Incidente del volo GW

La fobia del volo: dubbi comuni, cause, soluzioni.
Vincere la Paura di Volare con MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

picopico1972
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 5
Iscritto il: 31 luglio 2007, 18:34
Località: Parabiago

Re: Incidente del volo GW118G

Messaggio da picopico1972 » 24 marzo 2015, 20:15

Mamma mia Lampo che messaggio brutto passi.
Se puoi evita, se non puoi vola con la tua paura.
Bhè, allora accettiamo tutto senza ragionare, pensare, sperare, tanto è così.
Magari voti, magari ti curi, magari se uno si ammala nemmeno ti preoccupi (se lo curano lo curano se non lo curano non lo curano).
Ma veramente sei così "freddo"? Mi auguro di no, son sempre speranzoso nella mente umana.
Mi vien da pensare che se fosse un errore dei piloti è giusto dire "bhè, ormai son morti, che importa quale è il motivo, tanto è accaduto".

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9552
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Incidente del volo GW118G

Messaggio da tartan » 24 marzo 2015, 20:34

flyingbrandon ha scritto:Il discorso di Tartan è diverso...e non so se affrontarlo...perchè poi mi toglie il saluto...oppure può essere interpretato in modo diverso da ciò che sarebbe. . .......
Quoto questo per dire che non toglierei mai il saluto a chi mi parla chiaro, qualunque cosa dica. Il resto non lo quoto, in parte perchè in qualcosa ci hai preso e in parte perchè c'è una cosa che non sai e cioè che sono per natura bastian contrario. Quando la discussione è troppo sbilanciata da una parte, o mi taccio o parto dall'altra parte, ma al solo scopo di mettere sul piatto altre strade, diverse dalle solite per cercare di arrivare ad una maggiore chiarezza totale. Mica ci riesco sempre, però lo faccio.
PS Naturalmente ritengo che le mie tesi siano sempre sostenibili ed ho gli argomenti per sostenerle.
Quella cosa della morte, quando sarà, ci voglio proprio provare. Non metto faccette, l'argomento del post non le vuole.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Krill83
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 116
Iscritto il: 27 febbraio 2015, 8:17

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da Krill83 » 24 marzo 2015, 21:08

Da "neo acquisto" del forum con qualche incertezza nel volare non la chiamo appositamente paura) vorrei dire la mia. Intanto riguardo il post di Lampo. Non conosco bene Lampo, né brandon né nessuno di voi, ma non credo proprio che Lampo volesse offendere qualcuno o avere un atteggiamento snob. E' "VERO" non politicamente corretto. Estremamente competente ti mette davanti al bivio delle tue incertezze da cui devi uscire da solo. E' quello che si dice un militare. Si vede, si legge, traspare e glielo avevo già detto in passato. Ma mica di quelli coi galloni e ca**ate. Di quelli veri, si tratta semplicemente di forma mentale. Io ho fatto il Nautico e avevo un vecchio prof così. Ex comandante di marina, duro ma umano e mi ha aiutato tantissimo a crescere. Certo devi avete l'umiltà di capire...

Renton73
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 13
Iscritto il: 26 ottobre 2010, 13:33

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da Renton73 » 24 marzo 2015, 21:11

Raga, come mai sono stati cancellati 30 voli della German oggi dopo la tragedia?

Krill83
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 116
Iscritto il: 27 febbraio 2015, 8:17

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da Krill83 » 24 marzo 2015, 21:18

Riguardo la paura....se ti leggi qualche mio post passato resterai stupito da quello che sto per dire. Non esiste. E' semplice e' un inganno della mente, secondo me. Viviamo in una società operante veloce e abbiamo il mondo negli smartphone h 24. Abbiamo il controllo! Non siamo abituati a non averlo!! In più siamo cresciuti con tragedie cinematografiche epiche e partiamo già con in mente ogni fotogramma della tragedia. Ma non avviene. Quando siamo lassù non sta avvenendo e quindi? Abbiamo paura di qualcosa che immaginiamo noi e non di ciò che sta accadendo realmente. Razionalmente dico che volare è sicuro. Ogni numero è statistica mi da ragione e ciò che è accaduto oggi è compatibile a ciò che accade decine di volte a Genova per le strade quando piove. Tante volte sotto i nostri occhi. E poi bisogna anche abituarsi a un'idea: io ho 30 anni. Amo la vita, non sono un depresso e sto bene a questo mondo. Ho affetti e amici e interessi. Sono ancorato alla vita con i denti. Detto ciò se accade a me e se doveva andare così ciao! Che te devo di? Io ora penso a quella gente. A quel freddo stanotte a quei corpi e ai ragazzini che erano lì sopra. Niente altro e confido che possa almeno servire per rendere ancora più sicuro il sistema di trasporto aereo che è già così sicuro. Bon!

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6668
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Incidente del volo GW118G

Messaggio da Lampo 13 » 24 marzo 2015, 21:25

picopico1972 ha scritto:Mamma mia Lampo che messaggio brutto passi.
Se puoi evita, se non puoi vola con la tua paura.
Bhè, allora accettiamo tutto senza ragionare, pensare, sperare, tanto è così.
Magari voti, magari ti curi, magari se uno si ammala nemmeno ti preoccupi (se lo curano lo curano se non lo curano non lo curano).
Ma veramente sei così "freddo"? Mi auguro di no, son sempre speranzoso nella mente umana.
Mi vien da pensare che se fosse un errore dei piloti è giusto dire "bhè, ormai son morti, che importa quale è il motivo, tanto è accaduto".
Forse il messaggio è brutto, sono io l'autore e quindi non sono nella posizione migliore per giudicarlo.
Però.
Mi sono innervosito, colpa mia, per quello che ho vissuto come la strumentalizzazione di una tragedia.
Sono certo che non fosse questa la VOLONTA' RAZIONALE, ma questo è il messaggio che mi è arrivato.
"Sono morte 150 persone, sti c***i, l'importante è la mia paura, ed ora ho la conferma che ho ragione ad averne".

