ma veramente con un motore soltanto...

La fobia del volo: dubbi comuni, cause, soluzioni.
Vincere la Paura di Volare con MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

inesperto
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 69
Iscritto il: 4 dicembre 2011, 22:10

ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da inesperto » 6 dicembre 2011, 22:11

....e' sempre stata un altra delle mie paure rigurardo agli aerei...."e se si guasta un motore? e se c'entra dentro un qualsiasi cosa come per esempio un volatile?..." ho letto che anche con un motore in avaria o del tutto non funzionante, un aereo e' in grado di volare lo stesso senza nessun tipo di problema:..e' cosi'? e se si per quanto tempo puo' continuare il suo volo senza ripercussioni sulla sicurezza? e invece, nel caso in cui nelle turbine entri un volatile? grazie saluti

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9519
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da tartan » 6 dicembre 2011, 22:30

Dire che con un motore in meno possa volare senza nessun problema non sarebbe corretto, però è corretto dire che per tutto il volo, dal rilascio freni fino all'atterraggio è stato considerato che possa andare in avaria un motore e per tutto il volo è garantito, fin dalla partenza, che con un motore in meno l'a/m è in grado di raggiungere un aeroporto e di atterrare senza problemi aggiunti. In pratica l'aereo non può partire se non è stato verificato che in qualunque punto sia in grado di assorbire una avaria motore continuando a volare.
Mi sembra chiaro che se gli andasse in avaria il motore al decollo non si mette a volare fino alla destinazione, ma rientra da dove è partito, come pure se gli va in avaria un motore a metà strada si avvierà verso l'aeroporto più vicino che potrebbe essere anche l'aeroporto di destinazione.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

inesperto
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 69
Iscritto il: 4 dicembre 2011, 22:10

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da inesperto » 6 dicembre 2011, 22:44

interessante...addirittura quindi un a/m non puo' partire e quindi non ha le autorizzazioni necessarie a volare se non e' in grado di sopperire senza evidenti e rischiosi problemi al guasto di un motore? in pratica prima di metterlo in uso viene testato sull eventualita' di dover volare anche co un motore solo? un ultima cosa, tu hai parlato che l a/m puo' raggiungere senza problemi l aereoporto piu vicino...ma mettiamo che quest'avaria al motore capiti a meta' di un viaggio verso il sud-america, e quindi in pieno oceano...in quel caso e' sempre valido il principio che un motore soltanto possa riuscire a trasportare per 7/8 ore di volo l aereo? e non c'e il rischio che tutte quelle ore di "sforzo" per un motore soltanto danneggino anche l unico motore rimasto funzionante? grazie saluti
tartan ha scritto:Dire che con un motore in meno possa volare senza nessun problema non sarebbe corretto, però è corretto dire che per tutto il volo, dal rilascio freni fino all'atterraggio è stato considerato che possa andare in avaria un motore e per tutto il volo è garantito, fin dalla partenza, che con un motore in meno l'a/m è in grado di raggiungere un aeroporto e di atterrare senza problemi aggiunti. In pratica l'aereo non può partire se non è stato verificato che in qualunque punto sia in grado di assorbire una avaria motore continuando a volare.
Mi sembra chiaro che se gli andasse in avaria il motore al decollo non si mette a volare fino alla destinazione, ma rientra da dove è partito, come pure se gli va in avaria un motore a metà strada si avvierà verso l'aeroporto più vicino che potrebbe essere anche l'aeroporto di destinazione.
Ultima modifica di inesperto il 6 dicembre 2011, 22:52, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da flyingbrandon » 6 dicembre 2011, 22:51

inesperto ha scritto:interessante...addirittura quindi un a/m non puo' partire e quindi non ha le autorizzazioni necessarie a volare se non e' in grado di sopperire senza evidenti e rischiosi problemi al guasto di un motore? in pratica prima di metterlo in uso viene testato sull eventualita' di dover volare anche co un motore solo?
tutte le performance che vengono calcolate per un aeromobile commerciale sono calcolate proprio nel caso che un motore ti "pianti".
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9519
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da tartan » 6 dicembre 2011, 22:52

