di uno stato simile)...sono gli unici 2 momenti in cui ho avuto il coraggio di guardare fuori dala finestra mentre andavo in bagno (anche i servizi sono molto più spaziosi) e ti assicuro che ne è valsa la pena!
ma non credo sia importate il volo in un viaggio in America...i parchi che vedrai ti faranno dimenticare il volo, vedrai...il panorama visto in Bryce Canion è sicuramente il migliore che ho visto e il tramonto (con relativa festa sukl molo che viene fatta tutte le sere) alle isole Keys è indelebile in me..non ho mai visto NY...il mio sogno è quello di poterci andare nel periodo natalizio...ma non so se potrò mai realizzare questo sogno...
non so come sia il tempo in ottobre visto che io non ho mai superato agosto per le mie visite, ma sicuramente ne varà la pena... (porta qualche maglione per i parchi del nord e qualche canotta per Las Vegas)
BUON VIAGGIO!!!!!

Avatar utente
Fearless flyer
FL 400
FL 400
Messaggi: 4026
Iscritto il: 19 maggio 2006, 11:43
Località: Roma - Milano - Catania - Venezia

Messaggio da Fearless flyer » 13 settembre 2007, 19:22

Penelope ha scritto:Grazie mille a tutti Voi.

In effetti, come pronosticato da Deltagolf, ora mi sono spaventata a puntino... :cry: ma ho chiesto l'aiuto degli amici del forum per avere la verità (anche quella che non mi sarebbe piaciuta :wink: ) per cui fate bene ad essere sinceri. GRAZIE!

In questi 4 giorni trascorsi dal mio corso per superare la paura di volare non faccio che pensare al volo...Sarò mica da ricoverare? :shock:

Mi sembra di avere atteso tanto per risolvere una tematica che ora scopro essere apparentemente importantissima nella mia esistenza...E' come se di un tratto avessi rotto un guscio (che non sapevo di avere) e mi stessi affacciando ad annusare cosa c'è fuori con il paralizzante timore di affidarmi all'esterno e di cambiare pelle....

Ma guarda che strano...A tratti mi sento ad un palmo da terra per l'ampliamento della prospettiva che volare (anche solo per prova) mi ha dato...a tratti mi sento terrorizzata dai rischi (specialmente, mi rendo conto, legati all'ansia) a cui sto andando incontro.

C'è qualcuno che da una situazione come la mia è poi divenuto un sereno viaggiatore?

Certo se Colombo avesse avuto i miei dubbi l'America non l'avremmo mai scoperta!!! :lol:
Ti sei spaventata?????? :shock:
E tutte le spiegazioni del Comandante dove sono andate a finire??
Ora faccio la spia e quando ti incontra sul simulatore poi sono affari tuoi..... :P :lol: :lol:

Luca
Luca Evangelisti
Responsabile "Voglia di Volare"
A L I T A L I A


Sito ufficiale "Voglia di volare".
VADO VIA DAL FORUM

evangelisti.luca@alitalia.it

Chi vuole sul serio qualcosa trova una strada, gli altri una scusa.
Proverbio africano

Avatar utente
Nik
Banned user
Banned user
Messaggi: 2661
Iscritto il: 15 agosto 2007, 21:28
Località: Vedano Beach near to LILN
Contatta:

Messaggio da Nik » 13 settembre 2007, 19:31

Stai tranquilla e segui il condìsiglio che ti hanno dato cioè di potarti una vaigia a mano co dentro un paio di cambi.E poi pensa a quanto è bella l'america io ci andrei anche con un aereo scassato pur di andarci.CIAO!!!!!!!!!.............................e stai tranquilla.
Visita medica prima classe superata.
PPL (A) all'inizio.
Speriamo in un buon futuro!!!!!!!