No, nella vita non sono così freddo, anzi mi dicono che per ALCUNE cose sono ipersensibile, la musica, i libri, i quadri spesso mi fanno piangere. Questo è un lato del mio carattere, una delle mie tante "maschere" (ne abbiamo tutti, tante), nel lavoro ero freddo, si, molto, era mio dovere esserlo, sono stato selezionato ed addestrato ad esserlo, con i colleghi ho sempre cercato di essere comunicativo, di "aprirmi" ma a volte tendevo ad essere paternalistico, altro mio difetto, ennesima "maschera"; con mia figlia oscillo dalla durezza allo scioglimento totale, ero molto più duro quando doveva formarsi, quando era importante che si costruisse solidamente, ora è adulta, ha 25 anni, posso permettermi di sbragare completamente. Lei mi ha capito. E' molto intelligente.
Con i miei sono tollerante, o almeno ci provo, non meritano tanto più di questo. Li seguo, cerco di accudirli, sono figlio unico... o meglio, sono l'ultimo rimasto vivo di tre, ma non sopporto di avere una madre che tenta di dominare gli altri con i sensi di colpa ed un padre narciso ed egocentrico. Con me non la passano se non rispettano alcuni paletti che ho messo. Insomma, un po' di c***i miei per mostrare che siamo tutti complessi. Anche io, perché no? E se qualcuno usa un incidente per far assurgere le proprie paranoie a verità, che andasse a c***re.
Oggi mi rode il c**o, va bene?

Blues77
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 434
Iscritto il: 2 gennaio 2014, 15:36

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da Blues77 » 24 marzo 2015, 21:29

La cosa ci spaventa perché ci mette di fronte all'evidenza che siamo tutti a termine. Quello che mi colpisce è' come certi eventi, ancorché importanti soprattuto dal punto di vista del numero cospicuo delle vittime, ci spaventino molto di più del prendere quotidianamente lamacchina che, come ben sappiamo, ci mette sicuramente decisamente più a rischio del prendere l'aereo.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11147
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Incidente del volo GW118G

Messaggio da flyingbrandon » 24 marzo 2015, 23:19

tartan ha scritto: Quoto questo per dire che non toglierei mai il saluto a chi mi parla chiaro, qualunque cosa dica.
In parte l'ho poi detto infatti....una parte che avevo omesso è proprio.....
tartan ha scritto: Il resto non lo quoto, in parte perchè in qualcosa ci hai preso e in parte perchè c'è una cosa che non sai e cioè che sono per natura bastian contrario. Quando la discussione è troppo sbilanciata da una parte, o mi taccio o parto dall'altra parte, ma al solo scopo di mettere sul piatto altre strade, diverse dalle solite per cercare di arrivare ad una maggiore chiarezza totale. Mica ci riesco sempre, però lo faccio.
Questa....ovvero senza pensare al bastian contrario....più semplicemente la possibilità di vederlo in modo diverso, perfino diametralmente opposto. Il punto è che gli altri non sono te. Riallacciandomi alla parte precedente, per te, a prescindere dalla motivazione, la paura non ti frena. Se è sensata, anche fosse solo per il tuo modo di vedere (vedi ULM), non ci sali e basta. Il tuo modo di vivere e percepire la vita non è influenzato da una scelta...quella è cosi e basta. Al contrario se hai necessità di fare qualcosa, agire, lo fai e basta...portandoti dietro tutto. E questo non è proprio il "panorama" che si portano dietro le persone che, la stragrande maggioranza delle volte, hanno paura e che scrivono qui. Tenevo quindi a precisare che la tua strada è la tua...meno praticabile di altre se anche qualcuno potesse aver scorto delle similitudini nel considerare il sol fatto di volare "pericoloso". Poi ho omesso altri esempi perché sono più personali ma davano un senso preciso a quello che dai tu alla vita.
tartan ha scritto: PS Naturalmente ritengo che le mie tesi siano sempre sostenibili ed ho gli argomenti per sostenerle.
Quella cosa della morte, quando sarà, ci voglio proprio provare. Non metto faccette, l'argomento del post non le vuole.
In parte l'hai già fatto...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11147
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Incidente del volo GW118G

Messaggio da flyingbrandon » 24 marzo 2015, 23:41

picopico1972 ha scritto:Mamma mia Lampo che messaggio brutto passi.
Se puoi evita, se non puoi vola con la tua paura.
Bhè, allora accettiamo tutto senza ragionare, pensare, sperare, tanto è così.
Magari voti, magari ti curi, magari se uno si ammala nemmeno ti preoccupi (se lo curano lo curano se non lo curano non lo curano).
Ma veramente sei così "freddo"? Mi auguro di no, son sempre speranzoso nella mente umana.

