Attacchi di panico e moltissima ansia

La fobia del volo: dubbi comuni, cause, soluzioni.
Vincere la Paura di Volare con MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
John21
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 100
Iscritto il: 2 giugno 2015, 8:46

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da John21 » 19 giugno 2015, 9:11

Penso tu abbia ragione Brandon..
Comunque il 747 visto da fuori mi faceva parecchia paura.. da dentro invece non sembrava molto grande... sedili comodi.. servizio a bordo ottimo inoltre c'erano parecchi posti vuoti e le hostess hanno chiesto alle persone se si volevano spostare in modo da avere una fila intera di sedili su cui distendersi..
Come durata è stato veramente infinito.. spesso guardavo l'ora e non passava mai..
Ma è normale che un aereo di tali dimensioni viaggi sui 30000/33000 piedi per quasi tutto il viaggio? .. solo per curiosità in base a cosa decidono di volta in volta l'altezza del volo di un aereo?

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6665
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da Lampo 13 » 19 giugno 2015, 9:37

John21 ha scritto:Penso tu abbia ragione Brandon..
Comunque il 747 visto da fuori mi faceva parecchia paura.. da dentro invece non sembrava molto grande... sedili comodi.. servizio a bordo ottimo inoltre c'erano parecchi posti vuoti e le hostess hanno chiesto alle persone se si volevano spostare in modo da avere una fila intera di sedili su cui distendersi..
Come durata è stato veramente infinito.. spesso guardavo l'ora e non passava mai..
Ma è normale che un aereo di tali dimensioni viaggi sui 30000/33000 piedi per quasi tutto il viaggio? .. solo per curiosità in base a cosa decidono di volta in volta l'altezza del volo di un aereo?
A grandi linee, ora verrò criticato per questa approssimazione, su un jet più voli alto meno consumi. All'inizio del volo, con ancora tutto il carburante, si è troppo pesanti per raggiungere la quota di minor consumo, poi, mano a mano che si consuma carburante, si diventa più leggeri e si sale ancora.
Ovviamente ci sono una serie di altri parametri da tenere in considerazione, ma grossomodo funziona così.
Per avere una idea, il limite di quota del B777 è di 43.100 piedi, 30/33.000 piedi in effetti sono pochini, ma magari avevate un vento contrario forte più in alto. Anche se i venti in quota normalmente vanno da ovest verso est, anche a me è capitato di averli contrari andando in Giappone.

John21
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 100
Iscritto il: 2 giugno 2015, 8:46

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da John21 » 20 giugno 2015, 5:32

Lampo 13 ha scritto:
John21 ha scritto:Penso tu abbia ragione Brandon..
Comunque il 747 visto da fuori mi faceva parecchia paura.. da dentro invece non sembrava molto grande... sedili comodi.. servizio a bordo ottimo inoltre c'erano parecchi posti vuoti e le hostess hanno chiesto alle persone se si volevano spostare in modo da avere una fila intera di sedili su cui distendersi..
Come durata è stato veramente infinito.. spesso guardavo l'ora e non passava mai..
Ma è normale che un aereo di tali dimensioni viaggi sui 30000/33000 piedi per quasi tutto il viaggio? .. solo per curiosità in base a cosa decidono di volta in volta l'altezza del volo di un aereo?
A grandi linee, ora verrò criticato per questa approssimazione, su un jet più voli alto meno consumi. All'inizio del volo, con ancora tutto il carburante, si è troppo pesanti per raggiungere la quota di minor consumo, poi, mano a mano che si consuma carburante, si diventa più leggeri e si sale ancora.
Ovviamente ci sono una serie di altri parametri da tenere in considerazione, ma grossomodo funziona così.
Per avere una idea, il limite di quota del B777 è di 43.100 piedi, 30/33.000 piedi in effetti sono pochini, ma magari avevate un vento contrario forte più in alto. Anche se i venti in quota normalmente vanno da ovest verso est, anche a me è capitato di averli contrari andando in Giappone.
Ho capito quindi dipende da vari parametri... e un'altra curiosità... come mai al ritorno il volo dura un'ora in più? dato che compie lo stesso tragitto al contrario?

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6665
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da Lampo 13 » 20 giugno 2015, 9:34

Il percorso non è lo stesso, al ritorno si passa notevolmente più a nord.
Il tempo in più è dovuto proprio ai venti che spirano solitamente da ovest verso est, quindi vento a favore
all'andata, vento contrario al ritorno. Di solito.
Questo è il motivo della rotta più a nord, in genere verso i Poli c'è meno vento che all'equatore.

