ed ecco un'altra....

La fobia del volo: dubbi comuni, cause, soluzioni.
Vincere la Paura di Volare con MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

Mariag
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 27
Iscritto il: 14 marzo 2013, 10:49

ed ecco un'altra....

Messaggio da Mariag » 21 marzo 2013, 11:07

Buongiorno a tutti,

Prima, una breve presentazione. Sono Maria, ho 28 anni, romena, sposata con un italiano (vivo in italia), ho una bellissima bambina di 16 mesi e ho paura del aereo. Fino qui niente di nuovo o straordinario ;)
Ho iniziato a prendere l'aereo a 22 ani, sempre per tratte brevi e non avevo neanche la minima paura.
Da quando ho conosciuto mio marito, ed abbiamo iniziato a fare sul serio e si parlava del andare a vivere da lui è iniziata una paura folle del aereo. Tant'è che ne ho perso parecchi, poi mi facevo la tratta bucarest-milano in pullman (un incubo) e comunque ogni volta che ce la facevo a salirci sopra, erano giorni e giorni d'ansia, crisi di pianto, segni premonitori dapertutto, la certezza assoluta di morire, il cuore a mille al decollo, poi mi rasegnavo durante il volo anche se rimanevo tesissima, poi la gioia immensa al atteraggio.
Adesso sono a bucarest, a casa dei miei e dovrei ritornare a casa mia lunedì (dovevo partire domenica ma non ce l'ho fatta). Sento di nuovo l'ansia che cresce e mi assale e la ODDIO profondamente.
Ho letto tanto sul forum ed ho capito tante cose ma non sono servite a tranquillizarmi.
So che la mia paura nasconde del altro, come la sporcizia che metti sotto il tapetto, sai che è lì ma non vedendola te la scordi, poi inciampi e dai la colpa ale scarpe o al tapetto.
Avrei bisogno di una cosa da voi. Vorrei sentirmi dire che quello che penso è sbagliato e che non esistono segni premonitori, che l'aereo è sicuro e che arriverò bene a destinazione. Facile, no? :oops:

Grazie mille per il vostro tempo

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da flyingbrandon » 21 marzo 2013, 11:13

Quello che pensi è sbagliato e non esistono segni premonitori... l'aereo è sicuro e arriverai bene a destinazione.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da flyingbrandon » 21 marzo 2013, 11:21

Mariag ha scritto: Ho letto tanto sul forum ed ho capito tante cose ma non sono servite a tranquillizarmi.
Forse non le hai capite bene...forse non erano proprio le stesse "molle"...forse mancava la tua interazione con noi...ma se ti basta quello che hai chiesto...non c'è problema... :D
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2550
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da MartaP » 21 marzo 2013, 11:37

Ciao Maria! :D
Allora ti dico subito che:

1. quello che pensi è sbagliato :D

2. I sogni premonitori non esistono

3. l'aereo è un mezzo sicuro, più dell'autobus di sicuro


Ma andiamo un po' più nello specifico:


:flower: I segni ed i sogni premonitori non esistono, sono l'espressione delle tue paure. Non sono veri, reali. Sono solo fantasie.

:flower: La certezza assoluta di morire: è certo che morirai, come tutti del resto ma, statisticamente parlando, è molto difficile che tu muoia in un incidente aereo.
E poi, nel caso, non è neanche detto che tu muoia... :roll:
Molti incidenti aerei hanno sopravvissuti......Per quanto riguarda gli incidenti in autostrada un po' meno...


:flower: il cuore a mille al decollo: il cuore che batte forte non rappresenta un segno di pericolo, so che è una sensazione spiacevole, ma non è pericolosa.


:flower: le compagnie aeree devono rispettare standard di sicurezza e i piloti provano ogni 4-6 mesi al simulatore le situazioni di emergenza che possono capitare...quindi sono estremamente preparati.

Se c'è qualcosa di specifico che vuoi approfondire scrivi pure! :D
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1968
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da camicius » 21 marzo 2013, 12:15

MartaP ha scritto: :flower: La certezza assoluta di morire: è certo che morirai, come tutti del resto ma, statisticamente parlando, è molto difficile che tu muoia in un incidente aereo.
Ricordati, che devi morire... (per sdrammatizzare)

ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9520
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da tartan » 21 marzo 2013, 13:37

Io ho scoperto che le cose peggiori ti capitano sempre quando meno te le aspetti, così, per evitare che mi capitino ci penso prima e visto che ci ho pensato non mi capitano. Più semplice di così si muore, cioè, non è che proprio si muore, è solo un modo di dire. Naturalmente, una volta che hai pensato alle cose peggiori, e quindi le hai esorcizzate, vai tranquilla, non ti succederà niente di quello che hai pensato, ma solo cose a cui non avresti pensato mai, come per esempio divertirti a guardare fuori dal finestrino, oppure goderti il viaggio. E ricordati, non pensare mai prima che ti godi il viaggio, sennò non succede! :D
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
fp0020
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 320
Iscritto il: 22 agosto 2011, 17:42
Località: Vigonza (PD)

