PAURA E SOFFERENZA FISICA DURANTE IL DECOLLO PER LA FORZA G

La fobia del volo: dubbi comuni, cause, soluzioni.
Vincere la Paura di Volare con MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
merovingio240481
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 8
Iscritto il: 5 aprile 2012, 12:10

PAURA E SOFFERENZA FISICA DURANTE IL DECOLLO PER LA FORZA G

Messaggio da merovingio240481 » 5 aprile 2012, 23:25

Salve a tutti ragazzi, signori, signore...insomma chiedo un aiuto a tutti coloro che hanno la pazienza di sopportarmi.
HO PAURA DI VOLARE, ma la sensazione di terrore è troppo generica. Vi dico dettagliatamente cosa mi terrorizza e le mie caratteristiche personali:

1) Oltre alle solite paure come ad esempio schiantarsi al suolo, paura di precipitare in mare (come se ci sia differenza), paura della depressurizzazione, paura delle tempeste e perturbazioni etc etc, IL MIO TERRORE PRINCIPALE STA NELLA SOFFERENZA FISICA DELL'ACCELERAZIONE G DURANTE IL RATEO D'ASCESA DEL VELIVOLO (come sono tecnico eh? :( ) .
In pratica, nel momento in cui l'aereo si alza da terra e comincia l'ascesa, quella che per molti è una sensazione divertente come se si trattasse di una giostra per me è una sofferenza mortale. La testa mi sembra che scoppi, lo stomaco pare uscirmi dal corpo, ma credo che il dolore alla testa sia la cosa che mi fa più male in assoluto. E non so veramente cosa fare in quel momento.

2) Oltre alla fase di ascesa, terribile, soffro maledettamente anche la fase di virata quando è troppo accentuata, mentre l'atterraggio non mi crea alcuno scompenso nè fisico, nè morale, a parte un po' di fastidio quando l'aereo comincia a perdere quota..ma niente di paragonabile al decollo.

3) La distinzione tra paura di volare e sofferenza fisica è ben delineata e posso dimostrarvelo in base alle mie esperienze di volo passate: Ho preso l'aereo 6 volte in tutta la mia vita. La prima volta Roma - Praga, in gita scolastica, ero addirittura eccitato di volare, credevo fosse come andare su un pulmann ma a 10000 piedi di altezza, nei momenti precedenti al decollo, ero felice e sereno. Ma non appena l'aereo staccò da terra cominciai a provare dolore alla testa e ricordo benissimo che urlai dalla disperazione..fu del tutto improvviso. Il viaggio di ritorno fu ancora più tremendo perchè sapevo cosa mi aspettasse. Le stesse sensazioni le ho provate in entrambi i voli A/R ROma Londra per un viaggio con amici di piacere.. L'unico doppio volo abbastanza sopportabile, ossia dove ho sofferto meno durante il decollo è stato quello Roma- Madrid con la easy jet. Ho provato a darmi delle spiegazioni, e l'unica cosa a cui sono giunto è che l'airbus easy jet faccia un rateo d'ascesa molto più graduale, e quindi non ho sofferto quel dolore lancinante alla testa. Mi ricordo che chiesi ad una mia amica se fossimo ancora sulla pista e lei mi disse che in realtà stavamo salendo. Insomma, mentre in questo volo, l'aereo ha impiegato circa due minuti a salire in quota, con Alitalia e Ryanair impiegò una trentina di secondi.

4) Ho provato a chiedere al mio medico se soffrissi di pressione alta, o avessi qualche problema simile, e lui mi ha sempre tranquillizzato a riguardo. L'unica cosa che posso dirvi è che ho uno stomaco abbastanza fragile, soffro il mal d'auto, il mal di mare, e se mi fate fare un giro su una porsche e accelerate in curva riprovo quelle sensazioni alla testa ma in modo più sopportabile rispetto all'aereo.

5)il 18 aprile vado a Barcellona, per amore...mi serve veramente un sostegno morale perchè sarà il mio primo volo in solitudine, e purtroppo niente airbus easy jet, rivolerò con ryanair..Io posso superare le mie paure del volo..quelle che hanno un po' tutti, ma proprio non riesco a gestire quel dolore nel decollo. E' come se mi chiedeste se ho paura di un pugno in faccia...Insomma, già so che mi farà male perchè è una questione proprio fisica anzichè psicologica.

Avatar utente
albert
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 5831
Iscritto il: 9 ottobre 2007, 2:16
Località: Liguria

Re: PAURA E SOFFERENZA FISICA DURANTE IL DECOLLO PER LA FORZA G

Messaggio da albert » 5 aprile 2012, 23:31

Ciao, benvenuto!!!

Hai provato a chiedere al tuo medico cosa ti potesse causare i fastidi da te lamentati durante il decollo dell'aereo?

ciao!
Alberto
MD80 Fan

«Ogni domanda alla quale si possa dare una risposta ragionevole è lecita.» Konrad Lorenz
«Un sogno scaturito da un grande desiderio: la grande voglia di volare e scoprire altri orizzonti verso i quali andare, con la voglia di nuovo. Per me questa è l'avventura.» Angelo D'Arrigo
«Non prendete la vita troppo sul serio, comunque vada non ne uscirete vivi.» Robert Oppenheimer

merovingio240481
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 8
Iscritto il: 5 aprile 2012, 12:10

Re: PAURA E SOFFERENZA FISICA DURANTE IL DECOLLO PER LA FORZA G

Messaggio da merovingio240481 » 5 aprile 2012, 23:41

albert ha scritto:Ciao, benvenuto!!!

