Ancora qui :(

La fobia del volo: dubbi comuni, cause, soluzioni.
Vincere la Paura di Volare con MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

Avatar utente
**F@b!0**
FL 500
FL 500
Messaggi: 6872
Iscritto il: 17 aprile 2009, 19:21
Località: Olbia (OT)

Re: Ancora qui :(

Messaggio da **F@b!0** » 12 marzo 2014, 12:18

Cinciasbrincia ha scritto:Ho guardato apposta ma non mi sembrava così spazioso! Ma dovrò convincermene :cry:
secondo me ti immagini l'aereo troppo grande!
Click Here to view my aircraft photos at JetPhotos.Net!

China su fronte, si ses sezzidu pesa! ch'es passende sa Brigata tattaresa boh! boh! E cun sa mannu sinna sa mezzus gioventude de Saldigna

Non bat dinare a pacare
una vida pro miserat chi siat
s' omine
no er de imbolare
pro una gherra chi
est' unu affare


*Virtute Siderum Tenus*

Avatar utente
Cinciasbrincia
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 43
Iscritto il: 16 gennaio 2014, 8:42
Località: Olbia

Re: Ancora qui :(

Messaggio da Cinciasbrincia » 12 marzo 2014, 14:17

No me lo immagino comunque veloce, e se penso che sia veloce ovviamente penso che abbia bisogno di un discreto spazio per fermarsi.... E se incontra ostacoli che danneggiano le ali, che sono piene di carburante eccetera eccetera eccetera... Però se queste cose le dico a voce alta mi prendo per pazza da sola, mentre nella mia testa mi sembrano cose possibili!!!! :|

Avatar utente
**F@b!0**
FL 500
FL 500
Messaggi: 6872
Iscritto il: 17 aprile 2009, 19:21
Località: Olbia (OT)

Re: Ancora qui :(

Messaggio da **F@b!0** » 12 marzo 2014, 14:43

Cinciasbrincia ha scritto:No me lo immagino comunque veloce, e se penso che sia veloce ovviamente penso che abbia bisogno di un discreto spazio per fermarsi.... E se incontra ostacoli che danneggiano le ali, che sono piene di carburante eccetera eccetera eccetera... Però se queste cose le dico a voce alta mi prendo per pazza da sola, mentre nella mia testa mi sembrano cose possibili!!!! :|
ma ho appena detto che è libero da ostacoli! :wink: :wink: :wink:
Click Here to view my aircraft photos at JetPhotos.Net!

China su fronte, si ses sezzidu pesa! ch'es passende sa Brigata tattaresa boh! boh! E cun sa mannu sinna sa mezzus gioventude de Saldigna

Non bat dinare a pacare
una vida pro miserat chi siat
s' omine
no er de imbolare
pro una gherra chi
est' unu affare


*Virtute Siderum Tenus*

Avatar utente
Cinciasbrincia
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 43
Iscritto il: 16 gennaio 2014, 8:42
Località: Olbia

Re: Ancora qui :(

Messaggio da Cinciasbrincia » 12 marzo 2014, 16:24

Fabio, la Olbia Nuoro libera da ostacoli? Comunque.... Il punto è che il mio pensiero fisso è quello!

Avatar utente
**F@b!0**
FL 500
FL 500
Messaggi: 6872
Iscritto il: 17 aprile 2009, 19:21
Località: Olbia (OT)

Re: Ancora qui :(

Messaggio da **F@b!0** » 12 marzo 2014, 16:31

Cinciasbrincia ha scritto:Fabio, la Olbia Nuoro libera da ostacoli? Comunque.... Il punto è che il mio pensiero fisso è quello!
e io sto cercando di togliertelo! Alla Olbia Nuoro nemmeno ci arrivi, se fossi abbastanza alto da arrivarci lo sei anche per tornare indietro! E prima c'è poco meno di un chilometro di niente! Campagna!
Click Here to view my aircraft photos at JetPhotos.Net!

China su fronte, si ses sezzidu pesa! ch'es passende sa Brigata tattaresa boh! boh! E cun sa mannu sinna sa mezzus gioventude de Saldigna

Non bat dinare a pacare
una vida pro miserat chi siat
s' omine
no er de imbolare
pro una gherra chi
est' unu affare


*Virtute Siderum Tenus*

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4679
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: Ancora qui :(

Messaggio da sardinian aviator » 12 marzo 2014, 16:53

**F@b!0** ha scritto: ingestione di volatili, più plausibile ma difficile, dovresti beccare uno stormo, e uno stormo si vede da "lontano", il pilota non inizierebbe (o terminerebbe) il decollo se vede uno stormo davanti a se, più difficile individuare un solo volatile, ma un solo volatile al massimo provoca lo spegnimento di 1 solo motore!
Aggiungo ad abundantiam che le certificazioni dei motori prevedono il loro funzionamento ad una certa potenza e per un certo tempo anche dopo un'ingestione di volatili. Comunque rassicurati perché ad Olbia mi risulta che ci sia un'eccellente squadra per l'allontanamento degli uccelli dalle piste.
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2550
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: Ancora qui :(

Messaggio da MartaP » 12 marzo 2014, 17:15

Cinciasbrincia ha scritto:No me lo immagino comunque veloce, e se penso che sia veloce ovviamente penso che abbia bisogno di un discreto spazio per fermarsi.... E se incontra ostacoli che danneggiano le ali, che sono piene di carburante eccetera eccetera eccetera... Però se queste cose le dico a voce alta mi prendo per pazza da sola, mentre nella mia testa mi sembrano cose possibili!!!! :|
La mente è ingannevole... :D
Va bene, mettiamola così: sono cose possibili, ma sono altamente improbabili.

Tutte queste "cose", " incidenti" che tu ti immagini sono state già immaginate prima da esperti, tecnici, ingegneri...(Tartan ad esempio :D ) per fare in modo che non accadano.

Non è che se succede qualcosa i piloti improvvisano: intanto sono in due, ai comandi, ( quando non sono in tre) ed inoltre hanno a disposizione check-list, manuali, assistenza dalla torre di controllo...

Nel forum troverai molti argomenti scritti dai piloti, al riguardo...ma il punto non è questo..