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da fp0020 » 21 marzo 2013, 16:32

tartan ha scritto:Io ho scoperto che le cose peggiori ti capitano sempre quando meno te le aspetti, così, per evitare che mi capitino ci penso prima e visto che ci ho pensato non mi capitano. Più semplice di così si muore, cioè, non è che proprio si muore, è solo un modo di dire. Naturalmente, una volta che hai pensato alle cose peggiori, e quindi le hai esorcizzate, vai tranquilla, non ti succederà niente di quello che hai pensato, ma solo cose a cui non avresti pensato mai, come per esempio divertirti a guardare fuori dal finestrino, oppure goderti il viaggio. E ricordati, non pensare mai prima che ti godi il viaggio, sennò non succede! :D

tartan sai che è praticamente la mia tecnica? :mrgreen:
ogni volta però uno stress..
Federico

La vita è un viaggio e se viaggi vivi due volte
Just Do It

Mariag
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 27
Iscritto il: 14 marzo 2013, 10:49

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da Mariag » 21 marzo 2013, 16:42

Vorrei innanzi tutto scusarmi se non rispondo subito, ma ho la piccola peste che non mi lascia usare il pc, schiacchia tutte le taste e diventa un casino.
Tartan, quello che dici lo penso anch'io, ma per quello, le poche volte che riesco a stare tranquilla (non spesso, ma a volte succede) penso, e se mi succede proprio adesso che non ho paura??? Sarebbe troppo crudele! Eh, ho anche la paura di non aver paura, buffo, no?
Flyingbrandon, cerco sempre certezze anche se so che è sbagliato, che la vita non ci da mai certezze, che neanche le persone di cui di fidi te le danno (non quelle che non sanno neanche loro, parlo per esempio di promesse e cose del genere).
In questo momenti, di ansia e paura, avere gente che mi porta alla realtà, che mi dice "guarda che è sbagliato, guarda che stai esagerando una cosa che neanche esiste", mi tira fuori dal mio immaginario, come se uno si svegliasse da un incubo e pensa, aspetta che è stato solo un brutto sogno. Perché, sapete, per noi paurosi, i nostri pensieri sono verità assolute.

Mariag
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 27
Iscritto il: 14 marzo 2013, 10:49

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da Mariag » 21 marzo 2013, 17:16

E tanto per esorcizare tutto, scrivo le mie paure e le non-paure riguardando l'aereo:
Primo, l'attacco di panico. So che non sarò una bella vista ai passageri ma chi se ne frega?
Secondo, penso che quella "catena" d'eventi nefasti che porta ad un incidente succeda proprio con il mio volo.
Terzo, se sento al tg che qualcosa, anche un inconveniete, è succeso ad un aereo, penso che non puo succedere subito dopo anche col mio. Vale lo stesso con l'incidenti di macchina se accadono sul traggito del pullman che porta in italia.
Quarto, video e commenti vari sulle reti di socializazione tipo facebook, o anche tv e altre, sono indirizzate tutte a me e sono un segnale che non devo partire.
Quinto, penso che se ci sarà davvero un incidente, il tempo da quando inizia la caduta fino che l'aereo tocchi terra sarà un'agonia (adesso mi è venuto in mente che forse prima faccio un'infarto) :?

Per farvi ridere, vi dico perché non sono partita domenica. Quando ho prenotato il volo, lo stesso giorno, ho trovato il link ad un video, pezzo del film "l'aereo più pazzo del mondo" che si chiamava "ho scelto il giorno sbagliato". :shock:
Via alle risate!!!

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4645
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da sardinian aviator » 21 marzo 2013, 18:45

Mi sembra che non ci sia niente da ridere. Se avrai passato qualche minuto a leggere i post ti accorgerai che c'è tanta gente nelle tue stesse condizioni e forse anche peggio.
Però non capisco una cosa: perché mai la rete, la TV, la radio ecc... dovrebbero mandare dei segnali solo a te? Se io e te vediamo lo stesso film perché io penso che non ci sia nessun segnale e tu si? O hai un rapporto privilegiato con Facebook, oppure sei solo tu che vedi un segnale diretto a te, e quindi non c'è nessun segnale.
Quando ero alquanto più giovane (ai tempi di Garibaldi) , una ragazza mi lasciò; per mesi mi sembrò che il suo nome rimbalzasse da radio, TV, interviste, tutti sembrava usassero quel nome e a me sembravano altrettanti segnali del destino, che avessero un significato. Bè, non lo avevano, mesi dopo potevano fare in TV l'analisi etimologica di quel nome ma la cosa mi lasciava del tutto indifferente.
Il problema siamo noi, siamo che noi che vogliamo sentire dei segnali, i segnali non esistono, e le premonizioni neppure. Tra l'altro sennò sarebbe troppo facile...
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9520
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da tartan » 21 marzo 2013, 20:31

