Volo in Malesia

La fobia del volo: dubbi comuni, cause, soluzioni.
Vincere la Paura di Volare con MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
fiorerrante
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 31
Iscritto il: 29 aprile 2010, 1:58

Volo in Malesia

Messaggio da fiorerrante » 4 febbraio 2013, 13:10

Buongiorno a tutti,

Ritorno a scrivere dopo tanto tempo. Ho sofferto in passato della paura del volo e questo forum, insieme a vicende personali, mi ha aiutato a tirarmene fuori. Adesso torno qui di tanto in tanto per leggere le esperienze e le emozioni delle persone che scrivono. Ma ho deciso di esprimermi nuovamente perché tra qualche mese volerò in Malesia e sarà il mio primo volo fuori dallo spazio europeo. Se ci penso non ho angosce particolari, ma vengo qui per una sorta di prevenzione. Diciamo che da qualche anno mi sono trasferita all'estero e l'aereo è diventato un po' come l'autobus che bisogna prendere ogni tot per ritornare a casa, e quindi mi sono detta che la mia "non paura" potrebbe essere legata all'abitudine di qualcosa che credo di conoscere e che è diventata quasi familiare.
Inoltre non ho mai viaggiato in aereo per più di 3h e mezzo, e questa volta invece il volo sarà piuttosto lungo. Devo ammettere che non ho ben capito quanto durerà, ma so che è un volo operato da Qatar da Parigi a Kuala Lumpur, con scalo a Doha. Qualcuno di voi ha notizie da darmi sulla durata del volo, e anche dei consigli pratici sui voli lunghi? Ho sentito dire che si possono provare dei fastidi alle gambe, me lo confermate? E cosa si potrebbe fare per evitarli? E in ultimo, qualcuno che abbia visitato la Malesia e abbia voglia di darmi delle dritte?
Grazie mille a tutti.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Volo in Malesia

Messaggio da flyingbrandon » 4 febbraio 2013, 15:55

fiorerrante ha scritto:Buongiorno a tutti,

Diciamo che da qualche anno mi sono trasferita all'estero e l'aereo è diventato un po' come l'autobus che bisogna prendere ogni tot per ritornare a casa, e quindi mi sono detta che la mia "non paura" potrebbe essere legata all'abitudine di qualcosa che credo di conoscere e che è diventata quasi familiare.
Inoltre non ho mai viaggiato in aereo per più di 3h e mezzo, e questa volta invece il volo sarà piuttosto lungo.
Fammi capire una cosa...ora ti chiedi qualcosa sulla "non paura"? Perché cerchi in ogni modo di fartela tornare? La lunghezza non cambia...se non hai paura 1 ora non ne hai neanche 12. Se ti sforzi potresti anche riuscire a fartela tornare ma...se lasci le cose come stanno...ti divertirai anche. :roll:
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

fiorerrante
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 31
Iscritto il: 29 aprile 2010, 1:58

Re: Volo in Malesia

Messaggio da fiorerrante » 4 febbraio 2013, 17:12

Brandon,
In realtà la mia "non paura" è traducibile nella consapevolezza del fatto che di norma soffro un po' il decollo. E' una sofferenza che durante la fase acuta della mia paura mi paralizzava da morire presentandomi davanti agli occhi degli scenari apocalittici. Ho poi vissuto il periodo dell'euforia in cui adoravo persino il decollo, e adesso invece mi rendo conto che quella è la fase che in genere soffro, anche se non è matematico. Può capitarmi infatti di addormentarmi durante il decollo, o di scrivere delle note per ricordare la sensazione delle mie vacanze, o anche di sentirmi così nervosa e triste da sperare che il decollo finisca il prima possibile. In questa sensazione spiacevole di nervosismo in realtà non c'è nulla che sia insopportabile e mi accorgo che spesso il mio nervosismo è legato a una situazione che mi ha resa insoddisfatta nella mia vita "terrestre". In crociera sono sempre tranquilla, ma è vero che non ho mai fatto voli lunghi e che non mi sono mai trovata a subire delle lunghe turbolenze, per questo mi domando come si viva un volo lungo e quale sia la percezione del tempo in questi casi.

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1968
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: Volo in Malesia

Messaggio da camicius » 4 febbraio 2013, 23:50

fiorerrante ha scritto: Devo ammettere che non ho ben capito quanto durerà, ma so che è un volo operato da Qatar da Parigi a Kuala Lumpur, con scalo a Doha. Qualcuno di voi ha notizie da darmi sulla durata del volo,
Così a naso dovrebbero essere tra le 15 e le 16 ore. Gli orari sono locali, e potrei avere fatto del casino...
fiorerrante ha scritto: e anche dei consigli pratici sui voli lunghi? Ho sentito dire che si possono provare dei fastidi alle gambe, me lo confermate? E cosa si potrebbe fare per evitarli?
Se non hai problemi noti di trombosi o di vene varicose, basta che ti alzi ogni tanto a fare due passi. Altrimenti parlane con il tuo medico, potrebbero aiutarti delle calze a compressione.
Per il resto il tuo problema maggiore sarà di annoiarti il meno possibile...

Ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Volo in Malesia

Messaggio da flyingbrandon » 5 febbraio 2013, 1:33

fiorerrante ha scritto:, e adesso invece mi rendo conto che quella è la fase che in genere soffro, anche se non è matematico. Può capitarmi infatti di addormentarmi durante il decollo, o di scrivere delle note per ricordare la sensazione delle mie vacanze, o anche di sentirmi così nervosa e triste da sperare che il decollo finisca il prima possibile. In questa sensazione spiacevole di nervosismo in realtà non c'è nulla che sia insopportabile e mi accorgo che spesso il mio nervosismo è legato a una situazione che mi ha resa insoddisfatta nella mia vita "terrestre".
Direi che sei a buon punto...anzi ottimo. Così buono che è inutile che tu ti chieda in quale condizione sarai...se di euforia o meno. Non c'è nulla di insopportabile...a volte ti addormenti anche...il volo, così come il decollo, non è un problema...non rifletterci per farlo diventare tale. Se mi dovessi soffermare e riflettere sul fatto che qualcosa mi possa "bloccare"...qualcosa lo farà. Se intravedi una connessione tra vita terrestre e timori...è vera...e a maggior ragione dovresti concentrarti sulla tua vita "terrestre". Prendi il tuo stato d'animo durante il volo , a questo punto, come una perfetta diagnosi del tuo vivere...sii contenta in ogni caso...perché hai modo di capire e, perché, soprattutto...lo fai lo stesso il tuo volo...
L'accettazione della possibilità di non godertelo farà in modo che tu lo goda. Penso ti sia capitato di non riuscire a dormire perché hai dei pensieri...ma non penso che ogni notte tu vada a letto pensando di non riuscire a prendere sonno...no?
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Guren
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 693
Iscritto il: 25 luglio 2011, 0:03
Località: Dongguan, Guangdong, R.P.C.

Re: Volo in Malesia

Messaggio da Guren » 5 febbraio 2013, 3:14

ciao fioreerrante, come ti hanno già detto l'unica cosa da temere, sopratutto se viaggi ad sola, è la noia di starsene seduti per svariate ore in aereo o in aeroporto.

di tutto il resto non devi preoccuparti dato che c'è gente che lo fa per te :wink: (non nel senso che è spaventata al posto tuo ovviamente :mrgreen: )

nell'ormai lontano 2001 ho passato quasi 6 mesi in Malesia, più precisamente a Shah Alam non troppo distante dalla capitale Kuala Lumpur.

purtroppo a differenza di tantissimi altri a me non è mai interessato viaggiare per turismo e quindi ho pochissimi ricordi (non ho scattato nemmeno una foto tanto per chiarire il concetto di quanto io sia lontano dal turista :oops: ) ma molto positivi.

Tutti parlano inglese, 30-35° sempre, occhio che se vai in periodo di monsoni vedrai piovere una quantità di acqua impressionante in pochissimi minuti, società estremamente multiculturale (la popolazione è divisa tra malesi, di religione musulmana, i cinesi e gli indiani ma sono tutti piuttosto integrati da quel che ricordo e la malesia era si uno stato islamico ma non certo estremista ed intollerante).

KL era molto bella già 10 anni fa ed ora sarà sicuramente migliorata, se ti riesce fai un salto alle batu caves che si raggiungono facilmente da KL... se non muori sulla scalinata lo spettacolo all'interno della montagna merita moltissimo secondo me :)
Ciao, Marco
_____________________________
In tutta la sua vita,
quante volte puo' riuscire un uomo
a fermare le lacrime di una donna?

fiorerrante
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 31
Iscritto il: 29 aprile 2010, 1:58

Re: Volo in Malesia

Messaggio da fiorerrante » 5 febbraio 2013, 17:47

Grazie molte a tutti per le risposte.

Camicius, ho verificato e sono 15h in totale compreso lo scalo... ma con gli orari locali faccio troppa confusione e non riesco a capire in dettaglio quando durerà il primo volo e quanto il secondo.

FlyingBrandon, interessante la tua riflessione. Effettivamente se parto senza pormi limiti o immaginare paure, sarò più tranquilla. E credo proprio che in 15 ore avrò molti momenti per poter analizzare la mia vita "terrestre" e i miei stati d'animo in volo.

Guren, grazie per i consigli turistici da non turista. In generale è facile muoversi da KL per vedere altro? Magari ti scrivo un MP per chiederti qualche consiglio.