John21
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 100
Iscritto il: 2 giugno 2015, 8:46

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da John21 » 12 luglio 2015, 16:06

Ciao a tutti... vi scrivo perchè domani ho il volo di ritorno.. ho passato più o meno spensieratamente questo mese in Giappone.. mi sembra di essere arrivato ieri da quanto veloce è passato.. ad ogni modo mi è tornata tutta la paura.. il volo di andata era andato molto bene.. non penso che il ritorno andrà altrettanto bene... penso già a tutte le turbolenze causate dai venti contrari e l'ora in più del volo di ritorno.. ho tantissima ansia.. in più ho pensieri anche per il fatto che l'aereo arriva da Francoforte a Narita più o meno verso le 7.30 di mattina... lo fanno "riposare" un paio d'ore e riparte alle 10 circa... e deve volare altre 11 ore...

Avatar utente
Guren
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 697
Iscritto il: 25 luglio 2011, 0:03
Località: Dongguan, Guangdong, R.P.C.

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da Guren » 12 luglio 2015, 16:37

pensa che quelli delle Low cost stanno fermi 20/30 minuti al massimo eppure riescono a fare tutto :mrgreen:

Tu dimentichi che l'aereo è progettato per... volare :wink:
Ciao, Marco
_____________________________
In tutta la sua vita,
quante volte puo' riuscire un uomo
a fermare le lacrime di una donna?

Avatar utente
Guren
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 697
Iscritto il: 25 luglio 2011, 0:03
Località: Dongguan, Guangdong, R.P.C.

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da Guren » 12 luglio 2015, 16:41

certo che, da fuori, il ragionamento "siccome all'andata avevo paura sarebbe successo qualcosa e non è successo niente sicuramente al ritorno succederà" sembra alquanto bizzarro... scusami, non vorrei pensassi ti sto prendendo in giri però proprio non capisco perché sei convinto di questa cosa :shock:
Ciao, Marco
_____________________________
In tutta la sua vita,
quante volte puo' riuscire un uomo
a fermare le lacrime di una donna?

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9548
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da tartan » 12 luglio 2015, 17:27

Guren ha scritto:certo che, da fuori, il ragionamento "siccome all'andata avevo paura sarebbe successo qualcosa e non è successo niente sicuramente al ritorno succederà" sembra alquanto bizzarro... scusami, non vorrei pensassi ti sto prendendo in giri però proprio non capisco perché sei convinto di questa cosa :shock:
Io non ci vedo niente di strano anzi mi sembra piuttosto logico. Pensaci bene.
Di sicuro morirò.
A un anno non sono ancora morto, ma di sicuro morirò. A due anni ancora non sono morto, ma di sicuro morirò ecc ecc.
In quel viaggio mi sucederà qualcosa.
All'andata non mi è successo niente, ma al ritorno mi succederà ecc ecc.
Quando succede: hai visto che avevo ragione?
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6665
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da Lampo 13 » 12 luglio 2015, 21:14

John21 ha scritto:Ciao a tutti... vi scrivo perchè domani ho il volo di ritorno.. ho passato più o meno spensieratamente questo mese in Giappone.. mi sembra di essere arrivato ieri da quanto veloce è passato.. ad ogni modo mi è tornata tutta la paura.. il volo di andata era andato molto bene.. non penso che il ritorno andrà altrettanto bene... penso già a tutte le turbolenze causate dai venti contrari e l'ora in più del volo di ritorno.. ho tantissima ansia.. in più ho pensieri anche per il fatto che l'aereo arriva da Francoforte a Narita più o meno verso le 7.30 di mattina... lo fanno "riposare" un paio d'ore e riparte alle 10 circa... e deve volare altre 11 ore...
Io invece ti voglio proprio prendere per il c**o!
Hai la fortuna di visitare il Giappone e rompi pure gli zebedei con le tue paure assurde?
Vai a Santa Marinella, è meglio!

Ma la cosa più ridicola è che ti inventi pure delle "spiegazioni tecniche"!
Ti rendi conto di diventare ridicolo?
Per quale strano motivo i venti contrari dovrebbero dare più turbolenze di quelli a favore?
L'hai letta da qualche parte o è un parto della tua fantasia?
L'aereo lo fanno riposare solo un paio d'ore...
che dovrebbero fare, metterlo a letto con una camomilla?
L'aeroplano si rovina a stare fermo, non a volare; le due ore servono per sbarcarlo, scaricarlo, pulirlo, rifornirlo, caricarlo, imbarcarlo e ripartire. Che ci sta a fare fermo, si gratta?

