Uccelli maledetti

La fobia del volo: dubbi comuni, cause, soluzioni.
Vincere la Paura di Volare con MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

Avatar utente
pinco
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 156
Iscritto il: 16 febbraio 2007, 10:03
Località: Chiari (BS)

Re: Uccelli maledetti

Messaggio da pinco » 5 agosto 2008, 17:44

kipliko ha scritto:Grazie poets_it per le spiegazioni. :-)
poets_it ha scritto:.o di altro tipo come i falchi addestrati per scacciare gli uccelli....
Il massimo sarebbe che un falco finisca in un motore. :-)
poets_it ha scritto:.....le statistiche degli incidenti dicono che ci sono + incidenti con la macchina che con gli aerei..
Sta cosa delle statistiche e del confronto con le macchine non mi ha mai tranquillizzato fino in fondo.
Il motivo è che la mia paura di volare non è solamente riconducibile alla mera paura della morte che puoi avere anche andando in macchina.
Ora, mentre in macchina se fai "il botto" è un secondo e comunque c'è sempre la speranza (anche se fai un frontale a 200 km/h contro un tir) di portare a casa la pelle, se cadi da 10000 metri di altezza ci metti qualcosa in più di un secondo e sicuramente a casa la pelle non la porti.
COSA...ma che macchina guidi??? forse con quella di BATMAN puoi uscire vivo a 200km/h contro un TIR o forse con KIT..

kipliko
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 16
Iscritto il: 25 luglio 2008, 8:10

Re: Uccelli maledetti

Messaggio da kipliko » 5 agosto 2008, 19:31

Sono finalmente tornato dal Portogallo sano e salvo.
Grazie a tutti voi per i consigli/rassicurazioni che mi hanno aiutato a volare "quasi" tranquillo.
Sono riuscito a dormire ben 7 minuti su un volo di quasi 3 ore; prima rimanevo con l'occhio "pallato" per tutto il tempo.

Devo ammettere che la mattina della partenza, ancora in aereoporto, ho passato una cosa come 30 minuti buoni a guardare male ogni uccello che mi passava sopra la testa.
C'era un passerotto, in particolare, che sembrava esser ubriaco. Volava storto, quasi di lato, tipo un granchio volante per capirci.
Insomma, mi ha colpito talmente tanto che, prima di entrare nell'aereo, ero praticamente certo si sarebbe schiantato sul motore sinistro (il lato dove mi trovavo io).

Il decollo è stato tranquillo ed io sono rimasto calmo e rilassato....non è vero, vi ho mentito, il decollo è stato devastante, e l'aplomb che mi contraddistingue se ne è andato per fratte.
Dopo aver eseguito un triplo salto mortale con avvitamento sono quasi finito in braccio al mio vicino, bypassando magicamente le cinture di sicurezza.

Stranamente dopo l'intervento degli assistenti di volo e l'ausilio di un manganello, mi sono tranquillizzato.

Le motivazioni che mi portano ad avere una paura del decollo sono semplici e lineari:
1) Secondo me si impenna troppo (si dice cabrare vero?! boh). Se alzasse il muso un pochino di meno immagino che la salita continui lo stesso.
2) Appena le ruote si staccano dal suolo vira. Perchè?! Aspetta un pochino no?! Mica abbiamo fretta. Prendi quota, poi dopo gira.
3) Il carrello fa troppo rumore. Lubrifichiamolo no?! Ogni volta mi dimentico ed immancabilmente mi fa sobbalzare.

Scherzi a parte, il volo è andato benone, l'atterraggio anche, sia l'andata che il ritorno.
Sò che questa paura che ho non passerà mai del tutto, ho però raggiunto una consapevolezza che mi porta comunque a viaggiare fregandomene.
A settembre andrò ad amsterdam e volerò di nuovo, vi terrò informati. ;-)

Grazie a tutti di nuovo, continuerò a partecipare al forum.
Un saluto

Avatar utente
Caligola91
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 493
Iscritto il: 16 marzo 2008, 19:57
Località: Torino

Re: Uccelli maledetti

Messaggio da Caligola91 » 5 agosto 2008, 20:56

kipliko ha scritto:Sono finalmente tornato dal Portogallo sano e salvo.
Grazie a tutti voi per i consigli/rassicurazioni che mi hanno aiutato a volare "quasi" tranquillo.
Sono riuscito a dormire ben 7 minuti su un volo di quasi 3 ore; prima rimanevo con l'occhio "pallato" per tutto il tempo.

Devo ammettere che la mattina della partenza, ancora in aereoporto, ho passato una cosa come 30 minuti buoni a guardare male ogni uccello che mi passava sopra la testa.
C'era un passerotto, in particolare, che sembrava esser ubriaco. Volava storto, quasi di lato, tipo un granchio volante per capirci.
Insomma, mi ha colpito talmente tanto che, prima di entrare nell'aereo, ero praticamente certo si sarebbe schiantato sul motore sinistro (il lato dove mi trovavo io).

Il decollo è stato tranquillo ed io sono rimasto calmo e rilassato....non è vero, vi ho mentito, il decollo è stato devastante, e l'aplomb che mi contraddistingue se ne è andato per fratte.
Dopo aver eseguito un triplo salto mortale con avvitamento sono quasi finito in braccio al mio vicino, bypassando magicamente le cinture di sicurezza.