Non sono l'unico, da quello che vedo, a NON interpretare Lampo in questo modo. Ti stupirà , tra le altre cose, sapere che questo metodo, ruvido, sia un metodo ZEN...a cui di solito si associa l'idea di meditazione, pace e calma. Non è proprio freddezza....anzi, spesso, al contrario è proprio un particolare "attaccamento" che motiva questa ricerca spirituale e che trova delle risposte....a volte dure ma estremamente semplici. Sperare, ad esempio, non serve ad una beata min**ia, a meno che tu non stia "sperando" di vincere al Superenalotto in modo divertente. Se puoi fare qualcosa...perché sperare (o disperare)? Fallo. Se non puoi farci niente...perché disperarsi? Se il ragionare o pensare ti deve portare a vivere peggio...sì... è meglio non farlo. Io penso che la mente sia una valida alleata...se la devo usare come nemico...meglio farne a meno. Tanto è cosi ....non è vero. Sei un artefice della tua vita in larga parte...quindi perché rovinarsela? Anche io sono speranzoso nella mente umana...nonostante capiti spesso di vederne un uso "poco efficace"...e se l'uso comune è poco efficace mi viene anche il dubbio che la risposta comune...le pacche sulle spalle finte comprensive comuni...e tante altre cose comuni non aiutino a sbloccare una mente bloccata e neanche a far capire che stai lavorando con una mente bloccata. Tanto bloccata che non ci si rende conto che la "comprensione" richiesta a Lampo è la stessa per cui Lampo si è inca**ato, per non averla nei confronti di chi oggi è morto. Non è un meccanismo volontario...ma è davvero come se avessi visto un motociclista in terra, morto, e tu non sia sconvolto per ciò che vedi, una vita spezzata, ma per il tuoi pensiero riguardo le moto e la loro pericolosità o sul fatto che le gomme , a tuo modo, erano inadatte per questa stagione....dimenticando , appunto, quel morto sull'asfalto. Siccome è proprio l'Ego a fregarci...questa è una dimostrazione della necessità dell'Ego di affermarsi...quindi non so se tutto questo è una buona cosa. Se in qualcuno è mancata quindi una sorta di empatia...non è proprio in Lampo.
picopico1972 ha scritto: Mi vien da pensare che se fosse un errore dei piloti è giusto dire "bhè, ormai son morti, che importa quale è il motivo, tanto è accaduto".
No questo in campo aeronautico non si è mai fatto....ed è per quello che volare è sicuro....
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Fran65
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 357
Iscritto il: 27 luglio 2005, 16:45
Località: Bassano (VI)

Re: Incidente del volo GW118G

Messaggio da Fran65 » 25 marzo 2015, 8:59

flyingbrandon ha scritto:......
Sperare, ad esempio, non serve ad una beata min**ia, a meno che tu non stia "sperando" di vincere al Superenalotto in modo divertente. Se puoi fare qualcosa...perché sperare (o disperare)? Fallo. Se non puoi farci niente...perché disperarsi?
Ciao flyingbrandon,
esco un attimo dal sentiero, ma non sono d'accordo con quanto quotato.
Lasciando perdere la speranza intesa dai cristiani, ad esempio, ma la speranza che noi tutti (anche tu credo) ogni giorno ci portiamo appresso, ci serve per guardare al futuro e pensarlo in un certo modo. Non serve ai fini pratici, forse, ma non ne sono del tutto sicuro: se guardo e affronto il futuro con speranza mi muovo e cammino in modo diverso, più efficace, di come se fossi disperato.
Il disperato (senza speranza) è disposto anche a farla finita = la speranza è vitale.
Ciao!
Francesco

"Ma un' altra grande forza spiegava allora le sue ali,
parole che dicevano gli uomini son tutti uguali..."
Francesco Guccini

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2550
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: Incidente del volo GW118G

Messaggio da MartaP » 25 marzo 2015, 9:31

Lampo 13 ha scritto: Forse il messaggio è brutto, sono io l'autore e quindi non sono nella posizione migliore per giudicarlo.
Però.
Mi sono innervosito, colpa mia, per quello che ho vissuto come la strumentalizzazione di una tragedia.
Sono certo che non fosse questa la VOLONTA' RAZIONALE, ma questo è il messaggio che mi è arrivato.
"Sono morte 150 persone, sti c***i, l'importante è la mia paura, ed ora ho la conferma che ho ragione ad averne".

No, nella vita non sono così freddo, anzi mi dicono che per ALCUNE cose sono ipersensibile, la musica, i libri, i quadri spesso mi fanno piangere. Questo è un lato del mio carattere, una delle mie tante "maschere" (ne abbiamo tutti, tante), nel lavoro ero freddo, si, molto, era mio dovere esserlo, sono stato selezionato ed addestrato ad esserlo, con i colleghi ho sempre cercato di essere comunicativo, di "aprirmi" ma a volte tendevo ad essere paternalistico, altro mio difetto, ennesima "maschera"; con mia figlia oscillo dalla durezza allo scioglimento totale, ero molto più duro quando doveva formarsi, quando era importante che si costruisse solidamente, ora è adulta, ha 25 anni, posso permettermi di sbragare completamente. Lei mi ha capito. E' molto intelligente.
Con i miei sono tollerante, o almeno ci provo, non meritano tanto più di questo. Li seguo, cerco di accudirli, sono figlio unico... o meglio, sono l'ultimo rimasto vivo di tre, ma non sopporto di avere una madre che tenta di dominare gli altri con i sensi di colpa ed un padre narciso ed egocentrico. Con me non la passano se non rispettano alcuni paletti che ho messo. Insomma, un po' di c***i miei per mostrare che siamo tutti complessi. Anche io, perché no? E se qualcuno usa un incidente per far assurgere le proprie paranoie a verità, che andasse a c***re.
Oggi mi rode il c**o, va bene?
Grande!!! :mrgreen: :mrgreen:
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Avatar utente
giano1968
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 374
Iscritto il: 24 agosto 2005, 10:07
Località: CPT