Per piacere, goditi la tua paura in santa pace, non ti inventare ca**ate che ti rendono patetico!

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11147
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da flyingbrandon » 13 luglio 2015, 0:40

John21 ha scritto:Ciao a tutti... vi scrivo perchè domani ho il volo di ritorno.. ho passato più o meno spensieratamente questo mese in Giappone.. mi sembra di essere arrivato ieri da quanto veloce è passato.. ad ogni modo mi è tornata tutta la paura.. il volo di andata era andato molto bene.. non penso che il ritorno andrà altrettanto bene... penso già a tutte le turbolenze causate dai venti contrari e l'ora in più del volo di ritorno.. ho tantissima ansia.. in più ho pensieri anche per il fatto che l'aereo arriva da Francoforte a Narita più o meno verso le 7.30 di mattina... lo fanno "riposare" un paio d'ore e riparte alle 10 circa... e deve volare altre 11 ore...
John...noi non siamo un ansiolitico che, all'occorrenza, funziona. E tu non puoi continuare a fare quello che fai, aspettando la manna dal cielo senza metterci del tuo. Cosa cerchi esattamente? Perché tu continui per la tua strada...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

John21
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 100
Iscritto il: 2 giugno 2015, 8:46

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da John21 » 14 luglio 2015, 7:32

Sono arrivato a casa... sono vivo... ancora una volta. Il volo è andato molto bene qualche normale turbolenza ma per il resto la parte più dura è stata la noia di tutte quelle ore.. ho provato a dormire ma niente.. così mi sono guardato almeno 4/5 film :) . Stessa cosa per l'altro volo (Francoforte-Venezia) effettuato con un 737-300(non avevo mai volato su questo aereo.. piccolissimo però tirava :mrgreen: ) tutto bene.. nessun pensiero di morte.. quasi nessuna ansia :)
Non vorrei dire str****te però penso di essere migliorato... venerdì devo prendere un'altro volo per Londra e quasi non vedo l'ora! :) ...se ho affrontato un volo intercontinentale questi voli "europei" non sono niente... però potrei tirarvi fuori la storia che è venerdì 17 :mrgreen:
Adesso voglio provare nuovi aerei! Dopo il 747 sicuramente voglio provare il 380 ma anche il 777 e magari l' a350 e il 787 :) ...e voglio viaggiare e vedere nuovi posti! Sul serio adesso come adesso mi sembra di poter affrontare qualsiasi volo dopo quello di Tokyo.
Scusate per tutte le mie paranoie su flight radar e cazz**e simili.. sicuramente conoscendomi tornerò a scrivervi prima di qualche mio futuro volo però non ai livelli iniziali di questo thread.

Vi ringrazio ancora per tutte le risposte e la vostra pazienza

Blues77
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 434
Iscritto il: 2 gennaio 2014, 15:36

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da Blues77 » 14 luglio 2015, 9:19

John21 ha scritto:Sono arrivato a casa... sono vivo... ancora una volta. Il volo è andato molto bene qualche normale turbolenza ma per il resto la parte più dura è stata la noia di tutte quelle ore.. ho provato a dormire ma niente.. così mi sono guardato almeno 4/5 film :) . Stessa cosa per l'altro volo (Francoforte-Venezia) effettuato con un 737-300(non avevo mai volato su questo aereo.. piccolissimo però tirava :mrgreen: ) tutto bene.. nessun pensiero di morte.. quasi nessuna ansia :)
Non vorrei dire str****te però penso di essere migliorato... venerdì devo prendere un'altro volo per Londra e quasi non vedo l'ora! :) ...se ho affrontato un volo intercontinentale questi voli "europei" non sono niente... però potrei tirarvi fuori la storia che è venerdì 17 :mrgreen:
Adesso voglio provare nuovi aerei! Dopo il 747 sicuramente voglio provare il 380 ma anche il 777 e magari l' a350 e il 787 :) ...e voglio viaggiare e vedere nuovi posti! Sul serio adesso come adesso mi sembra di poter affrontare qualsiasi volo dopo quello di Tokyo.
Scusate per tutte le mie paranoie su flight radar e cazz**e simili.. sicuramente conoscendomi tornerò a scrivervi prima di qualche mio futuro volo però non ai livelli iniziali di questo thread.