Avatar utente
spaceodissey
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 608
Iscritto il: 17 ottobre 2006, 22:09
Località: Parma

Re: Volo verso gli Stati Uniti ad Ottobre:Richeista informaz

Messaggio da spaceodissey » 20 settembre 2007, 22:17

Penelope ha scritto:Chiedo cortesemente agli amici del forum di raccontarmi di un loro viaggio Roma - New York (io se ce la faccio a superare il panico prenderei o Alitalia o Air France o una compagnia americana di cui non ricordo il nome...forse American one?)
Mai fatto quella tratta. Volato solo due volte Milano-New York.
Se hai davvero tanta paura, come sembra, ti consiglio Alitalia o la compagnia americana. Con Air France con ogni probabilità dovrai fare scalo a Parigi e quindi un atterraggio e un decollo in più. Non ti sto a raccontare di rotte, piloti e aerei perchè c'è gente molto più competente di me.
Ti dico solo due cose: che New York è straordinaria e rinunciare ad andarci sarebbe un delitto. Ogni giorno fanno quella tratta decine e decine di aerei: tranquilla.
Penelope ha scritto:Aggravante...Una volta giunta a New York (sempre in caso io decida di partire!!!) dovrei poi prendere un volo interno per Los Angeles...Potete descrivermi che cosa mi aspetta tecnicamente nel volo.
Aggravante? Sarà il volo più divertente che tu abbia mai fatto. Io ho volato solo una volta internamente agli stati uniti (con JetBlue, da New York a Miami) ed è stato fantastico. Prima di tutto, negli USA, prendere l'aereo è una cosa normalissima - un po' come da noi prendere il treno - poi il volo era per la Florida, quindi pieno di famiglie con bambini che scherzavano e ridevano. I piloti e gli A/V si sono dimostrati subito "scazzatissimi": ridevano e scherzavano tra di loro e con i passeggeri, pur facendo benissimo il loro lavoro. Insomma, la situazione è molto più "easy" e meno ingessata rispetto all'Europa. E' stato uno dei voli più belli che ho fatto.
I voli del fifone:
Uno
Due
Tre
Quattro

Chuck Norris understands the ending of 2001: a space odyssey

Avatar utente
Dany80
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 909
Iscritto il: 29 luglio 2006, 16:36
Località: Palazzolo sull'Oglio (BS)
Contatta:

Messaggio da Dany80 » 21 settembre 2007, 3:15

Anonymous ha scritto:Mi dispiace se ho messo paura! :oops: Non era mia intenzione!Comunque riguardo il timone,avranno pure modificato il sistema di addestramento ma l'ho visto con i miei occhi a FCO ero prorpio sulla pista 25-7 ed appena partito ha subito virato,ha abbassato il muso e poi l'ha rialzato.Comunque io glio consigliato AZ perche ha un servizio impeccabile!(comunque io non sono passato ne sopra l'Irlanda ne sud dell'islanda!Queste due nazioni sono troppo in alto per passarci sopra!)
Comunque ha ragione Deltagolf :Con qualunque compagnia tu vada, sarai in buone mani. :wink:
Quello che tu racconti potrebbe essere una normalissima procedura antirumore che obbliga una virata e non certo un uso non corretto del timone.
L'incidente è stato causato dall'uso eccessivo del timone direzionale per rispondere a una situazione di turbolenza di scia utilizzandolo a fine corsa anche a velocità troppo elevate, questo ha provocato la rottura del timone.

Sono state modificate le procedure d'addestramento affinche questo non succeda più.
Daniele
<br>
Immagine

Penelope
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 22
Iscritto il: 10 settembre 2007, 16:02

Messaggio da Penelope » 24 settembre 2007, 13:39

Grazie a tutti Voi.
Tra oggi e dopodomani dovrei confermare voli e servizi a terra...ma purtroppo sto pericolosamente prendendo tempo. Insomma dalla paura di volare a 10 ore di volo filate...non vorrei che il progetto fosse francamente troppo ambizioso (!)..E le seguenti tredici per tornare da Los Angeles?