Sapessi quante volte ho giocato al superenalotto i numeri che mi aveva mandato il destino con delle situazioni stranissime che andavano assolutamente interpretate. :(
E poi ho vinto! :(
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Mariag
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 27
Iscritto il: 14 marzo 2013, 10:49

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da Mariag » 21 marzo 2013, 20:40

sardinian aviator ha scritto:Mi sembra che non ci sia niente da ridere. Se avrai passato qualche minuto a leggere i post ti accorgerai che c'è tanta gente nelle tue stesse condizioni e forse anche peggio.
Beh, dopo che ho perso l'aereo, mi sembra assurda la cosa. Forse si, non da ridere, ma fuori del tutto dal normale.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da flyingbrandon » 21 marzo 2013, 22:59

Mariag ha scritto: Tartan, quello che dici lo penso anch'io, ma per quello, le poche volte che riesco a stare tranquilla (non spesso, ma a volte succede) penso, e se mi succede proprio adesso che non ho paura??? Sarebbe troppo crudele! Eh, ho anche la paura di non aver paura, buffo, no?
Infatti non è un bel metodo. Tartan riesce ad esorcizzare e, alla fine se ne sbatte....voi no...rimanete intrappolati nella gabbia della vostra mente. Quindi il suo non è un buon metodo per voi perché passa dalla sua personale capacità di "staccarsi" dall'avvenimento. Per lavoro, Tartan, doveva immaginare i peggiori scenari possibili ad un aereo...e dopo risolveva i problemi legati alle performance. Quindi, si è forse abituato a proseguire con un ragionamento "freddo" e diverso subito dopo la "fantasia". Se ti dovesse succedere qualcosa proprio la volta che sei stata tranquilla cosa pensi che succeda rispetto a quando ci hai pensato prima? Sei solo più rilassata fino a quel momento e, quando accade, giustamente il tuo corpo risponde. Se ci hai pensato tempo prima?
Mariag ha scritto: Flyingbrandon, cerco sempre certezze anche se so che è sbagliato, che la vita non ci da mai certezze, che neanche le persone di cui di fidi te le danno (non quelle che non sanno neanche loro, parlo per esempio di promesse e cose del genere).
In questo momenti, di ansia e paura, avere gente che mi porta alla realtà, che mi dice "guarda che è sbagliato, guarda che stai esagerando una cosa che neanche esiste", mi tira fuori dal mio immaginario, come se uno si svegliasse da un incubo e pensa, aspetta che è stato solo un brutto sogno. Perché, sapete, per noi paurosi, i nostri pensieri sono verità assolute.
Cerchi certezze e sai che è sbagliato...NON È VERO! Provi a convincerti di saperlo ma non lo sai affatto. Cercare persone che ti portino alla realtà non è neanche questo un buon modo...perché fuori dal tuo immaginario ci esci solo tu...definitivamente. La ricerca di una sicurezza in te stessa non può passare sempre dall'approvazione altrui...altrimenti non è sicurezza in se stessi. Il fatto che il tutto sia iniziato quando hai lasciato il tuo "nucleo" per crearne uno nuovo e che il malessere perduri solo finchè sei in transito da uno all'altro può proprio essere indice della tua incapacità a trovare una tua personale stabilità. Perché senti la necessità di appoggiarti a qualcuno? Perché pensi che qualcuno debba avere le tue risposte? Perché qualcuno dovrebbe prometterti qualcosa...e, soprattutto, che cosa? Amore? Aiuto? Vicinanza?
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da flyingbrandon » 21 marzo 2013, 23:17

Mariag ha scritto:
Per farvi ridere, vi dico perché non sono partita domenica. Quando ho prenotato il volo, lo stesso giorno, ho trovato il link ad un video, pezzo del film "l'aereo più pazzo del mondo" che si chiamava "ho scelto il giorno sbagliato". :shock:
Via alle risate!!!
Ok...supponiamo che esistano le premonizioni...non è così assurdo. Diciamo che hai la sensibilità di sentire che qualcosa non va. Ok...l'intuito è un qualcosa di reale...come altre cose difficilmente palpabili. se hai l'abilità di cogliere dei segnali in qualche evento...è una cosa positiva...vivere lasciando più spazio all'intuito rispetto all'intelletto può regalare diversi modi di percepire la vita. Il problema , però, è che per fidarti dell'intuito e capire che una sensazione ti deriva dall'intuito e non da una mente "perversa", dovresti riuscire a verificare che l'intuito " c'azzecca". Ci sono due modi. Il primo è che vivi bene...hai la sensazione di avere quella marcia in più che effettivamente riesci ad avere...però non mi sembra il tuo caso. La seconda possibilità è una verifica sperimentale...solitamente molto complessa perché è difficile decidere cosa sarebbe accaduto se tu avessi varcato quella porta che in un momento particolare non hai varcato. Se non l'hai fatto non potrai mai dire cosa sarebbe accaduto se l'avessi fatto. Ma....e c'è un MA...l'aereo ti regala la possibilità di verificarlo. Tu non hai preso il volo di domenica...ma lui è atterrato senza problemi. Le volte che tu non hai volato...loro sono atterrati senza problemi. Allora, sperimentalmente, ne deduco che la tua non è premonizione, e neanche particolare sensibilità...è solo una "scusa" della tua mente per rinunciare. A volte si hanno dei "flash" positivi...ma scaturiscono con più probabilità da una mente "libera" e senza "vincoli" di alcun tipo. Lì potresti fidarti anche del tuo intuito...su qualcosa che fai sempre ma, quella volta in particolare proprio senti qualcosa che non va. Nel tuo caso invece penserei all'ovvio...che ti stai cagando addosso e ti basta trovare una parola con scritto "aereo" per decidere che è un segnale divino. Alla fine...se il divino ti volesse non dovrebbe farti prendere un aereo...quindi mi sentirei di dirti di scartare questa tua fantasia per dedicarti invece a quello che di reale, al momento, c'è...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Mariag
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 27
Iscritto il: 14 marzo 2013, 10:49

