Un'idea per provare a farsi passare la paura del volo

La fobia del volo: dubbi comuni, cause, soluzioni.
Vincere la Paura di Volare con MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
luigi_wilmo
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 373
Iscritto il: 2 novembre 2013, 20:54

Un'idea per provare a farsi passare la paura del volo

Messaggio da luigi_wilmo » 14 maggio 2014, 8:44

Un aereo "leggero" (AG/VDS) può aiutare, se non risolvere, la paura di volare, perché permette alcune cose diverse rispetto ad un volo di linea; toglie il senso "claustrofobico" che molti possono avere, toglie il problema della durata del volo (un "voletto") che può essere, inzialmente, di pochi minuti.
Si può addirittura "provare" a pilotare e capire il funzionamento in maniera intuitiva ed anche comprendere che l'aereo, anzi qualsiasi aereo, compreso l'elicottero, può tranquillamente "planare" e non precipitare come un sasso, come pensa molta gente avulsa dal volo.

Ci sono moltissime scuole di volo (basta cercare su internet) che, penso, possano offrire voli "propaganda" (si chiamavano così) e, spiegando bene le proprie paure, in un qualsiasi aeroclub dovrebbe esserci l'istruttore giusto.
Comunque andare a chiaccherare e toccare con mano un aeroplano, è sicuramente gratuito e non pericoloso.

Personalmente, ho visto molti "terrorizzati" dal volo migliorare sensibilmente; prendo numerosi voli commerciali per lavoro (oltre 100 all'anno) e mi capita di avere a che fare con colleghi e/o amici che ne soffrono (ma "costretti" a volare) ed ho visto che la cosa migliora.

Ciao
Luigi

Ponch
B767 First Officer
B767 First Officer
Messaggi: 5561
Iscritto il: 30 aprile 2005, 18:48
Località: By the sea

Re: Un'idea per provare a farsi passare la paura del volo

Messaggio da Ponch » 14 maggio 2014, 8:59

Voglio precisare una cosa.
Quando l'origine della paura è (soltanto) "l'ignoranza", solitamente il soggetto riesce a gestire la cosa e a prendere un volo. Quando l'origine non è soltanto l'ignoranza e il soggetto in questione non sarà mai disposto a salire su un aeroplano, è evidente che l'origine della paura non è soltanto ignoranza, ma c'è dell'altro. In questo caso è importante lavorare prima su quest'altro e poi tutto il resto.
Esiste una figura professionale altamente specializzata nel dire le "cagate psicologiche", come le chiami tu, che servono proprio a lavorare sulla psiche dell'individuo, lo Psicologo, che tu ci creda o no!!
Is it light where you are yet?

luigi_wilmo
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 373
Iscritto il: 2 novembre 2013, 20:54

Re: Un'idea per provare a farsi passare la paura del volo

Messaggio da luigi_wilmo » 14 maggio 2014, 9:05

Ho scritto in precedente post che è stato eliminato, quindi è inutile rimestare, l'hai scritto tu.
Ho un opinione (a questo punto non pubblica) e non ne ho più fatto riferimento.

Ponch
B767 First Officer
B767 First Officer
Messaggi: 5561
Iscritto il: 30 aprile 2005, 18:48
Località: By the sea

Re: Un'idea per provare a farsi passare la paura del volo

Messaggio da Ponch » 14 maggio 2014, 9:06

luigi_wilmo ha scritto:Ho scritto in precedente post che è stato eliminato, quindi è inutile rimestare, l'hai scritto tu.
Ho un opinione (a questo punto non pubblica) e non ne ho più fatto riferimento.
:thumbleft:
Is it light where you are yet?

luigi_wilmo
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 373
Iscritto il: 2 novembre 2013, 20:54

Re: Un'idea per provare a farsi passare la paura del volo

Messaggio da luigi_wilmo » 14 maggio 2014, 9:15

Credici o meno, ma soffro le vertigini se non sono "legato" a qualcosa (ma anche se lo sono, vedi esempio successivo), quindi quando sono andato a fare le prime ferrate a Campiglio, con "voragini" di parecchie decine di metri, sinceramente mi tremavano le gambe.

Dopo 10 minuti, è passato tutto e, quasi, veniva voglia di non fare il gancio/sgancio doppio nei passaggi facili, quindi il trucco è anche un po' abitudine, possibilità di tornare indietro ed altro.

