Incidente del volo GW

La fobia del volo: dubbi comuni, cause, soluzioni.
Vincere la Paura di Volare con MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11743
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da flyingbrandon » 27 marzo 2015, 9:39

Blues77 ha scritto: Si ma esistono anche situazioni e luoghi diversi fra loro, in cui ciò che opportuno diventa inopportuno e viceversa. Ed esiste anche una cosa chiamata tatto.
Trovo sempre opportuno rispondere ad un quesito. È stato l'autore della discussione ha postare qua le varie notizie riguardanti questo incidente..io non lo avrei fatto...ci sono già post sull'argomento e preferisco , in questa sezione, parlare di aspetti diversi.
Del tatto potremmo parlarne a lungo...penso abbia fatto più danni che altro... :roll: il tatto può essere come il tabasco....a volte ci sta bene....a volte male....ma sicuramente copre i sapori. Ma quando parli, meglio parlare senza condimento alcuno....poi ce lo metti tu. Comunque....non voglio parlarne qua, a lungo, ora...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

tiziano79
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1466
Iscritto il: 14 maggio 2012, 10:10
Località: Roma

Re: Incidente del volo GW118G

Messaggio da tiziano79 » 27 marzo 2015, 19:52

Lampo 13 ha scritto:
Planetcaravan ha scritto:Ecco come dovrebbe prenderla, un aviofobico, una notizia del genere?
L'A320 è in assoluto l'aereo più usato dalle compagnie europee, io stesso ogni volta che sono costretto a volare salgo quasi invariabilmente su quel modello.
Compagnia europea, aereo strasicuro, eppure...
Senti, in Italia ammazzano 150 donne l'anno, 3.660 muoiono per incidenti stradali, fatela finita!
Gli aerei sono sicuri, se avete paura, non volate. Punto.
Questo non vuol essere un messaggio solo per far polemica quindi gradirei che i moderatori e leader di Md80 lo leggessero.
A volte i miei post generano polemiche (sempre con i soliti utenti) e infastidiscono molti ma leggendo quanto quotato sopra non potevo assolutamente far finta di nulla.
Ora premesso che l'utente in questione sia un fiore all'occhiello di questo forum e che ne arricchisca i contenuti data la sua grande e decennale esperienza del settore ( come pochi qui direi), non vedo come questo post possa non venir cancellato , rimanendo li' come insulto e scherno verso le persone che in questa sezione esprimono le proprie paure.
Sezione da me letta sempre con grande interesse e ammirazione per quello che dice in particolare Brandon.
Tengo inoltre a sottolineare, come i mod sapranno , che tantissime persone si iscrivono qui solo ed esclusivamente per le loro paure e leggendo cio'... Be' ... Mi fermo qui.
Senza polemica gratuita e senza antipatie gradirei piu tatto da parte tua Lampo.
Occhio...

Avatar utente
Leemah
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 315
Iscritto il: 5 marzo 2008, 17:26
Località: Brescia

Re: Incidente del volo GW118G

Messaggio da Leemah » 27 marzo 2015, 21:17

tiziano79 ha scritto:
Lampo 13 ha scritto:
Planetcaravan ha scritto:Ecco come dovrebbe prenderla, un aviofobico, una notizia del genere?
L'A320 è in assoluto l'aereo più usato dalle compagnie europee, io stesso ogni volta che sono costretto a volare salgo quasi invariabilmente su quel modello.
Compagnia europea, aereo strasicuro, eppure...
Senti, in Italia ammazzano 150 donne l'anno, 3.660 muoiono per incidenti stradali, fatela finita!
Gli aerei sono sicuri, se avete paura, non volate. Punto.
Questo non vuol essere un messaggio solo per far polemica quindi gradirei che i moderatori e leader di Md80 lo leggessero.
A volte i miei post generano polemiche (sempre con i soliti utenti) e infastidiscono molti ma leggendo quanto quotato sopra non potevo assolutamente far finta di nulla.
Ora premesso che l'utente in questione sia un fiore all'occhiello di questo forum e che ne arricchisca i contenuti data la sua grande e decennale esperienza del settore ( come pochi qui direi), non vedo come questo post possa non venir cancellato , rimanendo li' come insulto e scherno verso le persone che in questa sezione esprimono le proprie paure.
Sezione da me letta sempre con grande interesse e ammirazione per quello che dice in particolare Brandon.
Tengo inoltre a sottolineare, come i mod sapranno , che tantissime persone si iscrivono qui solo ed esclusivamente per le loro paure e leggendo cio'... Be' ... Mi fermo qui.
Senza polemica gratuita e senza antipatie gradirei piu tatto da parte tua Lampo.
Io invece non ci trovo nulla di così scandaloso, anzi. Perchè dovrebbe essere cancellata? E' diretta ma non offende nessuno, è la sua idea, se non piace, pazienza. No?

tiziano79
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1466
Iscritto il: 14 maggio 2012, 10:10
Località: Roma

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da tiziano79 » 27 marzo 2015, 21:40

Be' ... Se uno scrive in questa sezione e' perche ha paura di volare e la vuole superare.
Se la risposta e': hai paura? Allora non volare... Non lo vedo molto "costruttivo".
Occhio...