Hai provato a chiedere al tuo medico cosa ti potesse causare i fastidi da te lamentati durante il decollo dell'aereo?

ciao!

ciao Albert, si si, ho chiesto, mi ha controllato bene. Ma lui dice che è semplicemente una soglia di sopportazione limitata. Insomma c'è chi soffre di più per una scottatura, altri per una contusione, il mio dottore dice semplicemente che non sopporto la pressione atmosferica, o accelerazione fate voi. Insomma c'è chi va sulle montagne russe e si diverte..e chi invece vomita o si sente male. Io non sono mai andato sulle montagne russe ne ho sempre avuto paura. Poi credo che lì svengo direttamente :)

ulipao
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 127
Iscritto il: 1 settembre 2011, 18:14

Re: PAURA E SOFFERENZA FISICA DURANTE IL DECOLLO PER LA FORZA G

Messaggio da ulipao » 6 aprile 2012, 7:49

Ciao e benvenuto. Diciamo che il tuo problema é più fisico che mentale. Anche mia mamma nel suo ultimo volo ha avuto forti dolori alle orecchie ed alla testa però in atterraggio. Sul discorso aeromobile secondo me é stato un caso infatti non credo ci siano grosse differenze tra un 737 ed un a320 o 319. se dovessero portarmi bendato su un aereo e mi dicessero di identificare il modello solo dalla sensazione di volo io non sarei capace,e forse nemmeno tu. Però su questo aspetto non ci metto la mano sul fuoco. Aspettiamo flyngbrandon che lui gli airbus li pilota.
La sofferenza è temporanea. La vittoria è per sempre!!!

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11150
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: PAURA E SOFFERENZA FISICA DURANTE IL DECOLLO PER LA FORZA G

Messaggio da flyingbrandon » 6 aprile 2012, 9:35

merovingio240481 ha scritto:Insomma, già so che mi farà male perchè è una questione proprio fisica anzichè psicologica.
Ciao!
Parto da questo punto...poi vediamo il resto. Conosci l'effeto nocebo? E' l'inverso dell'effetto placebo...ed è altrettanto potente. Quindi sappi che, se pensi di star sicuramente male fisicamente, così sarà.
Dire che, per te, rispetto ad altri è una questione proprio fisica...non ha molto senso. Penso che tu sappia che non c'è questa netta distinzione tra la sfera fisica e quella emotiva...quindi che tu abbia un problema in una o nell'altra fa poca differenza. Primo punto quindi...non sapere già come starai altrimenti determini tu come starai...
Come spesso accade anche tu cerchi di legittimare la tua paura di volare...spesso accade che si cerchi all'esterno una causa...tu per lo meno l'hai cercata al tuo interno ma ti sei limitato alla sfera fisica...cioè....correggimi se sbaglio....se non avessi male alla testa sarebbe tutt'altra cosa vero?
Una mia ipotesi, visto che non metto in dubbio la tua storia dei voli come l'hai raccontata...è che in effetti durante il tuo primo volo tu abbia avuto male alla testa durante la fase di decollo. Questo può accadere....soprattutto se si è raffreddati. Di solito la fase critica è la discesa e non la salita infatti anche i neonati, spesso se raffreddati o comunque chiusi si mettono a piangere a metà discesa...ma capita anche che succeda nella fase di salita. Ti ricordi se in quel primo volo avessi avuto da poco un raffreddore o fossi raffreddato? Soffri o soffrivi di sinusite? Comunque..da quel primo fatto, realmente e inconsapevolmente accaduto TU HAI DECISO che sapevi già cosa ti saresti aspettato nei successivi voli ( e l'hai scritto esplicitamente)....ed in effetti così è stato. E' come se io scendessi le scale una volta con la febbre...."odio mi gira la testa...fatico a stare in piedi"...e decido che le scale mi fanno perdere l'equilibrio. Se provo a farle anche stando bene ma sono convinto che mi diano giramenti di testa sta sicuro che ciò accadrà.
Una volta escluse, giustamente, cause mediche il resto è tutto a te e alla tua testa. Parti da questo punto.
i g che prendi in una salita o in una virata sono davvero ininfluenti...
La notizia buona è che non devi imparare a gestire quel dolore in decollo...puoi non averlo affatto.
La testa non ti scoppia....tra l'altro visto che sei g-sensibile...dovrebbe darti una sensazione di scoppio in discesa che non in salita...perchè nel transiente di salita quando ti si scaricano quelle "enormi valangate di g" (1,2g forse contro 1g della tua normale esistenza) qualche microlitro di sangue abbandona la testa per andare nelle gambe... :D
Ah....lo stomaco non sta per uscirti dal corpo....ti assicuro che non mi e' mai capitato di dover raccogliere interiora tra i sedili. Come vedi...è buffo come si tenda ad "amplificare" delle sensazioni fisiche...ti puo' sembrare una ca***ta ma vivere una sensazione anche reale con questa enfasi emotiva porta proprio a "programmarti" questi disagi.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11150
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: PAURA E SOFFERENZA FISICA DURANTE IL DECOLLO PER LA FORZA G

Messaggio da flyingbrandon » 6 aprile 2012, 9:37

merovingio240481 ha scritto:
ciao Albert, si si, ho chiesto, mi ha controllato bene. Ma lui dice che è semplicemente una soglia di sopportazione limitata. Insomma c'è chi soffre di più per una scottatura, altri per una contusione,
sempre per quanto concerne l'aspetto mentale delle faccende fisiche...anche le stesse soglie del dolore o sopportazioni di particolari stress vengono "regolati" dal tuo cervello...soprattutto dalle tue credenze.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2180
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Re: PAURA E SOFFERENZA FISICA DURANTE IL DECOLLO PER LA FORZA G

Messaggio da la franci » 6 aprile 2012, 14:28

merovingio240481 ha scritto:
credevo fosse come andare su un pulmann ma a 10000 piedi di altezza

Ma non appena l'aereo staccò da terra cominciai a provare dolore alla testa e ricordo benissimo che urlai dalla disperazione..fu del tutto improvviso.