Ora, ciò che ho notato (e l'ho notato con gente TERRORIZZATA dal volo, gente che fa fatica ad avvicinarsi all'aereo, per intenderci) è che con un aereo "piccolo", puoi iniziare a far sedere dove si pilota (giorno 1, per dire), poi accendere da fermo (giorno 2), poi rullare e far vedere che gira come la macchina, solo che usi i pedali (giorno 3) e così via.

Questo approccio "modico gradu" (come il titolo di un libro latino che avevo al liceo) non è così "comune" anche perché difficilmente praticabile in un "corso" convenzionale da compagnia aerea, spazza via moltissimi problemi, anche gravi, forse perché c'è la possibilità di tornare indietro in ogni momento e non c'è la certezza "che si deve volare".

Detto questo, per evitare problemi con staff e amministratori, vi dico che io NON organizzo corsi, NON sono disposto a portare passeggeri né a titolo oneroso, né a titolo gratuito (l'ho fatto e lo faccio gratuitamente per amici più intimi) ed il mio suggerimento è "teorico" (nel senso che non so chi fa questo), ma pratico, perché io l'ho praticato con gente terrorizzata ed ha funzionato.

Avatar utente
fp0020
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 320
Iscritto il: 22 agosto 2011, 17:42
Località: Vigonza (PD)

Re: Un'idea per provare a farsi passare la paura del volo

Messaggio da fp0020 » 14 maggio 2014, 10:32

Se posso permettermi di vestire i panni del pauroso (anche se ormai praticamente sono un ex :mrgreen: ) provo a dare il mio punto di vista; è sicuramente vero il fatto che in un aereo dove hai modo di decollare e atterrare " a comando" se hai paura è concettualmente una figata ma i veri paurosi hanno mille paure (che probabilmente sono legate a situazioni esterne al volo) che prendono nutrimento da situazioni potenziali che anche se remote si potrebbero verificare durante un volo di linea.
Faccio un piccolo elenco:
- paura di un dirottamento
- paura di una decompressione esplosiva
- paura di un missile inviato dai russi/talebani/libici ecc..
- paura che qualche passeggero si faccia saltare in aria
- paura che si spezzi un ala
io di aerei non me ne intendo (sono esperto di gnocca e pallone :mrgreen:...ormai per lo più pallone... ) ma mi pare di aver capito che l'aereo con cui tu luigi wilmo (ti do del tu) aiuti a far passare la paura è uno di quelli piccoli bellissimi.. ;fondamentalmente sono tutte ca**ate (ci sono arrivato anche io.. :lol: ) però credo che un vero pauroso (se tanto più le paure sono legate ad altro) anche se facesse un giro con te potrebbe dirti :"eh ma.. con questo aereo è una cosa ma con un volo di linea tutte quelle cose possono comunque succedere.."
spero il punto di vista sia utile..
Federico

La vita è un viaggio e se viaggi vivi due volte
Just Do It

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11151
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Un'idea per provare a farsi passare la paura del volo

Messaggio da flyingbrandon » 14 maggio 2014, 12:24

luigi_wilmo ha scritto:
Personalmente, ho visto molti "terrorizzati" dal volo migliorare sensibilmente; prendo numerosi voli commerciali per lavoro (oltre 100 all'anno) e mi capita di avere a che fare con colleghi e/o amici che ne soffrono (ma "costretti" a volare) ed ho visto che la cosa migliora.

Ciao
Luigi
È vero. L'abitudine spesso costringe all'accettazione ma raramente è una soluzione...
Comunque sono contento che tu abbia preso a cuore quest'area...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

luigi_wilmo
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 373
Iscritto il: 2 novembre 2013, 20:54

Re: Un'idea per provare a farsi passare la paura del volo

Messaggio da luigi_wilmo » 14 maggio 2014, 16:57

Beh, Federico, dico che alcune cose sono facilmente smontabili.

Per esempio, faccio ragionare su una semplice cosa, non così banale apparentemente, è che è legata alla statistica. Abito a Brescia e accade un fatto: nel raggio di 40 km (40, non 2.000), qualcuno domani sera, non ci sarà più, perché avrà fatto un incidente in macchina o in moto.

