attacco di panico

La fobia del volo: dubbi comuni, cause, soluzioni.
Vincere la Paura di Volare con MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1968
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: attacco di panico

Messaggio da camicius » 13 novembre 2012, 9:08

Matteo Bevilacqua ha scritto: Che significa che la spinta di salita è spesso inferiore a quella di decollo?
Che dopo il decollo, passando una certa quota, si toglie un po' di potenza, ché tanto non serve. E non è che il pilota dice "tiro giù due tacche" così a caso: viene tutto calcolato prima del decollo, e molto spesso gestito dal pilota automatico.
Matteo Bevilacqua ha scritto: Esistono caso in cui la salita e tutta al massimo?
La spinta massima si può tenere continuativamente per cinque minuti, poi è obbligatorio ridurla. E comunque è bene tenerla il meno possibile, e lo spiego dopo.
Ma è chiaro che non è che dopo 5 minuti i motori si fondono. È che i motori la compagnia li vuole usare per un po' di tempo, non per un volo solo...
Matteo Bevilacqua ha scritto: La potenza di decollo rimane sempre massima però,vero?
No.
Quando le situazioni lo consentono (lunghezze di pista, meteo, pressione dell'aria), si preferisce decollare con una spinta inferiore. Si stressano meno i motori, che durano di più e si rompono di meno, si fa meno rumore (e i vicini ringraziano), si consuma meno carburante, che costa.
Il tutto dentro parametri di sicurezza calcolati. Se sono pesante, fa caldo, sta arrivando brutto tempo (c'è bassa pressione), magari sono in un aeroporto in quota, ecco, si usa la potenza massima. Ma se è una bella giornata d'inverno, alta pressione, freddo becco, al livello del mare e su una pista di sei km, e con dieci nodi di vento in faccia, la potenza massima non serve, e si usa un settaggio di potenza inferiore.


ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: attacco di panico

Messaggio da flyingbrandon » 13 novembre 2012, 11:40

Matteo Bevilacqua ha scritto: Che significa che la spinta di salita è spesso inferiore a quella di decollo?
Esistono caso in cui la salita e tutta al massimo?
La potenza di decollo rimane sempre massima però,vero?
No, quasi mai si decolla con spinta massima. Solitamente è piu alta di quella di salita ma se sei abbastanza vuoto, capita di avere la spinta di decollo e di salita che combaciano. Con certi modelli che abbiamo in flotta, in base al software che ci calcola le performance, si possono avere flex superiori , quindi spinte ridotte, che sono inferiori a quelle di salita. Per questo ho detto..."di solito"... :D
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
flyforever85
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1381
Iscritto il: 23 aprile 2006, 5:07
Località: Dayton, OH

Re: attacco di panico

Messaggio da flyforever85 » 13 novembre 2012, 22:58

prenditi qualche indirizzo di buoni ristoranti che vado a Berlino l'ultimo dell'anno!!!
"Una volta che avrete conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perchè là siete stati e là desiderate tornare" di Leonardo da Vinci
Immagine

nastyboy1
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 19
Iscritto il: 8 ottobre 2012, 12:05

Re: attacco di panico

Messaggio da nastyboy1 » 13 novembre 2012, 23:50

Escludendo i dieci 15 minuti del decollo è stato il più bel volo della mia vita....... Sono orgoglioso!!! Grazie ragazzi!!!!!! Davvero !!!!! Marta Ogni promessa.....
Allegati
image.jpg

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1968
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: attacco di panico

Messaggio da camicius » 14 novembre 2012, 0:00

nastyboy1 ha scritto:Escludendo i dieci 15 minuti del decollo è stato il più bel volo della mia vita....... Sono orgoglioso!!! Grazie ragazzi!!!!!! Davvero !!!!! Marta Ogni promessa.....
Che spettacolo le nuvole dall'alto, e quella meraviglia tecnica che è l'ala del 320¹!!!