Vi ringrazio ancora per tutte le risposte e la vostra pazienza
Beato te che puoi permetterti di viaggiare a destra e sinistra. . :mrgreen: :wink:

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11147
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da flyingbrandon » 14 luglio 2015, 10:30

John21 ha scritto: Non vorrei dire str****te però penso di essere migliorato... venerdì devo prendere un'altro volo per Londra e quasi non vedo l'ora! :) ...se ho affrontato un volo intercontinentale questi voli "europei" non sono niente... però potrei tirarvi fuori la storia che è venerdì 17 :mrgreen:
Non ti preoccupare di dire stronzate...rispetto a quelle dette in ambito aeronautico.... :mrgreen:
Il punto è proprio questo. Sei così ancorato alle tue idee che non solo non ti rendi conto che vivi di fantasie non di realtà...ma anche quando vivi una realtà ben più piacevole di quella che avev prospettato...invece di godertela...pensi "ah no c***o...allora il ritorno non sarà cosi" "ah c***o...non ero in ansia...forse sono migliorato ma non vorrei dire stronzate". Estendi questo agli aspetti della tua vita e ti accorgi che, alla fine, ti rovini tutto ciò che puoi rovinarti. L'esperienza insegna...ma per insegnare la mente deve essere aperta e consapevole di ciò che sta vivendo...altrimenti vivi una successione di secondi, un intervallo temporale, che non insegna niente. Esisti ma non fai esperienza della vita...
John21 ha scritto:
Scusate per tutte le mie paranoie su flight radar e cazz**e simili.. sicuramente conoscendomi tornerò a scrivervi prima di qualche mio futuro volo però non ai livelli iniziali di questo thread.

Vi ringrazio ancora per tutte le risposte e la vostra pazienza
Ma anche no. Magari passi a raccontare come ti sei divertito, prima, durante e dopo. Perché devi escludere, di fatto, questa possibilità che, alla luce della tua ultima esperienza, è perfino più probabile?
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
flyforever85
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1381
Iscritto il: 23 aprile 2006, 5:07
Località: Dayton, OH

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da flyforever85 » 14 luglio 2015, 22:11

Caro john, le tue paure le hanno avute in molti qui nel forum, me compreso.

Ora che sei con i piedi per terra e pensi di essere lontano da ogni forma di morte ecc, e' il momento in cui sei mentalmente rilassato a sufficienza per contrentrati su te stesso e chiederti da dove viene quest'ansia, cosa la provoca, cosa la scatena e come puoi (in tempi lunghi) cancellarla o almeno attenuarla.

Il fatto che tu voglia salire su un altro aereo quanto prima e' un buon segno ma non vorrei che sia solo pura euforia derivata dalle aspettative sbagliate di morire in quota (se ho ragione tornerai a scrivere qui il giorno prima del tuo viaggio a Londra, se ho torto, meglio per te :mrgreen: !).

Concentrati sul fatto che sei un essere umano con dei limiti, come tutti del resto.

Gli aerei contnueranno a volare ogni giorno con o senza di te a bordo e si, purtroppo (anche se raramente) per ragioni diverse e concomitanza di diversi fattori uno di loro si schiantera'... e' nell'ordine delle cose cosi' come deragliano treni, affondano navi e si schiantano macchine.

come ti e' stato gia' detto piu' volte pero', l'aereo e' fatto per volare, e' nell'ambiente per cui e' stato progettato, non e' li' che arranca e spera di arrivare fino in fondo. E tu non puoi farci niente, non ne hai il controllo (e se ce l'avessi sarebbe peggio!) ma devi fidarti. Cosi' come ti fidi che le macchine provenienti da sinistra di daranno la precedenza o al semaforo si fermino quando per loro e' rosso e l'autista dell'auto in cui sei non abbia un colpo di sonno. Purtroppo le probabilita' che ti succedera' questo tra un volo e l'altro sono molto piu' alte di morire in quota.
"Una volta che avrete conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perchè là siete stati e là desiderate tornare" di Leonardo da Vinci
Immagine

Blues77
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 434
Iscritto il: 2 gennaio 2014, 15:36

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da Blues77 » 14 luglio 2015, 22:23

flyforever85 ha scritto:Caro john, le tue paure le hanno avute in molti qui nel forum, me compreso.

Ora che sei con i piedi per terra e pensi di essere lontano da ogni forma di morte ecc, e' il momento in cui sei mentalmente rilassato a sufficienza per contrentrati su te stesso e chiederti da dove viene quest'ansia, cosa la provoca, cosa la scatena e come puoi (in tempi lunghi) cancellarla o almeno attenuarla.

Il fatto che tu voglia salire su un altro aereo quanto prima e' un buon segno ma non vorrei che sia solo pura euforia derivata dalle aspettative sbagliate di morire in quota (se ho ragione tornerai a scrivere qui il giorno prima del tuo viaggio a Londra, se ho torto, meglio per te :mrgreen: !).

