Attacchi di panico e moltissima ansia

La fobia del volo: dubbi comuni, cause, soluzioni.
Vincere la Paura di Volare con MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
John21
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 100
Iscritto il: 2 giugno 2015, 8:46

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da John21 » 6 agosto 2018, 8:10

È proprio questo che vado a vedere tartan, se valga la pena o no continuare e in caso negativo voglio comunque avere "l'ultima parola" ...voglio che si ricordi fino a dove sono arrivato. Se non ci vedessi un futuro avrei già mollato tutto da tempo per vari motivi, io non volevo seguire nessuno ma visto l'ultimo mese come mi ha scombussolato tutto.. ho deciso di prendere in mano la situazione e togliermi il "peso"....cosí da essere libero da questa cosa... vada come vada...
Lasciando da parte la questione sentimentale io è da tempo che avevo bisogno di fare un viaggio, viaggiare è la cosa più bella del mondo.... certo poi che la Korea non era tra le mie destinazioni prossime... peró é sempre un paese nuovo da vedere e conoscere. Non avrò sicuramente più modo di tornarci nella vita.

Come l'ottimista che ci vede la base di un mojito nella grandine caduta... io Brandon ci vedo comunque cose positive per me in questo viaggio.. come in quello che ci vedevo per la Thailandia
Nonostante le mie ansie e paure... qualcosa dovrà pur migliorare in me... prendendo (per quello che riesco) il controllo delle cose..

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da Exence » 6 agosto 2018, 8:46

John21 ha scritto:È proprio questo che vado a vedere tartan, se valga la pena o no continuare e in caso negativo voglio comunque avere "l'ultima parola" ...voglio che si ricordi fino a dove sono arrivato. Se non ci vedessi un futuro avrei già mollato tutto da tempo per vari motivi, io non volevo seguire nessuno ma visto l'ultimo mese come mi ha scombussolato tutto.. ho deciso di prendere in mano la situazione e togliermi il "peso"....cosí da essere libero da questa cosa... vada come vada...
Lasciando da parte la questione sentimentale io è da tempo che avevo bisogno di fare un viaggio, viaggiare è la cosa più bella del mondo.... certo poi che la Korea non era tra le mie destinazioni prossime... peró é sempre un paese nuovo da vedere e conoscere. Non avrò sicuramente più modo di tornarci nella vita.

Come l'ottimista che ci vede la base di un mojito nella grandine caduta... io Brandon ci vedo comunque cose positive per me in questo viaggio.. come in quello che ci vedevo per la Thailandia
Nonostante le mie ansie e paure... qualcosa dovrà pur migliorare in me... prendendo (per quello che riesco) il controllo delle cose..
Concordo con Tartan. Io ti rinnovo il mio in bocca al lupo e il mio augurio che tu trovi le risposte che cerchi, godendoti anche i meravigliosi paesaggi che andrai a visitare : )
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
Dylan666
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 173
Iscritto il: 10 luglio 2018, 18:01
Località: Oristano

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da Dylan666 » 6 agosto 2018, 9:25

Scusate se mi intrometto,ho letto tutto con molto interesse e concordo in pieno con Brandon,sopratutto quando ipotizza
flyingbrandon ha scritto: ha conosciuto e si è innamorata di un altro
Non credo più da decenni alle "pause di riflessione" o "i momenti freddi".
Come le altre utenti però caro John,ti auguro un lieto fine,ma già per il fatto che prendi l'aereo e vai (un A380 poi :oops: ) hai vinto tu.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da flyingbrandon » 6 agosto 2018, 10:05

John21 ha scritto: io Brandon ci vedo comunque cose positive per me in questo viaggio.. come in quello che ci vedevo per la Thailandia
Certo che ci sono...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

John21
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 100
Iscritto il: 2 giugno 2015, 8:46

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da John21 » 7 agosto 2018, 10:58

Vi ringrazio del supporto.
Tornando in argomento aerei... non mi ricordo se lo avessi già chiesto in passato... ma come mai alcuni voli arrivano a durare anche un'ora in più rispetto ad altri? (Ovviamente con circa lo stesso orario di partenza intendo)
Perchè guardavo per curiosità la durata del volo di andata... alcune volte è di circa 9.30/9.40h... un paio di volte invece oltre le 10.20h di volo..
Voi magari mi direte che dipende dalle rotte aeree.... ma perché si dovrebbe optare per una rotta aerea che porta a così tanto tempo di volo in più? Cioè non è solo una grossa perdita per la compagnia aerea? Tra carburante e altre cose intendo

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da flyingbrandon » 7 agosto 2018, 12:00

