Ali spezzate

La fobia del volo: dubbi comuni, cause, soluzioni.
Vincere la Paura di Volare con MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

Salvatorinho
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 25
Iscritto il: 18 luglio 2007, 1:51
Località: Basilea

Ali spezzate

Messaggio da Salvatorinho » 22 maggio 2008, 0:19

...non quelle dell'aereo, ma le mie.
Torno a scrivere su questo forum, dopo l'ennesima sconfitta, la più grande.
Oggi dovevo essere a Madrid. Tutto pronto, volo prenotato, albergo, un programma di fantastici concerti da vedere, mi ero organizzato un fine settimana da sogno...
Il volo era alle 16:25 con EasyJet, nei giorni precedenti solite paure, angoscie e quella che io chiamo la "sindrome del condannato a morte", il conto alla rovescia fino al giorno dell'esecuzione.
Fino ad ora non mi era mai capitato, nonostante le paure, lo stare male (ma male veramente!) arrivava sempre un momento in cui mi dicevo "vado!", e sono sempre andato e ho goduto quella sensazione ed esperienza meravigliosa ed unica del volo, che bello!
Ma oggi non è stato così (forse un po' me lo sentivo), arrivo all'aeroporto con due ore di anticipo per il check-in, guardo la fila degli altri passeggieri che fanno le operazioni d'imbarco, la lascio sfilare, passa un'ora chiudono il check-in ed io me ne torno a casa.
Non ce l'ho fatta, tutte le mie paure erano li con me, un incidente, la paura di aver paura una volta salito sull'aereo e di non poter più scendere, la paura di lasciare la mie vita di tutti i giorni, tutto insieme girava nella mia testa.
Avevo già raccontato in passato di non essere riuscito a prenotare un volo, ma questa poi da me stesso non me l'aspettavo. Forse mi rendo conto ora di aver caricato questo viaggio di troppe aspettative: prendere le distanze da una storia d'amore finita dopo più di tre anni, riuscire a vincere definitivamente la mia paura di volare, immergermi totalmente nella musica che io amo. E così è successo (o meglio, ho fatto in modo che succedesse) esattamente il contrario. Mi ritrovo a casa da solo, sconfitto e amareggiato, mi sento distrutto.
Oltre al danno "morale", chiamiamolo così, c'è anche naturalmente quello economico, penso che in questi casi non ho diritto ad alcun rimborso.

Ho paura di vivere la vita che ho sempre sognato e che è lì a portata di mano, ma io scappo...
Penso veramente adesso di aver bisogno di aiuto, ma di un aiuto concreto. Sto seriamente pensando domani di cercare un medico, un psicologo, perché così proprio non va.
Chissà se tornerò mai a volare?

In questi ultimi giorni ho letto sempre i messaggi del forum, quelli nuovi e vecchi, con le risposte ed i consigli, senza però riuscire mai ad aver il coraggio di racccontare io quello che stavo vivendo. Lo faccio adesso quando tutto è passato, purtroppo...

Un abbraccio a tutti
Salvatore :cry:

Avatar utente
catchman
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 56
Iscritto il: 16 marzo 2008, 16:21
Località: Cadro(Lugano,Ticino)

Re: Ali spezzate

Messaggio da catchman » 22 maggio 2008, 0:41

Ciao Salvatore,sono nuovo ma dopo che ho letto della tua sfortunata storia voglio di risponderti:
Non so se posso capire al 100% quello che provi ma credo che almeno al 50% sì.Non incolparti di quello che è successo perchè ogni persona ha le sue paure.Non l'ho mai detto a nessuno perchè mi vergogno ma io ho un po' paura del buio :oops: Ma secondo me, se stai così male, la cosa migliore è di andare da uno psicologo(e non c' è niente di male!! :wink: ).Si può pensare che non facciano niente ma fidati,dopo un po' di sedute ti sentirai meglio 8) .Te ne parlo da testimone e perchè ho un padre dottore.Al massimo spenderai qualche soldo per la terapia ma dopo ti sentirai sicuramente meglio :D
E detto questo credo che vado a letto,buona notte ,pensaci a queste cose :lol:
Se mi trovate un lavoro migliore del pilota...
NON CI CREDERÒ.

Avatar utente
catchman
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 56
Iscritto il: 16 marzo 2008, 16:21
Località: Cadro(Lugano,Ticino)

Re: Ali spezzate

Messaggio da catchman » 22 maggio 2008, 0:43

Dimenticavo,guarda il messaggio sopra,l'ho visto adesso.
Se mi trovate un lavoro migliore del pilota...
NON CI CREDERÒ.

Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Re: Ali spezzate

Messaggio da aeb » 22 maggio 2008, 21:28

C'è sempre un altro volo, Salvatore. Affrontare le proprie paure vuol dire anche saper capire quando ce la si può fare e quando non ce la si può fare... vedrai che la prossima volta sarà il primo caso. :D
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

Avatar utente
gattovolante
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1214
Iscritto il: 9 febbraio 2008, 19:46
Località: Roma

Re: Ali spezzate

Messaggio da gattovolante » 22 maggio 2008, 21:33

Mettila così... hai fatto un passo in più.... e ti auguro, con un passo alla volta, di salirci su quell'aereo e soprattutto godertelo!
In bocca al lupo!!
Claudio
"Avviso per chi crea le pubblicita' degli alberghi: Io odio sentirmi a casa quando sono via!" (George Bernard Shaw)

capitano nemo
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 131
Iscritto il: 22 maggio 2008, 20:26

Re: Ali spezzate

Messaggio da capitano nemo » 22 maggio 2008, 21:46

salvatorinho sei un grande :)

è ammirevole l'umiltà con cui riveli quella che oggi senti come una sconfitta

secondo me non lo è

è solo un momento della tua vita attraverso cui devi passare

Spitfire
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 21
Iscritto il: 19 gennaio 2008, 17:55

Re: Ali spezzate

Messaggio da Spitfire » 22 maggio 2008, 21:53

Tranquillo..lo prenderai quell'aereo, e se un consiglio posso darti è quello di farlo prima possibile.
Sono appena tornato da una esperienza meravigliosa,in terra d'America,con due voli intercontinentali fantastici.
Ti premetto che avevo una paura pazzesca,ma adesso solo mi rendo conto di che cosa ho perso,di che cosa non ho goduto. :cry:
Giuro che l'unica cosa ora che ho di spezzato è il cuore,in tutti i sensi.8) Ciao ed auguri.

P.S. ne approfitto per salutare e ringraziare gli amici del forum
A Settembre go..go,again :mrgreen:
Mario

Assistenti di volo ..prepararsi all' atterraggio"

Salvatorinho
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 25
Iscritto il: 18 luglio 2007, 1:51
Località: Basilea

Re: Ali spezzate

Messaggio da Salvatorinho » 22 maggio 2008, 22:56

Grazie a tutti voi per le parole di conforto. :oops:
Ne avevo bisogno.

In questo momento estremamente difficile per me, mi si pone davanti un altro problema: quello di riuscire a superare quanto è accaduto, di metabolizzare quest'evento che oramai appartiene al passato e di guardare avanti; non si può far girare il tempo al contrario.

Mi sento colpevole di essere io l'unico ostacolo alla realizzazione dei miei sogni. Ma nonostante ciò oggi va già un po' meglio di ieri, perché devo ammettere che non c'é mai stata sconfitta od errore grande nella mia vita che non abbia portato ad una svolta o ad un insegnamento. E penso veramente di aver imparato molto. Vorrei avere solamente la certezza di saperlo mettere in pratica la prossima volta...

Salvatore

Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Re: Ali spezzate

Messaggio da aeb » 22 maggio 2008, 23:01

Mai sentirsi colpevole di aver ceduto momentaneamente ad una propria paura. Mai. Impara piuttosto - con i tuoi tempi, con i tuoi modi - a "scoprirla" ed a scoprirti superiore ad essa.
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

Salvatorinho
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 25
Iscritto il: 18 luglio 2007, 1:51
Località: Basilea

Re: Ali spezzate

Messaggio da Salvatorinho » 22 maggio 2008, 23:09

aeb ha scritto:Mai sentirsi colpevole di aver ceduto momentaneamente ad una propria paura
Facile da dire, ma non altrettanto da fare.
Quest'aspetto della mia personalità non riguarda purtroppo solo la paura di volare... :wink:

Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Re: Ali spezzate

Messaggio da aeb » 22 maggio 2008, 23:28

Si può fare, si può fare.... :)
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

Avatar utente
davymax
B737 Captain
B737 Captain
Messaggi: 6226
Iscritto il: 26 gennaio 2005, 16:34
Località: Bergamo

Re: Ali spezzate

Messaggio da davymax » 22 maggio 2008, 23:53

Salvatorinho ha scritto:Grazie a tutti voi per le parole di conforto. :oops:
Ne avevo bisogno.

In questo momento estremamente difficile per me, mi si pone davanti un altro problema: quello di riuscire a superare quanto è accaduto, di metabolizzare quest'evento che oramai appartiene al passato e di guardare avanti; non si può far girare il tempo al contrario.

Mi sento colpevole di essere io l'unico ostacolo alla realizzazione dei miei sogni. Ma nonostante ciò oggi va già un po' meglio di ieri, perché devo ammettere che non c'é mai stata sconfitta od errore grande nella mia vita che non abbia portato ad una svolta o ad un insegnamento. E penso veramente di aver imparato molto. Vorrei avere solamente la certezza di saperlo mettere in pratica la prossima volta...