Quest'anno voleranno un 1.000.000.000 di persone e, nel peggiora anno, se sommo incidenti aerei di tutti i tipi (ma proprio tutti, militare, civile, paracadutisti, vds, ag, mongolfiere ed aeromodelli), molto probabilmente non supereremo le 3.000 unità e questo avviene da molti anni.

Detto questo, va da sé che un dirottamento, una decompressione esplosiva, un missile, un passeggero che si fa esplodere (te ne aggiungo una,uno che apre una porta di emergenza?), non si può simulare.

Un'ala che si rompe nemmeno, ma alcune volte mostro proprio la flessibilità di un aereo, sedendomi sull'ala e dicendo, ma se questo trabiccolo è fatto così, hai un idea un aereo di linea?

MD82_Lover
FL 500
FL 500
Messaggi: 9539
Iscritto il: 15 novembre 2007, 18:11

Re: Un'idea per provare a farsi passare la paura del volo

Messaggio da MD82_Lover » 14 maggio 2014, 17:30

luigi_wilmo ha scritto:Beh, Federico, dico che alcune cose sono facilmente smontabili.
Come si riconoscono le cose facilmente smontabili da quelle no?
E' per capire il tuo approccio alla persona. Da cosa capisci che la sua sarà una cosa facilmente smontabile? Perchè immagino che poi le tue considerazioni ti faranno operare in un modo piuttosto che in un altro.
Oppure quello che dici e fai è sempre lo stesso?

Avatar utente
fp0020
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 320
Iscritto il: 22 agosto 2011, 17:42
Località: Vigonza (PD)

Re: Un'idea per provare a farsi passare la paura del volo

Messaggio da fp0020 » 14 maggio 2014, 17:46

che sono facilmente smontabili sono d'accordo... adesso.
magari un paio di anni fa meno..
.... le obiezioni le hai smontate con un ragionamento "a parole" non volando.. :mrgreen:
se però becchi uno che è imparanoiato per i cavoli suoi per problemi "esterni al volo" e fa ricadere tutte le sue paturnie personali su una di quelle evenienze remotissime che ti dicevo prima.. credo sia più complicato farlo ragionare anche dopo una prova pratica.. (anche perchè in quella fase non è razionale)
per quello dico che in certi casi "strong" forse.. il far toccare con mano (farli provare a volare come fai tu) può non essere la soluzione definitiva; forse in quel caso prendendola da più distante andando alla fonte dell'insicurezza e/o difficoltà da modo di ragionare prima su se stessi (tornando razionali) e poi sul volare in se (rendendosi conto che non c'è niente di cui aver paura e che quella paura era una conseguenza di uno stato d'animo sbagliato o momentaneo)

ehm.. uno che apre la porta di emergenza??? :mrgreen: questa mi mancava...

io ti porto la mia esperienza e quelle che ho letto qui di molti.. che in discussioni passate avevano paure simili alle mie o peggio.. poi ti dico.. questà è la mia esperienza e vale uno.. :lol:
Federico

La vita è un viaggio e se viaggi vivi due volte
Just Do It

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11151
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Un'idea per provare a farsi passare la paura del volo

Messaggio da flyingbrandon » 14 maggio 2014, 18:31

fp0020 ha scritto:
ehm.. uno che apre la porta di emergenza??? :mrgreen: questa mi mancava...
Ti mancava perché NON è possibile aprire alcuna porta con l'aereo pressurizzato.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
fp0020
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 320
Iscritto il: 22 agosto 2011, 17:42
Località: Vigonza (PD)

Re: Un'idea per provare a farsi passare la paura del volo

Messaggio da fp0020 » 14 maggio 2014, 18:48

flyingbrandon ha scritto:
fp0020 ha scritto:
ehm.. uno che apre la porta di emergenza??? :mrgreen: questa mi mancava...
Ti mancava perché NON è possibile aprire alcuna porta con l'aereo pressurizzato.
Ciao!

ehhh lààààà non si può neanche scherzare....
ti ho detto che ormai sono un ex pauroso.... :mrgreen: ho sconfitto i miei demoni!!! :shock:
attacco alieno? :mrgreen: scherzo...
Federico

La vita è un viaggio e se viaggi vivi due volte
Just Do It

luigi_wilmo
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 373
Iscritto il: 2 novembre 2013, 20:54

Re: Un'idea per provare a farsi passare la paura del volo

Messaggio da luigi_wilmo » 14 maggio 2014, 18:56

Davvero, non lo faccio per lavoro, non so "cosa" o "come", ma diciamo che conto con un numero di persone.