John21 ha scritto:Vi ringrazio del supporto.
Tornando in argomento aerei... non mi ricordo se lo avessi già chiesto in passato... ma come mai alcuni voli arrivano a durare anche un'ora in più rispetto ad altri? (Ovviamente con circa lo stesso orario di partenza intendo)
Perchè guardavo per curiosità la durata del volo di andata... alcune volte è di circa 9.30/9.40h... un paio di volte invece oltre le 10.20h di volo..
Voi magari mi direte che dipende dalle rotte aeree.... ma perché si dovrebbe optare per una rotta aerea che porta a così tanto tempo di volo in più? Cioè non è solo una grossa perdita per la compagnia aerea? Tra carburante e altre cose intendo
Il vento..che influisce sulla GroundSpeed....cioè la velocità che hai rispetto al suolo e che determina quanto Ci metti ad arrivare a X.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

John21
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 100
Iscritto il: 2 giugno 2015, 8:46

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da John21 » 7 agosto 2018, 14:18

Questo quindi vuol dire avere il vento contro?
E i piloti riescono già a calcolare la cosa prima della partenza oppure lo vedono in volo sul momento?

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da flyingbrandon » 7 agosto 2018, 21:20

John21 ha scritto:Questo quindi vuol dire avere il vento contro?
E i piloti riescono già a calcolare la cosa prima della partenza oppure lo vedono in volo sul momento?
Questo cosa? Se ci metti di più si....meno a favore...
Certo...non è una sorpresa... :D
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

John21
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 100
Iscritto il: 2 giugno 2015, 8:46

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da John21 » 8 agosto 2018, 10:35

flyingbrandon ha scritto:
Questo cosa? Se ci metti di più si....meno a favore...
Certo...non è una sorpresa... :D
Ciao!
Grazie Brandon! Con la fortuna che ho ultimamente avrò sicuramente il vento contro...

Ad ogni modo ad una settimana dalla partenza comincio a sentire la pressione... da un lato sono felice di tornare dopo più di un anno a volare dall'altro ho ovviamente paura ma più per la lunga durata del volo...

Tra l'altro questa mattina per curiosità ho rifatto la ricerca dei miei voli sul sito Lufthansa e nel giorno della mia partenza viene scritto "non disponibile" ....però se vado nelle mie prenotazione me lo mostra con partenza il 15 agosto...
Mi ha messo parecchia agitazione questa cosa.... è normale? Immagine

Anche perchè io questo giro ho prenotato tramite agenzia esterna e attualmente mi da confermati i voli di andata come Lufthansa

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da flyingbrandon » 8 agosto 2018, 11:03

John21 ha scritto:
flyingbrandon ha scritto:
Questo cosa? Se ci metti di più si....meno a favore...
Certo...non è una sorpresa... :D
Ciao!
Grazie Brandon! Con la fortuna che ho ultimamente avrò sicuramente il vento contro...

Ad ogni modo ad una settimana dalla partenza comincio a sentire la pressione... da un lato sono felice di tornare dopo più di un anno a volare dall'altro ho ovviamente paura ma più per la lunga durata del volo...

Tra l'altro questa mattina per curiosità ho rifatto la ricerca dei miei voli sul sito Lufthansa e nel giorno della mia partenza viene scritto "non disponibile" ....però se vado nelle mie prenotazione me lo mostra con partenza il 15 agosto...
Mi ha messo parecchia agitazione questa cosa.... è normale? Immagine

Anche perchè io questo giro ho prenotato tramite agenzia esterna e attualmente mi da confermati i voli di andata come Lufthansa
Se il volo è pieno sì...però fatti davvero un favore...smetti di cercare qualcosa sul tuo viaggio...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

John21
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 100
Iscritto il: 2 giugno 2015, 8:46

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da John21 » 8 agosto 2018, 11:47

Non penso sia pieno.... ho guardato stamattina la mappa dei posti prenotati... e un buon 70% è ancora libero... poi è molto strana la cosa perché si solito Lufthansa ti propone altre soluzioni come un diverso scalo oppure altre compagnie associate come Swiss o Austrian...
In caso proverò a contattare il servizio clienti lh....
Brandon penso che l'unica cosa che non guarderò sarà il meteo... e ho pure paura per quello perché se mi fa sballare il volo da Venezia... perdo sicuramente quello da Monaco con solo 1.40h di scalo...
Se dovessero mettere temporali la mattina del 15... stavo valutando di prendere un volo che parta prima...
In questo caso se il check in lo facessi a Monaco non ci sarebbero problemi vero?