Salvatore
Io credo che la compagnia di qualcuno, di un amico (e mi rivolgo a tutti i ragazzi/e del forum), ti possa aiutare a realizzare i tuoi sogni.
La prossima volta che organizzi, e spero molto presto, scrivilo qui sul forum, sono certo che troverai qualcuno che ha voglia di viaggiare, di volare e di gustarsi buona musica insieme a te.
Potrebbe inoltre esserti utile un salto in un aeroclub dove trovi uno dei nostri piloti che aderiscono all'iniziativa "In volo con md80.it", dai un'occhiata QUI e se non te la sentirai di volare non ti preoccupare, non butterai via soldi.

Da qui si riparte, comincia a pensare a cosa vuoi fare, dove vuoi andare e faccelo sapere :)

Saluti
"They say every man dies twice, once when his body goes and again, when his name is uttered for the last time."

B737 Left seat heater

Avatar utente
catchman
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 56
Iscritto il: 16 marzo 2008, 16:21
Località: Cadro(Lugano,Ticino)

Re: Ali spezzate

Messaggio da catchman » 23 maggio 2008, 11:32

Sono decisamente daccordo con davymax,trovati qualche amico che non abbia paura di volare che a voglia di venire con te.Sicuramente ti aiuterà e vedrai che il prossimo volo lo prenderai :D
Se mi trovate un lavoro migliore del pilota...
NON CI CREDERÒ.

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9602
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Re: Ali spezzate

Messaggio da Maxx » 23 maggio 2008, 11:47

Io vorrei dire una cosa che mi renderà impopolare. Non dobbiamo volare a tutti i costi. Io per primo ho paura di volare, un misto di paura, emozione, voglia di farlo, impazienza. Sappiamo tutti, come diceva sempre Luca, che sull'aereo noi trasferiamo le nostre paure ed ansie di tutti i giorni. Volare tranquillamente, per chi ha paura, è un grandissimo risultato, ma non dobbiamo costringerci a farlo. Per esempio: come alcuni di voi ricorderanno io ho un pò la fissa del meteo. Prima di prendere l'aereo sto là giorni e giorni a controllare sempre che tempo farà all'ora del decollo. Lunedì scorso dovevo andare a Roma ed il tempo era previsto brutto già dalla settimana prima. Allora ho deciso, per evitarmi una settimana di ansia in un momento già abbastanza complicato (niente di grave, cose che ad un 33enne capitano e devono capitare, cose normali della vita), di andarci in treno. Mi sono svegliato un'ora prima di quanto avrei dovuto fare per andare a Linate, ho fatto tutto quello che dovevo fare a Roma e alle 20 ero davanti ad un bella pizza con mia moglie in corso Buenos Aires. Non per questo mi sento sconfitto! Domenica rientrerò da Roma (Giornata Azzurra in arrivo!!) con un pò di brutto tempo a Milano: vabbè oh, fa niente! D'altronde ripartendo da Pratica alle 18 non posso certo tornare a Milano in treno!!

Avatar utente
LIDT
FL 200
FL 200
Messaggi: 2020
Iscritto il: 30 ottobre 2007, 23:33

Re: Ali spezzate

Messaggio da LIDT » 23 maggio 2008, 11:54

Salvatore...

non sono in grado di affrontare i rilievi psicologici legati agli stati d'animo che impediscono ad una persona di salire su un aereo. Su questo non posso dire nulla, troverai senz'altro qualcuno di più competente di me.
In fondo, come dice Maxx, potrebbe essere che l'origine di tutto risieda altrove e non nell'aereo.

Lasciami dire invece quanto abbia trovato coinvolgente e lucido il tuo racconto e la tua analisi. Quasi al punto di commuovere lacrime agli occhi, non scherzo.

ho cercato di "mettermi nei tuoi panni" per vivere il significato di quello che hai vissuto tu. Soprattutto il "dopo": il rientro a casa, lo sguardo alle valigie da disfare, il concerto che suonerà per altri, il senso di sconfitta, come lo hai chiamato tu stesso.
Ti sono vicino, io come tanti - ma tanti! - qui sul forum.

Niente consigli da parte mia, allora: ma tanta stima, simpatia e solidarietà. Ed una convinzione: che prima o poi ce la farai. Sicuramente.

F.
12.228 su Jetphotos

@fabrizioLIDT

Salvatorinho
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 25
Iscritto il: 18 luglio 2007, 1:51
Località: Basilea

Re: Ali spezzate

Messaggio da Salvatorinho » 23 maggio 2008, 13:04

Grazie ancora a tutti voi, siete fantastici.
Le vostre parole mi stanno commuovendo veramente e questa sconfitta sta lentantamente assumendo un altro aspetto. Che sia un nuovo inizio?