E' come se mi chiedeste se ho paura di un pugno in faccia...Insomma, già so che mi farà male perchè è una questione proprio fisica anzichè psicologica.
Ciao!!! Tranquillo che qui c'è un sacco di gente che avrà la pazienza di sopportare ogni tuo dubbio ed ogni tua paura... cosa che hanno fatto anche con me...
Volare non è per niente andare come su un bus, forse ha sbagliato chi te lo ha detto la prima volta... è assolutamente normale che le sensazioni siano diverse perchè sono due mezzi di trasporto diversi!!!! Immagina il tuo corpo e la tua mente come hanno reagito quando l'aereo ha fatto qualcosa di diverso da quello che credevi facesse... ovvero si è staccato dall'asfalto lasciando le sembianze del bus e riprendendosi le sue da aereo!!!! Forse solo l'aver trattenuto il fiato stringendo i denti con troppa enfasi può averti scatenato dolori ben più forti della sensazione di 0,2 g in più della tua esistenza...e le sensazioni dell'attacco di panico sono così terribili e così immediate che non è facile pensare che possano essere solo inconscio...
... e visto che sei così sicuro che la colpa è del decollo che il tuo corpo si prepara anche giorni prima per esplodere in quell'attimo...
Credi possa avere una logica il mio ragionamento???? Certo... rispondere sì alla mia domanda significa dover fare un gran passo avanti per accettare che il problema è dentro te e non per colpa di qualcosa d'altro...
...
OK... sono andata troppo veloce... io ci ho messo quasi 2 anni...

merovingio240481
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 8
Iscritto il: 5 aprile 2012, 12:10

Re: PAURA E SOFFERENZA FISICA DURANTE IL DECOLLO PER LA FORZA G

Messaggio da merovingio240481 » 6 aprile 2012, 14:33

ulipao ha scritto:Ciao e benvenuto. Diciamo che il tuo problema é più fisico che mentale. Anche mia mamma nel suo ultimo volo ha avuto forti dolori alle orecchie ed alla testa però in atterraggio. Sul discorso aeromobile secondo me é stato un caso infatti non credo ci siano grosse differenze tra un 737 ed un a320 o 319. se dovessero portarmi bendato su un aereo e mi dicessero di identificare il modello solo dalla sensazione di volo io non sarei capace,e forse nemmeno tu. Però su questo aspetto non ci metto la mano sul fuoco. Aspettiamo flyngbrandon che lui gli airbus li pilota.
Ciao Ulipao,
io non sono un conoscitore tecnico di aerei, forse era semplicemnte una coincidenza di aver trovato due piloti che sono saliti più lentamente al decollo. Alcuni amici hanno ipotizzato anche un discorso di linea..magari l'easy jet prevede il raggiungimento di quota da crociera graduale, mentre altre compagnie NO.

merovingio240481
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 8
Iscritto il: 5 aprile 2012, 12:10

Re: PAURA E SOFFERENZA FISICA DURANTE IL DECOLLO PER LA FORZA G

Messaggio da merovingio240481 » 6 aprile 2012, 14:38

la franci ha scritto:
merovingio240481 ha scritto:
credevo fosse come andare su un pulmann ma a 10000 piedi di altezza

Ma non appena l'aereo staccò da terra cominciai a provare dolore alla testa e ricordo benissimo che urlai dalla disperazione..fu del tutto improvviso.

E' come se mi chiedeste se ho paura di un pugno in faccia...Insomma, già so che mi farà male perchè è una questione proprio fisica anzichè psicologica.
Ciao!!! Tranquillo che qui c'è un sacco di gente che avrà la pazienza di sopportare ogni tuo dubbio ed ogni tua paura... cosa che hanno fatto anche con me...
Volare non è per niente andare come su un bus, forse ha sbagliato chi te lo ha detto la prima volta... è assolutamente normale che le sensazioni siano diverse perchè sono due mezzi di trasporto diversi!!!! Immagina il tuo corpo e la tua mente come hanno reagito quando l'aereo ha fatto qualcosa di diverso da quello che credevi facesse... ovvero si è staccato dall'asfalto lasciando le sembianze del bus e riprendendosi le sue da aereo!!!! Forse solo l'aver trattenuto il fiato stringendo i denti con troppa enfasi può averti scatenato dolori ben più forti della sensazione di 0,2 g in più della tua esistenza...e le sensazioni dell'attacco di panico sono così terribili e così immediate che non è facile pensare che possano essere solo inconscio...
... e visto che sei così sicuro che la colpa è del decollo che il tuo corpo si prepara anche giorni prima per esplodere in quell'attimo...
Credi possa avere una logica il mio ragionamento???? Certo... rispondere sì alla mia domanda significa dover fare un gran passo avanti per accettare che il problema è dentro te e non per colpa di qualcosa d'altro...
...
OK... sono andata troppo veloce... io ci ho messo quasi 2 anni...

ciao grazie! Beh posso dirti che non nego la mia paura del volo in todo..però nel momento in cui l'aereo si allinea fino all'atterraggio riesco a sopportare abbastanza bene l'aspetto psicologico, ovviamente suppongo che se incontrassi una turbolenza mi spaventerei sicuramente..però se mi dicessi che hanno inventato una pillola che ti anestetizza per due minuti con effetto che svanisce al raggiungimento della quota crociera mi sentirei molto ma molto meglio. Ildottore mi ha prescritto delle gocce per calmare almeno le mie ansie psichiche