Questo selfie è stato scattato ieri in volo da Alberto, un amico.

Immagine

Era dietro su I-DOLU, un RV10. Era con me in giro e gli ho ho chiesto se voleva fare un giro.

Siamo passari da BGY (a proposito, sapete che l'assurdità è che lo spazio aereo di LIME è attivo e diventa solo spazio Golf dalle 12 alle 5, pur non essendoci voli?) e tutto OK, addirittura con meteo non perfetta, pioveva.

Questo era un terrorizzato che qualche anno fa è salito sul mio RV7 e piano piano ha cominciato a prendere piede.

Ve ne posso raccontare altri 6 così, 10 se conto in familiari.

Tutto qui, ma RIPETO RIPETO e ripeto nuovamente, non lo faccio per lavoro, non lo faccio proprio se non con amici intimi (lo dico per quietare admin e mods e tutto).

A proposito c'è qualcuno a Loano per la PAN questo weekend?

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9560
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Un'idea per provare a farsi passare la paura del volo

Messaggio da tartan » 14 maggio 2014, 19:19

Secondo me l'idea è buona, anche perché l'ho sempre applicata per il volo in mongolfiera con ottimi risultati, però io non facevo soltanto volare dimostrando quanto fosse robusto e docile il pallone, io raccontavo anche cosa c'è dietro, il lavoro degli equipaggi, la preparazione tecnica, la manutenzione, insomma tutto il back ground che poi portava al volo. Inoltre devo anche confessare che pur non avendo mai avuto paura del volo, da sempre, non ho mai volato e neanche volerò mai su un ultraleggero ed il perchè lo conosco benissimo, perché non so niente del pilota e di come si è preparato mentalmente al trasporto di un suo simile, o, forse, perchè ho conosciuto diversi piloti di ULM evidentemente sbagliati. Ho conosciuto anche molti piloti giusti, però, non ce la fo! :D
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11151
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Un'idea per provare a farsi passare la paura del volo

Messaggio da flyingbrandon » 14 maggio 2014, 22:21

fp0020 ha scritto:
ehhh lààààà non si può neanche scherzare....
ti ho detto che ormai sono un ex pauroso.... :mrgreen: ho sconfitto i miei demoni!!! :shock:
attacco alieno? :mrgreen: scherzo...
Si che puoi...l'ho ribadito nel caso qualcuno pensasse fosse possibile aprire la porta di un liner pressurizzato...
Alieni? Si...più probabili... :mrgreen:
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

luigi_wilmo
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 373
Iscritto il: 2 novembre 2013, 20:54

Re: Un'idea per provare a farsi passare la paura del volo

Messaggio da luigi_wilmo » 14 maggio 2014, 22:45

Inoltre devo anche confessare che pur non avendo mai avuto paura del volo, da sempre, non ho mai volato e neanche volerò mai su un ultraleggero ed il perchè lo conosco benissimo, perché non so niente del pilota e di come si è preparato mentalmente al trasporto di un suo simile, o, forse, perchè ho conosciuto diversi piloti di ULM evidentemente sbagliati.
Senza andare OT, ma, ormai, sono numerosissimii piloti di AG che "travasano" su VDS.

Comunque proprio ieri al campo dove sono vicino a Brescia, c'era Maurizio Cheli (astronauta e collaudatore Alenia nonché costruttore di ultraleggeri) che faceva un volo con un Tecnam Sierra con motore MW (è un motore nuovo); visto che penso tu sia a Roma, penso tu conosca un altro appassionatissimo e grandissimo pilota, il Gen. Servadei, spesso in volo con il suo Storm.
Di esempi, così, e di piloti così con cui ci troviamo (Marco Grilli, Cpt su A330 di China Southern, vari AM) che sono passati al VDS quando non lavorano, ne conosco tanti e, comunque, il livello medio ti assicuro che non è male.

