Secondo voi...

La fobia del volo: dubbi comuni, cause, soluzioni.
Vincere la Paura di Volare con MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
squall
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 24
Iscritto il: 19 giugno 2013, 9:40

Secondo voi...

Messaggio da squall » 12 luglio 2013, 10:39

Nonostante le statistiche che indicano l'aereo non solo il mezzo di trasporto piu' sicuro ma anche uno dei posti piu' sicuri dove stare in assoluto, visto che e' piu' probabile avere un incidente camminando tranquilli per strada o salendo le scale di casa per esempio, secondo voi perche' molta gente associa il prendere l'aereo come pericolo di morte?
Grazie, ciao.

Avatar utente
mcgyver79
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 8443
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:04

Re: Secondo voi...

Messaggio da mcgyver79 » 12 luglio 2013, 11:42

squall ha scritto:Nonostante le statistiche che indicano l'aereo non solo il mezzo di trasporto piu' sicuro ma anche uno dei posti piu' sicuri dove stare in assoluto, visto che e' piu' probabile avere un incidente camminando tranquilli per strada o salendo le scale di casa per esempio, secondo voi perche' molta gente associa il prendere l'aereo come pericolo di morte?
Forse in buona parte è per colpa delle scarse conoscenze in materia, spesso un aereo è associato ad altri mezzi di trasporto più "fallaci"; questo, unito al fatto di essere in aria - cosa che non tutti rilevano come ambiente naturale per un questa macchina - secondo me è alla base di parecchi timori. Poi ci sono le problematiche personali e tanti altri fattori che contribuiscono a creare o accrescere la paura, o la suggestione indotta dai media che ogni volta che accade qualcosa anche di minimo devono sempre fare i sensazionalisti.

Ciaooooo.
McGyver

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2550
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: Secondo voi...

Messaggio da MartaP » 12 luglio 2013, 12:17

Ci sono molte ragioni...prima di tutto l'ignoranza sul funzionamento del mezzo e del mondo aeronautico in generale.

Poi, da parte mia ti posso dire che io avevo paura di volare perchè non potevo, e non posso, avere il controllo della situazione. Pensavo che nessuno, all'infuori di me, fosse affidabile.
Ma in realtà il controllo è una illusione. Non hai il controllo di niente, a questo mondo.
Quando metabolizzi questa cosa, vedi il mondo con occhi diversi. Stai in allerta, pronto, presente...ma non ti fasci la testa prima di romperla, ergo, non vivi con l'angoscia una situazione che deve ancora accadere e che magari non accadrà :wink:

Come quando devi fare un viaggio in auto: non cominci una settimana prima ad angosciarti pensando che:
succederà una tragedia, moriremo tutti, avrò un incidente, un TIR mi tamponerà, investirò qualcuno.....ecc....ecc..
Vivi tranquillo la tua vita, quando è il momento ti metti alla guida e vai: all'erta,concentrato sulla strada e sugli altri automobilisti, ma sereno.
Se dovesse succedere qualcosa, ci penserai nel momento in cui ti capita, non prima.
La stessa cosa vale per il treno, il bus, la moto, il taxi....o quando vai a piedi....
Ecco, questo dovrebbe essere il pensiero e l'atteggiamento da tenere anche quando si sale su un aereo. :wink:
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Avatar utente
mermaid
Agente di Rampa AUA
Agente di Rampa AUA
Messaggi: 10384
Iscritto il: 1 aprile 2008, 16:27
Località: mxp

Re: Secondo voi...

Messaggio da mermaid » 12 luglio 2013, 12:33

c'è anche da considerare come la comunicazione di massa tratta l'argomento: anche se non vi è stato un incidente, è sempre una tragedia sfiorata, le immagini di repertorio che vengono utilizzate sono sempre shockanti, viene sempre ricordato un incidente disastroso associabile, a detta dell'autore del pezzo 'giornalistico', al fatto di cronaca di cui si sta narrando, è sempre emergenza carburante, collisione sfiorata....
questo crea delle convinzioni che, nelle persone già predisposte per i motivi elencati nei post precedenti - ai quali aggiungerei l'influenza dei genitori nel trasmettere la paura ai figli - , alimentano l'associazione del volo al percolo di morte.
Immagine

Ti!

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11150
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Secondo voi...