inesperto ha scritto:interessante...addirittura quindi un a/m non puo' partire e quindi non ha le autorizzazioni necessarie a volare se non e' in grado di sopperire senza evidenti e rischiosi problemi al guasto di un motore? in pratica viene testato sull eventualita' di dover volare anche co un motore solo, prima di metterlo in uso?
tartan ha scritto:Dire che con un motore in meno possa volare senza nessun problema non sarebbe corretto, però è corretto dire che per tutto il volo, dal rilascio freni fino all'atterraggio è stato considerato che possa andare in avaria un motore e per tutto il volo è garantito, fin dalla partenza, che con un motore in meno l'a/m è in grado di raggiungere un aeroporto e di atterrare senza problemi aggiunti. In pratica l'aereo non può partire se non è stato verificato che in qualunque punto sia in grado di assorbire una avaria motore continuando a volare.
Mi sembra chiaro che se gli andasse in avaria il motore al decollo non si mette a volare fino alla destinazione, ma rientra da dove è partito, come pure se gli va in avaria un motore a metà strada si avvierà verso l'aeroporto più vicino che potrebbe essere anche l'aeroporto di destinazione.
Esatto, è un requisito sine qua non che viene verificato e rispettato per ogni volo singolo.
Una piccola precisazione sul tuo commento, con un motore in meno, non con un motore solo. Nei bimotori coincide, però la definizione esatta è con un motore in meno. :D
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

inesperto
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 69
Iscritto il: 4 dicembre 2011, 22:10

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da inesperto » 6 dicembre 2011, 23:00

con queste risposte confortanti sto iniziando a capire quanto sicuro e' l aereo e quante cose vengono calcolate prima e controllate durante...mi sento sempre piu' sicuro :D certo non so' se con un motore soltanto in mezzo all oceano l a/m sarebbe in grado di arrivare al primo aereoporto , mettiamo a ore di volo...ho qualche dubbio..in piu' metterebbe sotto sforzo tantissmo l unico motore rimasto funzionante..e se si fonde anche quello..e' cotto il riso!!! :mrgreen: che puoi dirmi in merito a quest'eventualita'? saluti
flyingbrandon ha scritto:
inesperto ha scritto:interessante...addirittura quindi un a/m non puo' partire e quindi non ha le autorizzazioni necessarie a volare se non e' in grado di sopperire senza evidenti e rischiosi problemi al guasto di un motore? in pratica prima di metterlo in uso viene testato sull eventualita' di dover volare anche co un motore solo?
tutte le performance che vengono calcolate per un aeromobile commerciale sono calcolate proprio nel caso che un motore ti "pianti".
Ciao!

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9519
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da tartan » 6 dicembre 2011, 23:14

E' previsto anche questo. Gli aerei bimotori che non rispettano una regolamentazione specifica per le traversate, regolamentazione che prevede la verifica che siano in grado di arrivare con un solo motore in ogni momento ad uno degli aeroporti previsti lungo la rotta, non possono partire per la traversata.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da flyingbrandon » 6 dicembre 2011, 23:21

inesperto ha scritto:con queste risposte confortanti sto iniziando a capire quanto sicuro e' l aereo e quante cose vengono calcolate prima e controllate durante...mi sento sempre piu' sicuro :D certo non so' se con un motore soltanto in mezzo all oceano l a/m sarebbe in grado di arrivare al primo aereoporto , mettiamo a ore di volo...ho qualche dubbio..in piu' metterebbe sotto sforzo tantissmo l unico motore rimasto funzionante..e se si fonde anche quello..e' cotto il riso!!! :mrgreen: che puoi dirmi in merito a quest'eventualita'? saluti
Ti lascio nelle mani di Tartan....perché , penso, di meglio non potresti trovare.
Saluti! :D
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9519
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da tartan » 6 dicembre 2011, 23:33

flyingbrandon ha scritto:
inesperto ha scritto:con queste risposte confortanti sto iniziando a capire quanto sicuro e' l aereo e quante cose vengono calcolate prima e controllate durante...mi sento sempre piu' sicuro :D certo non so' se con un motore soltanto in mezzo all oceano l a/m sarebbe in grado di arrivare al primo aereoporto , mettiamo a ore di volo...ho qualche dubbio..in piu' metterebbe sotto sforzo tantissmo l unico motore rimasto funzionante..e se si fonde anche quello..e' cotto il riso!!! :mrgreen: che puoi dirmi in merito a quest'eventualita'? saluti
Ti lascio nelle mani di Tartan....perché , penso, di meglio non potresti trovare.
Saluti! :D
Grazie, cominciavo a sentire un senso di frustrazione da perdere il sonno! :D :D :D
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
**F@b!0**
FL 500
FL 500
Messaggi: 6851
Iscritto il: 17 aprile 2009, 19:21
Località: Olbia (OT)