Ciao

MD82_Lover
FL 500
FL 500
Messaggi: 9539
Iscritto il: 15 novembre 2007, 18:11

Re: Un'idea per provare a farsi passare la paura del volo

Messaggio da MD82_Lover » 14 maggio 2014, 23:16

luigi_wilmo ha scritto:non so "cosa" o "come"
Peccato. Per me ti sei perso la parte più bella.

luigi_wilmo
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 373
Iscritto il: 2 novembre 2013, 20:54

Re: Un'idea per provare a farsi passare la paura del volo

Messaggio da luigi_wilmo » 15 maggio 2014, 8:38

In che senso?

Fefferico
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 16
Iscritto il: 25 aprile 2014, 22:19

Re: Un'idea per provare a farsi passare la paura del volo

Messaggio da Fefferico » 16 maggio 2014, 7:54

fp0020 ha scritto:Se posso permettermi di vestire i panni del pauroso (anche se ormai praticamente sono un ex :mrgreen: ) provo a dare il mio punto di vista; è sicuramente vero il fatto che in un aereo dove hai modo di decollare e atterrare " a comando" se hai paura è concettualmente una figata ma i veri paurosi hanno mille paure (che probabilmente sono legate a situazioni esterne al volo) che prendono nutrimento da situazioni potenziali che anche se remote si potrebbero verificare durante un volo di linea.
Faccio un piccolo elenco:
- paura di un dirottamento
- paura di una decompressione esplosiva
- paura di un missile inviato dai russi/talebani/libici ecc..
- paura che qualche passeggero si faccia saltare in aria
- paura che si spezzi un ala
io di aerei non me ne intendo (sono esperto di gnocca e pallone :mrgreen:...ormai per lo più pallone... ) ma mi pare di aver capito che l'aereo con cui tu luigi wilmo (ti do del tu) aiuti a far passare la paura è uno di quelli piccoli bellissimi.. ;fondamentalmente sono tutte ca**ate (ci sono arrivato anche io.. :lol: ) però credo che un vero pauroso (se tanto più le paure sono legate ad altro) anche se facesse un giro con te potrebbe dirti :"eh ma.. con questo aereo è una cosa ma con un volo di linea tutte quelle cose possono comunque succedere.."
spero il punto di vista sia utile..


Esatto. ...cavolo questo post esprime in pieno la filosofia di chi ha paura....
Anche se le statistiche parlano chiaro con l'aereo si ha sempre quella sensazione che nel caso capiti qualcosa....be difficilmente lo si potrà raccontare.
Si,la macchina miete vittime su vittime ma a nessuno viene in mente "oddio viaggio in macchina potrei morire"....fondamentalmente perché anche in lunghi viaggi posso decidere di andare piano di guidare con prudenza eccetera. Certo,un camionista ubriaci che mi invade la corsia non lo posso evitare comunque....tuttavia si ha sempre un maggiore senso di sicurezza perché alla fine gli incidenti in macchina sono riconducibili piu o meno sempre alle stesse cause...mentre con l'aereo come avete avuto modo di constatare voi del forum le fantasie si sprecano....l'ignoto e lansia che si genera dal non potere prevedere,vedere,accorgersi di cio che accade.....beh è terribile. Cosa ne possono anche i migliori piloti del mondo se un terrorista riesce a salire a birdo?cosa possono fare, o meglio come possono arginare una decompressione esplosiva (oddii quesra mi è nuova ringrazio l'autore per avermi generato una nuova ansia....)insomma al di la di imprevusti tecnici ci sono parecchie cose che possoni succedere su un aereo...e come scrissi non molto tempo fa,dopo un viaggio andato a buon fine si ha sempre quella sensazione di essere "sopravvissuto" a qualcosa.......
Insomma se non fosse chiaro tra pochi giorni devo rientrare ed ho tanta paura.)
P.s chiedo scusa per gli errori di battitura e per gli accenti.