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da Exence » 8 agosto 2018, 12:03

John21 ha scritto:Non penso sia pieno.... ho guardato stamattina la mappa dei posti prenotati... e un buon 70% è ancora libero... poi è molto strana la cosa perché si solito Lufthansa ti propone altre soluzioni come un diverso scalo oppure altre compagnie associate come Swiss o Austrian...
In caso proverò a contattare il servizio clienti lh....
Brandon penso che l'unica cosa che non guarderò sarà il meteo... e ho pure paura per quello perché se mi fa sballare il volo da Venezia... perdo sicuramente quello da Monaco con solo 1.40h di scalo...
Se dovessero mettere temporali la mattina del 15... stavo valutando di prendere un volo che parta prima...
In questo caso se il check in lo facessi a Monaco non ci sarebbero problemi vero?
ciao John... non fare così... hai prenotato determinati voli, lascia che altre persone risolvano eventuali problemi legati a meteo , ritardi e altro. Ho preso in passato voli partiti con parecchio ritardo che hanno poi recuperato durante il volo. Preoccupati soltanto di arrivare per tempo in aeroporto, perché in questo periodo ai controlli ci sono un casino di persone e se arrivi troppo tardi rischi di perdere il volo : ) io da ritardataria cronica l'ho rischiata un paio di volte :mrgreen: Per il resto rilassati, ok?
: )
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9520
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da tartan » 8 agosto 2018, 12:50

A John21 ma non è che sei un po presuntuosetto? Ma te pare che tutto il mondo e tutto l'universo, come dicevamo da piccoli noi poveri non ancora strumentalizzati dai social, stia tramando per romperti i cosi proprio a te? E rilassati, qui non i tratta di volo o di aerei, qui si tratta proprio di centralizzazione dell'io rispetto a tutto il resto del mondo! Stai manzo, sempre come dicevamo noi da piccoli considerando che il manzo era un bue al quale avevano tagliato i cosi per renderlo più mansueto e farlo ingrassare! Stai manzo, cioè, fai finta di esserlo, non è che mo ti credi che te li devi veramente tagliare. Hai un cervello e puoi tranquillamente utilizzarlo per ingannare la sorte. Fai finta di niente e vedrai che nessuno nel mondo e nell'universo intero, si accorgerà mai di te.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4645
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da sardinian aviator » 8 agosto 2018, 12:57

tartan ha scritto:Stai manzo
Anche nella versione anglofona: "Stay Beef"

...della serie Stay in the bell little black (morè, sta n' campana) ecc...
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9520
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da tartan » 8 agosto 2018, 13:19

sardinian aviator ha scritto:
tartan ha scritto:Stai manzo
Anche nella versione anglofona: "Stay Beef"

...della serie Stay in the bell little black (morè, sta n' campana) ecc...
Se proprio vogliamo dirla tutta, stai manzo e vaffanculo! :mrgreen:
Tranquillo John, è solo un remember fra me e Sardinian! :D
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da flyingbrandon » 8 agosto 2018, 13:48

John21 ha scritto:Non penso sia pieno.... ho guardato stamattina la mappa dei posti prenotati... e un buon 70% è ancora libero..
La mappa dipende da quanti hanno fatto il check in e non dalle prenotazioni. Possono esserci anche posti prenotati da agenzie di viaggio e non vendibili da Lufthansa...ma non capisco a dove vuoi arrivare con questo discorso.
John21 ha scritto: In caso proverò a contattare il servizio clienti lh....
John perché chiedi consigli e poi come c***o ti pare ottenendo sempre lo stesso risultato? Te lo ribadisco...fatti un favore..NON CHIAMARE LH...e non ti occupare di niente che riguardi il tuo volo....se non farti la valigia....
John21 ha scritto: Brandon penso che l'unica cosa che non guarderò sarà il meteo...
NOOOOOO...niente....non solo il meteo.
John21 ha scritto: Se dovessero mettere temporali la mattina del 15... stavo valutando di prendere un volo che parta prima...
In questo caso se il check in lo facessi a Monaco non ci sarebbero problemi vero?
John....fa quello che vuoi...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9520
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da tartan » 8 agosto 2018, 22:03

John21 ha scritto: Se dovessero mettere temporali la mattina del 15... stavo valutando di prendere un volo che parta prima...
Sbagliato, i tempi prima del temporale previsto sono i peggiori. I venti si accavallano come intensità e direzione, non si sa bene cosa potrebbe succedere gli accorgimenti presi potrebbero non essere quelli giusti. Durante il temporale si sa quello che sta avvenendo e si possono prendere le decisioni giuste. Comunque, eventualmente, sempre meglio dopo il temporale, quando, di solito, esiste la calma assoluta.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

John21
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 100
Iscritto il: 2 giugno 2015, 8:46

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da John21 » 9 agosto 2018, 9:22

" Stai manzo" mi è nuova :mrgreen:
Brandon perdonami ma posso fare un'altra domanda tecnica....
In linea generale più in alto si vola e meno si consuma e meno si incontrano turbolenze o mi sbaglio? Lasciando da parte il carico alla partenza che rende ovviamente più pensante l'aereo nella prima parte del volo... perchè aerei abilitati a volare a più di 40,000 ft lì fanno volare (da metà volo in poi) anche solo a 35,000 ft? Nello specifico mi riferisco all'a350, ho letto che può arrivare in crociera a volare a 43,000 ft... se questi aerei di "nuova generazione" (b787,a380,a350 ecc) riescono ad arrivare a queste altitudini perchè non sfruttarle?