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da **F@b!0** » 7 dicembre 2011, 10:23

inesperto ha scritto:con queste risposte confortanti sto iniziando a capire quanto sicuro e' l aereo e quante cose vengono calcolate prima e controllate durante...mi sento sempre piu' sicuro :D certo non so' se con un motore soltanto in mezzo all oceano l a/m sarebbe in grado di arrivare al primo aereoporto , mettiamo a ore di volo...ho qualche dubbio..in piu' metterebbe sotto sforzo tantissmo l unico motore rimasto funzionante..e se si fonde anche quello..e' cotto il riso!!! :mrgreen: che puoi dirmi in merito a quest'eventualita'? saluti
qua ti rispondo io!
le rotte transoceaniche sono studiate in modo che anche se rimane completamente senza motore, l'aereo sia in grado di planare verso un aeroporto, anche se ad ore di distanza!
ogni aereo ha un proprio assetto e una propria velocità definita "di massima efficienza", cioè la velocità e l'assetto che permettono all'aereo di avere il massimo rapporto distanza percorsa/quota "persa"
Click Here to view my aircraft photos at JetPhotos.Net!

China su fronte, si ses sezzidu pesa! ch'es passende sa Brigata tattaresa boh! boh! E cun sa mannu sinna sa mezzus gioventude de Saldigna

Non bat dinare a pacare
una vida pro miserat chi siat
s' omine
no er de imbolare
pro una gherra chi
est' unu affare


*Virtute Siderum Tenus*

Avatar utente
spaceodissey
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 608
Iscritto il: 17 ottobre 2006, 22:09
Località: Parma

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da spaceodissey » 7 dicembre 2011, 10:45

inesperto ha scritto: certo non so' se con un motore soltanto in mezzo all oceano l a/m sarebbe in grado di arrivare al primo aereoporto , mettiamo a ore di volo...ho qualche dubbio..
Attenzione perchè le rotte non sono MAI dirette. Non è che devi prendere Google earth e tracciare una linea da Miami a Londra e quella è la rotta. Ad esempio sulla tratta citata si costeggia tutta la costa USA e solo dopo la Nuova Scozia ci si allontana, ma a quel punto sono "solo" 3000km per arrivare in Irlanda, questo significa che nel caso di peggior sfiga ovvero che si pianti un motore esattamente a metà percorso in massimo un paio d'ore sei in aeroporto.
inesperto ha scritto:in piu' metterebbe sotto sforzo tantissmo l unico motore rimasto funzionante..
Anche qui bisogna fare un po' di attenzione. Come tutti i mezzi di trasporto, anche in volo, una volta raggiunta la velocità desiderata, per mantenerla bisogna fare molto meno "sforzo". Quando devi partire in bicicletta lo sforzo maggiore è in partenza e in accelerazione. Quando hai raggiunto la "velocità di crociera" per mantenerla non devi "pestare" tantissimo sui pedali.
I voli del fifone:
Uno
Due
Tre
Quattro

Chuck Norris understands the ending of 2001: a space odyssey

alessandrogentili
FL 150
FL 150
Messaggi: 1635
Iscritto il: 14 novembre 2006, 17:59
Località: Milano Malpensa

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da alessandrogentili » 7 dicembre 2011, 10:54

edit

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9519
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da tartan » 7 dicembre 2011, 11:43

Fate molta attenzione a quello che dite e soprattutto non entrate in particolari non richiesti. :D
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9086
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da air.surfer » 7 dicembre 2011, 12:53

tartan ha scritto:Fate molta attenzione a quello che dite e soprattutto non entrate in particolari non richiesti. :D
eh eh.. :alien:

Avatar utente
pasubio
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1017
Iscritto il: 25 novembre 2009, 20:03

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da pasubio » 7 dicembre 2011, 12:54

tartan ha scritto:.... è corretto dire che per tutto il volo, dal rilascio freni fino all'atterraggio è stato considerato che possa andare in avaria un motore e per tutto il volo è garantito, fin dalla partenza, che con un motore in meno l'a/m è in grado di raggiungere un aeroporto e di atterrare senza problemi aggiunti.
Approfitto della tua competenza per un quesito. Nel caso di avaria motore, mi sembra di aver capito che l'aeromobile vola (consideriamo un bimotore) ma vola più basso del normale. Se è così, perchè? Solo per procedura o ci sono altre cause?