Avatar utente
fp0020
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 320
Iscritto il: 22 agosto 2011, 17:42
Località: Vigonza (PD)

Re: Un'idea per provare a farsi passare la paura del volo

Messaggio da fp0020 » 16 maggio 2014, 10:35

Fefferico ha scritto:


Esatto. ...cavolo questo post esprime in pieno la filosofia di chi ha paura....
Anche se le statistiche parlano chiaro con l'aereo si ha sempre quella sensazione che nel caso capiti qualcosa....be difficilmente lo si potrà raccontare.
Si,la macchina miete vittime su vittime ma a nessuno viene in mente "oddio viaggio in macchina potrei morire"....fondamentalmente perché anche in lunghi viaggi posso decidere di andare piano di guidare con prudenza eccetera. Certo,un camionista ubriaci che mi invade la corsia non lo posso evitare comunque....tuttavia si ha sempre un maggiore senso di sicurezza perché alla fine gli incidenti in macchina sono riconducibili piu o meno sempre alle stesse cause...mentre con l'aereo come avete avuto modo di constatare voi del forum le fantasie si sprecano....l'ignoto e lansia che si genera dal non potere prevedere,vedere,accorgersi di cio che accade.....beh è terribile. Cosa ne possono anche i migliori piloti del mondo se un terrorista riesce a salire a birdo?cosa possono fare, o meglio come possono arginare una decompressione esplosiva (oddii quesra mi è nuova ringrazio l'autore per avermi generato una nuova ansia....)insomma al di la di imprevusti tecnici ci sono parecchie cose che possoni succedere su un aereo...e come scrissi non molto tempo fa,dopo un viaggio andato a buon fine si ha sempre quella sensazione di essere "sopravvissuto" a qualcosa.......
Insomma se non fosse chiaro tra pochi giorni devo rientrare ed ho tanta paura.)
P.s chiedo scusa per gli errori di battitura e per gli accenti.
mi fa piacere che tu ti sia ritrovato in quello che ho scritto..
visto che sei capitato in questo post ti chiedo anche: volare su un aereo ultraleggero di quelli a due posti dove puoi decidere tu se atterrare o stare in volo quando vuoi.. ti aiuterebbe ad eliminare la paura di affrontare un viaggio di linea?
Tieni presente che l'elenco che ho fatto è composto da eventualità abbastanza remote (diciamo che se ti capitasse di vincere al superenalotto potresti poi iniziare a preoccuparti... ma fino ad allora..)
Per quanto riguarda la decompressione esplosiva parlavo poco tempo fa con Flyingbrandon (il primario della sezione :mrgreen: ) che di media fa ogni giorno 4 tratte quindi a naso starà per aria 10/12 ore.
Se ad oggi.. lui è ancora qui a risponderci... per uno che in aereo ci va tre/quattro volte l'anno bhè... direi che possiamo tornare al discorso del superenalotto...
oh almeno finchè lui continuerà a scrivere qui... :lol:... possiamo stare tranquillo anche su quello...
Le paure sono irrazionali, diciamo che il trucco è capire
1) che non si può controllare niente di quello che succede attorno (certo si fa il possibile però poi...) quindi cosa cambia se ti preoccupi o meno?
2) tutti moriremo prima o poi

Ps: hai visto che un aereo in partenza da Londra stava perdendo un pezzo di ala e non è successo nulla? :mrgreen: vuol dire che non era il momento...
http://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/20 ... 5167.shtml

vai tranquillo..
Federico

La vita è un viaggio e se viaggi vivi due volte
Just Do It

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1973
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: Un'idea per provare a farsi passare la paura del volo

Messaggio da camicius » 16 maggio 2014, 11:50

fp0020 ha scritto: Ps: hai visto che un aereo in partenza da Londra stava perdendo un pezzo di ala e non è successo nulla? :mrgreen: vuol dire che non era il momento...
http://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/20 ... 5167.shtml

vai tranquillo..
dai, l'ala è rimasta al suo posto.
Ha perso un pezzo della copertura degli attuatori dei flap. Roba che si vola quasi bene anche senza (non è strutturale, è una protezione che riduce anche la resistenza.
È come se in macchina perdi il coperchio del tappo del carburante e resta a penzoloni.

ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Fefferico
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 16
Iscritto il: 25 aprile 2014, 22:19

Re: Un'idea per provare a farsi passare la paura del volo

Messaggio da Fefferico » 17 maggio 2014, 8:04

fp0020 ha scritto:
Fefferico ha scritto:


Esatto. ...cavolo questo post esprime in pieno la filosofia di chi ha paura....
Anche se le statistiche parlano chiaro con l'aereo si ha sempre quella sensazione che nel caso capiti qualcosa....be difficilmente lo si potrà raccontare.
Si,la macchina miete vittime su vittime ma a nessuno viene in mente "oddio viaggio in macchina potrei morire"....fondamentalmente perché anche in lunghi viaggi posso decidere di andare piano di guidare con prudenza eccetera. Certo,un camionista ubriaci che mi invade la corsia non lo posso evitare comunque....tuttavia si ha sempre un maggiore senso di sicurezza perché alla fine gli incidenti in macchina sono riconducibili piu o meno sempre alle stesse cause...mentre con l'aereo come avete avuto modo di constatare voi del forum le fantasie si sprecano....l'ignoto e lansia che si genera dal non potere prevedere,vedere,accorgersi di cio che accade.....beh è terribile. Cosa ne possono anche i migliori piloti del mondo se un terrorista riesce a salire a birdo?cosa possono fare, o meglio come possono arginare una decompressione esplosiva (oddii quesra mi è nuova ringrazio l'autore per avermi generato una nuova ansia....)insomma al di la di imprevusti tecnici ci sono parecchie cose che possoni succedere su un aereo...e come scrissi non molto tempo fa,dopo un viaggio andato a buon fine si ha sempre quella sensazione di essere "sopravvissuto" a qualcosa.......
Insomma se non fosse chiaro tra pochi giorni devo rientrare ed ho tanta paura.)
P.s chiedo scusa per gli errori di battitura e per gli accenti.
mi fa piacere che tu ti sia ritrovato in quello che ho scritto..
visto che sei capitato in questo post ti chiedo anche: volare su un aereo ultraleggero di quelli a due posti dove puoi decidere tu se atterrare o stare in volo quando vuoi.. ti aiuterebbe ad eliminare la paura di affrontare un viaggio di linea?
Tieni presente che l'elenco che ho fatto è composto da eventualità abbastanza remote (diciamo che se ti capitasse di vincere al superenalotto potresti poi iniziare a preoccuparti... ma fino ad allora..)
Per quanto riguarda la decompressione esplosiva parlavo poco tempo fa con Flyingbrandon (il primario della sezione :mrgreen: ) che di media fa ogni giorno 4 tratte quindi a naso starà per aria 10/12 ore.
Se ad oggi.. lui è ancora qui a risponderci... per uno che in aereo ci va tre/quattro volte l'anno bhè... direi che possiamo tornare al discorso del superenalotto...
oh almeno finchè lui continuerà a scrivere qui... :lol:... possiamo stare tranquillo anche su quello...
Le paure sono irrazionali, diciamo che il trucco è capire
1) che non si può controllare niente di quello che succede attorno (certo si fa il possibile però poi...) quindi cosa cambia se ti preoccupi o meno?
2) tutti moriremo prima o poi

Ps: hai visto che un aereo in partenza da Londra stava perdendo un pezzo di ala e non è successo nulla? :mrgreen: vuol dire che non era il momento...
http://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/20 ... 5167.shtml

vai tranquillo..
Ciao!

Guarda,non è una risposta facile....ammesso che io ci salga (cosa tutta da vedere...voglio dire tu potrai anche essere il migliore del mondo ma io la vedrei sempre come un azzardo, un rischio),vabbe diciamo che lo farei per avere un'illuminazione sulla mia fobia combatterla...sinceramente non credo che riuscirei a prendere un aereo di linea cone se niente fosse per i motivi sopracitati. ...i meccanismi sono diversi lle grandezze e sopratutto gli eventi indipendenti dalla sicurezza in se del veicolo (attentati dirottamenti maltempo improvviso...)
Ecco aggiungerei questo alla lista:anche se sono ben consapevole dei rischi in auto in treno eccetera probabilmente li considero rischi "comuni,necessari, inevitabili" e paradossalmente penso "vabbe ma proprio a me deve succedere?. Viceversa, penso che l'aereo sia un "vizio",un mezzo non indispensabile per raggiungere luoghi lontani che però potrebbeso essere raggiunti altrimenti e,di conseguenza, la vivo come un rischio una cosa di cui potrei pentirmi o che potrebbe car soffrire i miei cari. Nonostante le statistiche in questo caso penso "ecco il mio cadrà" e via di paranoie e segni premonitori.........
Ciaoooo

Rispondi