Abito a Basilea e non posso fare il corso "Voglia di volare" dell'Alitalia, ma ho letto da qualche parte qui nel Forum che c'é qualcosa di simile a Lugano. Mi informerò.
Per il momento sto cercando di trovare cosa c'é dietro questa fobia, che come ho già detto non certo l'unica.
Sono un musicista e mi prende la stessa ansia quando devo suonare in pubblico. Esattamente la stessa cosa, conto alla rovescia prima del concerto o esame, ansia sempre crescente e voglia di mollare tutto.
Ho sempre la senzazione di non essere all'altezza delle situazioni e di non riuscire a gestirle.
Ripensando a quanto successo due giorni fa, mi rendo conto che di tutte le paure che avevo la più grande era quella di sentirmi male in aereo, davanti a tutti.
Il giudizio degli altri, mi spaventa forse più di ogni altra cosa?

Sto cercando di fare un'autoanalisi in pubblico e di capire...

Un abbraccio a tutti voi, amici :wink:

capitano nemo
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 131
Iscritto il: 22 maggio 2008, 20:26

Re: Ali spezzate

Messaggio da capitano nemo » 25 maggio 2008, 11:50

come va oggi, salv?

sai, a proposito della paura di sentirsi male davanti agli altri, era la mia preoccupazione principale quando soffrivo di attacchi di panico

complimenti per il tuo lavoro, deve essere una cosa fantastica :wink:

Salvatorinho
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 25
Iscritto il: 18 luglio 2007, 1:51
Località: Basilea

Re: Ali spezzate

Messaggio da Salvatorinho » 25 maggio 2008, 12:34

capitano nemo ha scritto:come va oggi, salv?

sai, a proposito della paura di sentirsi male davanti agli altri, era la mia preoccupazione principale quando soffrivo di attacchi di panico

complimenti per il tuo lavoro, deve essere una cosa fantastica :wink:
Grazie mille Capitano Nemo!

Con il passare dei giorni va sicuramente molto meglio, ma rimane l'amarezza per la vacanza sfumata, i giorni di ferie inutilizzati, eccetera...
Ho soprattutto la voglia e il bisogno di fare qualcosa di concreto, non voglio restarmene con le mani in mano ad aspettare che succeda un'altra volta qualcosa di simile. Ho tentantato di contattare dei medici ma ancora non sono riuscito a fissare un appuntamento, spero adesso con l'inizio della settimana di riuscirlo a farlo.
oggi avrei voglia di andare all'aeroporto a fotografare un po' di aerei, ma non so se mi farebbe bene...
capitano nemo ha scritto: sai, a proposito della paura di sentirsi male davanti agli altri, era la mia preoccupazione principale quando soffrivo di attacchi di panico
Soffrivi? adesso va meglio? che cosa hai fatto per migliore?
:wink: Salvatore

Avatar utente
LIDT
FL 200
FL 200
Messaggi: 2020
Iscritto il: 30 ottobre 2007, 23:33

Re: Ali spezzate

Messaggio da LIDT » 25 maggio 2008, 13:04

Salvatorinho ha scritto: oggi avrei voglia di andare all'aeroporto a fotografare un po' di aerei, ma non so se mi farebbe bene...
Buon giorno Salvatore!
Felice di rileggerti e di sapere che stai un po' meglio!

Ti segno qui un link di uno dei più bravi spotter (fotografi di aerei) del nostro forum.

http://www.md80.it/bbforum/viewtopic.php?f=27&t=20082

Lui, grandissimo appassionato di aerei (sono parole sue) e grandissimo fotografo, aveva paura di volare.
Fotografare aerei (o anche solo guardarli) NON è una ricetta contro la paura di volare, ma (e sottolineo la assoluta personalità di questa mia opinione, mi raccomando!) è un buon strumento per avvicinarsi al mondo di questi meravigliosi oggetti volanti ed avere un livello di conoscenza/confidenza superiore con gli avioni e con il volo.