Concentrati sul fatto che sei un essere umano con dei limiti, come tutti del resto.

Gli aerei contnueranno a volare ogni giorno con o senza di te a bordo e si, purtroppo (anche se raramente) per ragioni diverse e concomitanza di diversi fattori uno di loro si schiantera'... e' nell'ordine delle cose cosi' come deragliano treni, affondano navi e si schiantano macchine.

come ti e' stato gia' detto piu' volte pero', l'aereo e' fatto per volare, e' nell'ambiente per cui e' stato progettato, non e' li' che arranca e spera di arrivare fino in fondo. E tu non puoi farci niente, non ne hai il controllo (e se ce l'avessi sarebbe peggio!) ma devi fidarti. Cosi' come ti fidi che le macchine provenienti da sinistra di daranno la precedenza o al semaforo si fermino quando per loro e' rosso e l'autista dell'auto in cui sei non abbia un colpo di sonno. Purtroppo le probabilita' che ti succedera' questo tra un volo e l'altro sono molto piu' alte di morire in quota.
Quoto in torto. Da manuale, bravo.

John21
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 100
Iscritto il: 2 giugno 2015, 8:46

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da John21 » 15 luglio 2015, 11:11

Blues77 ha scritto: Beato te che puoi permetterti di viaggiare a destra e sinistra. . :mrgreen: :wink:
Finché posso cerco di viaggiare cercando di risparmiare il più possibile... spesso non viaggio per vacanza viaggio per fare "esperienza" ...in Giappone ho fatto volontariato presso una signora che ci ospitava in casa...siamo stati veramente fortunati a vivere un mese in una città come Tokyo... lo stesso sarà in Inghilterra anche se questa volta andremo in un paese sperduto della Cornovaglia :) ...in questo modo la spesa maggiore è quella del volo.. ma pianificando mesi prima questi viaggi si riescono a trovare offerte.. però questi sono altri argomenti :mrgreen:

flyingbrandon ha scritto: Non ti preoccupare di dire stronzate...rispetto a quelle dette in ambito aeronautico.... :mrgreen:
Il punto è proprio questo. Sei così ancorato alle tue idee che non solo non ti rendi conto che vivi di fantasie non di realtà...ma anche quando vivi una realtà ben più piacevole di quella che avev prospettato...invece di godertela...pensi "ah no c***o...allora il ritorno non sarà cosi" "ah c***o...non ero in ansia...forse sono migliorato ma non vorrei dire stronzate". Estendi questo agli aspetti della tua vita e ti accorgi che, alla fine, ti rovini tutto ciò che puoi rovinarti. L'esperienza insegna...ma per insegnare la mente deve essere aperta e consapevole di ciò che sta vivendo...altrimenti vivi una successione di secondi, un intervallo temporale, che non insegna niente. Esisti ma non fai esperienza della vita...
Bellissime parole Brandon.. grazie mille!!
flyingbrandon ha scritto: Ma anche no. Magari passi a raccontare come ti sei divertito, prima, durante e dopo. Perché devi escludere, di fatto, questa possibilità che, alla luce della tua ultima esperienza, è perfino più probabile?
Ciao!


Adesso come adesso sono in una situazione serena data principalmente dal fatto che sono riuscito a fare un volo così lungo ma non solo... in generale sono in una situazione abbastanza serena..
Magari in futuro ci saranno fatti esterni a farmi tornare ansia per il volo... non direttamente il fatto di avere paura di prendere un aereo...

flyforever85 ha scritto: Caro john, le tue paure le hanno avute in molti qui nel forum, me compreso.

Ora che sei con i piedi per terra e pensi di essere lontano da ogni forma di morte ecc, e' il momento in cui sei mentalmente rilassato a sufficienza per contrentrati su te stesso e chiederti da dove viene quest'ansia, cosa la provoca, cosa la scatena e come puoi (in tempi lunghi) cancellarla o almeno attenuarla.

Il fatto che tu voglia salire su un altro aereo quanto prima e' un buon segno ma non vorrei che sia solo pura euforia derivata dalle aspettative sbagliate di morire in quota (se ho ragione tornerai a scrivere qui il giorno prima del tuo viaggio a Londra, se ho torto, meglio per te :mrgreen: !).

Concentrati sul fatto che sei un essere umano con dei limiti, come tutti del resto.