Mi sento proprio combattuta al massimo!

Potete provare a spiegarmi qualcosa altro di tecnico sulla tratta che sto per fare (RM- NY)? Ad esempio virate, continenti che si attraversano...è vero vero vero vero... che anche sull'oceano all'incirca ad ogni ora e mezza c'è un aereoporto dove eventualmente atterrare? Ci sono virate particolari che devo attendermi? E quanto a venti e correnti qualche notizia? Ed anche sugli aerei.... che tipo di aereo prenderò per il Roma New York volando con Alitalia? Che dimensioni possiede? Come è fatto internamente? Che differenze ha con un Alitalia Roma Milano (quello che ho preso durante il training del corso "Voglia di volare"?

Magari sono domande sciocche per chi è abituato a volare...ma io forse con un quadro più chiaro di cosa mi attende ce la faccio a prendere una decisione entro domani!!!!

Grazie mille

Penelope che vorrebbe partire con Ulisse

deltagolf

Messaggio da deltagolf » 24 settembre 2007, 13:56

Penelope che vorrebbe partire con Ulisse
1° se non parti con Ulisse, poi non lamentarti per eventuali incontri del tuo Ulisse con Nausicaa, Circe, Calypso, eccetera... :D :D

2° Ehi ehi, noi siamo qua a darti aiuto e tu prendi tempo??? Fila subito a prenotare, sai... :D

Sì, anche sull'oceano ci sono aeroporti a portata di mano, non perché ci siano piste galleggianti, ma perché le rotte sono pensate in modo che in caso di avaria l'aereo possa dirottare a un alternato.

Sull'oceano atlantico sono presenti correnti a getto pressoché costanti che soffiano da ovest a est; andando verso ovest si cerca di evitarle, tornando verso est si sfruttano per essere più veloci. Ne consegue che un RM-NY dura di più di un NY-RM, perché al ritorno si viene "soffiati" da questi jet streams.
Sui bordi di queste correnti è possibile trovare un po' di turbolenza, come un canoista che entra nella corrente di un fiume e quando è ancora metà a terra e metà nella corrente viene trascinato via un po' di scatto. Poi tutto diventa relativo al moto e la situazione si calma.
Sono comunque procedure che vengono effettuate centinaia di volte al giorno su tutti i voli transatlantici, quindi tranquilla.

Il problema delle 10 ore al massimo è la noia. Pranzo, film, secondo film e poi ne resta ancora un bel po' di tempo da passare.
Organizzati di conseguenza, anche se il max è una bella ronfata, che ti consente di atterrare fresca come una rosa e pronta per goderti gli US.

Non so che aereo userai, comunque sarà più grande di quello che hai usato nel corso di Luca, pertanto più comodo, più stabile, più lento e morbido nei movimenti.
E poi, se hai già fatto il corso col nostro Doc, cosa sto qua a raccontarti io? Pronti, via! Si parte!!

hirundo

Messaggio da hirundo » 24 settembre 2007, 14:11

Ciao Penelope! Sono parecchie le cose che vuoi sapere... facciamo che prima prenoti e poi qualcuno (non io, perchè gli USA non li ho ancora visti) ti spiega tutto? Anche perchè per sapere esattamente come sarà il tuo aereo, devi prima dirci Compagnia e numero del volo :wink:...

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9256
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Messaggio da air.surfer » 24 settembre 2007, 19:18

Penelope ha scritto:Grazie a tutti Voi.
Tra oggi e dopodomani dovrei confermare voli e servizi a terra...ma purtroppo sto pericolosamente prendendo tempo. Insomma dalla paura di volare a 10 ore di volo filate...non vorrei che il progetto fosse francamente troppo ambizioso (!)..E le seguenti tredici per tornare da Los Angeles?
Beata te che hai la possibilità di fare questo viaggio...