Re: Incidente del volo GW118G

Messaggio da giano1968 » 25 marzo 2015, 9:34

Fran65 ha scritto:
flyingbrandon ha scritto:......
Il disperato (senza speranza) è disposto anche a farla finita = la speranza è vitale.
Ciao!
colui che non ha speranza NON è un disperato, è un uomo sicuramente più sereno di colui che vive continuamente barcollando tra l'ansia di ciò che verrà (futuro) e il ricordo di ciò che è stato (passato)
Immagine

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11147
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Incidente del volo GW118G

Messaggio da flyingbrandon » 25 marzo 2015, 9:36

Fran65 ha scritto: Ciao flyingbrandon,
esco un attimo dal sentiero, ma non sono d'accordo con quanto quotato.
Lasciando perdere la speranza intesa dai cristiani, ad esempio, ma la speranza che noi tutti (anche tu credo) ogni giorno ci portiamo appresso, ci serve per guardare al futuro e pensarlo in un certo modo. Non serve ai fini pratici, forse, ma non ne sono del tutto sicuro: se guardo e affronto il futuro con speranza mi muovo e cammino in modo diverso, più efficace, di come se fossi disperato.
Il disperato (senza speranza) è disposto anche a farla finita = la speranza è vitale.
Ciao!
Potresti provare a guardarlo con fiducia al posto di guardarlo con speranza. Potresti vivere ciò che fai senza pensare al futuro...il futuro diverrà presente e potrai continuare a fare ciò che fai o cambiare se vedi che il risultato non ti piace. Sperare rientra nello schema abituale delle cose. Sperare ti offusca la visione. Va male ma c'è speranza...va bene ma forse andrà poi male...l'alternarsi di speranza e disperazione, a mio modo di vedere, non sono affatto positivi. Non trovo nessuna "speranza" positiva. La speranza ti inibisce l'osservazione. Non avere una buona osservazione non permette di avere lucidità. Senza lucidità è difficile che ci sia efficacia oppure è del tutto casuale. Avere speranza ti mette, per definizione, nell'atteggiamento di avere aspettative. Le aspettative sono frutto della speranza. Ma le aspettative chiudono la visione...ti sfuggono cose ben più importanti ed elevate...e tu rimani concentrato là...nel futuro. Io miro alla consapevolezza...e questa può essere solo al presente. Il disperato, infatti, ha aspettative deluse...ciò crea frustrazione, dolore...e ciò può portarti a pensare che farla finita sia meglio. Tu non sai come sia la vita, come dovrebbe essere o anche solo cosa dovresti passare per raggiungere ciò che vuoi. Quindi che speri a fare? Hai un obbiettivo? Ok seguilo. Ma non hai modo di separare cosa debba accadere per raggiungerlo. Ti sembrerà assurdo ma....sperare è presuntuoso....perché richiede una conoscenza che non abbiamo...su cosa sia meglio, su come si debba farlo e così via. Ti toglie l' "elasticità"...ti fissa...e una cosa che ho notato , per esperienza diretta ed indiretta, che fissarsi non è una bella cosa. Se provi a sostituire tutti i tuoi pensieri sulla speranza con la fiducia....vedrai che assumerai un maggiore ruolo sull'agire più che sul pensare (sperare non è un'azione) e ti accorgerai di non aver "perso" niente ma guadagnato qualcosa.
Però, per carità, se pensi che separare ti sia d'aiuto...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11147
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Incidente del volo GW118G

Messaggio da flyingbrandon » 25 marzo 2015, 9:37

giano1968 ha scritto:
Fran65 ha scritto:
flyingbrandon ha scritto:......
Il disperato (senza speranza) è disposto anche a farla finita = la speranza è vitale.
Ciao!
colui che non ha speranza NON è un disperato, è un uomo sicuramente più sereno di colui che vive continuamente barcollando tra l'ansia di ciò che verrà (futuro) e il ricordo di ciò che è stato (passato)
Hai cannato il quote...mica l'ho scritto io.... :mrgreen:
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
fp0020
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 320
Iscritto il: 22 agosto 2011, 17:42
Località: Vigonza (PD)

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da fp0020 » 25 marzo 2015, 9:42

Premesso che la cosa mi ha sconvolto abbastanza, e per un attimo mi sono messo nei panni di quei poveri genitori di quella scolaresca (non ci sono parole)
Secondo me come dice qualcuno più esperto di me nella sezione Discussioni generiche è da ricondurre tutto ad un gesto deliberato di uno dei due piloti purtroppo; fino ad ora non ci sono dati che dicano il contrario.
Federico

La vita è un viaggio e se viaggi vivi due volte
Just Do It

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11147
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da flyingbrandon » 25 marzo 2015, 9:50

fp0020 ha scritto:Premesso che la cosa mi ha sconvolto abbastanza, e per un attimo mi sono messo nei panni di quei poveri genitori di quella scolaresca (non ci sono parole)
Secondo me come dice qualcuno più esperto di me nella sezione Discussioni generiche è da ricondurre tutto ad un gesto deliberato di uno dei due piloti purtroppo; fino ad ora non ci sono dati che dicano il contrario.
???????
Non c'è niente che dica il contrario né su un doppio infarto e neanche sugli alieni...
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6668
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da Lampo 13 » 25 marzo 2015, 9:52