Mi dispiace risultare "nervosetto" ma da ieri ho cominciato a sentire un nodo alla gola dall'ansia.... inutile dirvi che stanotte ho sognato la notizia di un aereo "random" finito in mare dopo un atterraggio andato troppo lungo...
Hanno rimesso voli disponibili per il 15 quindi tutto ok alla fine... spero di trovare disponibile un posto vicino al finestrino
Sto guardando in giro per fare ovviamente un'assicurazione medica, non so se questa volta aggiungere anche quella per il bagaglio per una decina di euro in più.... dalla vostra esperienza può risultare utile? Avendo uno scalo breve all'andata e due scali al ritorno di cui il secondo molto breve...

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da flyingbrandon » 9 agosto 2018, 9:27

John21 ha scritto:" perchè aerei abilitati a volare a più di 40,000 ft lì fanno volare (da metà volo in poi) anche solo a 35,000 ft? Nello specifico mi riferisco all'a350, ho letto che può arrivare in crociera a volare a 43,000 ft... se questi aerei di "nuova generazione" (b787,a380,a350 ecc) riescono ad arrivare a queste altitudini perchè non sfruttarle?
Perché dipende da quanto pesi, da che vento c’è ai diversi livelli. Non è vero che più sali meno turbolenza hai.
John21 ha scritto: Mi dispiace risultare "nervosetto" ma da ieri ho cominciato a sentire un nodo alla gola dall'ansia....
Forse se la smetti di cercare notizie tecniche....

Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9520
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da tartan » 9 agosto 2018, 13:10

Non è vero che più in alto vai e meno consumi, non è proprio per niente vero. Per ogni tipo di aereo esiste una quota cosiddetta "ottima" di volo alla quale quell'aereo ottiene il meglio dal rapporto velocità e consumo e sarebbe opportuno che si voli quanto più possibile a quella quota. Però poi ci si mettono di mezzo altri stronzetti, tipo il vento alle varie quote, il peso attuale che ti impedisce di arrivarci per il momento giusto, altri aerei del cavolo che ci stanno già prima di te ecc ecc, di conseguenza il pilota ha tutte le informazioni giuste per decidere come e quando e dove volare e se i passeggeri si sono informati prima e il volo non corrisponde alle loro aspettative, francamente, ma molto francamente, esticazzi a chi li racconti? (come diciamo sempre noi a Roma)
Dai retta a me, quando voli e non sei uno che conta, non frega niente a nessuno dei tuoi problemi, e non dare retta alla pubblicità, quella solo pubblicità è, niente altro che pubblicità sulla quale già c'è qualcuno che ci guadagna, perciò cerca di essere tu il primo a fregartene, dei tuoi problemi.
Dai retta a uno che è nato sotto i bombardamenti degli amici americani e che ancora crede in un futuro in questo mondo di matti!
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

John21
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 100
Iscritto il: 2 giugno 2015, 8:46

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da John21 » 10 agosto 2018, 7:29

il pilota ha tutte le informazioni giuste per decidere come e quando e dove volare e se i passeggeri si sono informati prima e il volo non corrisponde alle loro aspettative, francamente, ma molto francamente, esticazzi a chi li racconti? (come diciamo sempre noi a Roma)
Ahahah li racconto ai miei vicini di posto tartan :)
Forse se la smetti di cercare notizie tecniche....


Ok mi avete smontato come al solito insomma :)
Brandon ma a me piace davvero informarmi sulle cose tecniche "dietro" ai voli....


Io mi fido di voi e di quello che dite date le vostre competenze e la vostra esperienza... piuttosto che leggermi le cose scritte da "non so chi" nei vari siti....
Inutile dirvi che anche stanotte non ho dormito per niente bene... sto cercando davvero di pensarci il meno possibile al volo ma ne sento la pressione...
Avessi la certezza di riuscire a "togliermi" un po' di ore di volo dormendo come fanno in molti avrei già una visione diversa... ma so già che l'unico modo per distrarmi sarà quello di guardare vari film...
La prima volta nell'andata per il Giappone avevo tutta la fila da 3 laterale libera, ricordo di essermi disteso e aver dormito un paio d'ore ma è stata la prima e unica volta...