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7205
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da Lampo 13 » 27 marzo 2015, 23:35

tiziano79 ha scritto:Be' ... Se uno scrive in questa sezione e' perche ha paura di volare e la vuole superare.
Se la risposta e': hai paura? Allora non volare... Non lo vedo molto "costruttivo".
Non ci arrivi proprio, eh?

tiziano79
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1466
Iscritto il: 14 maggio 2012, 10:10
Località: Roma

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da tiziano79 » 28 marzo 2015, 8:46

Io invece penso proprio che il tuo famoso ego limiti molto la tua mente.
Occhio...

Avatar utente
Leemah
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 315
Iscritto il: 5 marzo 2008, 17:26
Località: Brescia

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da Leemah » 28 marzo 2015, 9:26

tiziano79 ha scritto:Be' ... Se uno scrive in questa sezione e' perche ha paura di volare e la vuole superare.
Se la risposta e': hai paura? Allora non volare... Non lo vedo molto "costruttivo".
E' comunque una risposta, che uno è libero di considerare o meno, a qualcuno potrebbe anche servire.
Anni fa ero uno di quelli che cominciava ad avere la tachicardia il giorno prima del volo... Siccome volo molto per lavoro, ho cominciato a pensare a cosa avrei potuto fare per non rendere ogni viaggio una tragedia, ho cominciato allora a leggere e ad informarmi, ho scoperto un mondo di professionisti ed un settore incredibilmente organizzato ed efficiente. Ma ancora non bastava a togliermi la paura al 100%. La cosa che mi ha davvero cambiato è stata la "scrollata" di un mio conoscente, una frase simile a quella di Lampo, che mi ha fatto reagire e mi ha fatto capire che non potevo accettare di essere dominato da qualcosa che non fossi io... Se invece quella frase l'avessi subita, ora avrei ancora paura, forse non solo dell'aereo. E forse sarebbe anche stato giusto così, perchè avrebbe voluto dire che la mia natura era quella.
Ora quando volo non vedo l'ora di incontrare una turbolenza, forse adesso sto esagerando! :mrgreen:

Blues77
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 434
Iscritto il: 2 gennaio 2014, 15:36

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da Blues77 » 28 marzo 2015, 11:43

e poi ci sono quelli più realisti del re

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7205
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da Lampo 13 » 28 marzo 2015, 12:02

Vediamo se così è più chiaro.

Io non volo più come Pilota, quando lo facevo mi sentivo tranquillo, ovvio con il mio ego smisurato.
Sia allora che adesso, abitando in Polonia ed avendo mia figlia e i miei genitori a Roma, avendo anche la mia compagna che viaggia spesso in tutto il mondo, ho viaggiato e viaggio spesso come passeggero.
Quando volo come passeggero volo tranquillo, generalmente dormo per recuperare le ore di sonno e per far passare del tempo altrimenti noioso.

Perché sono tranquillo, sereno e rilassato?

Perché conosco cosa c'è dietro l'addestramento per diventare Piloti, gli esami a cui sono sottoposti, come funziona l'aereo, che manutenzione riceve, cos'è la turbolenza, so che non ci sono pazzi in cockpit e tutte le altre notizie che vengono ossessivamente richieste in questa parte del Forum?

No.

Sono totalmente sereno e rilassato perché so bene che il rischio di morire in quel volo è talmente basso che non ha senso considerarlo, che correrò un rischio migliaia di volte maggiore salendo sul Van che mi porterà dall'aeroporto a casa e che, comunque, non ha senso rovinarmi quelle due orette di sonno per qualche cosa che statisticamente non succederà mai.

Ho fatto 8 volte il tragitto Lodz Roma in automobile ed ho rischiato di ammazzarmi almeno una decina di volte, con l'aereo è tutto economico, rapido, comodo e sicuro.

Per cui volo. Tutto qui.

tiziano79
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1466
Iscritto il: 14 maggio 2012, 10:10
Località: Roma

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da tiziano79 » 28 marzo 2015, 12:33

Tutto questo non c'entra nulla con il post che hai scritto.il concetto puo' essere anche giusto ma il modo e' pessimo.
Occhio...

Blues77
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 434
Iscritto il: 2 gennaio 2014, 15:36

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da Blues77 » 28 marzo 2015, 12:38

Lampo 13 ha scritto:Vediamo se così è più chiaro.

Io non volo più come Pilota, quando lo facevo mi sentivo tranquillo, ovvio con il mio ego smisurato.
Sia allora che adesso, abitando in Polonia ed avendo mia figlia e i miei genitori a Roma, avendo anche la mia compagna che viaggia spesso in tutto il mondo, ho viaggiato e viaggio spesso come passeggero.
Quando volo come passeggero volo tranquillo, generalmente dormo per recuperare le ore di sonno e per far passare del tempo altrimenti noioso.

Perché sono tranquillo, sereno e rilassato?

Perché conosco cosa c'è dietro l'addestramento per diventare Piloti, gli esami a cui sono sottoposti, come funziona l'aereo, che manutenzione riceve, cos'è la turbolenza, so che non ci sono pazzi in cockpit e tutte le altre notizie che vengono ossessivamente richieste in questa parte del Forum?