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da Mariag » 22 marzo 2013, 8:40

flyingbrandon ha scritto:Se ti dovesse succedere qualcosa proprio la volta che sei stata tranquilla cosa pensi che succeda rispetto a quando ci hai pensato prima? Sei solo più rilassata fino a quel momento e, quando accade, giustamente il tuo corpo risponde. Se ci hai pensato tempo prima?
Cosa penso che possa succedere? Beh, esatamente le cose che penso quando ho paura. Non cambiano di una virgola. E solo il mio atteggiamento che cambia. E solo l'impressione che la mia paura mettesse in salvo l'aereo. :|
Che poi, se succede davvero qualcosa, cosa posso fare io?
flyingbrandon ha scritto: Cerchi certezze e sai che è sbagliato...NON È VERO! Provi a convincerti di saperlo ma non lo sai affatto. Cercare persone che ti portino alla realtà non è neanche questo un buon modo...perché fuori dal tuo immaginario ci esci solo tu...definitivamente. La ricerca di una sicurezza in te stessa non può passare sempre dall'approvazione altrui...altrimenti non è sicurezza in se stessi. Il fatto che il tutto sia iniziato quando hai lasciato il tuo "nucleo" per crearne uno nuovo e che il malessere perduri solo finchè sei in transito da uno all'altro può proprio essere indice della tua incapacità a trovare una tua personale stabilità. Perché senti la necessità di appoggiarti a qualcuno? Perché pensi che qualcuno debba avere le tue risposte? Perché qualcuno dovrebbe prometterti qualcosa...e, soprattutto, che cosa? Amore? Aiuto? Vicinanza?
Ciao!
Ma voi siete psicologi? Ma come si fa a capire una persona solo dalle 4 righe che ha scritto????? :shock:
Che il mio problema fosse la mancanza di sicurezza in me stressa l'ho pensato anch'io. Che poi cosa sia e come si faccia ad avere è un secondo problema. Quando ce l'hai, ce l'hai e basta. Penso che viene anche col caratere che uno ha, quindi sapere come aquisirla con lavoro sulla propria persona non è facile. O si? :roll:
Le risposte alle altre domande non le ho. Almeno non adesso. Ci penso da quando ho letto il messaggio. La necessità di appoggiarmi a qualcuno? Verrà dalla paura di rimanere sola? Verrà da un ricatto emotivo che io uso inconsciamente?
Un'altra cosa sarebbe che quando vado in aereo con mio marito o con mia mamma la paura diminuisce considerevolmente. Mi ricordo anche un viaggio verso la grecia per andare in vacanza che ho fatto in tutta tranquillità da sola anche se il volo di prima è quello di dopo sono stati il solito incubo. Com'è strana la mente della gente!

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2550
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da MartaP » 22 marzo 2013, 8:54

camicius ha scritto:
Ricordati, che devi morire... (per sdrammatizzare)
ciao
Andrea
:D :D
..mo' me lo segno.... :mrgreen:
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da flyingbrandon » 22 marzo 2013, 9:33