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2180
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Re: PAURA E SOFFERENZA FISICA DURANTE IL DECOLLO PER LA FORZA G

Messaggio da la franci » 6 aprile 2012, 14:53

Bravo... riconoscerle è già un gran passo avanti... anche perchè in questo post riconosci che forse l'aereo non è la causa dei tuoi dolori fisici... Io ho il TERRORE di volare... non perchè ha paura che l'aereo possa farmi del male... ma perchè sono terrorizzata dall'idea di provare quella terribile sensazione di malessere che non sono capace di gestire e che mi sembra che mi stia facendo impazzire e morire allo stesso tempo...
E' stato un cammino lunghissimo... dalla fobia, al terrore, alla paura, al non piacere e al godersi il volo!!! Già perchè adesso per me volare è stupendo... ma preparo ogni volo con largo anticipo cercando di lasciare che il mio corpo si lasci influenzare solo da argomentazioni positive... eppure volare per me è ancora così difficile...
Il cammino è diverso per ognuno di noi fifoni perchè sono diverse le cause che ci portano ad avere fobia di volare!!! Se fosse veramente soltanto la paura di cadere basterebbe leggere una statistica per razionalizzare che l'aereo è in assoluto il mezzo più sicuro, eppure a nessuno di noi i numeri convincono... ci attacchiamo a frasi come "non posso guidarlo io"; "non ho la terra sotto i piedi"; "i terroristi sono sempre in agguato"; "in Italia non funziona nulla, vuol dire che non funzionano nemmeno i controlli prima dei voli"; "la fusoliera è troppo stretta, mi sembra di soffocare"... e via di seguito... per nascondere il vero problema che è dentro di noi... L'aereo è soltanto il focus su cui convergono altri problemi che sono dentro di noi... Sono così tutte le fobie, mica soltanto questa...

merovingio240481
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 8
Iscritto il: 5 aprile 2012, 12:10

Re: PAURA E SOFFERENZA FISICA DURANTE IL DECOLLO PER LA FORZA G

Messaggio da merovingio240481 » 6 aprile 2012, 15:47

la franci ha scritto:Bravo... riconoscerle è già un gran passo avanti... anche perchè in questo post riconosci che forse l'aereo non è la causa dei tuoi dolori fisici... Io ho il TERRORE di volare... non perchè ha paura che l'aereo possa farmi del male... ma perchè sono terrorizzata dall'idea di provare quella terribile sensazione di malessere che non sono capace di gestire e che mi sembra che mi stia facendo impazzire e morire allo stesso tempo...
E' stato un cammino lunghissimo... dalla fobia, al terrore, alla paura, al non piacere e al godersi il volo!!! Già perchè adesso per me volare è stupendo... ma preparo ogni volo con largo anticipo cercando di lasciare che il mio corpo si lasci influenzare solo da argomentazioni positive... eppure volare per me è ancora così difficile...
Il cammino è diverso per ognuno di noi fifoni perchè sono diverse le cause che ci portano ad avere fobia di volare!!! Se fosse veramente soltanto la paura di cadere basterebbe leggere una statistica per razionalizzare che l'aereo è in assoluto il mezzo più sicuro, eppure a nessuno di noi i numeri convincono... ci attacchiamo a frasi come "non posso guidarlo io"; "non ho la terra sotto i piedi"; "i terroristi sono sempre in agguato"; "in Italia non funziona nulla, vuol dire che non funzionano nemmeno i controlli prima dei voli"; "la fusoliera è troppo stretta, mi sembra di soffocare"... e via di seguito... per nascondere il vero problema che è dentro di noi... L'aereo è soltanto il focus su cui convergono altri problemi che sono dentro di noi... Sono così tutte le fobie, mica soltanto questa...
Spero di superarle..però ripeto, la prima volta che presi l'aereo psicologicamente ero tranquillissimo, la paura mi è venuta dopo quel decollo..e tutti gli altri. Spero di trovare un pilota che si alzi lentamente :roll:

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15476
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: PAURA E SOFFERENZA FISICA DURANTE IL DECOLLO PER LA FORZA G

Messaggio da JT8D » 6 aprile 2012, 16:12

A mio parere non ha nessuna attinenza il pilota che troverai, e se si alza lentamente o meno. Per prima cosa devi escludere qualsiasi problema fisico che può causare la sintomatologia da te riportata, e da quanto ho letto il tuo medico ha escluso problemi fisici. Sono completamente d'accordo con quanto ti ha riferito nei post sopra l'amico Flyingbrandon: anche a me viene da pensare che durante la prima manifestazione dei sintomi tu eri raffreddato, e quindi potevano esserci fastidi (anche se prevalentemente in discesa, e non dovuto alle accelerazioni ma alle variazioni di pressione dovute alla pressurizzazione), e che in seguito il problema si è manifestato per effetto nocebo, perchè te lo aspettavi e perchè eri convinto di stare male. Altra cosa, il numero di g che incassi su un volo di linea è piccolissimo, non sei mica su un Eurofighter durante un display acrobatico, mi riesce difficilissimo pensare che una tale irrisoria accelerazione possa creare una sintomatologia così pesante come la descrivi. Tra l'altro, come detto giustamente da Flyingbrandon, durante la salita il sangue defluisce dalla testa, non va alla testa, cosa che accade in discesa, ma comunque con le accelerazioni che subisci in un volo di linea sono modificazioni irrisorie e trascurabili.

