incubo decollo!

La fobia del volo: dubbi comuni, cause, soluzioni.
Vincere la Paura di Volare con MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
asia83
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 1
Iscritto il: 3 giugno 2009, 16:21

incubo decollo!

Messaggio da asia83 » 4 giugno 2009, 17:41

Ciao a tutti!
Eccomi qui … l’ennesima paurosa che vi chiede aiuto! :oops:
Anch’io ,purtroppo, ho la fobia di volare e per lavoro devo farlo molte volte all’anno. L’unica cosa positiva è che non ho mai permesso al mio terrore di limitarmi nel viaggiare o nel mio lavoro. Se devo prendere l’aereo, lo faccio, non mi sono mai tirata indietro scappando dall’aeroporto anche se, ogni volta che sono al gate ad aspettare, la tentazione è forte, perchè so che scappando potrei rilassarmi subito e non provare quelle sensazioni di panico incontrollabile, dove la mia paura prende il controllo della mia testa e del mio corpo… non riuscire a controllare se stessi è una sensazione orribile. Fino a poco tempo fa la paura, invece di diminuire andava aumentando sempre piu' ad ogni viaggio. Ora è da un anno invece che, prima di partire, prendo qualche goccia di Lexotan :drunken: e devo dire che mi ha aiutato molto, non ho piu tachicardia durante l’intero volo, ne sudori freddi, riesco “addirittura” a guardare fuori dal finestrino e apprezzare il panorama, sfogliare una rivista, non guardare in continuazione l’orologio, abbassare la musica che tenevo ad un volume assordante per coprire i vari rumori dei motori ecc … La mia è paura di morire ma forse piu che altro, paura di rendermi conto di stare per morire, paura di non sapere come potrei reagire al sapere di stare per morire … assurdo! :crazy:
Ho notato che tutte le cose che stanno, come dire sospese, che si muovono in aria, in altezza, tipo ascensori e funivie non mi piacciono molto. So che gli altri mezzi di trasporto sono piu' pericolosi ma in caso d’incidente ho come l’impressione di avere piu' possibilità di salvarmi, di avere una via di fuga, ho qualcosa sotto i piedi che sia terra o acqua! Ad ogni viaggio va un po' meglio ma l’unica parte del volo dove ho ancora dei seri problemi sono i momenti prima e durante il decollo. Avrei bisogno di consigli utili, tecniche, “trucchetti”, qualsiasi cosa, per superare anche quest’ultimo ostacolo e poter finalmente viaggiare tranquilla, essere piu' rilassata i giorni prima della partenza e godermi il volo!!!
Martedi' prossimo parto dinuovo e se mi passa sta maledetta paura del decollo saro' vostra debitrice a vita!!!
Grazie mille!!!!!!!!
Sara

Avatar utente
Peretola
FL 500
FL 500
Messaggi: 8103
Iscritto il: 17 maggio 2008, 12:52
Località: Berlin

Re: incubo decollo!

Messaggio da Peretola » 4 giugno 2009, 18:51

Diciamo che la nostra vittoria più grande sarebbe farti volare senza l'ausilio delle goccioline (che non fanno altro che tranquillizzarti in maniera "sintetica"...vuoi mettere la differenza nell'affrontare lucidamente i propri timori?). Siamo qui per darti tutti i consigli che vuoi! Adesso mi assento per qualche ora...ma vedrai che qualcuno prenderà subito il mio posto :wink:
"...One equal temper of heroic hearts - Made weak by time and fate, but strong in will - to strive, to seek, to find and not to yield"- Lord Alfred Tennyson

Avatar utente
Slowly
Administrator
Administrator
Messaggi: 26108
Iscritto il: 28 settembre 2004, 12:43
Località: ...nei pensieri di chi mi vuole bene!
Contatta:

Re: incubo decollo!

Messaggio da Slowly » 4 giugno 2009, 19:33

Ciao.

Non "assuefarti" all'idea che ti serva il Lexotan. In realtà è solo un'idea.

Pensa a questo semplice concetto:

se hai timore di una prassi, come può essere quella del decollo, o timore che possa accadere qualcosa, non sarà certo il Lexotan ad evitare che questo accada.

Pensa piuttosto al fatto che il tuo volo, gocce o no, andrà benissimo lo stesso.

Se ti abitui alla "malefica" boccetta non ne esci più. Ne diventi dipendente prima di tutto a livello psicologico, diventa più un placebo che un vero aiuto.

Non è grazie a lui che i tuoi timori, o quello che virtualmente ti minaccia, svanisce.

Posso dirti che il tuo aeroplano e chi lo conduce si comporterà esattamente alla stessa maniera, Lexotan o no.

Io penso che possa valer la pena, il prossimo martedì, farne a meno. Vedrai che andrà tutto perfettamente.