Avatar utente
m.forna
FL 450
FL 450
Messaggi: 4608
Iscritto il: 6 luglio 2010, 1:07

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da m.forna » 7 dicembre 2011, 13:55

pasubio ha scritto:
tartan ha scritto:.... è corretto dire che per tutto il volo, dal rilascio freni fino all'atterraggio è stato considerato che possa andare in avaria un motore e per tutto il volo è garantito, fin dalla partenza, che con un motore in meno l'a/m è in grado di raggiungere un aeroporto e di atterrare senza problemi aggiunti.
Approfitto della tua competenza per un quesito. Nel caso di avaria motore, mi sembra di aver capito che l'aeromobile vola (consideriamo un bimotore) ma vola più basso del normale. Se è così, perchè? Solo per procedura o ci sono altre cause?
perchè hai la metà della spinta che hai di solito, ed essendo in quota l'aria meno densa, un solo motore non ce la fa a portarti in alto come due
Marco

Avatar utente
pasubio
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1017
Iscritto il: 25 novembre 2009, 20:03

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da pasubio » 7 dicembre 2011, 14:10

m.forna ha scritto: [perchè hai la metà della spinta che hai di solito, ed essendo in quota l'aria meno densa, un solo motore non ce la fa a portarti in alto come due
Grazie.
Ne deduco, ma dimmi se mi sbaglio, che se sei già alto, un solo motore non ce la fa a tenerti a quella quota.

inesperto
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 69
Iscritto il: 4 dicembre 2011, 22:10

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da inesperto » 7 dicembre 2011, 14:59

praticamente con questa frase : "ogni aereo ha un proprio assetto e una propria velocità definita "di massima efficienza", cioè la velocità e l'assetto che permettono all'aereo di avere il massimo rapporto distanza percorsa/quota "persa" , intendi dire che ogni aereo ha una sua altitudine "di sicurezza" :D prestabilita prima del volo e alla quale si porta cosi' da aver la possibilta' di atterrare "planando" senza grossi problemi nell eventualita' di avarie al motore?!
**F@b!0** ha scritto:
inesperto ha scritto:con queste risposte confortanti sto iniziando a capire quanto sicuro e' l aereo e quante cose vengono calcolate prima e controllate durante...mi sento sempre piu' sicuro :D certo non so' se con un motore soltanto in mezzo all oceano l a/m sarebbe in grado di arrivare al primo aereoporto , mettiamo a ore di volo...ho qualche dubbio..in piu' metterebbe sotto sforzo tantissmo l unico motore rimasto funzionante..e se si fonde anche quello..e' cotto il riso!!! :mrgreen: che puoi dirmi in merito a quest'eventualita'? saluti
qua ti rispondo io!
le rotte transoceaniche sono studiate in modo che anche se rimane completamente senza motore, l'aereo sia in grado di planare verso un aeroporto, anche se ad ore di distanza!
ogni aereo ha un proprio assetto e una propria velocità definita "di massima efficienza", cioè la velocità e l'assetto che permettono all'aereo di avere il massimo rapporto distanza percorsa/quota "persa"

Avatar utente
**F@b!0**
FL 500
FL 500
Messaggi: 6851
Iscritto il: 17 aprile 2009, 19:21
Località: Olbia (OT)

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da **F@b!0** » 7 dicembre 2011, 15:08

inesperto ha scritto:
**F@b!0** ha scritto:
inesperto ha scritto:con queste risposte confortanti sto iniziando a capire quanto sicuro e' l aereo e quante cose vengono calcolate prima e controllate durante...mi sento sempre piu' sicuro :D certo non so' se con un motore soltanto in mezzo all oceano l a/m sarebbe in grado di arrivare al primo aereoporto , mettiamo a ore di volo...ho qualche dubbio..in piu' metterebbe sotto sforzo tantissmo l unico motore rimasto funzionante..e se si fonde anche quello..e' cotto il riso!!! :mrgreen: che puoi dirmi in merito a quest'eventualita'? saluti
qua ti rispondo io!
le rotte transoceaniche sono studiate in modo che anche se rimane completamente senza motore, l'aereo sia in grado di planare verso un aeroporto, anche se ad ore di distanza!
ogni aereo ha un proprio assetto e una propria velocità definita "di massima efficienza", cioè la velocità e l'assetto che permettono all'aereo di avere il massimo rapporto distanza percorsa/quota "persa"
praticamente con questa frase : "ogni aereo ha un proprio assetto e una propria velocità definita "di massima efficienza", cioè la velocità e l'assetto che permettono all'aereo di avere il massimo rapporto distanza percorsa/quota "persa" , intendi dire che ogni aereo ha una sua altitudine "di sicurezza" :D prestabilita prima del volo e alla quale si porta cosi' da aver la possibilta' di atterrare "planando" senza grossi problemi nell eventualita' di avarie al motore?!
prima di tutto volevo fare una correzione, ho scritto per ore ma volevo dire per km, stavo pensando ad un'altra cosa!
secondo, non la definirei altitudine di sicurezza, diciamo che è uno dei fattori che prendono in considerazione nello stabilire le rotte, insieme a tanti altri fattori!
comunque sia, l'aereo è in grado di atterrare in sicurezza in qualsiasi momento, si trova sempre a x (numero finito variabile in base al tipo di aeromobile) km da un'aeroporto!
Click Here to view my aircraft photos at JetPhotos.Net!