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

merovingio240481
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 8
Iscritto il: 5 aprile 2012, 12:10

Re: PAURA E SOFFERENZA FISICA DURANTE IL DECOLLO PER LA FORZA G

Messaggio da merovingio240481 » 6 aprile 2012, 16:27

JT8D ha scritto:A mio parere non ha nessuna attinenza il pilota che troverai, e se si alza lentamente o meno. Per prima cosa devi escludere qualsiasi problema fisico che può causare la sintomatologia da te riportata, e da quanto ho letto il tuo medico ha escluso problemi fisici. Sono completamente d'accordo con quanto ti ha riferito nei post sopra l'amico Flyingbrandon: anche a me viene da pensare che durante la prima manifestazione dei sintomi tu eri raffreddato, e quindi potevano esserci fastidi (anche se prevalentemente in discesa, e non dovuto alle accelerazioni ma alle variazioni di pressione dovute alla pressurizzazione), e che in seguito il problema si è manifestato per effetto nocebo, perchè te lo aspettavi e perchè eri convinto di stare male. Altra cosa, il numero di g che incassi su un volo di linea è piccolissimo, non sei mica su un Eurofighter durante un display acrobatico, mi riesce difficilissimo pensare che una tale irrisoria accelerazione possa creare una sintomatologia così pesante come la descrivi. Tra l'altro, come detto giustamente da Flyingbrandon, durante la salita il sangue defluisce dalla testa, non va alla testa, cosa che accade in discesa, ma comunque con le accelerazioni che subisci in un volo di linea sono modificazioni irrisorie e trascurabili.

Paolo
Grazie Paolo..spero che abbiate ragione e che derivi esclusivamente da fattori psicologici, In ogni caso io ricordo quella sensazione e già ora mi vengono i brividi. E' come se sentissi delle spinte ad ondate di 4-5 secondi in cui lo stomaco e la testa volessero uscire fuori dal mio corpo. Non riesco a descriverlo in modo più sensato se non come il fastidio che provo con l'accelerazione g o una forte pressione alla testa se ad esempio accelerate con una macchina sportiva in curva. Avete presente quando si prende un dosso con la macchina mentre si corre ad alta velocità? io provo quella stessa sensazione non solo allo stomaco, ma su tutto il corpo e specialmente alla testa ma ad ondate di 4-5 secondi. E' come se il pilota schiacciasse l'acceleratore e poi rallentasse, per poi riaccelerare, questo finchè non giunge ad una quota da crociera e si allinea.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11150
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: PAURA E SOFFERENZA FISICA DURANTE IL DECOLLO PER LA FORZA G

Messaggio da flyingbrandon » 6 aprile 2012, 17:28

merovingio240481 ha scritto: Grazie Paolo..spero che abbiate ragione e che derivi esclusivamente da fattori psicologici, In ogni caso io ricordo quella sensazione e già ora mi vengono i brividi. E' come se sentissi delle spinte ad ondate di 4-5 secondi in cui lo stomaco e la testa volessero uscire fuori dal mio corpo. Non riesco a descriverlo in modo più sensato se non come il fastidio che provo con l'accelerazione g o una forte pressione alla testa se ad esempio accelerate con una macchina sportiva in curva. Avete presente quando si prende un dosso con la macchina mentre si corre ad alta velocità? io provo quella stessa sensazione non solo allo stomaco, ma su tutto il corpo e specialmente alla testa ma ad ondate di 4-5 secondi. E' come se il pilota schiacciasse l'acceleratore e poi rallentasse, per poi riaccelerare, questo finchè non giunge ad una quota da crociera e si allinea.
Nessuno mette in dubbio che tu abbia davvero quegli effetti. Tu non mettere in dubbio che la "causa" sia di origine psicologica. Detto questo...togli il "spero che abbiate ragione" visto che hai anche fatto accertamenti medici e non hai nessun tipo di disturbo e, soprattutto, non farti venire i brividi fin da adesso altrimenti sicuramente vivrai quelle sensazioni fisiche....ma solo perché lo decidi tu.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

merovingio240481
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 8
Iscritto il: 5 aprile 2012, 12:10

Re: PAURA E SOFFERENZA FISICA DURANTE IL DECOLLO PER LA FORZA G

Messaggio da merovingio240481 » 6 aprile 2012, 17:38

flyingbrandon ha scritto:
merovingio240481 ha scritto: Grazie Paolo..spero che abbiate ragione e che derivi esclusivamente da fattori psicologici, In ogni caso io ricordo quella sensazione e già ora mi vengono i brividi. E' come se sentissi delle spinte ad ondate di 4-5 secondi in cui lo stomaco e la testa volessero uscire fuori dal mio corpo. Non riesco a descriverlo in modo più sensato se non come il fastidio che provo con l'accelerazione g o una forte pressione alla testa se ad esempio accelerate con una macchina sportiva in curva. Avete presente quando si prende un dosso con la macchina mentre si corre ad alta velocità? io provo quella stessa sensazione non solo allo stomaco, ma su tutto il corpo e specialmente alla testa ma ad ondate di 4-5 secondi. E' come se il pilota schiacciasse l'acceleratore e poi rallentasse, per poi riaccelerare, questo finchè non giunge ad una quota da crociera e si allinea.
Nessuno mette in dubbio che tu abbia davvero quegli effetti. Tu non mettere in dubbio che la "causa" sia di origine psicologica. Detto questo...togli il "spero che abbiate ragione" visto che hai anche fatto accertamenti medici e non hai nessun tipo di disturbo e, soprattutto, non farti venire i brividi fin da adesso altrimenti sicuramente vivrai quelle sensazioni fisiche....ma solo perché lo decidi tu.
Ciao!
Non era per essere saccente, quel speriamo che..