Mi sento proprio combattuta al massimo!
Penelope ha scritto: Potete provare a spiegarmi qualcosa altro di tecnico sulla tratta che sto per fare (RM- NY)? Ad esempio virate, continenti che si attraversano...è vero vero vero vero... che anche sull'oceano all'incirca ad ogni ora e mezza c'è un aereoporto dove eventualmente atterrare? Ci sono virate particolari che devo attendermi? E quanto a venti e correnti qualche notizia? Ed anche sugli aerei.... che tipo di aereo prenderò per il Roma New York volando con Alitalia? Che dimensioni possiede? Come è fatto internamente? Che differenze ha con un Alitalia Roma Milano (quello che ho preso durante il training del corso "Voglia di volare"?
Dai per le questioni tecniche, ci provo.
Virate. Bè si, le virate fanno parte del volo ovviamente, ma gli aerei di linea virano inclinandosi, per il comfort dei pax, al massimo di 25°. In pratica, se l'aereo vira e tu non stai guardando fuori, nemmeno te ne accorgi.
Continenti. Gli aerei che volano da e per gli stati uniti, volano una rotta che idealmente si puo' dividere in tre segmenti. Questo perchè le rotte che attraversano l'atlantico, sono prestabilite da un unico ente che ha
il compito di emetterle giornalmente. La traversata ha un entry point e un exit point, ossia l'inizio e l'arrivo. Poi c'e' il tratto che da noi raggiunge l'entry point e il tratto che dall'exit point va a destinazione. Gli entry point (le rotte sono diverse) sono di solito all'inizio dell'atlantico fra l'irlanda e il portogallo. Gli exit points si trovano dal Canada in giu..ah la traversata dura circa 3 ore Poi in America del nord, dal canada si scende lungo costa.
Per i curiosoni, oggi la AZ610 ha volato la track G
DINIM 51N020W 51N030W 51N040W 50N050W KOBEV YQX
Aeroporti. Vero. Dal momento che la maggiorparte degli aerei che effettuano la traversata ha due motori, la normativa prevede che la rotta debba passare ad una distanza di circa 2 ore da un aeroporto. Ma data l'alta affidabilità dei propulsori moderni, questa è solo una sicurezza in piu'.
Aerei AZ ha due aeromobili che effettuano questo volo, uno grosso (767) e uno grosso grosso (777). Purtroppo quello grosso grosso grosso non ce l'ha piu' (sigh)
Il 777 è piu' nuovo del 767.
Per i venti, ti hanno già risposto....

La traversata in cockpit, ma credo che tu non possa provarlo grazie a BinLaden, è un'esperienza unica. Almeno lo è stata per me. Specialmente al ritorno. Niente radio che gracchia ordini in continuazione (i riporti da fare sono pochi) Immersi nel buio con solo la luce degli strumenti ad illuminare la cabina. Mentre con un occhio si controllano i sistemi dell'aereo con l'altro si cerca di ingannare il tempo.
C'e' chi legge (ovviamente manuali tecnici ;-) ) chi racconta cose all'altro che non direbbe mai a nessuno (i naviganti sono unici in questo) o chi è immerso nei propri pensieri...chi ascolta musica sulla mitica Atlantic 252, e chi chiacchiera sulla frequenza interpilot. Una frequenza che usano solo i piloti per le loro comunicazioni ma che spesso viene usata per cose divertenti o strane, tipo una canzoncina con la fisarmonica... poi arriva il sole da dietro la francia.. tutto si illumina, la radio ricomincia a gracchiare e la magia finisce.
Eh si... bei momenti. Sei proprio fortunata.

elucchia
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 67
Iscritto il: 18 marzo 2007, 22:15