Piccola esperienza personale.
Ho partecipato al concorso in Aeronautica perché volevo fare il Pilota.
Avevo dubbi sulla possibilità di riuscirci, tanti concorrenti, pochi i posti, ancor meno quelli che riuscivano ad arrivare alla fine del percorso, altri concorrenti con già esperienza di volo di aeroclub.
Mi sono detto: "se non ci provi non ci riesci di certo!".
Dopo la selezione iniziale abbiamo cominciato il corso vero e proprio in 100. Siamo stati selezionati durante il periodo in Accademia, poi con i voli sul SF260, poi sul MB326 ed infine sul G91T.
Ogni settimana qualcuno veniva mandato via, volavamo di media due volte al giorno ed ogni volo era anche un esame, potevi essere mandato via dopo ogni singolo volo se gravemente negativo, ed ai vari esami di selezione se negativi. Siamo diventati Piloti Militari in 24, dopo quasi due anni di selezioni e solo dopo aver ricevuto l'aquila di Pilota Militare, dopo aver raggiunto lo scopo che avevo cercato, rileggendo il mio libretto di appunti mi sono reso conto che non avevo mai avuto neanche un volo, una "missione" come veniva chiamata, giudicato negativo. Ero stato l'unico del mio corso senza missioni negative. Non ne ero cosciente semplicemente perché le affrontavo una alla volta, passata quella, avanti a preparare la prossima, e così via. Quando mi appuntarono quell'Aquila ero più che altro stupito, la contentezza è arrivata dopo un po'... ma è stata tanta! :D

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2550
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: Incidente del volo GW118G

Messaggio da MartaP » 25 marzo 2015, 9:53

Fran65 ha scritto: .....Lasciando perdere la speranza intesa dai cristiani, ad esempio, ma la speranza che noi tutti (anche tu credo) ogni giorno ci portiamo appresso, ci serve per guardare al futuro e pensarlo in un certo modo. Non serve ai fini pratici, forse, ma non ne sono del tutto sicuro: se guardo e affronto il futuro con speranza mi muovo e cammino in modo diverso, più efficace, di come se fossi disperato.
Il disperato (senza speranza) è disposto anche a farla finita = la speranza è vitale.
Ciao!
... :scratch: ...

...la speranza è vitale: ci è stato dato del tempo, su questa terra, e possiamo solo sperare di viverlo al meglio....ma se la speranza è subordinata al fatto di sperare di vivere in ETERNO, beh...non puoi sperare di non morire....il rischio c'è, sempre, in ogni momento....e sapendo questo, puoi scegliere: o vivere con l'angoscia nell'attesa che succeda, o vivere..... :roll:
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6668
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da Lampo 13 » 25 marzo 2015, 9:55

fp0020 ha scritto:Premesso che la cosa mi ha sconvolto abbastanza, e per un attimo mi sono messo nei panni di quei poveri genitori di quella scolaresca (non ci sono parole)
Secondo me come dice qualcuno più esperto di me nella sezione Discussioni generiche è da ricondurre tutto ad un gesto deliberato di uno dei due piloti purtroppo; fino ad ora non ci sono dati che dicano il contrario.
Allo stato ogni ipotesi è possibile, questa mi sembra altamente improbabile.

Avatar utente
fp0020
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 320
Iscritto il: 22 agosto 2011, 17:42
Località: Vigonza (PD)

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da fp0020 » 25 marzo 2015, 10:09

Ciao Lampo, perchè dici?
Io sono un passeggero qualunque e non ho idea di quali siano i paletti grazie ai quali un ipotesi del genere sia improbabile.
Certo che nella mia testa di profano, se posso banalizzare, mi immagino i due piloti con caffè e ciambella in mano che pilotano e un tizio a terra che segue il tragitto con mezzi sofisticatissimi.
Qualche volta credo si parlino piloti e tizio a terra: se non ci sono stati più contatti tra loro per 10 minuti circa.. o è stata una cosa voluta dai piloti, o si è rotta la radio, o i piloti non potevano parlare.
Escludendo la seconda ipotesi e direi pure la terza (visto che tra i passeggeri ad oggi non mi pare sia venuto fuori qualche nome sospetto) resta secondo me la prima..
Faccio una domanda comunque: se è vero che tizio a terra e piloti comunicano tra loro.. dopo quanti minuti, se il tizio che segue la rotta capisce che qualcosa non va e non riesce a parlare con il pilota, vengono presi provvedimenti tipo caccia in volo ?
Federico

La vita è un viaggio e se viaggi vivi due volte
Just Do It

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11147
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da flyingbrandon » 25 marzo 2015, 10:22

fp0020 ha scritto: Faccio una domanda comunque: se è vero che tizio a terra e piloti comunicano tra loro.. dopo quanti minuti, se il tizio che segue la rotta capisce che qualcosa non va e non riesce a parlare con il pilota, vengono presi provvedimenti tipo caccia in volo ?
Fp...vai in generiche se hai ipotesi...mi spaventa che tu ritenga probabile un suicidio del pilota su un volo di linea tedesco senza alcun elemento.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6668
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da Lampo 13 » 25 marzo 2015, 10:30