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11150
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: PAURA E SOFFERENZA FISICA DURANTE IL DECOLLO PER LA FORZA G

Messaggio da flyingbrandon » 6 aprile 2012, 17:44

merovingio240481 ha scritto:
Non era per essere saccente, quel speriamo che..
Non l'ho sottolineato per quello...
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Nick_00
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 2
Iscritto il: 11 maggio 2019, 19:05

Re: PAURA E SOFFERENZA FISICA DURANTE IL DECOLLO PER LA FORZA G

Messaggio da Nick_00 » 12 settembre 2019, 11:46

merovingio240481 ha scritto:Salve a tutti ragazzi, signori, signore...insomma chiedo un aiuto a tutti coloro che hanno la pazienza di sopportarmi.
HO PAURA DI VOLARE, ma la sensazione di terrore è troppo generica. Vi dico dettagliatamente cosa mi terrorizza e le mie caratteristiche personali:

1) Oltre alle solite paure come ad esempio schiantarsi al suolo, paura di precipitare in mare (come se ci sia differenza), paura della depressurizzazione, paura delle tempeste e perturbazioni etc etc, IL MIO TERRORE PRINCIPALE STA NELLA SOFFERENZA FISICA DELL'ACCELERAZIONE G DURANTE IL RATEO D'ASCESA DEL VELIVOLO (come sono tecnico eh? :( ) .
In pratica, nel momento in cui l'aereo si alza da terra e comincia l'ascesa, quella che per molti è una sensazione divertente come se si trattasse di una giostra per me è una sofferenza mortale. La testa mi sembra che scoppi, lo stomaco pare uscirmi dal corpo, ma credo che il dolore alla testa sia la cosa che mi fa più male in assoluto. E non so veramente cosa fare in quel momento.

2) Oltre alla fase di ascesa, terribile, soffro maledettamente anche la fase di virata quando è troppo accentuata, mentre l'atterraggio non mi crea alcuno scompenso nè fisico, nè morale, a parte un po' di fastidio quando l'aereo comincia a perdere quota..ma niente di paragonabile al decollo.

3) La distinzione tra paura di volare e sofferenza fisica è ben delineata e posso dimostrarvelo in base alle mie esperienze di volo passate: Ho preso l'aereo 6 volte in tutta la mia vita. La prima volta Roma - Praga, in gita scolastica, ero addirittura eccitato di volare, credevo fosse come andare su un pulmann ma a 10000 piedi di altezza, nei momenti precedenti al decollo, ero felice e sereno. Ma non appena l'aereo staccò da terra cominciai a provare dolore alla testa e ricordo benissimo che urlai dalla disperazione..fu del tutto improvviso. Il viaggio di ritorno fu ancora più tremendo perchè sapevo cosa mi aspettasse. Le stesse sensazioni le ho provate in entrambi i voli A/R ROma Londra per un viaggio con amici di piacere.. L'unico doppio volo abbastanza sopportabile, ossia dove ho sofferto meno durante il decollo è stato quello Roma- Madrid con la easy jet. Ho provato a darmi delle spiegazioni, e l'unica cosa a cui sono giunto è che l'airbus easy jet faccia un rateo d'ascesa molto più graduale, e quindi non ho sofferto quel dolore lancinante alla testa. Mi ricordo che chiesi ad una mia amica se fossimo ancora sulla pista e lei mi disse che in realtà stavamo salendo. Insomma, mentre in questo volo, l'aereo ha impiegato circa due minuti a salire in quota, con Alitalia e Ryanair impiegò una trentina di secondi.

4) Ho provato a chiedere al mio medico se soffrissi di pressione alta, o avessi qualche problema simile, e lui mi ha sempre tranquillizzato a riguardo. L'unica cosa che posso dirvi è che ho uno stomaco abbastanza fragile, soffro il mal d'auto, il mal di mare, e se mi fate fare un giro su una porsche e accelerate in curva riprovo quelle sensazioni alla testa ma in modo più sopportabile rispetto all'aereo.

5)il 18 aprile vado a Barcellona, per amore...mi serve veramente un sostegno morale perchè sarà il mio primo volo in solitudine, e purtroppo niente airbus easy jet, rivolerò con ryanair..Io posso superare le mie paure del volo..quelle che hanno un po' tutti, ma proprio non riesco a gestire quel dolore nel decollo. E' come se mi chiedeste se ho paura di un pugno in faccia...Insomma, già so che mi farà male perchè è una questione proprio fisica anzichè psicologica.
io so esattamente quello che provi perchè ho lo stesso tuo problema,e ti assicuro che non si tratta di un problema psicologico

pasubius
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 17
Iscritto il: 14 luglio 2017, 10:46

Re: PAURA E SOFFERENZA FISICA DURANTE IL DECOLLO PER LA FORZA G

Messaggio da pasubius » 12 settembre 2019, 12:35

Nick_00 ha scritto: io so esattamente quello che provi perchè ho lo stesso tuo problema,e ti assicuro che non si tratta di un problema psicologico
E bravo Nick! In due righe hai mandato in frantumi tutti gli sforzi fatti finora .............. :mrgreen:

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11150
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: PAURA E SOFFERENZA FISICA DURANTE IL DECOLLO PER LA FORZA G