La soluzione, ovvero, non è in un farmaco, ma nella consapevolezza che questo non ti serve per volare serena.
Affinché tu possa volare serena ti basta una macchina fatta per volare, due piloti severamente addestrati e ottimi panorami di cui godere.

Ma ora dimmi, :D , se non prendi il Lexotan cosa dovrebbe succedere?
SLOWLY
MD80.it Admin

e-mail: slowly@interfree.it
MSN: slowly@md80.it
Skype: slo.ita

Scarica il mio (oh) mamma devo prendere l'aereo!

Avatar utente
mormegil
FL 300
FL 300
Messaggi: 3411
Iscritto il: 23 febbraio 2007, 15:55

Re: incubo decollo!

Messaggio da mormegil » 4 giugno 2009, 20:38

Slowly ha scritto:Ciao.

Non "assuefarti" all'idea che ti serva il Lexotan. In realtà è solo un'idea.

Se ti abitui alla "malefica" boccetta non ne esci più. Ne diventi dipendente prima di tutto a livello psicologico, diventa più un placebo che un vero aiuto.

Non è grazie a lui che i tuoi timori, o quello che virtualmente ti minaccia, svanisce.

Posso dirti che il tuo aeroplano e chi lo conduce si comporterà esattamente alla stessa maniera, Lexotan o no.
purtroppo - secono me - è tutta una questione a livello psicologico..paradossalmente se invece del lexotan le avessero dato una boccettina con dentro acqua dicendole che era lexotan, lei si sarebbe calmata ugualmente :wink:

oltre a dire che il lexotan non influisce sulle prestazioni (un altro termine non mi veniva :roll: ) del volo, credo che a livello pratico si possa fare ben poco.

so che però non è semplice..
anche io, dopo qualche anno che non salivo su un aereo ( :cry: :cry: :cry: ) ho avuto un attimo di panico proprio al decollo :oops: ci è voluto un pò per farmi stare tranquillo (e ce ne vuole, soprattutto se mi inizia la tachicardia)..non avevo gocce nè pastiglie nè bamboline voodoo nè riti sciamanici da fare.
ero solo io e la mia ansia.
indovina chi ha vinto? :D :D
per quanto mi riguarda, la bellezza del volo, l'emozione di essere tornato a volare dopo tanto tempo..ha prevalso su tutto :oops:

davvero..credo che il lexotan o qualsiasi altro rimedio medico siano inutili se prima non risolvi il problema a monte, cioè a livello psicologico :oops:

scusate se non sono stato molto d'aiuto :(

Avatar utente
Slowly
Administrator
Administrator
Messaggi: 26108
Iscritto il: 28 settembre 2004, 12:43
Località: ...nei pensieri di chi mi vuole bene!
Contatta:

Re: incubo decollo!

Messaggio da Slowly » 4 giugno 2009, 20:52

Sono d'accordo invece.

Macché non d'aiuto, è una testimonianza personale no?

:D
SLOWLY
MD80.it Admin

e-mail: slowly@interfree.it
MSN: slowly@md80.it
Skype: slo.ita

Scarica il mio (oh) mamma devo prendere l'aereo!

Avatar utente
CASEY
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 144
Iscritto il: 25 agosto 2005, 15:01

Re: incubo decollo!