fp0020 ha scritto:Ciao Lampo, perchè dici?
Io sono un passeggero qualunque e non ho idea di quali siano i paletti grazie ai quali un ipotesi del genere sia improbabile.
Certo che nella mia testa di profano, se posso banalizzare, mi immagino i due piloti con caffè e ciambella in mano che pilotano e un tizio a terra che segue il tragitto con mezzi sofisticatissimi.
Qualche volta credo si parlino piloti e tizio a terra: se non ci sono stati più contatti tra loro per 10 minuti circa.. o è stata una cosa voluta dai piloti, o si è rotta la radio, o i piloti non potevano parlare.
Escludendo la seconda ipotesi e direi pure la terza (visto che tra i passeggeri ad oggi non mi pare sia venuto fuori qualche nome sospetto) resta secondo me la prima..
Faccio una domanda comunque: se è vero che tizio a terra e piloti comunicano tra loro.. dopo quanti minuti, se il tizio che segue la rotta capisce che qualcosa non va e non riesce a parlare con il pilota, vengono presi provvedimenti tipo caccia in volo ?
Intanto i Piloti subiscono una selezione e dei costanti controlli medici che riducono di molto la loro "pericolosità suicida". Ci sono stati dei Piloti che si sono suicidati, ma a casa loro e comunque l'indice di suicidio nella categoria è decisamente più basso che nella popolazione media. Poi c'è un discorso di mentalità, un aereo che precipita per un Pilota è una sconfitta, una macchia sul proprio onore, uccidersi lasciando di se un ricordo infamante è decisamente contro la nostra mentalità, meglio un colpo di pistola alla testa. Ci sono stati degli episodi, credo 3, di Piloti che si sono suicidati, per questo ho scritto che a livello statistico è altamente improbabile. In un caso, ATR tunisino, il comandante ha schiantato l'aereo a terra perché aveva al suo fianco la copilota che lo aveva lasciato e non voleva rimettersi con lui, e tutto è rimasto registrato sul CVR. In genere le comunicazioni TBT in Europa sono frequenti, intervalli di 5 minuti sono rari. Dopo quanto scatta l'allarme? Dipende, se il controllore vede che l'aereo vola sulla rotta stabilita, alla quota stabilita, a velocità costante e non riceve risposte prova a contattarti su altre frequenze, fa fare da "ponte" ad altri velivoli, insomma immagina che i Piloti si siano distratti parlando delle ciambelle che stanno mangiando. Se vede un aereo che devia da quella che la sua rotta, quota, velocità e non ha risposte, sta a lui decidere quando considerare la possibilità di un problema o di un dirottamento ed allertare la Difesa. Cosa che ieri è stata fatta.

Planetcaravan
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 34
Iscritto il: 6 gennaio 2015, 17:02

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da Planetcaravan » 25 marzo 2015, 10:35

Renton73 ha scritto:Raga, come mai sono stati cancellati 30 voli della German oggi dopo la tragedia?
...e non solo: riporto quanto scritto da Repubblica online nell'articolo di cui posto anche il link: "E per ora i comandanti e gli equipaggi di Germanwings e Lufthansa si rifiutano di decollare. Prima chiedono di avere chiarimenti sulle condizioni degli aerei."

http://www.repubblica.it/esteri/2015/03 ... =110404306

Con questo non voglio dire nè dimostrare niente, è solo per cronaca. Evidentemente non si sentono sicuri, oppure sanno che c'è qualche falla nella manutenzione. Chiedo ai piloti, qui: per quali motivi vi rifiutereste di decollare?

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6668
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da Lampo 13 » 25 marzo 2015, 10:42

Planetcaravan ha scritto:
Renton73 ha scritto:Raga, come mai sono stati cancellati 30 voli della German oggi dopo la tragedia?
...e non solo: riporto quanto scritto da Repubblica online nell'articolo di cui posto anche il link: "E per ora i comandanti e gli equipaggi di Germanwings e Lufthansa si rifiutano di decollare. Prima chiedono di avere chiarimenti sulle condizioni degli aerei."

http://www.repubblica.it/esteri/2015/03 ... =110404306

Con questo non voglio dire nè dimostrare niente, è solo per cronaca. Evidentemente non si sentono sicuri, oppure sanno che c'è qualche falla nella manutenzione. Chiedo ai piloti, qui: per quali motivi vi rifiutereste di decollare?
Nel momento in cui RISCONTRASSI un problema tecnico non risolto. Mi è successo una mattina presto su volo FCO LIN con MD80, c'era una perdita di acqua da una toilette che aveva allagato l'intercapedine sottostante e un cretino di rampista pretendeva di asciugare il tappeto con i giornali e cominciare l'imbarco. Scrissi quanto rilevato sul Quaderno tecnico di Bordo e il tecnico intervenuto mise l'aereo a terra cancellando il volo.

Voglio sperare che questa presa di posizione dei Piloti GW sia stata mal interpretata: o sanno qualche cosa ed allora lo devono chiarire senza lasciare dubbi, o usano l'occasione per attaccare la Compagnia visti i rapporti tesi attuali, nel qual caso sarebbe sciacallaggio. Non credo alla seconda ipotesi e, soprattutto, non credo alle informazioni che arrivano dai media. Chissà cosa è realmente successo ieri con i Piloti GW.

Planetcaravan
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 34
Iscritto il: 6 gennaio 2015, 17:02

Re: Incidente del volo GW118G

Messaggio da Planetcaravan » 25 marzo 2015, 10:45

Lampo 13 ha scritto: [...] Mi sono innervosito, colpa mia, per quello che ho vissuto come la strumentalizzazione di una tragedia. [...]
E se qualcuno usa un incidente per far assurgere le proprie paranoie a verità, che andasse a c***re.
Oggi mi rode il c**o, va bene?
Nessun tentativo di strumentalizzare la tragedia, e in altri post ho continuato a ripetere che razionalmente non ha senso mettere in dubbio la sicurezza del trasporto aereo per un incidente, che statisticamente ha una rilevanza bassissima. Ho solo chiesto - prevalentemente agli altri fobici - come si può superare l'impatto psicologico che un incidente aereo causa su di noi.

Questa è la sezione "Paura di volare" del forum, è chiaro che qui dentro leggerai cose che ti irritano, all'indomani di un incidente.