No.

Sono totalmente sereno e rilassato perché so bene che il rischio di morire in quel volo è talmente basso che non ha senso considerarlo, che correrò un rischio migliaia di volte maggiore salendo sul Van che mi porterà dall'aeroporto a casa e che, comunque, non ha senso rovinarmi quelle due orette di sonno per qualche cosa che statisticamente non succederà mai.

Ho fatto 8 volte il tragitto Lodz Roma in automobile ed ho rischiato di ammazzarmi almeno una decina di volte, con l'aereo è tutto economico, rapido, comodo e sicuro.

Per cui volo. Tutto qui.
Speriamo anche per la parte in mezzo al tuo intervento

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9886
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da tartan » 28 marzo 2015, 13:23

Io sono uno dei tanti che per oltre trenta anni ha fatto il possibile perchè non succedesse niente e qualora fosse successo, se ne potesse uscire fuori senza troppi danni. Ho sperimentato sulla mia pelle la paura di avere sbagliato qualcosa e la voglia di tornare sul pezzo per verificare. Ho sempre volato tranquillo, ma non perchè sapevo che nella mia azienda c'erano molti altri me, ma per gli stessi motivi per cui vola tranquillo Lampo.
La mia filosofia di vita ricalca molto da vicino quella di Lampo e non solo per il volo. Quella cosa la puoi fare? Falla. Quella cosa la devi fare? Falla. Quella cosa non la puoi fare e non devi farla? Non la fare.
Su questi temi per me non esiste il grigio in nessuna sfumatura.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11743
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Incidente del volo GW118G

Messaggio da flyingbrandon » 28 marzo 2015, 14:09

tiziano79 ha scritto:
Sezione da me letta sempre con grande interesse e ammirazione per quello che dice in particolare Brandon.
Io ti ringrazio davvero...non mi aspettavo un complimento da te per questa sezione...anche perché due giorni fa mi parlavi di "psicologia spiccia da 4 soldi" e altro... :mrgreen: sei strano forte ma , davvero, ti ringrazio per questo atto di stima! I caffè diventano due... :mrgreen:
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9886
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da tartan » 28 marzo 2015, 14:17

Per favore non cominciate a fare pappa a ciccia pure voi sennò come ci divertiamo noi? Ecchecca22o!
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Krill83
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 116
Iscritto il: 27 febbraio 2015, 8:17

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da Krill83 » 28 marzo 2015, 14:24

Scusatemi ma io ci vedo qualcosa di personale in quest'intervento, Tiziano. A parte il fatto che ognuno ha il suo stile e che l'intervento di Lampo può essere assolutamente risolutivo e comprensibile, credo che nemmeno questa polemica su cosa è di buon gusto scrivere e cosa non lo è sia utile o di minimo interesse di chi ha paura di volare. E te lo dice uno che si è iscritto qui proprio per questo motivo.

Grazie e ciao!!

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2551
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da MartaP » 28 marzo 2015, 14:29

Da ex paurosa, sono d'accordo con Tiziano.

Sono d'accordo anche con te, Lampo, e con te, Tartan , ma lo sono adesso che non ho più paura.

Se avessi ancora attacchi di panico non presterei ascolto alle vostre parole:certo, sono veritiere ma non è quello che vuole sentire un fobico. :wink:

Brandon, invece..... :mrgreen:
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Krill83
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 116
Iscritto il: 27 febbraio 2015, 8:17

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da Krill83 » 28 marzo 2015, 14:40

Ma scusatemi, visto che qui siamo tutti così perfettamente politicamente corretti, il thread è la paura di volare o il post di Lampo??? Perché è di quest'ultimo che state parlando....

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2551
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da MartaP » 28 marzo 2015, 16:08

Krill83 ha scritto:Ma scusatemi, visto che qui siamo tutti così perfettamente politicamente corretti, il thread è la paura di volare o il post di Lampo??? Perché è di quest'ultimo che state parlando....
Stiamo parlando del post di Lampo perché la domanda in primis, di Planetcaravan, era:
Planetcaravan ha scritto:Ecco come dovrebbe prenderla, un aviofobico, una notizia del genere?....
e due delle risposte di Lampo sono state:
Lampo 13 ha scritto:
Senti, in Italia ammazzano 150 donne l'anno, 3.660 muoiono per incidenti stradali, fatela finita!
Gli aerei sono sicuri, se avete paura, non volate. Punto.
e poi
Lampo 13 ha scritto:Ragazzi, ieri ad Ottaviano due Carabinieri hanno tentato una rapina, hanno sparato ferendo 9 persone e uccidendone una. Nella vita NULLA è sicuro... fuorché la morte, come diceva quel tale!
Questo tragico evento del volo GW non cambia NULLA di quello che è stato detto in questo THRD, non una sola virgola, è una cosa statisticamente irrilevante.
Ovviamente irrilevanti non sono le vittime ed il dolore dei parenti, ma a livello del rischio di volare non cambia
NULLA.
ORA
premesso che Lampo ha perfettamente ragione,
purtroppo e sottolineo PURTROPPO, ad un aviofobico questi argomenti non interessano una cippa.....
e lo dico perchè io ero aviofobica e questi discorsi li ho sentiti per 20 anni: dagli amici, dagli amici degli amici, da mio marito, dalle hostess, dagli steward, dai Comandanti e dai First Officer che regolarmente andavo a disturbare ogni qual volta che volavo... e non hanno mai sortito alcun effetto....:roll:

La paura di volare, come diceva e scriveva il compianto Luca Evangelisti, ha origini complesse, crea delle dinamiche fuorvianti e spesso e volentieri le persone che ne soffrono si sentono additati come degli psicopatici, degli inetti, e ciò innesca un circolo vizioso dal quale è faticoso uscirne da soli....

Io stessa ho dovuto iscrivermi al corso della Lufthansa, da sola non ne sarei uscita...
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Blues77
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 434
Iscritto il: 2 gennaio 2014, 15:36

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da Blues77 » 28 marzo 2015, 17:14

il punto é che a fronte di un sistema pressoché vicino alla perfezione rispetto a qualsiasi altro sistema complesso, il fatto che l'ultima barriera, la capacità dei piloti, posta a garanzia della sicurezza, e' anch'essa potenzialmente soggetta a fatti incotrollabili, e' indiscutibilmente destabilizzante. e ci insegna, ammesso che c'è ne fosse bisogno, di come non ci sia nulla di certo. e questo spaventa.

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7205
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da Lampo 13 » 28 marzo 2015, 17:20

Blues77 ha scritto:il punto é che a fronte di un sistema pressoché vicino alla perfezione rispetto a qualsiasi altro sistema complesso, il fatto che l'ultima barriera, la capacità dei piloti, posta a garanzia della sicurezza, e' anch'essa potenzialmente soggetta a fatti incotrollabili, e' indiscutibilmente destabilizzante. e ci insegna, ammesso che c'è ne fosse bisogno, di come non ci sia nulla di certo. e questo spaventa.
Si chiama "VITA".

Krill83
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 116
Iscritto il: 27 febbraio 2015, 8:17

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da Krill83 » 29 marzo 2015, 11:15

MartaP ha scritto:
Krill83 ha scritto:Ma scusatemi, visto che qui siamo tutti così perfettamente politicamente corretti, il thread è la paura di volare o il post di Lampo??? Perché è di quest'ultimo che state parlando....
Stiamo parlando del post di Lampo perché la domanda in primis, di Planetcaravan, era:
Planetcaravan ha scritto:Ecco come dovrebbe prenderla, un aviofobico, una notizia del genere?....
e due delle risposte di Lampo sono state:
Lampo 13 ha scritto:
Senti, in Italia ammazzano 150 donne l'anno, 3.660 muoiono per incidenti stradali, fatela finita!
Gli aerei sono sicuri, se avete paura, non volate. Punto.
e poi
Lampo 13 ha scritto:Ragazzi, ieri ad Ottaviano due Carabinieri hanno tentato una rapina, hanno sparato ferendo 9 persone e uccidendone una. Nella vita NULLA è sicuro... fuorché la morte, come diceva quel tale!
Questo tragico evento del volo GW non cambia NULLA di quello che è stato detto in questo THRD, non una sola virgola, è una cosa statisticamente irrilevante.
Ovviamente irrilevanti non sono le vittime ed il dolore dei parenti, ma a livello del rischio di volare non cambia
NULLA.
ORA
premesso che Lampo ha perfettamente ragione,
purtroppo e sottolineo PURTROPPO, ad un aviofobico questi argomenti non interessano una cippa.....
e lo dico perchè io ero aviofobica e questi discorsi li ho sentiti per 20 anni: dagli amici, dagli amici degli amici, da mio marito, dalle hostess, dagli steward, dai Comandanti e dai First Officer che regolarmente andavo a disturbare ogni qual volta che volavo... e non hanno mai sortito alcun effetto....:roll:

La paura di volare, come diceva e scriveva il compianto Luca Evangelisti, ha origini complesse, crea delle dinamiche fuorvianti e spesso e volentieri le persone che ne soffrono si sentono additati come degli psicopatici, degli inetti, e ciò innesca un circolo vizioso dal quale è faticoso uscirne da soli....

Io stessa ho dovuto iscrivermi al corso della Lufthansa, da sola non ne sarei uscita...
Ciao Marta,

In realtà avevo capito benissimo. La mia domanda era retorica per cercare di sottolineare il fatto che, invece di parlare della paura di volare, ci si stava focalizzando sull'opportunità o meno del post di Lampo.

Io credo che l'impegno di Lampo per aiutare chi ha paura di volare sia indiscutibile: non scrivere be nemmeno qui. Le modalità poi possono essere discutibili o meno , per esempio a me aiuta anche un punto di vista del genere. Quindi?

Discorso chiuso per me , comunque.