China su fronte, si ses sezzidu pesa! ch'es passende sa Brigata tattaresa boh! boh! E cun sa mannu sinna sa mezzus gioventude de Saldigna

Non bat dinare a pacare
una vida pro miserat chi siat
s' omine
no er de imbolare
pro una gherra chi
est' unu affare


*Virtute Siderum Tenus*

inesperto
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 69
Iscritto il: 4 dicembre 2011, 22:10

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da inesperto » 7 dicembre 2011, 15:10

apro una piccola parentesi visto che parliamo di voli oltreoceano :D , con moltissime persone con cui parlo e che hanno fatto voli verso Cuba, messico, santo domingo....mi dicono sempre che ci son turbolenze veramente forti e che "si balla" non poco... :shock: ma veramente e' cosi' guasi fosse "una regola" ? e queste grosse turbolenze apparte far "ballare" l aereo non possono in nessun modo creargli dei reali pericoli?

inesperto
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 69
Iscritto il: 4 dicembre 2011, 22:10

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da inesperto » 7 dicembre 2011, 15:17

quindi in poche parole...vengono tracciate sempre rotte che in qualsiasi caso di avaria permettono all aereo di poter raggiungere un aereoporto e atterrare...cosi' anche per i voli oltreoceano dove se ho ben capito vengono tracciate rotte non dritte ma che seguono il piu' possobile "la costa" e poi sorvolano il mare nel tratto "piu' breve" e comque un tratto che anche nel caso di qualsiasi avaria permetterebbe lo stesso di arrivare a l aereoporto piu' vicino..dico bene? una curiosita'...prendiamo un volo per il centro america...diciamo con partenza da roma..per quante ore sorvolerebbe "solo ocenano"?
**F@b!0** ha scritto:
inesperto ha scritto:
**F@b!0** ha scritto:
inesperto ha scritto:con queste risposte confortanti sto iniziando a capire quanto sicuro e' l aereo e quante cose vengono calcolate prima e controllate durante...mi sento sempre piu' sicuro :D certo non so' se con un motore soltanto in mezzo all oceano l a/m sarebbe in grado di arrivare al primo aereoporto , mettiamo a ore di volo...ho qualche dubbio..in piu' metterebbe sotto sforzo tantissmo l unico motore rimasto funzionante..e se si fonde anche quello..e' cotto il riso!!! :mrgreen: che puoi dirmi in merito a quest'eventualita'? saluti
qua ti rispondo io!
le rotte transoceaniche sono studiate in modo che anche se rimane completamente senza motore, l'aereo sia in grado di planare verso un aeroporto, anche se ad ore di distanza!
ogni aereo ha un proprio assetto e una propria velocità definita "di massima efficienza", cioè la velocità e l'assetto che permettono all'aereo di avere il massimo rapporto distanza percorsa/quota "persa"
praticamente con questa frase : "ogni aereo ha un proprio assetto e una propria velocità definita "di massima efficienza", cioè la velocità e l'assetto che permettono all'aereo di avere il massimo rapporto distanza percorsa/quota "persa" , intendi dire che ogni aereo ha una sua altitudine "di sicurezza" :D prestabilita prima del volo e alla quale si porta cosi' da aver la possibilta' di atterrare "planando" senza grossi problemi nell eventualita' di avarie al motore?!
prima di tutto volevo fare una correzione, ho scritto per ore ma volevo dire per km, stavo pensando ad un'altra cosa!
secondo, non la definirei altitudine di sicurezza, diciamo che è uno dei fattori che prendono in considerazione nello stabilire le rotte, insieme a tanti altri fattori!
comunque sia, l'aereo è in grado di atterrare in sicurezza in qualsiasi momento, si trova sempre a x (numero finito variabile in base al tipo di aeromobile) km da un'aeroporto!