Ho un volo prenotato per martedì, un volo il lunedì successivo, un altro volo la settimana dopo. Non mi sembra di strumentalizzare le tragedie per evitare le mie paure.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11147
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Incidente del volo GW118G

Messaggio da flyingbrandon » 25 marzo 2015, 10:54

Planetcaravan ha scritto:
Ho un volo prenotato per martedì, un volo il lunedì successivo, un altro volo la settimana dopo. Non mi sembra di strumentalizzare le tragedie per evitare le mie paure.
Non per evitare le paure...ma per evitare la causa,cioè tu e i tuoi pensieri, cercando cause esterne a te. È "la prassi"...cosi come è la prassi non rendersene neanche conto...cosi come è la prassi pensare tante altre cose che poi fanno stare male.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Planetcaravan
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 34
Iscritto il: 6 gennaio 2015, 17:02

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da Planetcaravan » 25 marzo 2015, 11:01

Lampo 13 ha scritto: Nel momento in cui RISCONTRASSI un problema tecnico non risolto. Mi è successo una mattina presto su volo FCO LIN con MD80, c'era una perdita di acqua da una toilette che aveva allagato l'intercapedine sottostante e un cretino di rampista pretendeva di asciugare il tappeto con i giornali e cominciare l'imbarco. Scrissi quanto rilevato sul Quaderno tecnico di Bordo e il tecnico intervenuto mise l'aereo a terra cancellando il volo.

Voglio sperare che questa presa di posizione dei Piloti GW sia stata mal interpretata: o sanno qualche cosa ed allora lo devono chiarire senza lasciare dubbi, o usano l'occasione per attaccare la Compagnia visti i rapporti tesi attuali, nel qual caso sarebbe sciacallaggio. Non credo alla seconda ipotesi e, soprattutto, non credo alle informazioni che arrivano dai media. Chissà cosa è realmente successo ieri con i Piloti GW.
Sì infatti bisogna attendere notizie più veritiere... innanzi tutto, tutti i piloti Germanwings e Lufthansa che restano a terra mi sembra un po' esagerato... hanno cancellato veramente tutti i voli? Non penso... nel qual caso sarebbe sciacallaggio come hai detto tu, oppure c'è qualche problema serio che non veniva risolto su tutti gli aeromobili ma questo mi sembra improbabile... fino a ieri volavano comunque tutti... e se tu mi dici che per una toilette che perde acqua non decolli... i problemi seri dovrebbero essere saltati fuori tutti all'indomani dell'incidente. C'è qualcosa che non torna, come sempre dovremo attendere giorni per avere qualche notizia più certa...

Avatar utente
fp0020
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 320
Iscritto il: 22 agosto 2011, 17:42
Località: Vigonza (PD)

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da fp0020 » 25 marzo 2015, 11:09

Grazie Lampo per le info.

Ciao Brandon,
non è che ritengo che il pilota lo abbia fatto a posta.. solo che come leggevo in generiche, per il modo in cui è accaduto (discesa fatta con un certo criterio non in picchiata.. quindi da mani esperte), per il fatto che non c'è stato scambio radio per 10 minuti, per via che non ci sono state rivendicazioni di nessuno per quanto accaduto e soprattutto perchè continuo a credere che un problema tecnico è difficile che diventi ingestibile in quella zona e con quella dinamica.. è dura per il momento fare ipotesi razionali.
Non so se avallare questa ipotesi in questa sezione sia sbagliato (e se si chiedo scusa); se fosse necessario cancellate i miei messaggi senza problemi, posso capire di aver creato ulteriori ansie a chi magari ne ha già altre.
Federico

La vita è un viaggio e se viaggi vivi due volte
Just Do It

Avatar utente
SuperMau
FL 450
FL 450
Messaggi: 4626
Iscritto il: 13 agosto 2009, 10:19
Località: Polderbaan, sempre dritto, semaforo, la seconda a destra....

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da SuperMau » 25 marzo 2015, 11:11

Planetcaravan ha scritto: Sì infatti bisogna attendere notizie più veritiere... innanzi tutto, tutti i piloti Germanwings e Lufthansa che restano a terra mi sembra un po' esagerato... hanno cancellato veramente tutti i voli? Non penso... nel qual caso sarebbe sciacallaggio come hai detto tu, oppure c'è qualche problema serio che non veniva risolto su tutti gli aeromobili ma questo mi sembra improbabile... fino a ieri volavano comunque tutti... e se tu mi dici che per una toilette che perde acqua non decolli... i problemi seri dovrebbero essere saltati fuori tutti all'indomani dell'incidente. C'è qualcosa che non torna, come sempre dovremo attendere giorni per avere qualche notizia più certa...
puro sciacallaggio da parte dei sindacati tedeschi

C'e' una forte opposizione al nuovo piano Eurowings, con trasferimento di piloti e conseguente nuovo contratto (piu' basso), che va gia avanti da mesi....per alcuni (visto che hanno cancellato solo 30 voli, non i 3.000 al giorno che fanno) un'ottima occasione per contestare.

Riguardo la manutenzione, cancellatevelo dalla mente. Gli Hangar Lufthansa di Amburgo e Berlino fanno la manutenzione a una vagonata di aerocompagnie, incluse Easyjet, Air Berlin, Air Malta, quasi tutte le est europa che volano Airbus, Finnair, Sas.....
Be'....sono andato un po' in giro...
Immagine

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6668
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da Lampo 13 » 25 marzo 2015, 11:31

Tornando alla sicurezza dei voli, l'indice di incidente considerando tutto il mondo e tutti gli aerei è di 1 ogni milione di decolli. L'indice di incidenti per l'A320 in tutto il mondo, quindi anche per le compagnie delle Nazioni emergenti, è di 0,14 incidenti per milione di decolli, che vuole dire 1 incidente ogni 7 milioni e passa di decolli.

