considerazioni sulla paura e sull'evitamento

La fobia del volo: dubbi comuni, cause, soluzioni.
Vincere la Paura di Volare con MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Vangelis
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 243
Iscritto il: 15 novembre 2012, 21:19

considerazioni sulla paura e sull'evitamento

Messaggio da Vangelis » 2 dicembre 2012, 19:55

Buonasera, essendo tornato da poco da un viaggio, volevo condividere con voi alcune considerazioni da pauroso del volo.

in passato mi è capitato svariate volte di evitare il volo, vorrei solo citarvi 2 esperienze.

nella prima, scelsi il treno, un eurostar, durante il viaggio proprio vicino a me trovammo una valigia, all'apparenza incustodita (fu bravo il controllore a rendersene conto). in quei momenti pensai "cavolo, su un aereo difficilmente sarebbe successo" (scoprimmo che il bagaglio era di un "viaggiatore distratto" per dirla con Raf)

la seconda volta ad agosto, questa volta presi il pullman, viaggio lunghissimo, 14 ore...durante la sosta in autogrill, perdiamo un passaggero :shock: dietrofront dopo un'ora, tuttavia, arriviamo in orario! :shock: non vi dico nemmeno quali velocità si siano raggiunte in quel viaggio.

ecco, solo per constatare come certe volte, proprio per sfuggire ad un pericolo immaginario, ci si infili in situazioni che pericolose lo sono davvero.

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2550
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: considerazioni sulla paura e sull'evitamento

Messaggio da MartaP » 3 dicembre 2012, 11:46

Vangelis ha scritto: ..nella prima, scelsi il treno, un eurostar, durante il viaggio proprio vicino a me trovammo una valigia, all'apparenza incustodita (fu bravo il controllore a rendersene conto). in quei momenti pensai "cavolo, su un aereo difficilmente sarebbe successo" (scoprimmo che il bagaglio era di un "viaggiatore distratto" per dirla con Raf).... solo per constatare come certe volte, proprio per sfuggire ad un pericolo immaginario, ci si infili in situazioni che pericolose lo sono davvero.
Hai ragione,
anche a me è capitato una volta, in treno, di trovare una valigia incustodita: un trolley di media grandezza, lasciato vicino all' uscita. Era appena successa la strage a Madrid ed effettivamente quella valigia lasciata lì era un po' inquietante.

Io sarei favorevole a maggiori controlli sui treni (nei mezzi pubblici in generale): dopotutto il rischio di trovarsi seduti vicino ad un psicopatico armato è molto maggiore in questi contesto, visto che in aereo è praticamente impossibile salire a bordo con mezzi contundenti, ed inoltre ad ogni bagaglio deve corrispondere un passeggero, altrimenti il bagaglio viene sbarcato....
cosa che non capita nei treni o negli autobus...:roll:
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Vangelis
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 243
Iscritto il: 15 novembre 2012, 21:19

Re: considerazioni sulla paura e sull'evitamento

Messaggio da Vangelis » 3 dicembre 2012, 16:22

infatti, in Spagna il bagaglio viene sottoposto a controllo radiogeno, anche in treno.

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2550
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: considerazioni sulla paura e sull'evitamento

Messaggio da MartaP » 3 dicembre 2012, 19:06

Davvero??
Ma che bravi, questa non la sapevo proprio! :roll:

PS:..come in Italia, eh......tra 30 anni (forse......) :twisted:

...gira e rigira, alla fine volare è sempre più sicuro dei viaggi in treno e dei viaggi in auto....
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Avatar utente
cabronte
FL 500
FL 500
Messaggi: 9592
Iscritto il: 10 giugno 2008, 21:45
Località: Nelle vicinanze di MXP

Re: considerazioni sulla paura e sull'evitamento

Messaggio da cabronte » 3 dicembre 2012, 20:59

MartaP ha scritto:

...gira e rigira, alla fine volare è sempre più sicuro dei viaggi in treno e dei viaggi in auto....
Si, questo è certo!
Tra gli psicopatici sui treni e i BIIIIIIIIIIIIIIPPP che vanno come dei pazzi in auto senza rispettare varie segnaletiche e precedenze, l' aereo è decisamente il mezzo più sicuro! :wink:
Ale

Vangelis
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 243
Iscritto il: 15 novembre 2012, 21:19

Re: considerazioni sulla paura e sull'evitamento

Messaggio da Vangelis » 4 dicembre 2012, 10:23

idem per la metro, intanto, come possiamo fare?

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2550
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: considerazioni sulla paura e sull'evitamento

Messaggio da MartaP » 4 dicembre 2012, 18:45

pregare e sperare? :roll: :mrgreen:
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Vangelis
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 243
Iscritto il: 15 novembre 2012, 21:19

Re: considerazioni sulla paura e sull'evitamento

Messaggio da Vangelis » 4 dicembre 2012, 18:48

e mi sa di si, ad ogni modo, tra poco ci sarà il mio primo volo intercontinentale!!!! :mrgreen: speriamo non scambino il mio pannolone con un'arma chimica...

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2550
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: considerazioni sulla paura e sull'evitamento

Messaggio da MartaP » 6 dicembre 2012, 8:45

ti prego....cerca di avere pensieri un po' più soavi..... :roll:
l'associazione "volo intercontinentale - pannolone" è orripilante..
non puoi fare di meglio ??? :mrgreen:

a proposito, non mi ricordo più: dov'è che vai, di bello??? :bounce:
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Vangelis
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 243
Iscritto il: 15 novembre 2012, 21:19

Re: considerazioni sulla paura e sull'evitamento

Messaggio da Vangelis » 23 dicembre 2012, 11:02

scusa per il ritardo! non mi ero proprio accorto del post!

si ne convengo sull'orripilante associazione di cui sopra. :mrgreen: vado a Bogotà...per una ragazza! il soggetto di un mio racconto :oops:

Rispondi