....il primo punto è, lo è sempre, la mancanza di fiducia, la sensazione che tu in aereo non abbia il controllo della situazione...ed il secondo punto è: noi raramente abbiamo il controllo di qualcosa, l'unica cosa che puoi controllare è te stessa e la tua mente....
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Avatar utente
Cinciasbrincia
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 43
Iscritto il: 16 gennaio 2014, 8:42
Località: Olbia

Re: Ancora qui :(

Messaggio da Cinciasbrincia » 12 marzo 2014, 17:48

Credetemi, io mi sento pazza e mi vergogno anche di riuscire a pensare certe cose! Non avete idea di quante volte mi dica "ma perché non smetti di complicarti l'esistenza e la vivi serenamente? " solo che voglio sinceramente superare questo terrore puro che mi attanaglia prima di prendere un volo, a volte anche mesi prima come in questo caso, e l'unico modo che penso e spero sia efficace è parlarne qui con voi, però se in un primo momento leggo le risposte, giro su altri post pubblicati per cercare rassicurazioni e mi sento leggermente più tranquilla , poi chiudo tutto e riprendo da capo.... Così non mi era davvero mai capitato.... Sarà lo stress aggiuntivo dell'università che non mi fa riposare un attimo il cervello e sono in costante ansia però io davvero non posso e non voglio continuare così, anche perché faccio parte di una famiglia che viaggia almeno una volta al mese , questo f@b!o lo sa(anche perché è lui che chiamo la sera prima in preda al panico) e sopportare uno stress così grande ogni volta mi fa uscire di testa!!! :( :cry:

Avatar utente
mermaid
Agente di Rampa AUA
Agente di Rampa AUA
Messaggi: 10384
Iscritto il: 1 aprile 2008, 16:27
Località: mxp

Re: Ancora qui :(

Messaggio da mermaid » 12 marzo 2014, 19:18

sopportare uno stress cosí grande a lungo rischia di farti ammalare seriamente, il tuo corpo non è fatto per stare in uno stato di allerta continua.
Immagine

Ti!

Avatar utente
Cinciasbrincia
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 43
Iscritto il: 16 gennaio 2014, 8:42
Località: Olbia

Re: Ancora qui :(

Messaggio da Cinciasbrincia » 13 marzo 2014, 2:19

mermaid ha scritto:sopportare uno stress cosí grande a lungo rischia di farti ammalare seriamente, il tuo corpo non è fatto per stare in uno stato di allerta continua.
Infatti ne sto già risentendo tramite gastriti e atre cose varie che sono scatenate da tutti questi fattori di stress... Che l'università sia pesante ok, ci sta, ma almeno questa fonte di stress del volo voglio davvero farla fuori anche perché ai viaggi non voglio assolutamente rinunciare....

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11151
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Ancora qui :(

Messaggio da flyingbrandon » 13 marzo 2014, 8:07

Cinciasbrincia ha scritto: Infatti ne sto già risentendo tramite gastriti e atre cose varie che sono scatenate da tutti questi fattori di stress... Che l'università sia pesante ok, ci sta, ma almeno questa fonte di stress del volo voglio davvero farla fuori anche perché ai viaggi non voglio assolutamente rinunciare....
Cincia...non parlo più di ipotesi e di origini...un po' perché tendi ad "escludere"...e un po' perché, ai fini di un cambiamento non è necessario sapere il perché...ma il come. D'ora in poi, quindi, parliamo di ciò che c'è...ok?
C'è una mente che collabora benissimo...e ora ti spiego perché. Uno dei problemi , spesso, è una sorta di presunzione...la presunzione sta nel fatto di essere "protagonisti" sia pure di un evento negativo...proprio il nostro aereo cade....proprio al mio succede che...come se tutto l'universo, quello delle altre persone comprese, ruotasse intorno a noi...che non è proprio l'idea "fatalista"...quando "deve" capitare capita. O sbaglio? Ora...la tua mente collabora benissimo perché...l'aereo NON può essere fonte di "ansia" per un passeggero...ma se ti rimane l'ansia e togli l'aereo....il problema è tuo....e sì che lì l'universo ruota intorno a te. Tu sola sei il problema e tu sola sei la soluzione. Quindi...per prima cosa tu, all'aereo non devi pensare...ma non per pensare positivo ma perché non ti serve a "una beata min**ia" come dice qualche comico. Il pensare all'aereo come causa della tua ansia e addossare a quello la colpa permette al tuo pensiero e alla tua analisi su te stessa di rimanere perfettamente intatta....perché...ma sì...ti dirai anche "ma che scema che sono...proprio non capisco"...ma in realtà non ti metti in discussione affatto. La stessa mente...lo stesso pensiero...."sono più forti di te"...."sono inaspettati ....va tutto bene tranne l'aereo".....frasi che ti mettono il cuore in pace, a livello più intimo...che tu non hai colpe...o, se preferisci, sono tutte scuse per non averne. L'ansia si genera come conseguenza di un pensiero. Se è vero che il pensiero ti può nascere spontaneamente e influenzare nei primi istanti le tue emozioni, perché fisiologicamente ti passa prima dall'amigdala, è altrettanto vero che una frazione di secondo dopo hai il totale controllo del tuo pensiero....la capacita di generare un altro pensiero....di analizzare il precedente...oppure di capire che stai pensando a delle eventualità che, per quanto possibili, sono remote. Esercizi come la respirazione "consapevole" o anche altre cose ti danno la dimensione del tuo corpo in quel preciso momento... ti permettono di tornare ad una dimensione più "reale". Tu vivi i pensieri come reali...ma sconnetti totalmente la tua capacità di capire che, in realtà, stai solo pensando e ciò che vivi non lo è reale. Questo meccanismo , utile in alcune circostanze, perché può "preparare" il corpo a qualcosa di inaspettato e renderlo più reattivo non è un meccanismo "sbagliato"...ma come tutto ciò che adoperi malamente in un contesto non opportuno, lo diventa. E anche in questo caso hai la piena e totale facoltà di fermarti e capire. Queste erano solo premesse...ora però volevo mostrati "l'errore" che ti permette di vivere in questo modo...le credenze che non ti permettono di mettere in discussione i tuoi "adorati" schemi di pensiero....e cioè il ritenere normale che ci siano dei fattori di stress che ti fanno vivere "in Ansia". Perché trovi che questo sia normale? Perché l'università ti genera ansia? Dovrebbe semmai esserci quella "tensione d'esame"...che per certi versi è perfino positiva perché ti spinge a studiare...ma se ti viene "ansia" hai oltrepassato quella soglia positiva. Se riprendi uno dei primi post dicevi che l'università...non era un problema...era tutto okkkkkkk.....qua mi dici che è pesante e appare, se non ho inteso male, come una fonte di stress continua...tant'è che hai gastriti. Quindi è la percezione che hai della tua vita che ti genera ansia...e non potrai mai togliere quella dell'aereo, o qualsiasi altra, se decidi che, per il resto, è tutto ok e tutto normale...perché la percezione parte dallo stesso meccanismo di pensiero...e se per te quello è ok....lo escludi dalla tua ricerca e non pensi minimamente alla possibilità di....buttarlo nel cesso. È inutile che ti metti a cercare il modo in cui in aereo non ci sia scampo....lo troverai. Ma potrai trovare un milioni di altri modi per cui avrai buone possibilità di morire. Non è il pensiero che puoi morire che devi togliere dalla testa...quella è l'unica certezza che hai nella tua vita. È il pensiero di come goderti la tua vita che devi mettere nel cervello....e farlo diventare un tuo "principio primo". Se ti piantano 2 motori su due sei nella m***a...ma anche se la tua gastrite diventa un ulcera perforante sei nella m***a. La differenza è che il primo è un evento raro, non alla tua portata, dove i piloti faranno comunque qualcosa...e ci sono esempi di atterraggi perfettamente riusciti senza motori. Per il secondo, invece, è alla tua portata e tu non stai facendo nulla per utilizzare al meglio quell'avviso del tuo corpo. Se ti piacciono i paralleli aeronautici...è come se suonasse in cockpit un master warning di un fuoco al motore e i piloti invece di fare quello che devono fare, e cioè spegnere l'incendio, mettere in sicurezza il motore e l'aereo e atterrare si mettessero ad escludere ciò che potrebbe essere la causa...poi magari pensassero che in quel momento ci sono dei pensieri "più forti" e proseguissero il loro volo in balia degli eventi...pensando che, però, è anche normale che ci siano dei pericoli...andando avanti senza cambiare niente...vuoi che ti dica come potrebbe finire? Quindi non pensare a scenari che non ti competono, che non sono alla tua portata, che non ti mettono in condizione di alcunché nella tua vita e analizza i tuoi master warning...e ansia e gastriti lo sono. Se non parti da ciò che hai e cerchi di risolvere un aspetto perché vuoi viaggiare ma senza essere disposta a cambiare effettivamente la tua vita...lascia perdere. Rimani in Sardegna...viaggia in nave...perché altrimenti sì....aggiungi stress a stress. Altrimenti....usa la voglia di viaggiare la tua paura dell'aereo come trampolino per uno studio "interiore"...questo sì ti porterà enormi soddisfazioni in tutti gli ambiti della tua vita. E, in questo caso, siccome decidi di studiare un fenomeno che ti riguarda..sii curiosa delle tue paure...non fuggirle....non razionalizzarle...prendile per quelle che sono....cioè pensieri che ti spaventano. Vedi come reagisce il tuo corpo...divertiti a variare dei pensieri e sentire come reagisce...confronta l'effetto di un pensiero o, meglio ancora, cerca di vivere intensamente l'emozione che ti provocherebbe riuscire in qualcosa di grande...vivendoti la soddisfazione...e "annotati" mentalmente queste sensazioni. Insomma sei tu che decidi cosa fare....fallo...invece di darti della pazza ma continuare per la tua strada. Come ti ho già detto in qualche tua esclusione e in qualche tua convinzione c'è qualcosa di sbagliato e non funzionale per vivere bene...trovalo...ma quando lo cerchi devi mettere in discussione tutto....e per tutto intendo tutto....e per farlo devi anche togliere ogni giudizio "morale" su ciò che scoprirai....perché altrimenti toglierai qualcosa dalla tua analisi.
È divertente...e poi cosa hai di meglio da fare nella vita?
Ciao!