Messaggio da elucchia » 24 settembre 2007, 23:44

Ciao!
io sono l'esempio di come un viaggio del genere ti puo` far amare l'aereo dopo anni di voli brevi e di brutte sensazioni sull'aereo...
se ti capita, cerca il mio post di quando sono tornata'
Comunque ti assicuro che il volo intercontinentale passa in fretta: gli assistenti sono tanti e l'aereo e` molto grande...io andavo a farmi i giri e osservavo le persone intorno a me. il pranzo dura piu` di un'ora, ci sono i film e c'e` piu` possibilita` di fare amicizia...e poi ti consiglio di portarti libri, i-pod,e tutto cio` che porteresti quando vuoi stare in relax...con me ha funzionato anche se dopo un po` non ne ho avuto bisogno: io ho volato con air-france e avevo un monitor tutto per me e guardavo il film, giocavo al solitario...e mi rendevo conto che il tempo passava.
in un aereo cosi` grande ti senti piu` libera di alzarti e di distrarti...
quindi il mio consiglio e` di non pensarci troppo, ma di voler vivere una nuova esperienza.
quando tu sarai lassu` gli altri saranno al lavoro ...goditi quelle ore di viaggio e goditi new york che e` da vedere!
ciao
elucchia

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9256
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Messaggio da air.surfer » 25 settembre 2007, 4:43

elucchia ha scritto: io ho volato con air-france
vabbè ti perdono... :-)

Ponch
B767 First Officer
B767 First Officer
Messaggi: 5578
Iscritto il: 30 aprile 2005, 18:48
Località: By the sea

Messaggio da Ponch » 25 settembre 2007, 6:29

air.surfer, dai che li rivivrai quei momenti, prima o poi ti fanno comandante sull'aero grosso o grosso grosso, sei bravo e te lo meriti.

Ciao darth. :)
Buon lavoro.
Is it light where you are yet?

Penelope
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 22
Iscritto il: 10 settembre 2007, 16:02

Messaggio da Penelope » 25 settembre 2007, 10:16

Vi ringrazio ancora tantissimo...

ma ieri era, teoricamente, il mio ultimo giorno per prenotare e non me la sono proprio sentita. Inutile dire che il pensiero di avere fatto, rinunciando, la scelta sbagliata mi ha rovinato l'intera nottata e stamani mi sento uno straccetto. Però ho individuato cosa mi spaventava di più...direi che prima di fare tutte quelle ore di volo (ovviamente da ripetere al ritorno qualunque fossero state le sensazioni dell'andata) vorrei fare qualche volo di tre quattro ore...Insomma da zero volo a tante ore....non me la sono proprio sentita di giocarmela.

Confesso che ho scioccamente pianto fino alle tre di notte perchè mi dispiace proprio di non partire per gli USA(almeno per ora) poi me ne sono fatta una ragione ed ora credo che utilizzerò quei giorni magari per vedere Helsinki, Berlino e Praga che sono capitali Europee più vicine che ancora non ho visitato. Scartata Dubai perchè troppo artificiale.

Sono sempre tentata di fare un colpo all'agenzia e chiedere se sono ancora in tempo a prenotare NY...ma se devo stare come stavo ieri al solo pensiero...

Comunque i consigli e le descrizioni che mi avete fatto mi sono state utilissime..anche perchè io sono una testa dura ed agli Stati Uniti non rinuncerò tanto facilmente per sempre.

Buon lavoro a tutti voi ed ancora grazie infinite per il supporto (magari non sembra ma giuro che è stato fondamentale per darmi almeno da pensare se partire o meno)

Avatar utente
Fearless flyer
FL 400
FL 400
Messaggi: 4026
Iscritto il: 19 maggio 2006, 11:43
Località: Roma - Milano - Catania - Venezia

Messaggio da Fearless flyer » 25 settembre 2007, 10:24

Perchè non ti fai sentire te così se ne parla?

Luca
Luca Evangelisti
Responsabile "Voglia di Volare"
A L I T A L I A


Sito ufficiale "Voglia di volare".
VADO VIA DAL FORUM

evangelisti.luca@alitalia.it

Chi vuole sul serio qualcosa trova una strada, gli altri una scusa.
Proverbio africano

deltagolf

Messaggio da deltagolf » 25 settembre 2007, 10:46

Ti perdono solo perché hai messo Helsinki tra le opzioni a NY...