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2551
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da MartaP » 29 marzo 2015, 11:52

Krill83 ha scritto: Ciao Marta,
In realtà avevo capito benissimo. La mia domanda era retorica per cercare di sottolineare il fatto che, invece di parlare della paura di volare, ci si stava focalizzando sull'opportunità o meno del post di Lampo......
Discorso chiuso per me , comunque.
Ok ! :D :D
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9886
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da tartan » 29 marzo 2015, 12:56

MartaP ha scritto:Da ex paurosa, sono d'accordo con Tiziano.

Sono d'accordo anche con te, Lampo, e con te, Tartan , ma lo sono adesso che non ho più paura.

Se avessi ancora attacchi di panico non presterei ascolto alle vostre parole:certo, sono veritiere ma non è quello che vuole sentire un fobico. :wink:

Brandon, invece..... :mrgreen:
Hai perfettamente ragione Marta. Brandon è fuori dalle regole. Io non sono capace di comprendere ed accettare visioni della vita complesse. Gli interventi di Brandon mi sembra che dimostrino che la paura di volare, a volte, non si limita al volo meccanico solamente ma va ben oltre. Il tizio che, forse, ha combinato il tutto non aveva paura di volare con l'aereo però, probabilmente, aveva "semplicemente" paura di vivere fuori dai modelli che oggi ti vengono illustrati.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

dave91
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 214
Iscritto il: 11 giugno 2014, 22:19

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da dave91 » 29 marzo 2015, 15:03

Chiedo scusa ma utilizzo questa discussione per non aprirne un altra sullo stesso argomento
Dunque, io di volare non ho paura, volo fin da piccolo e so come "spiegarmi" un incidente aereo.

Il problema è mia mamma che non vuol prendere -e vorrebbe non farmi prendere - l'aereo, (stiamo ipotizzando un volo in estate) proprio a causa dell'incidente di pochi giorni fa. E l'aereo andato fuori pista potrebbe peggiorare la situazione. Lei non ha mai avuto problemi nel volo ma questo incidente l'ha spaventata molto e le mie rassicurazioni non servono a nulla. In che modo posso tranquillizzarla?

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2551
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da MartaP » 29 marzo 2015, 17:14

dave91 ha scritto:Chiedo scusa ma utilizzo questa discussione per non aprirne un altra sullo stesso argomento
Dunque, io di volare non ho paura, volo fin da piccolo e so come "spiegarmi" un incidente aereo.
Il problema è mia mamma che non vuol prendere -e vorrebbe non farmi prendere - l'aereo, (stiamo ipotizzando un volo in estate) proprio a causa dell'incidente di pochi giorni fa. E l'aereo andato fuori pista potrebbe peggiorare la situazione. Lei non ha mai avuto problemi nel volo ma questo incidente l'ha spaventata molto e le mie rassicurazioni non servono a nulla. In che modo posso tranquillizzarla?
Caro dave91, :D
(a parte le canne di erba, che mi risulta non vengano ancora vendute al duty free... :mrgreen:)
da quel che mi dici tua mamma probabilmente fa parte della schiera della maggior parte dei paurosi, ai quali le rassicurazioni non fanno nessun effetto, a prescindere da parte arrivino...

Purtroppo c'è poco che tu possa fare, è tua mamma che deve cambiare prospettiva...e cioè:
@L'aereo è solo un mezzo di trasporto, esattamente come l'auto, le moto, il treno.... ma infinitamente più sicuro..
@ i morti in incidenti aerei fanno più impressione, ma i morti per incidenti d'auto sono di più...
@niente è sicuro a questo mondo, solo la morte...

Sono stata molto, molto, molto sintetica, ma se hai altre domande/dubbi siamo a tua disposizione... :wink:
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Planetcaravan
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 34
Iscritto il: 6 gennaio 2015, 17:02

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da Planetcaravan » 30 marzo 2015, 22:38

MartaP ha scritto:
Krill83 ha scritto:Ma scusatemi, visto che qui siamo tutti così perfettamente politicamente corretti, il thread è la paura di volare o il post di Lampo??? Perché è di quest'ultimo che state parlando....
Stiamo parlando del post di Lampo perché la domanda in primis, di Planetcaravan, era:
Planetcaravan ha scritto:Ecco come dovrebbe prenderla, un aviofobico, una notizia del genere?....
e due delle risposte di Lampo sono state:
Lampo 13 ha scritto:
Senti, in Italia ammazzano 150 donne l'anno, 3.660 muoiono per incidenti stradali, fatela finita!
Gli aerei sono sicuri, se avete paura, non volate. Punto.
e poi
Lampo 13 ha scritto:Ragazzi, ieri ad Ottaviano due Carabinieri hanno tentato una rapina, hanno sparato ferendo 9 persone e uccidendone una. Nella vita NULLA è sicuro... fuorché la morte, come diceva quel tale!
Questo tragico evento del volo GW non cambia NULLA di quello che è stato detto in questo THRD, non una sola virgola, è una cosa statisticamente irrilevante.
Ovviamente irrilevanti non sono le vittime ed il dolore dei parenti, ma a livello del rischio di volare non cambia
NULLA.
ORA
premesso che Lampo ha perfettamente ragione,
purtroppo e sottolineo PURTROPPO, ad un aviofobico questi argomenti non interessano una cippa.....
e lo dico perchè io ero aviofobica e questi discorsi li ho sentiti per 20 anni: dagli amici, dagli amici degli amici, da mio marito, dalle hostess, dagli steward, dai Comandanti e dai First Officer che regolarmente andavo a disturbare ogni qual volta che volavo... e non hanno mai sortito alcun effetto....:roll:

La paura di volare, come diceva e scriveva il compianto Luca Evangelisti, ha origini complesse, crea delle dinamiche fuorvianti e spesso e volentieri le persone che ne soffrono si sentono additati come degli psicopatici, degli inetti, e ciò innesca un circolo vizioso dal quale è faticoso uscirne da soli....