P.S. Spesso insisto con il respiro perché è fisiologicamente accertato che non è possibile avere un respiro calmo e profondo e essere in uno stato d'ansia. Come è vero che i pensieri influenzano la fisiologia del tuo corpo è altrettanto vero che il funzionamento del tuo corpo influisce sullo stato d'animo. Se ti sembra di perdere il controllo del tuo pensiero, quindi, agisci sul corpo e il risultato arriva lo stesso. Già un pensiero funesto in un corpo rilassato ha un effetto diverso...rendendolo meno funesto...fino a scomparire. Hai quindi infiniti modi di intervenire...fallo!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Cinciasbrincia
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 43
Iscritto il: 16 gennaio 2014, 8:42
Località: Olbia

Re: Ancora qui :(

Messaggio da Cinciasbrincia » 13 marzo 2014, 10:59

Io allora ho sempre confuso la fatalità con la presunzione! E io odio la presunzione... Però forse, girandola a modo mio e facendomi forza, usavo proprio quella presunzione per cercare di escludere il fatto che su tanti l'aereo che sarebbe andato male fosse il mio...tutto ciò nella teoria mi riesce benino... Nel tuo discorso siamo passati da analizzare la paura dell'aereo ad analizzare il mio stato d'ansia rapportato alla mia vita, ed in effetti io ti devo dire che la mia vita, a parte i momenti di spensieratezza totale, lascia abbastanza spazio all'ansia.. Ora non mi pensare come una persona ossessionata e depressa chiusa in casa in un angolino a dondolarsi, però è vero che in molte delle cose che faccio mi preoccupo costantemente e mi rendo conto che è pesante, mi complico la vita non sai quanto! Studio e penso all'esame, guido e penso agli incidenti (sono neopatentata), sono sola e penso a tutto ciò che di brutto possa accadere.... Diciamo che non ho una visuale positiva in molti casi...vista da fuori potrebbe essere paragonato ad un processo masochista, e forse lo è.. Capisci che quindi l'aereo è "solo" una continuazione delle mie ansie, però mentre la macchina la prendo lo stesso perché mi serve, continuo a studiare perché dovrò pur finire questa università, l'aereo continuo a prenderlo ma quando entrò nello stato negativo è fatta! Forse i discorsi che mi faccio mentalmente li faccio male, perché non attaccano. E comunque volevo dire che se sono qui è proprio per mettermi in gioco,altrimenti credi che mi sarei aperta così per nulla? perché alla fine a me questa ansia da volo mi sta stretta, e un modo ci dovrà pur essere! Forse dovrò rimettermi in gioco totalmente, mettere in discussione il mio modo di procedere e quindi di vivere anche le altre ansie, ma è una sfida che accetto ben volentieri se poi ne esco da vincente! A volte il solo modo di esternare quello che si prova, mettersi a confronto con altri, vedere analizzato da una prospettiva esterna il tuo mondo, compresi i problemi, già questo può aiutare... A fare le autocritiche sono buoni tutti ma la storia cambia quando è uno sconosciuto(con tutto il rispetto che meriti brandon) a dirti certe cose, allora magari capisci davvero che il metodo che hai sempre usato è non solo fallimentare ma anche autodistruttivo!
Detto ciò, non mi resta che lavorare solo su me stessa e sperare in buoni risultati così da alleggerirmi la vita e godermela....sto andando fuori tema sicuramente, perdonatemi, ma una spiegazione del mio punto di vista ora era necessaria...