Gli aerei contnueranno a volare ogni giorno con o senza di te a bordo e si, purtroppo (anche se raramente) per ragioni diverse e concomitanza di diversi fattori uno di loro si schiantera'... e' nell'ordine delle cose cosi' come deragliano treni, affondano navi e si schiantano macchine.

come ti e' stato gia' detto piu' volte pero', l'aereo e' fatto per volare, e' nell'ambiente per cui e' stato progettato, non e' li' che arranca e spera di arrivare fino in fondo. E tu non puoi farci niente, non ne hai il controllo (e se ce l'avessi sarebbe peggio!) ma devi fidarti. Cosi' come ti fidi che le macchine provenienti da sinistra di daranno la precedenza o al semaforo si fermino quando per loro e' rosso e l'autista dell'auto in cui sei non abbia un colpo di sonno. Purtroppo le probabilita' che ti succedera' questo tra un volo e l'altro sono molto piu' alte di morire in quota.


Hai ragione.. resto cosciente del fatto che ci possano essere incidenti in volo.. gravi o non gravi.. come forse mi ha scritto qualcuno neanche la propria casa è un luogo sicuro.. è solo che al momento il mio atteggiamento è cambiato... o almeno lo spero... mi sono fatto 11 ore di volo filate all'andata e al ritorno.. io che a dicembre per evitare un'oretta e mezza di volo per Barcellona mi sono fatto un giorno e mezzo di viaggio in corriera :)
La paura non mi è passata.. non può passare credo così in un attimo.. però mi sento tranquillo e sereno... adesso come adesso sento di poter prendere tranquillamente un aereo :) ..sopratutto per voli europei corti di 1/2/3 orette... se penso di aver passato 11 ore dentro un aereo questi voli non sono niente :) ...l'unico pensiero al momento che mi viene è che questi aerei usati per brevi tratte non hanno gli schermi personali per guardarsi un filmettino durante il volo :mrgreen:

Blues77
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 434
Iscritto il: 2 gennaio 2014, 15:36

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da Blues77 » 15 luglio 2015, 12:30

Il passare dall'essere sopraffatto dalla paura al domarla per conviverci quanto più serenamente possibile, mi sembra un ottimo passo verso la via della risoluzione.
Bravo.

John21
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 100
Iscritto il: 2 giugno 2015, 8:46

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da John21 » 15 luglio 2015, 12:42

Blues77 ha scritto:Il passare dall'essere sopraffatto dalla paura al domarla per conviverci quanto più serenamente possibile, mi sembra un ottimo passo verso la via della risoluzione.
Bravo.
La paura domata sicuramente no... però conviverci e cercare di vedere le cose in modo razionale si :) ...grazie mille!

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2550
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da MartaP » 16 luglio 2015, 21:27

John21 ha scritto: con un 737-300 (non avevo mai volato su questo aereo.. piccolissimo però tirava :mrgreen:
...ehm...piccolissimo????? Il B737 ?????? :shock:

Gesummaria.....:lol:


:mrgreen:
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

John21
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 100
Iscritto il: 2 giugno 2015, 8:46

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da John21 » 17 luglio 2015, 8:33

MartaP ha scritto:
John21 ha scritto: con un 737-300 (non avevo mai volato su questo aereo.. piccolissimo però tirava :mrgreen:
...ehm...piccolissimo????? Il B737 ?????? :shock:

Gesummaria.....:lol:


:mrgreen:
Venendo da un 747 la versione 300 del 737 sembrava un giocattolo :mrgreen:
Stasera prenderò il classico 737-800 della Rynair :?

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2550
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da MartaP » 17 luglio 2015, 8:59

John21 ha scritto:Venendo da un 747 la versione 300 del 737 sembrava un giocattolo :mrgreen:
... mica male, John, il cambiamento di prospettiva.... :wink:

Se continui cosi non puoi più postare in questa sezione, dovrai spostarti in Discussioni Generiche.... :mrgreen:
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

John21
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 100
Iscritto il: 2 giugno 2015, 8:46

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da John21 » 17 luglio 2015, 10:48

MartaP ha scritto:
John21 ha scritto:Venendo da un 747 la versione 300 del 737 sembrava un giocattolo :mrgreen:
... mica male, John, il cambiamento di prospettiva.... :wink:

Se continui cosi non puoi più postare in questa sezione, dovrai spostarti in Discussioni Generiche.... :mrgreen:
Ho ancora molta strada da fare per superare questa paura... il viaggio verso il Giappone mi ha aiutato parecchio sotto questo aspetto... tantissima ansia e paura prima di prendere quei voli così lunghi... però una volta sull'aereo ti devi mettere il cuore in pace e pensare ad altro perchè sai che dovrai stare in volo per molte molte ore... e secondo me per chi (appunto come me) ha tanta tanta paura dell'aereo un'esperienza del genere cioè di un volo intercontinentale aiuta veramente molto.. sopratutto poi nella prospettiva di prendere voli brevi come quelli nazionali o europei.. sembra una contraddizione però è vero