Il discorso lo avevo già fatto ma io non capisco perchè da un lato siamo così tecnologicamente avanzati da andare a breve su Marte e dall'altro voliamo sugli stessi aerei civili da decenni. Confort e tecnologia ovviamente sono migliorati nel corso degli anni ma la durata dei voli è più o meno la stessa.... l'unico che spiccava ovviamente era il Concorde... e si parla degli anni 70/80.... l'hanno ritirato dal servizio nel 2003 per gli enormi consumi e costi di manutenzione.. ma sicuramente se avessero tenuto il progetto attivo li avrebbero ulteriormente abbassati con il progredire della tecnologia.
Ora forse andremo davvero prima su Marte che tornare a volare su un aereo supersonico ad uso civile..

Si sto parlando sicuramente per il cavolo però pensare di dimezzare i tempi di volo non è una cosa da poco... ne par le compagnie aeree ne per chi ha paura di volare

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da Exence » 10 agosto 2018, 7:33

John... non era solo per i costi che hanno ritirato dai cieli il concorde... :mrgreen:
it's only rock'n roll but I like it!

John21
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 100
Iscritto il: 2 giugno 2015, 8:46

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da John21 » 10 agosto 2018, 7:38

John... non era solo per i costi che hanno ritirato dai cieli il concorde...
Penso tu ti riferisca al famoso incidente... però un incidente causato in teoria dall'aereo che lo aveva preceduto in fase di decollo...
Sicuramente però ha inciso sul ritiro dal commercio... insieme al periodo "disastroso" per i voli (dopo gli attentati dell'11 settembre)
Ma il Concorde era davvero un spettacolo

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da Exence » 10 agosto 2018, 8:35

sì, era molto bello. Mio papa' l'aveva preso una volta, per lavoro , ed era rimasto sbalordito : )
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da flyingbrandon » 10 agosto 2018, 9:17

John21 ha scritto: Ok mi avete smontato come al solito insomma :)
Brandon ma a me piace davvero informarmi sulle cose tecniche "dietro" ai voli....
Ti interessa solo quando devi volare...il che non rappresenta una tua curiosità sul mondo aeronautico in generale . Il sapere poi perché su un sito non sia più possibile prenotare un volo pur rimanendo in piedi la propria prenotazione non rappresenta una curiosità commerciale....e non ho ancora capito cosa avrebbe dovuto rappresentare per te.
John21 ha scritto: Io mi fido di voi e di quello che dite date le vostre competenze e la vostra esperienza... piuttosto che leggermi le cose scritte da "non so chi" nei vari siti....
Ma il mio consiglio non è di non chiedere qua e cercare altrove...ma di non andare a cercare notizie a riguardo...che è diverso. Non sei, in realtà, mosso da semplice curiosità, e non sei in grado di gestire informazioni tecniche al momento...quindi il mio consiglio era semplicemente di sforzarti di non soddisfare questa tua morbosa ricerca in modo da poterti dedicare totalmente a ciò che ti può essere utile...cioè Te. La ricerca di altro è solo un modo di sviare la tua attenzione da quello che è il tuo problema....cioè “te” di nuovo.

[ quote="John21"]
Avessi la certezza di riuscire a "togliermi" un po' di ore di volo dormendo come fanno in molti avrei già una visione diversa... ma so già che l'unico modo per distrarmi sarà quello di guardare vari film...
La prima volta nell'andata per il Giappone avevo tutta la fila da 3 laterale libera, ricordo di essermi disteso e aver dormito un paio d'ore ma è stata la prima e unica volta... [/quote]

Avessi la certezza di vincere al Superenalotto potresti anche iniziare a costruirti la villa con piscina. Non hai la certezza di arrivare a domani...la vita non si basa sulle certezze che si vorrebbe avere ma sulla capacità di gestire le possibilità che si incontrano. Non si ricerca la certezza, ci si adatta a fare la cosa che appare migliore , in quel momento, mantenendo l’elasticità sufficiente a poter cambiare il nostro agire in funzione delle circostanze.

John21 ha scritto: Il discorso lo avevo già fatto ma io non capisco perchè da un lato siamo così tecnologicamente avanzati da andare a breve su Marte e dall'altro voliamo sugli stessi aerei civili da decenni. Confort e tecnologia ovviamente sono migliorati nel corso degli anni ma la durata dei voli è più o meno la stessa.... l'unico che spiccava ovviamente era il Concorde... e si parla degli anni 70/80.... l'hanno ritirato dal servizio nel 2003 per gli enormi consumi e costi di manutenzione.. ma sicuramente se avessero tenuto il progetto attivo li avrebbero ulteriormente abbassati con il progredire della tecnologia.
Ora forse andremo davvero prima su Marte che tornare a volare su un aereo supersonico ad uso civile..