Ottimo per il volo!

ciao
Andrea

¹ prima che lo chiediate, anche quella del 737. E anche quella del PA28...
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: attacco di panico

Messaggio da flyingbrandon » 14 novembre 2012, 4:59

nastyboy1 ha scritto:Escludendo i dieci 15 minuti del decollo è stato il più bel volo della mia vita....... Sono orgoglioso!!! Grazie ragazzi!!!!!! Davvero !!!!! Marta Ogni promessa.....
Considerando che al termine della propria vita una qualsiasi persona potrebbe dire "a parte il momento del parto ho vissuto alla grande"...che dire....complimenti a te e...al ritorno....goditi anche quei 15 minuti.... :D
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2550
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: attacco di panico

Messaggio da MartaP » 14 novembre 2012, 9:36

nastyboy1 ha scritto:Escludendo i dieci 15 minuti del decollo è stato il più bel volo della mia vita....... Sono orgoglioso!!! Grazie ragazzi!!!!!! Davvero !!!!! Marta Ogni promessa.....
GRANDE SIMONE !!!!!! :D :D :D :D :D
Complimenti!!!!!

E quoto anche Andrea, il mare di nuvole sotto è sempre uno spettacolo!!!!
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2550
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: attacco di panico

Messaggio da MartaP » 14 novembre 2012, 9:43

flyingbrandon ha scritto:
Considerando che al termine della propria vita una qualsiasi persona potrebbe dire "a parte il momento del parto ho vissuto alla grande"...
..io lo dirò di sicuro.... :x

..andare in giro per il mondo in aereo si, che è meglio :mrgreen: :mrgreen:
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Avatar utente
Matteo Bevilacqua
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 306
Iscritto il: 14 agosto 2012, 18:00

Re: attacco di panico

Messaggio da Matteo Bevilacqua » 14 novembre 2012, 18:11

flyingbrandon ha scritto:
Matteo Bevilacqua ha scritto: Che significa che la spinta di salita è spesso inferiore a quella di decollo?
Esistono caso in cui la salita e tutta al massimo?
La potenza di decollo rimane sempre massima però,vero?
No, quasi mai si decolla con spinta massima. Solitamente è piu alta di quella di salita ma se sei abbastanza vuoto, capita di avere la spinta di decollo e di salita che combaciano. Con certi modelli che abbiamo in flotta, in base al software che ci calcola le performance, si possono avere flex superiori , quindi spinte ridotte, che sono inferiori a quelle di salita. Per questo ho detto..."di solito"... :D
Ciao!
La potenza può non essere massima anche negli aerei più grossi su una pista di 3000 metri (non dico certo saint martin :blackeye: )
TEO :P

Avatar utente
Matteo Bevilacqua
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 306
Iscritto il: 14 agosto 2012, 18:00

Re: attacco di panico

Messaggio da Matteo Bevilacqua » 14 novembre 2012, 19:18

Grande Simone.
Aaaaaaavvvvvaaaaaannnnmmttttttiiiiii così!!!!!!!!
TEO :P

nastyboy1
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 19
Iscritto il: 8 ottobre 2012, 12:05

Re: attacco di panico

Messaggio da nastyboy1 » 8 giugno 2013, 10:10

Martedi... Malpensa- Bruxelles....
giorno a tutti...... pensavo di mandarvi una nuova foto tranquillo e rilassato visto che ormai nn ho più paura e invece..... qualche piccolo problemino tecnico accaduto di recente e i media ad ingigantire il tutto mi hanno fatto tornare a scrivere e nn a pubblicare foto rilassanti. Sono stato di recente a Volandia a provare i simulatori di volo mi stavo appassionando e oggi accendo il pc.... boommm.... aereo atterraggio di emergenza a Roma( lo stesso velivolo che dovrò prendere io) qualche settimana fa atterraggio emergenza per danno ad un finestrino (stesso velivolo e stessa compagnia mia).... soobb....
DEi media non mi fido molto so che ingigantiscono il tutto.... mi spiegate esattamente cosa è successo a quel finestrino? e quello di stamattina? l'atterraggio è comunque avvenuto in "sicurezza" so che alla fine in entrambi i casi non è successo niente di grave ma penso potrei morire di cuore se mi trovassi su uno di quei voli.
:evil: Maledetti media!!!!!