Per me è stato così.
Fabrizio.
:D
12.228 su Jetphotos

@fabrizioLIDT

Salvatorinho
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 25
Iscritto il: 18 luglio 2007, 1:51
Località: Basilea

Re: Ali spezzate

Messaggio da Salvatorinho » 25 maggio 2008, 13:28

LIDT ha scritto: Buon giorno Salvatore!
Felice di rileggerti e di sapere che stai un po' meglio!
Grazie LIDT!
Se sto un meglio lo devo anche a questo Forum, le tue parole dell'altra volta mi hanno veramente toccato.
E certo qui non ci si sente soli.
Leggendo la storia dell'altro Fabrizio, devo ammettere però che mi viene una certa invidia...
Salvatore :wink:

capitano nemo
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 131
Iscritto il: 22 maggio 2008, 20:26

Re: Ali spezzate

Messaggio da capitano nemo » 25 maggio 2008, 17:26

mah guarda, mi son passate da sole
ricordo un episodio particolare: andai da un medico e lui, dopo una visita nemmeno tanto approfondita mi disse che il cuore era a posto altrimenti non sarei stato lì, che dal punto di vista neurologico era tutto ok
bastarono queste parole perchè mi passasse tutto per molti mesi
e senza che io ne avessi consapevolezza

credo che bisogna imparare e controllarle le paure, e non sono solo chiacchiere, è vero. Quando senti di poterle domare, quando capisci che loro fanno quello che vuoi tu e non viceversa, allora ne sei uscito fuori

ciao

alfio tirocci
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 19
Iscritto il: 31 marzo 2008, 16:02

Re: Ali spezzate

Messaggio da alfio tirocci » 29 maggio 2008, 17:03

Penso veramente adesso di aver bisogno di aiuto, ma di un aiuto concreto. Sto seriamente pensando domani di cercare un medico, un psicologo, perché così proprio non va.
Chissà se tornerò mai a volare?
In un caso come il tuo un farmaco adatto aiuta (e non poco) a superare la paura panica e non ha effetti collarali rilevanti.

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9602
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Re: Ali spezzate

Messaggio da Maxx » 29 maggio 2008, 17:34

Ciao Alfio. Con i farmaci, a queste latitudini, non andiamo molto d'accordo. Se sei un medico, saremo molto felici di conoscere il perchè del tuo consiglio!!! Grazie!

Avatar utente
LIDT
FL 200
FL 200
Messaggi: 2020
Iscritto il: 30 ottobre 2007, 23:33

Re: Ali spezzate

Messaggio da LIDT » 29 maggio 2008, 18:41

Maxx ha scritto:Ciao Alfio. Con i farmaci, a queste latitudini, non andiamo molto d'accordo. Se sei un medico, saremo molto felici di conoscere il perchè del tuo consiglio!!! Grazie!
12.228 su Jetphotos

@fabrizioLIDT

Avatar utente
gabry90
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 188
Iscritto il: 26 maggio 2008, 18:38

Re: Ali spezzate

Messaggio da gabry90 » 29 maggio 2008, 18:51

più che farmaci, una persona deve superare le proprie paure dall'interno del corpo e i medicinali possono servire quella singola volta, ma non sempre. le paure vanno affrontate e combattute...anche se a volte è difficile!

Salvatorinho
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 25
Iscritto il: 18 luglio 2007, 1:51
Località: Basilea

Re: Ali spezzate

Messaggio da Salvatorinho » 29 maggio 2008, 23:17

alfio tirocci ha scritto:In un caso come il tuo un farmaco adatto aiuta (e non poco) a superare la paura panica e non ha effetti collarali rilevanti.
...io sono piuttosto d'accordo con Gabry, infatti non uso volentieri farmaci. Anche se probabilmente possono anche avere un effetto positivo.

Ma il mio problema penso che sia un pò diverso. Un farmaco può sicuramente alleviare gli effetti ma non può certo eliminare le cause. Ed io sto cercando adesso soprattutto di risalire alle cause, a ciò che è all'origine di certi comportamenti, e per questo penso che non ci siano medicine di alcun tipo.
Per quanto riguarda ciò che mi è successo, in quel momento all'aeroporto non avevo un vero e proprio attacco di panico, ma era "l'atteggiamento mentale" che era totalmente negativo.

Ci vorrebbe forse un farmaco per "pensare in positivo"... :wink:

Avatar utente
LIDT
FL 200
FL 200
Messaggi: 2020
Iscritto il: 30 ottobre 2007, 23:33

Re: Ali spezzate

Messaggio da LIDT » 29 maggio 2008, 23:56

Salvatorinho ha scritto: Ci vorrebbe forse un farmaco per "pensare in positivo"... :wink:
ci sei dentro: è il forum di MD80. :wink:

Sei poi andato a fare foto?
12.228 su Jetphotos

@fabrizioLIDT

Avatar utente
Peretola
FL 500
FL 500
Messaggi: 8103
Iscritto il: 17 maggio 2008, 12:52
Località: Berlin