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11151
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Ancora qui :(

Messaggio da flyingbrandon » 13 marzo 2014, 12:29

Certo che ne esci vincente.
Vedi...non invito mai a "sbattersene" e assumere un atteggiamento incosciente. Ma sono due cose diverse....essere consapevoli di quello che si fa rispetto ad identificare la realtà con il nostro pensiero. Fai bene ad avere bene in mente gli incidenti in macchina e, in virtù di questa possibilità, guidare con prudenza. Fai bene, se vivi sola, ad avere attenzioni particolari. Ma quello che ti dicevo prima....valutare una situazione, crearsi una via di uscita se dovesse accadere qualcosa e non farsi trovare impreparati dovrebbe essere lo spunto per essere più sicuri...ma con la consapevolezza, che una volta valutato il tutto, torni alla realtà del momento. Altrimenti questo aspetto, positivo per certi versi, non fa che allertare continuamente , inutilmente, il nostro fisico e la nostra mente...perdendo, tra le altre cose, il contatto con la realtà e rendendoci, di fatto, più vulnerabili. Quando un aspetto diventa ossessivo è una debolezza...più ti focalizzi più perdi la possibilità di avere una visione ampia. Il tutto poi deve tornare ad una dimensione normale...a volte le persone parlano delle proprie paure come se fossero catastrofi...un disguido diventa una "vita di m***a", e così via...un esame andato male una sconfitta....è pieno di esempi dove ciò che viene comunemente valutato negativo assume la validità di una legge generale...e ciò che arriva di positivo è normale e chissà se accadrà ancora. Questo tipo di pensiero ti allontana dalla bellezza della vita. Poi a chiunque chiedi "preferisci un tumore al cervello o essere segato ad un esame?" ti risponde...."che c***o di domande...è ovvio"....ma allora perché non vivi nella stessa ovvietà? Perché se hai un esito negativo non dici "mavaffanculo" e finisce lì. La vita non è volare...non è un esame...non va valutata sempre in ogni minimo dettaglio, altrimenti perde di "magia". Essere spensierati, e non rincoglioniti, ti porta ad essere proprio più attento...perché sei leggero...sei più in sintonia...tutto del tuo corpo, e quello degli altri, ti parla...se lasci spazio alla tua sensibilità ti accorgerai che non ti fai cogliere così impreparata dagli imprevisti e, le tue risposte, non soffocate da mesi o anni di ansia e stress saranno molto migliori. In aereo si può morire? Si....con una probabilità molto minore di altri fattori....tra cui quello di vivere stressati ed essere colti da un malore...le cui cause saranno virus, anomalie, e altre cose ma che , sicuramente, hanno trovato un varco aperto , se non a volte un invito esplicito, da una persona ormai "cotta". Tutto di te risente dello stress...e ciò che hai facoltà di fare è ridurlo...non farti trascinare dagli eventi e sforzarti, inizialmente, di vederli in un modo diverso, più funzionale...poi vedrai che dipende tutto dalla tua capacità di vivere e non tanto dall'evento stesso. Ben vengano gli imprevisti....ben vengano gli errori....ben vengano tutti gli aspetti che caratterizzano la tua esistenza. Non pensare mai "ah vorrei che fosse così....ah non doveva andare così...." , limitati a cambiare ogni aspetto della tua vita che possa farti vivere meglio quella situazione, che ti permetta di cercare gli spunti per un tuo personale cambiamento. Se sei inca**ata...non pensare "eh ma NON dovrei"...lo sei e basta...fa qualcosa per non esserlo. Non negare ciò che c'è ma cerca ciò che di diverso puoi fare. Stessa cosa con la paura...non la razionalizzare...accettala...ridimensionala...volare o non volare non è fondamentale. Lo è non vivere con l'ansia...allora cerca quei meccanismi di pensiero che la generano...e tutto assumerà connotati diversi...non solo la paura di volare...ma anche gli esami...la macchina...la vita....
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
mermaid
Agente di Rampa AUA
Agente di Rampa AUA
Messaggi: 10384
Iscritto il: 1 aprile 2008, 16:27
Località: mxp

Re: Ancora qui :(

Messaggio da mermaid » 13 marzo 2014, 12:30

ma..perdona la domanda personale e un po' ot - tanto si è capito che il problema non è l'aereo.. a te piace la facoltá che hai scelto?
Immagine

Ti!

Avatar utente
Cinciasbrincia
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 43
Iscritto il: 16 gennaio 2014, 8:42
Località: Olbia

Re: Ancora qui :(

Messaggio da Cinciasbrincia » 13 marzo 2014, 12:45

mermaid ha scritto:ma..perdona la domanda personale e un po' ot - tanto si è capito che il problema non è l'aereo.. a te piace la facoltá che hai scelto?
Si certo che mi piace, ma è un po' pesante e da conciliare con il lavoro che, anche se solo estivo,però è pesante e ovviamente rallenta i miei studi così da premere sul fatto che devo fare di tutto per superare gli esami almeno decentemente e non diventare avvocato a 50 anni.... L'ansia non è il fatto che non mi piace la facoltà e quindi ho un problema con gli esami, l'ansia deriva dal poco tempo che ho a disposizione per cercare di stare un minimo in pari e ovviamente si trasforma in una pressione, che mi faccio da sola, ad avere risultati positivi con il relativo stress che comporta preparare un esame di 1500 pagine in un mese....capisci che quindi per me andare in vacanza, staccare un paio di giorni è fondamentale, e quale miglior modo se non prendere un mezzo che in mezza giornata ti porta in tutt'altro posto? Diciamo che c'è dietro tutta una serie di fattori scatenanti che non me la fanno vivere serenamente come vorrei :roll:
Chi legge questi post mi prenderà per depressa senza vie d'uscita :lol: ovviamente non lo sono!