Avatar utente
**F@b!0**
FL 500
FL 500
Messaggi: 6851
Iscritto il: 17 aprile 2009, 19:21
Località: Olbia (OT)

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da **F@b!0** » 7 dicembre 2011, 15:26

inesperto ha scritto:quindi in poche parole...vengono tracciate sempre rotte che in qualsiasi caso di avaria permettono all aereo di poter raggiungere un aereoporto e atterrare...cosi' anche per i voli oltreoceano dove se ho ben capito vengono tracciate rotte non dritte ma che seguono il piu' possobile "la costa" e poi sorvolano il mare nel tratto "piu' breve" e comunque un tratto che anche nel caso di qualsiasi avaria permetterebbe lo stesso di arrivare a l aereoporto piu' vicino..dico bene? una curiosita'...prendiamo un volo per il centro america...diciamo con partenza da roma..per quante ore sorvolerebbe "solo oceano"?
le rotte per l'america sono più dritte di quanto immagini!
una cartina piana non rende l'idea, ma se avessi un mappamondo e uno spago e congiungessi Roma con New York ti accorgeresti che lo spago non segue la direzione Est-Ovest (nonostante siamo praticamente alla stessa latitudine, circa il 41° parallelo) ma passa vicino all'Islanda, questo perchè la Terra è una sfera e non un piano, se sostituisci la curva continua dello spago con una curva spezzettata hai più o meno la vera rotta del volo Roma-NY!
Click Here to view my aircraft photos at JetPhotos.Net!

China su fronte, si ses sezzidu pesa! ch'es passende sa Brigata tattaresa boh! boh! E cun sa mannu sinna sa mezzus gioventude de Saldigna

Non bat dinare a pacare
una vida pro miserat chi siat
s' omine
no er de imbolare
pro una gherra chi
est' unu affare


*Virtute Siderum Tenus*

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4645
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da sardinian aviator » 7 dicembre 2011, 15:29

quindi in poche parole...vengono tracciate sempre rotte che in qualsiasi caso di avaria permettono all aereo di poter raggiungere un aereoporto e atterrare...cosi' anche per i voli oltreoceano dove se ho ben capito vengono tracciate rotte non dritte ma che seguono il piu' possobile "la costa" e poi sorvolano il mare nel tratto "piu' breve" e comque un tratto che anche nel caso di qualsiasi avaria permetterebbe lo stesso di arrivare a l aereoporto piu' vicino..dico bene? una curiosita'...prendiamo un volo per il centro america...diciamo con partenza da roma..per quante ore sorvolerebbe "solo ocenano"?

Mah, delle tratte che dici io ho fatto solo un Havana-Roma: ricordo che siamo passati lungo la costa USA e poi la consueta traversata sul Nord Atlantico per poi sorvolare la Francia nord occidentale per arrivare diretti a FCO (purtroppo con i bagagli che sono invece andati a Panama, ma questa è un'altra storia :mrgreen: :mrgreen: ).
Sull'oceano vero e proprio (la risalita della costa non la considero ovviamente) ci saremmo rimasti al massimo quattro ore. Ah, era un bimotore (B767).
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9519
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da tartan » 7 dicembre 2011, 16:43

Troppe info mischiate, tutte o quasi tutte giuste ma è necessario fare chiarezza su un punto sempre difficile da seguire senza lavagna. Ora sono fuori sede e lavoro con il portatile che ho acceso solo per caricare la batteria. Quando torno a casa cercherò di tentare di chiarire. Per intanto direi che la traversata oceanica è uno dei problemi minori rispetto alle traversate tipo aree desertiche o montagnose, perciò state tranquilli, al massimo fate un bagno! :D
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
City of Everett
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1305
Iscritto il: 8 novembre 2004, 17:45
Località: Africa Nord-Insulare

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da City of Everett » 7 dicembre 2011, 19:27

Le rotte transoceaniche, quantomeno quelle che vanno in America, fanno un giro verso il nord (Islanda - Groenlandia) e poi scendono giù dall'altra parte. Fino all'avvento del 767, a fare queste rotte erano per lo più i trigetti e i quadrimotore, per ovvi motivi di sicurezza.
Già da un bel po' i bimotori possono regolarmente coprire queste tratte. Non so se è ancora in uso l'ETOPS, ovvero una certificazione per i bimotori che ne regolamentava la possibilità di volo transoceanico. Questo parametro era 60, 120, 180. A seconda della certificazione che aveva (o che ha) l'aeromobile, questo vola su rotte nelle quali si può trovare, in qualsiasi punto del percorso, al massimo a 60 (ma credo che non ce siano più di ETOPS60), 120, 180 (non ricordo se ci sono altri valori, come 240) minuti dal più vicino aeroporto. Non è che si attraversa l'oceano di traverso! :wink:
Da quel che so, per andare in America centrale (Cuba, Haiti) si fa la stessa rotta che va a New York e si va sempre a sud; lo stesso si fa andare in Venezuela, tant'è che c'è stato un periodo in cui i voli AZ non erano diretti, ma facevano tappa a Miami o a New York. Per andare in America del Sud (Brasile, Agentina), se non sbaglio, si passa dalle Canarie.
Personalmente ricordo che durante il viaggio che mi portò in Italia dal Venezuela (DC10 AZ, I-DYNO "Benvenuto Cellini", volo AZ567), abbiamo sorvolato le Alpi provenendo dalla Francia, quindi presuno che la rotta sia sempre quella. I miei cugini, cinque anni dopo, col 747 AZ, fecero scalo a NY.
Adesso la tratta Atlantica è percorsa soprattutto da 767, 777, A330, ma anche 757, e non so gli A321: tutti bimotori.
Quindi tranquillo: un bimotore, anche con un motore in meno, può arrivare lo stesso a destinazione (anche se credo che non lo faccia, deviando presso l'aeroporto più vicino, solamente per questioni di sicurezza)!!! :D
«If you build it, I'll buy it»
«If you buy it, I'll build it»