Re: Ali spezzate

Messaggio da Peretola » 30 maggio 2008, 1:29

Non esiste mai un'ultima possibilità nella vita caro Salvatorinho: tutti i giorni, anche se non ce ne accorgiamo, per noi si aprono porte e occasioni che possiamo sfruttare o meno. Tornerai a volare, su questo ci scommetto!, Tornerai a non essere più angosciato e spaventato...e questo è ancora più certo! Probabilmente la situazione a cui hai accennato è stata una causa parziale della tua "crisi" pre-volo: se riesci a risolvere, vedrai che tornerai presto anche a prendere l'aereo...senza alcun timore! Detto questo: se non riesci a risolvere da solo la situazione che ti trovi ad affrontare, non c'è alcun problema a rivolgersi a qualcuno (uno psicologo) per cercare di capire cosa c'è che non va...è lo spauracchio di molti perchè inconsciamente significa ammettere di non riuscire (per il momento) a "fare da soli", ma chi di noi nella vita non ha mai avuto bisogno di una parola di conforto? :wink:
Tieni duro, riprendi il controllo sulle tue emozioni: fallo per te e per il resto della tua vita sarai più forte di prima!
un saluto affettuoso

p.s.: puoi trarre spunto dalla frase di von clausewitz che uso come firma....
"...One equal temper of heroic hearts - Made weak by time and fate, but strong in will - to strive, to seek, to find and not to yield"- Lord Alfred Tennyson

alfio tirocci
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 19
Iscritto il: 31 marzo 2008, 16:02

Re: Ali spezzate

Messaggio da alfio tirocci » 30 maggio 2008, 16:54

La paura terrifica, l’angoscia ed anche il titolo(ali spezzate) sono ben descritte come manifestazioni che dominavano chi ha aperto questa discussione. Questa persona pur comprendendo la irrazionalità del suo gesto, è fuggita suo malgrado dalla situazione che ingenera la reazione fobica, prendere l’aereo, in quanto si sarebbe sentita travolto da un’ansia insopportabile, ma provando un successivo senso di profondo abbattimento per la sconfitta.

Queste situazioni non si curano con le belle parole, i buoni proponimenti o aiuti generici, preferibile una terapia analitico-cognitivo, o una psicoterapia del profondo in caso vi siano associati altri disturbi psichiatrici.

La terapia farmacologica non cura le cause ma smorza i sintomi,permettendo nel breve di poter affrontare le crisi paniche facendo rientrare nella normalità e riducendo i disturbi del soggetto.

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9602
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Re: Ali spezzate

Messaggio da Maxx » 30 maggio 2008, 16:59

Alfio, perchè non ti presenti nell'area apposita del nostro forum? Le tue argomentazioni, oltre che estremamente sensate, sembrano provenire da un "addetto ai lavori" che sa bene di cosa parla e di queste persone non ce ne sono mai abbastanza!!

Salvatorinho
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 25
Iscritto il: 18 luglio 2007, 1:51
Località: Basilea

Re: Ali spezzate

Messaggio da Salvatorinho » 30 maggio 2008, 23:52

...non sono più andato a fare foto, ma in compenso sono riuscito ad ottenere un appuntamento da uno specialista e questa mattina sono andato.

La prima volta in vita mia che mi rivolgo ad uno psichiatra, tra l'altro una persona molto gentile e disponibile e senza dilungarmi troppo posso dire che senz'altro ha focalizzato due punti importanti:

1. L'ansia che deriva da una situazione di paura rispetto ad un certo evento genera dei pensieri(cito le sue parole) RAPIDI e INCOMPLETI. Vale a dire una serie di immagini, sempre negative ovviamente, che si susseguono rapidamente nella mente senza avera la capacità di analizzarle fino in fondo razionalmente.

2. Almeno in questo stadio non è praticamente possibile liberarsi dalla paura ma bisogna imparare a gestirla.

E devo dire che anche lui (come sostiene Alfio) mi ha detto che a volte il ricorso a dei farmaci antidepressivi può aiutare molto. Questo ovviamente mi è piaciuto un pò meno, ma rispetto il parere di un esperto.
Ora devo pensarci un pò su per decidere se iniziare una terapia...
alfio tirocci ha scritto:La paura terrifica, l’angoscia ed anche il titolo(ali spezzate) sono ben descritte come manifestazioni che dominavano chi ha aperto questa discussione. Questa persona pur comprendendo la irrazionalità del suo gesto, è fuggita suo malgrado dalla situazione che ingenera la reazione fobica, prendere l’aereo, in quanto si sarebbe sentita travolto da un’ansia insopportabile, ma provando un successivo senso di profondo abbattimento per la sconfitta.

Queste situazioni non si curano con le belle parole, i buoni proponimenti o aiuti generici, preferibile una terapia analitico-cognitivo, o una psicoterapia del profondo in caso vi siano associati altri disturbi psichiatrici.