Messaggio da CASEY » 4 giugno 2009, 21:09

asia83 ha scritto:Ciao a tutti!
Eccomi qui … l’ennesima paurosa che vi chiede aiuto! :oops:
Anch’io ,purtroppo, ho la fobia di volare e per lavoro devo farlo molte volte all’anno. L’unica cosa positiva è che non ho mai permesso al mio terrore di limitarmi nel viaggiare o nel mio lavoro. Se devo prendere l’aereo, lo faccio, non mi sono mai tirata indietro scappando dall’aeroporto anche se, ogni volta che sono al gate ad aspettare, la tentazione è forte, perchè so che scappando potrei rilassarmi subito e non provare quelle sensazioni di panico incontrollabile, dove la mia paura prende il controllo della mia testa e del mio corpo… non riuscire a controllare se stessi è una sensazione orribile. Fino a poco tempo fa la paura, invece di diminuire andava aumentando sempre piu' ad ogni viaggio. Ora è da un anno invece che, prima di partire, prendo qualche goccia di Lexotan :drunken: e devo dire che mi ha aiutato molto, non ho piu tachicardia durante l’intero volo, ne sudori freddi, riesco “addirittura” a guardare fuori dal finestrino e apprezzare il panorama, sfogliare una rivista, non guardare in continuazione l’orologio, abbassare la musica che tenevo ad un volume assordante per coprire i vari rumori dei motori ecc … La mia è paura di morire ma forse piu che altro, paura di rendermi conto di stare per morire, paura di non sapere come potrei reagire al sapere di stare per morire … assurdo! :crazy:
Ho notato che tutte le cose che stanno, come dire sospese, che si muovono in aria, in altezza, tipo ascensori e funivie non mi piacciono molto. So che gli altri mezzi di trasporto sono piu' pericolosi ma in caso d’incidente ho come l’impressione di avere piu' possibilità di salvarmi, di avere una via di fuga, ho qualcosa sotto i piedi che sia terra o acqua! Ad ogni viaggio va un po' meglio ma l’unica parte del volo dove ho ancora dei seri problemi sono i momenti prima e durante il decollo. Avrei bisogno di consigli utili, tecniche, “trucchetti”, qualsiasi cosa, per superare anche quest’ultimo ostacolo e poter finalmente viaggiare tranquilla, essere piu' rilassata i giorni prima della partenza e godermi il volo!!!
Martedi' prossimo parto dinuovo e se mi passa sta maledetta paura del decollo saro' vostra debitrice a vita!!!
Grazie mille!!!!!!!!
Sara
Mamma mia.. queste sono al 100% le stesse sensazioni che provo ogni volta che devo prendere l'aereo..
Però grazie a questo sito le cose vanno meglio.. mentre prima era panico per tutto il viaggio ora dura solo 5 minuti! Ancora non ho raggiunto il 100% della tranquillità ma sono ad un buon 70! Quindi vai tranquilla che sei nel posto giusto! :)

Avatar utente
Peretola
FL 500
FL 500
Messaggi: 8103
Iscritto il: 17 maggio 2008, 12:52
Località: Berlin

Re: incubo decollo!

Messaggio da Peretola » 4 giugno 2009, 22:11

Rieccomi :mrgreen:
Hai detto che hai paura di morire? Ma allora perchè non averla tutti i giorni...perchè non in macchina, per strada o addirittura in casa? Come vuoi reagire al fatto di stare per morire...ti posso dire cosa ho provato io (essendoci andato purtroppo molto vicino MA NON IN AEREO! :wink: )mi sono detto, "vai, è fatta, ci sei....". Un secondo dopo, constatato che non ci ero rimasto secco, mi sono detto "no, ancora non ci sono... :mrgreen: ".
Tutto qua! Niente scene madri da film o "vita che ti passa davanti agli occhi"...
Hai detto che ti danno noia i luoghi sospesi: magari soffri un po' di vertigini, ma niente che non si possa quantomeno controllare o con cui convivere tranquillamente senza l'ausilio di goccioline, pasticchine, bomboloni, ciambelle e sfogliatine (gli ultimi 3 se vuoi puoi anche prenderli, ma occhio alla glicemia).
Chi ti scrive è un ex fifone che vola tranquillamente senza l'ausilio di famaci. Magari prima di salire un po' di agitazione, ma niente di insopportabile!
Un trucco che potrebbe funzionare è quello di vedere l'aereo per quello che è: un mezzo per raggiungere un fine (la meta del viaggio). Per noi amanti del mezzo ovviamente non vale (ci piace tutto, anche le vitine che tengono insieme i rivetti! :lol: ), ma per chi ha paura è semplicemente qualcosa su cui poggi il sedere per qualche ora per poi arrivare a divertirti/lavorare. Perchè dargli un' importanza così grande? Lui il suo lavoro lo fa tutti i giorni: porta in su e in giù migliaia di persone al giorno senza problemi...e detto fra noi lo fa in tutta sicurezza e con grande professionalità :wink: .
Se può aiutarti durante il decollo, guarda gli assistenti di volo: svolazzano quà e là tutti i giorni per un sacco di ore e sono tranquilli. Non li sfiora nemmeno l'idea di rimanerci secchi (i piloti idem). Al massimo si preoccupano delle vene varicose o del pestifero bimbo seduto al posto 17 che sbrodola tipo esorcista sull'anziana signora seduta al 16.
Per ulteriori dubbi o chiarimenti mi /ci trovi qua...o se preferisci in Messaggio privato :wink:

p.s.: ovviamente il discorso vale anche per te casey...
"...One equal temper of heroic hearts - Made weak by time and fate, but strong in will - to strive, to seek, to find and not to yield"- Lord Alfred Tennyson

Andr81FTF
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 55
Iscritto il: 28 ottobre 2008, 11:57

Re: incubo decollo!

Messaggio da Andr81FTF » 5 giugno 2009, 11:41

Vorrei fare i complimenti ad Asia83
Hai avuto la capacità e il coraggio di esprimere ciò che pensi riguardo all'aereo.
La cosa che mi ha stupito di più è il fatto che leggendo mi sembrava di "leggermi nella testa".