Nacque, così, il Boeing 747

Avatar utente
mermaid
Agente di Rampa AUA
Agente di Rampa AUA
Messaggi: 10384
Iscritto il: 1 aprile 2008, 16:27
Località: mxp

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da mermaid » 7 dicembre 2011, 19:32

per qualche tempo c'è stato anche un malpensa new york col 319, ovviamente opportunamente modificato!
Immagine

Ti!

Avatar utente
MatteF88
FL 350
FL 350
Messaggi: 3800
Iscritto il: 6 dicembre 2011, 18:57

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da MatteF88 » 7 dicembre 2011, 19:40

C'è anche il volo BA dal london city airport per new york (con scalo a shannon) con l'a318!

Avatar utente
cabronte
FL 500
FL 500
Messaggi: 9592
Iscritto il: 10 giugno 2008, 21:45
Località: Nelle vicinanze di MXP

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da cabronte » 7 dicembre 2011, 19:42

mermaid ha scritto:per qualche tempo c'è stato anche un malpensa new york col 319, ovviamente opportunamente modificato!
L' Eurofly Martini vero? :wink:
Ale

Avatar utente
cabronte
FL 500
FL 500
Messaggi: 9592
Iscritto il: 10 giugno 2008, 21:45
Località: Nelle vicinanze di MXP

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da cabronte » 7 dicembre 2011, 19:43

cabronte ha scritto:
mermaid ha scritto:per qualche tempo c'è stato anche un malpensa new york col 319, ovviamente opportunamente modificato!
L' Eurofly Martini vero? :wink:
O Campari? :roll:
:drunken:
Ale

inesperto
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 69
Iscritto il: 4 dicembre 2011, 22:10

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da inesperto » 7 dicembre 2011, 19:47

nooooooo il bagno noooooo....paura a tutta pallaaaa :(
tartan ha scritto:Troppe info mischiate, tutte o quasi tutte giuste ma è necessario fare chiarezza su un punto sempre difficile da seguire senza lavagna. Ora sono fuori sede e lavoro con il portatile che ho acceso solo per caricare la batteria. Quando torno a casa cercherò di tentare di chiarire. Per intanto direi che la traversata oceanica è uno dei problemi minori rispetto alle traversate tipo aree desertiche o montagnose, perciò state tranquilli, al massimo fate un bagno! :D

Avatar utente
mermaid
Agente di Rampa AUA
Agente di Rampa AUA
Messaggi: 10384
Iscritto il: 1 aprile 2008, 16:27
Località: mxp

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da mermaid » 7 dicembre 2011, 20:06

cabronte ha scritto:
mermaid ha scritto:per qualche tempo c'è stato anche un malpensa new york col 319, ovviamente opportunamente modificato!
L' Eurofly Martini vero? :wink:
sì, ma non quel Martini :mrgreen:
Immagine

Ti!