La terapia farmacologica non cura le cause ma smorza i sintomi,permettendo nel breve di poter affrontare le crisi paniche facendo rientrare nella normalità e riducendo i disturbi del soggetto.
Leggendo quello che scrivi Alfio, penso anch'io che tu sia un "addetto ai lavori" e mi sembra appunto di risentire molte delle cose che il medico mi ha detto oggi.
Le ho riportate molto sinteticamente qui sul Forum perché penso che potrebbero essere utili per una discussione... :roll:

Un grande abbraccio a tutti
Salvatore :wink:

Avatar utente
aetio57
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1201
Iscritto il: 11 settembre 2007, 19:21
Località: nel mulino a vento di "MORE"
Contatta:

Re: Ali spezzate

Messaggio da aetio57 » 31 maggio 2008, 1:34

caro Salv.
non giudicare te stesso frettolosamente...sopra tutto non essere superficiale. La tua paura di volare non è fine a se stessa, ma è frutto di inconsci ragionamenti; cerca di analizzare nel dettaglio tutto l'iter della tua paura, di cosa hai veramente paura e perché...
Vedi, anche ogni BUON (*) pilota ogni volta che si avvicina al proprio aereo per iniziare un nuovo volo si "trasforma"...si concentra, fà i controlli scrupolosamente, entra in cabina e si siede e inizia le procedure per la messa in moto...e prova una strana sensazione. Superficialmente la chiami "paura" ma è tutto, fuorché paura............. Come vedi, se rifletti bene in te stesso riuscirai a volare con quella "paura" di cui ti ho parlato..........che NON è paura. E forse mentre l'aereo staccherà le ruote dal suolo ti torneranno in mente le mie parole e ti farai coraggio. ;) Dammi retta: il migliore psicologo per te...sei proprio te stesso!!
Ciao!!

ezio.




(*) quelli della foto sicuramente non provano quella "paura" di cui ti ho parlato....vanno in volo tranquilli, beati, sorridenti...... in questa foto gli è andata bene, hanno "solo" fatto una piccola dimenticanza. Ma non sempre si ha la fortuna dalla propria parte.....
Andare in volo con la "paura" è indice di rispetto per il volo, e l'uomo- per sua natura- non può volare con ali proprie................

Salvatorinho
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 25
Iscritto il: 18 luglio 2007, 1:51
Località: Basilea

Re: Ali spezzate

Messaggio da Salvatorinho » 1 giugno 2008, 0:30

aetio57 ha scritto:caro Salv.
non giudicare te stesso frettolosamente...sopra tutto non essere superficiale. La tua paura di volare non è fine a se stessa, ma è frutto di inconsci ragionamenti; cerca di analizzare nel dettaglio tutto l'iter della tua paura, di cosa hai veramente paura e perché...
Vedi, anche ogni BUON (*) pilota ogni volta che si avvicina al proprio aereo per iniziare un nuovo volo si "trasforma"...si concentra, fà i controlli scrupolosamente, entra in cabina e si siede e inizia le procedure per la messa in moto...e prova una strana sensazione. Superficialmente la chiami "paura" ma è tutto, fuorché paura............. Come vedi, se rifletti bene in te stesso riuscirai a volare con quella "paura" di cui ti ho parlato..........che NON è paura. E forse mentre l'aereo staccherà le ruote dal suolo ti torneranno in mente le mie parole e ti farai coraggio. ;) Dammi retta: il migliore psicologo per te...sei proprio te stesso!!
Caro Ezio,

Quello che scrivi é molto interessante e mi fa riflettere. :roll:
Penso di capire quello che intendi e questo non fa che convicermi ancora di più che, come ho già scritto spesso in questo Forum, la mia paura di volare sia strettamente connessa all'amore, l'attrazione ed il fascino enorme che il volo esercita su di me. E naturalmente anche il rispetto, come scrivi tu.

Per quanto riguarda lo psicologo, io ho sempre fatto e faccio tuttora molta autoanalisi, ma penso di essere arrivato ad un punto in cui ho bisogno di un ritorno, un feedback. Anche scrivere su questo Forum è un modo per esternare le proprie esperienze ed aver confronto il più possibile costruttivo con altre persone.
I pensieri, le riflessioni a volte sono un'arma a doppio taglio perché, come nel mio caso, si arriva ad aver ormai chiari alcuni punti, senza riuscire mai però a trovare una soluzione per progredire e migliorare.
Grazie comunque per le tue parole che sono veramente incoraggianti... :up:

Avatar utente
Almost Blue
FL 150
FL 150
Messaggi: 1628
Iscritto il: 21 maggio 2008, 14:03