Messaggio da flyingbrandon » 13 luglio 2013, 9:14

squall ha scritto:Nonostante le statistiche che indicano l'aereo non solo il mezzo di trasporto piu' sicuro ma anche uno dei posti piu' sicuri dove stare in assoluto, visto che e' piu' probabile avere un incidente camminando tranquilli per strada o salendo le scale di casa per esempio, secondo voi perche' molta gente associa il prendere l'aereo come pericolo di morte?
Grazie, ciao.
Perché è emozionante. E tutto ciò che è emozionante "smuove"....e quando smuovi... tutto ciò che hai dentro viene in sospensione...perché racchiude diversi atti "simbolici" nel suo essere volante. Perché "ti elevi al cielo"...e spesso, anche banalmente, fin da quando sei piccolo, ti dicono "è andato in cielo" al posto di "è morto"...poi cresci e capisci che è morto...non è andato in cielo...però l'immagine ti rimane. Perché pensi di mettere la tua vita nelle mani di qualcuno...il che è vero...ma la tua vita è sempre nelle mani di qualcuno...ma non ne sei consapevole. Perché tutto ciò che ruota intorno ad un aereo è "importante"...e perché non conoscendone gli aspetti più intimi e divertenti sembra che sia tutto così estremamente importante che basta un niente che caschi...perché , in fondo, non ti fidi di te stesso e trasmetti il tuo senso di sfiducia in chi ti circonda. Perché...ti può portare lontano...lontano dalla vista di molte persone...ce ne sono tanti di perché....
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1973
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: Secondo voi...

Messaggio da camicius » 13 luglio 2013, 19:14

Un paio di altre considerazioni:

- stare in aria è l'unica situazione dove l'uomo non può stare in maniera stabile senza mezzi esterni. Quindi è percepita come "innaturale" anche se è "innaturale" quanto attraversare l'oceano su una nave da crociera o andare su un treno a 300km/h.
- la percezione degli incidenti è molto diversa. La visibilità dell'incidente aereo è mondiale, quella dell'incidente in treno o in barca è continentale, quella dell'incidente in treno è nazionale. In auto non lo sappiamo quasi neanche se è nel quartiere, se non interessa qualcuno che conosciamo. Quindi la percezione del numero di incidenti è "falsata" da questa visibilità distorta.
- essendo molto rari gli incidenti aerei gravi colpiscono l'immaginario molto più degli altri incidenti. E alla fine restano in mente quei pochi incidenti dove non ci sono sopravvissuti, quindi si ingenera la convinzione sbagliata che "al minimo problema siamo tutti morti" quando in realtà sappiamo che questo non è vero.

JM2C

ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9560
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Secondo voi...

Messaggio da tartan » 13 luglio 2013, 19:39

squall ha scritto:Nonostante le statistiche che indicano l'aereo non solo il mezzo di trasporto piu' sicuro ma anche uno dei posti piu' sicuri dove stare in assoluto, visto che e' piu' probabile avere un incidente camminando tranquilli per strada o salendo le scale di casa per esempio, secondo voi perche' molta gente associa il prendere l'aereo come pericolo di morte?
Grazie, ciao.
Che sia uno dei mezzi di trasporto di massa più sicuri sembra che sia vero quindi potrei essere in accordo, ma che sia uno dei posti più sicuri dove stare in assoluto proprio no. Se cadi dalle scale ti puoi far male, è vero, come pure se cadi inciampando, però è colpa tua e potevi stare più attento e non è detto che muori. Quindi non esageriamo nelle definizioni, anche perchè non tutti amano stare sospesi, e non tutti amano stare chiusi e non tutti si fidano degli altri (e fanno bene). Manca cultura aeronautica in tutto il mondo, non solo da noi e questo potrebbe essere uno dei motivi e poi quello che dice brandon è verissimo, è emozionante, ma quello che emoziona non è detto che sia piacevole per tutti visto che viene considerato comunque uno stress. (uffa che stress, non ricordo mai se si scrive con una o con due esse)
E' indubbio, comunque, che se capita un incidente aereo c'è più probabilità di lasciarci le penne che in un incidente stradale. La differenza sta nel fatto che il numero di incidenti aerei è enormemente inferiore al numero di incidenti stradali. Non dimentichiamoci che alcuni commenti da esperti postati in occasione dell'incidente di SFO trasudano sorpresa per i pochi morti.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Rispondi