Si sto parlando sicuramente per il cavolo però pensare di dimezzare i tempi di volo non è una cosa da poco... ne par le compagnie aeree ne per chi ha paura di volare
Il discorso è meramente economico. La tecnologia è presente da decenni ormai...ma non è conveniente...né alle compagnie, né alle case costruttrici. Non c’è alcuna utilità a dimezzare i tempi di volo ...tanto è vero che tutte le compagnie scelgono un cost index che abbassa di parecchio le performance di velocità per risparmiare. Quello su cui ha giustamente puntato il “mercato” non è farti arrivare in due ore in meno in B, ma poter atterrare in B anche se è un buco di c**o. Si è puntato a ridurre le velocità di avvicinamento e decollo per permettere l’utilizzo di piste corte (quindi farti arrivare ovunque) piuttosto che spendere una enormità nel passaggio dal volo sub sonico a supersonico. Quella barriera richiede un sacco di energia....carburante....soldi....a che pro? Ti garantisco che il pauroso del volo non è proprio il target delle compagnie aeree...
Quello che va in vacanza può serenamente stare 3 ore di più in aereo...meglio spendere nell’intrattenimento una volta sola che spendere su ogni volo una follia....
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9520
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da tartan » 10 agosto 2018, 10:48

In realtà il viaggio immediato già c'è ed è praticato anche dai bambini più piccoli. Forse un po meno dai vecchietti, però quello è il futuro, non il trasferimento della materia ma il trasferimento dell'idea. Per il resto si sta pensando di riesumare il dirigibile che a costi quasi nulli, ti porta in giro per il mondo praticamente in crociera.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Giutreas
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 304
Iscritto il: 1 febbraio 2018, 16:11
Località: Roma

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da Giutreas » 10 agosto 2018, 13:01

Dai John21, ora non pensare al Concorde, se hai un tablet scaricati qualche serie o film da guardare offline, ti aiuterà molto ad ingannare la noia ed a stemperare la tensione.
Oggi è il domani che tanto ti preoccupava ieri.

John21
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 100
Iscritto il: 2 giugno 2015, 8:46

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da John21 » 11 agosto 2018, 9:54

sì, era molto bello. Mio papa' l'aveva preso una volta, per lavoro , ed era rimasto sbalordito : )


Uno dei pochi fortunati : )
Ti interessa solo quando devi volare...il che non rappresenta una tua curiosità sul mondo aeronautico in generale . Il sapere poi perché su un sito non sia più possibile prenotare un volo pur rimanendo in piedi la propria prenotazione non rappresenta una curiosità commerciale....e non ho ancora capito cosa avrebbe dovuto rappresentare per te.
Ma il mio consiglio non è di non chiedere qua e cercare altrove...ma di non andare a cercare notizie a riguardo...che è diverso. Non sei, in realtà, mosso da semplice curiosità, e non sei in grado di gestire informazioni tecniche al momento...quindi il mio consiglio era semplicemente di sforzarti di non soddisfare questa tua morbosa ricerca in modo da poterti dedicare totalmente a ciò che ti può essere utile...cioè Te. La ricerca di altro è solo un modo di sviare la tua attenzione da quello che è il tuo problema....cioè “te” di nuovo.
No Brandon ti sbagli, è vero che io scrivo qui solo prima dei voli per esprimere le mie paure... ma anche il resto del tempo mi piace curiosare ed informarmi riguardo il mondo aeronautico.
La prenotazione bloccata mi aveva solo stupito sul momento perchè era la prima volta che la trovavo nel sito... ma di base è vero che non rappresentava nulla riguardo il mio volo.
Non sono in grado di gestire informazioni tecniche in questo ambito è vero.... come è vero che la base del mio problema sia "io stesso".
Avessi la certezza di vincere al Superenalotto potresti anche iniziare a costruirti la villa con piscina. Non hai la certezza di arrivare a domani...la vita non si basa sulle certezze che si vorrebbe avere ma sulla capacità di gestire le possibilità che si incontrano. Non si ricerca la certezza, ci si adatta a fare la cosa che appare migliore , in quel momento, mantenendo l’elasticità sufficiente a poter cambiare il nostro agire in funzione delle circostanze.