Mariag ha scritto: E solo l'impressione che la mia paura mettesse in salvo l'aereo. :|
Che poi, se succede davvero qualcosa, cosa posso fare io?
Quello che puoi fare tu in caso di incidente aereo non lo so...ma sicuramente è meglio che tu provenga da periodi di serenità che non di ansia. Comunque non è questo il punto ora. Sicuramente puoi invece fare tanto per te...e visto che con te ci convivi ogni giorno, ogni ora, ogni minuto e ogni secondo è meglio se ci dedichiamo a quello...anche perché è la realtà...l'altra una ipotesi.
A volte siamo così "deboli" ...che l'idea di cambiare qualcosa di noi...anzi...neanche cambiare...basta solo l'idea di abbandonare qualcosa, magari una paura, che piuttosto andiamo avanti a vivere "da cani". Buffo no? Quasi avessimo la certezza, ogni volta, che vivere bene e serenamente sia pericoloso o dannoso. Che vuoi...è un retaggio culturale, spesso religioso, basato sul fatto che "hai da soffrì"...beh...shhhhh....a mio parere è una minchiata. :mrgreen: comunque...se la tua paura fosse in grado di mettere in salvo l'aereo, avresti dei poteri davvero divini. Siccome sono un convinto sostenitore che, se Dio esistesse, allora anche noi lo saremmo (divini intendo), potrebbe non essere assurdo ciò che pensi ma...contrasta con l'incapacità di vivere globale. Ammazza...sei una Dea e non riesci neanche a vivere "serena"? No...qualcosa non mi torna...allora vedo più probabile una "scusa"...proprio per non sentirsi veramente dei "patacca"...e il meccanismo è il seguente. Non sai vivere....pensi male...magari te lo dici anche ma è come quando dici che non serve avere tutto sotto controllo...che lo sai....invece il resto del tuo essere non lo sa. È solo un pensiero, messo lì, per sentirti la coscienza a posto. Ti sentiresti folle a pensare che devi vivere con queste tue paure e insicurezze, allora un bel pensiero del tipo "non si dovrebbe ma...." mette a posto la coscienza e permette di vivere questo conflitto pensando, intimamente, di avere perfettamente ragione...e poter così evitare di mettersi in discussione. Già...perché il problema è spesso solo il mettere in discussione il nostro modo di pensare, di riconoscere a se stessi di aver vissuto "male" fino ad oggi e , semplicemente di doversi assumere la TOTALE responsabilità del nostro modo di vivere. Ora...se tu pensi , e ti crei questa credenza, che la tua paura EVITI un incidente aereo...beh...mi spieghi chi mai vorrebbe o sentirebbe la necessità di toglierla? Stai mettendo un lucchetto alla possibilità di toglierti questa paura. La potrei definire una sorta di "sindrome di Cristo"...soffri però...tutto sommato ti stai sacrificando...e non solo per te...ma anche per tutti gli occupanti di quell'aereo. Dovresti avere un premio...non ti pare? Non trovi che questo sia un ottimo motivo per non metterti in discussione? Io sì...non sono altruista ma se dovessi cagarmi sotto un po' e salvare un sacco di gente...beh lo farei. :D quindi questa tua apparente "sciocchezza" è un muro invalicabile della tua mente. Questa è la prima che devi togliere...per permetterti serenità in volo. Devi ridimensionare le tue possibilità divine e, sfruttare quel divino che c'è in te per migliorarti...questo è perfettamente alla tua portata.

Mariag ha scritto: Che il mio problema fosse la mancanza di sicurezza in me stressa l'ho pensato anch'io. Che poi cosa sia e come si faccia ad avere è un secondo problema. Quando ce l'hai, ce l'hai e basta. Penso che viene anche col caratere che uno ha, quindi sapere come aquisirla con lavoro sulla propria persona non è facile. O si? :roll:
Le risposte alle altre domande non le ho. Almeno non adesso. Ci penso da quando ho letto il messaggio. La necessità di appoggiarmi a qualcuno? Verrà dalla paura di rimanere sola? Verrà da un ricatto emotivo che io uso inconsciamente?
Un'altra cosa sarebbe che quando vado in aereo con mio marito o con mia mamma la paura diminuisce considerevolmente. Mi ricordo anche un viaggio verso la grecia per andare in vacanza che ho fatto in tutta tranquillità da sola anche se il volo di prima è quello di dopo sono stati il solito incubo. Com'è strana la mente della gente!
La sicurezza in sé stessi o l'insicurezza non è un qualcosa con cui nasci..ma un qualcosa che apprendi. Tutto ciò che apprendi, però, è modificabile...non è neanche difficile basta non inventarsi scuse che spostino l'attenzione su minchiate...e questa onestà con te stessa la puoi avere solo tu. A volte, nella propria evoluzione, bisogna accettare i propri limiti e perdere alcune "facilitazioni" che derivano dalle nostre debolezze...ma una volta raggiunto il proprio equilibrio....beh, a parer mio, non ha prezzo. Il carattere è quello che è...rappresenta il "modo" con cui interagisci con il mondo circostante ma non pone mai un vero limite di impossibilità alla propria evoluzione. Avere consapevolezza anche del proprio carattere permette di avere chiara la situazione, i limiti, gli errori che possono facilmente derivare quando agiamo con il pilota automatico ma...perfino, e a volte soprattutto, i difetti sono proprio ciò che ci permette di evolvere. Basta riconoscersi...
Per quanto riguarda il fatto che volando con pezzi del tuo nucleo tutto sia notevolmente ridotto mi conferma l'ipotesi iniziale. Vedi...anche il tuo primo post qua...hai messo le mani avanti...era tutto chiaro ma non funzionava...avevi già la soluzione...bastava solo tranquillizzarti...bastavano due parole...era proprio la tua volontà a non mettere in discussione niente...ti serviva solo la "spinta" per volare...il resto era ok. Era un atteggiamento inconscio ma il messaggio era quello...quindi ora, alla luce dei fatti, che vuoi fare? Andiamo avanti o preferisci tenere tutto com'è?
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Mariag
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 27
Iscritto il: 14 marzo 2013, 10:49