Infine vi domando qualcosa che non ha niente a che vedere col mio post, ma che mi ha incuriosito ieri sera. Stavo guardando un documentario francese intitolato "Les routes de l'impossible" e si parlava di piloti folli che guidano aerei vecchissimi dalla colombia fino a dei piccoli paesi isolatissimi per portare della merce. In questi voli devono sorvolare la foresta amazzonica che, a detta dei giornalisti, è uno dei luoghi più pericolosi da sorvolare dove vi sono stati diversi incidenti aerei. E' vero? E infine, è vero che da quelle parti vi sono dei piloti che mettono a rischio la propria vita su mezzi non così sicuri? (avrei forse dovuto aprire un altro topic?)

Avatar utente
Hartsfield-Jackson
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 436
Iscritto il: 21 novembre 2012, 21:42
Località: Roma

Re: Volo in Malesia

Messaggio da Hartsfield-Jackson » 5 febbraio 2013, 18:07

provo a darti una risposta molto generale riguardo alla meteorologia aeronautica al livello della foresta amazzonica: la foresta amazzonica si trova all'altezza dell'equatore e di conseguenza in una zona dove in volo è possibile trovare condizioni meteorologiche avverse! queste condizioni avverse sono dovute al fatto che al livello dell'equatore , le masse d'aria provenienti dall'emisfero settentrionale e quelle dell'emisfero meridionale convergono e danno luogo a forti venti e aria instabile! questa zona viene detta ITCZ intertropical-convergence-zone...

per quanto riguarda il discorso sui piloti sudamericani non so che dirti...potrebbe anche essere vero!
FAA certified aircraft dispatcher July 2013
FAA letter of aeronautical competency

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Volo in Malesia

Messaggio da flyingbrandon » 6 febbraio 2013, 19:43

fiorerrante ha scritto:
FlyingBrandon, interessante la tua riflessione. Effettivamente se parto senza pormi limiti o immaginare paure, sarò più tranquilla. E credo proprio che in 15 ore avrò molti momenti per poter analizzare la mia vita "terrestre" e i miei stati d'animo in volo.
Se ti riesce, però, non analizzare troppo la tua vita e ti spiego perché. Quello che è passato...ce l'hai dentro...l'hai vissuto ed è attraverso quello che sei quella che sei. Il futuro...non esiste...è fatto solo di pensieri...e i tuoi pensieri non sono la realtà. Goditi sempre il più possibile quello che stai facendo nel momento presente...in questo modo il tuo passato continui a portarlo con te in profondità e, il futuro che vivrai, sarà sereno, nel bene e nel male, perché scaturirà da una successione di "presenti" vissuti bene e con consapevolezza. Tutto ciò non richiede sforzo...richiede solo la tua presenza. Quella fisica è scontata...quella mentale va , a volte, e soprattutto all'inizio, focalizzata. Essere presente in quello che fai ti porta chiarezza di pensiero. Quando c'è chiarezza di pensiero non c'è spazio per pensieri "ad minchiam"...perché quando sarai consapevole di fantasticare, lo farai per qualcosa per cui ne valga la pena...qualcosa che ti mette di buon umore...qualcosa che sai perfettamente che non è la realtà...ma qualcosa che ti aiuta, se mai ci fosse bisogno, ad accettarla meglio. Quando sei consapevole dei tuoi pensieri, non ti identifichi con essi...sono tuoi ma non sei tu...e questo fa una grossa differenza. Una, molto evidente, è che non sei terrorizzata...hai una paura...non sei ansiosa....generi ansia...sono sfumature che ti permettono di vedere che crei qualcosa, non sei quel qualcosa e visto che sei esterna a quel qualcosa che hai creato...lo puoi modificare.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

fiorerrante
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 31
Iscritto il: 29 aprile 2010, 1:58

Re: Volo in Malesia

Messaggio da fiorerrante » 15 aprile 2013, 14:16

Ciao a tutti,

di ritorno dal mio viaggio...
Vi ringrazio per le vostre parole e i vostri consigli e vi comunico che dopo questi lunghi voli intercontinentali e altri brevi (effettuati con Air Asia) ho definitivamente archiviato la paura di volare. Ammetto anche che preferisco i lunghi voli per il confort e per la prolungata e piacevole sensazione di essere in un luogo non luogo propizio agli stati d'animo poetici :)
Auguro a tutti gli altri paurosi un esito come il mio!

Avatar utente
Guren
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 693
Iscritto il: 25 luglio 2011, 0:03
Località: Dongguan, Guangdong, R.P.C.

Re: Volo in Malesia

Messaggio da Guren » 15 aprile 2013, 14:32

non crederai di cavartela cosi' :wink:

aspettiamo un bel trip report nell'apposita sezione :mrgreen:
Ciao, Marco
_____________________________
In tutta la sua vita,
quante volte puo' riuscire un uomo
a fermare le lacrime di una donna?

Rispondi