Comunque adesso come adesso la sento un pò la tensione del volo di stasera.. tra l'altro ho fatto la grande cazz**a di andare su Wikipedia a leggermi per curiosità la storia del 737... scoprendo che è il modello di aereo con più incidenti alle spalle.. tra l'altro tutti o quasi accaduti negli ultimi anni... cercherò di non pensarci stasera :mrgreen:

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2550
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da MartaP » 17 luglio 2015, 11:16

John21 ha scritto: Comunque adesso come adesso la sento un pò la tensione del volo di stasera.. tra l'altro ho fatto la grande cazz**a di andare su Wikipedia a leggermi per curiosità la storia del 737... scoprendo che è il modello di aereo con più incidenti alle spalle.. tra l'altro tutti o quasi accaduti negli ultimi anni... cercherò di non pensarci stasera :mrgreen:
John, sei sulla buona strada! :D

..ma l'hai detto tu stesso: hai fatto una grande c+++++a... :shock:

Dimmi, per caso hai fatto anche una ricerca su quale tipo di auto (o moto, o TIR) ha avuto più incidenti negli ultimi anni? :twisted:

..sarebbe opportuno se indirizzassi la tua curiosità su argomenti per i quali vale veramente la pena, non sulle cavolate.. fila a studiare Bernoulli, che è meglio.... :mrgreen:

(e fatti regalare un Trebbi a Natale....)
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6665
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da Lampo 13 » 17 luglio 2015, 11:57

John21 ha scritto:Comunque adesso come adesso la sento un pò la tensione del volo di stasera.. tra l'altro ho fatto la grande cazz**a di andare su Wikipedia a leggermi per curiosità la storia del 737... scoprendo che è il modello di aereo con più incidenti alle spalle.. tra l'altro tutti o quasi accaduti negli ultimi anni... cercherò di non pensarci stasera :mrgreen:
Ennesima stupidaggine!
Quello che mi fa innervosire del tuo atteggiamento non è la paura, ovviamente, quella viene e bisogna lavorarci sopra per farla sparire; quello che mi innervosisce è la tua prosopopea! Continui a credere di essere in grado di capire cose che non conosci, e su queste cose ci costruisci teorie astruse.
E' ovvio che il Boeing 737 sia l'aereo con più incidenti "alle spalle", è stato per decenni, e forse lo è ancora, l'aereo prodotto in maggior numero di esemplari della aviazione civile moderna.
Quale dovrebbe essere, il Fokker 100 che ne avranno costruiti due? (esagero, ovviamente)
Se vai a vedere sono certo che in Italia il maggior numero di incidenti coinvolge automobili del Gruppo Fiat...
Ovvio se pensi che la metà del parco automobili circolante in Italia viene dal Gruppo Fiat!
Questo non vuol dire che le Fiat siano più pericolose delle altre auto.

Esiste un termine filosofico con cui Aristotele designò la forma fondamentale di argomentazione logica, costituita da tre proposizioni dichiarative connesse in modo tale che dalle prime due, assunte come premesse, si possa dedurre una conclusione, il Sillogismo.
Semplificando estremamente ce ne sono di due tipi, uno corretto ed uno falso:

Corretto: "Gli uomini sono mortali - John21 è un uomo - quindi John21 è mortale"
Falso: "Le lepri hanno due orecchie - John21 ha due orecchie - quindi John21 è una lepre"

Ora, tu hai la tendenza ha ragionare per falsi sillogismi e ti ci rovini la vita:

"Ho paura di morire - la turbolenza mi fa paura - quindi la turbolenza mi farà morire". Falso sillogismo.
"Ogni tanto un aereo precipita - volerò in aereo - quindi precipiterò". Falso sillogismo.
Etc. etc. etc.

John21
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 100
Iscritto il: 2 giugno 2015, 8:46

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da John21 » 17 luglio 2015, 14:43

Avete ragione.. devo cercare anche di lavorare su questi aspetti oltre che sulla paura vera e propria del volo

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2550
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da MartaP » 17 luglio 2015, 15:36

John21 ha scritto:Avete ragione.. devo cercare anche di lavorare su questi aspetti oltre che sulla paura vera e propria del volo
....non esiste, la paura vera e proprio del volo!

In realtà, tu hai paura di morire, paura di perdere il controllo, paura che i piloti non siano bravi, paura che gli aavv non ti capiscano, paura di non saper affrontare la situazione, paura della sofferenza, paura di "mettici tu quello che vuoi"....