Bellissima questa cosa che hai scritto Brandon... quanto è vero.... :cry:
Bisognerebbe sempre (o quasi) concentrarsi sul presente....
Il discorso è meramente economico. La tecnologia è presente da decenni ormai...ma non è conveniente...né alle compagnie, né alle case costruttrici. Non c’è alcuna utilità a dimezzare i tempi di volo ...tanto è vero che tutte le compagnie scelgono un cost index che abbassa di parecchio le performance di velocità per risparmiare. Quello su cui ha giustamente puntato il “mercato” non è farti arrivare in due ore in meno in B, ma poter atterrare in B anche se è un buco di c**o. Si è puntato a ridurre le velocità di avvicinamento e decollo per permettere l’utilizzo di piste corte (quindi farti arrivare ovunque) piuttosto che spendere una enormità nel passaggio dal volo sub sonico a supersonico. Quella barriera richiede un sacco di energia....carburante....soldi....a che pro? Ti garantisco che il pauroso del volo non è proprio il target delle compagnie aeree...
Quello che va in vacanza può serenamente stare 3 ore di più in aereo...meglio spendere nell’intrattenimento una volta sola che spendere su ogni volo una follia....
Hai ragione anche qui nulla da dire, ma resto fermo sull'idea che per me pensare di fare in 5 ore un volo da 10 cambierebbe le cose...
In futuro magari per abbassare i costi inizieranno a "stampare" le parti degli aerei in 3D come sta avvenendo per qualsiasi cosa.. anche le case... e sicuramente troveranno il modo per fare atterrare/decollare gli aerei in verticale come si vede nei vari film sci-fi... è solo questione di tempo
Ma come detto bisogna restare ancorati al presente per ora....

In realtà il viaggio immediato già c'è ed è praticato anche dai bambini più piccoli. Forse un po meno dai vecchietti, però quello è il futuro, non il trasferimento della materia ma il trasferimento dell'idea. Per il resto si sta pensando di riesumare il dirigibile che a costi quasi nulli, ti porta in giro per il mondo praticamente in crociera.


Il dirigibile? :shock: roba da "nostalgici" insomma :) .... avrà costi quasi nulli per la compagnia ma scommetto che gonfieranno bene i prezzi per i passeggeri data la tipologia del mezzo....
Dai John21, ora non pensare al Concorde, se hai un tablet scaricati qualche serie o film da guardare offline, ti aiuterà molto ad ingannare la noia ed a stemperare la tensione.


E' l'unica cosa che farò durante il volo per distrarmi... per fortuna se non ricordo male l'ife di lh è buono a livello di contenuti

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9520
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da tartan » 11 agosto 2018, 14:12

John21 ha scritto:
Avessi la certezza di vincere al Superenalotto potresti anche iniziare a costruirti la villa con piscina. Non hai la certezza di arrivare a domani...la vita non si basa sulle certezze che si vorrebbe avere ma sulla capacità di gestire le possibilità che si incontrano. Non si ricerca la certezza, ci si adatta a fare la cosa che appare migliore , in quel momento, mantenendo l’elasticità sufficiente a poter cambiare il nostro agire in funzione delle circostanze.


Bellissima questa cosa che hai scritto Brandon... quanto è vero.... :cry:
Bisognerebbe sempre (o quasi) concentrarsi sul presente....
Io non sono daccordo in modo così decisivo. Tu parti sempre dalla certezza, sia essa del futuro che del presente. La certezza del futuro non esiste e la certezza del presente potrebbe deluderti improvvisamente.a causa del micro futuro. A me piace sognare il mio futuro e piace impegnarmi per realizzarlo modificando continuamente il mio comportamento in relazione al presente ma sempre con l'intento di raggiungere il futuro ideale, consapevole che non ho alcuna certezza di raggiungerlo e gustando le modifiche che sono costretto ad apportare a causa dell'incertezza. Se tutto fosse certo, la "sinfonia" che ne risulterebbe sarebbe proprio una miseria.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da Exence » 11 agosto 2018, 14:42

tartan ha scritto:
John21 ha scritto:
Avessi la certezza di vincere al Superenalotto potresti anche iniziare a costruirti la villa con piscina. Non hai la certezza di arrivare a domani...la vita non si basa sulle certezze che si vorrebbe avere ma sulla capacità di gestire le possibilità che si incontrano. Non si ricerca la certezza, ci si adatta a fare la cosa che appare migliore , in quel momento, mantenendo l’elasticità sufficiente a poter cambiare il nostro agire in funzione delle circostanze.


Bellissima questa cosa che hai scritto Brandon... quanto è vero.... :cry:
Bisognerebbe sempre (o quasi) concentrarsi sul presente....
Io non sono daccordo in modo così decisivo. Tu parti sempre dalla certezza, sia essa del futuro che del presente. La certezza del futuro non esiste e la certezza del presente potrebbe deluderti improvvisamente.a causa del micro futuro. A me piace sognare il mio futuro e piace impegnarmi per realizzarlo modificando continuamente il mio comportamento in relazione al presente ma sempre con l'intento di raggiungere il futuro ideale, consapevole che non ho alcuna certezza di raggiungerlo e gustando le modifiche che sono costretto ad apportare a causa dell'incertezza. Se tutto fosse certo, la "sinfonia" che ne risulterebbe sarebbe proprio una miseria.
L unica certezza è il passato... ;)
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da flyingbrandon » 11 agosto 2018, 17:05

tartan ha scritto: consapevole che non ho alcuna certezza di raggiungerlo e gustando le modifiche che sono costretto ad apportare a causa dell'incertezza.
Quindi nessuna certezza...a parte il presente....
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da flyingbrandon » 11 agosto 2018, 17:21