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da Mariag » 22 marzo 2013, 10:07

flyingbrandon ha scritto:Andiamo avanti o preferisci tenere tutto com'è?
No, no, com'è ASSOLUTAMENTE NO!!!!
Andiamo avanti, tant'è che indietro non si va, e l'avanti lo creiamo noi, quindi passiamo al lavoro.
Adesso mi devo rileggere con calma quello che hai scritto e capirlo in profondita. Vediamo quando scatta la ''molla''.
Se c'è qualcosa che non capisco posso chiedere, vero? Non vi sentirete bombardati? :P

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1968
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da camicius » 22 marzo 2013, 10:09

Mariag ha scritto: Se c'è qualcosa che non capisco posso chiedere, vero? Non vi sentirete bombardati? :P
Chiedi tranquilla, tanto poi risponde flyingbrandon (il pilota pissicologo...) :mrgreen:

ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da flyingbrandon » 22 marzo 2013, 10:25

Mariag ha scritto:
flyingbrandon ha scritto:Andiamo avanti o preferisci tenere tutto com'è?
No, no, com'è ASSOLUTAMENTE NO!!!!
Andiamo avanti, tant'è che indietro non si va, e l'avanti lo creiamo noi, quindi passiamo al lavoro.
Adesso mi devo rileggere con calma quello che hai scritto e capirlo in profondita. Vediamo quando scatta la ''molla''.
Se c'è qualcosa che non capisco posso chiedere, vero? Non vi sentirete bombardati? :P
La molla è già scattata...ora devi decidere se seguirla. Certo che se non capisci puoi chiedere...ma anche se capisci...più che chiedere è un confronto. Io non ho le tue risposte...ho le mie. Tu hai le tue. Nessuno meglio di te è in grado di decretare come sia il modo per rendere la tua vita migliore. Non cadere nell'errore di togliere l'influsso ad una cosa per riversarla su un'altra...fosse anche una evoluzione. La Vera Evoluzione procede attraverso di te...attraverso le tue decisioni...attraverso i tuoi errori. Vedi...leggere , ad esempio, quello che è scritto qua con altri utenti, ti rende una semplice spettatrice...si possono trovare anche ottimi spunti di riflessione, forse, in altre discussioni ma non sarà mai la stessa cosa del discutere personalmente e farne esperienza. Non c'è la Risposta...il metodo...applicabile a tutti e con tutti altrimenti sarebbe una serie di copia incolla. Certo...la base filosofica può e spesso è la stessa ma le sfumature che assume una discussione tra te e me non potrà mai essere la stessa che tra me e pincopallo. Un conto è l'idea un altro l'esperienza...e la vita non è idea ma esperienza.
Per concludere....Mariag...se segui la molla...non aver paura di sbagliare...anzi...fallo serenamente. La tua vita è una tua responsabilità anche se vuoi "addossarla" a qualcun altro...quindi non ha senso non fidarsi di noi per affidarci agli altri...sei sempre e solo tu la causa e la soluzione dei tuoi problemi, così come dei tuoi successi. Tutto dipende da te, anche solo a livello di "percezione" quando sembra che ci siano "enormi cause esterne". Quando trovi il tuo "centro"...e ti radicherai nel tuo centro....noterai anche che ciò che prima sembrava una fortissima influenza esterna sugli avvenimenti era semplicemente un tuo modo di percepire l'evento stesso. È vero...le tue insicurezze sono derivate da chi ti ha cresciuto, dalle esperienze fatte,dall'ambiente circostante ma ora è arrivato il momento di capire che l'influenza esterna ha un limite...abbandona quel limite. Nel tuo percorso, per le tue scelte, puoi trovarti anche a perdere delle persone a causa delle tue scelte...a volte per poco, a volte per sempre, ma la cosa fondamentale è che tu non perda mai te...perché tu sei su questa terra per te. E tu puoi offrire quello che hai da offrire solo se hai chiaro quello che sei tu. Ora prendi una matita....spezzala...metà la butti...l'altra la temperi da entrambi i lati...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9520
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da tartan » 22 marzo 2013, 12:32