Chiama il Doc, così ti sgrida in diretta (lui fa il buonone qui, ma corre voce che dal vivo sia cattivissimo... :D :D :D)
Scherzo! CHIAMALO!!

hirundo

Messaggio da hirundo » 25 settembre 2007, 11:49

Penelope ha scritto:ma ieri era, teoricamente, il mio ultimo giorno per prenotare e non me la sono proprio sentita.
:(
Però Penelope, mi pare di capire che la rinuncia non ti ha fatta stare tanto meglio... se la scadenza era teorica, perché non tentare quel colpo in agenzia?

marco62
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 13
Iscritto il: 25 giugno 2007, 20:15

Messaggio da marco62 » 25 settembre 2007, 12:20

Sarà per un'altra volta, non abbatterti troppo!

Sicuramente qualche passo avanti lo hai fatto!

:)

Avatar utente
pauster
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 75
Iscritto il: 8 aprile 2006, 23:56
Località: Roma

Messaggio da pauster » 25 settembre 2007, 12:51

Non ti preoccupare Penelope, bisogna anche saper essere un pò indulgenti con sè stessi...

Se la cosa ti può consolare, anche se un viaggio negli USA è una esperienza fantastica che ho fatto varie volte in passato, anch'io ho frequantato lo stesso tuo corso un anno fa e poco dopo ho rinunciato ad una prenotazione per un volo ben più corto del tuo. So come ci si sente subito dopo... :(

Poi però ho ritentato per tre volte ed è andata abbastanza bene. Adesso dovrei riprendere perchè il desiderio di viaggiare e di migliorarmi sempre più è forte.

Vedrai che il nostro è un percorso dal quale usciremo vincitori :)

Gianlorenzo

Penelope
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 22
Iscritto il: 10 settembre 2007, 16:02

Messaggio da Penelope » 25 settembre 2007, 15:19

...Grazie a tutti per l'incoraggiamento ed il conforto.

Luca mi strillerà più tardi credo :cry:

Comunque cerco di recuperare un po' di energia (dopo lo stress del dover decidere di ieri) e poi mi faccio un sereno esame di coscienza sul da farsi perchè anche darmi della tapina :cry: per i prossimi giorni non è che mi va tanto...

Quindi: o decido per essere indulgente almeno un po' con me stessa come mi avete consigliato :oops: e mi trovo qualche attenuante plausibile (tipo che un conto è fare due ore di volo un conto farne 10 e poi 13 al ritorno) associata a qualche nanosecondo di compiacimento perchè almeno adesso il volare è argomento in discussione...O mi flagello come sempre e mi rovino scioccamente i prossimi giorni.

Credo almeno per un po' (ma poco) opterò per l'incoraggiamento...e nel frattempo saprò che gli aerei sono sempre lì...pronti per essere presi...ora anche da me...

Helsinki, Berlino, Praga e Lisbona ancora mi mancano da visitare...potrei andare a vederle in questi giorni... 8) Certo non nascondo che è un ripiego :( ma forse ho bisogno di un po' di allenamento in più...In fondo ho al mio attivo solo 2 ore di volo in 35 anni (ed erano parte del corso di Luca).

Adesso ci penso :roll:

Grazie ancora a tutti: siete tanto utili per il mio spirito e umore

Penelope

Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Re: Volo verso gli Stati Uniti ad Ottobre:Richeista informaz

Messaggio da aeb » 25 settembre 2007, 16:59

Penelope ha scritto:Ciao a tutti!

Considerato il nick scelto (Penelope :oops: ) è normale che la tentazione sia sempre quella di restare a casa...Ma il desiderio di vedere i parchi Nazionali statunitensi ed altre meraviglie della natura a stelle e strisce sta prevalendo a tratti sul terrore :cry: di volare (solo a tratti!!!).