Re: Ali spezzate

Messaggio da Almost Blue » 1 giugno 2008, 11:33

Salvatorinho ha scritto:...non quelle dell'aereo, ma le mie.
Torno a scrivere su questo forum, dopo l'ennesima sconfitta, la più grande.
Oggi dovevo essere a Madrid. Tutto pronto, volo prenotato, albergo, un programma di fantastici concerti da vedere, mi ero organizzato un fine settimana da sogno...
Il volo era alle 16:25 con EasyJet, nei giorni precedenti solite paure, angoscie e quella che io chiamo la "sindrome del condannato a morte", il conto alla rovescia fino al giorno dell'esecuzione.
Fino ad ora non mi era mai capitato, nonostante le paure, lo stare male (ma male veramente!) arrivava sempre un momento in cui mi dicevo "vado!", e sono sempre andato e ho goduto quella sensazione ed esperienza meravigliosa ed unica del volo, che bello!
Ma oggi non è stato così (forse un po' me lo sentivo), arrivo all'aeroporto con due ore di anticipo per il check-in, guardo la fila degli altri passeggieri che fanno le operazioni d'imbarco, la lascio sfilare, passa un'ora chiudono il check-in ed io me ne torno a casa.
Non ce l'ho fatta, tutte le mie paure erano li con me, un incidente, la paura di aver paura una volta salito sull'aereo e di non poter più scendere, la paura di lasciare la mie vita di tutti i giorni, tutto insieme girava nella mia testa.
Avevo già raccontato in passato di non essere riuscito a prenotare un volo, ma questa poi da me stesso non me l'aspettavo. Forse mi rendo conto ora di aver caricato questo viaggio di troppe aspettative: prendere le distanze da una storia d'amore finita dopo più di tre anni, riuscire a vincere definitivamente la mia paura di volare, immergermi totalmente nella musica che io amo. E così è successo (o meglio, ho fatto in modo che succedesse) esattamente il contrario. Mi ritrovo a casa da solo, sconfitto e amareggiato, mi sento distrutto.
Oltre al danno "morale", chiamiamolo così, c'è anche naturalmente quello economico, penso che in questi casi non ho diritto ad alcun rimborso.

Ho paura di vivere la vita che ho sempre sognato e che è lì a portata di mano, ma io scappo...
Penso veramente adesso di aver bisogno di aiuto, ma di un aiuto concreto. Sto seriamente pensando domani di cercare un medico, un psicologo, perché così proprio non va.
Chissà se tornerò mai a volare?

In questi ultimi giorni ho letto sempre i messaggi del forum, quelli nuovi e vecchi, con le risposte ed i consigli, senza però riuscire mai ad aver il coraggio di racccontare io quello che stavo vivendo. Lo faccio adesso quando tutto è passato, purtroppo...

Un abbraccio a tutti
Salvatore :cry:
Sei un musicista, suoni in una BANDA? Scherzo, suonerai in un'orchestra o la dirigerai. Beh mi dai l'impressione (prob. sbaglio) di essere molto preoccupato dalla perfezione o meno della tua esecuzione (ed anche qui potresti essere un ottimo pilota...! ). Probabilm. forse hai avuto "Istruttori" un po' troppo esigenti che, invece di incoraggiarti e di aumentarti l'autostima, non perdevano occasione per farti notare qualche piccola imperfezione e non erano mai soddisfatti. Se è così, hai avuto a che fare sostanzialm. con dei Fessi. Prova a preoccuparti meno ed "eseguire" di più, sicuram. vedrai che sarai bravissimo...Il resto te l'ho scritto im M.P. CIAO
"Find a job you like and and you'll not have to work a single day in your life".

Salvatorinho
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 25
Iscritto il: 18 luglio 2007, 1:51
Località: Basilea

Re: Ali spezzate

Messaggio da Salvatorinho » 1 giugno 2008, 11:56

...approfitto del Forum per rispondere ad Almost Blue, che mi ha inviato un messaggio privato.

Innanzi tutto: perché un messaggio privato? quello che hai scritto é fantastico e forse farlo leggere a tutti sarebbe importante. Non ho problemi ad accettare le "accuse" giuste che mi fai e tra l'altro sei riuscito a farmi sorridere dopo dieci giorni, sei un grande, MITICO! :lol:
Comunque i calci nel c**o me li darei da solo in questo momento, se potessi.
Dalle poche righe che ho scritto sei riuscito perfettamente ad analizzare la mia personalità e soprattutto quello di pensare troppo é un difetto del quale sono perfettamente consapevole, l'ho scritto anche in un precedente post.
Grazie anche per dire che potrei essere un ottimo pilota, ti giuro che questa idea in passato mi era anche balenata nella testa, però mi fa ricordare un pò quel cartone animato (di cui non ricordo più il nome) dove c'era un drago che voleva fare il pompiere...

Comunque grazie e terrò a mente tutto, promesso! :notworthy:

Rispondi