Messaggio da flyingbrandon » 12 settembre 2019, 15:00

Nick_00 ha scritto: io so esattamente quello che provi perchè ho lo stesso tuo problema,e ti assicuro che non si tratta di un problema psicologico
Il fatto che un disturbo sia di natura psicosomatica non significa affatto che sia meno intenso o che sia un disturbo di “serie B”. Se dagli esami non si è evidenziato nulla di patologico o anomalo ,a livello biologico, è molto probabile che sia di natura squisitamente psicosomatica. Tieni presente che ormai non c’è più una netta distinzione tra Psiche e Fisico...proprio a livello scientifico...sull’origine di qualcosa....tranne che per una azione meccanica, tipo frattura, di cui si conosce esattamente l’origine. La stessa influenza, causata da un VIrus, ha a che fare anche con il tuo benessere psichico / fisico del momento....perchè la psiche influisce notevolmente sul sistema immunitario. Ma in casi come questo è abbastanza semplice escludere la componente fisica e non ti rimane che quella psicologica. I problemi fisici hanno ripercussioni sulla sfera psicologica e viceversa.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Nick_00
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 2
Iscritto il: 11 maggio 2019, 19:05

Re: PAURA E SOFFERENZA FISICA DURANTE IL DECOLLO PER LA FORZA G

Messaggio da Nick_00 » 19 settembre 2019, 21:04

flyingbrandon ha scritto:
12 settembre 2019, 15:00
Nick_00 ha scritto: io so esattamente quello che provi perchè ho lo stesso tuo problema,e ti assicuro che non si tratta di un problema psicologico
Il fatto che un disturbo sia di natura psicosomatica non significa affatto che sia meno intenso o che sia un disturbo di “serie B”. Se dagli esami non si è evidenziato nulla di patologico o anomalo ,a livello biologico, è molto probabile che sia di natura squisitamente psicosomatica. Tieni presente che ormai non c’è più una netta distinzione tra Psiche e Fisico...proprio a livello scientifico...sull’origine di qualcosa....tranne che per una azione meccanica, tipo frattura, di cui si conosce esattamente l’origine. La stessa influenza, causata da un VIrus, ha a che fare anche con il tuo benessere psichico / fisico del momento....perchè la psiche influisce notevolmente sul sistema immunitario. Ma in casi come questo è abbastanza semplice escludere la componente fisica e non ti rimane che quella psicologica. I problemi fisici hanno ripercussioni sulla sfera psicologica e viceversa.
Ciao!
gli esami non evidenziano nulla perchè non sanno bene cosa cercare.il mio disturbo( e credo sia uguale a quello sopracitato,da come ha descritto la senzazione provata) dura solo qualche minuto ma è veramente devastante e si presenta esattamente al momento del decollo. se fosse una cosa psicologica data dalla paura di volare credo che durerebbe per la maggior parte del volo , invece durante il tragitto e nella discesa sto benissimo e mi godo tranquillamente il viaggio.E un'altra cosa che elimina senza più alcun dubbio la possibilità che si tratti di una fattore psicosomatico è che la stessa identica sofferenza(meno prolungata) mi è capitata in auto con un amico mentre faceva delle manovre da rally (nell'appunto: girotondo in retro a tavoletta) anche in quel caso dopo qualche istante di fortissimo malessere tutto è tornato alla normalità

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6681
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: PAURA E SOFFERENZA FISICA DURANTE IL DECOLLO PER LA FORZA G

Messaggio da Lampo 13 » 19 settembre 2019, 21:10

fatti controllare il sistema vestibolare, i G non c'entrano nulla.

Avatar utente
Dylan666
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 189
Iscritto il: 10 luglio 2018, 18:01
Località: Oristano

Re: PAURA E SOFFERENZA FISICA DURANTE IL DECOLLO PER LA FORZA G

Messaggio da Dylan666 » 20 settembre 2019, 9:47

Nick_00 ha scritto:
19 settembre 2019, 21:04
E un'altra cosa che elimina senza più alcun dubbio la possibilità che si tratti di una fattore psicosomatico è che la stessa identica sofferenza(meno prolungata) mi è capitata in auto con un amico mentre faceva delle manovre da rally (nell'appunto: girotondo in retro a tavoletta) anche in quel caso dopo qualche istante di fortissimo malessere tutto è tornato alla normalità
Scusa ma questa tua esperienza da rally non smentisce che il tuo possa essere anche un problema psicosomatico, dovuto nel caso ad eccessiva emozione, che comunque normalmente si prova anche in auto con certe manovre spericolate.
In poche parole il dolore (fisico e reale) è generato dal cervello (sempre) a volte per stimolazione meccanica (come ha detto Brandon a proposito di fratture o scottature ecc) a volte per stimolazione psichica come panico o ansia.
Se il sistema vestibolare suggerito da Lampo è a posto, se non hai sinusite o infiammazioni, se non hai malformazioni congenite (visibilissime ad una tac) il problema è sempre la mente.
Pensa che io avevo un collega all'università, che il giorno degli esami aveva sempre un mal di schiena lancinante all'altezza delle vertebre dorsali (diverso dalle solite coliti, mal di testa, nauesee ecc di tutti gli altri :lol: ), mesi di esami e controesami e alla fine era tutto generato dall'ansia, che non si manifestava in altro modo, nemmeno con tachicardia o sudori freddi.Solo dolore alla schiena, null'altro.Dopo aver dato l'esame, passava tutto.
Magari nel vostro caso la paura è inconsciamente data dal decollo (che notoriamente è il momento più "delicato" del volo, non voglio dire pericoloso o Brandon mi cazzia, perchè nell'aereo e nel volo non c'è niente di pericoloso :mrgreen: ).