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2550
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: Ancora qui :(

Messaggio da MartaP » 13 marzo 2014, 13:08

Cinciasbrincia ha scritto: .... l'ansia deriva dal poco tempo che ho a disposizione per cercare di stare un minimo in pari e ovviamente si trasforma in una pressione, che mi faccio da sola, ad avere risultati positivi con il relativo stress che comporta preparare un esame di 1500 pagine in un mese....capisci che quindi per me andare in vacanza, staccare un paio di giorni è fondamentale, e quale miglior modo se non prendere un mezzo che in mezza giornata ti porta in tutt'altro posto? Diciamo che c'è dietro tutta una serie di fattori scatenanti che non me la fanno vivere serenamente come vorrei :roll:
Chi legge questi post mi prenderà per depressa senza vie d'uscita :lol: ovviamente non lo sono!
..non dovresti preoccuparti o dare troppo peso all' impressione che potresti fare agli altri.....,gli altri non sanno niente, di te, della tua vita... e poi la depressione non c'entra niente, anch'io sarei stressata se dovessi studiare per un esame così impegnativo...
effettivamente staccare sarebbe la cosa migliore ma se in questo momento, prendere un aereo per te è una ulteriore fonte di stress forse dovresti utilizzare un mezzo di trasporto alternativo....
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Avatar utente
Cinciasbrincia
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 43
Iscritto il: 16 gennaio 2014, 8:42
Località: Olbia

Re: Ancora qui :(

Messaggio da Cinciasbrincia » 13 marzo 2014, 16:26

In vita mia ho preso la nave due volte, e non la prendo neanche in considerazione quando si tratta di andare in vacanza a meno che non si tratti di una crociera :lol: sai un po' per ragioni di tempo, un po' per vantaggi legati al prezzo dei biglietti aerei che mi trovo ad avere, la mia scelta ricade sempre sull'aereo... E poi sai che vuol dire muoversi in nave per uscire dalla Sardegna, e girarla in treno? A quel punto diventa quasi obbligatorio prendere l'aereo se hai in mente un week end di relax... In ogni caso ricollegandomi al motivo principale per cui ho scritto, visto che ci siamo persi in analisi psicologiche varie, a me interessa davvero superare questo ostacolo perché adoro viaggiare... Finita una vacanza penso già alla prossima, questo per farvi capire che per me è assolutamente necessario sconfiggere le mie paure, tralasciando tutto il discorso su esami vari e altri tipi di pensieri funesti che, penso, possano capitare un po' a tutti :oops: ...spero solo che da tutto ciò che si è detto in questa discussione ne venga fuori qualcosa di buono, l'ansia per esame me la posso anche tenere, ma quella pre-volo no... :)

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11151
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Ancora qui :(

Messaggio da flyingbrandon » 13 marzo 2014, 16:51

Cinciasbrincia ha scritto:, tralasciando tutto il discorso su esami vari e altri tipi di pensieri funesti che, penso, possano capitare un po' a tutti :oops: ...spero solo che da tutto ciò che si è detto in questa discussione ne venga fuori qualcosa di buono, l'ansia per esame me la posso anche tenere, ma quella pre-volo no... :)
Vedi...mi spiace se ti sei annoiata...ma forse ti è sfuggito il senso dei discorsi "psicologici vari"...e non sono affatto fuori tema. Una persona non è Mai a "scompartimenti"...non ci sono tra psiche e corpo, figurati tra psiche e psiche...:)
È Che tu consideri "normale" il resto, e quindi i suoi meccanismi, e vuoi semplicemente togliere una "manifestazione" che è quella del volo...e, purtoppo o per fortuna, non succede così. Se preferisco questo modo...angosciati pure...tanto voli lo stesso...tu vuoi scollegare una spia senza risolvere il guasto...in macchina non è saggio ma di può fare...in aereo non è saggio e non si fa...su una persona non è saggio e non si può fare...tutto, prima o poi, ti ricade addosso. E non ho l'idea di te che sei depressa e chiusa in una stanza...ma non è neanche un problema se qualcuno se la fa sotto volando. È che spesso si confonde lo stare bene con l'assenza di sofferenze...invece stare bene significa esprimere il proprio potenziale...se poi non si ha neanche l'assenza di sofferenza...per Carità...è una scelta....
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
**F@b!0**
FL 500
FL 500
Messaggi: 6872
Iscritto il: 17 aprile 2009, 19:21
Località: Olbia (OT)

Re: Ancora qui :(

Messaggio da **F@b!0** » 13 marzo 2014, 16:55

Cinciasbrincia ha scritto:un po' per vantaggi legati al prezzo dei biglietti aerei che mi trovo ad avere,
:x :x :| :| :| :violent3:















[smilie=mylove.gif] :mrgreen: :mrgreen: :lol:
Click Here to view my aircraft photos at JetPhotos.Net!

China su fronte, si ses sezzidu pesa! ch'es passende sa Brigata tattaresa boh! boh! E cun sa mannu sinna sa mezzus gioventude de Saldigna

Non bat dinare a pacare
una vida pro miserat chi siat
s' omine
no er de imbolare
pro una gherra chi
est' unu affare


*Virtute Siderum Tenus*

Avatar utente
Cinciasbrincia
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 43
Iscritto il: 16 gennaio 2014, 8:42
Località: Olbia

Re: Ancora qui :(

Messaggio da Cinciasbrincia » 13 marzo 2014, 17:04

No no aspetta non fraintendere! Non mi permetterei mai di scrivere cercando consigli e poi dire che mi annoiate, assolutamente! Anzi io vi ringrazio perché anche con le sole parole, si riesce a far ragionare l'altra parte! Anzi, in realtà ho tagliato corto nell'ultimo messaggio perché pensavo io di annoiare voi!
Ciò che hai detto sul fatto che nonostante ci sia un meccanismo guasto e si vada avanti lo stesso, lo trovo in parte giusto ed in parte sbagliato.... Tra i discorsi che si sono fatti, si è giunti alla conclusione, anche per parole dette da me, che l'ansia che generò nella mia testa avvolge un po' tutte quelle situazioni particolari dove un po' di preoccupazione ci può sempre stare! Non mi immagino di guidare a 80 in città e non preoccuparmi di possibili incidenti, e non mi immagino di andare a dare un esame senza un minimo di preoccupazione... Il mio voler operare a compartimenti stagni deriva dal fatto che, come ho detto prima, la preoccupazione della guida la posso gestire, così anche quella dell'esame( più o meno), mentre quella dell'aereo è quasi invalidante, dico quasi perché, mi ripeto ancora scusatemi, alle mie vacanze e ai miei viaggi non ci rinuncio, e se un viaggio inizia bene e termina bene, beh è tutta un'altra storia! Poi che me la faccio sotto ormai si è capito, anche perché non avrei scritto nella sezione pdv :)