John21 ha scritto:
No Brandon ti sbagli, è vero che io scrivo qui solo prima dei voli per esprimere le mie paure... ma anche il resto del tempo mi piace curiosare ed informarmi riguardo il mondo aeronautico.
Ok allora non farlo sottovolo...e sviluppa la tua curiosità riguardo questo mondo quando non devi volare...
John21 ha scritto: La prenotazione bloccata mi aveva solo stupito sul momento perchè era la prima volta che la trovavo nel sito... ma di base è vero che non rappresentava nulla riguardo il mio volo.
Ok...allora perché chiamare LH? Non era semplice stupore...
John21 ha scritto: Non sono in grado di gestire informazioni tecniche in questo ambito è vero.... come è vero che la base del mio problema sia "io stesso".
Ok allora lavora su quello...perché ti dedichi ad altro?

John21 ha scritto:
Hai ragione anche qui nulla da dire, ma resto fermo sull'idea che per me pensare di fare in 5 ore un volo da 10 cambierebbe le cose...
In futuro magari per abbassare i costi inizieranno a "stampare" le parti degli aerei in 3D come sta avvenendo per qualsiasi cosa.. anche le case... e sicuramente troveranno il modo per fare atterrare/decollare gli aerei in verticale come si vede nei vari film sci-fi... è solo questione di tempo
Ma come detto bisogna restare ancorati al presente per ora....
Non ci sono, al momento, benefici per fare tutto ciò. Potrebbe essere alla portata...ma a che pro? Per chi ha paura?
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9520
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da tartan » 11 agosto 2018, 20:47

flyingbrandon ha scritto:
tartan ha scritto: consapevole che non ho alcuna certezza di raggiungerlo e gustando le modifiche che sono costretto ad apportare a causa dell'incertezza.
Quindi nessuna certezza...a parte il presente....
Certezza del presente? E se hai capito male? Certezza di cosa? Di quello che vedi? E se ti sei fumato? Di quello che senti? E se non hai capito? Secondo me la certezza non esiste oppure la facciamo esistere noi se ci aggrada. Ho scritto giusto? Boh! Ho espresso il mio pensiero in modo compiuto? Boh! Hai capito quello che volevo dire? Boh!
Certezza di che, magari consapevolezza, ma certezza proprio no!
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da flyingbrandon » 11 agosto 2018, 23:11

tartan ha scritto: Certezza del presente? E se hai capito male? Certezza di cosa?
Che esisti...semplicemente questo ma è l’unico modo che hai per muoverti in tutto il resto. È l’unico momento in cui “puoi”. Il passato non esiste più e non puoi...il futuro non esiste ancora...e non puoi neanche lì....il presente esiste...è l’unico momento in cui ti puoi muovere...pensare...sbagliare...e, soprattutto, fare. Per il resto l’unica certezza è che, prima o poi, morirai. Non esistono altre certezze perché l’inesistenza dei tempi al di fuori del presente e la morte non ti consentono di averne altre. Ti muovi in un mondo di probabilità, opportunità, ragionevoli incertezze e ragionevoli “probabilità di”...ma non puoi avere certezze...quindi inutile passare la vita cercandole...il tuo passato ti porta vivere il presente come lo vivi....il modo in cui vivi il presente determina il tuo futuro. Passare il presente a pensare continuamente a come dovrebbe essere il futuro è inutile. Ciò che ti permette di viverlo nella sua totalità è la consapevolezza...se insegui quella hai buone probabilità di essere nel tuo presente...di esserci mentre fai...e di costruire il tuo futuro nel modo migliore possibile.

Ciao!

P.S. comunque io sostengo la certezza di morire...sei tu che hai tirato fuori la certezza del presente nel post precedente... :mrgreen:
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Giutreas
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 304
Iscritto il: 1 febbraio 2018, 16:11
Località: Roma

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da Giutreas » 12 agosto 2018, 10:31

Sfrutta il presente per migliorare il futuro. Nel prossimo futuro prevedi di prendere l’aereo? Benissimo, fai tutto quello che è giusto per arrivare a quel momento il più rilassato possibile. Non guardare il meteo come faccio io, finiresti per dare un significato negativo a cose che non ce l’hanno dal punto di vista aeronautico. Ed io cado sempre nello stesso tranello amico mio.. comunque alla fine volo, con mille seghe mentali, ma volo. Io vorrei che entrambi volassimo bypassando le pippe.
Oggi è il domani che tanto ti preoccupava ieri.

Rispondi