Avatar utente
Tiennetti
A320 Family Captain
A320 Family Captain
Messaggi: 2154
Iscritto il: 24 maggio 2006, 13:04
Località: Hangar89
Contatta:

Re: attacco di panico

Messaggio da Tiennetti » 8 giugno 2013, 10:31

Se ricordo bene l'evento, il finestrino ha avuto uno o 2 dei 5 strati di vetro del cockpit che si sono crinati
Non è normale, diciamo, ma nemmeno da "emergenza" nella maggior parte dei casi, dove si può continuare il volo solo osservando una limitazione di velocità. L'aereo è andato infatti ad un altro aeroporto, semplicemente perchè c'era un aereo disponibile per continuare il volo mentre l'altro veniva riparato (essendo una base con meccanici e ricambi sul posto di quella compagnia).
Quasi sicuramente è successo per un malfunzionamento del sistema di riscaldamento del vetro. Questi sono infatti sempre riscaldati per aumentare la loro resistenza agli impatti, ma essendo vari strati uno dopo l'altro (circa 5cm di spessore totale, più spesso di un vetro blindato!) se uno non si riscalda uguale agli altri, la differente espansione può portare alla crinatura.
Una cosa del genere più o meno (se non sei impressionabile guarda qui http://english4aviation.pbworks.com/f/C ... shield.jpg)
La solidità strutturale non ne risente, solo la sua capacità di assorbire gli urti (di uccelli per esempio) e la pressurizzazione non ne risente.

Il caso di questa mattina è da investigare, ma comunque è un evenienza che ricordo solo in un altra occasione negli oltre 20 anni che "quel tipo di aereo" :lol: è in operazione (con quasi 6000 aerei di quel tipo prodotti). La buona riuscita dello stesso di dimostra come la preparazione dei piloti nei simulatori semestrali aiuta quando qualcuna delle operazioni non-normali avviene in volo

Per quanti riguarda "la compagnia" su cui volerai, se ho ben capito puoi proprio stare tranquillo ;) :D :D :D
David

nastyboy1
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 19
Iscritto il: 8 ottobre 2012, 12:05

Re: attacco di panico

Messaggio da nastyboy1 » 8 giugno 2013, 11:17

oh...... finalmente....... grazie sei stato davvero molto esaustivo. Sembrava fosse esploso in volo il finestrino praticamente. nel giro di 2 settimane due notizie così un pochino spaventano..... ero convinto di nn avere più timore ma mi sa che non sono ancora completamente "guarito" :( Grazie ancora

nastyboy1
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 19
Iscritto il: 8 ottobre 2012, 12:05

Re: attacco di panico

Messaggio da nastyboy1 » 8 giugno 2013, 12:22

Segnalo con orgoglio che il pilota dell'aereo di stamattina è italiano e pare dalle prime indiscrezioni che abbia fatto un numero da circo. Grazie ragazzi.

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15375
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: attacco di panico

Messaggio da JT8D » 8 giugno 2013, 16:59

nastyboy1 ha scritto:Segnalo con orgoglio che il pilota dell'aereo di stamattina è italiano e pare dalle prime indiscrezioni che abbia fatto un numero da circo. Grazie ragazzi.
Purtropo sui media stanno apparendo un mare di idiozie sull'evento di stamane. Il pilota era italiano, ok, ma la cosa non ha nessuna importanza: anche se non fosse stato italiano sarebbe stata in ogni caso una persona perfettamente addestrata e abile a fare il suo mestiere, gestione delle emergenze comrpese. Non ha fatto numeri da circo, ha fatto quello per cui è stato addestrato, e l'atterraggio con un carrello principale retratto è una cosa contemplata nelle procedure. Nessun numero da circo e nessuna manovra spericolata, ma professionalità e competenza dell'equipaggio, non solo del Comandante. E ciò è ulteriore dimostrazione della sicurezza, sia come uomini che come macchine, del sistema aeronautico.

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2550
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: attacco di panico

Messaggio da MartaP » 13 giugno 2013, 9:07

nastyboy1 ha scritto:Segnalo con orgoglio che il pilota dell'aereo di stamattina è italiano e pare dalle prime indiscrezioni che abbia fatto un numero da circo. Grazie ragazzi.
.. ricordatelo sempre, Nasty: non tener conto di quello che dicono i quotidiani sui cosiddetti "incidenti" aerei.....
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Avatar utente
cabronte
FL 500
FL 500
Messaggi: 9592
Iscritto il: 10 giugno 2008, 21:45
Località: Nelle vicinanze di MXP

Re: attacco di panico

Messaggio da cabronte » 13 giugno 2013, 9:09

MartaP ha scritto:
nastyboy1 ha scritto:Segnalo con orgoglio che il pilota dell'aereo di stamattina è italiano e pare dalle prime indiscrezioni che abbia fatto un numero da circo. Grazie ragazzi.
.. ricordatelo sempre, Nasty: non tener conto di quello che dicono i quotidiani sui cosiddetti "incidenti" aerei.....
Ben detto! :wink:
Ale

Rispondi