Avatar utente
nostromo
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 182
Iscritto il: 14 aprile 2010, 22:04

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da nostromo » 7 dicembre 2011, 20:09

inesperto ha scritto:apro una piccola parentesi visto che parliamo di voli oltreoceano :D , con moltissime persone con cui parlo e che hanno fatto voli verso Cuba, messico, santo domingo....mi dicono sempre che ci son turbolenze veramente forti e che "si balla" non poco... :shock: ma veramente e' cosi' guasi fosse "una regola" ? e queste grosse turbolenze apparte far "ballare" l aereo non possono in nessun modo creargli dei reali pericoli?
E' un argomento che mi interessa. Due parole da parte degli esperti sulle turbolenze oceaniche direzione Sud America ( con relativa rotta ) mi farebbero piacere. E' la prima volta che affronto una tratta così lunga e....già mi sento under pressure. Non ultimo il rischio di scendere con una caviglia grossa come un melone...ma questo non c'entra nulla con le turbolenze...semmai riguarda la lunga ( purtroppo ) durata del volo. Risolto, spero felicemente, questa traversata mi attenderanno alcuni voli interni per i quali già incrocio le dita. Nell'insieme sarà una prova di maturità. Spero di superarla ( LH per la traversata e Gol per i voli interni ). Grazie per la disponibilità

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9519
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da tartan » 7 dicembre 2011, 20:39

Allora, cominciamo e speriamo di essere sintetici e chiari (mi piace parlare al plurale).
UNO
Un bimotore non può operare rotte che abbiano anche solo un punto distante da un aeroporto "adeguato" alle operazioni per quell'aereo che sia distante dal punto più di 60 minuti alla velocità prevista con un motore inoperativo (essendo un bimotore equivale a dire con un solo motore).
DUE
Un bimotore che vuole operare diversamente dal punto UNO, ossia con aeroporti in rotta che possono distare più di 60 minuti, rientra nella certificazione cosiddetta ETOPS che vuol dire extended range twin engine operations.
TRE
Per operare in certificazione ETOPS bisogna usare sia aeroplani certificati ETOPS che equipaggi certificati ETOPS dipendenti di compagnie certificate ETOPS.
QUATTROLa certificazione ETOPS prevede tempi graduali. Si inizia con distanze massime di aeroporti in rotta di 120 minuti, poi di 180 minuti, poi di altri minuti in più che crescono con le esigenze e con il miglioramento del materiale ecc. Si parla perciò di aeroporti in rotta distanti dalla rotta stessa da 2 ore a 3 ore o più da raggiungere con un solo motore.
CINQUE
Per TUTTE le rotte, siano esse non ETOPS (60 minuti) o ETOPS (qualunque minuteria), devono essere effettuate due verifiche: Il sorvolo ostacoli in rotta e nelle rotte verso gli alternati e il calcolo dell'ossigeno richiesto in caso di spressurizzazione. In alcuni casi le due abbinate.
Quindi TUTTE le rotte TUTTE sono state preventivamente verificate come fattibili prevedendo l'avaria di un motore. E' chiaro che rotte che passano gli oceani non sono limitate da ostacoli (manco lo tsunami limita il volo), mentre le rotte su catene montuose possono essere limitate nei pesi o comunque anche non praticabili.

E cerchiamo anche di chiarire la discesa senza motori, la cosiddetta planata. Nella verifica di fattibilità delle rotte effettuate da aerei di linea con minimo due motori, la discesa senza motori non viene presa in considerazione nella ricerca della quota che garantisca la planata fino ad un aeroporto, ripeto non viene presa in considerazione nella preparazione del volo. E' però chiaro che nei calcoli di verifica si tiene conto dell'efficienza della macchina, ma sempre relativamente alle prestazioni con un motore in meno non senza motori e non fino all'aeroporto ma fino alla quota di ristabilimento con un motore solo.

La scelta della quota di volo in funzione della capacità volatoria dell'aereo è invece un elemento che condiziona la preparazione al volo degli aerei monomotori, nel senso che la quota di volo deve essere tale da garantire in caso di piantata motore in crociera che l'aereo possa raggiungere una zona libera da ostacoli dove effettuare un atterraggio il meno difficile possibile e se poi ci scappa anche un aeroporto in mezzo, tanto di guadagnato.
Perdonatemi alcuni momenti di leggerezza ma non riesco a farne a meno.
Spero di essere stato chiaro e non troppo prolisso, ma l'argomento non è semplice da spiegare chiacchierando senza schizzi.
La tratta LHR NYC si accorcia con 120 min ETOPS mentre la tratta NBO SIN diretta non si può fare senza 120 min ETOPS
Image1.jpg
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9086
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da air.surfer » 7 dicembre 2011, 20:58

mii.. l'hai storditi tutti! :mrgreen:

Avatar utente
cabronte
FL 500
FL 500
Messaggi: 9592
Iscritto il: 10 giugno 2008, 21:45
Località: Nelle vicinanze di MXP

Re: ma veramente con un motore soltanto...

Messaggio da cabronte » 7 dicembre 2011, 21:01

air.surfer ha scritto:mii.. l'hai storditi tutti! :mrgreen:
Tanta robba! :shock:
Ale

Rispondi