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9558
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: PAURA E SOFFERENZA FISICA DURANTE IL DECOLLO PER LA FORZA G

Messaggio da tartan » 20 settembre 2019, 14:28

Vorrei fare un intervento che mi esce dal cuore. Mia moglie NON aveva paura di volare, però soffriva di mal di mare in un modo eccessivo, forse! Quando eravamo fidanzati e volevo portarla lontano dalla spiaggia e voi capite perchè, anche se mi riusciva i risultati non erano dei migliori. Poi ci siamo sposati e il mal di mare che è molto simile al mal d'aria è rimasto ma mia moglie mi ha sempre seguito, questa volta seza presunti sottintesi. Però, quando in volo si presentavano turbolenze, lei stava male fisicamente. Una volta, durante un viaggio verso Bangkoch, con una compagnia Thai, si senti male e l'equipaggio fu costretto a fornirla di una maschera di ossigeno. Quando mi seguì in Sardegna perchè lavoravo per Meridiana, si sntì male sul traghetto e dovette intrvenire il dottore. Lei aveva paura di volare così come aveva paura di andare in mare, però, se c'era un motivo reale era disposta anche a sentirsi male.
Quanti di voi sono disposti a tanto , non per vincere la paura di volare che è un non senso, ma per volare per amore o per risolvere anche problemi di lavoro?
In poche parole, aver paura di volare non significa aver paura di vivere, ma è solo un ostacolo in più. Quanto ti interessa vivere? Ma vivere sul serio, non per dire ai tuoi amici che sei stato a Saint Martin a fatti fottere dagli scarichi degli aerei!
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Dylan666
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 189
Iscritto il: 10 luglio 2018, 18:01
Località: Oristano

Re: PAURA E SOFFERENZA FISICA DURANTE IL DECOLLO PER LA FORZA G

Messaggio da Dylan666 » 20 settembre 2019, 15:37

tartan ha scritto:
20 settembre 2019, 14:28
Quanti di voi sono disposti a tanto , non per vincere la paura di volare che è un non senso, ma per volare per amore o per risolvere anche problemi di lavoro?
Io sarei disposto, lo posso dire perchè mi è già capitato.Come ho paura dell'aereo ho quasi la stessa paura della nave e forse ancora maggiore è la paura del treno, specie di quelli veloci, ma in caso di necessità vera partirei anche adesso, costi quello che costi.
In poche parole forse ci "adagiamo" sulla bambagia delle nostre fobie :|

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11150
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: PAURA E SOFFERENZA FISICA DURANTE IL DECOLLO PER LA FORZA G

Messaggio da flyingbrandon » 20 settembre 2019, 23:52

Nick_00 ha scritto:
19 settembre 2019, 21:04

gli esami non evidenziano nulla perchè non sanno bene cosa cercare.il mio disturbo( e credo sia uguale a quello sopracitato,da come ha descritto la senzazione provata) dura solo qualche minuto ma è veramente devastante e si presenta esattamente al momento del decollo. se fosse una cosa psicologica data dalla paura di volare credo che durerebbe per la maggior parte del volo , invece durante il tragitto e nella discesa sto benissimo e mi godo tranquillamente il viaggio.
Ma lo saprai ben tu se hai paura o meno dell’aereo no? Comunque no...c’è chi ha paura prima del volo, chi durante, chi in decollo chi in atterraggio...insomma “dipende”.... :D
Nick_00 ha scritto:
19 settembre 2019, 21:04
E un'altra cosa che elimina senza più alcun dubbio la possibilità che si tratti di una fattore psicosomatico è che la stessa identica sofferenza(meno prolungata) mi è capitata in auto con un amico mentre faceva delle manovre da rally (nell'appunto: girotondo in retro a tavoletta) anche in quel caso dopo qualche istante di fortissimo malessere tutto è tornato alla normalità
Come ha detto Dylan, questo non prova che sia di natura psicosomatica o meno...e , se hai dei dubbi sul tuo apparato vestibolare, vai pure a fare una visita specifica così ti togli questo dubbio. Comunque , a livello di accelerazioni, su un aereo di linea al decollo, come ha detto Lampo, dubito fortemente che sia una questione di G...non stiamo parlando di acrobazia aerea...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Giutreas
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 304
Iscritto il: 1 febbraio 2018, 16:11
Località: Roma

Re: PAURA E SOFFERENZA FISICA DURANTE IL DECOLLO PER LA FORZA G

Messaggio da Giutreas » 25 settembre 2019, 11:03

A me la paura del decollo ha portato nelle prime fasi del volo (la prima parte della salita soprattutto) a dei giramenti di testa. Però quando mi è capitato di volare più spesso a distanza di pochi giorni tra un viaggio e l'altro, questa sensazione si è attenuata, anzi è praticamente scomparsa. Nel mio caso credo sia dipeso dall'ansia, perché quando sei teso hai un irrigidimento delle gambe e del collo, non respiri come dovresti e quindi tutte quelle prime sensazioni possono essere scambiate per un malessere fisico. Durante la discesa, quando di solito sono molto rilassato questi giramenti di testa non li avverto. Eppure dovrei avvertirli. In conclusione sono sensazioni che la nostra testa amplifica o ridimensiona a seconda del nostro stato d'animo.
Oggi è il domani che tanto ti preoccupava ieri.

Avatar utente
Dylan666
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 189
Iscritto il: 10 luglio 2018, 18:01
Località: Oristano

Re: PAURA E SOFFERENZA FISICA DURANTE IL DECOLLO PER LA FORZA G

Messaggio da Dylan666 » 25 settembre 2019, 12:33

Giutreas ha scritto:
25 settembre 2019, 11:03
sensazioni possono essere scambiate per un malessere fisico.
Non "possono essere scambiate", sono un malessere fisico a tutti gli effetti.E' la causa che è mentale e non meccanica.

Avatar utente
Giutreas
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 304
Iscritto il: 1 febbraio 2018, 16:11
Località: Roma

Re: PAURA E SOFFERENZA FISICA DURANTE IL DECOLLO PER LA FORZA G

Messaggio da Giutreas » 25 settembre 2019, 15:46

Esatto.
Oggi è il domani che tanto ti preoccupava ieri.

Rispondi