Planetcaravan
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 34
Iscritto il: 6 gennaio 2015, 17:02

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da Planetcaravan » 25 marzo 2015, 11:40

Lampo 13 ha scritto:Tornando alla sicurezza dei voli, l'indice di incidente considerando tutto il mondo e tutti gli aerei è di 1 ogni milione di decolli. L'indice di incidenti per l'A320 in tutto il mondo, quindi anche per le compagnie delle Nazioni emergenti, è di 0,14 incidenti per milione di decolli, che vuole dire 1 incidente ogni 7 milioni e passa di decolli.
Ecco questo è un dato confortante

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6668
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da Lampo 13 » 25 marzo 2015, 11:48

Planetcaravan ha scritto:e se tu mi dici che per una toilette che perde acqua non decolli...
Non vorrei passare per cretino; la perdita di acqua da un rubinetto aveva allagato la toilette e parte del corridoio posteriore, l'acqua era penetrata nella intercapedine sotto il corridoio dove, nel MD80, scorrono i cavi di comando delle superfici aerodinamiche posteriori. L'acqua addirittura cadeva da sotto la fusoliera sul piazzale ed andando in volo si sarebbe ghiacciata con il rischio di bloccare i comandi di volo.
Il rampista che insisteva per partire non è un tecnico, si preoccupava solo di asciugare il tappeto e di far partire in orario il "Prodotto Linate" come si chiamava allora. Quando è arrivato il tecnico ed ha visto cosa era successo, saputo cosa voleva fare il rampista si è messo a ridere.
Ho volato il LIN successivo, sono tornato a FCO dopo 3 ore ed ho parcheggiato accanto all'aereo "allagato" che era ancora fermo a terra, con il posteriore spannellato e un sacco di gente attorno che lavorava.

Febbraio2015
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 19
Iscritto il: 16 febbraio 2015, 17:16

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da Febbraio2015 » 25 marzo 2015, 12:41

Da persona che sta provando a capire meglio l'origine delle paure, vorrei dire la mia non tanto sulla tragedia (ho letto i vari post ma non ho davvero la minima competenza per farmi un'opinione), quanto sullo schifo mediatico in atto.
Si passa da "l'aereo è caduto in picchiata generando il panico eterno tra i passeggeri" (ho sentito che in realtà gli stessi potrebbero anche non essersi accorti dato che la discesa non è stata brusca), ai piloti di GW che non vogliono volare per le scarse misure di sicurezza (l'ultimo dato è che è stato cancellato 1 solo volo oggi, neppure i 30 dichiarati).
Sono d'accordo con il Lampo di ieri: è una tragedia isolata sulla quale non voglio far domande o considerazioni in merito alla paura di volare. E' brutto da dire, ma quella te la puoi portare dietro indipendentemente da come andrà il volo. Dell'episodio di ieri mi rimane l'enorme tristezza per parenti e amici delle vittime e la speranza (forse stupida, ma è l'unica che ho) che nessuno sull'aereo si sia accorto di nulla.
Non si può obbligare un telegiornale o un quotidiano a non fare "spettacolo", per quanto macabro. Da fifone che sta cercando di capire suggerisco agli altri come me di essere, oggi più che mai, lucidi, distaccati e razionali. Di non cercare nei tg la verità nascosta, dato che ora come ora non si può sapere (ancora) il perchè. La verità verrà fuori, moltissimi come me non la capiranno tecnicamente, ma sono certo che chi di dovere farà in modo che questo episodio rimanga, per quanto drammatico, unico nel suo genere.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11147
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da flyingbrandon » 25 marzo 2015, 13:53

fp0020 ha scritto:Grazie Lampo per le info.

Ciao Brandon,
non è che ritengo che il pilota lo abbia fatto a posta.. solo che come leggevo in generiche, per il modo in cui è accaduto (discesa fatta con un certo criterio non in picchiata.. quindi da mani esperte), per il fatto che non c'è stato scambio radio per 10 minuti, per via che non ci sono state rivendicazioni di nessuno per quanto accaduto e soprattutto perchè continuo a credere che un problema tecnico è difficile che diventi ingestibile in quella zona e con quella dinamica.. è dura per il momento fare ipotesi razionali.
Sì, in mancanza di dati è dura. Ma se cerchi la "verità" non è occupando con altri motivi che risolvi qualcosa...anzi.
fp0020 ha scritto:Non so se avallare questa ipotesi in questa sezione sia sbagliato (e se si chiedo scusa); se fosse necessario cancellate i miei messaggi senza problemi, posso capire di aver creato ulteriori ansie a chi magari ne ha già altre.
No è che , almeno, ti accodi alle 1000 ipotesi di generiche....e questo post rimane più "chiaro" per gli altri aspetti.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
fp0020
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 320
Iscritto il: 22 agosto 2011, 17:42
Località: Vigonza (PD)

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da fp0020 » 25 marzo 2015, 14:59

flyingbrandon ha scritto:
fp0020 ha scritto:
No è che , almeno, ti accodi alle 1000 ipotesi di generiche....e questo post rimane più "chiaro" per gli altri aspetti.
Ciao!
Brandon le prime righe mi sono chiare, queste meno :oops:
porta pazienza!
Federico

La vita è un viaggio e se viaggi vivi due volte
Just Do It

Rispondi