Chiedo cortesemente agli amici del forum di raccontarmi di un loro viaggio Roma - New York (io se ce la faccio a superare il panico prenderei o Alitalia o Air France o una compagnia americana di cui non ricordo il nome...forse American one?)e descrivermi la tratta, gli aerei che la percorrono, il tempo che c'è in genere lì a fine ottobre (a grandi linee...non pretendo un meteo premonitorio ovviamente!!!), il tipo di piloti che pilotano quegli aerei ecc...Insomma tutto quello che accade in un viaggio simile perchè non me lo immagino neanche.

Aggravante...Una volta giunta a New York (sempre in caso io decida di partire!!!) dovrei poi prendere un volo interno per Los Angeles...Potete descrivermi che cosa mi aspetta tecnicamente nel volo.

Grazie mille a chi mi potrà aiutare :wink:
Salve, sono appena tornato nel Club Ulisse... posso essere d'aiuto? :D OK, passatemi la st****ata! Fine ottobre: se sei fortunata, estate indiana... alberi dalle foglie rosso acceso, cieli tersi, temperature abbastanza miti. Per quel che riguarda il volo interno, come quello sino a NY, solo un po' più corto!!
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Messaggio da aeb » 25 settembre 2007, 17:01

:oops: sorry.... non mi ero accorto che ci fosse un post intermedio in cui ci informavi della tua rinuncia....
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Messaggio da aeb » 25 settembre 2007, 17:25

Cerco di rimediare alla gaffe mettendomi a disposizione per info di viaggio e di visita di prima mano per Praga, Lisbona, Helsinki, Berlino... (nel mio personale ordine di preferenza!) :D
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

E428166
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 4
Iscritto il: 26 settembre 2007, 0:40

Messaggio da E428166 » 26 settembre 2007, 20:11

Ciao Penelope,

sai quanto ti capisco!!!...... Guarda il mio nome utente: è quello di una locomotiva elettrica..... e questo dice tutto!
Comincia con voli brevi ...... vedi come ti trovi .... poi allunga la gittata .... poichè non è facile resistere lassù tutte quelle ore anche perchè ci sono mementi in cui ti sembra di acquistare un minimo di tranquillità (e fai lo spavaldo) ma al minimo rumore anomalo o scossone troppo violento il panico ti riassale: e cominici a pensarle tutte ma proprio tutte fino a chiederti se la situazione del politica della nazione che stai sorvolendo è stabile oppure se esiste la possibilità che un missile sparato da terra possa incautamente colpirti !

elucchia
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 67
Iscritto il: 18 marzo 2007, 22:15

Messaggio da elucchia » 26 settembre 2007, 23:36

air.surfer ha scritto:
elucchia ha scritto: io ho volato con air-france
vabbè ti perdono... :-)

grazie...
io non ero molto convinta di viaggiare con loro...ma alla fine devo ammettere che i voli sono costati meno delle altre compagnie e sono stati veramente confortevoli....
Pero' c'e' stato l'inconveniente: al ritorno abbiamo perso l'aereo che ci doveva portare da parigi a torino (perche` siamo partiti tardi da new york) e abbiamo dovuto aspettare tutta la giornata a parigi..una giornataccia!! non ho mai desiderato cosi' tanto di prendere un aereo...

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2298
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Messaggio da la franci » 2 ottobre 2007, 16:09

sigh sigh...perdere l'America è davvero triste....vorrei vedere New York a Capodanno, ma il mio moroso dice che è troppo fredda e cara e mi ha bocciato l'idea...MA NON DEMORDERE!!!!!!!!!!!!!!!!! la paura non deve MAI vincere su di noi...

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9642
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Messaggio da Maxx » 2 ottobre 2007, 16:11

Io ci andrò la prima settimana di dicembre e i biglietti AZ sono davvero cari.

Rispondi