Il problema sta nel significato che tu attribuisci ad un certo evento. :wink:
ES:
Turbolenze = stiamo precipitando deve diventare Turbolenze= che do maroni...

Ho un vuoto allo stomaco = oddio :shock: ..l'aereo ha perso quota
deve diventare
Ho un vuoto allo stomaco = pazienza, cose che capitano, va tutto bene

D'altronde, non è che ogni volta che prendi una buca per strada ti vengono i sudori freddi....e pensi:
oddddddio, adesso mi schianto... :shock:

...o si? :mrgreen:
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Avatar utente
flyforever85
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1381
Iscritto il: 23 aprile 2006, 5:07
Località: Dayton, OH

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da flyforever85 » 17 luglio 2015, 15:38

MartaP ha scritto:Turbolenze = stiamo precipitando deve diventare Turbolenze= che do maroni...
Evviva il veneto!!!!! hahahahahah
"Una volta che avrete conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perchè là siete stati e là desiderate tornare" di Leonardo da Vinci
Immagine

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2550
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da MartaP » 17 luglio 2015, 15:44

flyforever85 ha scritto:
MartaP ha scritto:Turbolenze = stiamo precipitando deve diventare Turbolenze= che do maroni...
Evviva il veneto!!!!! hahahahahah
ci sta anche:
turbolenze = chela fritola.....

:lol: :mrgreen:
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9548
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da tartan » 17 luglio 2015, 16:53

Paura di morire, paura di morire, sempre paura di morire e pensare che basterebbe solo un pò di voglia di vivere!
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4665
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da sardinian aviator » 17 luglio 2015, 18:17

tartan ha scritto:Paura di morire, paura di morire, sempre paura di morire e pensare che basterebbe solo un pò di voglia di vivere!
Grande Pino! A quanto pare il T3 riapre domani, un problema in meno.... a presto!!
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9548
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da tartan » 17 luglio 2015, 19:32

Per Cassano andava riaperto già tre giorni dopo l'incendio, per Riggio era sempre meglio di alcuni quartieri di Roma. Speriamo che non sia ancora una volta un problema in più!
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

John21
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 100
Iscritto il: 2 giugno 2015, 8:46

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da John21 » 18 luglio 2015, 4:27

Il volo é andato... é stato parecchio turbolento.. ad un certo punto penso sulle Alpi svizzere c'era un grosso temporale.. fuori dal finestrino si vedevano fulmini su fulmini.. il pilota ha fatto una traiettoria a "zig zag" per evitare la zona temporalesca..

Blues77
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 434
Iscritto il: 2 gennaio 2014, 15:36

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da Blues77 » 18 luglio 2015, 5:38

John21 ha scritto:Il volo é andato... é stato parecchio turbolento.. ad un certo punto penso sulle Alpi svizzere c'era un grosso temporale.. fuori dal finestrino si vedevano fulmini su fulmini.. il pilota ha fatto una traiettoria a "zig zag" per evitare la zona temporalesca..
E in base a cosa, deduci che il pilota abbia fatto una traiettoria a zig zag?
In ogni caso, temporale o non temporale, sei arrivato a destinazione. Sano e salvo.
Se le condizioni non lo avessero permesso, l'aereo non sarebbe decollato. Sic et simpliciter.
Ciao

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11147
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da flyingbrandon » 18 luglio 2015, 8:45

John21 ha scritto:Avete ragione.. devo cercare anche di lavorare su questi aspetti oltre che sulla paura vera e propria del volo
Ti sbagli...non ANCHE...ma solo su questi aspetti...la paura vera e propria del volo puoi lasciarla lì e, una volta che avrai messo a posto gli altri aspetti...non ci sarà più. Il tuo modo di occuparti della paura del volo, come ti abbiamo già detto piu volte, non solo è inutile ma anche dannoso. Non sei in grado , al momento, di trarre qualsiasi informazione riguardante il volo...non ne hai le capacità....al contrario le hai per lavorare su di te...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

John21
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 100
Iscritto il: 2 giugno 2015, 8:46

Re: Attacchi di panico e moltissima ansia

Messaggio da John21 » 9 agosto 2015, 20:59

Ciao a tutti.. é da parecchio che non posto ma ho letto tutti i nuovi thread..
Sono a luton in attesa del volo per Praga con la wizzair.. sto sudando un pó freddo ma meglio del solito anche se i voli notturni non mi sono mai piaciuti
Quanto vorrei che l'aereo per praga fosse un bel 747

Rispondi