Io stessa ho dovuto iscrivermi al corso della Lufthansa, da sola non ne sarei uscita...

...e io che ho aperto il thread, aggiungo che sono un fobico grave da più di dieci anni e non mi calma niente. Marta ha ragione, "ad un aviofobico questi argomenti non interessano una cippa.....". Ho letto e studiato la meccanica degli aerei (perchè ironia della sorte mi piace pure!), le leggi internazionali sulla manutenzione e sulla preparazione dei piloti, le procedure; vengo qui nel forum a leggere e postare interventi, studio pedissequamente tutti gli incidenti per capire cos'è successo e se è davvero un evento eccezionale. Ho fatto il corso dell'Alitalia (divertendomi anche tantissimo, soprattutto sul simulatore), ascoltando bene tutto ciò che è stato detto e facendo un mucchio di domande al comandante e all'assistente di volo.

Ma detto questo, ogni volta che devo prendere l'aereo per me è sempre la solita tragedia. Io in volo sto malissimo, e la cosa che mi fa stare ancora più male è non poterlo evitare (all'azienda non puoi dire di no). Come diceva Marta che è stata fobica per 20 anni, nella testa di un fobico o scatta autonomamente qualcosa per cui un bel giorno non hai più paura, o hai voglia a leggere e chiacchierare... non serve a niente. Nella nostra testa da un lato c'è la parte razionale, che ascolta e capisce i discorsi di Brandon, Lampo, Tartan e tutti gli altri professionisti e addetti ai lavori, discorsi comprensibili e pieni di buon senso oltre che di dati pratici che dovrebbero scacciare la paura. Dall'altro c'è quella parte diabolica che appena ti prenoti un biglietto aereo (manco ci sali, la cosa parte da quando prenoti!) ti fa star male in maniera incoercibile. Io sto solo aspettando il giorno in cui la levetta nel cervello si sposta finalmente dall'altra parte, come è successo a Marta... dopo 20 anni però.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11743
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da flyingbrandon » 30 marzo 2015, 22:45

Planetcaravan ha scritto: Dall'altro c'è quella parte diabolica che appena ti prenoti un biglietto aereo (manco ci sali, la cosa parte da quando prenoti!) ti fa star male in maniera incoercibile. Io sto solo aspettando il giorno in cui la levetta nel cervello si sposta finalmente dall'altra parte, come è successo a Marta... dopo 20 anni però.
Non esiste un'altra parte...sei tu e basta. Alle mie domande/considerazioni non hai mai risposto...e aspettare che una levetta si muova senza volersi esaminare....spaccare....è, spesso, una vana speranza.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2551
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da MartaP » 31 marzo 2015, 9:12

Planetcaravan ha scritto:[ Io sto solo aspettando il giorno in cui la levetta nel cervello si sposta finalmente dall'altra parte, come è successo a Marta... dopo 20 anni però.
Si è vero, sono stati 20 anni ma solo perchè non ho fatto il corso delle Lufthansa prima :mrgreen:
Ho aspettato troppo.... :roll: ma spero vivamente che per te non sia così....

Perchè non ricominciamo? :D

Sono curiosa: anche tu di recente hai seguito un corso per sulla paura di volare.
Com'è andata?
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7205
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da Lampo 13 » 31 marzo 2015, 12:51

Un video per chi ha paura della turbolenza in volo... :D

https://youtu.be/jhmZauEV-AQ

Per avere dei paragoni.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9886
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da tartan » 31 marzo 2015, 14:20