Il mio metodo con me funziona bene per un motivo molto semplice: è solo un gioco e in realtà non ci credo neanche io! Infatti non lo gioco quasi mai. E' un po come "ricordati che la vita è legata ad un filo" che mi ripeteva sempre mia madre quando ero piccolo e mi raccomandava di stare attento. E io che mi chiedevo cosa fosse questo filo e dove fosse e mi immaginavo che partisse dalla schiena con un diametro bello grosso (il mio naturalmente) che si assottigliava mano a mano che si camminava e stavo attento agli ostacoli che potevano tendermelo e cercavo sempre di tornare sui miei passi per farlo riavvolgere. Fantasie di bambino che sono svanite, per fortuna, praticamente subito dopo averle pensate, ma con le quali, ancora adesso che sono passati molti anni, mi diverto a giocare riesumandole con il piacere di raccontarle e di usarle, perché no? :D
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da flyingbrandon » 22 marzo 2013, 14:14

tartan ha scritto:Il mio metodo con me funziona bene per un motivo molto semplice: è solo un gioco e in realtà non ci credo neanche io! Infatti non lo gioco quasi mai. E' un po come "ricordati che la vita è legata ad un filo" che mi ripeteva sempre mia madre quando ero piccolo e mi raccomandava di stare attento. E io che mi chiedevo cosa fosse questo filo e dove fosse e mi immaginavo che partisse dalla schiena con un diametro bello grosso (il mio naturalmente) che si assottigliava mano a mano che si camminava e stavo attento agli ostacoli che potevano tendermelo e cercavo sempre di tornare sui miei passi per farlo riavvolgere. Fantasie di bambino che sono svanite, per fortuna, praticamente subito dopo averle pensate, ma con le quali, ancora adesso che sono passati molti anni, mi diverto a giocare riesumandole con il piacere di raccontarle e di usarle, perché no? :D
Tartan...fai benissimo a raccontare...a spiegare...sai come la penso su di te...sei di una saggezza "superiore"...hai un modo di vivere da illuminato...ma forse, per questo, spesso non per tutti...anzi..forse per nessuno. Il mio post era per spiegare perché, sulla carta, un procedimento simile portasse risultati ben diversi. Tutto qua! Tu continua a scrivere...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9520
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da tartan » 22 marzo 2013, 14:19

Se me lo dici un'altra volta va a finire che ci credo e mi monto la testa. :D
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Mariag
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 27
Iscritto il: 14 marzo 2013, 10:49

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da Mariag » 24 marzo 2013, 9:06

Allora, domani si parte!
Ammeto che questa volta vado con mia mamma quindi ero già più tranquilla del solito (anche se l'ansia provata per il volo perso, che è stata parecchio forte, non era di tutto passata) ma ieri ed oggi provo una sensazione di serenità.
Cioè, mi sorprendo NON pensando al volo di domani. Poi non ho più il cuore in gola. Poi ieri mi sono sentita dire (perché sembrava che parlasse un'altra persona, non io) che se domani farà troppo brutto tempo, l'aereo non parte, e partirà quando sarà assolutamente sicuro :shock: L'ho detto io! Senza neanche pensare!
Ho letto e riletto varie volte i messaggi, pensavo di non averli capiti e invece hanno acceso una lampadina nella mia mente, e luce fu! :mrgreen:
Non immaginatevi che sono completamente senza ansia o pensieri un po' negativi, ma la differenza tra l'altro ieri ed oggi è colossale anche se il volo è più vicino.

Comunque, una domanda avrei, per brandon: ma la cosa con la matita (che non ho minimamente capito) ha una sua logica o l'hai detta così per farmi pensare.... Ma cosa cacchio vuol dire?... E tenermi la mente occupata con altro? :roll:

ps: e se non avete ancora capito, vi considero davvero i migliori e vi ringrazio di tutto il cuore

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da flyingbrandon » 24 marzo 2013, 12:50

Mariag ha scritto:
Comunque, una domanda avrei, per brandon: ma la cosa con la matita (che non ho minimamente capito) ha una sua logica o l'hai detta così per farmi pensare.... Ma cosa cacchio vuol dire?... E tenermi la mente occupata con altro? :roll:

ps: e se non avete ancora capito, vi considero davvero i migliori e vi ringrazio di tutto il cuore
L'hai fatto?
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Mariag
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 27
Iscritto il: 14 marzo 2013, 10:49

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da Mariag » 24 marzo 2013, 14:13

L'ho appena fatto! Pensavo fosse solo ''un modo di dire'' non che dovevo farla davvero.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da flyingbrandon » 24 marzo 2013, 15:56

Mariag ha scritto:L'ho appena fatto! Pensavo fosse solo ''un modo di dire'' non che dovevo farla davvero.
No...era da fare davvero...brava!
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Mariag
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 27
Iscritto il: 14 marzo 2013, 10:49

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da Mariag » 24 marzo 2013, 16:37

E allora? Oltre al fatto che adesso ho una mattina con due punte, cosa mi dovrebbe insegnare questa cosa?
Non c'arrivo. :?