Stranamente dopo l'intervento degli assistenti di volo e l'ausilio di un manganello, mi sono tranquillizzato.

Le motivazioni che mi portano ad avere una paura del decollo sono semplici e lineari:
1) Secondo me si impenna troppo (si dice cabrare vero?! boh). Se alzasse il muso un pochino di meno immagino che la salita continui lo stesso.
2) Appena le ruote si staccano dal suolo vira. Perchè?! Aspetta un pochino no?! Mica abbiamo fretta. Prendi quota, poi dopo gira.
3) Il carrello fa troppo rumore. Lubrifichiamolo no?! Ogni volta mi dimentico ed immancabilmente mi fa sobbalzare.

Scherzi a parte, il volo è andato benone, l'atterraggio anche, sia l'andata che il ritorno.
Sò che questa paura che ho non passerà mai del tutto, ho però raggiunto una consapevolezza che mi porta comunque a viaggiare fregandomene.
A settembre andrò ad amsterdam e volerò di nuovo, vi terrò informati. ;-)

Grazie a tutti di nuovo, continuerò a partecipare al forum.
Un saluto

grande, continua così...ormai sei pronto per qualsiasi oggetto volante :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Avatar utente
marcoferrario
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 822
Iscritto il: 29 luglio 2006, 14:59
Località: Near LILN

Re: Uccelli maledetti

Messaggio da marcoferrario » 5 agosto 2008, 21:31

Camaur ha scritto: Qualche giorno fa al Museum of Natural History di New York leggevo che gli pterodattili probabilmente non potevano volare, ma solo spiccare balzi e planare come fa lo scoiattolo volante.
Ma che balzi fa?!?!?!
Marco
Paragliding flyer

Avatar utente
F111-WIZZO
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 357
Iscritto il: 26 luglio 2008, 17:34
Località: LIPZ-LIPU

Re: Uccelli maledetti

Messaggio da F111-WIZZO » 5 agosto 2008, 22:07

IN RETE SI TROVANO PARECCHI FILMATI RELATIVI AL BIRD STRIKE. ANNI FA A VENEZIA UN 747 INVESTI DEI GABBIANI...SI SALVO' MA DOVETTE SCARICARE SULL'ADRIATICO QUASI TUTTO IL SUO JP4 :(
Whenever you find yourself on the side of the majority, it's time to pause and reflect.
"Eagles don't gobble and turkeys don't fly"

(walks away kicking stones)

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15492
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Uccelli maledetti

Messaggio da JT8D » 5 agosto 2008, 22:27

F111-WIZZO ha scritto:IN RETE SI TROVANO PARECCHI FILMATI RELATIVI AL BIRD STRIKE. ANNI FA A VENEZIA UN 747 INVESTI DEI GABBIANI...SI SALVO' MA DOVETTE SCARICARE SULL'ADRIATICO QUASI TUTTO IL SUO JP4 :(
Per favore, evita di scrivere in maiuscolo, che su un forum equivale a urlare.

Non metto in dubbio che in rete di sia qualche filmato relativo a bird strike, come ci sono molti filmati relativi ai test di certificazione dei motori con lo sparo di volatili contro il fan per dimostrare la loro resistenza al fenomeno.

Come dicevo prima, i motori sono costruiti e testati per resistere all'impatto: in caso di danno, ipotesi molto rara, si rientra all'aeroporto. Dubito che il 747 funzionava a JP4, che è un fuel militare, piuttosto Jet-A1 :wink:
E comunque è normale che prima dell'atterraggio su aerei come il 747 si scarichi il fuel (fuel dumping) per poter atterrare entro il peso previsto. Ma la cosa si svolge in completa sicurezza.

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
F111-WIZZO
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 357
Iscritto il: 26 luglio 2008, 17:34
Località: LIPZ-LIPU

Re: Uccelli maledetti

Messaggio da F111-WIZZO » 5 agosto 2008, 22:35

se questo è il benvenuto...faccio ammenda. :oops:
Whenever you find yourself on the side of the majority, it's time to pause and reflect.
"Eagles don't gobble and turkeys don't fly"

(walks away kicking stones)

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15492
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Uccelli maledetti

Messaggio da JT8D » 5 agosto 2008, 23:24

F111-WIZZO ha scritto:se questo è il benvenuto...faccio ammenda. :oops:
Tranquillo, ho solo corretto un'imprecisione :wink:

Presentati pure nell'apposita area :D , comunque il benvenuto te lo do anche qui :wink:

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
vihai
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1163
Iscritto il: 9 ottobre 2006, 14:48

Re: Uccelli maledetti

Messaggio da vihai » 6 agosto 2008, 15:12

ROBYMAR ha scritto:però non credo che usino i pennuti CONGELATI. Credo che prima dell'utilizzo li scongelino. In fatti mi ricordo di un documentario dove un'azienda studiava la resistenza del "vetro del parabrezza dell'aereo" dei tecnici non riuscivano a capire perchè non erano resistenti all'impatto. La risposta della casa produttrice dei cannoni aveva risposto "thaw tha chicken"...scongelate i polli.
http://www.snopes.com/science/cannon.asp

ROBYMAR
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 20
Iscritto il: 9 aprile 2008, 18:56

Re: Uccelli maledetti

Messaggio da ROBYMAR » 7 agosto 2008, 11:35

Grazie per il link vihai. infatti sono polli morti e....comunque scongelati!

Rispondi