Planetcaravan ha scritto: Ma detto questo, ogni volta che devo prendere l'aereo per me è sempre la solita tragedia. Io in volo sto malissimo, e la cosa che mi fa stare ancora più male è non poterlo evitare (all'azienda non puoi dire di no). Come diceva Marta che è stata fobica per 20 anni, nella testa di un fobico o scatta autonomamente qualcosa per cui un bel giorno non hai più paura, o hai voglia a leggere e chiacchierare... non serve a niente. Nella nostra testa da un lato c'è la parte razionale, che ascolta e capisce i discorsi di Brandon, Lampo, Tartan e tutti gli altri professionisti e addetti ai lavori, discorsi comprensibili e pieni di buon senso oltre che di dati pratici che dovrebbero scacciare la paura. Dall'altro c'è quella parte diabolica che appena ti prenoti un biglietto aereo (manco ci sali, la cosa parte da quando prenoti!) ti fa star male in maniera incoercibile. Io sto solo aspettando il giorno in cui la levetta nel cervello si sposta finalmente dall'altra parte, come è successo a Marta... dopo 20 anni però.
Ma quale levetta, non c'è nessuna levetta che riguarda il volare. L'unica levetta, ammesso che ci sia, riguarda il come vivere e il come confrontarsi con le problematiche del vivere. In sostanza tu vuoi vivere da vivo da morto?
Decidi. Se vuoi vivere da vivo il volare normale (normale!) fa parte della vita, se vuoi vivere da morto, non volare e non prendere gli ascensori e non partire in macchina per viaggi lunghi o brevi e guida sempre e solo tu ecc, ecc.
Oppure metti nel rischio la possibiltà che la tua vita finisca prima di quanto previsto dal tuo DNA, o che si modifichi in modo traumatico, o che, o che, o che, tutto quello che ti pare, mettilo nel rischio di una esistenza SICURAMENTE limitata a un periodo di tempo che ti è assolutamente sconosciuto e imprevedibile. Ma che ti frega, vai e divertiti anche delle turbolenze che potrebbero essere le ultime che incontri o solo le minime fra quelle che ti aspettano nel tuo futuro.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2551
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da MartaP » 31 marzo 2015, 19:26

Lampo 13 ha scritto:Un video per chi ha paura della turbolenza in volo... :D
https://youtu.be/jhmZauEV-AQ
Per avere dei paragoni.
Terrificante.... :D
ma ce n'è uno di Deadliest Catch che quasi quasi è peggio...

ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

amartya
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 41
Iscritto il: 8 marzo 2014, 10:33

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da amartya » 1 aprile 2015, 11:43

Buon Giorno a tutti,

avevo scritto in questo forum, circa un anno fa, proprio perchè allora come, mio malgrado, oggi ho paura di volare.

In realtà pensavo di aver superato questa paura, tant'è che stavo programmando un viaggio a Londra per una esperienza di studio, ero contentissimo che alcune cose si stavano mettendo nel verso giusto, testavo la mia paura di volare e mi accorgevo che non avevo ansia al pensarci. Poi invece...... Poi invece è successo il disastro Germanwings e nella mia testa è come se fosse esplosa un'atomica. Non posso dimenticare, ero in riunione, esco attivo il PC e leggo di questa notizia che mi ha semplicemente sconvolto e ravvivato la mia ormai atavica paura di volare.

Poichè il viaggio è una cosa che voglio fare e devo fare e poichè non volevo essere sconfitto da questa paura il giorno dopo ho acquistato un biglietto aereo per Londra per metà aprile. Ma con il passare dei giorni mi accorgo che questa paura rimane ed anzi aumenta rendendomi quasi come un automa nel lavoro, in famiglia, nello sport. La qualità della mia vita è degradata totalmente. Non riesco a giocare con mia figlia, quando la guardo penso al giorno della partenza come il giorno dell'esecuzione capitale, non riesco a pensare all'arrivo ma solo alla partenza. Sto pensando di partire in treno, ma vivo quest'aspetto come una sconfitta, una limitazione, un giudizio sociale di FALLIMENTO.


Sono confuso, apparetemente calmo, difatto irritabile. Vivo con forte frustrazione questo momento. Mi dispiace non godermi le giornate con i miei cari. Mi sono accorto che questa paura è molto diffusa anche se con intensità diverse. Vorrei essere anestetizzato durante il volo, perdere coscienza. Solo questo potrebbe farmi passare tale paura.

amartya
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 41
Iscritto il: 8 marzo 2014, 10:33

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da amartya » 1 aprile 2015, 11:44

Buon Giorno a tutti,

avevo scritto in questo forum, circa un anno fa, proprio perchè allora come, mio malgrado, oggi ho paura di volare.

In realtà pensavo di aver superato questa paura, tant'è che stavo programmando un viaggio a Londra per una esperienza di studio, ero contentissimo che alcune cose si stavano mettendo nel verso giusto, testavo la mia paura di volare e mi accorgevo che non avevo ansia al pensarci. Poi invece...... Poi invece è successo il disastro Germanwings e nella mia testa è come se fosse esplosa un'atomica. Non posso dimenticare, ero in riunione, esco attivo il PC e leggo di questa notizia che mi ha semplicemente sconvolto e ravvivato la mia ormai atavica paura di volare.

Poichè il viaggio è una cosa che voglio fare e devo fare e poichè non volevo essere sconfitto da questa paura il giorno dopo ho acquistato un biglietto aereo per Londra per metà aprile. Ma con il passare dei giorni mi accorgo che questa paura rimane ed anzi aumenta rendendomi quasi come un automa nel lavoro, in famiglia, nello sport. La qualità della mia vita è degradata totalmente. Non riesco a giocare con mia figlia, quando la guardo penso al giorno della partenza come il giorno dell'esecuzione capitale, non riesco a pensare all'arrivo ma solo alla partenza. Sto pensando di partire in treno, ma vivo quest'aspetto come una sconfitta, una limitazione, un giudizio sociale di FALLIMENTO.