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4679
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: Ancora qui :(

Messaggio da sardinian aviator » 13 marzo 2014, 19:22

Così, tanto per ragionare: hai detto che studi e lavori, il che è encomiabile, ma non puoi tenere gli stessi ritmi di studio come se non lavorassi. Per esperienza diretta (Laurea in Giurisprudenza nel 1973 :( per la data non per la laurea), un esame da 1500 pagine preparato in un mese è praticamente impossibile a meno non si tratti di roba particolarmente facile e (attenzione non "o") con ritmi di studio coreani (del sud).
Immagino che il libro lo debba leggere almeno tre volte, cioè sono 4500 pagine; diviso 26 giorni (le domeniche spero le salti) fanno 172 pagg. al giorno. Non so quante pagine riesci a studiare all'ora (dipende dal soggetto) e quante ore resisti, ma insomma ti avvicini alle 8/9 ore al giorno, col risultato che nelle ultime due o tre il rendimento cala e lo stress aumenta. E se lavori pure, mi spieghi come fai?
Magari una riprogrammazione dei tempi, che ti lasci anche vivere, aiuterebbe a vincere anche le ansie.
Perdonami se mi sono intromesso, ma volevo portarti la mia esperienza.
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Avatar utente
**F@b!0**
FL 500
FL 500
Messaggi: 6872
Iscritto il: 17 aprile 2009, 19:21
Località: Olbia (OT)

Re: Ancora qui :(

Messaggio da **F@b!0** » 13 marzo 2014, 19:27

sardinian aviator ha scritto:Così, tanto per ragionare: hai detto che studi e lavori, il che è encomiabile, ma non puoi tenere gli stessi ritmi di studio come se non lavorassi. Per esperienza diretta (Laurea in Giurisprudenza nel 1973 :( per la data non per la laurea), un esame da 1500 pagine preparato in un mese è praticamente impossibile a meno non si tratti di roba particolarmente facile e (attenzione non "o") con ritmi di studio coreani (del sud).
Immagino che il libro lo debba leggere almeno tre volte, cioè sono 4500 pagine; diviso 26 giorni (le domeniche spero le salti) fanno 172 pagg. al giorno. Non so quante pagine riesci a studiare all'ora (dipende dal soggetto) e quante ore resisti, ma insomma ti avvicini alle 8/9 ore al giorno, col risultato che nelle ultime due o tre il rendimento cala e lo stress aumenta. E se lavori pure, mi spieghi come fai?
Magari una riprogrammazione dei tempi, che ti lasci anche vivere, aiuterebbe a vincere anche le ansie.
Perdonami se mi sono intromesso, ma volevo portarti la mia esperienza.
aspetta aspetta!
lavora stagionalmente d'estate (mia collega), e cerca di dare gli esami in tempo per non dover fare questa "sovrapposizione" d'impegni!
Click Here to view my aircraft photos at JetPhotos.Net!

China su fronte, si ses sezzidu pesa! ch'es passende sa Brigata tattaresa boh! boh! E cun sa mannu sinna sa mezzus gioventude de Saldigna

Non bat dinare a pacare
una vida pro miserat chi siat
s' omine
no er de imbolare
pro una gherra chi
est' unu affare


*Virtute Siderum Tenus*

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4679
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: Ancora qui :(

Messaggio da sardinian aviator » 13 marzo 2014, 19:48

**F@b!0** ha scritto:
sardinian aviator ha scritto:Così, tanto per ragionare: hai detto che studi e lavori, il che è encomiabile, ma non puoi tenere gli stessi ritmi di studio come se non lavorassi. Per esperienza diretta (Laurea in Giurisprudenza nel 1973 :( per la data non per la laurea), un esame da 1500 pagine preparato in un mese è praticamente impossibile a meno non si tratti di roba particolarmente facile e (attenzione non "o") con ritmi di studio coreani (del sud).
Immagino che il libro lo debba leggere almeno tre volte, cioè sono 4500 pagine; diviso 26 giorni (le domeniche spero le salti) fanno 172 pagg. al giorno. Non so quante pagine riesci a studiare all'ora (dipende dal soggetto) e quante ore resisti, ma insomma ti avvicini alle 8/9 ore al giorno, col risultato che nelle ultime due o tre il rendimento cala e lo stress aumenta. E se lavori pure, mi spieghi come fai?
Magari una riprogrammazione dei tempi, che ti lasci anche vivere, aiuterebbe a vincere anche le ansie.
Perdonami se mi sono intromesso, ma volevo portarti la mia esperienza.
aspetta aspetta!
lavora stagionalmente d'estate (mia collega), e cerca di dare gli esami in tempo per non dover fare questa "sovrapposizione" d'impegni!
ah, OK, ma pure così è tanto! Io più di sei ore al giorno non tenevo....
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Avatar utente
Cinciasbrincia
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 43
Iscritto il: 16 gennaio 2014, 8:42
Località: Olbia

Re: Ancora qui :(

Messaggio da Cinciasbrincia » 13 marzo 2014, 19:51

Sardinian, come ha detto Fabio lavoro stagionalmente, ma dal momento che sai bene di cosa parlo, sai anche quanto impegno e concentrazione ci voglia per preparare un esame, qualunque sia... Non ho ritmi di studio coreani :lol: però cerco di fare il più possibile per stare dietro ai pochi appelli disponibili di cui posso approfittare in inverno, dal momento che durante la stagione sto in apt e non ho veramente il tempo, le forse è la concentrazione di studiare neanche 20 pagine... Quello che tu supponi, cioè il fatto che tutto lo stress generi ansia, è lo stesso dubbio che mi sono posta io, però che soluzione ci può essere? Lo studio non voglio abbandonarlo assolutamente, i viaggi neanche... Diciamo che l'unica risposta può essere un lavoro sul mio modo di reagire alle cose che generano stress eccessivo... :)

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11151
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Ancora qui :(