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da flyingbrandon » 24 marzo 2013, 17:35

Mariag ha scritto:E allora? Oltre al fatto che adesso ho una mattina con due punte, cosa mi dovrebbe insegnare questa cosa?
Non c'arrivo. :?
A cosa dovevi arrivare? Cosa ti dovrebbe insegnare? Niente... hai rotto una matita.
Ora che l'hai fatto però...vediamo...cosa potresti aver fatto oltre a rompere una matita. La matita è uno schema...hai rotto uno schema e ne hai buttato la parte inutile tenendo per te quella utile....quella con la punta per mezzo della quale puoi scrivere. Poi però...hai temperato una parte rimasta attaccata di quella considerata inutile...ed è tornata ad essere utile anche quella....perché anche con quella puoi scrivere. Allora fa così....scrivi. La metti nella borsa...porta della carta...se ti viene ansia tiri fuori la tua matita...il tuo vecchio schema ormai trasformato in quello nuovo. Scrivi in una parte del foglio, con la punta "vecchia" ANSIA...poi conti quanti respiri fai in 15 secondi...e lo scrivi a fianco con la punta nuova. Poi scrivi, con la parte vecchia ciò che provi come in passato, e con la nuova ciò che di bello o come il tuo corpo risponde a quella sensazione o che pensieri nuovi ti stanno arrivando. Fatto questo...quando atterri...tieni il foglio, ci può servire...la matita invece la puoi buttare nel primo cestino.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Mariag
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 27
Iscritto il: 14 marzo 2013, 10:49

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da Mariag » 24 marzo 2013, 18:12

Beh, un po' d'ansia mi sta venendo adesso che ho incominciato a fare i bagagli.
Più che ansia è un tipo di agitazione. Uffa! :?
Dai che arriverà anche domani!
Ce la posso fare! E non mi dimenticherò la matita e i fogli!

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da flyingbrandon » 24 marzo 2013, 20:09

Mariag ha scritto:Beh, un po' d'ansia mi sta venendo adesso che ho incominciato a fare i bagagli.
Più che ansia è un tipo di agitazione. Uffa! :?
Dai che arriverà anche domani!
Ce la posso fare! E non mi dimenticherò la matita e i fogli!
Ti viene l'agitazione perché pensi a domani invece di pensare ai bagagli. I bagagli sono il tuo ORA, domani non esiste. Certo che ce la fai....e....sì non dimenticare la tua matita.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1968
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da camicius » 24 marzo 2013, 20:18

flyingbrandon ha scritto:
Mariag ha scritto:Beh, un po' d'ansia mi sta venendo adesso che ho incominciato a fare i bagagli.
Più che ansia è un tipo di agitazione. Uffa! :?
Dai che arriverà anche domani!
Ce la posso fare! E non mi dimenticherò la matita e i fogli!
Ti viene l'agitazione perché pensi a domani invece di pensare ai bagagli. I bagagli sono il tuo ORA, domani non esiste. Certo che ce la fai....e....sì non dimenticare la tua matita.
Ciao!
In realtà mai dimenticare l'Asciugamano....

Ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

giopf92
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 14
Iscritto il: 20 settembre 2012, 21:53

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da giopf92 » 24 marzo 2013, 22:43

camicius ha scritto: In realtà mai dimenticare l'Asciugamano....
:mrgreen: :mrgreen:

Mariag
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 27
Iscritto il: 14 marzo 2013, 10:49

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da Mariag » 28 aprile 2013, 20:04

Buonasera a tutti!

Mi dispiace scrivere appena adesso, sono stata presa con un sacco di cose!
Come vi immaginate sono arrivata a casa sana e salva. Il volo è stato tranquillo, apparte qualche minore turbolenza, quando ho iniziato a scrivere sul foglio di carta che avevo preso con me. L'atteraggio invece è stato una follia (per me, in realtà probabilmente una cosa banale). Allora, c'erano queste nuvole che non finivano mai, era già da mezz'ora che avevamo incominciato la discesa. Poi, ad un tratto, si vede finalmente la terra, vicinissima, c'era il diluvio universale con tanto di vento. Quando abbiamo toccato la pista, si è formato questa "nuvola" di acqua e secondo me, il pilota ha fatto il reverse, non ha toccato i freni (ho letto da qualche parte che si fa così con tanta acqua) perché si è sentito diversamente. Appena fermi, ho incominciato a piangere.

Vabbeh, adesso sto lavorando con me stessa, per far fuori tutte le mie ansie e paranoie, ed essere di nuovo sicura e tranquilla.

Ci risentiamo presto! A giugno devo ritornare quindi.... :)

Grazie ancora ragazzi, è impressionante vedere che c'è ancora gente che mette anima e passione in tutto quello che fa. Vi abbraccio!

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: ed ecco un'altra....

Messaggio da flyingbrandon » 29 aprile 2013, 2:45

Mariag ha scritto:L'atteraggio invece è stato una follia (per me, in realtà probabilmente una cosa banale). Allora, c'erano queste nuvole che non finivano mai, era già da mezz'ora che avevamo incominciato la discesa. Poi, ad un tratto, si vede finalmente la terra, vicinissima, c'era il diluvio universale con tanto di vento. Quando abbiamo toccato la pista, si è formato questa "nuvola" di acqua e secondo me, il pilota ha fatto il reverse, non ha toccato i freni (ho letto da qualche parte che si fa così con tanta acqua) perché si è sentito diversamente. Appena fermi, ho incominciato a piangere.
Immagino anche io che sia stato solo per te una "follia"... :mrgreen:
I freni si usano eccome....
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Rispondi