Io credo che tu sia già sulla strada più che giusta e te lo dico da fifone. Per esempio l'esprimere così candidamente la tua paura nei minimi particolari riferiti alla paura di morire secondo me vuol dire che già sei uscita da quella spirale di scaramanzia che porta chi ha paura di volare nemmeno a non voler nemmeno nominare la parola morte.

Per quanto riguarda l'utilizzo dei farmaci che hai accennato, innanzitutto, spero che non sia un rimedio fai-da-te; in secondo luogo prova a pensare se non li prendessi ma li portassi semplicemente con te pensi che riusciresti ad essere lo stesso tranquilla?

Una domanda; prendi quella medicina perchè ti tranquillizza veramente o perchè hai paura che ti venga il panico?

Se è per evitare un attacco di panico considera che gli ansiolitici hanno un tempo di azione dall'assunzione di circa 30 min e un effetto (ovviamente dipendente dal dosaggio) di circa 4 ore. (...medici esperti in materia prego correggere!!)

Non te la senti di fare la prova di non prendere niente; magari portatele dietro così "sai" che se avessi bisogno il rimedio c'è.
Cerca, piano piano, di sfidare te stessa....se te la senti

Considera che non ti sta scrivendo una persona insensibile alla paura di volare; ti scrive una persona che ha paura di volare e proprio pochi giorni fa ha aperti un 3D sul decollo chiamato "decollo questo sconosciuto"
Come vedi la paura di volare anche se si manifesta in modo diverso ha, a mio avviso, dei punti saldi su cui ognuno di noi costruisce la propria paura.

Ciau Andrea

Avatar utente
TheClubber
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 959
Iscritto il: 3 giugno 2009, 23:13
Località: 40km da BGY

Re: incubo decollo!

Messaggio da TheClubber » 5 giugno 2009, 12:50

Onestamente la paura del decollo l'avevo anch'io la prima volta. Non sapevo cosa aspettarmi... non sapevo come avrebbe reagito il corpo sottoposto alle sollecitazioni dovute alla forte accelerazione... Ma alla fine tutto è andato decisamente meglio di quello che mi aspettassi! E quando l'aereo ha iniziato a salire avevo già dimenticato tutte le mie preoccupazioni.

Resta da capire se la fobia è solo del decollo (come nel mio caso che non sapevo cosa sarebbe successo), oppure se è relativa a tutto il volo. Nel primo caso credo che basti un solo decollo per rendersi conto che non è niente di apocalittico... Ma se ogni volta che l'aereo inizia la corsa sulla pista hai paura che succeda qualcosa allora, devi solamente metterti in testa che andrà tutto bene, che gli aerei sono i mezzi di trasporto più sicuri e che colui che sta portando in aria il velivolo è una persona che ha alle spalle ore e ore di volo. :wink:

Avatar utente
Delirio
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 25
Iscritto il: 5 settembre 2006, 9:00

Re: incubo decollo!

Messaggio da Delirio » 5 giugno 2009, 13:13

Ciao Asia, non sentirti matta perchè qui dentro più o meno siamo tutti nella tua stessa situazione.
Le tue sensazioni sono anche le nostre, poi ognuno ha delle sfumature personali, ma sono dettagli.

Per il decollo ti racconto un aneddoto, sono andato a Parigi l'anno passato, e mentre io ero praticamente incollato al sedile in preda al mio solito attacco di panico, vicino a me c'era l'assistente di volo che, seduto sullo strapuntino DORMIVA..!!!

Ok non gli fa onore questa cosa, il volo però partiva alle 6:00 quindi era capibile, per un attimo questa cosa mi ha dato un sensazione di rilassamento totale, mi sentivo stupido, però avevo una sensazione di contrasto che era quella di svegliarlo e di urlargli in faccia "cosa ti dormi non vedi che stiamo decollando, una cosa terribile, una cosa che non puoi sapere come va a finire...." non so se mi sono spiegato....però è così...perchè la paura è nella nostra testa, l'aereo è fatto per volare...poi il discorso è complicato, perchè purtroppo non siamo abituati a concepire nella nostra mente che un qualcosa di così pesanto possa volare...è assurdo...

Per il discorso del calmante, dico una cosa che non sarà ben vista, io anche uso un tranquillante, molto leggero, mi aiuta a non delirare in volo, mi aiuta però anche nei giorni precedenti al volo a stare tranquillo che non starò male.
Questa è una piccola scorciatoia, che aiuta, però ti dico pure di andare a fondo al tuo problema, a volte l'aviofobia può essere una conseguenza di altri disagi che c'entrano poco con l'aereo.

comunque se ti va leggiti anche un pò di nozioni di fluidodinamica, insomma un pò di cose tecniche ti aiuteranno a capire che l'aereo non decolla per magia.... :wink:

Rispondi