Messaggio da flyingbrandon » 14 marzo 2014, 1:32

Cinciasbrincia ha scritto: Il mio voler operare a compartimenti stagni deriva dal fatto che, come ho detto prima, la preoccupazione della guida la posso gestire, così anche quella dell'esame( più o meno), mentre quella dell'aereo è quasi invalidante, dico quasi perché, mi ripeto ancora scusatemi, alle mie vacanze e ai miei viaggi non ci rinuncio,
Forse, però, trascuri un problema di fondo. Quella che tu vedi come una "più o meno gestione", io la vedo come la capacità, altrettanto inconsapevole, di adattarti anche al peggio...di una risposta "logica e intelligente" della persona ma che non porta a niente...anzi...a lungo andare i disagi si manifestano in modo sempre più pesante. Mi spiego meglio...con un esempio banale ma che capita molto frequentemente. Supponi di avere un problema, fisico da qualche parte...anche solo una postura scorretta, un dolore...niente di particolarmente rilevante. Il corpo ti protegge...è intelligente e molto propenso a compensare...allora succedere che la muscolatura si adatta...si contrae da un lato per salvare l'altro..e , in effetti, tu riesci ad essere totalmente efficiente. Ma è una soluzione temporanea....se non fai niente...il problema sorge proprio laddove il corpo ha messo una pezza. È frequente che un dolore in un punto abbia origine da una iniziale contrattura in un altro punto...e proprio lì dove hai male non risiede il problema se non nel fatto che compensi un altro problema. A livello psichico è uguale...se tu vivessi lo stress per la guida come quello per l'aereo rischieresti un caso "patologico" molto limitante. È come se, in qualche modo, il segnale ti arrivasse laddove ti può arrivare sufficientemente forte ma senza invalidarti....ma analogamente al disagio fisico è una soluzione temporanea...e se non arrivi al punto piano piano si estende. Io noto, magari sbaglio, una tua totale accettazione di quello che è la tua mente e il tuo modo di vivere tranne per il buio e il volo...e , così, impedisci di fatto di trovare una soluzione che non sia una semplice compensazione. Non ti vedo, in questi post, mettere realmente in dubbio I tuoi pensieri...se non quelli specifici riguardanti il volo. Dire più forti di me o che arrivano da soli non è un mettere in dubbio la natura del proprio pensiero o il proprio ruolo nei pensieri. La gastrite non è per il volo...ma per ciò che ti sembra "normale"...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
fatamorgana
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 300
Iscritto il: 10 settembre 2013, 9:16
Località: Padova

Re: Ancora qui :(

Messaggio da fatamorgana » 14 marzo 2014, 15:08

Ciao Cincia,
mi permetto di risponderti focalizzando la mia attenzione sull'aspetto degli esami universitari ma con un criterio che secondo me si sposa bene anche per la paura di volare.
Mi sono laureata quasi 12 anni fà e finchè facevo l'università ed ero "dentro il sistema" quindi corsi, esami, appelli da non poter saltare, media sul libretto e via dicendo ero concentrata solo su quello, con l'inevitabile dose di stress che ne deriva. Tutto questo fino al momento di discutere la tesi: quella giornata lì, indimenticabile, volevo vivermela al meglio ricordandone ogni singolo attimo e non facendomi fagocitare dalla paura. E così è stato: mi sono soffermata sull'aspetto piacevole ed emozionante della cosa, non sulla paura di non essere all'altezza o di prendere un voto basso. E a quel punto avrei voluto tornare indietro e vivermi anche gli esami così: con l'attenzione a quello che di bello stavo studiando, alle tante cose che entravano nella mia testa e che sarebbero state un bagaglio per il mio futuro, lavorativo e non. Adesso che lavoro e che ho responsabilità ben più grandi che passare un esame (anche se riconosco che in certi casi sia un peso emotivo importante) rimpiango di non aver dato il giusto peso a quei momenti, di non aver messo idealmente occhiali più leggeri e colorati, godendomi la fortuna che avevo di poter conoscere la letteratura greca e la divina commedia.
Lo stesso credo, ma al limite brandon mi correggerà :-) vale per la tua paura di volare: sposta il tuo sguardo sul piacere di startene lontana dalle magagne terrene per un po', sul sentire il tuo corpo mente sei lassù, sul respiro in primis, sul tempo che avrai per leggerti un libro o ascoltare un po' di musica senza sentire cellulari che squillano. Anche sul brivido di guardare fuori dal finestrino e vedere il mondo da un'altra prospettiva.
Quanto ti alleni a usare questo sguardo, ti rendi conto che le cose intorno hanno la forma che noi dediciamo di dare loro. E pian piano diventa un mood automatico in tutti i pensieri che fai...e quanto meglio si vive!
In bocca al lupo per l'università e goditi London :-)
L'essenziale è invisibile agli occhi.

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4679
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: Ancora qui :(

Messaggio da sardinian aviator » 14 marzo 2014, 15:14

Sui cellulari che non squillano in aereo avrei qualche dubbio
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Avatar utente
Cinciasbrincia
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 43
Iscritto il: 16 gennaio 2014, 8:42
Località: Olbia

Re: Ancora qui :(

Messaggio da Cinciasbrincia » 14 marzo 2014, 15:41

Brandon mi dispiace che tu pensi che io non stia mettendo in dubbio il mio modo di pensare, in realtà sono pienamente disposta ad abbattere il muro di paure, convinzioni e modi di pensare ed agire che mi portano a vivere male certe situazioni...il fatto che io abbia aperto un post, ed abbia anche messo davanti a voi quello che provo e che penso, in cerca di un aiuto, dovrebbe essere già segno di una volontà di rimettere tutto in discussione, non solo con riguardo al volo, ma anche riguardo tutte le altre cose di cui vi ho parlato... Ovviamente per raggiungere risultati apprezzabili avrò bisogno non di una notte ma di tempo, partendo comunque convinta di poter riuscire a migliorare.... Per ora posso mettere in pratica alcuni dei consigli e dei modi di prendere la situazione che mi avete dato, visto che mio padre ha pensato bene stamattina di comunicarmi che tra due settimane andremo a milano... :shock: va be prima 50 minuti di prova Olb-Lin-Olb poi le due ore e mezza per Londra.... :roll:
Morgana, ti ringrazio per il consiglio, anche l'ansia pre esame al momento diventa quasi invalidante, ma chissà perché poi si ha sempre la forza di alzarsi e andare davanti al docente (forse perché altrimenti si finirebbe il corso di laurea in età da pensione). In effetti il modo di prendere la situazione dovrebbe essere lo stesso, rapportato all'esame diventerebbe "che mi frega,come va va" e rapportato all'aereo forse un "godiamoci il panorama e la tranquillità"... Detta così mi sembra quasi possibile :lol: scherzi a parte, può essere un ottimo modo di iniziare, ora devo solo metterlo in pratica... Esame prossima settimana e aereo tra due, cosa si può chiedere di più? :wink:

Avatar utente
fatamorgana
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 300
Iscritto il: 10 settembre 2013, 9:16
Località: Padova