Sono confuso, apparetemente calmo, difatto irritabile. Vivo con forte frustrazione questo momento. Mi dispiace non godermi le giornate con i miei cari. Mi sono accorto che questa paura è molto diffusa anche se con intensità diverse. Vorrei essere anestetizzato durante il volo, perdere coscienza. Solo questo potrebbe farmi passare tale paura.

Avatar utente
fp0020
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 320
Iscritto il: 22 agosto 2011, 17:42
Località: Vigonza (PD)

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da fp0020 » 1 aprile 2015, 11:52

Ciao,
prima cosa ti capisco; io domani vado a Valencia con mia moglie (figlie a casa); anche io ho avuto giorni "complicati" dopo la notizia sentita.
Credo che comunque una cosa del genere abbia scosso tutti (dai piloti all'ultimo dei paurosi).
Io domani parto (avrò paura anche domani ma "fottesega" :mrgreen: PARTO LO STESSO)
Un consiglio, non mollare, non anestetizzarti, PARTI LO STESSO.
Sarebbe una sconfitta più grande non andare o andarci in treno; affronta la tua paura, guardala in faccia e mandala a fare in c##o!
de' Medici diceva: chi vuol esser lieto sia del doman non c'è certezza.. io aggiungerei.. ne in treno, ne in macchina, ne in aereo.
Federico

La vita è un viaggio e se viaggi vivi due volte
Just Do It

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11743
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Incidente del volo GW

Messaggio da flyingbrandon » 1 aprile 2015, 12:36

amartya ha scritto:
Poi invece...... Poi invece è successo il disastro Germanwings e nella mia testa è come se fosse esplosa un'atomica. Non posso dimenticare, ero in riunione, esco attivo il PC e leggo di questa notizia che mi ha semplicemente sconvolto e ravvivato la mia ormai atavica paura di volare.
Stai unendo due aspetti non correlati. Il primo....è normale...normalissimo che un evento che provochi una tale quantità di morti sconvolga. Ha sconvolto tutti....paurosi e non paurosi. Se non ti fossi sconvolto avresti avuto piu problemi che non il fatto che ti abbia sconvolto. Il ritorno a pensare a ciò che non vivi, invece, è solo un ritorno ad un tuo schema abituale di pensiero che è negativo, o per meglio dire, non funzionale a vivere bene, che tu decida di volare o di stare su un divano. quello su cui dovresti lavorare, quindi, non è contenere l'emozione che è scaturita da un evento tragico ma il tuo processo cognitivo legato ai pensieri su un futuro "inesistente". Quelle continuano ad essere fantasie...e la morte continua ad essere un elemento "congiunto" del fatto che tu stia vivendo. Non avevi ragione prima, perché un aereo è cascato, vivevi male e basta. E la vita te lo mostrava in continuazione....vivere in ansia non è vivere bene. Morire accade sia nel caso che tu viva bene sia nel caso che tu non lo faccia.
amartya ha scritto:
Poichè il viaggio è una cosa che voglio fare e devo fare e poichè non volevo essere sconfitto da questa paura il giorno dopo ho acquistato un biglietto aereo per Londra per metà aprile. Ma con il passare dei giorni mi accorgo che questa paura rimane ed anzi aumenta rendendomi quasi come un automa nel lavoro, in famiglia, nello sport. La qualità della mia vita è degradata totalmente. Non riesco a giocare con mia figlia, quando la guardo penso al giorno della partenza come il giorno dell'esecuzione capitale, non riesco a pensare all'arrivo ma solo alla partenza. Sto pensando di partire in treno, ma vivo quest'aspetto come una sconfitta, una limitazione, un giudizio sociale di FALLIMENTO.
Ora ti pongo una domanda molto semplice. Per "c**o"....sai di morire dopodomani in ufficio....ok? Passeresti il tempo con tua figlia da automa o cercando di respirarti la sua presenza fino all'ultimo secondo? Perché è di questo che si tratta. Io cerco di vivermi mio figlio, il lavoro, gli affetti, come se fossero l'ultimo momento che ho a disposizione con loro...perché, di fatto, la vita è questo. Sapessi di morire domani o stasera...non penso che mi chiuderei da solo da qualche parte a soffrire come un automa. Spenderei OGNI secondo della mia vita in raccolta con ciò che ho di più caro. Quindi, a maggior ragione, l'idea della morte "vicina", in un atteggiamento consapevole (l'opposto dell'automa) ti dovrebbe portare a vivere con maggiore "profondità".
Sì...sarebbe un fallimento nel momento in cui il tuo obbiettivo sia partire.
amartya ha scritto: Sono confuso, apparetemente calmo, difatto irritabile. Vivo con forte frustrazione questo momento. Mi dispiace non godermi le giornate con i miei cari. Mi sono accorto che questa paura è molto diffusa anche se con intensità diverse. Vorrei essere anestetizzato durante il volo, perdere coscienza. Solo questo potrebbe farmi passare tale paura.
Non dispiacerti...goditele. Quella è una scelta tua. È la tua vita e nessuno ti sta imponendo di viverla cosi...
Anestetizzarti ti aiuterebbe a vivere come un automa....lasciando esattamente tutto com'è. Vivere consapevolmente ti permetterebbe di godere di ogni momento...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Rispondi