Re: Ancora qui :(

Messaggio da fatamorgana » 14 marzo 2014, 16:34

sardinian aviator ha scritto:Sui cellulari che non squillano in aereo avrei qualche dubbio
Per adesso almeno.....
L'essenziale è invisibile agli occhi.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11151
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Ancora qui :(

Messaggio da flyingbrandon » 14 marzo 2014, 17:12

Cinciasbrincia ha scritto:Brandon mi dispiace che tu pensi che io non stia mettendo in dubbio il mio modo di pensare, in realtà sono pienamente disposta ad abbattere il muro di paure, convinzioni e modi di pensare ed agire che mi portano a vivere male certe situazioni...il fatto che io abbia aperto un post, ed abbia anche messo davanti a voi quello che provo e che penso, in cerca di un aiuto, dovrebbe essere già segno di una volontà di rimettere tutto in discussione, non solo con riguardo al volo, ma anche riguardo tutte le altre cose di cui vi ho parlato...
prima di tutto....non dispiacerti. Ciò che penso io è e deve essere ininfluente sulla tua vita. È importante quello che pensi tu. Io metto in dubbio proprio perché ci sono degli aspetti, così come trovavo degli indizi quando parlavamo delle cause, che sono spesso significativi di un "alibi" ad hoc. Con questo non affermo che tu non abbia scritto per voler effettivamente togliere la paura di volare...ma spesso accade che l'aver detto ci appaghi momentaneamente e ci tolga dall'idea di non averci provato...mi spiego meglio....di solito la frase tipica eh "ci ho provato ma..." e con questo la coscienza è a posto. Ma poiché dici di no...come dicevi di no alle possibili cause....non ho motivi per convincerti del contrario.
Cinciasbrincia ha scritto:
Ovviamente per raggiungere risultati apprezzabili avrò bisogno non di una notte ma di tempo,
E questo chi te l'ha detto? Il pensiero può fare click...non ha bisogno di tempo. Ne ha quando siamo convinti ne debba avere...altrimenti no.

Morgana ha centrato in pieno la questione...la gente, spesso, continua a vivere nello stress, convinta che sia normale così, per poi accorgersi che non era stressante per forza...poteva essere anche piacevole e interessante. C'è chi se ne accorge e cambia modo di percepire gli eventi e chi, si tuffa nel passato,con rimpianti e va avanti esattamente così tutta la vita....fuori dall'unico "tempo" che sta vivendo. Ed è un peccato....
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11151
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Ancora qui :(

Messaggio da flyingbrandon » 14 marzo 2014, 17:14

fatamorgana ha scritto:
Lo stesso credo, ma al limite brandon mi correggerà :-)
Oddio che brutta immagine...perché mai dovrei? :D
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Cinciasbrincia
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 43
Iscritto il: 16 gennaio 2014, 8:42
Località: Olbia

Re: Ancora qui :(

Messaggio da Cinciasbrincia » 14 marzo 2014, 17:41

Ti dico che sono convinta di aver bisogno di tempo perché non mi immagino di poter cambiare tutta l'impostazione del mio pensiero in un click! Poi magari capita un giorno che salgo in aereo presa più da quello che andrò a fare piuttosto che stare li ad ascoltare i 30 mila rumori di quello che tossisce quello che parla quell'altro che russa e i campanelli per chiamare le hostess, e allora poi penserò oh guarda non ci ho pensato! Esattamente come altre volte mi è capitato di fare! La domanda che mi pongo io è perché un semplice rumore che al momento mi ha spaventata davvero tantissimo e mi ha fatto passare tre ore nel panico più totale, anche dopo essermi stato spiegato come normalità, abbia potuto generarmi un panico così invalidante... Prendo l'aereo da quando avevo 3 mesi, ho viaggiato con il vento, con il sole e con la pioggia, magari non sempre tranquillissima però mai terrorizzata! Tieni anche conto che di ritorno da quel viaggio ho fatto scalo a linate e tornando a Olbia abbiamo incontrato raffiche di vento a 100 km/h (così dicevano al meteo,magari una ca***ta non so), persone che stavano male, una signora è svenuta, insomma penso che tu abbia bene in mente quello di cui parlo, eppure io ero mentalmente tranquilla.. Fisicamente scombussolata ovvio però comunque consapevole che se eravamo li in mezzo evidentemente ci potevamo stare e che davanti a me c'erano persone che avevano affrontato miriadi di volte quella situazione...ora come è possibile che un rumore mal percepito possa avere un effetto così devastante?

Avatar utente
fatamorgana
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 300
Iscritto il: 10 settembre 2013, 9:16
Località: Padova

Re: Ancora qui :(

Messaggio da fatamorgana » 14 marzo 2014, 17:45

flyingbrandon ha scritto:
fatamorgana ha scritto:
Lo stesso credo, ma al limite brandon mi correggerà :-)
Oddio che brutta immagine...perché mai dovrei? :D
Ciao!
Perchè sono una neofita e tu sei il Maestro su questi temi :-)
L'essenziale è invisibile agli occhi.

Avatar utente
fatamorgana
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 300
Iscritto il: 10 settembre 2013, 9:16
Località: Padova

Re: Ancora qui :(

Messaggio da fatamorgana » 14 marzo 2014, 17:49

[quote="Cinciasbrincia"]Ti dico che sono convinta di aver bisogno di tempo perché non mi immagino di poter cambiare tutta l'impostazione del mio pensiero in un click!

Cincia, sono d'accordo con Brandon...il tuo pensiero potrebbe fare click in qualsiasi momento. Sta a te lasciargli questa opportunità.
L'essenziale è invisibile agli occhi.

Avatar utente
Cinciasbrincia
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 43
Iscritto il: 16 gennaio 2014, 8:42
Località: Olbia

Re: Ancora qui :(

Messaggio da Cinciasbrincia » 14 marzo 2014, 18:07

fatamorgana ha scritto:Cincia, sono d'accordo con Brandon...il tuo pensiero potrebbe fare click in qualsiasi momento. Sta a te lasciargli questa opportunità.
Per l'aereo posso anche concordare, non ho riserve nel crederci...per il resto ho qualche dubbio che basti il click,non perché mi piace complicarmi la vita o perché ho questa presunzione, semplicemente per il fatto che essendo io una persona generalmente ansiosa, non mi ci vedo proprio ad andare all'esame spensierata senza neanche un briciolo d'ansia...mi chiedo cosa sarà il giorno della mia laurea, mi dovranno portare qualche bombola d'ossigeno da tenere pronta!!!ma se fosse come dite,beh, devo a voi la soluzione per potermi godere la vita! :lol:

Rispondi